WhatsApp, messaggi rassicuranti

Il fondatore del servizio di instant messaging mobile ricorda i giorni sotto l'URSS e assicura di avere terribilmente a cuore la privacy dei suoi utenti

Roma – Il fondatore di WhatsApp Jan Koum ha voluto ribadire il suo impegno nei confronti della privacy degli utenti , un principio basilare della sua azienda anche ora che è passata tra le fila di Facebook.

Koum racconta di essere cresciuto in Ucraina degli anni Ottanta, quando il paese era sotto il controllo dell’Unione Sovietica, e di come la madre a quel tempo usasse dire al telefono “non è una conversazione da fare al telefono, ne parliamo di persona”. Parole rimaste impresse nella mente di Koum come sinonimo della paura di vedere le proprie conversazioni intercettate dalle autorità.

Così, facendone una questione personale , il servizio di messaggistica risponde alla denuncia dell’ Electronic Privacy Information Center (EPIC) e del Center for Digital Democracy (CDD) e alla richiesta di intervento da parte della Federal Trade Commission statunitense sull’accordo con Facebook e le sue possibili conseguenze nella sfera della privacy dei rispettivi utenti . Una preoccupazione che riguarda peraltro anche dei concorrenti di Whatsapp come WeChat, che nei giorni scorsi ha subito diversi blocchi in Cina.

WhatsApp, inoltre, proclama modestia e sorpresa per tutta l’attenzione dimostrata nei suoi confronti: “Siamo sinceramente onorati di tutta l’attenzione che ci è stata dedicata dopo l’annuncio della partnership con Facebook e come azienda continueremo a concentrarci sull’offrire a più persone possibili la possibilità di connettersi con i propri amici e con le persone amata, indipendentemente da chi sono o dove vivono”.

D’altronde, oltre alle preoccupazioni legate alla sicurezza dei dati dei propri utenti, diversi osservatori si aspettano, dopo l’acquisizione di Facebook, anche un qualche tipo di redesign per l’app che finora ha puntato tutto sull’utilità e non particolarmente sull’aspetto dell’interfaccia.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • king volution scrive:
    si ma...
    il problema è che nsa "collabora" comunque con ibm...
  • ... scrive:
    Anche PI
    I suoi rapporti con l'intelligence sono pari a zero.
    • ... scrive:
      Re: Anche PI
      - Scritto da: ...
      I suoi rapporti con l'intelligence sono pari a
      zero.quando si dice la fretta!hai scritto "ce" al posto di "za".
    • collione scrive:
      Re: Anche PI
      PI? mi sa che PI sta fallendoerano partiti con la pubblicità che si attivava cliccando su alcuni link, adesso sono passati al bannerone a tutta pagina che si apre appena entridel resto il traffico è diminuito, i visitatori sono perlopiù troll fanboy, mentre i veri informatici sono approdati su altri lidi
  • cicciobello scrive:
    Trovata di marketing
    IBM vende hardware, il suo core business non è il data mining; quindi non dovrebbe avere dati che interessano alla NSA più di tanto. Mi sembra una trovata tipo questa:[img]http://imgs.xkcd.com/comics/free.png[/img]Cerchi qualcosa di cui la gente ha paura, e dici che il tuo prodotto non ne contiene (poco importa il fatto che tale problema non ci sia comunque, nemmeno nei prodotti della concorrenza)
    • iRoby scrive:
      Re: Trovata di marketing
      Che cosa?Host e Mainframe?E il database DB2?Le macchine IBM maneggiano e vedono passare quantità enormi di dati che potenzialmente possono essere rastrellati.Il problema però è che dipendono dalla configurazione di rete.Di solito sono su reti accessibili solo da gateway e quasi mai sono connesse ad Internet ed esposte verso default gateway.In questo caso dovranno lavorare di concerto con Cisco...
      • Frittura scrive:
        Re: Trovata di marketing
        Scherzi?Sicuramente Cisco non ne sa niente di NSA, proprio come 3com, Juniper, Oracle, Microsoft, Red Hat, Apple, Google, Yahoo, AT&T, ecc.Tutta questa gente non lavora negli USA, non necessita di nulla (permessi, autorizzazioni, rinnovi e quant'altro) e quindi non è ricattabile...
    • collione scrive:
      Re: Trovata di marketing
      IBM vende parecchie cose, tra cui pure l'hardwareWatson ti dice nulla? E non è certo una tecnologia usata per le fiere, è usata pure dai militariIBM è più importante della CIA negli USA
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Trovata di marketing
      - Scritto da: cicciobello
      IBM vende hardware,IBM vende prima software e poi servizi. L'hardware era una parte trascurabile ed oggi lo è ancora di più dopo la cessione della divisione xSeries a Lenovo. IBM presto venderà anche tanti servizi in cloud.
      • collione scrive:
        Re: Trovata di marketing
        - Scritto da: Zucca Vuota
        IBM presto venderà anche tanti servizi in cloud.e sicuramente produce pure quei bei programmoni che servono a scandagliare i milioni di record del traffico telefonico che la NSA draga ogni giorno
  • contrario alla policy scrive:
    ...
    Ma eravate voi di PI quelli che l'altro giorno lavavano i vetri ai semafori? Sono contento che abbiate trovato la vostra strada. Siete uno schifo.
  • unaDuraLezione scrive:
    Se fosse vero sarebbe grossa..
    contenuto non disponibile
    • tucumcari scrive:
      Re: Se fosse vero sarebbe grossa..
      - Scritto da: unaDuraLezione
      ...significherebbe che IBM non conta più nulla
      (cylon)Non vedo perchè IBM fa macchine (come dice il nome che è un acronimo) e vende assistenza consulenza e roba simile.Non ha e non raccogli dati del tipo che servirebbero a una operazione come PRISM.Fosse stata un altro tipo di cosa magari glielo avrebbero chiesto... ma non vedo proprio nessuna relazione evidente tra PRISM e IBM.Probabilmente dicono la verità.
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: Se fosse vero sarebbe grossa..
        - Scritto da: tucumcari
        Non vedo perchè IBM fa macchine (come dice il
        nome che è un acronimo) e vende assistenza
        consulenza e roba
        simile.IBM da anni fa il grosso del suo fatturato con il software.
        • tucumcari scrive:
          Re: Se fosse vero sarebbe grossa..
          - Scritto da: Zucca Vuota
          - Scritto da: tucumcari


          Non vedo perchè IBM fa macchine (come dice il

          nome che è un acronimo) e vende assistenza

          consulenza e roba

          simile.

          IBM da anni fa il grosso del suo fatturato con il
          software.Software e servizi di consulenza per la verità ma tutto senza acquisizione di dati del tipo che interessa prism
  • ... scrive:
    IBM non avrebbe fornito alcuna backdoor
    certo, certo, ancora coi condizionali. Ah, per la cronaca: io non avrei perso i capelli, berlusconi non sarebbe stato condannato a 7 anni, bruno vespa non avrebbe faccia piena di nei... andiamo avanti cosi, andiamo.visto che nel post ce' un certo nome, il post sparirebbe per magia.
  • ... scrive:
    titolo incomplato, as usual
    Titolo fallato "IBM: noi non collaboriamo con NSA"Titolo corretto "IBM: noi non collaboriamo volontariamente con NSA"C'e' il Patrioct Act, chi credono di coglionare, quelli di IBM con questi annunci fumogeni?Se una azienda e' statunitense (IBM, Cisco, Apple, Micorsoft, etc), allora deve mettersi a 90° quando il governo lo ordina: che siano d'accordo o no, poco importa.
    • tucumcari scrive:
      Re: titolo incomplato, as usual
      - Scritto da: ...
      Titolo fallato "IBM: noi non collaboriamo con NSA"
      Titolo corretto "IBM: noi non collaboriamo
      volontariamente con
      NSA"

      C'e' il Patrioct Act, chi credono di coglionare,
      quelli di IBM con questi annunci
      fumogeni?
      Se una azienda e' statunitense (IBM, Cisco,
      Apple, Micorsoft, etc), allora deve mettersi a
      90° quando il governo lo ordina: che siano
      d'accordo o no, poco
      importa.No loro dicono "non abbiamo collaborato a PRISM" che è una affermazione precisa a cui puoi credere o meno.In realtà dato il ruolo che ha IBM ci si può anche credere IBM fa essenzialmente macchine e vende assistenza e consulenza non ha o non ospita "dati" che siano di reale interesse per una operazione come PRISM.
  • capitan farlock scrive:
    notate la specificazione
    "i dati non hanno mai lasciato,per azione di Ibm, i server"ahah ovvero hanno lasciato che la nsa venisse a prenderlinon dicono che i dati non sono mai usciti dai server , dicono solo che non e' stata ibm a spedirli fuori
Chiudi i commenti