Windows 10 May 2019 Update, problemi su PC AMD

Qualche problema sperimentato dagli utenti in possesso di un PC con hardware AMD nell'installazione di Windows 10 May 2019 Update: ecco la soluzione.

Windows 10 May 2019 Update, problemi su PC AMD

Il rollout di Windows 10 May 2019 Update non è del tutto indolore, come invece aveva sperato Microsoft, memore di quanto accaduto nell’autunno scorso con l’October 2019 Update. Nei giorni scorsi si sono moltiplicate le segnalazioni di coloro che, in possesso di un PC con hardware AMD, hanno lamentato di aver incontrato problemi durante la fase di installazione.

May 2019 Update, problemi con AMD

Gli intoppi si verificano su computer con processori Ryzen o Ryzen Threadripper e con dispositivi di storage configurati in modalità RAID. Se nel sistema sono installati driver RAID antecedenti alla versione 9.2.0.105, viene mostrato un messaggio di errore e il processo non può essere portato a termine. Questo vale sia tentando di effettuare l’aggiornamento sia provando con un’installazione pulita. Microsoft e AMD sono a conoscenza del problema, con il chipmaker di Sunnyvale intervenuto in via ufficiale sulla questione.

Windows 10 May 2019 Update (versione 1903) contiene nuovi requisiti Device Input/Output (IOCTL) per alcune categorie o driver dei dispositivi. Se un utente tenta un’installazione pulita utilizzando dispositivi con driver che non soddisfano i nuovi requisiti, il PC potrebbe non caricare l’ambiente desktop di Windows. Se un utente tenta un aggiornamento tramite Windows Update dall’October 2018 Update (versione 1809) al May 2019 Update, l’operazione verrà bloccata fino all’aggiornamento dei driver RAID installati.

La soluzione

È un problema di driver, dunque. AMD fornisce anche le soluzioni.

  • Se l’utente tenta l’aggiornamento dall’October 2018 Update al May 2019 Update deve prima installare l’aggiornamento dei driver;
  • Se l’utente tenta un’installazione pulita del May 2019 Update deve preparare un dispositivo di storage removibile contenente i driver aggiornati.

I driver aggiornati in questione sono reperibili sul sito ufficiale AMD (268 MB). Nel caso di installazione pulita del nuovo aggiornamento di Windows 10 è possibile scaricare ed estrarre il pacchetto AMD RAID Driver (SATA, NVMe RAID) da solo 1,05 MB su una pendrive o altri storage esterni, contenente esclusivamente i file necessari per portare a termine l’operazione con successo e per accedere così all’ambiente desktop.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Saro scrive:
    Purtroppo, OGGI, hai perfettamente ragione Piego Angela. Personalmente, nello specifoco con Win 98, XP, Vista, Seven, 8.1 non ho avuto gravi problemi come stanno accadendo adesso con Windows 10 ed infatti, dall'October Update ho effettuato il downgrade a Windows 8.1 ed io ho sempre acquistato licenze originali a caro prezzo, quindi posso parlare. Dall'anno 1998 ad oggi, ho visto molti progressi nel mondo Linux che ogni tanto tentavo di installare e finalmente, in questi ultimi mesi, vedo che KDE funziona veramente in modo eccellente rispetto a GNOME, anche i driver nvidia finalmente si installano in modo semplice e FUNZIONANO BENISSIMO. Io credo cre Windows 8.1 sia il mio ultimo sistema operativo che uso per i giochi e per programmi nativi, ma in futuro, quando non ci saranno più aggiornamenti per Windows 8.1, passerò sicuramente a Linux KDE. Windows 10 fa schifo, troppi problemi, supporto composto da gente completamente idiota e raccomandata, non aggiungo altro da ex-sostenitore di Windows.
    • Piego Angela scrive:
      Ti consiglio solo hardware AMD. Di Intel non lo so, ma di nVidia è palese che lavori contro il mondo FOSS. Inoltre ti salvi da problematiche come Meltdown, Spectre, e l'ultimo di cui non ricordo il nome.
    • radd scrive:
      Buon ragionamento. Solo che l'affermazione Kde negli ultimi mesi funziona bene rispetto a Gnome, non è esatta. Kde e Gnome sono i due ambienti principali di linux ed entrambi lavorano bene da anni. Li utilizzo, insieme ad altri, almeno dal 2006, e non mi hanno mai dato problemi seri. Così come utilizzo i driver open e proprietari dal 2006, giocando anche a giochi fps, come Opena Arena o Quake live e problemi zero. Come dico sempre, Linux lavora per te, tu devi lavorare per Windows.
      • Piego Angela scrive:
        Quelli alla fine sono solo Desktop Envoirement che attecchiscono all'occhio dell'utente che sceglierà quale distro con quale DE. Io su LinuxMint uso MATE che trovo a metà strada tra le meraviglie di Xfce (consumo risorse) e la bruttezza stessa di xfce. GNOME3 non mi piace per nulla, KDE ho finito di smanettarci per averlo "bello". Alla fine, a me serve che va, che vada bene, e che di bello ho ben altro che non è in nessun schermo.
        • radd scrive:
          Sono d'accordo con te in tutto. Xfce è minimalista, forse molto minimalista, nel senso che, vedi lxqt, è possibile avere un consumo molto ridotto di risorse e contemporaneamente una vista migliore, perchè non si tratta di gusto estetico ma anche di non perdere la vista. Gnome3 lo utilizzo in azienda su tutti i desktop. Il motivo è semplice, è il desktop di default nella versione 18.04, coperta da aggiornamenti per 10 anni, ed è il motivo importante. Mate è carino, ma è pesante anche lui, non è più Gnome2 ormai. E allora se devo utilizzare un DE, alla fine prediligo quello che viene mantenuto più a lungo, insieme al sistema. Alla fine sono le funzionalità che sono importanti, ma purtroppo è importante anche la copertura e anche la nitidezza o chiarezza nelle attività che devi svolgere. p.s. vedo che utilizzi molto open, mi piacerebbe avere uno scambio anche fuori di qui, se ti va
  • radd scrive:
    Ella...non sbaglia un colpo, ad ogni evento, rilascio, migrazione, una gragnuola di problemi. Come vedete, non basta neppure pagare per non avere problemi.
    • Piego Angela scrive:
      Io quando "migro" da una release alla sua successiva di GNU/Linux Mint, di problemi del genere, posso dire, mai riscontrati. Ah sì, già, ancora non ho fatto una donazione al team di Mint; ad oggi l'ho pagato €0. M$ con Win10 sempre più buffoni.
Fonte: AMD
Chiudi i commenti