Windows 10X: la UI di Surface Neo anche su laptop?

Il sistema Windows 10X potrebbe non essere destinato in esclusiva ai dispositivi dual screen: secondo un documento potrebbe arrivare anche sui laptop.
Il sistema Windows 10X potrebbe non essere destinato in esclusiva ai dispositivi dual screen: secondo un documento potrebbe arrivare anche sui laptop.

Tra le novità più interessanti presentate da Microsoft all’inizio del mese c’è senza dubbio Surface Neo: un dual screen che richiama alla mente il concept Courier di un decennio fa, la risposta dell’azienda ai dispositivi pieghevoli, in arrivo sul mercato entro la fine del 2020. Un prodotto che ha richiesto un’ottimizzazione del sistema operativo Windows 10 dando vita alla piattaforma che il gruppo di Redmond ha battezzato Windows 10X.

Windows 10X anche sui laptop?

Emergono ora indiscrezioni in merito al possibile debutto del software anche su laptop più tradizionali: tanto per intenderci, quelli con un solo schermo che già tutti utilizziamo nell’attività quotidiana. La sua interfaccia, organizzata in modo da favorire e semplificare l’interazione mediante pannelli touch, potrebbe trovare un ambito di applicazione anche al di fuori della categoria relativa ai dispositivi con due display.

È quanto lasciano intendere alcuni documenti redatti da Microsoft e scovati in Rete. Si fa riferimento in particolare a elementi come la barra delle applicazioni e al menu Start (qui chiamato Launcher) visibile nello screenshot qui sotto, ridisegnato in modo da mostrare nella parte alta un campo di ricerca, nel mezzo le icone delle app installate e più sotto gli elementi “consigliati”.

L'interfaccia di Windows 10X

A qualcuno potrebbe tornare alla mente il tentativo fallito di introdurre un’interfaccia touch con Windows 8, destinata in primis ai tablet, mai davvero capace di convincere né di dire la propria in un segmento di mercato dominato dalle alternative Android e iOS. Forte dell’esperienza negativa acquisita, confidiamo che Microsoft non commetterà nuovamente l’errore. Potrebbe in ogni caso trattarsi di un esperimento fine a se stesso, messo in campo coinvolgendo la community di sviluppatori al solo scopo di raccogliere feedback. Di Windows 10X si tornerà di certo a parlare con continuità nei prossimi mesi.

Fonte: Liliputing
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti