Windows 11 e PC multi-monitor: per me, questa sarà la killer feature

Windows 11: per me, questa sarà la killer feature

Il sistema operativo sembra poter semplificare la vita a chi utilizza un PC con più monitor connessi in contemporanea: finalmente.
Il sistema operativo sembra poter semplificare la vita a chi utilizza un PC con più monitor connessi in contemporanea: finalmente.

Chi a casa o in ufficio ha allestito una postazione PC multi-monitor per gestire le proprie sessioni di lavoro in multitasking sa bene quanto Windows 10 abbia sempre mostrato tutti i propri limiti su questo fronte. Il più grande grattacapo è legato alla disposizione casuale e caotica che spesso assumono finestre e schermate dopo aver risvegliato il computer dallo standby. A quanto pare, a Redmond qualcuno ha preso in carico i tanti feedback giunti dagli utenti mettendosi al lavoro per risolvere il problema con l'arrivo di Windows 11. Finalmente.

PC multi-monitor: Windows 11 una manna dal cielo?

Tra le impostazioni della build trapelata ce ne sono due dedicate proprio a questo, riunite sotto la voce Multiple Displays. La prima è indicata come “Remember windows locations based on monitor connection” (“Ricorda la posizione delle finestre in base ai monitor connessi”) e la seconda “Minimize windows when a monitor is disconnected” (“Minimizza le finestre quando un monitor viene disconnesso”). I nomi sono piuttosto esplicativi per comprenderne l'utilità.

Windows 11: un'impostazione per i PC multi-monitor

Il bug responsabile del malfunzionamento sperimentato da molti è quello già descritto in un recente articolo pubblicato su queste pagine. Ne riportiamo un estratto di seguito.

Il termine tecnico usato dalla software house per descrivere l'anomalia è Rapid Hot Plug Detect. L'intervento sulle pagine del blog ufficiale si riferisce esclusivamente ai display connessi tramite DisplayPort, ma possiamo confermare che a esserne interessati sono anche quelli collegati tramite slot e cavi di altro tipo, incluso HDMI.

L'attesa per saperne di più a proposito di Windows 11 è quasi terminata: domani, giovedì 24 giugno, andrà in scena il #MicrosoftEvent durante cui lo sviluppatore presenterà in via ufficiale il sistema operativo. Il lancio dovrebbe poi essere fissato entro la fine dell'anno, con upgrade gratuito offerto a tutti coloro fermi alle edizioni precedenti della piattaforma, fino alla ormai datata Windows 7.

Aggiornamento: solo i dispositivi con la versione più recente di Windows 10 riceveranno l'aggiornamento gratuito al nuovo sistema operativo Windows 11. È quanto rende noto il sito ufficiale di Microsoft.

È gratuito. Ma solo i PC Windows 10 che eseguono la versione più recente di Windows 10 e soddisfano le specifiche hardware minime potranno essere aggiornati. Per verificare se sul tuo PC sono installati gli aggiornamenti più recenti per Windows 10 vai a Impostazioni/Windows Update.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti