Windows 3D in avvicinamento

Microsoft sta lavorando alla prima interfaccia utente 3D per dare una svolta al suo Windows. Si sa che le tre dimensioni non entreranno in Whistler ma secondo qualcuno potrebbero già far capolino a partire da Blackcomb


Redmond (USA) – Sono anni ormai che si parla di interfacce grafiche 3D e sono anni che Microsoft lavora ad un progetto di questo tipo. E se la terza dimensione non sembra ancora pronta per fare capolino sul prossimo Windows, Whistler, qualcuno inizia a dire che la si potrà invece ammirare in Blackcomb, suo successore.

Secondo The Register, il progetto a cui stanno lavorando i laboratori di Microsoft Research si chiama “TaskGallery” e si tratterbbe di un’interfaccia 3D in cui i vari componenti di Windows sono rappresentati attraverso piccoli oggetti da aprire, spostare, combinare e zommare. L’utente potrà associare ad ogni oggetto il suo giusto contesto, spostandolo fra “stanze” differenti o combinandolo con altri oggetti per dar vita a strumenti nuovi e più complessi.

Il motore grafico si baserà su un nuovo kernel e nuove librerie GDI, ma l’architettura di base per il momento rimane quella di Windows 2000.

Daniel Robbins, uno dei progettisti della nuova GUI 3D, ha dichiarato che oggigiorno il più grande ostacolo alle interfacce 3D non è l’hardware o il mercato, semmai le applicazioni. Queste ultime, infatti, non solo dovranno essere completamente riadattate al nuovo ambiente, ma dovranno implementare anche la nuova filosofia d’interazione verso l’utente che la terza dimensione porterà con sé.

Gli effetti del lavoro svolto all’interno del progetto TaskGallery cominceranno ad influenzare gradatamente i successori di Whistler fino ad arrivare, un giorno, alla completa implementazione di un’interfaccia utente 3D. Ma i sistemi operativi per PC non saranno gli unici destinatari di questa tecnologia: ne prenderanno parte anche i sistemi oeperativi embedded, fra cui le varie versioni di Windows CE.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    VaporWare
    Credetemi, lavoro nel settore, mancano terminali affidabili (ovvero i telefoni), anche la rete gprs omnitel e' finita ma non ci sono telefoni che vi funzionino sopra decentemente... Nokia leader mondiale si sta concentrando su Umts ma non ha ancora tirato fuori nulla e per il gprs si e' affidata a ditte esterne... galliche :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: VaporWare
      Giusto Robin! non dimentichiamoci poi che mancano anche altre cose da decidere: che servizi farci? ma soprattutto, perchè sacrificare banda "vocale" (cioè i canali standard, dove c'è il vero business) per mandare dati per oroscopi ed altre scemenze? avete presente WAP?!?- Scritto da: Robin Hood
      Credetemi, lavoro nel settore, mancano
      terminali affidabili (ovvero i telefoni),
      anche la rete gprs omnitel e' finita ma non
      ci sono telefoni che vi funzionino sopra
      decentemente... Nokia leader mondiale si sta
      concentrando su Umts ma non ha ancora tirato
      fuori nulla e per il gprs si e' affidata a
      ditte esterne... galliche :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: VaporWare
      Ma perche' lo "Zingaro" e-o "Puscher" non si mettono a lavorare seriamente , visto anche il triste stato della rete normale????- Scritto da: Robin Hood
      Credetemi, lavoro nel settore, mancano
      terminali affidabili (ovvero i telefoni),
      anche la rete gprs omnitel e' finita ma non
      ci sono telefoni che vi funzionino sopra
      decentemente... Nokia leader mondiale si sta
      concentrando su Umts ma non ha ancora tirato
      fuori nulla e per il gprs si e' affidata a
      ditte esterne... galliche :-)
  • Anonimo scrive:
    E i TELEFONI???
    Probabilmente stiamo scherzando...Da noi il GPRS non e' partito non perche' mancano le infrastrutture, ma perche' mancano i TELEFONINI compatibili!!! E questi non mancano solo in Italia!Figuriamoci quindi per l'UMTS!!!Addirittura i produttori di cellulari prevedono la diffusione dei suddetti telefoni non prima della fine del 2002... e in Spagna che ci fanno con la rete UMTS???E' tutta pubblicita'... fidatevi... ormai non solo in Italia, si fanno cose inutili solo per riempirsi la bocca (e i fax spediti alle agenzie stampa...) di belle parole!http://cellforum.made.net
    • Anonimo scrive:
      Re: E i TELEFONI???

      Da noi il GPRS non e' partito non perche'
      mancano le infrastrutture, ma perche'
      mancano i TELEFONINI compatibili!!! E questi
      non mancano solo in Italia!

      Figuriamoci quindi per l'UMTS!!!
      Addirittura i produttori di cellulari
      prevedono la diffusione dei suddetti
      telefoni non prima della fine del 2002... e
      in Spagna che ci fanno con la rete UMTS???Io ho sentito un più ottimistico "Giugno 2002" anche se le infrastrutture saranno pronte alla fine di quest'anno. Il GPRS avrà problemi grossissimi, più ancora di adesso, a svilupparsi. Per un problema di economia di scala le aziende produrranno molti cellu Umts che costeranno sempre meno, ma temo che questo non capiterà con il GPRS che non farà in tempo ad attaccare.
  • Anonimo scrive:
    E' un'opportunita'?
    E' veroche siamo indietro, ma questa e' colpa della gestione arraffona del governo, ma e' anche vero che se parte prima in spagna almeno potremo sapere che significa prima di spendere milioni per essere utenti umts.l'unica cosa che non ho capito e' a questo punto che ci facciamo con il gprs?
  • Anonimo scrive:
    W LA SPAGNA
    Che almeno ci fa vedere dove stiamo noi.
  • Anonimo scrive:
    Boom!
    Spero che nessuno sia così fesso da comprare un GPRS e regalare un anno di più di bella vita ai dirigenti delle aziende interessate:elicotterovilla con piscinatecnologiamassaggiatriceviaggi a go-gomentre voi impazzite con un telefonino che è bello solo per chi lo produce...Fate vobis,io nel frattime me ne vò. a frappè (anche doppio)
Chiudi i commenti