Ancora su Windows 7? Arriva l'avviso full screen

Dal 15 gennaio gli utenti fermi a Windows 7 vedranno comparire un avviso a tutto schermo sui potenziali rischi connessi a un mancato aggiornamento.
Dal 15 gennaio gli utenti fermi a Windows 7 vedranno comparire un avviso a tutto schermo sui potenziali rischi connessi a un mancato aggiornamento.

Come anticipato più volte, il mese prossimo scadrà in maniera definitiva il supporto fornito da Microsoft a Windows 7. La data da cerchiare in rosso sul calendario è quella del 14 gennaio 2020. In seguito solamente coloro iscritti al programma Extended Security Updates (a pagamento) potranno continuare a ricevere aggiornamenti e patch di sicurezza.

I clienti che hanno acquistato l’Extended Security Update per le versioni on-premise di alcuni sistemi operativi devono seguire procedure specifiche per continuare a ricevere gli aggiornamenti di sicurezza in seguito al termine del supporto esteso fissato per il 14 gennaio 2020.

Windows 7: un avviso a tutto schermo per passare a W10

Per tutti quelli ancora fermi a W7, in ogni caso, è in arrivo una notifica a schermo intero (non un semplice pop-up) che metterà in evidenza i rischi connessi all’utilizzo di un sistema operativo datato con l’obiettivo di spingere verso un passaggio al più recente Windows 10. Sarà obbligatorio interagirvi per nasconderla. Ecco quanto rende noto oggi in via ufficiale il gruppo di Redmond.

A partire dal 15 gennaio 2020 una notifica a tutto schermo comparirà descrivendo i rischi di un ulteriore utilizzo di Windows 7 Service Pack 1 in seguito alla fine del supporto fissato per il 14 gennaio 2020. La notifica rimarrà sullo schermo fino all’interazione. Questo messaggio apparirà solo sulle seguenti edizioni di Windows 7 Service Pack 1: Starter, Home Basic, Home Premium, Professional, Ultimate.

Microsoft intende dunque sbattere in faccia ai suoi utenti quelli che sono i potenziali pericoli per la sicurezza dei loro dispositivi e dei loro dati continuando a far leva su una tecnologia ormai vecchia di oltre un decennio.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti