Windows 7 è il suo nome

Il nome in codice diventa il nome ufficiale

Roma – Di Windows 7 si parla ormai da molto tempo e a fine mese, a Los Angeles, Microsoft rivelerà molti dettagli sul suo prossimo sistema operativo. Qualcosa di nuovo lo ha fatto sapere in queste ore e riguarda il nome del sistema.

In un post sul blog di WindowsVista, Mike Nash di Microsoft mette in chiaro che il nome in codice del sistema operativo, Windows 7, sarà anche il suo nome definitivo. Succederà a Vista, dunque, e porterà con sé un nome meno altisonante, che sia sinonimo di semplicità, sembra dire Nash.

“Sebbene sia consapevole che in alcuni casi Microsoft abbia utilizzato il nome in codice di un prodotto per la sua release finale – scrive Nash – sono abbastanza sicuro che questa sia la prima volta che succede con Windows” e “il motivo è che Windows 7 punta tutto sulla semplicità”.

All’evento di fine mese in California Microsoft metterà a disposizione come annunciato una release di Windows 7 dedicata agli sviluppatori.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pegasus70 scrive:
    I soliti interessi di Silvio!
    Eppure nel nostro "Bel Paese" di problemi da affrontare, forse anche con maggiore urgenza e serietà, ce ne sarebbero a volontà. Di questo passo c'è il rischio di diventare la prossima Argentina dell'Europa, ma l'importante è che si tutelino i diritti di chi continua a pretendere di ottenere per un CD, un DVD, un libro o la TV a pagamento tanti soldi quanti nemmeno il più sfrontato dei ladri oserebbe estorcere.
    • pasquale gangemi scrive:
      Re: I soliti interessi di Silvio!
      - Scritto da: pegasus70
      Eppure nel nostro "Bel Paese" di problemi da
      affrontare, forse anche con maggiore urgenza e
      serietà, ce ne sarebbero a volontà. Di questo
      passo c'è il rischio di diventare la prossima
      Argentina dell'Europa, ma l'importante è che si
      tutelino i diritti di chi continua a pretendere
      di ottenere per un CD, un DVD, un libro o la TV a
      pagamento tanti soldi quanti nemmeno il più
      sfrontato dei ladri oserebbe
      estorcere.I problemi da affrontare sono tantissimi, anche ben più gravi.Ma occuparsi di un problema specifico (quale l'arretratezza del nostro Paese, per ciò che concerne la rete) non significa dover abbandonare tutto il resto (o, quantomeno, non dovrebbe significare questo).
  • giancarlofff scrive:
    sarkozy
    Caro Jack, se tu campi vendendo cazzate non è colpa mia, io non compro più nulla che è publicizzato in maniera scorretta, i famosi artisti sono stramiliardari a spese di ragazzini che oltre a spendere i quattro soldi che hanno non possono andarli a rubare per arricchire ingorde industrie.Anche vendere armi è un mestiere, ma io non le compro, mentre altri le comprano e allora ??
  • Nome e cognome scrive:
    Che la mettano pure !
    E' stato più volte ribadito che questo modus operandi (chiamarlo dottrina mi sembra un'esagerazione) è contrario ai diritti del cittadino ed alle normative europee cui tutti i paesi dell'unione devono adeguarsi.Sarebbe l'ennesima figura da cioccolatai, che per quel poco di amor patrio che mi resta eviterei di cuore al nostro paese.PS: Riguardo alla Francia dovranno fare un passo indietro ma almeno loro hanno introdotto questa normativa PRIMA che fosse giudicata inaccettabile dalla commissione Europea.
  • Deluso scrive:
    E io li ho anche votati
    E io ho anche votato per questo governo.Sono stato veramente una testa di c...o
    • CCC scrive:
      Re: E io li ho anche votati
      - Scritto da: Deluso
      E io ho anche votato per questo governo.

      Sono stato veramente una testa di c...oqualcuno, di primario ruolo in questo "governo", direbbe piuttosto che sei stato un c...one
    • ..--.. scrive:
      Re: E io li ho anche votati
      A parte che sei di SX e/o C-SX; è un trucco ben notohttp://www.newsweek.com/id/15166
      • Maurizio scrive:
        Re: E io li ho anche votati
        Si cerchi il nome dell'autore "Jacopo Brigazzi" prima di sventolare in faccia titoli di giornale...
      • Deluso scrive:
        Re: E io li ho anche votati

        A parte che sei di SX e/o C-SX; è un trucco ben
        notoCosa sono lo decido io e non tu, è chiaro?O vorresti farmi credere che chi vota per Berlusconi perde il diritto di essere deluso dal suo modo di governare?Ho votato per lui solo perché era il meno peggio, ma come uomo di DX mi sento molto poco rappresentato.La prossima volta non voterò per nessuno, fanno tutti schifo!
      • Maurizio scrive:
        Re: E io li ho anche votati
        Ihihihi ANCORA! :D
  • giancarlofff scrive:
    L'ombra della Dottrina Sarkozy sull'Ital
    Prima o poi la gente si renderà conto (io gia da parecchio) che si è solo galline da spennare per gente che è già strapiena di miliardi.Non comprate più dischi,dvd,etc.. godetevi il sole e le compagnie invece di guardare la televisione e rimpinguare di soldi sto poveri miliardari..
    • Jack scrive:
      Re: L'ombra della Dottrina Sarkozy sull'Ital
      Io metterei in moto il cervello prima di scrivere cazzate.Tu che lavoro fai? Il calzolaio, il panettiere, il geometra, insomma qualche lavoro lo farai giusto? E se domani nessuno più ti farà riparare le scarpe? nessuno più ti chiederà del pane? nessuno ti darà più in mano lavori da geometra???? Ognuno pensa solo al suo egoisticamente e dalle tue scritture tu devi essere uno di questi!!Ti consiglio (visto che non sei mai davanti al televisore) di uscire e vedere quante migliaia di persone che lavorano in questo settore sono in crisi, gente con famiglia, mutuo e debiti come tutti... non ci sono solo i potenti a cui tu ti riferisci ma persone come te e me che sbarcano il lunario e sempre più in difficoltà. Ti auguro un buon lavoro nella tua vita e spero che mai nessuno te lo porti via!! Con stima!
      • Maurizio scrive:
        Re: L'ombra della Dottrina Sarkozy sull'Ital
        Infatti è l'intero sistema economico che non può reggere: finchè ci saranno interessi economici continueranno ad esserci famiglie disagiate. Ma è proprio questo il nocciolo: anche le grandi aziende (vedesi Microsoft) si troveranno in difficoltà trovandosi a fronteggiare chi produce uno stesso prodotto (per non dire migliore altrimenti qui si flamma a volontà) GRATUITAMENTE. E una logica repressiva in tema di pirateria informatica è la dimostrazione di un sistema che cerca solo di perpetrare se stesso e di mantenere in funzione un ingranaggio da cambiare dal fulcro. Ormai grazie ad un PC uno sviluppatore di software (ma anche un artista) può, dopo un investimento iniziale, continuare ad accrescere la propria ricchezza virtualmente all'infinito e a costo tendente a 0. Non è un produttore (di scarpe, di caramelle o monitor che sia) che deve acquistare attrezzatura e materiale che, a seconda del prezzo di mercato, fa pagare un prodotto ad un certo prezzo. Si parla di costo prodotto che si avvicina a 0 più questo viene distribuito ma viene comunque pagato SALATO. E visto che sei un così abile pensatore, e se sei anche un po'economista, cosa produce il guadagno senza controllo? Oltre il tuo naso c'è la collaborazione (che può essere gratuita a pagamento) ed è un sistema che regge anche nella sua eccezione commerciale (vedesi le distribuzioni a pagamento di Linux). Se tutto costasse quello che costa di famiglie in miseria non ce ne sarebbero.
      • Aspetta scrive:
        Re: L'ombra della Dottrina Sarkozy sull'Ital
        - Scritto da: Jack
        Io metterei in moto il cervello prima di scrivere
        cazzate.
        Tu che lavoro fai? Il calzolaio, il panettiere,
        il geometra, insomma qualche lavoro lo farai
        giusto? E se domani nessuno più ti farà riparare
        le scarpe? nessuno più ti chiederà del pane?
        nessuno ti darà più in mano lavori da
        geometra???? Ognuno pensa solo al suo
        egoisticamente e dalle tue scritture tu devi
        essere uno di
        questi!!
        Ti consiglio (visto che non sei mai davanti al
        televisore) di uscire e vedere quante migliaia di
        persone che lavorano in questo settore sono in
        crisi, gente con famiglia, mutuo e debiti come
        tutti... non ci sono solo i potenti a cui tu ti
        riferisci ma persone come te e me che sbarcano il
        lunario e sempre più in difficoltà. Ti auguro un
        buon lavoro nella tua vita e spero che mai
        nessuno te lo porti via!! Con
        stima!Aspetta, aspetta, tu non sei quel jack del forum di videotecari e che spara tanti movimenti di protesta e boicottaggi contro il p2p? Quel jack? LOL ma anche qui stai, non ti basta quel forum dove puoi trovare l'appoggio di gente molti ignorante in materia e che si permette di giudicare con parole non cosi educate come le tue? ma va va...
        • Maurizio scrive:
          Re: L'ombra della Dottrina Sarkozy sull'Ital
          MA LOOOL! Quel forum che vorrebbe bandire The Pirate Bay solo per il nome?!?E' un forum frequentato da geniacci quello...
          • Aspetta scrive:
            Re: L'ombra della Dottrina Sarkozy sull'Ital
            Si esatto proprio quelli ;) e dire che ogni tanto per farmi 4 risate lo leggo quel forum ma oramai è solo un tram tram di insulti. E pensare che questi qui avendo un negozio videoteca pensano di essere migliori degli altri. LOL ma lasciali parlare XD
          • Joe Tornado scrive:
            Re: L'ombra della Dottrina Sarkozy sull'Ital
            ... pensare che io dò un sacco di soldi alla mia videoteca. Ma a leggere quello che scrivono questi personaggi, ti viene voglia di incastrare la tessera nel distributore. Per fortuna non si generalizza.
  • Vday scrive:
    Ma cosa vi aspettavate
    da uno che come capo di un governo ha uno che definisce Bush IL PIU' GRANDE PRESIDENTE DEGLI U.S.A.????? :s
  • Joliet Jake scrive:
    Risposta di Bondi: "Uh?!?"
    c.d.t. :s
  • Alfonso Maruccia scrive:
    In difesa della pirateria...
    http://online.wsj.com/article/SB122367645363324303.htmlfirmato Lawrence Lessing. Se il paese dei Carnevale, dei Berlusconi e dei Bondi (tutti grandi uomini di stato, non v'è dubbio) vuole usare i paraocchi, che faccia pure. Hanno già perso, o meglio, sono già morti ma non se ne rendono ancora conto...
  • Marius scrive:
    certo che.....
    Certo che:per parlare di illegalità, bisognerebbe averedei buoni esempi morali,e francamente non mi sembra che questo governo....o quello precedente ne possano dare
    • Francesco Minniti scrive:
      Re: certo che.....
      Nessuno degli attuali politici può dare lezioni di legalità all'italia tranne 2 o 3.La pirateria è un problema grave se vista nel contesto mondiale ma punirla al semplice scopo di farci dei soldi (come spesso si fa nei paesi "civilizzati" e' un emerita cazzata).Abbassero i prezzi delle produzioni di almeno un buon 50% e poi si puo' parlare di punire la pirateria. Prima è solo ipocrisia.
      • Reolix scrive:
        Re: certo che.....
        - Scritto da: Francesco Minniti
        Nessuno degli attuali politici può dare lezioni
        di legalità all'italia tranne 2 o
        3.
        La pirateria è un problema grave se vista nel
        contesto mondiale ma punirla al semplice scopo di
        farci dei soldi (come spesso si fa nei paesi
        "civilizzati" e' un emerita
        cazzata).

        Abbassero i prezzi delle produzioni di almeno un
        buon 50% e poi si puo' parlare di punire la
        pirateria. Prima è solo
        ipocrisia.Una cosa è definita grave in base alle conseguenze e per definire grave la pirateria mi si devono far vedere i conti in rosso della Siae, cantanti o major a causa della stessa, altro che tavolo servirebbe a dimostrare l'indimostrabile
        • Maurizio scrive:
          Re: certo che.....
          Gli artisti veri non necessitano della SIAE, è la SIAE che necessita degli artisti veri... Se uno decide di fare un brano musicale e pubblicarlo non è giusto che paghi la SIAE! E lo dico da artista che preferisce comporre e vendere liberamente all'oscuro dalla mafia legalizzata... Cos'è la tassa sul "diritto d'autore"? Nessuno contesta l'appartenenza di un progetto (artistico o software che sia, le cose vanno a braccetto) a chi l'ha concepito, ma tutti possono collaborare imitandolo o modificandolo a piacere al fine di creare qualcosa di migliore. Tutto dipende dalle motivazioni che spingono il soggetto a produrre, se lo fa nella chiave di uno sviluppo globale o solo per il proprio tornaconto. Solo chi teme la concorrenza ha paura di divulgare il proprio sapere. Ma è solo questione di tempo, il sistema concorrenziale lucrativo è già destinato a collassare su se stesso.
  • Brainquake scrive:
    Restituite le tessere Mediaset Premium
    Invito chiunqua abbia tessere Mediaset Premium a infilarne in una busta e a mandarle direttamente al presidente del consiglio.Se è sordo anon sarà anche cieco...
    • Francesco Minniti scrive:
      Re: Restituite le tessere Mediaset Premium
      Nessuno lo farà mai ...
    • Reolix scrive:
      Re: Restituite le tessere Mediaset Premium
      - Scritto da: Brainquake
      Invito chiunqua abbia tessere Mediaset Premium a
      infilarne in una busta e a mandarle direttamente
      al presidente del
      consiglio.
      Se è sordo anon sarà anche cieco...Già fatto 8)
      • SatHack scrive:
        Re: Restituite le tessere Mediaset Premium
        io neanche la prendo!Potete anche contribuire ai vari hack delle varie tessere di abbonamento, così imparano a tenere i prezzi esagerati per servizi che vi ricordo si 'muovono' su onde elettromagnetiche che passano per la NOSTRA aria inquinandola e danneggiano i NOSTRI corpi. Hack the Cospiracy, fight for your freedom!
  • Jack scrive:
    La cultura è il più prezioso tra i beni
    Ma rubare non lo è, nessuno dice che la cultura si fermarà, solo che sarà a pagamento e non gratis come tutti la pretendono. Questa lettera è a dir poco ridicola perchè non cita l'illegalità che viene tutti i giorni commessa da milioni di utenti, i signori della lettera hanno la loro poltrona e sicuramente la tengono stretta. A loro il pane di bocca non lo porta via nessuno però pretendono di portarlo via a migliaia di operatori del settore che grazie al gratis sono fortemente in crisi con famiglie da sfamare e tutte le conseguenze del caso, ma naturalmente a loro non importa nulla perchè il pane ai loro figli loro lo portano eccome.... gli ideatori di questa lettera si devono solo vergognare, che si faccino loro una cultura su tutta la povera gente che ha perso il lavoro e che lo perderà grazie alla pirateria digitale. Volete la cultura? oK, MA PAGATE I DIRITTI A CHI VI HA MESSO A DISPOSIZIONE QUELL'OPERA! Cari signori non avete ancora capito che la cultura da portare avanti è la legalità e non l'illegalita!!
    • lufo88 scrive:
      Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
      sono d'accordo che la pirateria sia illegale, ma è giusto, secondo te, togliere la linea internet a delle persone? Internet è un mondo virtuale che permette di accedere a delle informazioni, informazioni che i media tradizionali neanche trattano. Togliere internet è un provvedimento fascista e liberticida.Non lo dico io, ma il parlamento europeo che ha gettato la dottrina sarkozy alle ortiche.Il punto qui è anche un altro. Quando crei una legge che riguarda molte categorie di persone, le devi convocare tutte non solo una parte. Altrimenti è come se i soli datori di lavoro decidessero sullo stipendio dei lavoratori.
      • Francesco Minniti scrive:
        Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
        In effetti concordo che non sarebbe giusto. Ma al di la di tutto come risolviamo il problema del flooding della banda quando tutti scaricano Dragon Ball e Friends ?Io la sera viaggio a 15Kbyte di banda e dovrei viaggiare a quasi 300 :(
        • Maurizio scrive:
          Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
          Se è stato "rubato" qualcosa a qualcuno, ammesso che rubare sia sbagliato, è stato rubato solo a qualcuno che ha cercato di lucrare su un diritto di ognuno quale l'accesso alla cultura, all'informazione e all'arte.E non ho nessuna remora di continuare a rubare a chi cerca di lucrare anche su ciò che nel 2008 potrebbe benissimo essere gratuito visti i mezzi di comunicazione moderni. La tecnologia è cambiata, ha cambiato il mondo, applicare vecchi schemi economici è inapplicabile e controproducente. Viva la collaborazione.
          • Jack scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            - Scritto da: Maurizio
            Se è stato "rubato" qualcosa a qualcuno, ammesso
            che rubare sia sbagliato, è stato rubato solo a
            qualcuno che ha cercato di lucrare su un diritto
            di ognuno quale l'accesso alla cultura,
            all'informazione e
            all'arte.
            E non ho nessuna remora di continuare a rubare a
            chi cerca di lucrare anche su ciò che nel 2008
            potrebbe benissimo essere gratuito visti i mezzi
            di comunicazione moderni. La tecnologia è
            cambiata, ha cambiato il mondo, applicare vecchi
            schemi economici è inapplicabile e
            controproducente. Viva la
            collaborazione.Credo proprio che il rubare materiale protetto da diritti vadi più a colpire piccole realtà che vivono di questo e non dico major ma bensì gente onesta che lavora e paga le tasse avendo piccoli negozi. Migliaia di persone sono a rischio e se invocare la libertà alla cultura significa averla gratis partiamo già con il piede sbagliato, nessuno nega la libertà culturale ma questa frase viene spesso usata come una frase fatta da chi pretende che sia tutto gratis. Così non può essere visto che molte persone lavorano dietro. La tecnologia avanza ma questo non vuol dire avere a umma umma le opere dell'ingegno in un paese dove paghi anche l'aria che respiri.
          • Maurizio scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            Una premessa: imitare è una componente basilare dell'essere umano. Se non avesse la spinta imitativa l'essere umano non imparerebbe il linguaggio nel periodo infantile, non avrebbe imparato a trarre beneficio dalle esperienze altrui.Altro input: il progresso è indispensabile e necessita di crescere di continuo. Solo il progresso (in qualsiasi campo) consentirà all'essere umano di continuare ad esistere, basti pensare alla necessità di sovvertire il processo di surriscaldamento del pianeta.Altro input: (metaforico) se mille gruppi da 4 ricercano in modo indipendente l'acqua fredda, tra quanto sarà scoperta l'acqua calda? E se un gruppo da 4000 ricercatori organizzati e volenterosi (per non dire addirittura volontari) ricercano l'acqua fredda non è forse prevedibile che l'acqua calda venga scoperta prima? E se comunque fosse possibile a 4 ricercatori indipendenti creare qualcosa che può tornare utile ai 4000 ricercatori volontari e organizzati?Altro input: Se una persona ha un'idea che si rivela vincente che timore c'è che non venga riconosciuto? Anche se 100 sviluppatori adotteranno lo stesso sistema per personalizzarlo o migliorarlo non vuol forse dire che è servito a qualcosa? E chi dice che l'applicazione di un'idea vincente non possa comunque essere acquistata?OUTPUT: Non ci si può lamentare del fatto che si paghi anche l'aria se addirittura le idee pretendono di avere un prezzo.
          • Jack scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            - Scritto da: Maurizio
            Se è stato "rubato" qualcosa a qualcuno, ammesso
            che rubare sia sbagliato, è stato rubato solo a
            qualcuno che ha cercato di lucrare su un diritto
            di ognuno quale l'accesso alla cultura,
            all'informazione e
            all'arte.
            E non ho nessuna remora di continuare a rubare a
            chi cerca di lucrare anche su ciò che nel 2008
            potrebbe benissimo essere gratuito visti i mezzi
            di comunicazione moderni. La tecnologia è
            cambiata, ha cambiato il mondo, applicare vecchi
            schemi economici è inapplicabile e
            controproducente. Viva la
            collaborazione.Perchè non dai gratis i tuoi beni visto che sei tanto per il gratis, sammai che un giorno ti faranno santo!!
          • Maurizio scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            L'ho sempre fatto e continuerò a farlo per continuare a distruggere con le tue stesse armi gli ingranaggi per cui viviAHahahah
            :D
        • lufo88 scrive:
          Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
          Non certo violando delle norme costituzionali che si risolve il tutto. Purtroppo ognuno dovrebbe avere una banda minima garantita invece la situazione è quella che è. La colpa è dei provider che promettono mari e monti e ti ritrovi con una pozzanghera e un sasso.I pirati qui non c'entrano nulla, sfruttano solo quello che gli offrono.
      • Jack scrive:
        Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
        - Scritto da: lufo88
        sono d'accordo che la pirateria sia illegale, ma
        è giusto, secondo te, togliere la linea internet
        a delle persone? Internet è un mondo virtuale che
        permette di accedere a delle informazioni,
        informazioni che i media tradizionali neanche
        trattano. Togliere internet è un provvedimento
        fascista e
        liberticida.

        Non lo dico io, ma il parlamento europeo che ha
        gettato la dottrina sarkozy alle
        ortiche.

        Il punto qui è anche un altro. Quando crei una
        legge che riguarda molte categorie di persone, le
        devi convocare tutte non solo una parte.
        Altrimenti è come se i soli datori di lavoro
        decidessero sullo stipendio dei
        lavoratori.Naturalmente chi non ha niente da temere perchè vuole starne fuori dallo scarico illegale avrà sempre l'ADSL connessa e non staccata. Sul fatto che non debbano staccare la spina sono daccordo, io sono più per sanzioni pesanti a raffica vedrai che si risana anche il debito pubblico!!
    • Vday scrive:
      Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
      - Scritto da: Jack
      Ma rubare non lo è, nessuno dice che la cultura
      si fermarà, solo che sarà a pagamento e non
      gratis come tutti la pretendono. Questa lettera è
      a dir poco ridicola perchè non cita l'illegalità
      che viene tutti i giorni commessa da milioni di
      utenti, i signori della lettera hanno la loro
      poltrona e sicuramente la tengono stretta. A loro
      il pane di bocca non lo porta via nessuno però
      pretendono di portarlo via a migliaia di
      operatori del settore che grazie al gratis sono
      fortemente in crisi con famiglie da sfamare e
      tutte le conseguenze del caso, ma naturalmente a
      loro non importa nulla perchè il pane ai loro
      figli loro lo portano eccome.... gli ideatori di
      questa lettera si devono solo vergognare, che si
      faccino loro una cultura su tutta la povera gente
      che ha perso il lavoro e che lo perderà grazie
      alla pirateria digitale. Volete la cultura? oK,
      MA PAGATE I DIRITTI A CHI VI HA MESSO A
      DISPOSIZIONE QUELL'OPERA! Cari signori non avete
      ancora capito che la cultura da portare avanti è
      la legalità e non
      l'illegalita!!FACCINO????? Fattela te intanto LA CULTURA!!!!(rotfl)
      • Jack scrive:
        Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
        - Scritto da: Vday
        - Scritto da: Jack

        Ma rubare non lo è, nessuno dice che la cultura

        si fermarà, solo che sarà a pagamento e non

        gratis come tutti la pretendono. Questa lettera
        è

        a dir poco ridicola perchè non cita l'illegalità

        che viene tutti i giorni commessa da milioni di

        utenti, i signori della lettera hanno la loro

        poltrona e sicuramente la tengono stretta. A
        loro

        il pane di bocca non lo porta via nessuno però

        pretendono di portarlo via a migliaia di

        operatori del settore che grazie al gratis sono

        fortemente in crisi con famiglie da sfamare e

        tutte le conseguenze del caso, ma naturalmente a

        loro non importa nulla perchè il pane ai loro

        figli loro lo portano eccome.... gli ideatori di

        questa lettera si devono solo vergognare, che si

        faccino loro una cultura su tutta la povera
        gente

        che ha perso il lavoro e che lo perderà grazie

        alla pirateria digitale. Volete la cultura? oK,

        MA PAGATE I DIRITTI A CHI VI HA MESSO A

        DISPOSIZIONE QUELL'OPERA! Cari signori non avete

        ancora capito che la cultura da portare avanti è

        la legalità e non

        l'illegalita!!

        FACCINO????? Fattela te intanto LA CULTURA!!!!
        (rotfl)Se il tuo commentare significa il nulla hai sbagliato posto. Io sono per il confronto ma non per chi non sa argomentare trovando sempre e solo battute che non hanno nessun senso. Come la tua!! La tua cultura qual'è? quella di non saperti esprimere e dire la tua?? allora ne hai bisogno tanta di cultura.
    • Joe Tornado scrive:
      Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
      Il giorno in cui si dimostrerà che chi ha "rubato" (per usare parole tanto care a te ma che purtroppo trovano altro significato nel codice penale) avrebbe acquistato/noleggiato/preso in prestito in biblioteca/etc etc il libro/film/brano/videogioco/quant'altro, se non avesse avuto modo di trovarlo su circuiti P2P, ti darò ragione. Fino ad allora, c'è un sacco di gente che scarica e condivide solo perchè ha la possibilità di farlo.Ciao
      • Jack scrive:
        Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
        - Scritto da: Joe Tornado
        Il giorno in cui si dimostrerà che chi ha
        "rubato" (per usare parole tanto care a te ma che
        purtroppo trovano altro significato nel codice
        penale) avrebbe acquistato/noleggiato/preso in
        prestito in biblioteca/etc etc il
        libro/film/brano/videogioco/quant'altro, se non
        avesse avuto modo di trovarlo su circuiti P2P, ti
        darò ragione. Fino ad allora, c'è un sacco di
        gente che scarica e condivide solo perchè ha la
        possibilità di
        farlo.

        CiaoInfatti, rubare da internet l'ultimo film ancora in sala o addirittura prossimo alla sala è un prestito! Ho già riso abbastanza oggi grazie!!
        • Joe Tornado scrive:
          Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
          Ridi su sto ..... ! Veramente pensavo a libri che si possono prendere in prestito in biblioteca.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            Ah, per inciso ... considerando la qualità media delle copie dei film da sala cinematografica, fesso chi le scarica.
    • Guido Scorza scrive:
      Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
      Nel merito non entro, ho già espresso il mio convincimento che non è certo quello di non tutelare la proprietà intellettuale...Ne faccio però una questione di stile, metodo e correttezza: non si può insultare chi ha ideato e firmato quella lettera senza neppure avere il coraggio di firmare...Un caro saluto.
      • Jack scrive:
        Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
        - Scritto da: Guido Scorza
        Nel merito non entro, ho già espresso il mio
        convincimento che non è certo quello di non
        tutelare la proprietà
        intellettuale...
        Ne faccio però una questione di stile, metodo e
        correttezza: non si può insultare chi ha ideato e
        firmato quella lettera senza neppure avere il
        coraggio di
        firmare...
        Un caro saluto.Infatti tu devi essere il classico personaggio che quando critica (anche in modo pesante) politici o altri fi firma sempre. Ribadisco che la lettera è vergognosa e non tiene conto del lavoro altrui ma bensì solo del lavoro degli ideatori della stessa che (stai tranquillo) tengono molto alla loro poltrona. Non c'è bisogno di nessuna firma, siamo in un paese dove la libera critica è all'ordine del giorno. Se la mia scrittura può apparire un offesa a questi signori ben venga, spero solo che possa illuminarli e finirla di difendere un popolo che pretende i prodotti di altri completamente gratis, che possano un giorno condividere anche i loro stipendi e a quel punto avranno fatto la cosa più giusta.
        • Maurizio scrive:
          Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
          :) Mi fa ridere sto Jack... dai sparane ancora!
          • Jack scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            - Scritto da: Maurizio
            :) Mi fa ridere sto Jack... dai sparane ancora!Ridi ridi pure che fra qualche mese smetterai di ridere.
          • Maurizio scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            AhahahSincronizzati!
            :D
        • Might scrive:
          Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
          - Scritto da: Jack

          finirla di difendere un popolo che pretende i
          prodotti di altri completamente gratisSe i prodotti fossero i TUOI potrei capire il motivo di queste tue filippiche, e avresti senz'altro ragione.Ma ti devi rendere conto che tu lavori nella distribuzione delle opere, e non nella loro creazione. Ed è questo che sta diventando anacronistico, ogni giorno di più... mi spiace sinceramente per il tuo lavoro, ma i tempi cambiano. Che dire allora di maniscalchi e spazzacamini? Mio nonno ad esempio era un costruttore di carri (quelli a cui si attaccavano i buoi); quando a partire dagli anni '50 hanno smesso di ordinarglieli, credi abbia fatto tanto cancan?No, ha sfruttato la sua capacità di lavorare il legno per fare il falegname... purtroppo è necessario adattarsi ai cambiamenti tecnologici.
          • Jack scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            - Scritto da: Might
            - Scritto da: Jack



            finirla di difendere un popolo che pretende i

            prodotti di altri completamente gratis

            Se i prodotti fossero i TUOI potrei capire il
            motivo di queste tue filippiche, e avresti
            senz'altro
            ragione.
            Ma ti devi rendere conto che tu lavori nella
            distribuzione delle opere, e non nella loro
            creazione. Ed è questo che sta diventando
            anacronistico, ogni giorno di più... mi spiace
            sinceramente per il tuo lavoro, ma i tempi
            cambiano. Che dire allora di maniscalchi e
            spazzacamini? Mio nonno ad esempio era un
            costruttore di carri (quelli a cui si attaccavano
            i buoi); quando a partire dagli anni '50 hanno
            smesso di ordinarglieli, credi abbia fatto tanto
            cancan?
            No, ha sfruttato la sua capacità di lavorare il
            legno per fare il falegname... purtroppo è
            necessario adattarsi ai cambiamenti
            tecnologici.Il cambiamento tecnologico (visto che ci giriamo intorno) non è certo quello di pretendere che sia gratis un prodotto dell'ingegno, cambiamento tecnologico è sfruttamento delle opere anche su internet e tante altre cose ma deve essere a pagamento, se invece tu intendi cambiamento tecnologico avere gratis queste cose è altro discorso che non ti fa onore, ma non credo che tu intenda questo. Tuo nonno ha cambiato mestiere anche per come dici tu ma di certo fino all'ultimo giorno del suo vecchio lavoro che si è estinto si faceva pagare e non credo che lavorava gratis. Che il cambiamento tecnologoco ci sia pure e io lo accetterò, ma non mi dire che scaricare l'ultimo film in sala è cambiamento tecnologico perchè tu sai che non è così, e solo rubare opere destinate alla filiera per sfamare tanta gente.
          • Might scrive:
            Re: La cultura è il più prezioso tra i beni
            Io sto solo dicendo che la distribuzione di opere di intrattenimento non ha più lo stesso bisogno di supporti fisici e di intermediari che aveva prima dell'era del web (e ne avrà sempre meno bisogno in futuro).Trovo perfettamente giustificato, ovviamente, dare ad un artista il giusto compenso per una sua opera di ingegno, e bada bene che per "giusto" intendo il prezzo che decide lui, non che decido io. Se lo trovo troppo salato, posso decidere semplicemente di non acquistare, ma non la rubo di certo.E' tutto ciò che si trova in mezzo tra l'artista e il fruitore che non ha più senso di esistere, per me (quella che tu stesso hai definito filiera, termine quantomeno infelice di questi tempi, nei quali è sempre più palese il fatto che le filiere lunghe sono un grosso danno per i consumatori).
  • ZioTano. scrive:
    Sempre in italia siamo...
    ....Il parlamento Europeo si pronuncia a sfavore della dottrina Sarkozy? Bene...noi la mettiamo! ahahaha ;)Tanto... già paghiamo per tenerci Emilio Fede...;)
  • Thomas scrive:
    Dottrina
    Vorrei sapere da dove viene o chi ha inventato il termine "dottrina" affibbiato in Italia alla proposta del politico francese. Ovunque bovinamente si ripete e si bela "dottrina Sarkozy" ma la gente non ha la minima idea del perchè si usi questo termine che è stato abbracciato con amore dai giornalisti e con il quale si prende a sprangate il discernimento collettivo. Un po' come con il "lodo Maccanico", quasi nessuno in Italia conosceva il significato di questa parola squisitamente forense.Gli altri Stati hanno chiamato la proposta Sarkozy come "piano", giustamente e logicamente, da noi qualche giullare si è inventata la "dottrina" e come tale è stata accettata. Mah...
    • Thomas scrive:
      Re: Dottrina
      :) ovinamente, ovviamente, non bovinamente!
    • aljerico scrive:
      Re: Dottrina
      Non lo so ma "dottrina" mi pare molto un termine da regime fascista. Lodo invece dovrebbe essere un provvedimento condiviso da una larga maggioranza (quindi la legge alfano, nonostante la chiamino lodo, non lo è affatto).
    • Valia scrive:
      Re: Dottrina
      A me dottrina pare perfetta definizione per le censure naxiste!
  • bubba scrive:
    le parole sono importanti
    Quotando BSD_Like che diceva (..)"La commissione è stata istituita per discutere di come fronteggiare (INUTILMENTE) la pirateria illegale(..)" Leggendo vien da pensare.. beh allora fanno bene... si parla di "Una commisione per fronteggiare una cosa ILLEGALE"... E' che ormai (a forza di reiterazione dei media) anche noi ci si esprime cosi.. Bisognerebbe prima SFASCIARE l'equivalenza COPIA = PIRATERIA = ILLEGALE nelle teste dei vecchi caproni (e nei media ,tv specialmente).Copiare dati digitali in generale e' un bene (o cmq non e' "piratare"). In tutte le possibili accezzioni di copia/riuso del copiato ci sara' anche una parte illegale DA DEFINIRE (x es la rivendita, la contraffazione).. MA che a prescindere si butti tutto nello stesso calderone, ormai ha rotto le palle anche ai sassi.Anche scaccolarsi il naso in pubblico, se i vecchiardi in parlamento lo decidono, potrebbe rivelarsi illegale, ma non per questo ha senso/e' opportuno/danneggia qualcuno/e' GIUSTO.E, come sanno anche i sassi (tra noi almeno) questo porta a dover ridefinire in toto i metri con cui si misura copyright,proprieta' intelletuale,riuso ecc. Altro che definire delle pene piu' o meno dure. A quella minchia di commisione dovrebbero andare SOLO utenti ,associazioni dei consumatori e artisti. E un paio di politici per fare presenza...gh. vabbe sfogo notturno.
    • Giggi Giggi scrive:
      Re: le parole sono importanti
      ma che 'azz stai a di' ? ma copiati sta cippa, va !
    • jobb scrive:
      Re: le parole sono importanti
      beh scaccolarsi no ma hai senti la notizia che la commissione europea prende provvedimenti per chi sente troppe ore la musica in cuffia perche rischia di diventare sordo? tra poco multeranno anche chi fa le puzzette in pubblico come abuso di fonte rinnovabile...ormai proibiscono tutti...ancora non hanno capito che piu' proibiscono e piu' troveranno nuove armi per fregarli...il problema e' che rosicano perche non guadagnano piu' come prima...abbassare i prezzi no eh....
  • deluxe scrive:
    ridicoli !!
    certo, l'europa sbeffeggia la dottrina Sarkzozzy e qui istituiscono una commissione per "combattere" la "pirateria multimediale e digitale" ispirandosi al "genio" francesce... e dopo il pastrocchio Urbani non ci si potrà aspettare nulla di buono da questo governo...... come al solito siam gli zimbelli d'europa..!!!
    • Sgabbio scrive:
      Re: ridicoli !!
      La notizia, mi sa che PI l'ha data un pò in ritardo, perchè tale discussione l'avevano fatta settimane prima della mega trombata di sarko.
    • hey scrive:
      Re: ridicoli !!
      vero, però il governo precedente all'attuale non ha fatto nulla per modificare la legge Urbani, ridiscutere le tasse sull'equo compenso o la "censura" sui siti di scommesse esteri... ma hanno addirittura rinnovato il decreto Pisanu sulla data retention. Quindi io non mi aspetto niente di buono da entrambe le parti...
      • Senbee scrive:
        Re: ridicoli !!
        Nemmeno io.Però, se proprio vogliamo puntualizzare, se il governo Berlusconi ha fatto il disastro, quello Prodi ha almeno PROVATO a ripararlo, senza però riuscirci (e con un solo voto di scarto al Senato si capisce anche perché).
      • Quali Parti scrive:
        Re: ridicoli !!
        Da quando esiste la P2 non esistono partiil governo è uno solo, tutto il resto è unafacciata di comodo.
    • BSD_like scrive:
      Re: ridicoli !!
      1) La commissione è stata istituita per discutere di come fronteggiare (INUTILMENTE) la pirateria illegale. NON PER PRESENTARE AL PARLAMENTO O PER DISCUTERE DELLA DOTTRINA Sarky. Sicuramente ci sarà chi, nella commssione, vorrà presentarla (o meglio voleva!!!), ma sono (anzi erano) suoi propositi che nulla centrano ufficialmente con la commissione.2) L'Urbani è stata fatta per far arrivare al cinema un extra-finanziamento di circa 200 Milioni; non tanto per combattere la pirateria. Prova ne è che l'emendamento che porta la punibilità dei pirati on-line è stato proposto da un'esponente della Margherita non da Urbani che aveva il solo interesse prioritario di far arrivare al cinema i soldi di cui sopra (ogni riferimento alla sua amante produttrice cinematografica è puramente NON casuale).*** Aggiungo che l'anno successivo in cui la finanziaria ridusse i finanziamenti al cinema italota, il primo a lamentarsi fù Benigni ***3) La commissione è stata istituita prima della presa di posizione comunitaria sulla dottrina sarchy, che poi era entrata in modo "subdolo" (dentro un pacchetto normativo che non centrava un *azzo; questo modo di agire, non è il primo caso e sarebbe ora che terminasse in UE).4) OT: Sarchy è "ostaggio" di madama Bruni e sorella a quanto pare!! Data l'attività delle 2 in ambito media, ci sono gli estremi per vedere un palese conflitto di interessi.5) OT: Visto il comportamento tenuto da madama Bruni e sorella nel difendere un'assassina (che merita di terminare i propri giorni in carcere) è tempo di dichiarare le 2 come cittadine-non-italiane (ritirandogli la cittadinanza italiana) e ospiti indesiderate!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2008 02.19-----------------------------------------------------------
    • advange scrive:
      Re: ridicoli !!
      - Scritto da: deluxe
      certo, l'europa sbeffeggia la dottrina Sarkzozzy
      e qui istituiscono una commissione per
      "combattere" la "pirateria multimediale e
      digitale" ispirandosi al "genio" francesce... e
      dopo il pastrocchio Urbani non ci si potrà
      aspettare nulla di buono da questo governo......


      come al solito siam gli zimbelli d'europa..!!!Aggiungi che, mentre tutti negli USA (repubblicani compresi) fanno a gara per prendere le distanze da G.W. Bush ieri il nostro presidente del consiglio lo elogiava e otterrai il quadro della disperazione.
      • rolly scrive:
        Re: ridicoli !!
        anche il nostro presidente a livello mondiale non è considerato molto bene.... Per cosa pensate che non sis sia fatto vedere alle olimpiadi insieme agli altri??!!
      • ..--.. scrive:
        Re: ridicoli !!
        http://www.newsweek.com/id/151669
        • Maurizio scrive:
          Re: ridicoli !!
          Si cerchi il nome dell'autore "Jacopo Brigazzi" prima di sventolare in faccia titoli di giornale...
          • ..--.. scrive:
            Re: ridicoli !!
            Il centrosinistra campano riconosce tuttavia i traguardi tagliati da Berlusconi. Bassolino dice: «Siamo sulla strada giusta». Ed Enzo Cuomo, del Pd, coordinatore dei sindaci della provincia: «Il governo sta attuando quelle misure che la rissosità e la mancanza di coraggio del nostro schieramento avevano impedito di eseguire»Puoi sbraitare quanto vuoi: i fatti sono tali!!L'autore: NEHEMIAhttp://www.la7.it/blog/post_dettaglio.asp?idblog=LItalia_vista_dagli_italiani_30&id=2590In aggiuntaNon voglio aprire nessun post sull'immondizia napoletana. Anche perchè NewsWeek non ha parlato solo di quello!!Evidenzio che l'autore riporta e maneggia frasi volutamente false:"Io vorrei capire dove Neh ha letto una dichiarazione di Berluska che dicesse "tutto risolto senza aggiungere in parte"??La dichiarazione ANSA da me sopra riportata, per esempio, "... (Berlusconi)ribadisce ancora una volta che si potrà parlare di soluzione definitiva soltanto quando....etc, etc..." identica a quelle sentite nei vari TG, riportano un atteggiamento indubbiamente responsabile e serio."Quando vuoi colpire qualcuno sui fatti data l'inattaccabilità degli stessi, asserisci che chi fà quei fatti ha detto/promesso di più!! E cosi gli togli la credibilità. però è una lama a doppio taglio: si lascia stare, MA assegnare ad una persona frasi non dette è reato di calunnia; e dato che attualmente al gov. c'è chi è preso a bersaglio con questo metodo (vedere la differenza tra frasi effettive riportate da ANSA e frasi irreali riportate dai vari SX-strorsi) gli ci vuole poco a portare questo reato da civile anche a penale.da La stampa 18.7.08 :Il premier: da Napoli una campagna per città più ordinate e più puliteNAPOLI«In 58 giorni siamo riusciti nella missione impossibile. È stato smentito chi pensava che il Governo non ce lavrebbe fatta. Lemergenza è superata: abbiamo smaltito 50mila tonnellate di rifiuti. Napoli e la Campania tornano ad essere città occidentali, ordinate e pulite». Lo afferma il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nella conferenza stampa a Napoli.«Finita la fase drammatica dellemergenza, inizia quella della raccolta e dei termovalorizzatori che dovranno essere costruiti». Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi nel corso della conferenza stampa al termine del Cdm di Napoli. Il presidente del Consiglio ha poi aggiunto: «Si dovrà andare ad una raccolta industriale normale che farà sì che non si ripetano le situazioni del passato»
          • Maurizio scrive:
            Re: ridicoli !!
            E continua!
            :D
          • ..--.. scrive:
            Re: ridicoli !!
            È LO STESSO: MI PIACE scrivere in più parti.
          • Maurizio scrive:
            Re: ridicoli !!
            LOL
            :D
  • francososo scrive:
    con Sandro Bondi ai beni culturali.....
    con Sandro Bondi ai beni culturali.... mi pare il minimo ! :s
    • aljerico scrive:
      Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
      Bondi fa pena poretto.. sempre con quelle sue frasi da baci perugina. Era un comunista (il suo capo sbraita tanto contro costoro e poi li ha accanto a sé) ed è fallito come comunista, ora ci riprova con l'altra parte ed è un fallito uguale.
    • Ricky scrive:
      Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
      Bondi e' solo uno dei problemi...ne ha messi altri che lo seguono scodinzolando.Li non si entra per merito (a meno che il "merito" non sia una cosa che normalmente si considera un DEMERITO)ma per conoscenze/lingue felpate.Siamo in mano ad un branco di esseri che non sanno cosa siano le realta' che sono chiamati a gestire,sanno solo come muovere soldi e potere per fini che non paiono propio essere a nostro vantaggio.Quindi ci possaimo aspettare solo guai, come da un po di tempo accade.Mentre un UE la "vaccata" sarkozy o come caz si scrive viene presa a schiaffoni, in Italia viene presa ad esempio (guarda caso) o come trampolino di lancio per una ulteriore vaccata ma tutta italiana.Ma sarei contento di essere smentito...anche se non e' la priorita' in Italia il discorso pirateria.Ovvio e' che i discorsi SERI e PRIORITARI il governo li evita come la peste...anche perche' esso stesso e' interessato dalle eventuali modifiche.E anche questo non e' assolutamente accettabile.
      • Reolix scrive:
        Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
        - Scritto da: Ricky
        Bondi e' solo uno dei problemi...ne ha messi
        altri che lo seguono
        scodinzolando.
        Li non si entra per merito (a meno che il
        "merito" non sia una cosa che normalmente si
        considera un DEMERITO)ma per conoscenze/lingue
        felpate.
        Siamo in mano ad un branco di esseri che non
        sanno cosa siano le realta' che sono chiamati a
        gestire,sanno solo come muovere soldi e potere
        per fini che non paiono propio essere a nostro
        vantaggio.
        Quindi ci possaimo aspettare solo guai, come da
        un po di tempo
        accade.
        Mentre un UE la "vaccata" sarkozy o come caz si
        scrive viene presa a schiaffoni, in Italia viene
        presa ad esempio (guarda caso) o come trampolino
        di lancio per una ulteriore vaccata ma tutta
        italiana.
        Ma sarei contento di essere smentito...anche se
        non e' la priorita' in Italia il discorso
        pirateria.
        Ovvio e' che i discorsi SERI e PRIORITARI il
        governo li evita come la peste...anche perche'
        esso stesso e' interessato dalle eventuali
        modifiche.
        E anche questo non e' assolutamente accettabile.Quoto
      • Might scrive:
        Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
        Ma tu credi davvero di avere o aver mai avuto dei diritti?E che le persone e le vite umane contino più dei soldi e del potere?Mai come negli ultimi anni ho sentito tanti discorsi di poveri illusi... una volta la gente era più realista! (e ho gli anni sufficienti per averlo visto)Purtroppo devi sapere che, da che mondo è mondo, è sempre esistita una ristretta minoranza di privilegiati veramente liberi che tengono in mano tutte le leve, e una grande maggioranza soggiogata il cui solo scopo è servire i suddetti privilegiati.La nostra unica fortuna è che, dall'avvento dell'era industriale, ai gruppi di potere fa comodo che anche la maggioranza abbia un certo agio perché da semplici servitori ci siamo trasformati in MERCATO.E ringrazia il cielo che sia così... Non ti sta bene la tua situazione? Cerca di entrare anche tu nella cosiddetta "casta"... ma non è facile, ci vogliono gli attributi, primo fra tutti il totale dispregio per la vita altrui.Dopodiché potrai fare ciò che vuoi, compreso lo scaricare illegalmente dalla rete.Altrimenti, arrangiati... e non ti lamentare.
        • Ricky scrive:
          Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
          Spiacente ma non mi dici nulla che gia' non so'.Mi lamento di come siamo, di come ci facciamo trattare e non di come sono quelli della casta.Siamo NOi a dare a loro il potere, da soli valgono meno di niente.E' anche chiaro che non mi illudo che le cose cambino nel breve ma a differenza degli anni passati , in cui sia le religioni che gli stati premevano per lasciare la gente nella piu' totale ignoranza e quindi privi diconsapevolezza,adesso abbiamo piu' sapere, piu' informazione anche se al momento piuttosto CONTROLLATA.Si spera che la gente riesca ad evolvere e a mettere al centro le cose realmente importanti e non le scemenze che ci vengono sparate quotidianamente dalle televisionie dai giornali asserviti.Internet un tempo non esisteva...ed e' un mezzo potente per il fluire delle informazioni.Ma sono solo discorsi inutili, vedremo col tempo come andra' a finire questa telenovela.
      • ..--.. scrive:
        Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
        http://punto-informatico.it/FormPost.aspx?i=2438179&m=2438531&is=0
      • 01234 scrive:
        Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
        stra-quo-to
    • ..--.. scrive:
      Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
      http://www.newsweek.com/id/151669
      • Maurizio scrive:
        Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
        Si cerchi il nome dell'autore "Jacopo Brigazzi" prima di sventolare in faccia titoli di giornale...
        • ..--.. scrive:
          Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
          "NewsWeek" dice che è un loro collaboratore/articolista.Repubblica invece usa il termine "REO di aver promosso i primi 100 giorni del gov. Berlusconi .......". Già per loro è un reato!E cmq, la parte dei fatti sono innegabili sia che li pubblichi NewsWeek (giornale anti-Berlusca) sia che li pubblichi (in video) la CNN (che si mantiene equidistante), sia che CNN, BBC, etc. ne diano come importanza di notizia maggiore delle testate italiane (toh ... anche di Emilio Fede, che nonostante si sperperi nei servizi di elogi per il gov. del cavaliere, le notizie dei rifiuti campani, della liberalizzazione dello straordinario, etc. le ha date come notizie di 4° ordine di importanza).
          • Maurizio scrive:
            Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
            Se vabbè... i giornalisti di parte sono sempre esistiti.Non serve una laurea per capire che è un altro "lingua-marrone"... Congratulazioni, fanne pure una questione politica ma sei fuori thread.
          • ..--.. scrive:
            Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
            Chi ha scritto la risposta poco sopra ne ha fatto una questione politica, dando ragione a voci sparse sull'istituzione della commissione in oggetto; dimenticando che l'unica vera voce che ha titolo è quella ufficiale per cui è stata creata la commissione (che non è per avvallare la dottrina sarchy come lascia intendere la redazione giornalistica pro-SX --leggiti sotto l'Alfonso Mariuccia in linea con i suoi COMPAGNI, prima tra tutte la Gaia Bottà--).Poi l'autore che tu citi, ha elogiato Berlusca & C. sul lato della concretezza, dei fatti.Se leggi meglio scopri che l'ha anche criticato sempre sugli stessi temi su cui NewsWeek e lui (come giornalista per l'Italia) lo criticano da sempre. Certo questo passa in secondo piano quando il tema dell'art. è la parte concreta dell'azione di gov.Nei paesi anglosassoni sanno distinguere le 2 cose, e non accade che rinunciano a dei principi, su come deve essere e comportarsi un politico/amministratore, in funzione dei meriti concreti, cmq essi siano, dello stesso.Ovviamente per Repubblica l'autore è un REO: fatti un giro su google e vedi proprio che Repubblica usa questo termine.Meglio ha fatto "ballarò" di RAI3: dai video delle persone intervistate, fà apparire che il Berlusca che risolve i problemi dà il contentino alla popolazione che ovviamente (a detta loro, cioè di come fanno trasparire) non guardano più in là del loro presente (o se preferisci becco).
          • Maurizio scrive:
            Re: con Sandro Bondi ai beni culturali.....
            AHhahahA
            :D
Chiudi i commenti