Windows Defender, ultima beta

Con il rilascio della nuova Beta 2 l'antispyware gratuito di Microsoft esce dalla pubertà e cambia definitivamente il proprio nome in Windows Defender. Ecco le novità della nuova release
Con il rilascio della nuova Beta 2 l'antispyware gratuito di Microsoft esce dalla pubertà e cambia definitivamente il proprio nome in Windows Defender. Ecco le novità della nuova release

Redmond (USA) – In beta testing da oltre un anno , il tool antispyware gratuito di Microsoft è finalmente entrato nell’ultima fase del suo sviluppo. Con il rilascio della nuova Beta 2 il programma ha mutato definitivamente il proprio nome da Windows AntiSpyware a Windows Defender , riflettendo così i profondi cambiamenti apportati da Microsoft all’originario software acquisito da Giant .

Microsoft ha spiegato che la nuova beta di Windows Defender introduce quattro novità sostanziali:

un’interfaccia utente ridisegnata , che promette di semplificare i task più comuni e migliorare la visibilità degli avvisi in base alla loro importanza;
un nuovo motore di scansione capace di rilevare e rimuovere un maggior numero di malware, e una migliorata protezione real-time in grado di tenere sotto controllo le aree più critiche del sistema operativo:
l’accessibilità delle protezioni fornite dal software a tutti gli utenti del sistema, inclusi quelli senza privilegi di amministrazione;
il supporto alle piattaforme x64 .

Da notare come Windows Defender ora sfrutti, per la ricezione degli aggiornamenti, la funzione Aggiornamenti automatici di Windows.

Windows Defender Beta 2 Scaricabile da qui in lingua inglese, Windows Defender Beta 2 può avere una dimensione compresa fra i 6,4 e 14,3 MB a seconda dei componenti selezionati per il download. Il software gira su Windows 2000 SP4, Windows XP SP2 e Windows Server 2003 SP1. Il big di Redmond conta di integrarlo anche all’interno di Windows Vista , ed in questo caso gli utenti potranno accedere ad alcune feature aggiuntive: tra queste, la possibilità di verificare solo i file che sono stati modificati dopo l’ultima scansione.

Nelle FAQ di Windows Defender, Microsoft ha ribadito che il tool rimarrà completamente gratuito anche nella versione finale: per scaricarlo è però necessario superare l’ormai onnipresente test Genuine Advantage per la validazione della propria copia di Windows. Microsoft sostiene che gli utenti del proprio antispyware sono già oltre 25 milioni.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 02 2006
Link copiato negli appunti