Windows Update oltre Windows

La prossima versione di Windows Update, vicina alla fase di test, offrirà aggiornamenti Microsoft per l'intera gamma di prodotti dell'azienda, da Office 2003 a Exchange


Redmond (USA) – La quinta versione (V5) di Windows Update , il noto servizio per l’aggiornamento via Internet dei sistemi operativi di Microsoft, è ormai prossima ad entrare nella prima fase di test.

Secondo i piani di Microsoft, Windows Update V5 porterà con sé importanti migliorie attraverso cui il big di Redmond spera di aiutare gli utenti a mantenere costantemente aggiornati i propri sistemi, soprattutto per quel che riguarda fix e patch di sicurezza.

Microsoft afferma che la stragrande maggioranza delle minacce provenienti da Internet, primi fra tutti i worm , sfrutta vulnerabilità del software già corrette da tempo. Per prevenire epidemie di massa come quelle recentemente innescate da vermicelli come Blaster e Sobig.F diventa dunque fondamentale, secondo il colosso di Redmond, offrire agli utenti un modo facile e intuitivo per verificare, scaricare e installare automaticamente le patch nel modo più tempestivo e trasparente possibile. Un primo passo in questo senso è stata l’integrazione, nelle più recenti versioni di Windows, della funzione “Aggiornamenti automatici”, attraverso cui l’utente può essere costantemente avvisato della disponibilità di un nuovo hotfix compatibile con la versione localizzata del proprio sistema operativo.

Fra le prime applicazioni supportate dalla prossima versione di Windows Update vi saranno Office, SQL Server ed Exchange Server. Sebbene Office disponga già di un servizio di aggiornamento on-line, Microsoft prevede di fonderlo con Windows Update: quest’ultimo diverrà così la porta di accesso privilegiata alla tecnologia di aggiornamento unificato dei prodotti di Microsoft basata su controlli ActiveX.

Per gli amministratori di sistema e gli utenti più avanzati rimarranno disponibili Baseline Security Analyzer e HFNetChk, due tool per l’aggiornamento che hanno però il difetto di non supportare a pieno le versioni di Windows in lingua non inglese.

La prima release di test di Windows Update V5 verrà rilasciata ai collaudatori durante l’ultimo scorcio di settembre; dopo questa data, gli aggiornamenti si susseguiranno, secondo Microsoft, con cadenza di due o tre mesi: questo significa che Windows Update V5 diverrà disponibile al pubblico non prima del prossimo anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zeno scrive:
    X me invece è un tentativo..
    Facendo due conti con un video in VP4 di On2 12 minuti di video èrano 140 mb. Quindi se riprodotti in streaming fanno 12 minuti=720 secondi140/720= 0,19 mb/s circaper ricevere uno stream senza scatti basta potere scaricare 25-27kbyte al secondo (compreso protocollo)Il video è a 1280x720...e BASTA BANDE NERE sopra e sotto !
  • GIGI DALESIA scrive:
    ACTIUNE
    JLòOUH,-àùUVFXEWS
  • Anonimo scrive:
    -_-'
    era proprio bisogno di cancellare il post in cui scrivevo ke questa "news" risale al 27/09/2003?Bah... ke cesso.(Tanto poi parisce pure questo)
  • Anonimo scrive:
    Re: Bho....
    Sagge parole! :)Volendo proprio sperimentare qualcosa di nuovo suggerirei Rududu: e' ancora un po' acerbo, ma bisogna considerare ke si trova ancora alla ver 0.http://www.ifrance.com/rududu/
  • Anonimo scrive:
    Re: Bho....
    Xvid e DivX sono codec MPEG4. L'mpeg4 è ampiamente e totalmente superiore all'mpeg2. Invece questo VP4, da quello che si legge, raggiunge più o meno la qualità dell'mpeg2.I DVD usano l'mpeg2, ma grazie al fatto che c'è tanto spazio disponibile sul disco, possono usare flussi bitrate molto alti. A parità di bitrate, la qualità di un divx è largamente superiore.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bho....
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Se non erro questi codec qui dovrebbero

    avere come finalita' lo streaming online e

    cose di questo tipo, mentre il divx non e'

    pensato per quello.... o sbaglio?

    No, affatto: i codec On2 sarebbero pensati x
    applicazioni a larga banda, tant' e' ke ad
    ogni versione (dal VP4 in poi) On2 propone
    la sua ultima creazione al consorzio DVD x'
    diventi l' erede dell' MPEG2 nei supporti
    ottici a raggio blu.
    VP4 & VP5 son stati rigettati, mentre non so
    se abbiano gia' deciso riguardo VP6.
    ___

    X "larga banda" s' intende ke bisonga usare
    il doppio del bitrate x ottenere gli stessi
    risultati di XviD o RealVideo 9.
    No comment.Grazie per la chiarificazione, avevo capito male io.Certo che se serve il doppio della banda x ottenre la stessa qualita' degli altri....direi che e' abb. inutile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bho....
    - Scritto da: Anonimo
    E' un po' come l'mp3, non è certo
    tecnicamente il migliore, ma ormai è lo
    standard de facto per la musica digitale.

    Che ne pensate ?L' equazione "mp3 : AAC = XviD : VP4" non regge, dato ke VP4 non affatto migliore di XviD.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bho....
    - Scritto da: Anonimo
    Se non erro questi codec qui dovrebbero
    avere come finalita' lo streaming online e
    cose di questo tipo, mentre il divx non e'
    pensato per quello.... o sbaglio?No, affatto: i codec On2 sarebbero pensati x applicazioni a larga banda, tant' e' ke ad ogni versione (dal VP4 in poi) On2 propone la sua ultima creazione al consorzio DVD x' diventi l' erede dell' MPEG2 nei supporti ottici a raggio blu.VP4 & VP5 son stati rigettati, mentre non so se abbiano gia' deciso riguardo VP6.___X "larga banda" s' intende ke bisonga usare il doppio del bitrate x ottenere gli stessi risultati di XviD o RealVideo 9.No comment.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bho....
    - Scritto da: Anonimo

    Non ho mai provato questo codec, ma
    sinceramente credo che abbiano poca speranza
    di sbaragliare la concorrenza.

    Ormai il divx (o l'xvid) si è diffuso anche
    tra i non esperti e tutti ormai sanno cosa è
    e dove si scarica.

    E' un po' come l'mp3, non è certo
    tecnicamente il migliore, ma ormai è lo
    standard de facto per la musica digitale.

    Che ne pensate ?Se non erro questi codec qui dovrebbero avere come finalita' lo streaming online e cose di questo tipo, mentre il divx non e' pensato per quello.... o sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    Re: Bho....
    - Scritto da: Anonimo
    L'MP3 e' lo standard perche' le licenze (o
    meglio
    le royalties) non le pagano veramente, se
    non i produttori
    di apparecchi hardware (e forse nemmeno
    quelli).
    All'incirca come per i GIF, altrimenti
    sarebbero
    passati tutti a OGG Vorbis da un pezzo...
    Lo stesso per il divx o sbaglio ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Bho....
    - Scritto da: Anonimo

    Non ho mai provato questo codec, ma
    sinceramente credo che abbiano poca speranza
    di sbaragliare la concorrenza.

    Ormai il divx (o l'xvid) si è diffuso anche
    tra i non esperti e tutti ormai sanno cosa è
    e dove si scarica.

    E' un po' come l'mp3, non è certo
    tecnicamente il migliore, ma ormai è lo
    standard de facto per la musica digitale.

    Che ne pensate ?L'MP3 e' lo standard perche' le licenze (o megliole royalties) non le pagano veramente, se non i produttoridi apparecchi hardware (e forse nemmeno quelli).All'incirca come per i GIF, altrimenti sarebberopassati tutti a OGG Vorbis da un pezzo...
  • Anonimo scrive:
    Bho....
    Non ho mai provato questo codec, ma sinceramente credo che abbiano poca speranza di sbaragliare la concorrenza.Ormai il divx (o l'xvid) si è diffuso anche tra i non esperti e tutti ormai sanno cosa è e dove si scarica.E' un po' come l'mp3, non è certo tecnicamente il migliore, ma ormai è lo standard de facto per la musica digitale.Che ne pensate ?
Chiudi i commenti