Windows Vista? Intel non lo vuole

Le sue 80mila postazioni non migreranno all'ultimo Windows. XP piace troppo, Vista non convince. Ma sul suo sito Intel dice tutt'altro
Le sue 80mila postazioni non migreranno all'ultimo Windows. XP piace troppo, Vista non convince. Ma sul suo sito Intel dice tutt'altro

Un altro schiaffo a Windows Vista è giunto nelle scorse ore con la conferma di quanto anticipato dal New York Times , che aveva ripreso i rumors che circolano in rete: Intel non ha alcuna intenzione di aggiornare il proprio parco macchine passando a Windows Vista.

banner Intel Per la storica partner di Microsoft, con cui per lunghi anni ha dominato e gestito il mercato dei PC, si tratta secondo gli osservatori di un vero e proprio strappo : un portavoce di Intel ha confermato che le installazioni di Vista fin qui hanno riguardato esclusivamente alcune postazioni e che non vi è alcun progetto per un aggiornamento “massivo” all’ultimo Windows giunto sul mercato. Non vi sarebbe, è stato detto, “nessun stringente motivo per passare a Vista”.

La posizione di Intel è tutt’altro che isolata : come segnalato su queste pagine nei giorni scorsi , la propensione delle aziende a lasciare Windows XP e abbracciare Vista negli Stati Uniti nel corso dei prossimi anni è crollata. Le ragioni per cui ciò accade sono molteplici: dal timore di dover aggiornare il parco macchine alle ottime prestazioni di Windows XP (che è ormai pensionando ). In ballo anche le aspettative per Windows 7, atteso già per il 2010, una data non lontana che tende a creare una prospettiva di upgrade diretto da XP, bypassando Vista.

Il caso di Intel è peraltro singolare anche in questo scenario, visti i rapporti “storici” con Microsoft e visto anche il fatto che sul suo sito continui a pubblicizzare Windows Vista come un sistema operativo per il quale i prodotti Intel forniscono “outstanding performance”, una performance “fuoriclasse”, uno slogan che da oggi sarà più difficile per Intel propagandare ai propri clienti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 06 2008
Link copiato negli appunti