Windows2000 free in Spagna

Un "incidente" provoca la diffusione di copie trial del sistema che si rivelano, in realtà, copie complete. Il tutto mentre la Germania indaga sulla questione Win2000-Scientology


Web – Giorni intensi questi per Windows2000, il nuovo sistema operativo di rete di Microsoft , protagonista in Spagna e Germania per ragioni molto diverse.

In Spagna è accaduto che il Cd-Rom allegato all’ultimo numero della rivista PCWorld contenesse una versione trial di Windows2000. Nella realtà, però, si è ben presto venuto a sapere che la versione trial era in realtà l’edizione completa, senza limiti di tempo, del sistema operativo. Al punto che come la notizia ha iniziato a circolare tutte le copie di PCWorld erano già state vendute…

Difficile determinare la quantità di danni che questo può aver provocato a Microsoft. The Register ha valutato il danno in 33 milioni di dollari, calcolando il valore di ciascuna versione trial con il prezzo di listino del sistema. Non è dato però sapere quanti di coloro che hanno acquistato PCWorld con la copia trial avrebbero poi acquistato la versione “full”.


Il motivo per cui si parla di Windows2000 in Germania è del tutto diverso e riguarda la vecchia polemica sul fatto che una porzione del codice del sistema Microsoft sia stata creata da un’azienda americana il cui boss fa parte della chiesa di Scientology .

Si è tornati a parlare della cosa perché, secondo voci non confermate, Microsoft avrebbe presentato agli esperti del governo il prezioso codice sorgente originale del sistema per dimostrare che “non ci sono trucchi”. A Berlino si teme infatti che l’impresa guidata da un seguace di Scientology possa aver inserito codici per impossessarsi di informazioni presenti sui computer di chi installerà il programma. Tra questi, appunto, anche i computer governativi… Il “muro” contro Scientology si deve anche ad una legge tedesca che vieta alle istituzioni di “avere rapporti d’affari” con membri di Scientology: se Windows2000 venisse adottato dagli uffici governativi, una parte degli introiti andrebbero anche all’azienda che ha lavorato assieme a Microsoft.

L’indagine sul codice di Windows2000 era già stata annunciata e la divisione locale di Microsoft ha spiegato: “Non possiamo confermare la notizia secondo cui abbiamo presentato il codice sorgente. Ma vogliamo fornire alle autorità tutto il supporto che possiamo per lo svolgimento della loro indagine”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti