WinFS, spunta la prima beta

Con questa release, il file-system per Windows di nuova generazione lascia il mondo dei vaporware per iniziare quel cammino che lo porterà tra un paio d'anni sui desktop degli utenti Windows
Con questa release, il file-system per Windows di nuova generazione lascia il mondo dei vaporware per iniziare quel cammino che lo porterà tra un paio d'anni sui desktop degli utenti Windows


Redmond (USA) – WinFS non è più un fantasma. All’inizio della settimana Microsoft ha infatti rilasciato la prima versione beta del suo file-system di nuova generazione, aprendo così ufficialmente una fase di sviluppo e testing che dovrebbe concludersi nel 2007.

La pubblicazione di WinFS Beta 1, avvenuta sul Microsoft Developer Network , ha destato una certa sorpresa tra gli sviluppatori: i ritardi accumulati da Microsoft nello sviluppo di questo componente sembravano infatti suggerire che la prima release di test non sarebbe stata rilasciata prima del prossimo anno.

Al contrario di quanto inizialmente previsto, circa un anno fa Microsoft annunciò che il suo nuovo file-system non avrebbe fatto parte della versione desktop di Longhorn, oggi nota come Windows Vista: lo sviluppo di WinFS era infatti ancora in alto mare e il big di Redmond ha preferito non prorogare ulteriormente l’uscita del successore di Windows XP. Questa decisione le ha creato qualche imbarazzo visto che WinFS era già stato pubblicizzato come una delle più importanti innovazioni di Longhorn; funzionalità simili a quelle di WinFS, poi, si trovano già alla base della più recente versione di Mac OS X, Tiger .

Sebbene la prima beta di WinFS sia già qui, il passo di marcia del big di Redmond non sembra aver subito accelerazioni: stando ad alcuni beta tester, infatti, il periodo più probabile per il rilascio della versione finale di questa tecnologia resta il 2007. Molto probabilmente di WinFS non vi sarà traccia neppure in Longhorn Server, e questo anche se entrambi i prodotti vedranno la luce nello stesso anno.

L’attuale beta di WinFS gira sotto Windows XP e può essere installata nel sistema sotto forma di add-on: questa è la stessa versione che Microsoft consegnerà ai partecipanti dell’imminente Professional Developers Conference 2005 di Los Angeles. Negli scorsi giorni è anche nato il blog ufficiale del team di sviluppo di WinFS.

La versione finale del file-system di nuova generazione potrebbe essere distribuita come tool stand-alone oppure come aggiornamento a Longhorn. Microsoft conta di rendere disponibile la prima beta pubblica in contemporanea all’uscita sul mercato di Windows Vista.

Comunemente, WinFS viene visto come la risposta di Microsoft al file-system integrato in Mac OS X o a quello sviluppato in seno ad alcuni progetti open source come Beagle e iFolder/Simias .

WinFS contiene un motore di database relazionale basato su SQL Server 2005 che gli consente di cercare e organizzare file e informazioni in modo assai più sofisticato ed efficiente di quanto permettano oggi file-system come NTFS e FAT. Microsoft sostiene di voler fornire agli utenti un servizio strettamente integrato con l’interfaccia utente e in grado di unificare in una singola vista vari tipi di dati, come contatti, documenti, e-mail, foto, filmati, pagine Web e URL. Gli oggetti potranno essere ordinati in cartelle, o “stack”, in base a criteri come titolo e autore, mentre i dati potranno essere condivisi fra tutte le applicazioni di Windows.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 08 2005
Link copiato negli appunti