WinXP a caccia di pirati

Il Service Pack 1 di WinXP potrebbe rendere la vita dei pirati ben più difficile di quanto l'abbia resa la recente introduzione della Product Activation. Bacchettate anche a chi perde la propria CD-Key


Roma – Come si è visto lo scorso mese, l’ imminente Service Pack 1 (SP1) per Windows XP porterà con sé parecchie novità, fra cui un meccanismo in grado di verificare la validità della CD-Key con cui è stato sbloccato il sistema operativo: nel caso questa risulti “rubata” da una copia corporate di Windows XP (le licenze per volumi non prevedono infatti l’attivazione del prodotto), l’utente potrà continuare ad utilizzare il software, ma non potrà procedere all’installazione del service pack né sarà più in grado di accedere al servizio di aggiornamento Windows Update.

Fino ad oggi si pensava che l’SP1 fosse in grado di riconoscere le chiavi legittime da quelle illegittime attraverso una “lista nera” contenente un certo numero di codici rubati o diffusi attraverso Internet. In realtà, da un recente articolo pubblicato da BetaONE.net, si apprende che Microsoft è al lavoro per riscrivere completamente l’algoritmo per la generazione delle chiavi di attivazione delle versioni corporate di Windows XP. Il nuovo algoritmo verrà incluso nel prossimo service pack e integrato nel codice delle future versioni Windows XP acquistate con uno dei programmi di licenza per volume. Questo presupporrà, secondo BetaONE, che Microsoft assegni una nuova chiave a tutti i clienti corporate che installeranno l’SP1.

Per rendere ancora più difficile la vita ai cracker, Microsoft ha fatto in modo che l’SP1 aggiorni l’algoritmo che genera le chiavi patchando – invece di sostituire – i file DLL che lo contengono. In questo modo diviene difficile per i pirati riuscire a sostituire con facilità le DLL del sistema operativo con quelle di versioni non corporate: in fase d’installazione l’SP1 verificherà infatti l’integrità, il numero di versione e la firma digitale di questi file, generando un messaggio di errore nel caso di incongruenze.

Lo scopo del colosso di Redmond è quello di riconoscere con facilità tutte le copie pirata di Windows XP sbloccate con una CD-Key corporate. Come si è detto in precedenza, chi tentasse di applicare l’SP1 ad una copia craccata del sistema operativo otterrà come risultato un avviso di errore e l’impossibilità di avvalersi del Windows Update. Per il momento non è dato sapere se Microsoft abbia in mente “punizioni” più drastiche.

BetaONE riporta poi alcune voci che, se risultassero vere, sembrano destinate a sollevare un gran polverone. Microsoft starebbe infatti valutando la possibilità di introdurre nei termini di licenza di Windows XP una clausola che le consentirebbe di perseguire legalmente quei clienti aziendali che si rendessero responsabili della distribuzione non giustificata delle proprie chiavi. Il big di Redmond potrebbe poi riservarsi l’opportunità di raccogliere sui propri server l’indirizzo IP e l’Installation ID di ogni copia registrata di Windows XP corporate: questo le consentirebbe di verificare se il prodotto sia installato su di un numero maggiore di computer rispetto a quello previsto nel contratto e, nel caso, risalire al proprietario della licenza.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Grazie Bill!
    Non voglio entrare nel merito della questione, ma solo una cosa voglio dire: Io che ho il 56 K (l'ADSL l'avro minimo nel 2010...) con Realplayer riesco a vedere agevolmente i filmati in streaming, mentre con Media Player no (scattano troppo, anche se devo, dire, per completezza, che per i file Mpeg Realplayer fa schifo...).Quindi se mi uccidono Realplayer, senza migliorarmi Media Player (e a questo punto, chi glielo farebbe fare...) addio streaming e grazie Bill!
  • Anonimo scrive:
    mi sa tanto che è un pò tardi
    Microsoft può permettersi di offrire i programmi di encoding e authoring per WMP gratis - Real ha fatto un gran lavoro ma purtroppo non ha le spalle abbastanza grosse per reggere l'impatto con MS. Forse, a pensarci un pò prima ..
  • Anonimo scrive:
    oggvorbis e' la soluzione http://www.vorbis.com/
    Secondo me fara' la fine di Netscape, non perchè il prodotto non sia valido anzi, ma perchè e' open source appunto non software libero e non ci saranno utenti disposti a perdere tempo con qualcosa che non potranno in pratica mai modificare. Fosse GNU-GPL in poco tempo sarebbe su tutte i server di streaming ed anche su ogni pcUsate GNU/Linux e lasciate perdere queste licenze capestro. IMHO . -- www.spippolo.it -- il sito in costruzione --
  • Anonimo scrive:
    open source ?
    secondo l'articolo la RPSL e' open source e la RCSL no ;pero' controllando i link dell' articolo sembrache _solo_ helix DNA client sara' rilasciatosotto RPSL mentre invece helix DNA server & helixDNa encoder saranno rilasciati sotto RCSL .in breve : solo il programma client sara' open source OSI certified !
    • Anonimo scrive:
      Re: open source ?
      Ad una veloce lettura si vede subito che RPSL non è una licenza definibile Open Source neanche secondo i laschi criteri OSI.La RCSL poi è semplicemente inutilizzabile, ti chiedono addirittura diu rilasciare correzioni e/o modifiche prima ancora di fare un "deply" interno ...sono solo avvoltoi che vogliono provare a sfruttare un termine alla moda e una possibile comunità di sviluppatori con intenti meschini.
    • Anonimo scrive:
      Re: open source ?
      - Scritto da: illegalinstruction
      secondo l'articolo la RPSL e' open source
      e la RCSL no ;
      pero' controllando i link dell' articolo
      sembra
      che _solo_ helix DNA client sara' rilasciato
      sotto RPSL mentre invece helix DNA server &
      helix
      DNa encoder saranno rilasciati sotto RCSL .
      in breve : solo il programma client sara'
      open source OSI certified !Mi sembra già qualcosa, no? L'importante è che pian piano si diffonda la consapevolezza che l'open source conviene a tutti... prima o poi lo capirà perfino Microsoft...
      • Anonimo scrive:
        Re: open source ?

        Mi sembra già qualcosa, no? L'importante è
        che pian piano si diffonda la consapevolezza
        che l'open source conviene a tutti... prima
        o poi lo capirà perfino Microsoft...Io non mi fiderei tanto...Non vorrei che si prendessero il supporto della comunita'.. diventassero magari i leader e poi..ZAC!tutti a quel paese il gioco e' mio e' ci gioco io
        • Anonimo scrive:
          Re: open source ?
          ciao,
          Io non mi fiderei tanto...
          Non vorrei che si prendessero il supporto
          della comunita'.. diventassero magari i
          leader e poi..gia` hai ragione.... meglio puntare su windows media cosi` almeno la politica e` chiara :-(non capisco perche` essere cosi` negativi a priori!realnetworks e` stato uno dei primi sw commerciali a puntare su linux... e` vero che una licenza completamente open sarebbe meglio, ma ognuno puo` fare cio` che vuole con il suo codice, e, secondo me, e` meglio una licenza mezza-opensource che una licenza completamente chiusa che porta verso architetture chiuse (ricordo che oggi se vuoi fornire contenuti in formato windows-media devi usare NT come piattaforma, non puoi usare assolutamente null'altro che NT)!
          • Anonimo scrive:
            Re: open source ?
            Non si dovrebbe mai sfruttare l'open sourceper rilanciare dei programmi commercialiquesto e' eticamente scorrettoIl bello e' che come al solito le aziende voraci non hanno capito una mazza del movimento freesoftware.l'esempio classico e' stato riportato nell'articolo;netscape ha provato a rilanciare un prodotto scadente affidando il codice sorgente alla comunita e i risultati sono stati un navigatore cesso come mozilla.preferisco usare windows media piuttosto che quella ciofeca i real player.
          • Anonimo scrive:
            Re: open source ?
            non per niente sto leggendo questa pagina con il mozillone...netscape è morta (anche) perché ha rilasciato il 6.0 che era un cesso. Nota però che da quando netscape è morto, anche explorer non ha più rilasciato una major release e non ha neanche un download manager decente
          • Anonimo scrive:
            Re: open source ?
            - Scritto da: amine
            Non si dovrebbe mai sfruttare l'open source
            per rilanciare dei programmi commerciali
            questo e' eticamente scorrettoma va a ciaparlo n'der cul....ma sai almeno cos'è l'open source? non hai capito proprio niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: open source ?
            - Scritto da: aS

            ma va a ciaparlo n'der cul....

            ma sai almeno cos'è l'open source? non hai
            capito proprio niente.puttanello intanto io preferisco free software e non quella stronzata di osi fondata da un certo politicante Eric raymond che oltretutto a fatto i soldi facendosi regalare azioni in cabio di qualche talk sparso in giro.poi io sono linuxaro da quado usci il kernel 9.0.1 e non ho il prosciutto su gli occhi come te che si pensa che un azienda piena di brevetti come la real abbraccia il modello open source solo per la gloria.prima di farci i soldi e' fondamentale essere coerenti con la propria ideologia senno si fa prima a scrivere 80 licenze osi e chi si e' visto si e' visto.e poi il caso netscape e' lamapante come e' diventato open source e' venuto fuori una merda.
          • Anonimo scrive:
            Re: open source ?

            kernel 9.0.1E quando e' uscito? nel 2047? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: open source ?
            - Scritto da: Di passaggio

            kernel 9.0.1

            E quando e' uscito? nel 2047? :-)Ops volevo dire 0.9.1 :)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: open source ?

            un navigatore cesso come mozilla.
            preferisco usare windows media piuttosto che
            quella ciofeca i real player.ma l'hai mai visto mozilla? tu nn sei apposto...continua ad usare i prodotti del tuo amico bill... vedrai che bella fine farai :)
Chiudi i commenti