WinXP RC1, se lo paghi lo avrai fra un mese

WinXP circola ormai un po' ovunque ma molti utenti autorizzati a scaricarne una copia originale hanno avuto vita difficile


Redmond (USA) – Quella appena trascorsa è stata una settimana travagliata per Microsoft, visto che ha dovuto fronteggiare da un lato i problemi di MSN Messenger , che sembrano finalmente volgere al termine, e dall’altro rimediare a qualche pasticcio nella gestione dello Windows XP Preview Program (WinXP PP).

Con il programma WinXP PP, partito lo scorso 2 luglio, Microsoft contava di distribuire, nel giro di pochi giorni, la Release Candidate 1 (RC1) di Windows XP a circa 100.000 tester.

In realtà, questo è avvenuto solo in parte, visto che almeno un paio di migliaia di coloro che hanno pagato i 10$ per poter scaricare i circa 500 MB dell’immagine ISO del sistemone in preview hanno ricevuto per e-mail una password sbagliata, e diversi altri, che avevano invece pagato il doppio per ricevere direttamente il CD a casa, non entreranno in possesso della loro copia prima della fine del mese, all’incirca lo stesso periodo in cui verrà rilasciata la seconda ed ultima release candidate.

Per ironia della sorte, come si era riportato la scorsa settimana, migliaia di persone che non erano affatto legittimate a scaricare questa preview lo hanno potuto fare grazie ad una falla in uno dei server di Conxion, il provider su cui spesso si appoggia Microsoft per l’hosting di file. Come si ricorderà, per circa una trentina di ore fu possibile prelevare, senza aver pagato alcunché, il file ISO di Windows XP Professional RC1.

“C’è stato un periodo di tempo, la scorsa settimana, in cui la gente ha potuto avere accesso non autorizzato ai download”, ha ammesso Shawn Sanford, group product manager di Microsoft Windows. “Questi download non contenevano le chiavi di attivazione: queste vengono spedite separatamente via e-mail”.

Ma per chi abbia un minimo di dimestichezza con gli strumenti messi a disposizione da Internet la mancanza del codice di attivazione è sicuramente un problema di ben poco conto: in Rete circolano un po’ ovunque crack in grado di sproteggere praticamente tutte le versioni di Windows XP fino ad oggi rilasciate, inclusa la RC1.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E CHI SE NE FREGA........
    MA CHI GLIELO HA FATTO FARE A STI QUI UN' ANALISI COSI' APPROFONDITA DELLA PRODUCT ACTIVATIONE?BOHHHHHHH.....POTREBBE TRANQUILLAMENTE ESSERE UN "ANALISI" INTERESSATA MESSA IN GIRO AD ARTE, E SE NON LO FOSSE I TERMINI DEL PROBLEMA NON CAMBIANO.AD ESEMPIO, AD Alien STA SULLE PALLE SOTTOSTARE ALLE PROCEDURE ED ALLE LICENZE DEL DRAGA, ECC..., ECC...., QUINDI...IL PROBLEMA NON ESISTE, BASTA NON FARSI DRAGARE LE SACCOCCE E NON COMPRARE XPTONT CON TUTTI I SUOI ORPELLI DA ALBERELLO DI NATALE, MA CHE NON SERVONO A NIENTE.E COSI' ANCHE LA PRODUCT ACTIVATION FINISCE NEL SUO POSTO, ER CESSO.
    • Anonimo scrive:
      Re: E CHI SE NE FREGA........
      - Scritto da: Alien
      MA CHI GLIELO HA FATTO FARE A STI QUI UN'
      ANALISI COSI' APPROFONDITA DELLA PRODUCT
      ACTIVATIONE?
      BOHHHHHHH.....Saranno problemi loro????

      POTREBBE TRANQUILLAMENTE ESSERE UN "ANALISI"
      INTERESSATA MESSA IN GIRO AD ARTE, E SE NON
      LO FOSSE I TERMINI DEL PROBLEMA NON
      CAMBIANO.
      AD ESEMPIO, AD Alien STA SULLE PALLE
      SOTTOSTARE ALLE PROCEDURE ED ALLE LICENZE
      DEL DRAGA, ECC..., ECC...., QUINDI...Quindi non ci rompere i c.....i con le tue pippe...

      IL PROBLEMA NON ESISTE, BASTA NON FARSI
      DRAGARE LE SACCOCCE E NON COMPRARE XPTONT
      CON TUTTI I SUOI ORPELLI DA ALBERELLO DI
      NATALE, MA CHE NON SERVONO A NIENTE.Vedi sopra!

      E COSI' ANCHE LA PRODUCT ACTIVATION FINISCE
      NEL SUO POSTO, ER CESSO.Insieme alla tua testa!PS: Ignorante che non sei altro, activation non activatione (e non è un errore di ortografia). Scrivi in itaglianesco quando dai i comandi a linux??
  • Anonimo scrive:
    Ma allora a cosa serve?
    Visto che si buca in un attimo e gia' ci sono i genratori di codici di sprotezione, cosa serve?Che vantaggio ha M$ dall'adozione di questa tecnica se non protegge nulla e rompe solo i koglioni all'utente pagante?CiaoH.
  • Anonimo scrive:
    Niente di nuovo....
    - Prendere una startup qualsiasi, fornirgli parte del codice (con qualche errore ad hoc) e le info per risalire al sorgente.-Pubblicare i risultati in modo che confermino in tutto e per tutto quello che dice MSRisultato:- pubblicità gratis su tutto il web- falsa sensazione di sicurezza negli utenti- incoraggiamento della pirateria: meglio copiato e craccato che quello di un'altro.Poco conta che quelli della Fully Licensed non sarebbero nemmeno in grado di fare il reverse engineering di un programma in basica salvato con l'opzione ",p" se qualcuno non gli dicesse come fare.
  • Anonimo scrive:
    Del suo codice
    Non del proprio. Ciao.
Chiudi i commenti