Xbox 360 si fa d'Elite

Ieri MS ha tolto i veli ad una versione di Xbox agli steroidi: a fronte di un prezzo simile a quello di PS 3 base, offre un hard disk da 120 GB e una porta HDMI. Smentiti alcuni rumors. I particolari

Milano – Dopo il rincorrersi di voci e di foto scattate dai paparazzi del videogaming, ieri Microsoft ha ufficialmente presentato al pubblico la nuova Xbox 360 Elite che, in omaggio alla prima Xbox, torna a indossare un manto tutto nero. La nuova versione della console è dedicata ai videogamer più esigenti, disposti a sborsare un’ottantina di dollari in più rispetto all’edizione Premium: il prezzo americano dell’Elite è infatti di 479,99 dollari.

Nella sostanza, la nuova versione della console di Microsoft si distingue dalle edizioni standard per l’inclusione di un hard disk da 120 GB , venduto anche separatamente al prezzo di 179,99 dollari, e di una porta HDMI , che permette di collegare il sistema da gioco ad un televisore in alta definizione utilizzando un solo cavo ed una connessione digitale. Come la versione Premium, l’Elite include inoltre controller e cuffie wireless, anch’essi abbinati al colore nero della nuova unità.

Sebbene l’Elite fosse ormai un segreto di Pulcinella, non tutti i rumor si sono rivelati azzeccati: ad esempio, la nuova console non adotta un lettore HD DVD , come molti si attendevano. Sebbene Xbox 360 Elite rappresenti una risposta a PlayStation 3, Microsoft ha preferito non seguire l’esempio di Sony , che ha dotato la sua nuova console di un lettore Blu-ray. Tale scelta ha permesso a BigM di tenere il prezzo di Elite al di sotto di quello della PS3 base , che costa 499 dollari, e di investire maggiormente sull’hard disk , che ha una capacità doppia rispetto a quello della PS3 “pro” (dal costo di 599 dollari/euro, l’unica disponibile in Europa).

Xbox 360 Elite Un disco capiente è del resto il presupposto per il decollo di Xbox Live Marketplace, il negozio virtuale di Microsoft da cui è possibile acquistare e scaricare giochi, video e musica. È assai probabile che BigM venderà l’atteso drive HD DVD come componente separato, ma questo non prima che il prezzo della tecnologia a laser blu divenga sufficientemente economica.

“L’appassionato di giochi ed entertainment ha oggi un appetito insaziabile di contenuti digitali in alta definizione”, ha dichiarato Peter Moore, corporate vice president for the Interactive Entertainment Business di Microsoft. “Con il suo hard disk più capace e i suoi accessori, la nuova console Xbox 360 Elite permetterà alla nostra community di sperimentare tutto quello che la nuova generazione dell’entertainment ha da offrire”.

Insieme alla rinnovata console, Microsoft fornisce un mese di abbonamento gratuito a Xbox Live Gold, che permette di utilizzare tutte le funzionalità del network di gaming online del colosso americano.

Xbox 360 Elite e i relativi accessori (tutti di colore nero) verranno commercializzati in Nord America il prossimo 29 aprile . I dettagli del lancio europeo non sono stati ancora svelati, ma basandosi sulle politiche di prezzo fin qui adottate da Microsoft è facile ipotizzare che Elite sbarcherà in Italia e nel resto d’Europa a 479,99 euro . In ogni caso, in questa lunga intervista di mondoxbox.com a Michael Newey, platform marketing manager di Xbox EMEA, quest’ultimo ha assicurato che prezzo e data di lancio europei verranno annunciati “il prima possibile”. Newey ha anche detto che insieme all’hard disk rimovibile da 120 GB verrà fornito un cavo (non incluso nell’Elite) che consentirà di trasferire i dati tra il vecchio e il nuovo disco . Il portavoce di Microsoft ha inoltre assicurato che l’arrivo di Xbox 360 Elite non influenzerà in alcun modo la disponibilità (e a quanto pare anche il prezzo) delle altre edizioni.

Dave Karraker, senior director of corporate communications di Sony Computer Entertainment America, ha rilasciato alcuni commenti su Xbox 360 Elite qui . Di seguito si riporta invece un video (in inglese) di On10.net che mostra e commenta la nuova versione della console.


La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    WOW! Ci voleva Intel...
    ...per scoprire l'acqua calda! ;-)Hanno scoperto che tramite delle antenne direttive il segnale wireless può raggiungere anche molti chilometri: praticamente quello che ha fatto Guglielmo Marconi quando ha inventato la radio? Ragazzi che notizione! Non saprei chi proporre al Nobel per questa cosa. Eheh! ;-)Scommetto che avranno anche inventato le antenne "direttive" per poter applicare questa nuova tecnologia. E a quando l'invenzione della pattumiera? @^
    • Anonimo scrive:
      Re: WOW! Ci voleva Intel...
      E a quando l'invenzione della
      pattumiera?
      @^Ci mancava la spazzatura, ma ora possiamo brevettarla...
  • Anonimo scrive:
    Non è una grande novità...
    ...anche senza cambiare di fatto lo standard Wi-Fi, come Associazione Radioamatori di Vittorio Veneto (TV) stiamo usando un collegamento di circa 22 Km (vedi link qui sotto) e sicuramente senza i mezzi di Intel!http://www.arivv.it/default.php?page=pizzoc_wifiCiaoIK3ZAL Paolo
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una grande novità...
      Un risultato notevole, ma da 22 a 100 km ce ne passa eh... ;-)- Scritto da:
      ...anche senza cambiare di fatto lo standard
      Wi-Fi, come Associazione Radioamatori di Vittorio
      Veneto (TV) stiamo usando un collegamento di
      circa 22 Km (vedi link qui sotto) e sicuramente
      senza i mezzi di
      Intel!

      http://www.arivv.it/default.php?page=pizzoc_wifi

      Ciao
      IK3ZAL Paolo
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è una grande novità...
        - Scritto da:
        Un risultato notevole, ma da 22 a 100 km ce ne
        passa eh...
        ;-)Guarda che gli spagnoli i 100km li hanno superati già da qualche anno con le parabole e le guide d'onda, e se dB ti dice qualcosa saprai il perchè. Quelli di Intel avranno solo reso il protocollo un po' più dinamico per correggere i leggeri ritardi causati dalla distanza ma non ci si venda questa cosa come acqua calda perchè a chi ne capisce qualcosa fa un po' ridere. E' come dire a un falegname che hanno inventato la sega.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una grande novità...
      Si, hanno inventato l'antenna direttiva, pensa che grande novità!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una grande novità...
      - Scritto da:
      ...anche senza cambiare di fatto lo standard
      Wi-Fi, come Associazione Radioamatori di Vittorio
      Veneto (TV) stiamo usando un collegamento di
      circa 22 Km (vedi link qui sotto) e sicuramente
      senza i mezzi di
      Intel!

      http://www.arivv.it/default.php?page=pizzoc_wifi

      Ciao
      IK3ZAL PaoloSi' bravo usando un watt di potenza e usando antenne direttive professionali...sono capace anch'io e 22 km sono anche pochi con queste caratteristiche di trasmissione...
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Non è una grande novità...
      Dimmi un po', ma:- apparte le immagini degli apparati e di google eath, dati technici niente (latenza, frequenze, grafici, banda, potenza di trasmissione)?- mi sembra impossibile che il dlink non abbia un filtro selettivo per il canale di frequenza usato, a che serve un filtro esterno?- tutto questo sbattimento solo per uan webcam con una risoluzione pessima, o ci fate anche qualcosa di interessante?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è una grande novità...
        Ti sembrerà impossibile ma funziona tutto e lo abbiamo fatto solo per la CAM a bassa risoluzione :DNon abbiamo provato distanze maggiori semplicemente perchè non ci serviva al nostro scopo anche se come hai visto dai post già qualcuno lo ha fatto... :pD'altra parte, cosa ti aspetti da chi (la comunità dei radioamatori) ha qualche satellite attivo in orbita solo per divertirsi? ;)CiaoPaolo
  • Anonimo scrive:
    è qui che si usano le famose "cantenne"?
    o non c'entrano niente?http://www.super-web.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=124
    • Anonimo scrive:
      Re: è qui che si usano le famose "canten
      - Scritto da:
      o non c'entrano niente?
      http://www.super-web.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1meglio una parabola gregoriana.
    • Anonimo scrive:
      Re: è qui che si usano le famose "canten
      Si !!! Le catenne di Sant Antonio !!!!! :-)
Chiudi i commenti