Xbox, effetti sonori al Dolby Digital

Dolby e Microsoft sostengono di offrire per la prima volta nel mondo delle console da gioco la codifica Dolby Digital 5.1 in tempo reale, applicabile anche durante le fasi di gioco. A patto di possedere un impianto di home theater


Milano – Le console di nuova generazione devono ormai confrontarsi con un pubblico molto esigente, che non guarda più solo alla grafica, ma pretende esperienze di gioco quanto mai coinvolgenti.

E così, se Sony decise già oltre un anno fa di integrare l’audio AC-3 Dolby Digital nella sua Playstation 2, Microsoft ha ora annunciato l’adozione in Xbox del nuovo Dolby Interactive Content Encoder, una tecnologia per la codifica in tempo reale nel formato Dolby Digital 5.1 delle tracce audio multicanale.

Primo sistema di codifica di questo genere, Dolby Interactive Content Encoder introduce la codifica Dolby Digital in tempo reale nel mondo delle console, offrendo agli appassionati di videogame la possibilità di sfruttare al meglio i propri sistemi audio home theater.

Xbox, il cui rilascio in Giappone e negli Stati Uniti è previsto per il prossimo autunno, sarà, secondo Microsoft, il primo sistema per videogiochi a offrire questa tecnologia audio. Il big di Redmond sostiene infatti che “tutti gli altri prodotti della categoria sono in grado di utilizzare la tecnologia Dolby Digital 5.1 soltanto durante la riproduzione di scene non interattive”, mentre il Dolby Interactive Content Encoder consentirà a Xbox di effettuare la codifica Dolby Digital 5.1 anche durante le fasi di gioco.

“Il ricorso alle tecnologie Dolby nelle piattaforme per videogiochi è in costante aumento. È quindi con gioia che diamo a Microsoft il benvenuto nella grande famiglia dei licenziatari Dolby”, ha dichiarato Richard Hockenbrock, Vice President of Licensing Operations dei Dolby Laboratories. “Dolby Interactive Content Encoder Streaming, capostipite di una nuova famiglia di tecnologie rivoluzionarie, segna l’inizio di una nuova era nell’audio multicanale interattivo”.

“Abbiamo deciso di incorporare la tecnologia Dolby Interactive Content Encoder in Xbox soprattutto in considerazione della sua esclusiva capacità di garantire ai giocatori esperienze audio multicanale uniche e totalmente coinvolgenti”, ha commentato J. Allard, General Manager, Xbox Platform di Microsoft. “Siamo orgogliosi del fatto che Xbox sia la prima console per videogiochi a offrire la qualità degli effetti Dolby Digital in tempo reale anche durante le fasi di gioco”.

Integrato nel Media Communications Processor di Xbox, Dolby Interactive Content Encoder permette la riproduzione ottimale a bassa latenza dei segnali audio multicanale Dolby Digital 5.1 sui sistemi home theater, assicurando, a detta di Microsoft, effetti sonori di gioco della stessa qualità dell’audio DVD e senza nessuna perdita di prestazioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    L'Open Source Avanza
    Vedo che la squadra di fedeli a Windows è molto grande e convinta, più che altro per mancanza di esperienza credo.La maggiore critica che ho sentito è la mancanza di supporto. Beh oramai quasi tutte le grandi aziende (eccezzion fatta per Microsoft e Abode) stanno facendo i conti con l'Open Source.Come mai l'IBM ha investito più di un miliardo di dollari su Linux?Inoltre sono tante le piccole aziende in Italia che offrono supporto ai sistemi Open Source.Anche la comunità europea sta dando credito al movimento Open Source, e ha creato un gruppo di studio che ha prodotto un bel documento che vi consiglio di leggere:http://eu.conecta.it/paper/L'Open Source, come dimostrano vari sondaggi ( http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=35731 ), si sta sviluppando soprattutto grazie alla sua affidabilità e flessibilità.E questo nonostante l'enorme forza commerciale di Microsoft e Company! Con una forza di vendita del genere si può vendere veramente di tutto :-)Comunque la mano invisibile del mercato, dovrebbe aggiustare tutto.... anche se c'è chi dice "Se il libero mercato funziona, com'è che ci sono tanti ricchi stupidi?".Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Open Source Avanza
      - Scritto da: Luca
      Vedo che la squadra di fedeli a Windows è
      molto grande e convinta, più che altro per
      mancanza di esperienza credo.Scusa, ma chi sei per arrogarti il diritto di giudicare?
      La maggiore critica che ho sentito è la
      mancanza di supporto. Beh oramai quasi tutte
      le grandi aziende (eccezzion fatta per
      Microsoft e Abode) stanno facendo i conti
      con l'Open Source.
      Come mai l'IBM ha investito più di un
      miliardo di dollari su Linux?Per prenderne il controllo e trasformarlo in una piattaforma sempre open (così non deve pagare direttamente gli sviluppatori) ma pilotarne l'indirizzo e tagliare fuori la concorrenza (MS e Sun in primis). Credete veramente che un'azienda che ha fatto l'anno scorso 26 miliardi di dollari di software voglia cominciare a regalarlo?
      Inoltre sono tante le piccole aziende in
      Italia che offrono supporto ai sistemi Open
      Source.
      Anche la comunità europea sta dando credito
      al movimento Open Source, e ha creato un
      gruppo di studio che ha prodotto un bel
      documento che vi consiglio di leggere:
      http://eu.conecta.it/paper/

      L'Open Source, come dimostrano vari sondaggi
      (
      http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=35731

      E questo nonostante l'enorme forza
      commerciale di Microsoft e Company! Con una
      forza di vendita del genere si può vendere
      veramente di tutto :-)Guarda che Windows si vende da solo. Te lo dico per esperienza. Sono i prodotti (Exchange, SQL Server) ma soprattutto il modello applicativo COM che bisogna combattere per vendere.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Open Source Avanza
        Ancora con questa storia? Perchè non provi a documentarti prima di dire cose che non sai?Però poi non dire che nessuno ha cercato di spiegartelo...
        Per prenderne il controllo e trasformarlo in
        una piattaforma sempre open (così non deve
        pagare direttamente gli sviluppatori) ma
        pilotarne l'indirizzo e tagliare fuori la
        concorrenza (MS e Sun in primis). Credete
        veramente che un'azienda che ha fatto l'anno
        scorso 26 miliardi di dollari di software
        voglia cominciare a regalarlo?
  • Anonimo scrive:
    Percentuali e modo di leggerle
    Qualcuno ha notato che la crescita di Apache dal 60.25 al 62.55 è una crescita del 3.8% mentre la crescita di IIS dal 19.75 al 20.64 del mercato corrisponde ad una crescita del 4.5%?Quindi in realtà i numeri dicono che IIS è cresciuto di più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Percentuali e modo di leggerle
      - Scritto da: Darth Vader
      Qualcuno ha notato che la crescita di Apache
      dal 60.25 al 62.55 è una crescita del 3.8%
      mentre la crescita di IIS dal 19.75 al 20.64
      del mercato corrisponde ad una crescita del
      4.5%?

      Quindi in realtà i numeri dicono che IIS è
      cresciuto di più.fammi indovinare... avevi 3 in matematica a scuola vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: Percentuali e modo di leggerle
        Sono laureato in matematica.Il passaggio dal 60.25% al 62.55% del mercato corrisponde a una crescita relativa del 3.8% (contro una crescita assoluta del 2.3%).Il passaggio dal dal 19.75% al 20.64% del mercato corrisponde a una crescita relativa del 4.5% (contro una crescita assoluta del 0.89%).Vale a dire che ci vuole di più a incrementare dal 19.75% al 20.64% che dal 60.25% al 62.55%. Guarda che non ci va una laurea per fare questi conti.Direi che seppure scarsino come consulente informatico saresti veramente disastroso come consulente finanziario. Secondo te è meglio comprare un'azione che passa da ?60.25 a ?62.55 invece che una che passa da dal ?19.75 al ?20.64? Ti comunico che il tuo investimento sarebbe in positivo, ma non quanto lo sarebbe se avessi comprato l'azione da ?19.75.Oppure c'è pure un movimento di Open Mathematics che sovverte le basi dell'aritmetica? E immagino che Bill Gates abbia messo il copyright sui teoremi e gli assiomi?Voi integralisti non cedete nemmeno davanti all'evidenza dei numeri, incredibile!- Scritto da: munehiro


        - Scritto da: Darth Vader

        Qualcuno ha notato che la crescita di
        Apache

        dal 60.25 al 62.55 è una crescita del 3.8%

        mentre la crescita di IIS dal 19.75 al
        20.64

        del mercato corrisponde ad una crescita
        del

        4.5%?



        Quindi in realtà i numeri dicono che IIS è

        cresciuto di più.

        fammi indovinare... avevi 3 in matematica a
        scuola vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: Percentuali e modo di leggerle
          - Scritto da: Darth Vader
          Voi integralisti non cedete nemmeno davanti
          all'evidenza dei numeri, incredibile!Grande!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Percentuali e modo di leggerle
          - Scritto da: Darth Vader
          Sono laureato in matematica.con 66?

          Il passaggio dal 60.25% al 62.55% del
          mercato corrisponde a una crescita relativa
          del 3.8% (contro una crescita assoluta del
          2.3%).

          Il passaggio dal dal 19.75% al 20.64% del
          mercato corrisponde a una crescita relativa
          del 4.5% (contro una crescita assoluta del
          0.89%).

          Vale a dire che ci vuole di più a
          incrementare dal 19.75% al 20.64% che dal
          60.25% al 62.55%.

          Guarda che non ci va una laurea per fare
          questi conti.

          Direi che seppure scarsino come consulente
          informatico saresti veramente disastroso
          come consulente finanziario. Secondo te è
          meglio comprare un'azione che passa da
          ?52.06 a ?55.26 invece che una che passa da
          dal ?57.91 al ?46.02? Ti comunico che il tuo
          investimento sarebbe in positivo, ma non
          quanto lo sarebbe se avessi comprato
          l'azione da ?57.91.

          Oppure c'è pure un movimento di Open
          Mathematics che sovverte le basi
          dell'aritmetica? E immagino che Bill Gates
          abbia messo il copyright sui teoremi e gli
          assiomi?

          Voi integralisti non cedete nemmeno davanti
          all'evidenza dei numeri, incredibile!beh... se ci fosse stata una sola macchina con IIS e improvvisamente fossero cresciute a 3, allora la presenza relativa di IIS sarebbe triplicata, ma restano poche comunque. a me pare che fare un conto relativo sia una cosa a dir poco stupida in un contesto in cui si guarda all'assoluto. Cmq, se vuoi credere quello che vuoi credere solo per il gusto di dire che IIS e' figo potente e diffusissimo, fai pure... tanto io continuo ad usare linux, e tu continui ad usare windows, ma resta il fatto che i numeri sono questi17932251-17238004 = 694247 macchine apache in piu'5918319-5650634 = 267685 macchine IIS in piu'
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: munehiro


            - Scritto da: Darth Vader

            Sono laureato in matematica.

            con 66?110, mi spiace.




            beh... se ci fosse stata una sola macchina
            con IIS e improvvisamente fossero cresciute
            a 3, allora la presenza relativa di IIS
            sarebbe triplicata, ma restano poche
            comunque. a me pare che fare un conto
            relativo sia una cosa a dir poco stupida in
            un contesto in cui si guarda all'assoluto.Ma non siete voi che avete sbandierato per settimane la crescita del 25% di Linux che è passato da un 1 virgola a un 1 virgola qualcosa in più? Quella era una crescita relativa, non vi sembra stupido guardare alla crescita relativa in un contesto in cui si guarda all'assoluto? O i numeri positivi sono positivi solo quando parlano di Linux? Anche qui siamo all'Open Mathematics?
            Cmq, se vuoi credere quello che vuoi credere
            solo per il gusto di dire che IIS e' figo
            potente e diffusissimo, fai pure... tanto io
            continuo ad usare linux, e tu continui ad
            usare windows, ma resta il fatto che i
            numeri sono questiE' figo, potente e diffusissimo. Tanto è vero che le percentuali relative alle grandi aziende o ai server SSL raccontano qualcosa di molto diverso. La stragrande maggioranza dei siti web che fanno questa statistica sono server di minuscoli siti che sicuramente la dicono lunga sull'importanza che i prezzi del SW hanno presso queste realtà, ma non dicono nulla sul valore effettivo della piattaforma linux+apache.

            17932251-17238004 = 694247 macchine apache
            in piu'

            5918319-5650634 = 267685 macchine IIS in piu'Allora i conti li sai fare! Impara anche a interpretarli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Per me le chiacchere stanno a zero.IIS è la rovina di decine di siti,dato che i suoi bugs sono sfruttatissimi dai security crackers.Andate a dirlo al Sysadmin di Banca Generali o altri che IIS è + o - diffuso.Vedete se nn l'hanno subito patchato con la caghetta in mano e una bella lettera di licenziamenyto pronta ad essere imbucata...Con questo nn voglio dire che Linux ne sia esente,anzi, ma se nn altro Apache è uno dei demoni ( servizi ) con meno bugs
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Be' si vede che la cosa non risulta a quella maggioranza di siti che ha scelto IIS proprio per i siti SSL cioè quelli dove c'è bisogno di sicurezza. Anche per me vale quello che dici tu cioè nemmeno IIS è esente da bachi.Per quanto riguarda il caso che hai citato, io ti posso fare l'esempio di una delle prime tre banche italiane (non cito il nome per privacy) dove hanno linux sul proxy esterno. Bene, hanno fatto delle prove di intrusione da parte di un'azienda specializzata nel settore: li hanno bucati in meno di mezza giornata.Un sito mal configurato non dipende dalla piattaforma ma dal sysadmin.- Scritto da: {Cujo}
            Per me le chiacchere stanno a zero.IIS è la
            rovina di decine di siti,dato che i suoi
            bugs sono sfruttatissimi dai security
            crackers.Andate a dirlo al Sysadmin di Banca
            Generali o altri che IIS è + o -
            diffuso.Vedete se nn l'hanno subito patchato
            con la caghetta in mano e una bella lettera
            di licenziamenyto pronta ad essere
            imbucata...
            Con questo nn voglio dire che Linux ne sia
            esente,anzi, ma se nn altro Apache è uno dei
            demoni ( servizi ) con meno bugs
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Invece i siti con NT li bucano in mezza...ora.Non vale solo il voto di laurea, ma piuttosto se hai capito quello che hai studiato.- Scritto da: Darth Vader
            Be' si vede che la cosa non risulta a quella
            maggioranza di siti che ha scelto IIS
            proprio per i siti SSL cioè quelli dove c'è
            bisogno di sicurezza. Anche per me vale
            quello che dici tu cioè nemmeno IIS è esente
            da bachi.

            Per quanto riguarda il caso che hai citato,
            io ti posso fare l'esempio di una delle
            prime tre banche italiane (non cito il nome
            per privacy) dove hanno linux sul proxy
            esterno. Bene, hanno fatto delle prove di
            intrusione da parte di un'azienda
            specializzata nel settore: li hanno bucati
            in meno di mezza giornata.

            Un sito mal configurato non dipende dalla
            piattaforma ma dal sysadmin.

            - Scritto da: {Cujo}

            Per me le chiacchere stanno a zero.IIS è
            la

            rovina di decine di siti,dato che i suoi

            bugs sono sfruttatissimi dai security

            crackers.Andate a dirlo al Sysadmin di
            Banca

            Generali o altri che IIS è + o -

            diffuso.Vedete se nn l'hanno subito
            patchato

            con la caghetta in mano e una bella
            lettera

            di licenziamenyto pronta ad essere

            imbucata...

            Con questo nn voglio dire che Linux ne sia

            esente,anzi, ma se nn altro Apache è uno
            dei

            demoni ( servizi ) con meno bugs
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Perché solo tu consideri ancora NT. Qui si sta parlando di Windows 2000. Se non sei aggiornato sono problemi tuoi.Il voto di laurea non vale, sono d'accordo. Ma non conta se capisci quello che hai studiato, ma se lo sai applicare. E qui mi sembra che siamo proprio in questo caso. L'aritmetica si conosce ma non la si sa applicare (ma è un caso di cecità integralista: se fossero soldi ti garantisco che il/gli interessati dimostrerebbero una attitudine ben diversa!)- Scritto da: Luke Skywalker
            Invece i siti con NT li bucano in
            mezza...ora.

            Non vale solo il voto di laurea, ma
            piuttosto se hai capito quello che hai
            studiato.

            - Scritto da: Darth Vader

            Be' si vede che la cosa non risulta a
            quella

            maggioranza di siti che ha scelto IIS

            proprio per i siti SSL cioè quelli dove
            c'è

            bisogno di sicurezza. Anche per me vale

            quello che dici tu cioè nemmeno IIS è
            esente

            da bachi.



            Per quanto riguarda il caso che hai
            citato,

            io ti posso fare l'esempio di una delle

            prime tre banche italiane (non cito il
            nome

            per privacy) dove hanno linux sul proxy

            esterno. Bene, hanno fatto delle prove di

            intrusione da parte di un'azienda

            specializzata nel settore: li hanno bucati

            in meno di mezza giornata.



            Un sito mal configurato non dipende dalla

            piattaforma ma dal sysadmin.



            - Scritto da: {Cujo}


            Per me le chiacchere stanno a zero.IIS
            è

            la


            rovina di decine di siti,dato che i
            suoi


            bugs sono sfruttatissimi dai security


            crackers.Andate a dirlo al Sysadmin di

            Banca


            Generali o altri che IIS è + o -


            diffuso.Vedete se nn l'hanno subito

            patchato


            con la caghetta in mano e una bella

            lettera


            di licenziamenyto pronta ad essere


            imbucata...


            Con questo nn voglio dire che Linux ne
            sia


            esente,anzi, ma se nn altro Apache è
            uno

            dei


            demoni ( servizi ) con meno bugs
          • Anonimo scrive:
            Re: Ragazzi non vi fermate!
            Questo scontro tra amici (?!)è fantastico! mi sto divertendo un zacco, avanti così! impareggiabile!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ragazzi non vi fermate!
            Urka. Ma allora partecipa. Più siamo più ci divertiamo.- Scritto da: wup
            Questo scontro tra amici (?!)è fantastico!
            mi sto divertendo un zacco, avanti così!
            impareggiabile!
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            Perché solo tu consideri ancora NT. Qui si
            sta parlando di Windows 2000. Se non sei
            aggiornato sono problemi tuoi.al modico prezzo di ...
            applicare (ma è un caso di cecità
            integralista: se fossero soldi ti garantisco
            che il/gli interessati dimostrerebbero una
            attitudine ben diversa!)giusto... allora parliamo di soldi.situazione 1:tizio : "Mi hanno triplicato lo stipendio!!"moglie: "davvero!?"tizio : "si'! prima prendevo 100.000 lire adesso ne prendo 300.000"--------------situazione 2:tizio : "Mi hanno raddoppiato lo stipendio!!"moglie: "davvero?!"tizio : "si'! prima prendevo 10 milioni ora ne prendo 20"-----lo stipendio e' triplicato in un caso, raddoppiato nell'altro. Ma credo che sia quello a cui e' "solo" raddoppiato che sta meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            Un sito mal configurato non dipende dalla
            piattaforma ma dal sysadmin.I bug non li può correggere il sys-admin(tantopiù se usa MS, visto che non è free e quindi non ha a disposizione i sorgenti)
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Vogliamo andare a vedere quanto dei problemi che si lamentano su NT sono dovuti a bug e quanti a gestioni fatte col culo da sysadmin incapaci? E quanti dei sysadmin sono disposti ad ammettere di essere incapaci?- Scritto da: .oOo.

            - Scritto da: Darth Vader


            Un sito mal configurato non dipende dalla

            piattaforma ma dal sysadmin.

            I bug non li può correggere il sys-admin
            (tantopiù se usa MS, visto che non è free e
            quindi non ha a disposizione i sorgenti)
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            Vogliamo andare a vedere quanto dei problemi
            che si lamentano su NT sono dovuti a bug e
            quanti a gestioni fatte col culo da sysadmin
            incapaci? E quanti dei sysadmin sono
            disposti ad ammettere di essere incapaci?Chi è che li certifica? Non certo io: li certifica MS. Cmq non mi interessa andare a vedere "quanto così" e "quanto cosà": ho semplicemente esposto una mia considerazione sulla tipologia dei problemi (cmq con uno degli ultimi bachi scovati sul protocollo smb, non c'è sicuramente da stgare sicuri...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Certo, certo. Si diceva così anche cinque anni fa. E non mi pare che NT abbia fallito in questi 5 anni.- Scritto da: .oOo.

            - Scritto da: Darth Vader

            Vogliamo andare a vedere quanto dei
            problemi

            che si lamentano su NT sono dovuti a bug e

            quanti a gestioni fatte col culo da
            sysadmin

            incapaci? E quanti dei sysadmin sono

            disposti ad ammettere di essere incapaci?

            Chi è che li certifica? Non certo io: li
            certifica MS. Cmq non mi interessa andare a
            vedere "quanto così" e "quanto cosà": ho
            semplicemente esposto una mia
            considerazione sulla tipologia dei problemi
            (cmq con uno degli ultimi bachi scovati sul
            protocollo smb, non c'è sicuramente da
            stgare sicuri...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            Certo, certo. Si diceva così anche cinque
            anni fa. E non mi pare che NT abbia fallito
            in questi 5 anni.E perchè mai dovrebbe fallire?Non mettermi in bocca parole che non ho detto e non cambiare discorso...Gli estremi del problema erano ben chiari: non travisare le mie parole.Dopotutto le percentuali di mercato per MS in questi 5 anni non sono certo salite (visto che ti piace tanto fare i conti con le percentuali...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            E' figo, potente e diffusissimo. Tanto è
            vero che le percentuali relative alle grandi
            aziende o ai server SSL raccontano qualcosa
            di molto diverso.e la cosa mi preoccupa, se una assicurazione o una banca mette tutto la sua sicurezza in mano a microsoft. poi salta fuori che qualche programmatore microsoft ha messo una bella backdoor e improvvisamente microsoft (o meglio, quel programmatore) possiede quella banca. Svegliati va.
            La stragrande maggioranza
            dei siti web che fanno questa statistica
            sono server di minuscoli siti che
            sicuramente la dicono lunga sull'importanza
            che i prezzi del SW hanno presso queste
            realtà, ma non dicono nulla sul valore
            effettivo della piattaforma linux+apache.bene... allora guardiamoci un po' intorno ok?The site www.deja.com is running GWS/1.10 on Linux.The site www.google.com is running GWS/1.10 on Linux.The site www.altavista.com is running unknown on LinuxThe site www.yahoo.com is running unknown on FreeBSDThe site www.oreilly.com is running Apache/1.3.14 (Unix) PHP/4.0.4 on LinuxThe site www.amazon.com is running Stronghold/2.4.2 Apache/1.3.6 C2NetEU/2412 (Unix) on Linux.The site www.libero.it is running Apache/1.3.12 (Unix) PHP/4.0.1pl2 on LinuxThe site www.dada.it is running Apache/1.3.3 (Unix) FrontPage/3.0.4.2 on LinuxThe site www.tin.it is running Netscape-Enterprise/2.01 on SolarisThe site www.arianna.it is running Apache/1.3.12 (Unix) PHP/4.0.1pl2 on Linuxcome vedi... dove c'e' da fare il lavoro serio, pesante, e l'affidabilita' non e' un giochino, di microsoft ce n'e' poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: munehiro


            - Scritto da: Darth Vader

            E' figo, potente e diffusissimo. Tanto è

            vero che le percentuali relative alle
            grandi

            aziende o ai server SSL raccontano
            qualcosa

            di molto diverso.

            e la cosa mi preoccupa, se una assicurazione
            o una banca mette tutto la sua sicurezza in
            mano a microsoft. poi salta fuori che
            qualche programmatore microsoft ha messo una
            bella backdoor e improvvisamente microsoft
            (o meglio, quel programmatore) possiede
            quella banca. Svegliati va.Esperienza fatta quest'anno da una delle prime banche italiane. Proxy usato: Squid su Linux. Richiesta consulenza per prova di penetrabilità. Tempo usato per violare il proxy: 4 ore.


            La stragrande maggioranza

            dei siti web che fanno questa statistica

            sono server di minuscoli siti che

            sicuramente la dicono lunga
            sull'importanza

            che i prezzi del SW hanno presso queste

            realtà, ma non dicono nulla sul valore

            effettivo della piattaforma linux+apache.

            bene... allora guardiamoci un po' intorno ok?

            The site www.deja.com is running GWS/1.10 on
            Linux.
            The site www.google.com is running GWS/1.10
            on Linux.
            The site www.altavista.com is running
            unknown on Linux
            The site www.yahoo.com is running unknown on
            FreeBSD
            The site www.oreilly.com is running
            Apache/1.3.14 (Unix) PHP/4.0.4 on Linux
            The site www.amazon.com is running
            Stronghold/2.4.2 Apache/1.3.6 C2NetEU/2412
            (Unix) on Linux.
            The site www.libero.it is running
            Apache/1.3.12 (Unix) PHP/4.0.1pl2 on Linux
            The site www.dada.it is running Apache/1.3.3
            (Unix) FrontPage/3.0.4.2 on Linux
            The site www.tin.it is running
            Netscape-Enterprise/2.01 on Solaris
            The site www.arianna.it is running
            Apache/1.3.12 (Unix) PHP/4.0.1pl2 on LinuxVai avanti, magari una VERA grande azienda riesci a nominarla. Te ne dico qualcuna io (non è detto che usino necessariamente Microsoft, è solo per farti capire cosa intendo per grandi aziende)BoeingDellCompaqFordHPIBMWarner BrosDisneyMerryl LinchNasdaqMicrosoft (lo so, lo so. ma guarda quanti accessi hanno)MSNBS (anche qui c'entra MS ma è comunque il primo sito americano di news, davanti anche a CNN)Oppure in ItaliaFIATPirelliSan Paolo IMIBanca IntesaUnicreditoRaiMediasetOmnitelMe ne sono certamente dimenticate molte, ma guarda quante di queste usano Linux. E che percentuale ha Apache tra questi.Poi, se vuoi, c'è pure il mio sito porno preferito che usa Linux. Ma lo metteresti nel numero delle grandi aziende?

            come vedi... dove c'e' da fare il lavoro
            serio, pesante, e l'affidabilita' non e' un
            giochino, di microsoft ce n'e' poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle

            Esperienza fatta quest'anno da una delle
            prime banche italiane. Proxy usato: Squid su
            Linux. Richiesta consulenza per prova di
            penetrabilità. Tempo usato per violare il
            proxy: 4 ore.tempo usato per violare visa.de (Microsoft-IIS/4.0 on NT4/Windows 98) 5 minuti.
            Vai avanti, magari una VERA grande azienda
            riesci a nominarla. Te ne dico qualcuna io
            (non è detto che usino necessariamente
            Microsoft, è solo per farti capire cosa
            intendo per grandi aziende)

            BoeingThe site www.boeing.com is running Netscape-Enterprise/3.6 SP2 on Solaris.
            Dell
            Compaq
            Fordquesti sono di microsoft. allora potevo metterti rackspace tawthe slashdot ... basta leggere su netcraft.
            HPThe site www.hp.com is running Apache/1.3.9 (Unix) mod_fastcgi/2.2.2 on HP-UX
            IBMThe site www.ibm.com is running IBM_HTTP_Server/1.3.12.1 Apache/1.3.12 (Unix) on AIX.
            Warner BrosThe site www.warnerbros.com is running Netscape-Enterprise/3.6 SP3 on Solaris.
            DisneyThe site www.disney.com is running Netscape-Enterprise/3.6 SP3 on Solaris
            Merryl Linchnon so l'url
            Nasdaqmicrosoft + IIS, e si e' visto.
            Microsoft (lo so, lo so. ma guarda quanti
            accessi hanno)Apache su linux ;Daccessi... hanno un cisco redirector in round robin... possono metterci anche un cluster di 386 con windows 2000...
            MSNBS (anche qui c'entra MS ma è comunque il
            primo sito americano di news, davanti anche
            a CNN)The site www.cnn.com is running Netscape-Enterprise/4.1 on Solaris
            Oppure in Italia
            FIATThe site www.fiat.com is running Microsoft-IIS/4.0 on NT4/Windows 98
            PirelliThe site www.pirelli.com is running Apache/1.3.14 (Unix) on HP-UX
            San Paolo IMIThe site www.sanpaolo.it is running Netscape-Enterprise/3.6 SP3 on unknown
            Banca Intesanon so l'url
            UnicreditoThe site www.unicredito.it is running Microsoft-IIS/4.0 on NT4/Windows 98.e si e' visto...
            RaiThe site www.rai.it is running Netscape-Enterprise/4.1 on Solaris
            Mediasetusano windoze 2000 da 20 giorni. prima usavano solaris
            Omnitelwindoze
            Me ne sono certamente dimenticate molte, ma
            guarda quante di queste usano Linux. E che
            percentuale ha Apache tra questi.beh... netcraft dice il contrario, e ad ogni modo anche se gran parte fossero sitini del ca22o, vorresti forse dire che solo chi ha i soldi per permettersi win2000 server + IIS puo' aprire un sito? mi pare un atteggiamento molto .. come dire... stupido? ma forse chi legge puo' trovare un aggettivo piu' calzante. apache ti garantisce un'efficienza maggiore di quella ciofeca di iis, ad un costo _decisamente_ minore, e funziona su macchine desktop, su grossi mainframe, sui cluster di un motore di ricerca, su qualsiasi sistema operativo conosciuto (si'.. anche sul tuo adorato windoze, perche' il mondo opensource non e' razzista e monopolizzante come il vostro)
            Poi, se vuoi, c'è pure il mio sito porno
            preferito che usa Linux. Ma lo metteresti
            nel numero delle grandi aziende?beh... pensando a quanti soldi gli darai... penso di si'.password crackate? ma non eri quello che registrava anche il winzip?
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Caro munehiro,cerca di smettere di controbattere a questo modo a Dartvà...me lo smonti e lo fai passar male.Non si deve stravincere.Dartvà...senza offesa!...Capitola!ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            Esperienza fatta quest'anno da una delle
            prime banche italiane. Proxy usato: Squid su
            Linux. Richiesta consulenza per prova di
            penetrabilità. Tempo usato per violare il
            proxy: 4 ore.Premesso che tutto è penetrabile, *nux se configurato per bene da gente che ha i contro-co@@ioni è difficile da penetrare; al contrario MS ha molti più bug e backdoor ai quali anche il più bravo amministratore non può porre rimedio.

            bene... allora guardiamoci un po' intorno

            ok?



            The site [...]

            Vai avanti, magari una VERA grande azienda
            riesci a nominarla. Al di là della *vera grande azienda*, ci sono siti che ha senso proteggere e altri no, a seconda del tipo di dati che contengono...
            Te ne dico qualcuna io
            (non è detto che usino necessariamente
            Microsoft, è solo per farti capire cosa
            intendo per grandi aziende)Infatti ben poche di quelle citate usano MS(magra figura... :)
            [...]

            Poi, se vuoi, c'è pure il mio sito porno
            preferito che usa Linux. Ma lo metteresti
            nel numero delle grandi aziende?Sicuramente il tuo sito porno preferito contiene più dati riservati (magari anche i numeri di carte di credito) dei siti di molte *grandi aziende* (che servono solo per fare pubblicità), quindi necessita di maggiore protezione...ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: .oOo.

            Infatti ben poche di quelle citate usano MS
            (magra figura... :)
            Si stava parlando di Linux + Apache oppure ho capito male io?
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader

            Infatti ben poche di quelle citate usano

            MS (magra figura... :)


            Si stava parlando di Linux + Apache oppure
            ho capito male io?Forse ho capito male io, cmq tu ti chiedevi: "Vai avanti, magari una VERA grande azienda riesci a nominarla. Te ne dico qualcuna io (non è detto che usinonecessariamente Microsoft, è solo per farti capire cosa intendo per grandi aziende)",...sostenendo che probabilmente (secondo te e in base a come ho interpretato io) le *vere aziende* utilizzano MS.Cmq, tanto per mettere altra carne al fuoco, notizia fresca fresca di stamattina:"Il servizio di patches che M$ mette sul web a disposizione dei suoi partner per incrementare la sicurezza e risolvere bugs e virus vari è stato messo fuori uso da un vecchio virus denominato Fun Love. Il virus è in giro dal 1999"Ogni commento è superfluo :)ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Percentuali e modo di leggerle
          - Scritto da: Darth Vader
          Sono laureato in matematica.ROTFL...
          Il passaggio dal 60.25% al 62.55% del
          mercato corrisponde a una crescita relativa
          del 3.8% (contro una crescita assoluta del
          2.3%).
          Il passaggio dal dal 19.75% al 20.64% del
          mercato corrisponde a una crescita relativa
          del 4.5% (contro una crescita assoluta del
          0.89%).
          Vale a dire che ci vuole di più a
          incrementare dal 19.75% al 20.64% che dal
          60.25% al 62.55%. Quindi chi entra nel mercato (e quindi parte da zero), se anche conquistasse lo 0,0001% del mercato avrebbe una crescita *infinita* e quindi, secondo il tuo ragionamento, sarebbe "il più bravo di tutti"... ma facci il piacere va...
          Guarda che non ci va una laurea per fare
          questi conti.appunto: ci vuole un po' di buon senso, quello che tu non dimostri *interpretando* i dati in questo modo.
          Direi che seppure scarsino come consulente
          informatico saresti veramente disastroso
          come consulente finanziario. Secondo te è
          meglio comprare un'azione che passa da
          ?60.25 a ?62.55 invece che una che passa da
          dal ?19.75 al ?20.64? Ti comunico che il tuo
          investimento sarebbe in positivo, ma non
          quanto lo sarebbe se avessi comprato
          l'azione da ?19.75.Le azioni hanno un valore assoluto, mentre noi si stava parlando di percentuali; non ha senso fare una percentuale di percentuale quando si fanno considerazioni riguardo le distribuzioni di mercato, e questo è un concetto che non rigurada né la matematica né l'informatica...
    • Anonimo scrive:
      Re: Percentuali e modo di leggerle
      quanto ti pagano per scrivere queste menate?- Scritto da: Darth Vader
      Qualcuno ha notato che la crescita di Apache
      dal 60.25 al 62.55 è una crescita del 3.8%
      mentre la crescita di IIS dal 19.75 al 20.64
      del mercato corrisponde ad una crescita del
      4.5%?

      Quindi in realtà i numeri dicono che IIS è
      cresciuto di più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Percentuali e modo di leggerle
      - Scritto da: Darth Vader
      Qualcuno ha notato che la crescita di Apache
      dal 60.25 al 62.55 è una crescita del 3.8%
      mentre la crescita di IIS dal 19.75 al 20.64
      del mercato corrisponde ad una crescita del
      4.5%?

      Quindi in realtà i numeri dicono che IIS è
      cresciuto di più.Una percentuale di percentuale...Qualsiasi cosa pur di dare ragione a MS...Tu hai dei problemi seri...ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Percentuali e modo di leggerle
        Come ho avuto modo di far notare a qualcuno in questo stesso therad, quando valuti il guadagno di un titolo vai a vedere proprio la crescita relativa non quella assoluta. E' la tendenza che conta. Matematicamente, conta la derivata.Ma qui mi sembra che l'unica tendenza sia quella di darsi le pacche sulle spalle da soli da parte dei linuxiani... pardon, degli antiMicrosoftiani.- Scritto da: .oOo.

        - Scritto da: Darth Vader

        Qualcuno ha notato che la crescita di
        Apache

        dal 60.25 al 62.55 è una crescita del 3.8%

        mentre la crescita di IIS dal 19.75 al
        20.64

        del mercato corrisponde ad una crescita
        del

        4.5%?



        Quindi in realtà i numeri dicono che IIS è

        cresciuto di più.

        Una percentuale di percentuale...
        Qualsiasi cosa pur di dare ragione a MS...

        Tu hai dei problemi seri...

        ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Percentuali e modo di leggerle
          - Scritto da: Darth Vader
          Come ho avuto modo di far notare a qualcuno
          in questo stesso therad, quando valuti il
          guadagno di un titolo vai a vedere proprio
          la crescita relativa non quella assoluta. E'
          la tendenza che conta. Matematicamente,
          conta la derivata.Se la somma fa sempre 100 (visto che stiamo parlando di percentuali) non ha senso parlare di derivate, perchè non stiamo ragionando in valori assoluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Che cazzo vuol dire? Sentito mai parlare di dominio di una funzione? Mica deve essere per forza lo stesso per tutte le funzioni! Il concetto di derivata non è mica dipendente dal dominio della funzione. Lo è la sua esistenza. Ma dove la funzione è definita il concetto di derivata è lo stesso.- Scritto da: .oOo.

            - Scritto da: Darth Vader

            Come ho avuto modo di far notare a
            qualcuno

            in questo stesso therad, quando valuti il

            guadagno di un titolo vai a vedere proprio

            la crescita relativa non quella assoluta.
            E'

            la tendenza che conta. Matematicamente,

            conta la derivata.

            Se la somma fa sempre 100 (visto che stiamo
            parlando di percentuali) non ha senso
            parlare di derivate, perchè non stiamo
            ragionando in valori assoluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            Che cazzo vuol dire? Vuol dire che non puoi applicare concetti puramente matematici in questo campo
            Sentito mai parlare di
            dominio di una funzione? Mica deve essere
            per forza lo stesso per tutte le funzioni!Si, ma non c'entra nulla: non ha senso applicare questi concetti... altrimenti definiscimi matematicamente *tutto* il problema (se ci riesci)
            Il concetto di derivata non è mica
            dipendente dal dominio della funzione.Certo, ma allora chi entra nel mercato (e quindi parte da zero), se anche conquistasse lo 0,0001% del mercato avrebbe una crescita *infinita* e quindi, secondo il tuo ragionamento, sarebbe "il più bravo di tutti"... ma facci il piacere va...Ci vuole un po' di buon senso, quello che tu non dimostri *interpretando* i dati in questo modo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: .oOo.

            - Scritto da: Darth Vader


            Che cazzo vuol dire?

            Vuol dire che non puoi applicare concetti
            puramente matematici in questo campo Eh, già. Siccome si sta parlando di teologia, la matematica non c'entra nulla, vero?


            Sentito mai parlare di

            dominio di una funzione? Mica deve essere

            per forza lo stesso per tutte le funzioni!

            Si, ma non c'entra nulla: non ha senso
            applicare questi concetti... altrimenti
            definiscimi matematicamente *tutto* il
            problema (se ci riesci)OK. Quanto me la paghi la consulenza?


            Il concetto di derivata non è mica

            dipendente dal dominio della funzione.

            Certo, ma allora chi entra nel mercato (e
            quindi parte da zero), se anche conquistasse
            lo 0,0001% del mercato avrebbe una crescita
            *infinita* e quindi, secondo il tuo
            ragionamento, sarebbe "il più bravo di
            tutti"... ma facci il piacere va...

            Ci vuole un po' di buon senso, quello che tu
            non dimostri *interpretando* i dati in
            questo modo.E infatti stiamo parlando di percentuali lontane dagli zerovirgola. Per quanto mi riguarda l'argomentazione ha senso. Ma tanto chemmifrega? Siete voi a non saper contare, mica io.

          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader

            Vuol dire che non puoi applicare concetti

            puramente matematici in questo campo

            Eh, già. Siccome si sta parlando di
            teologia, la matematica non c'entra nulla,
            vero?No: semplicemente il problema *contiene* alcuni concetti non *matematicizzabili*; per esempio (uno solo, potrei trovarne altri) come rappresenteresti l'ingresso di un nuovo concorrente?

            Si, ma non c'entra nulla: non ha senso

            applicare questi concetti... altrimenti

            definiscimi matematicamente *tutto* il

            problema (se ci riesci)

            OK. Quanto me la paghi la consulenza?OK, non ci riesci...
            E infatti stiamo parlando di percentuali
            lontane dagli zerovirgola.Perchè? Lì non vale la tua amata matematica?In ogni caso il concetto non cambierebbe se un concorrente partisse da zero e arrivasse all'1%... Ho estremizzato per rendere più evidente il paradosso del tuo discorso
            Per quanto mi
            riguarda l'argomentazione ha senso. Ma tanto
            chemmifrega? Siete voi a non saper contare,
            mica io.Cheffai? Batti in ritirata?
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: .oOo.

            - Scritto da: Darth Vader



            Vuol dire che non puoi applicare
            concetti


            puramente matematici in questo campo



            Eh, già. Siccome si sta parlando di

            teologia, la matematica non c'entra nulla,

            vero?

            No: semplicemente il problema *contiene*
            alcuni concetti non *matematicizzabili*; per
            esempio (uno solo, potrei trovarne altri)
            come rappresenteresti l'ingresso di un nuovo
            concorrente?Con una esclusione dal dominio della funzione del valore 0.



            Si, ma non c'entra nulla: non ha senso


            applicare questi concetti... altrimenti


            definiscimi matematicamente *tutto* il


            problema (se ci riesci)



            OK. Quanto me la paghi la consulenza?

            OK, non ci riesci...No è che la cosa porta via tempo e di solito il mio tempo lo fatturo.


            E infatti stiamo parlando di percentuali

            lontane dagli zerovirgola.

            Perchè? Lì non vale la tua amata matematica?
            In ogni caso il concetto non cambierebbe se
            un concorrente partisse da zero e arrivasse
            all'1%... Ho estremizzato per rendere più
            evidente il paradosso del tuo discorsoScusa, ma non è proprio il tipo di crescita per la quale ci avete fracassaro i maroni qualche settimana fa sui dati di vendite dei server? Linux +25%: da unovirgolaqualcosa% a unovirgolaqualcosadipiù%. Allora era una "grande crescita" qualcosa del tipo "tra due anni vi faremo un culo così" e adesso, su altri dati, è diventata una crescita insignificante? Un po' di coerenza non guasterebbe. Oooops... ho usato le parole !"Linux" e "coerenza" addirittura nello stesso capoverso!!


            Per quanto mi

            riguarda l'argomentazione ha senso. Ma
            tanto

            chemmifrega? Siete voi a non saper
            contare,

            mica io.

            Cheffai? Batti in ritirata?No. E' che dalle mie parti si dice che a lavare la testa agli asini si spreca tempo e sapone.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader

            No: semplicemente il problema *contiene*

            alcuni concetti non *matematicizzabili*; per

            esempio (uno solo, potrei trovarne altri)

            come rappresenteresti l'ingresso di un

            nuovo concorrente?

            Con una esclusione dal dominio della
            funzione del valore 0.Eh no... cosa c'entra?



            definiscimi matematicamente *tutto*



            il problema (se ci riesci)





            OK. Quanto me la paghi la consulenza?



            OK, non ci riesci...

            No è che la cosa porta via tempo e di solito
            il mio tempo lo fatturo.si si... va bene... come preferisci

            il concetto non cambierebbe se un concorrente

            partisse da zero e arrivasse

            all'1%... Ho estremizzato per rendere più

            evidente il paradosso del tuo discorso

            Scusa, ma non è proprio il tipo di crescita
            per la quale ci avete fracassaro i maroni
            qualche settimana fa sui dati di vendite dei
            server? Io non ho fracassato un bel niente, visto che non ho partecipato a nesusn thread del genere. In ogni caso:1) non hai risposto alla mia domanda2) ti stai contraddicendo: visto che vuoi fare il matematico *rigoroso*, o vale sempre o non vale mai
            Linux +25%: da unovirgolaqualcosa% a
            unovirgolaqualcosadipiù%. Presumo si considerasse il fenomeno Linux a se stante, senza raffrontarlo alla diffusione sul mercato degli altri sistemi (come stiamo facendo adesso).Esempio: se considero Linux in quanto tale, il passaggio dall'1 a 1.5% significa PER LUI (e non nella globalità dle mercato) un incremento del 50%.Se considero Linux nel mercato globale, la sua percentuale di mercato è aumentata dello 0.5%

            Cheffai? Batti in ritirata?

            No. E' che dalle mie parti si dice che a
            lavare la testa agli asini si spreca tempo e
            sapone.Dalle opinioni che vedo qui e in altri thread vedo che tutti tengono molto in considerazione quello che dici... sarà un caso? genio incompreso...?[ne dubito fortemente]
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: .oOo.
            Dalle opinioni che vedo qui e in altri
            thread vedo che tutti tengono molto in
            considerazione quello che dici... sarà un
            caso? genio incompreso...?
            [ne dubito fortemente]No. Significa che il mondo è pieno di stronzi e questo sito rappresenta un campione significativo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            No. Significa che il mondo è pieno di
            stronzi e questo sito rappresenta un
            campione significativo.Mah... mi pare che appena si tenti di approfondire, con te si vada a finire sempre in questo modo...(perchè non ti limiti a rispondere normalmente alle osservazioni inerenti l'argomento del subject?)
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Ho già aprofondito in 6 messaggi precedenti. Come ho già detto a lavare la testa agli asini si perde tempo e sapone.- Scritto da: .oOo.

            - Scritto da: Darth Vader


            No. Significa che il mondo è pieno di

            stronzi e questo sito rappresenta un

            campione significativo.

            Mah... mi pare che appena si tenti di
            approfondire, con te si vada a finire sempre
            in questo modo...
            (perchè non ti limiti a rispondere
            normalmente alle osservazioni inerenti
            l'argomento del subject?)
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: Darth Vader
            Ho già aprofondito in 6 messaggi precedenti.Non hai risposto alle mie osservazioni...
            Come ho già detto a lavare la testa agli
            asini si perde tempo e sapone.Infatti smetterò di risponderti
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            Caro .oOo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: bera
            Caro .oOo. Darth vader non si arrende. A me sta dando
            del filo da torcere. Spara statistiche e
            dati presi da fonti diverse, come se non
            facesse altro dalla mattina alla sera che
            studiarsi gli andamenti della guerra
            linuxisti-microsoftisti.ROTFL... ho avuto spesso la stessa impressione, seguendo anche altri thread ai quali ha partecipato
            E' un osso duro.Oddio... non è che stia rimediando delle belle figure....


            Ho già aprofondito in 6 messaggi


            precedenti.



            Non hai risposto alle mie osservazioni...

            Osservazioni troppo nodose da controbattere,
            le tue :-)Mah... per un laureato con 110 e lode in matematica non dovrebbe esserlo... :)

            Infatti smetterò di risponderti

            Peccato! Mi piaceva come controbattevi!Nonpreoccuparti: sia lui che io saremo semprepresenti in questi forum :)
            (...non sarà che gestisce un serraglio?...)Ipotesi da considerare...:)ciao ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Percentuali e modo di leggerle
            - Scritto da: .oOo.
            Oddio... non è che stia rimediando delle
            belle figure....Be'. E' o non è opinabile?

            Mah... per un laureato con 110 e lode in
            matematica non dovrebbe esserlo... :)Mai detto di aver preso la lode (sigh)



            Infatti smetterò di risponderti



            Peccato! Mi piaceva come controbattevi!

            Nonpreoccuparti: sia lui che io saremo
            semprepresenti in questi forum :)Cazzo, non sapete quanto mi diverto :-))))Meglio del bar dello sport. Senza il fumo e senza l'obbligo di parlare di sport.
            ciao ciao
  • Anonimo scrive:
    La madre dei...
    Leggendo i post degli antilinuxisti mi rendo proprio conto che non avendo nessun argomento contro il pinguino non possono fare altro che scrivere corbellerie.Io sono contento ma mi auguro che i sognori provino linux almeno una volta e elevino cosi' il loro basso profilo culturale informatico...Wishmerhill
    • Anonimo scrive:
      Re: La madre dei...
      Veramente qualcuno di noi ha dato delle cifre. E qualcuno di voi ha dimostrato di non sapere nemmeno contare. Chi è che scrive corbellerie, dunque?- Scritto da: Wishmerhill
      Leggendo i post degli antilinuxisti mi rendo
      proprio conto che non avendo nessun
      argomento contro il pinguino non possono
      fare altro che scrivere corbellerie.

      Io sono contento ma mi auguro che i sognori
      provino linux almeno una volta e elevino
      cosi' il loro basso profilo culturale
      informatico...

      Wishmerhill
      • Anonimo scrive:
        Re: La madre dei...
        - Scritto da: Darth Vader
        Veramente qualcuno di noi ha dato delle
        cifre. E qualcuno di voi ha dimostrato di
        non sapere nemmeno contare. Chi è che scrive
        corbellerie, dunque?

        - Scritto da: Wishmerhill

        Leggendo i post degli antilinuxisti mi
        rendo

        proprio conto che non avendo nessun

        argomento contro il pinguino non possono

        fare altro che scrivere corbellerie.



        Io sono contento ma mi auguro che i
        sognori

        provino linux almeno una volta e elevino

        cosi' il loro basso profilo culturale

        informatico...



        WishmerhillE invece di picchiarci per stabilire qule web server sia cresciuto di piu' in quote di mercato perche' non si fa una discussione seria sulle loro caratteristiche tecniche?? forse sarebbe piu' utile.
  • Anonimo scrive:
    Reterai sembre il migliore
    Non ci sono web server migliori di quelli che girano su linux
    • Anonimo scrive:
      Re: Reterai sembre il migliore
      - Scritto da: Filippo
      Non ci sono web server migliori di quelli
      che girano su linuxInfatti Linux è poco più di un web server... 8-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Reterai sembre il migliore
        - Scritto da: Luc
        - Scritto da: Filippo

        Non ci sono web server migliori di quelli

        che girano su linux

        Infatti Linux è poco più di un web server...
        8-)e allora come mai riesco a sentirci mp3, vederci AVI, scriverci la tesi, redarre il foglio elettronico del mio conto in banca, ecc ?:PP
      • Anonimo scrive:
        Re: Reterai sembre il migliore

        Infatti Linux è poco più di un web server...
        8-)E' VERO! E' VERO!...Linux non è che un web server e in più appesantito da qualche migliaio di funzionalità extra, che, giustamente, non sono inserite negli altri SO...tutta roba inutile...che è servita solo per mettere Linux sullo Shuttle, calcolo parallelo in cluster, possibilità di lanciare due istanze dello stesso sistema operativo, supporto per quasi tutti i filesystem esistenti, kernel modulare che permette di installarlo su un floppy e usarlo come router, journaling filesystem...e altre baggianate del genere...."Il signore sì che se ne intende!"
    • Anonimo scrive:
      Re: Reterai sembre il migliore
      - Scritto da: Filippo
      Non ci sono web server migliori di quelli
      che girano su linuxahemm... Apache gira anche su WinNT ....
  • Anonimo scrive:
    apache revenge
    La rivincita degli indiani sui cow boys? (vaccari monopolisti e colonizzatori contro spirito d'iniziativa indipendente?)Ma qualcuno non aveva detto che dall'open source non può scaturire qualcosa di veramente competitivo? Forse in quel periodo ero su un'altro pianeta, forse ho letto punto-informatico.marte...;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: apache revenge

      ero su un'altro pianeta, forse ho letto
      punto-informatico.marte...;-)Impossibile.Il TLD .marte non e' ancora stato approvato dall' ICANN.:-))))))Zio Tomato
    • Anonimo scrive:
      Re: apache revenge
      ahahhahal'open source e' un'utopia.svegliatevi cristo santoper la mia azienda non mi fido di un SO (linux) che e' stato sviluppato non so da chi e solo per "passione"mi fido piu della microsoft. almeno quando mi incazzo so a chi telefonare!!!se mi si pianta linuxchi cazzo chiamo? linus torvalds?- Scritto da: hana-bi
      La rivincita degli indiani sui cow boys?
      (vaccari monopolisti e colonizzatori contro
      spirito d'iniziativa indipendente?)
      Ma qualcuno non aveva detto che dall'open
      source non può scaturire qualcosa di
      veramente competitivo? Forse in quel periodo
      ero su un'altro pianeta, forse ho letto
      punto-informatico.marte...;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: apache revenge
        - Scritto da: JIO
        ahahhaha
        l'open source e' un'utopia.
        svegliatevi cristo santoDici a noi di svegliarci? Non hai forse notatoche tra 60% e 20% c'e' un differenza enorme?Usa pure IIS, "noi" rimaniamo su Apache, Linuxe *BSD, e invece di incazzarci (a vuoto) quandole cose non funzionano (raramente), risolviamo(in breve tempo) i problemi.
      • Anonimo scrive:
        Re: apache revenge
        - Scritto da: JIO
        ahahhaha
        l'open source e' un'utopia.
        svegliatevi cristo santo
        per la mia azienda non mi fido di un SO
        (linux) che e' stato sviluppato non so da
        chi e solo per "passione"Chiamare Microsoft e nessuno è la stessa cosa, se chiami LINUX (chi ti ha venduto il pacchetto) hai la soluzionme del problema subito.Perciò non sparare cazzate e vieni giù dalla pianta.by Alien
      • Anonimo scrive:
        Re: apache revenge
        Caro piccolo provocatore,lo hai scritto per lanciare un altro flame della madonna, non è vero?Oppure sei veramente convinto di quello che dici?- Scritto da: JIO
        ahahhaha
        l'open source e' un'utopia.ma và! Tu dici?...e io che credevo...boia, ma sarò credulone!?!...
        svegliatevi cristo santo
        per la mia azienda non mi fido di un SO
        (linux) che e' stato sviluppato non so da
        chi e solo per "passione"io, per la mia azienda ho scelto GalbaniOS, perché GalbaniOS vuol dire fiducia (parola di Johnny Dorelli!)

        mi fido piu della microsoft. almeno quando
        mi incazzo so a chi telefonare!!!
        se mi si pianta linux
        chi cazzo chiamo? linus torvalds?Giusto! Così spendi anche i soldi della telefonata! E oltre alla telefonata, spendi anche 200k+IVA per 5 chiamate! E se non ti bastano 5 chiamate, spendi altri 200k+IVA per ogni chiamata successiva! E se non risolvi neanche leggendoti tutti i documenti che ti mandano come risposta, spendi anche i soldi per aver tenuto ferma la tua azienda e non aver risolto una mazza! E se non risolvi una mazza, almeno non hai telefonato a Linus Torvalds che non parla neanche l'italiano!Ora ti dò una dritta che non conosce quasi nessuno: invece di telefonare alla Microsoft, premi Ctrl+Alt+Canc...a volte funziona!Se mi si pianta Linux? Ma non lo sai che Linux NON si pianta! E' per questo che Linus Torvalds non risponde al telefono!
        • Anonimo scrive:
          Re: apache revenge

          Se mi si pianta Linux? Ma non lo sai che
          Linux NON si pianta! E' per questo che Linus
          Torvalds non risponde al telefono!Si pianta, si pianta. A me si e' piantato seriamente in 2 occasioni in un anno.Quante volte si e' piantato Win? beh, ormai nonle conto piu'.... ^___^
        • Anonimo scrive:
          Re: apache revenge
          bera ricoveratisicuramente sie uno di quei mocciosi che stanno dalla mattina alla sera sotto linuxquando sarai un imprenditore di 40 anni come me capirai e sceglierai win per stare piu tranquillo- Scritto da: bera
          Caro piccolo provocatore,

          lo hai scritto per lanciare un altro flame
          della madonna, non è vero?
          Oppure sei veramente convinto di quello che
          dici?

          - Scritto da: JIO

          ahahhaha

          l'open source e' un'utopia.

          ma và! Tu dici?...e io che credevo...boia,
          ma sarò credulone!?!...


          svegliatevi cristo santo

          per la mia azienda non mi fido di un SO

          (linux) che e' stato sviluppato non so da

          chi e solo per "passione"

          io, per la mia azienda ho scelto GalbaniOS,
          perché GalbaniOS vuol dire fiducia (parola
          di Johnny Dorelli!)




          mi fido piu della microsoft. almeno quando

          mi incazzo so a chi telefonare!!!

          se mi si pianta linux

          chi cazzo chiamo? linus torvalds?

          Giusto! Così spendi anche i soldi della
          telefonata! E oltre alla telefonata, spendi
          anche 200k+IVA per 5 chiamate! E se non ti
          bastano 5 chiamate, spendi altri 200k+IVA
          per ogni chiamata successiva! E se non
          risolvi neanche leggendoti tutti i documenti
          che ti mandano come risposta, spendi anche i
          soldi per aver tenuto ferma la tua azienda e
          non aver risolto una mazza! E se non risolvi
          una mazza, almeno non hai telefonato a Linus
          Torvalds che non parla neanche l'italiano!
          Ora ti dò una dritta che non conosce quasi
          nessuno: invece di telefonare alla
          Microsoft, premi Ctrl+Alt+Canc...a volte
          funziona!

          Se mi si pianta Linux? Ma non lo sai che
          Linux NON si pianta! E' per questo che Linus
          Torvalds non risponde al telefono!
          • Anonimo scrive:
            Re: apache revenge
            - Scritto da: JIO

            bera ricoverati




            sicuramente sie uno di quei mocciosi che
            stanno dalla mattina alla sera sotto linux
            si scrive "sei uno di quei mocciosi"...non "sie uno di quei mocciosi"...aggiusta il mirino al dito...

            quando sarai un imprenditore di 40 anni come
            me capirai e sceglierai win per stare piu
            tranquillo

            Cacchio! un VERO imprenditore di 40 anni!...E io che sono un povero moccioso di 43 anni che sta dalla mattina alla sera "sotto" linux (cioè, ho linux che abita al piano di sopra) e nella mia ditta, io e i miei dipendenti non aspettiamo altro che di crescere e CAPIRE... E quando avremo capito e raggiunto il livello di maturità di JIO (quando avremo 40 anni), avremo anche capito che abbiamo sbagliato tutto quando, 2 anni fa, abbiamo deciso di riscrivere tutto il codice ASP in PHP dei siti dinamici che gestiamo, per poter cambiare quei 4 server Windows NT (per evitare l'esaurimento nervoso) che avevamo, in quei 4 server Linux che abbiamo, con quei nove siti internet che gestiamo, di cui il più "scassone" ha appena 8000 accessi al giorno.Quando saremo "grandi", forse, anche noi diventeremo degli imprenditori come JIO.Nel frattempo dobbiamo rimanere ricoverati.Mago JIO (parente di Mago Silvan?), io mi ricovero di sicuro, perché a leggere i tuoi messaggi vado fuori di testa...ma te non giocare al Totocalcio. Se azzecchi le schedine come azzecchi i tuoi giudizi, butti via i soldi della giocata.
          • Anonimo scrive:
            Re: apache revenge
            - Scritto da: bera


            - Scritto da: JIO



            bera ricoverati









            sicuramente sie uno di quei mocciosi che

            stanno dalla mattina alla sera sotto linux



            si scrive "sei uno di quei mocciosi"...non
            "sie uno di quei mocciosi"...aggiusta il
            mirino al dito...




            quando sarai un imprenditore di 40 anni
            come

            me capirai e sceglierai win per stare piu

            tranquillo





            Cacchio! un VERO imprenditore di 40 anni!
            ...E io che sono un povero moccioso di 43
            anni che sta dalla mattina alla sera "sotto"
            linux (cioè, ho linux che abita al piano di
            sopra) e nella mia ditta, io e i miei
            dipendenti non aspettiamo altro che di
            crescere e CAPIRE...
            E quando avremo capito e raggiunto il
            livello di maturità di JIO (quando avremo 40
            anni), avremo anche capito che abbiamo
            sbagliato tutto quando, 2 anni fa, abbiamo
            deciso di riscrivere tutto il codice ASP in
            PHP dei siti dinamici che gestiamo, per
            poter cambiare quei 4 server Windows NT (per
            evitare l'esaurimento nervoso) ... dimostrando tutti i giorni di non essere capaci a scrivere codice ASP e a gestire una macchina NT.
          • Anonimo scrive:
            Re: apache revenge

            ... dimostrando tutti i giorni di non essere
            capaci a scrivere codice ASP e a gestire una
            macchina NT.Darth Vader,non ti infilare anche tu nel flame.Non mi far dire anche a te di non giudicare gente che non conosci.Io, noi, abbiamo gestito macchine NT da quando ancora non esisteva l'ASP. Invece di continuare ad alimentare un flame che non porta a niente se non a guerre di campanile, veniamo a cose più concrete.Abbiamo deciso di passare a macchine Linux, non perché non sappiamo gestire un NT, ma perché per avere la stessa qualità di Linux avremmo dovuto far spendere fior di milioni ai nostri clienti.Apache è più diffuso non solo perché gratuito, ma anche perché molto più efficiente di IIS e NT, e con meno buchi di sicurezza.Un qualsiasi script kid con in mano il Resource Kit di NT, sfora un server IIS in una serata, se vuole.Prova a fare lo stesso con Linux e Apache.Prova a fare il conto di quanto ti costa NT + SQL Server + un firewall. In Linux trovi tutto senza spendere una lira.Prova a caricare un server IIS+SQL Server con 140.000 accessi e poi prova a farlo con Apache+MySQL.Con JIO ci siamo presi a cannonate solo perché mi ha giudicato un moccioso. Non fare altrettanto.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: apache revenge
            Evidentemente il fatto che secondo le stime di Gartner Group il costo di HW+SW su un server medio costituisca solo il 19% del costo del server non la dice abbastanza lunga, vero? Avete mai provato a fare una valutazione del TCO dei vostri server? Non è una cosa semplice, ci sono aziende che vendono questo servizio come consulenza.Il numero elevato di Web Server Apache è soprattutto spiegato dal fatto che, se devi mettere in piedi un sito molto semplice, probabilmente la soluzione Free Software è premiante. Ma appena devi fare qualcosa di poco poco più complesso, i costi indotti dalla mancanza di un Application Server NEL sistema operativo fa crescere i costi in modo esponenziale.In più c'è una domanda che vorrei farti: se è vero che un giovane brufoloso dotato di Resource Kit fora IIS in una sera, mi spieghi come mai la maggior parte dei siti SSL (stime Netcraft) usano IIS? - Scritto da: bera

            ... dimostrando tutti i giorni di non
            essere

            capaci a scrivere codice ASP e a gestire
            una

            macchina NT.


            Darth Vader,

            non ti infilare anche tu nel flame.
            Non mi far dire anche a te di non giudicare
            gente che non conosci.
            Io, noi, abbiamo gestito macchine NT da
            quando ancora non esisteva l'ASP.

            Invece di continuare ad alimentare un flame
            che non porta a niente se non a guerre di
            campanile, veniamo a cose più concrete.
            Abbiamo deciso di passare a macchine Linux,
            non perché non sappiamo gestire un NT, ma
            perché per avere la stessa qualità di Linux
            avremmo dovuto far spendere fior di milioni
            ai nostri clienti.
            Apache è più diffuso non solo perché
            gratuito, ma anche perché molto più
            efficiente di IIS e NT, e con meno buchi di
            sicurezza.
            Un qualsiasi script kid con in mano il
            Resource Kit di NT, sfora un server IIS in
            una serata, se vuole.
            Prova a fare lo stesso con Linux e Apache.
            Prova a fare il conto di quanto ti costa NT
            + SQL Server + un firewall. In Linux trovi
            tutto senza spendere una lira.
            Prova a caricare un server IIS+SQL Server
            con 140.000 accessi e poi prova a farlo con
            Apache+MySQL.

            Con JIO ci siamo presi a cannonate solo
            perché mi ha giudicato un moccioso. Non fare
            altrettanto.

            ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: apache revenge
            - Scritto da: Darth Vader
            Evidentemente il fatto che secondo le stime
            di Gartner Group il costo di HW+SW su un
            server medio costituisca solo il 19% del
            costo del server non la dice abbastanza
            lunga, vero? Avete mai provato a fare una
            valutazione del TCO dei vostri server? Non è
            una cosa semplice, ci sono aziende che
            vendono questo servizio come consulenza.
            Caro Darth Vader,invece di parlare continuamente di dati statistici, perché non provi a fare 2+2:Win2k Server con 5 licenze = Lit. 2.200.000 ca.SQL Server 2000 con 5 licenze = Lit. 3.300.000 ca.Firewall commerciale tipo:Firewall-1 singola installazione per 25 utenti $2000,00 ca.Nai-Gauntlet 10 node perpetual license $1750,00 ca.Mirosoft Proxy Server 2.0 unica installazione $1000,00 ca. (ma è solo un Application Firewall e non fa niente a livello di IP)Totale: ca. 7,5 milioncini o più = cliente tristeQuanto sopra influisce, secondo le stime di Gartner Group, per ca. il 19%Cosa analoga in Linux:Sistema operativo Linux Lit. 0-100.000 ca.MySQL o PostgreSQL Lit. 0Firewall ipchains a livello di IP Lit.0Firewall TIS FWTK a livello applicazione Lit.0Totale 0 lire o ca. 100.000 lirette = cliente feliceAnche quanto sopra influisce, secondo le stime di Gartner Group, per ca. il 19%Morale:Le statistiche funzionano così:Se io mangio un pollo e tu non mangi nessun pollo, statisticamente mangiamo un pollo ciascuno!
            Il numero elevato di Web Server Apache è
            soprattutto spiegato dal fatto che, se devi
            mettere in piedi un sito molto semplice,
            probabilmente la soluzione Free Software è
            premiante. Ma appena devi fare qualcosa di
            poco poco più complesso, i costi indotti
            dalla mancanza di un Application Server NEL
            sistema operativo fa crescere i costi in
            modo esponenziale.Ammetto che i nostri sono siti molto semplici.Semplici così:Il più piccolo di quelli che gestiamo ha (solo): 648 pagine PHP e HTML.Il database più piccolo ha: qualcosa meno di 1,6 milioni di record.Il sito con 140k di accessi usa un database-farm di tre server separati e contiene appena 11,2 milioni di record.Dato che un sito viene considerato di "grandi dimensioni" quando supera le 30 pagine (documentazione M$ Business to Business), possiamo solo essere daccordo con te sul fatto che i nostri...sono siti piccoli!Ammettiamo questo perché, ti devo confessare, abbiamo fatto pagine piccolissime, che gli utenti vedono come un puntino di 3x3 pixel nel browser.Siamo furbi, eh?

            In più c'è una domanda che vorrei farti: se
            è vero che un giovane brufoloso dotato di
            Resource Kit fora IIS in una sera, mi
            spieghi come mai la maggior parte dei siti
            SSL (stime Netcraft) usano IIS?
            ...arridaje con le statistiche!...Il giovane brufoloso se trova un server che implementa SSL, cambia obiettivo, perché non se ne fa niente di dati criptati.E' come se dicessi che la mia Fiat 500 è difficile da rubare perché ha delle ottime serrature e poi la verità è che ci ho messo un allarme collegato ad un satellite.Se non ho messo nessun allarme satellitare, la Fiat 500 resta *comunque* più facile da scassinare di una Mercedes. E', di fatto, una macchina meno sicura da questo punto di vista.Il giovane brufoloso, provvisto solo della chiavetta della Simmenthal, apre meglio la 500 della Mercedes.Forse tu non hai mai veramente provato a vedere che cosa si può fare ad un server win2k (di NT poi non se ne parla) con il Resource Kit.Salutoni
          • Anonimo scrive:
            Aggiunta e correzione

            Morale:
            Le statistiche funzionano così:
            Se io mangio un pollo e tu non mangi nessun
            pollo, statisticamente mangiamo un pollo
            ciascuno!Pardon!La morale corretta è la seguente:" Se io mangio DUE polli e tu non mangi nessunpollo, statisticamente mangiamo un pollociascuno!"oppure:" Se io mangio un pollo e tu non mangi nessunpollo, statisticamente mangiamo MEZZO pollociascuno!"Mi sono impappinato!...a Dartvà!...che fai...non rispondi?ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiunta e correzione
            P.S.Darth Vader...non controbattere a questo.Sono laureato in Rosticceria con 110 e lode!ciao- Scritto da: bera

            Morale:

            Le statistiche funzionano così:

            Se io mangio un pollo e tu non mangi
            nessun

            pollo, statisticamente mangiamo un pollo

            ciascuno!

            Pardon!
            La morale corretta è la seguente:

            " Se io mangio DUE polli e tu non mangi
            nessun
            pollo, statisticamente mangiamo un pollo
            ciascuno!"

            oppure:

            " Se io mangio un pollo e tu non mangi nessun
            pollo, statisticamente mangiamo MEZZO pollo
            ciascuno!"

            Mi sono impappinato!


            ...a Dartvà!...che fai...non rispondi?

            ciao

Chiudi i commenti