Xbox, la battaglia di Tokyo

Le strategie di Microsoft per Xbox sembrano iniziare dal Giappone, un mercato che di per sé rappresenta una vera e propria sfida per il colosso di Redmond e dal cui consenso dipenderà buona parte del successo di Xbox
Le strategie di Microsoft per Xbox sembrano iniziare dal Giappone, un mercato che di per sé rappresenta una vera e propria sfida per il colosso di Redmond e dal cui consenso dipenderà buona parte del successo di Xbox


Tokyo (Giappone) – Sembra provare un gusto tutto particolare Microsoft nel partire alla conquista di un mercato, quello Giapponese, che ha visto nascere i più potenti colossi dell’industria videoludica.

Gli analisti sembrano molto curiosi di vedere come il paese del Sol Levante, patria delle più famose console da gioco del passato e del presente, accoglierà l’arrivo della “straniera” Xbox. La sfida di Microsoft ai colossi Sony e Nintendo ha appena avuto inizio.

Durante il 2001 Spring Tokyo Game Show, Bill Gates ha rivelato i progetti della società per introdurre la prima console moderna a stelle e strisce sul territorio giapponese. Bill Gates ha sottolineato l’impegno di Microsoft nei confronti di questo mercato annunciando che oltre 70 produttori di videogiochi giapponesi, tra i quali anche Sega, hanno dichiarato l’intenzione di supportare Xbox.

“Il nostro obiettivo riguardante Xbox è quello di definire il futuro dei videogiochi, e la nostra presenza in Giappone sarà essenziale per raggiungere un tale traguardo”, ha dichiarato Gates. “Siamo estremamente entusiasti di lavorare su Xbox insieme agli autori di giochi giapponesi per aprire nuove strade alla creatività”.

Per sottolineare l’importanza per Microsoft del mercato dell’entertainment giapponese, il colosso ha annunciato l’apertura della divisione Xbox Japan, che avrà sede a Tokyo.

Gates ha poi rivelato che Microsoft e Sega hanno stretto un’alleanza strategica a lungo termine per portare su Xbox le future versioni dei giochi Sega.


Saranno 11 i nuovi titoli che Sega svilupperà per Xbox: fra questi “Jet Grind Radio Future” (titolo di lavorazione), l’ultima versione di “Panzer Dragoon,” “Gunvalkyrie” e l’ultima versione di “Sega GTO”. Sega sperimenterà anche le possibilità offerte dalla porta Ethernet e dall’hard disk integrati in tutte le console Xbox per dare vita a un nuovo modo di giocare on-line.

Sull’onda dell’ annuncio dell’alleanza strategica stretta tra Microsoft e NTT Communications per realizzare un servizio di online gaming su banda larga in Giappone, Gates ha delineato anche uno scenario nel quale gli utenti Xbox potranno connettersi in modo permanente ad una rete a larga banda dedicata al gioco on-line.

“L’online gaming su banda larga è destinato ad assumere lo stesso carattere rivoluzionario che solo pochi anni fa è stato della tecnologia tridimensionale”, ha commentato Gates. “La connessione broadband disponibile in ciascuna unità Xbox è la chiave che apre la porta di nuovi mondi ludici nei quali amici e avversari possono trovarsi ovunque”.

Fra gli scenari discussi da Gates per il gioco on-line c’è quello del multiplayer, dove comunità online dedicate saranno in grado di “gareggiare in un contesto di socialità”, e quello dei giochi “dinamici”, ossia videogiochi nello stile di “Ultima On-Line” in grado di ricreare mondi virtuali in costante mutamento.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 04 2001
Link copiato negli appunti