Xbox One all'E3, giochi e dettagli

Microsoft presenta i nuovi titoli in via di sviluppo per la sua futura console videoludica, sciorinando dettagli su prezzo, mercati e tutto il resto. Ce n'è anche per Xbox 360, una console "old-gen" destinata a vivere ancora a lungo

Roma – L’E3 2013 avrebbe dovuto rappresentare il promesso riscatto di Microsoft dopo la problematica e incerta presentazione della console Xbox One e delle polemiche conseguenti alle nuove politiche sui sistemi DRM online, i giochi usati e tutto il resto . Alla fine così è stato, anche se restano i dubbi sull’approccio “always-on” di Redmond. E la concorrenza appare agguerrita – e osannata dal pubblico – come non mai.

Microsoft aveva sostenuto di voler inondare l’appuntamento losangelino di videogiochi , e in tal senso non ha mancato di onorare la promessa , presentando nuovi titoli di serie ludiche apprezzate dal pubblico come The Witcher 3: Wild Hunt , Forza Motorsport 5, Battlefield 4, Dead Rising 3, un nuovo Halo, Metal Gear Solid V, il game creation tool Project Spark e qualche proposta inedita che nel caso di Ryse ha suscitato più di qualche dubbio per un gameplay un po’ troppo “telecomandato” e dipendente dai Qick-Time-Event (QTE) in stile Dragon’s Lair.


Xbox One è una console videoludica, oltre a essere un centro di intrattenimento a tutto tondo, rassicura Microsoft: il dispositivo debutterà sui mercati occidentali a novembre 2013 al prezzo di 499 dollari/499 euro , mentre per quanto riguarda l’Asia ci sarà da attendere ancora un altro anno . E il Giappone, mercato ricco ma tradizionalmente impietoso e poco interessato allo scatolotto domestico di Microsoft? Nessuna informazione al riguardo, almeno per il momento.


Microsoft prova poi a rassicurare sul fronte degli sviluppatori indipendenti, fronte, a dire della corporation, “esploso” grazie al network Xbox Live e che continuerà a rappresentare un punto di forza anche per la next-generation. Sarà così ma all’E3 di “indie” si è visto molto poco , forse una conferma implicita del fatto che, al di là delle rassicurazioni di Redmond, Sony avrebbe fatto un lavoro migliore nel facilitare lo sviluppo e la distribuzione di giochi indipendenti sulla sua PlayStation 4.

Il confronto con PlayStation 4 e la presentazione da standing ovation di Sony all’E3 è d’obbligo, e non è dei più favorevoli per Xbox One: la console nipponica costa 110 dollari/euro di meno, offre giochi in esclusiva di sicuro richiamo – oltre alla stragrande maggioranza di quelli multipiattaforma sviluppato su e per PC, PS4 e XB1 – e non ha alcuna limitazione di utilizzo per i giochi usati o l’obbligo di “chiamare casa” via Internet ogni 24 ore per continuare a funzionare – anche con i giochi single-player.

In attesa del responso del mercato vero e proprio, il buon risultato dei preordini della console su Amazon danno speranza alla corazzata Xbox One.

Microsoft ha altresì confermato il supporto continuato per Xbox 360 , una console che sarà presto di “vecchia generazione” ma che viene aggiornata con un design più conforme alla nuova Xbox.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti