XM Radio rischia, prima vittoria di RIAA

Fallisce il tentativo del broadcaster di contenuti digitali di respingere l'accusa di aver favorito il ripping di brani musicali avanzata da RIAA. Ora si fa più dura la battaglia in tribunale

Roma – XM Satellite Radio , il digital music broadcaster satellitare finito nel mirino di RIAA dovrà dimostrare la propria innocenza in tribunale : è fallito il tentativo di ricusare gli addebiti formulati dall’associazione delle major musicali, che ha lamentato il tentativo di frode del radio service via satellite per mezzo di player portatili utili a registrare le sue trasmissioni.

Il giudice distrettuale Deborah Batts ha dato via libera all’iniziativa legale di RIAA, che intende rivalersi su XM Radio per i suoi Inno ed Helix, dispositivi di registrazione digitale prodotti assieme rispettivamente a Pioneer e Samsung, che trasformerebbero l’ascolto passivo previsto dal servizio ad abbonamento di XM Radio in qualcosa di assimilabile ad una piattaforma di download digitale . Tale trasformazione viene considerata indebita, e violerebbe l’accordo tra le etichette e XM Radio, che prevede il solo broadcasting dei contenuti senza alcuna funzionalità di download disponibile per gli ascoltatori.

XM ha sempre respinto l’accusa, sostenendo che la legislazione dell’ Audio Home Recording Act risalente al 1992 già prevede la registrazione di contenuti digitali per uso privato, e che la causa intentata da RIAA per conto di quasi una dozzina di etichette discografiche non avesse ragion d’essere .

Il giudice ha rigettato tali argomentazioni, notando come XM permetta agli ascoltatori di registrare i brani nella loro interezza anche qualora essi attivino la funzione di record a canzone iniziata. Per di più, l’abilità dei consumatori di visualizzare le playlist delle canzoni trasmesse cosi da poterle riascoltare in futuro, sarebbe un’aggravante ulteriore della posizione dell’emittente digitale.

I player di XM non sono dunque assimilabili ai registratori a nastro DAT, a causa dei quali fu necessaria la legge del 1992, dice il giudice Batts, e le funzionalità aggiuntive di registrazione offerte dalla radio satellitare hanno portato sostanziali “benefici commerciali” alla società.

XM Radio, ad ogni modo, ha dichiarato l’intenzione di andare avanti per la propria strada: un portavoce ha sostenuto che l’azienda alla fine preverrà sulle major , perché la decisione del giudice “è basata sulla descrizione di uno scenario falsato esposto nella denuncia del querelante”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Perché usavano Windows
    Ecco perché la truffa ha funzionato.Semplice.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché usavano Windows
      - Scritto da:
      Ecco perché la truffa ha funzionato.

      Semplice.No, perché erano stupidi. E tu un troll.
  • Anonimo scrive:
    BANCHE NON RIMBORSATE!!!
    Non rimborsate i babbei che si sono fatti truffare!I truffati sono loro, perché ci deve perdere la banca?Io come correntista sveglio, o con la diligenza del buon padre di famiglia come si dice in diritto, voglio e pretendo tassi attivi ai massimi livelli del mercato, servizi gratuiti, voglio una banca florida e che questa floridità abbia i suoi effetti positivi anche sulle condizioni contrattuali.Non voglio che alla banca siano munte risorse economiche per rifondere dei perfetti babbei che si fanno fregare.Se gli rubano il portafogli non vadano a frignare in banca.Se danno i loro codici di banking on line a sconosciuti mediante siti falsi non vadano a frignare in banca.Babbei del cavolo.Banche non rifondete niente a nessuno!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: BANCHE NON RIMBORSATE!!!
      Quando un terremoto si abbatterà sulla tua casa nonostante la tua diligenza da buon padre di famiglia spero che lo stato non ti risarcisca nulla, così rimarrà bello florido.- Scritto da:
      Non rimborsate i babbei che si sono fatti
      truffare!

      I truffati sono loro, perché ci deve perdere la
      banca?

      Io come correntista sveglio, o con la diligenza
      del buon padre di famiglia come si dice in
      diritto, voglio e pretendo tassi attivi ai
      massimi livelli del mercato, servizi gratuiti,
      voglio una banca florida e che questa floridità
      abbia i suoi effetti positivi anche sulle
      condizioni
      contrattuali.

      Non voglio che alla banca siano munte risorse
      economiche per rifondere dei perfetti babbei che
      si fanno
      fregare.

      Se gli rubano il portafogli non vadano a frignare
      in
      banca.
      Se danno i loro codici di banking on line a
      sconosciuti mediante siti falsi non vadano a
      frignare in
      banca.

      Babbei del cavolo.

      Banche non rifondete niente a nessuno!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: BANCHE NON RIMBORSATE!!!
        - Scritto da:

        Quando un terremoto si abbatterà sulla tua casa
        nonostante la tua diligenza da buon padre di
        famiglia spero che lo stato non ti risarcisca
        nulla, così rimarrà bello
        florido.
        Il paragone non c'entra nulla. Lui parla di una inadempienza di chi è rimasto truffato, tu di una fatalità che colpisce sia chi è prudente sia chi non lo è.Saluti...............Enrico (c64)(linux)
        - Scritto da:

        Non rimborsate i babbei che si sono fatti

        truffare!



        I truffati sono loro, perché ci deve perdere la

        banca?



        Io come correntista sveglio, o con la diligenza

        del buon padre di famiglia come si dice in

        diritto, voglio e pretendo tassi attivi ai

        massimi livelli del mercato, servizi gratuiti,

        voglio una banca florida e che questa floridità

        abbia i suoi effetti positivi anche sulle

        condizioni

        contrattuali.



        Non voglio che alla banca siano munte risorse

        economiche per rifondere dei perfetti babbei che

        si fanno

        fregare.



        Se gli rubano il portafogli non vadano a
        frignare

        in

        banca.

        Se danno i loro codici di banking on line a

        sconosciuti mediante siti falsi non vadano a

        frignare in

        banca.



        Babbei del cavolo.



        Banche non rifondete niente a nessuno!!!
  • Anonimo scrive:
    Se lo facessero le banche Italiane
    I soliti furbi (la parte peggiore dei nostri connazionali) si invenetrebbero decine e decine di truffe organizzate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se lo facessero le banche Italiane
      - Scritto da:
      I soliti furbi (la parte peggiore dei nostri
      connazionali) si invenetrebbero decine e decine
      di truffe
      organizzate.
      azz, mi hai rubato le parole ;)
  • Anonimo scrive:
    C'è sempre da imparare.
    Non sapevo che anche in Svezia ci fossero i tontoloni.Adesso lo so. ;) ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è sempre da imparare.
      - Scritto da:
      Non sapevo che anche in Svezia ci fossero i
      tontoloni.
      Adesso lo so. ;) ;)Pensavo scrivessi dall'Italia.
    • Alessandrox scrive:
      Re: C'è sempre da imparare.
      - Scritto da:
      Non sapevo che anche in Svezia ci fossero i
      tontoloni.
      Adesso lo so. ;) ;)E dire che la il livello di alfabetizzazione informatica e' di molto superiore alla media europea, 46% contro il 18% del nostro paese...Questo la dice lunga su quanto ci sia sempre da imparare.
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è sempre da imparare.
      Meno male che sono in molti ad usare linux !;-)
  • Anonimo scrive:
    Account limitati, addio rootkit
    Con un account limitato non sarebbe successo. (perlomeno così c'è scritto qui http://www.pcalsicuro.com/main/2007/01/account-limitato-ce-bisogno-dellantivirus/)Tutti a usare account amministratori, installano qua e la e magari fanno pure home banking.Ci vuole che gli utenti si sensibilizzino su questi temi, altro che...dopo si piange per i soldi persi
    • Anonimo scrive:
      Re: Account limitati, addio rootkit
      - Scritto da:
      Con un account limitato non sarebbe successo.
      (perlomeno così c'è scritto qui
      http://www.pcalsicuro.com/main/2007/01/account-lim
      E nel caso in questione come c'entra ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Account limitati, addio rootkit
        Sarebbe sufficiente avere il proprio conto di online banking unicamente presso banche dotate di accessi di sicurezza CHE NON FACCIANO RIDERE I POLLI.
    • Anonimo scrive:
      Io uso Linux
      Io uso Linux per l'home banking, dici che può succedermi la stessa cosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: Io uso Linux
        - Scritto da:
        Io uso Linux per l'home banking, dici che può
        succedermi la stessa
        cosa?Non succede nulla se si tratta di un trojan specifico per Windows o se comunque non digiti la password richiesta da Linux ad ogni installazione.Tuttavia cio' non ti autorizza a cliccare su qualsiasi email, se non sei assolutamente sicuro della sua provenienza!
    • Anonimo scrive:
      Re: Account limitati, addio rootkit
      - Scritto da:
      Con un account limitato non sarebbe successo.
      Tutti a usare account amministratori, installano
      qua e la e magari fanno pure home
      banking.
      ecco il perchè a partire dal 30 gennaio passerò a Windows Vista
      • Anonimo scrive:
        Re: Account limitati, addio rootkit
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Con un account limitato non sarebbe successo.

        Tutti a usare account amministratori,

        installano qua e la e magari fanno pure

        home banking.
        ecco il perchè a partire dal 30 gennaio
        passerò a Windows VistaTi auguro che non finisca come la presunta stabilita' e sicurezza che a suo tempo venne pubblicizzata per windows 2000...
        • Anonimo scrive:
          Re: Account limitati, addio rootkit
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          Con un account limitato non sarebbe successo.


          Tutti a usare account amministratori,


          installano qua e la e magari fanno pure


          home banking.


          ecco il perchè a partire dal 30 gennaio

          passerò a Windows Vista

          Ti auguro che non finisca come la presunta
          stabilita' e sicurezza che a suo tempo venne
          pubblicizzata per windows
          2000...Infatti windows 2000, a parte difetti di gioventù, è un sistema stabile
          • Anonimo scrive:
            Re: Account limitati, addio rootkit
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:


            - Scritto da:





            Con un account limitato non sarebbe
            successo.



            Tutti a usare account amministratori,



            installano qua e la e magari fanno pure



            home banking.




            ecco il perchè a partire dal 30 gennaio


            passerò a Windows Vista



            Ti auguro che non finisca come la presunta

            stabilita' e sicurezza che a suo tempo venne

            pubblicizzata per windows

            2000...

            Infatti windows 2000, a parte difetti di
            gioventù, è un sistema
            stabileStabile, ma certamente non sicuro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Account limitati, addio rootkit
      Bene ! Con svista succede anche con l'account limitato...;-)
  • erpirata scrive:
    Complimenti...
    Complimenti al inventore del troian un vero genio e complimenti agli utonti che si fanno i conti correnti via web.
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti...
      - Scritto da: erpirata
      Complimenti al inventore del troian un vero genio
      e complimenti agli utonti che si fanno i conti
      correnti via
      web.Ma vai a dormire.
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti...
      - Scritto da: erpirata
      Complimenti al inventore del troian un vero genio
      e complimenti agli utonti che si fanno i conti
      correnti via
      web.si, e complimenti pure a te, che quando impari a scrivere in italiano corrente ('al inventore') e magari usi anche un po' di punteggiatura, e' sempre troppo tardi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti...
      - Scritto da: erpirata
      Complimenti al inventore del troian un vero genio
      e complimenti agli utonti che si fanno i conti
      correnti via
      web.Forse l'utonto sei tu che non hai il conto on-line e fai ogni volta la fila in banca e paghi anche di più per ogni operazione.Io con unicredit banca, on-line vado sul sicuro, con la chiave elettronica fornita dalla banca e codice numerico usa e getta e variabile ogni minuto, ho la certezza al 100% che nessun estraneo possa eseguire operazioni illecite sul mio conto.Arretrato e pure utonto complimenti
      • Hermes73 scrive:
        Re: Complimenti...
        quoto, arretrato e utonto e pure ignorante... spegni il pc e accendi una consolle.
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti...
        Arretrato lui... ok...Chiedi all'Unicredit da quanto tempo fa usare ai clienti quel sistema di accesso.In Svizzera lo si usa dal 1994. Prima ancora si usavano le liste di stralcio, quindi stesso sistema ma manuale.Non giudicare cosa è arretrato e cosa no, è meglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti...
        - Scritto da:

        - Scritto da: erpirata

        Complimenti al inventore del troian un vero
        genio

        e complimenti agli utonti che si fanno i conti

        correnti via

        web.

        Forse l'utonto sei tu che non hai il conto
        on-line e fai ogni volta la fila in banca e paghi
        anche di più per ogni
        operazione.Sveglia, mica ha fatto l'equazione correntista online = utonto. Ha solo scritto che gli utonti o disadattati informatici come li chiamo io, non dovrebbero fare o usare un conto online, visti i risultati, per il loro bene è meglio che faxcciano così. O si sbranano o vengono sbranati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Complimenti...

          O si sbranano o vengono sbranati.Bella mentalita'..... complimenti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Complimenti...
            - Scritto da:

            O si sbranano o vengono sbranati.

            Bella mentalita'..... complimenti...Perché? È una legge di natura che vale anche in campo tecnologico, perché ci sono forme di tecnologia che penalizzano la poca dimestichezza con esse più di altre. Può piacerti o no ma è così, l'utonto con una TV o un VCR non si fa del male tanto facilmente e non fa danni agli altri, l'utonto con un PC rischia di farsi danni e di fare danni agli altri (vedi alla voce winzombie e botnet per esempio). Pertanto, o si sbranano (imparano ad usare lo strumento che usano) o vengono sbranati da phisher, virus, worm e compagnia cantante.
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti...
        - Scritto da:
        Io con unicredit banca, on-line vado sul sicuro,
        con la chiave elettronica fornita dalla banca e
        codice numerico usa e getta e variabile ogni
        minuto, ho la certezza al 100% che nessun
        estraneo possa eseguire operazioni illecite sul
        mio
        conto.

        Arretrato e pure utonto complimentiSono appena risalito al tuo indirizzo IP dal post che hai lasciato e senza che te ne accorgessi, passando dal tuo computer ti ho grattato 50 euro dal conto.Mai essere "certi al 100%" in queste cose, si rischia di abbassare troppo la guardia!(per i signori delle forze dell'ordine che mi stanno leggendo, guardate che scherzavo!)
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti...
        Okkio solo al social engineering... ne ho già viste di persone sicure fregate proprio tramite la chiavetta in questione.... ;) ;) ;) ;)Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti...
        - Scritto da:

        - Scritto da: erpirata

        Complimenti al inventore del troian un vero
        genio

        e complimenti agli utonti che si fanno i conti

        correnti via

        web.

        Forse l'utonto sei tu che non hai il conto
        on-line e fai ogni volta la fila in banca e paghi
        anche di più per ogni
        operazione.

        Io con unicredit banca, on-line vado sul sicuro,
        con la chiave elettronica fornita dalla banca e
        codice numerico usa e getta e variabile ogni
        minuto, ho la certezza al 100% che nessun
        estraneo possa eseguire operazioni illecite sul
        mio
        conto.Ma che idiozia. La "certezza" che dici tu non e' affatto una certezza, e' semplicemente una protezione da alcuni tipi di attacchi, protezione che e' gia' stata aggirata in passato. Mai sentito di "man in the middle"? :@
Chiudi i commenti