XP sui PC low cost, MS allenta le restrizioni

Microsoft ha deciso di estendere le specifiche hardware dei PC ultra-low cost su cui può girare una copia di Windows XP Home, ampliando la dimensione dello schermo e la capacità massima di storage

Redmond (USA) – Nel corso della primavera Microsoft aveva annunciato il posticipo del pensionamento di Windows XP Home sul mercato dei PC ultra-low cost (ULCPC), limitando però drasticamente le specifiche hardware su cui l’anziano sistema operativo poteva essere pre-installato dagli OEM. Pressata dai produttori di notebook, BigM ha ora deciso di allentare le restrizioni iniziali e consentire alle proprie partner di utilizzare XP su una più ampia gamma di macchine.

Secondo quanto ha riportato PC Advisor , i nuovi termini di licenza prevedono che i produttori possano utilizza Windows XP Home su sistemi con schermo fino a 14,1 pollici e hard disk fino a 160 GB . In precedenza questi limiti erano, rispettivamente, di 10,2 pollici e 80 GB.

Rimangono invece invariati i requisiti relativi a processore e memoria RAM : il primo deve avere una frequenza massima di 1 GHz, la seconda non deve superare 1 GB. Questi ultimi due paletti sono quelli che, più d’ogni altro, nella visione di Microsoft marcano il confine tra sistemi ULPC e computer entry-level tradizionali. Un confine che Microsoft ha tracciato ponendo molta attenzione a non danneggiare il mercato di Vista , le cui licenze sono la fonte di introiti maggiori per l’azienda di Redmond.

Microsoft avrebbe sicuramente preferito abbandonare XP una volta per tutte, cedendo l’intera scena al suo nuovo pupillo Vista: ciò che l’ha spinta a prolungare la vita del suo precedente sistema operativo è stata la necessità di contrastare l’ascesa di Linux sugli ULPC , una categoria di sistemi su cui il Pinguino si trova particolarmente a suo agio.

Un tipico sistema ULPC ha un prezzo che va dai 199 ai 399 euro, e può avere la foggia di un subnotebook, come l’Eee PC, o di un mini PC desktop, come l’Eee Box. Gli ULPC di prima generazione hanno uno schermo di 7 od 8 pollici e una memoria RAM di 512 MB, ma le incarnazioni più recenti vantano display fino a 10 pollici e 1 GB di RAM (generalmente espansibile a 2). Questi “upgrade” stanno però facendo lievitare il costo degli ULPC, e secondo alcuni analisti rischiano di snaturare la vera natura e la vera ragion d’essere di questi portatilini.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • doctord scrive:
    Bolla Speculativa Petrolio
    Prendo spunto da un post sopra per evidenziare il fatto che siamo di fronte alla solita bolla speculativo/mediatica nata per far ingrassare qualcuno. La speculazione che c'è sul petrolio è la causa principale dell'aumento del valore dello stesso. Ogni volta che si riscontra un aumento spropositato del valore di un bene che non è giustificato dalla reale richiesta si è in presenza di una bolla speculativa. Parlarne non fa altro che aumentare il suo valore gonfiato, finto, utilizzato per spellare i piccoli risparmiatori.Da un pò di anni il petrolio è decuplicato, non mi sembra che i giacimenti siano un decimo rispetto a prima, non mi sembra neanche che la REALE domanda sia dieci volte maggiore.Questa bolla si chiama New Energy (e coinvolge anche le energie alternative) ed è la sostituta della bolla housing (immobiliare) che ora è in pieno scoppio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 luglio 2008 17.59-----------------------------------------------------------
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Bolla Speculativa Petrolio
      I giacimenti americani hanno conosciuto la medesima "bolla speculativa" e adesso sono l'ombra dei giacimenti di 40 anni fa.I giacimenti mondiali sono la somma di giacimenti come quello americano e a circa metà del loro contenuto iniziano a declinare bolla o non bolla. I geologi conteggiano che il declino inizi in questi anni, alcuni parlano del 2006 altri del 2011, fa poca differenza.Preciso che la produzione nell'anno 2006,2007,2008 è di circa 85 milioni di barili/day, costanti mentre negli anni precedenti aumentava di 2 milioni di barili/day.Gli economisti pensavano che nel 2007 si passasse da 85 Mb/d a 87 Mb/d e nel 2008 a 89Mb/d: illusi, siamo fissi a 85 Mb/d. Questa è una bolla solida, anzi rocciosa. Fonte Agenzia internazionale per l'energia (IEA). Se si è interessati posso cercare il link. Dati per l'All liquid.
      • doctord scrive:
        Re: Bolla Speculativa Petrolio
        Guarda, hai praticamente confermato l'ipotesi bolla speculativa. Infatti pur essendo stabile o in declino, la produzione annuale non è diminuita della stessa unità di grandezza rispetto a quanto è aumentato il prezzo del petrolio. Il fabbisogno mondiale a sua volta non è decuplicato, secondo me a occhio il prezzo attuale è almeno il doppio rispetto ad un mercato sano, e tale tornerà non appena si passerà al prossimo target e tanti investitori meno scaltri ci avranno rimesso le penne.
  • Sandro kensan scrive:
    Il petrolio è finito
    Il petrolio finirà tra 30 o 40 anni ma oggi è in declino, cioè siamo al picco, meglio iniziare a pensare ad elettrodomestici che consumano poca energia, quindi anch'io penso di acquistare un pc che consuma 30-40 watt.http://www.spaziominimo.it/Abaco/PC-Desktop.htmlAbaco PC:Consumo: idle 2.45 A , picco 3.4 A, tensione 12 voltCosto 299 .
  • doctord scrive:
    Se fosse vero...
    ...energia dai motori a magneti permanenti... Quella si che sarebbe rivoluzione! Andatevi a vedere i vari Perendev Motor, Searl Effect! Io già da piccolo avevo pensato potesse funzionare...
    • Robba scrive:
      Re: Se fosse vero...
      Gia,sto anche provando ad accedere alle loro dimostrazioni ma cavoli non ci sono riuscito...Speriamo presto!
  • ciko scrive:
    produzione propria?
    una domanda a chi e' piu' informato: quanto consuma una palazzina con, che so, 50 famiglie?un sistema ibrido di pannelli solari + pale eoliche installate nella struttura, non basterebbero al fabbisogno della palazzina stessa?pensandoci, buona parte dell'energia prodotta dai grandi impianti viene sprecata per la distribuzione. Producendo in-loco tutto sarebbe maggiormente ottimizzato.In piu', se la produzione dovesse eccedere il fabbisogno, si potrebbero creare "mini-centrali" per la produzione di idrogeno da processi elettrolitici, in modo da "sfamare" le auto e i motorini. In caso di produzione scarsa si potrebbe prevedere una sorta di peer-to-peer energetico (a pagamento) in modo da rifornirci dal "vicino" che produce di piu'.Questo quantomeno lascerebbe il problema della produzione energetica solo alla maggiormente controllabile utenza industriale.
    • doctord scrive:
      Re: produzione propria?
      Iil problema stà nell'impossibilità di accumulare l'energia acquisita, a quanto ne so per legge non si può accumulare energia quindi condizioni di maltempo, notte, vento zero non sarebbero servite da elettricità.E poi nessuno ai vertici vuole l'autosufficienza della popolazione che sia energetica, alimentare, religiosa, finanziaria ecc... In qualche modo ci deve essere un rubinetto di controllo.
      • Marco scrive:
        Re: produzione propria?
        Non è corretto dire che non si possa accumulare enrgia. Altrimenti ogni gruppo di continuità sarebbe fuorilegge.Attualmente se consumi meno di quanto il tuo impianto(ad esempio solare) produce il surplus viene convogliato nella rete elettrica nazionale. Questa soluzione è + economica rispetto a quella che prevede l'installazione di accumulatori locali. Inquina meno anche. Da un punto di vista del bilancio economico il risultato è grossomodo uguale. Il vantaggio è che non devi spendere soldi per gli accumulatori che comuqnue hanno bisogno di una manutenzione e comportano una spesa e che, infine, hanno una vita limitata e non sono ecologici.Ovviamente ci sono dei dettagli contabili che vanno a vantaggio dei gestori. Ma grossomodo dovrebbe essere quasi equivalente.
      • ciko scrive:
        Re: produzione propria?
        beh, pero' non credo che produrre idrogeno sia una pratica cosi' rischiosa...non piu' si avere in casa una bombola di gas o una caldaia almeno... in questo modo si potrebbe "stockare" il disavanzochiaramente i motivi "politici" che suggerisci erano esclusi dalla considerazione...
      • lufo88 scrive:
        Re: produzione propria?
        in America c'è una cittadina (non mi ricordo quale) dove l'energia prodotta viene VENDUTA all'azienda elettrica locale.Loro producono più di quanto si consumi.In italia che potremmo avere energia eolica, solare, geotermica ed idrica non viene sfruttata.Nel 1800 un industriale inglese disse: il vapore dell'Italia è il sole.Sfruttiamolo cacchio! l'avevano capito nel 1800!!!!!!
        • doctord scrive:
          Re: produzione propria?
          - Scritto da: lufo88
          in America c'è una cittadina (non mi ricordo
          quale) dove l'energia prodotta viene VENDUTA
          all'azienda elettrica
          locale.
          Loro producono più di quanto si consumi.Anche qui è possibile. Chiaramente si vende a meno di quanto si compra, in altre parole l'ENEL utilizza il tuo impianto, la tua proprietà per la produzione di energia. Ora non so in che termini sia il guadagno che si può fare, l'efficienza dei pannelli ecc. Secondo me però siamo in presenza della solita bolla speculativo/mediatica nata per far ingrassare qualcuno, questa bolla si chiama new energy ed è la sostituta della bolla housing (immobiliare) che ora è in pieno scoppio.
          Sfruttiamolo cacchio! l'avevano capito nel
          1800!!!!!!Il sole è una fonte illimitata di energia, il problema è l'efficienza degli attuali impianti, speriamo bene per il futuro.
  • Antony scrive:
    Domande
    Scrivete tanti commenti su cosa si dovrebbe o non si dovrebbe fare, ma voi stessi che scrivete, avete fatto qualcosa per migliorare il mondo?Semplici domande...- Quanti di voi hanno un'automobile che non funziona a Benzina o Diesel? (io vado a GPL da 2 anni e ho 23 anni)- Quanti di voi hanno i pannelli solari in casa? (noi in casa li abbiamo da qualche anno e funzionano bene)- Quanti riciclano DAVVERO in casa? (il nostro piccolo comune montano di 2000 persone ha una % di riciclaggio attorno al 70/75%)- Quanti usano mezzi pubblici per spostarsi? (io ogni giorno faccio 40Km (20+20) con l'autobus per raggiungere l'ufficio)- Quanti spengono gli elettrodomestici che sono in standby ore e ore durante la giornata? (io quasi tutto prima di allontanarmi di casa per le 9 ore lavorative)Cioè, prima di scrivere cosa si dovrebbe fare per trovare NUOVE energia, preoccupiamoci di fare ciascuno la nostra parte per questo Mondo che sta cadendo a pezzi!!
    • Nathaniel Hornblower scrive:
      Re: Domande
      - Scritto da: Antony
      Scrivete tanti commenti su cosa si dovrebbe o non
      si dovrebbe fare, ma voi stessi che scrivete,
      avete fatto qualcosa per migliorare il
      mondo?

      Semplici domande...

      - Quanti di voi hanno un'automobile che non
      funziona a Benzina o Diesel? (io vado a GPL da 2
      anni e ho 23
      anni)
      - Quanti di voi hanno i pannelli solari in casa?
      (noi in casa li abbiamo da qualche anno e
      funzionano
      bene)
      - Quanti riciclano DAVVERO in casa? (il nostro
      piccolo comune montano di 2000 persone ha una %
      di riciclaggio attorno al
      70/75%)
      - Quanti usano mezzi pubblici per spostarsi? (io
      ogni giorno faccio 40Km (20+20) con l'autobus per
      raggiungere
      l'ufficio)
      - Quanti spengono gli elettrodomestici che sono
      in standby ore e ore durante la giornata? (io
      quasi tutto prima di allontanarmi di casa per le
      9 ore
      lavorative)

      Cioè, prima di scrivere cosa si dovrebbe fare per
      trovare NUOVE energia, preoccupiamoci di fare
      ciascuno la nostra parte per questo Mondo che sta
      cadendo a
      pezzi!!Tutte queste soluzioni sono come mettere piccole pezze quando il buco è una voragine.
      • ndr scrive:
        Re: Domande

        Tutte queste soluzioni sono come mettere piccole
        pezze quando il buco è una
        voragine.Meglio che continuare a scavare.Poi non necessariamente salvi il pianeta, ma di certo se non altro risparmi qualche centinaio di euro all'anno. Perchè no?
        • Nathaniel Hornblower scrive:
          Re: Domande
          - Scritto da: ndr

          Tutte queste soluzioni sono come mettere piccole

          pezze quando il buco è una

          voragine.

          Meglio che continuare a scavare.
          Poi non necessariamente salvi il pianeta, ma di
          certo se non altro risparmi qualche centinaio di
          euro all'anno. Perchè
          no?Se ne vanno solo di salute mentale e familiare per tutte queste accortezze! ;)
          • Paolino scrive:
            Re: Domande
            - Scritto da: Nathaniel Hornblower

            Meglio che continuare a scavare.

            Poi non necessariamente salvi il pianeta, ma di

            certo se non altro risparmi qualche centinaio di

            euro all'anno. Perchè

            no?

            Se ne vanno solo di salute mentale e familiareGiusto, meglio perdere la solute fisica... con la scusa di un piccolo impegno mentale
          • ndr scrive:
            Re: Domande

            Se ne vanno solo di salute mentale e familiare
            per tutte queste accortezze!
            ;)Ma parli sul serio o è sarcasmo?Perchè se parli sul serio...quanta salute mentale perdi a installare un riduttore di flusso nel rubinetto e a togliere gli sci dal tetto della macchina in estate? Vedi quel bottone sulla tv? Prova ad appoggiarci il dito sopra...ce la puoi fare, coraggio, non morde...Che cervello hai se fai fatica a elaborare il concetto "carta in bidone giallo, vetro in bidone verde"?!?Dì piuttosto che non hai voglia e basta, che te ne sbatti, che fai più bella figura...ma non naconderti dietro al dito.
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Domande
            - Scritto da: ndr

            Se ne vanno solo di salute mentale e familiare

            per tutte queste accortezze!

            ;)

            Ma parli sul serio o è sarcasmo?
            Perchè se parli sul serio...quanta salute mentale
            perdi a installare un riduttore di flusso nel
            rubinetto e a togliere gli sci dal tetto della
            macchina in estate? Vedi quel bottone sulla tv?
            Prova ad appoggiarci il dito sopra...ce la puoi
            fare, coraggio, non
            morde...
            Che cervello hai se fai fatica a elaborare il
            concetto "carta in bidone giallo, vetro in bidone
            verde"?!?

            Dì piuttosto che non hai voglia e basta, che te
            ne sbatti, che fai più bella figura...ma non
            naconderti dietro al
            dito.Questa società già è zeppa di regole. Altre 1000 non ne voglio proprio prendere, specie se il risparmio energetico si attesta sul 20-30%.
          • ndr scrive:
            Re: Domande
            ...ma la conosci la differenza tra "regola" e "consiglio"? O semplicemente ti diverte parlare a vanvera?
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Domande
            - Scritto da: ndr
            ...ma la conosci la differenza tra "regola" e
            "consiglio"? O semplicemente ti diverte parlare a
            vanvera?Un consiglio da seguire diventa una regola.
          • alfa beta scrive:
            Re: Domande
            - Scritto da: Nathaniel Hornblower
            Un consiglio da seguire diventa una regola.la specie umana merita di estinguersi.
          • franchino scrive:
            Re: Domande
            Il tuo discorso è ragionevole ma non tiene conto di alcuni fattori.Il primo di tutti è relativo all'estendibilità a TUTTI dei concetti che hai espresso.Se nel comune di 2000 abitanti nella piccola provincia si riesce a fare raccolta differenziata con piena soddisfazione dei cittadini ne siamo tutti felici. Non serve tuttavia a un caxxo se poi nella città con qualche milione di abitanti hai i cassonetti con a fianco lavatrici semidistrutte, materassi e biciclette che corredano i sacchetti del cosiddetto "umido".In sostanza è bello parlare delle realtà dove ognuno ha la casetta col giardino e fa a gara con il vicino a chi taglia più volte il prato nel periodo estivo...Si riesce a guardare con orgoglio che la propria comunità di nicchia cresce sempre più magari a dispetto delle altre...Sembreresti essere tu a nasconderti dietro al dito della raccolta differenziata e dello spegnimento dei led... E napoli ?? Cosa facciamo ?? Gli spieghiamo di mettere la carta nel sacco giallo ? Non nasconderti dietro ad un dito...prendi e vai in Campania a fare lezioni di sensibilizzazione no ? E' più facile farle dove tutto funziona già alla perfezione ?Mahhh..non so che dire... Di certo è inutile decantare quanto sia bello e pulito il Trentino Alto Adige quando c'è gente che soffoca di diossina da un'altra parte...sempre in ITALIA.Lasciamo a Grillo la contabilizzazione del consumo dei led, delle bottiglie di vetro da riutilizzare e un sacco di altre belle cose.Per quanto mi riguarda io so, con certezza, che il difensore dei deboli e degli oppressi, delle campagne contro il TUTTO, è a Porto Cervo e guadagna qualche milione di euro all'anno.Dubito che ci sia andato a nuoto per questioni ecologiche...e oltretutto avrebbe potuto trascorrere le vacanze nella sua bella e amata Liguria !! Avrebbe sicuramente inquinato meno...
      • largo_ai_gi ovani scrive:
        Re: Domande
        stra-quoto antony..ohhh uno giovane, ma con le palle!!! FINALMENTE!!....dal 68 e dal 72, piano-piano, piaccia o no, l' italia è diventata sempre più rosa.Le donne sono contente (forse), però è palese che per arrivare a questo la società si è rammollita ed i maschi si sono effeminati...... parlano-parlano
        ma non agiscono (!) esattamente come loro...le femmine.Se aprono la bocca è per ottenere qualcosa: soldi (in prima posizione), casa, macchina, divertimenti, potere, lavoro.... mai per dare qualcosa o per darsi da fare... senza profitto PERSONALE
        non muovono il culo....allora mettiamola così:
        le femmine già ci sono!!!
        che i maschi tornino a fare i maschi..... !...se non avete figure maschili da cui attingere potete leggere 5/6 libri di claudio risè.... almeno vi farete un' idea su cosa vi state perdendo nel fare i "castratelli cocchi di mamma".
        • r1348 scrive:
          Re: Domande
          Un vecchio misogino, tutto mio nonno.
          • largo_ai_gi ovani scrive:
            Re: Domande
            ...tuo nonno era un uomo.... non affetto da misandria come invece sembra tu esserne affetto...Uomo
            alzati e cammina
            fai la tua parte che le donne già ci sono.... e se la ridono dei cortigiani come te e banda...(rotfl)un pò di documentazione (x chi se la sente di approfondire :)
            http://www.claudio-rise.it/libri.htm
      • Paolino scrive:
        Re: Domande
        - Scritto da: Nathaniel Hornblower[cut]
        Tutte queste soluzioni sono come mettere piccole
        pezze quando il buco è una
        voragine.E allora allarghiamo il buco con scuse banali perche' non esiste la soluzione "perfetta", scartiamo anche quelle che fanno qualcosa pur non essendo risolutive in toto.... Bel metodo...
        • Nathaniel Hornblower scrive:
          Re: Domande
          - Scritto da: Paolino
          - Scritto da: Nathaniel Hornblower
          [cut]

          Tutte queste soluzioni sono come mettere piccole

          pezze quando il buco è una

          voragine.

          E allora allarghiamo il buco con scuse banali
          perche' non esiste la soluzione "perfetta",
          scartiamo anche quelle che fanno qualcosa pur non
          essendo risolutive in toto....


          Bel metodo...Continua pure a tirare via il mare con i secchi, se vuoi sei liberissimo di farlo. Dico io, finiamo sto benedetto petrolio, e poi si potrà re-impostare la nostra società, che non dimentichiamolo, è da un centinaio di anni che è diventata così.
          • Anonimo_biz scrive:
            Re: Domande
            almeno non mi mettpo a pisciare nel mare come vorresti tu...Se al posto di essere rassegnati al proprio destino come stai dimostrando di essere tu la gente tirasse fuori gli attributi si riuscirebbe a fare qualcosa di buono...se vedi una lattina per terra di fronte a casa tua.. cosa fai gli dai un calcio e la tiri lontano o la raccogli e la butti nell'immondizia ?i problemi bisogna affrontarli, se ti nascondi sei solo un codardo..
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Domande
            - Scritto da: Anonimo_biz
            almeno non mi mettpo a pisciare nel mare come
            vorresti
            tu...
            Se al posto di essere rassegnati al proprio
            destino come stai dimostrando di essere tu la
            gente tirasse fuori gli attributi si riuscirebbe
            a fare qualcosa di
            buono...

            se vedi una lattina per terra di fronte a casa
            tua.. cosa fai gli dai un calcio e la tiri
            lontano o la raccogli e la butti nell'immondizia
            ?

            i problemi bisogna affrontarli, se ti nascondi
            sei solo un
            codardo..Non capisco perché tu e quell'altro associate il discorso sull'immondizia a quello sul petrolio. :s
        • largo_ai_gi ovani scrive:
          Re: Domande
          ...il problema è sempre quello
          basta non muovere il culo!viva le donne e i giovani (i castratelli di adesso) (rotfl)
      • attonito scrive:
        Re: Domande
        il problema e' che TUTTI dovrebbero avere atteggiamenti virtuosi. Se lo fa uno solo viene additato come "alternativo", mentre in realta' e' un benemerito.Tante goccie fanno un mare.
    • Snoopy scrive:
      Re: Domande
      tutto quello che dici é giusto, però bisogna lavorare su tutti i fronti, bisogna portare avanti una cultura del riciclo e del risparmio, e questo richiede uno sforzo da parte dello stato sotto forma di istruzione e strutture. Certo che come dici tu se maometto non va alla montagna...Non so se é vero, ma se non lo é dovrebbe semplicemente esserlo: mi hanno detto che in giappone esiste una legge dove se un produttore di lavatrici immette un modello che consuma meno degli altri qust'ultimi hanno tempo tot anni per allinearsi a quel consumo, altrimenti ricevono sanzioni o gli viene proibito di immettere i loro prodotti sul mercato..Una semplice legge "obbliga" le ditte a lavorare costantemente alla riduzione del consumo energetico, per stare al passo e per fregare le altre.
    • il texano scrive:
      Re: Domande

      - Quanti di voi hanno un'automobile che non
      funziona a Benzina o Diesel? (io vado a GPL da 2
      anni e ho 23
      anni)Il metano è una risorsa rinnovabile? Non contribuisce all'effetto serra?
      - Quanti di voi hanno i pannelli solari in casa?
      (noi in casa li abbiamo da qualche anno e
      funzionano
      bene)Quanti hanno una casa propria e possono disporre di ciò che si fa sul tetto?
      - Quanti riciclano DAVVERO in casa? (il nostro
      piccolo comune montano di 2000 persone ha una %
      di riciclaggio attorno al
      70/75%)Dipende dal comune o dai cittadini? Se un cittadino volesse fare raccolta differenziata da solo, quanto spenderebbe ogni settimana in carburante nei viaggi per depositare carta - vetro -nero - organico nel posto giusto?
      - Quanti usano mezzi pubblici per spostarsi? (io
      ogni giorno faccio 40Km (20+20) con l'autobus per
      raggiungere
      l'ufficio)Quanti non sono coperti dai mezzi pubblici per andare al lavoro?
      - Quanti spengono gli elettrodomestici che sono
      in standby ore e ore durante la giornata? (io
      quasi tutto prima di allontanarmi di casa per le
      9 ore
      lavorative)Meglio ancora faresti a non avere nemmeno il televisore.
      • Nathaniel Hornblower scrive:
        Re: Domande
        Quoto. La gente ragiona vedendo solo quello che c'è nel suo orticello.
      • Antony scrive:
        Re: Domande
        Si chiaro, il tuo discorso fila...ma quand'è che si comincerà davvero a fare qualcosa?E' inutile continuare a piangersi addosso ("il mondo è crudele non ci possiamo fare nulla") se nessuno move un dito.So che quello che faccio io non conta nulla, però se dopo di me comincia a farlo anche il mio vicino, poi il suo vicino, e così via, ci ritroveremo tutti a contribuire (anche se in MINIMISSIMA parte) a rendere il Mondo un po' meglio. Chiaro: nn cambia quasi NULLA alla fine-dei-conti, ma solo perchè per ogni persona, come me, che fa determinate cose, ci sono ENNE-volte altre persone che non fanno nulla e se ne fregano...così tutto quello che faccio io viene vanificato.PS: il GPL non è Metano...il GPL è in commercio (per le auto e simili) da più di 10 anni (ma di sicuro anche di più) però ancora quasi-nessuno usa auto a GPL...perchè? perchè l'Italia è un paese di vecchi (70% over 50anni) che hanno una mentalità ancorata agli anni successivi alla guerra :/
        Quanti non sono coperti dai mezzi pubblici per andare al
        lavoro?Una fermata del tram/autobus/corriera penso che ci sia nel raggio di qualche Km OVUNQUE...io faccio 1Km in bici/piedi per raggiungere la fermata della corriere e poi ho 25min di viaggio..1 viaggio di quella corriera ogni 90 minuti...quindi se ne perdo una prima di 1:30 non posso prenderne un'altra...ma meglio che andare in macchina.
        • il texano scrive:
          Re: Domande

          Una fermata del tram/autobus/corriera penso che
          ci sia nel raggio di qualche Km OVUNQUE...io
          faccio 1Km in bici/piedi per raggiungere la
          fermata della corriere e poi ho 25min di
          viaggio..1 viaggio di quella corriera ogni 90
          minuti...quindi se ne perdo una prima di 1:30 non
          posso prenderne un'altra...ma meglio che andare
          in
          macchina.Hai figli? Chi fa la spesa e i mestieri in casa tua?
          • Antony scrive:
            Re: Domande
            Non ho figli....ho 23 anni. La spesa la faccio io per me, e per "mestieri in casa" che cosa intendi?
        • il texano scrive:
          Re: Domande

          Si chiaro, il tuo discorso fila...ma quand'è che
          si comincerà davvero a fare
          qualcosa?
          E' inutile continuare a piangersi addosso ("il
          mondo è crudele non ci possiamo fare nulla") se
          nessuno move un
          dito.
          So che quello che faccio io non conta nulla, però
          se dopo di me comincia a farlo anche il mio
          vicino, poi il suo vicino, e così via, ci
          ritroveremo tutti a contribuire (anche se in
          MINIMISSIMA parte) a rendere il Mondo un po'
          meglio. Chiaro: nn cambia quasi NULLA alla
          fine-dei-conti, ma solo perchè per ogni persona,
          come me, che fa determinate cose, ci sono
          ENNE-volte altre persone che non fanno nulla e se
          ne fregano...così tutto quello che faccio io
          viene
          vanificato.Quella di prima era la risposta seria e provocatoria. Ora viene la risposta seria e non provocatoria.Le politiche di risparmio energetico vere NON devono contare sulla buona volontà dei cittadini (come te), che come dici giustamente saranno sempre una goccia nell'oceano, ma devono necessariamente diffondere i comportamenti viruosi attraverso incentivi fiscali per via legislativa.Tutto il resto è fuffa.
          • Antony scrive:
            Re: Domande
            Ma scusa, perchè le tasse che IO pago servono a dare incentivi (esempio) alle persone a Milano per installare (a chi può installarli) i pannelli solari?? Io, nel mio paesello montano in Friuli, nn voglio dare incentivi a chi poi si installa 50mq di pannelli solari e così nn consuma nulla...nn spende nulla SOLO LUI, mentre il suo vicino di casa, che magari nn può installarli, spenderà uguale-a-prima se non di più.Dare incentivi serve a poco.Sono invece d'accordo sul costruire le infrastrutture (tipo per il riciclaggio comunale) in OGNI comune. Allora si che pago volentieri le tasse...Ma finchè con le tasse regionali (esempio VERO) qui in Friuli si decide di METTERE IN REGOLA (con le nuove norme) lo Stadio-di-Calcio di Udine, è inutile lamentarsi di non avere più soldi. A me nn frega nulla di Calcio, quindi perchè le mie tasse finanziano lo Stadio di Udine? mah...Sono stupidi esempi...però...
          • Funz scrive:
            Re: Domande
            - Scritto da: Antony
            Ma scusa, perchè le tasse che IO pago servono a
            dare incentivi (esempio) alle persone a Milano
            per installare (a chi può installarli) i pannelli
            solari?? Io, nel mio paesello montano in Friuli,
            nn voglio dare incentivi a chi poi si installa
            50mq di pannelli solari e così nn consuma
            nulla...nn spende nulla SOLO LUI, mentre il suo
            vicino di casa, che magari nn può installarli,
            spenderà uguale-a-prima se non di
            più.E invece è giusto che tu, anche se non vuoi o non puoi installare i pannelli direttamente, contribuisci lo stesso nell'ottica di un passaggio del Paese alle energie rinnovabili.
      • Anonimo_biz scrive:
        Re: Domande
        - Scritto da: il texano

        - Quanti di voi hanno un'automobile che non

        funziona a Benzina o Diesel? (io vado a GPL da 2

        anni e ho 23

        anni)

        Il metano è una risorsa rinnovabile? Non
        contribuisce all'effetto
        serra?forse risulta solo a me che il metano o il GPL inquinino di meno ??


        - Quanti di voi hanno i pannelli solari in casa?

        (noi in casa li abbiamo da qualche anno e

        funzionano

        bene)

        Quanti hanno una casa propria e possono disporre
        di ciò che si fa sul
        tetto?nella prossima riunione condominiale prova a dire questo " installiamo dei pannelli solari sul tetto? ci permetterebbero di inquinare meno e risparmiare soldi."


        - Quanti riciclano DAVVERO in casa? (il nostro

        piccolo comune montano di 2000 persone ha una %

        di riciclaggio attorno al

        70/75%)

        Dipende dal comune o dai cittadini? Se un
        cittadino volesse fare raccolta differenziata da
        solo, quanto spenderebbe ogni settimana in
        carburante nei viaggi per depositare carta -
        vetro -nero - organico nel posto
        giusto?hai chiesto alla giunta comunale di fare la differenziata e ti hanno risposto che se la vuoi fare te la devi gestire da solo ? prova a dirlo a Striscia magari diventi famoso...


        - Quanti usano mezzi pubblici per spostarsi? (io

        ogni giorno faccio 40Km (20+20) con l'autobus
        per

        raggiungere

        l'ufficio)

        Quanti non sono coperti dai mezzi pubblici per
        andare al
        lavoro?tu sei coperto ? o solo perchè in macchina ci impieghi 5 minuti in meno preferisci quest'ultima ?


        - Quanti spengono gli elettrodomestici che sono

        in standby ore e ore durante la giornata? (io

        quasi tutto prima di allontanarmi di casa per le

        9 ore

        lavorative)

        Meglio ancora faresti a non avere nemmeno il
        televisore.su questo almeno mi trovi daccordo, al posto di inchiodarsi davanti alla televisione vai a farti un giro nei parchi a raccogliere cartaccie...
    • Funz scrive:
      Re: Domande
      - Scritto da: Antony
      Scrivete tanti commenti su cosa si dovrebbe o non
      si dovrebbe fare, ma voi stessi che scrivete,
      avete fatto qualcosa per migliorare il
      mondo?Tante cose si possono fare a livello di famiglia o paese, ma purtroppo sono ben poca cosa rispetto a quello che è realmente necessario.Ci andrebbe una politica illuminata in grado di guidare un radicale cambiamento nelle nostre abitudini sprecone. Tutto il contrario di quello che passa il convento oggi.
      Semplici domande...

      - Quanti di voi hanno un'automobile che non
      funziona a Benzina o Diesel? (io vado a GPL da 2
      anni e ho 23
      anni)Personalmente ho un diesel da 10 anni / 120000 Km, e non prevedo di cambiarlo tanto presto. Poi prenderò un veicolo elettrico o ibrido-plugin, ammesso che possa ancora permettermelo.Fabbricare un'auto (pure quella più ecologica del mondo comporta un dispendio gigantesco di energie e materie prme, quindi la soluzione ecologicamente più corretta è NON CAMBIARE L'AUTO
      - Quanti di voi hanno i pannelli solari in casa?
      (noi in casa li abbiamo da qualche anno e
      funzionano
      bene)Spesa in programma nei prossimi anni, sto giusto aspettando che calino un pò i prezzi.
      - Quanti riciclano DAVVERO in casa? (il nostro
      piccolo comune montano di 2000 persone ha una %
      di riciclaggio attorno al
      70/75%)Qui da me si fa e anche bene, ma come dicevo sopra è una questione a livello più alto della singola famiglia. Ci vorrebbe una politica seria di incentivi / disincentivi.
      - Quanti usano mezzi pubblici per spostarsi? (io
      ogni giorno faccio 40Km (20+20) con l'autobus per
      raggiungere
      l'ufficio)Purtroppo io devo farne 70 e non esistono proprio i mezzi pubblici. Idem come sopra, solo che i comuni alla canna del gas stanno tagliando sui trasporti pubblici...
      - Quanti spengono gli elettrodomestici che sono
      in standby ore e ore durante la giornata? (io
      quasi tutto prima di allontanarmi di casa per le
      9 ore
      lavorative)Cosa minima, ma lo faccio già.
      Cioè, prima di scrivere cosa si dovrebbe fare per
      trovare NUOVE energia, preoccupiamoci di fare
      ciascuno la nostra parte per questo Mondo che sta
      cadendo a
      pezzi!!giusto
      • Antony scrive:
        Re: Domande


        - Quanti usano mezzi pubblici per spostarsi? (io

        ogni giorno faccio 40Km (20+20) con l'autobus
        per

        raggiungere

        l'ufficio)

        Purtroppo io devo farne 70 e non esistono proprio
        i mezzi pubblici. Idem come sopra, solo che i
        comuni alla canna del gas stanno tagliando sui
        trasporti pubblici...Quindi sei uno dei soliti "pendolari" in auto, giusto?(Leggi tutto SENZA tono offensivo...nn si sa mai, io avverto prima)Beh, ma non era meglio trovarsi un lavoro a 10Km da casa? Magari c'è qualcuno che, come te, si sposta dal paese in cui vai tu a lavorare per venire a lavorare nel tuo...è da ridere! O meglio, perchè (come ho visto quando sono stato a Milano) c'è così tanta gente che si sposta in auto DASOLA? Cioè...milioni di macchine alle 7:30 di mattina con UNA sola persona dentro...MA PERCHE'?? Oltre ad avere i mezzi pubblici (per me) PERFETTI, perchè ci si ostina a girare in auto?Non capirò mai certe persone...
        • Funz scrive:
          Re: Domande
          - Scritto da: Antony

          Purtroppo io devo farne 70 e non esistono
          proprio

          i mezzi pubblici. Idem come sopra, solo che i

          comuni alla canna del gas stanno tagliando sui

          trasporti pubblici...

          Quindi sei uno dei soliti "pendolari" in auto,
          giusto?Ahimè si
          (Leggi tutto SENZA tono offensivo...nn si sa mai,
          io avverto
          prima)
          Beh, ma non era meglio trovarsi un lavoro a 10Km
          da casa? Magari c'è qualcuno che, come te, si
          sposta dal paese in cui vai tu a lavorare per
          venire a lavorare nel tuo...è da ridere! OSarebbe meglio sì, ma questo è il meglio che sono riuscito a trovare, proprio nell'ottica di ritornare al paese d'origine, vicino a mamma e suoceri. Diciamo che i Km di distanza erano uno dei fattori del calcolo, la famiglia l'altro.Prima avevo il bus aziendale, ma i Km erano 55+55, metà di autostrada...
          meglio, perchè (come ho visto quando sono stato a
          Milano) c'è così tanta gente che si sposta in
          auto DASOLA? Cioè...milioni di macchine alle 7:30
          di mattina con UNA sola persona dentro...MA
          PERCHE'?? Oltre ad avere i mezzi pubblici (per
          me) PERFETTI, perchè ci si ostina a girare in
          auto?Sono d'accordo. Io di solito viaggio assieme a un collega del paese vicino, e se ce ne fossero altri sarebbe meglio.Purtroppo è difficile organizzarsi in car pooling quando abiti in provincia e lavori nella cintura di Torino.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Domande
      - Scritto da: Antony
      Scrivete tanti commenti su cosa si dovrebbe o non
      si dovrebbe fare, ma voi stessi che scrivete,
      avete fatto qualcosa per migliorare il
      mondo?

      Semplici domande...

      - Quanti di voi hanno un'automobile che non
      funziona a Benzina o Diesel? (io vado a GPL da 2
      anni e ho 23
      anni)Ho sempre avuto auto Gpl da quando avevo 20 anni ora ne ho 39. Lo faccio non per ecologismo ma per risparmiare
      - Quanti di voi hanno i pannelli solari in casa?
      (noi in casa li abbiamo da qualche anno e
      funzionano
      bene)I pannelli solari sono belli e funzionano, ma se hai la fortuna di avere una villetta, in un condominio le cose sono molto più difficili!
      - Quanti riciclano DAVVERO in casa? (il nostro
      piccolo comune montano di 2000 persone ha una %
      di riciclaggio attorno al
      70/75%)Io mi attengo scrupolosamente alle indicazioni del mio comune,che sono ragionevoli. So di altri comuni che invece non lo sono:1. pretendono che ti tieni in casa l'umido anche per 3-4 giorni2. Con il porta a porta multano un intero condominio se un singolo condomino non fa bene la differenziata, come se il resto dei condomini ci potesse fare qualche cosa.
      - Quanti usano mezzi pubblici per spostarsi? (io
      ogni giorno faccio 40Km (20+20) con l'autobus per
      raggiungere
      l'ufficio)Se come nel mio caso con l'auto impiego 25 minuti per raggiungere l'ufficio e con i mezzi invece un'ora e 30, minuti capisci che il fascino del trasporto pubblico viene meno.Tutti fanno un gran parlare di limitare gli accessi nelle città da parte delle auto dei pendolari, come fanno s Londra, ma nessuno dice che le altre città europee sono piene di metropolitane, altro che le tre linee di Milano o le due di Roma, andate a Parigi, Vienna, Barcellona, Praga, le linee disponibili sono varie decine, con metrò che passano ogni 2 minuti!
      - Quanti spengono gli elettrodomestici che sono
      in standby ore e ore durante la giornata? (io
      quasi tutto prima di allontanarmi di casa per le
      9 ore
      lavorative)
      Qui ti do ragione, perchè non obbligare i produttori per i nuovi apparecchi a dotarli di uno stand by del consumo di qualche decina di milliwatt, è tecnicamente fattibile, poco oneroso e avrebbe il pregio di proteggere l'elettronica degli apparecchi in caso di sovratensioni, cosa che con gli stand by odierni non avviene.
      Cioè, prima di scrivere cosa si dovrebbe fare per
      trovare NUOVE energia, preoccupiamoci di fare
      ciascuno la nostra parte per questo Mondo che sta
      cadendo a
      pezzi!!Comunque simili misure non sono risolutive, bisogna assolutamente trovare fonti energetiche alternative, ossia il nucleare con tutti i problemi ad esso connesso. Sperando che si spiccino con la fusione calda o fredda che sia!
  • Nemo_bis scrive:
    Acquisti inutili
    Se il loro televisore da 52" permette di risparmiare tanto rispetto a uno della concorrenza è perché ha un consumo elevatissimo. Se anche consuma 400 W invece che 500, è sempre almeno il quadruplo del ragionevole. E sostituire un apparecchio quasi nuovo colla scusa dei consumi minori (in genere di poco) non ha senso, perché anche la produzione e il trasporto richiedono energia. La riduzione dei consumi elettrici ha senso solo se non fa aumentare i... consumi di nuovi prodotti.
    • PGStargazer scrive:
      Re: Acquisti inutili
      - Scritto da: Nemo_bisCUT
      La riduzione dei consumi elettrici ha senso solo
      se non fa aumentare i... consumi di nuovi
      prodotti.praticamente impossibile da attuare con queste leggi di mercato fatte dai grandi economisti 50 anni fa[yt]http://it.youtube.com/watch?v=fRrpNgIG0jA&feature=related[/yt]Mentalità vecchia, persone vecchie che vuoi che ne esca?
  • babelzeta scrive:
    arguta!!!
    "Park Yu-Jin, una casalinga di Seul madre di due bimbi, nota che "d'estate la bolletta diventa più del doppio se si accende il condizionatore d'aria"Ammazza com'è arguta la casalinga di Seul! LOL!
  • Nexso scrive:
    Rimedio petrolio
    http://it.youtube.com/watch?v=g-FK1miK3mwPerché nessuno vuole costruire la sua auto?
    • fox82i scrive:
      Re: Rimedio petrolio
      Per questo motivohttp://it.wikipedia.org/wiki/Eolo_(auto)
      • Ossimoro29 scrive:
        Re: Rimedio petrolio
        Secondo voi non serve energia per riempire le bombole di aria compressa? O le si riempie di scorregge?
      • Giocatore110 scrive:
        Re: Rimedio petrolio
        La compressione dell'aria è inefficiente, proprio per la perdita di pressione.Meglio i sistemi elettrici, almeno la tensione la puoi tenere.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 luglio 2008 09.35-----------------------------------------------------------
    • N.C. scrive:
      Re: Rimedio petrolio
      E perchè .. il motorino che con un litro di metano fa 500 km...costruito all'istituto tecnico di Rimini !!! Non l'hanno costruito ingegneri ma una manica di ragazzi di 19 anni !!! e poi dicono che non c'è la tecnologia ... non è che non c'è ... è che non la vogliono sviluppare !!!!
      • Funz scrive:
        Re: Rimedio petrolio
        - Scritto da: N.C.
        E perchè .. il motorino che con un litro di
        metano fa 500 km...costruito all'istituto tecnico
        di Rimini !!! Non l'hanno costruito ingegneri ma
        una manica di ragazzi di 19 anni !!! e poi dicono
        che non c'è la tecnologia ... non è che non c'è
        ... è che non la vogliono sviluppare
        !!!!Mah, mi pare la solita fuffa pseudoscientifica...1 litro di metano a che pressione e temperatura? Guarda che fa una bella differenza, magari era meglio se ci dicevi quanti Km per Kg di metano.Poi: quant'è il contenuto energetico di un Kg di metano? E quanta energia ci vuole per spostare un'auto di 500 Km? Questi ragionamenti fanno dubitare mooolto delle tue affermazioniProbabilmente fanno 500 Km, ma sui rulli con una macchinina radiocomandata :D
  • Enjoy with Us scrive:
    Rimedio
    passare ad energie alternative:1. nucleare2. carbone3. eolica4. Solare5. Cogenerazione (es. rifiuti trattati negli inceneriori)6. Risparmio energeticoInvestire nella ricerca della fusione nucleareAvrete notato che non ho inserito i biocombustibili!
    • Enr scrive:
      Re: Rimedio
      Io ho solo notato che scrivi un sacco di minchiate.A te quelle sembrano energie alternative?Su SEI che ne hai scritte l'unica con un minimo di senso oggi (con le attuali tecnologie) è il solare..credere ancora, nel 2008, a carbone, nucleare e cogenerazione degli inceneritori dimostra solo quanto tu sia strapieno di ignoranza e probabilmente con il cervello mezzo lobotomizzato dalla disinformazione di tv e giornali...Fusione nucleare? Immagino che anche qui tu non sappia nemmeno di che stai parlando..bah
      • HAL scrive:
        Re: Rimedio
        Dare alternative VERE? Per produrre l'energia di una centrale nucleare con il fotovoltaico servirebbero decine di miliardi di euro (non 4-5, decine). Eliminiamo le pensioni e passiamo tutti al fotovoltaico?
        • pippo scrive:
          Re: Rimedio

          Dare alternative VERE? Per produrre l'energia di
          una centrale nucleare con il fotovoltaico
          servirebbero decine di miliardi di euro (non 4-5,
          decine). Eliminiamo le pensioni e passiamo tutti
          al
          fotovoltaico?Palle! per produrre 1 kwh con celle solari il prezzo è intorno ai 1,2 dollari...
    • fox82i scrive:
      Re: Rimedio
      Lo stesso Fidel dice che il biocombustibile creerà nuova povertà...
    • doctord scrive:
      Re: Rimedio
      - Scritto da: Enjoy with Us
      passare ad energie alternative:
      1. nucleare
      2. carbone
      3. eolica
      4. Solare
      5. Cogenerazione (es. rifiuti trattati negli
      inceneriori)
      6. Risparmio energetico

      Investire nella ricerca della fusione nucleare
      Avrete notato che non ho inserito i
      biocombustibili!Già, pure secondo me i biocombustibili sono da scartare, tolgono e aumentano il prezzo delle risorse fondamentali (cibo). E poi inquinano, eccome. Si chiamano Bio ma di biologico hanno la fonte, non lo scarto.Cmq sia la vera rivoluzione potrebbero essere i motori a magneti permanenti, lo so che è un sogno ma forse qualcuno c'è riuscito.
      • irolav scrive:
        Re: Rimedio

        Cmq sia la vera rivoluzione potrebbero essere i
        motori a magneti permanenti, lo so che è un sogno
        ma forse qualcuno c'è
        riuscito.Questa poi mi mancava... "In questa casa si rispettano i principi della termodinamica!" piccola citazione... :-)http://it.wikipedia.org/wiki/Secondo_principio_della_termodinamica
        • doctord scrive:
          Re: Rimedio
          Si ma secondo me nulla vieta che l'energia prodotta sia dovuta alla perdita di qualche proprietà dei magneti, che so forza di attrazione, massa...
          • irolav scrive:
            Re: Rimedio
            Non è proprio fisicamente possibile realizzare qualcosa di simile.Su internet gira qualche video dove usano una ruota ricoperta di chiodi messi ad hoc che gira quando avvicinano una calamita.Queste sono bufale: non è possibile che una cosa del genere funzioni semplicemente perché un chiodo viene attratto della stessa misura alla destra ed alla sinistra della calamita.Se per assurdo poi una cosa del genere funzionasse dovrebbe girare in continuazione, non dimenticare la Terra stessa è una vera e propria calamita!
          • doctord scrive:
            Re: Rimedio
            Ci sono anche fonti e filmati più "autorevoli". Vedi: Perendev Motor o Searl Effect. Cmq sia non stò dicendo che questi signori hanno realizzato la soluzione definitiva, potrebbe trattarsi anche di bufale, certo è che se riuscissimo ad utilizzare l'energia "atomica" (che è tantissima) in altri modi (magnetismo?) oltre che con la classica fissione avremmo risolto definitivamente il problema energetico.
          • alfa beta scrive:
            Re: Rimedio
            - Scritto da: doctord

            Cmq sia non stò dicendo che questi signori hanno
            realizzato la soluzione definitiva, potrebbe
            trattarsi anche di bufale, certo è che sesi tratta di bufale, in questo mondo il secondo principio della termodinamica si rispetta..
          • alfa beta scrive:
            Re: Rimedio
            e finita quella, finito il magnete. grazie tanto.il magnete va rimagnetizzato e chi mette l'energia?
  • francososo scrive:
    il rimedio ci sarebbe......
    il rimedio ci sarebbe......etanolo da canapa indiana,energia eolica, energia fotovoltaica,carburanti ecologici con gli scarti di oli vegetali ,riciclare il più possibile ,specialmente nel settore elettronico !
    • Gauss scrive:
      Re: il rimedio ci sarebbe......
      Belle soluzioni, guarda che il problema del petrolio non sono le automobili. Forse avremmo 40 minuti di energia al giorno seguendo le intelligenti idee (se copri tutta la superficie terrestre di pale eoliche non avresti energia nemmeno per sopportare il fabbisogno attuale..figurati quello futuro, per non parlare del costo)!L'unica vera alternativa al petrolio è l'idrogeno che però lo si ricava dal petrolio e dai suoi derivati (bella idea) o dall'acqua per elettrolisi (per scinderlo serve energia quindi è un paradosso). L'unica è utilizzare la fusione nucleare che purtroppo è ancora in fase sperimentale. 1 gr di trizio nel processo di fusione libera tanta energia come un dozzina di tonnellate di carbone, energia che potrebbe benissimo essere utilizzata per estrarre idrogeno dall'acqua e liberare ossigeno. Di certo il trizio e il deuterio non sono infiniti, ma nemmeno il petrolio lo è.Peccato che dietro all'idrogeno ci sono gli stessi petrolieri che non lo vogliono vedere se non prima di aver spremuto il mondo col petrolio.Ci sono gli arabi dell'opec coi grandi giacimenti, ci sono i petrolieri (occidentali), ci sono gli speculatori (ogni giorno si scambiano futures sul petrolio in miliardi di barili quando la produzione si misura in milioni di barili, questo dice già tutto). Sommate tutto e avrete la più grande multinazionale monopolista del mondo globalizzato!E chi può combattere contro un mostro invisibile con una potenza economica in grado di confrontarsi con il PIL di metà dell'Europa Occidentale?
      • Unostupidoq ualsiasi scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        Gauss "o dall'acqua per elettrolisi (per scinderlo serve energia quindi è un paradosso)"Neanche la macchina funziona senza corrente... per quello che si usa la batteria...
      • fox82i scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......

        1 gr di trizio nel processo di fusione libera tanta energia
        come un dozzina di tonnellate di carbone
        In realtà il quantitativo di energia sprigionato è ben superiore a quello che dici tuhttp://it.wikipedia.org/wiki/Fusione_nucleare
      • sylvaticus scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        bho.. prima dici cose sensate (per fare idrogeno di vuole energia) poi il contrario (l'idrogeno non lo vogliono i petrolieri)..la realtà è che semplicemente l'idrogeno NON E' una fonte di energia, ma solo un mezzo di trasporto di energia.. che non vuol dire che non serva, ma non vuol dire neanche che basta l'idrogeno per salvare il mondo.Alla fine il punto è che non si sa da dove prenderla sta benedetta energia...
      • Giocatore110 scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        Se coprissi tutta la terra di pale eoliche avresti tanta energia da non sapere come farla reggere ai sistemi di trasporto.Di fatto pratico usando un gruppo di impianti solari a raccolta termica grande come il raccordo anulare di Roma copri un terzo di TUTTA l'energia consumata in Italia.In Spagna, dove pure gran parte dei soldi sono puntati sul solare, gli impianti eolici forniscono già ora GIGAWATT di potenza immessa in rete. Non di continuo, ma intanto gli impianti a combustibile rimangono spenti.Per cui non credo che le fonti rinnovabili siano da scartare. Sono meno efficienti della fusione nucleare (soprattutto quella classica) ma non sono certo da buttare.
      • Qualcuno scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        - Scritto da: Gauss
        L'unica vera alternativa al petrolio è l'idrogeno
        che però lo si ricava dal petrolio e dai suoi
        derivati (bella idea) o dall'acqua per
        elettrolisi (per scinderlo serve energia quindi è
        un paradosso).L'idrogeno non è una alternativa per il semplice fatto che non è una fonte di energia, è semplicemente un mezzo per immagazzinare l'energia e sfruttarla altrove (ad esempio in un'auto ad idrogeno).L'energia necessaria per produre l'idrogeno però va trovata altrove, e finché non si trova un modo realmente pratico, le ricerche sull'uso dell'idrogeno restano poco sfruttabili.
      • Funz scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        - Scritto da: Gauss
        Belle soluzioni, guarda che il problema del
        petrolio non sono le automobili.Ah no? E cosa?I trasporti consumano una percentuale importante del petrolio, inferiore solo a quella della generazione elettrica (non ricordo i numeri esatti, spiacente)
        Forse avremmo 40 minuti di energia al giorno
        seguendo le intelligenti idee (se copri tutta la
        superficie terrestre di pale eoliche non avresti
        energia nemmeno per sopportare il fabbisogno
        attuale..figurati quello futuro, per non parlare
        del
        costo)!Questa tua affermazione mi pare azzardata, hai link a dati?Specie visto che basterebbe installare pannelli solari termici nel Sahara, su un'area di circa 150Km di lato, per produrre tutta l'energia attualmente consumata nel mondo.http://www.desertec.org/concept.htmlhttp://www.desertec.org/fullneed.html
        L'unica vera alternativa al petrolio è l'idrogeno
        che però lo si ricava dal petrolio e dai suoi
        derivati (bella idea) o dall'acqua per
        elettrolisi (per scinderlo serve energia quindi è
        un paradosso).Giusto, visto che è un vettore e non una fonte di energia (a meno di non andarlo a prendere su Giove)
        L'unica è utilizzare la fusione nucleare che
        purtroppo è ancora in fase sperimentale. 1 gr di
        trizio nel processo di fusione libera tanta
        energia come un dozzina di tonnellate di carbone,
        energia che potrebbe benissimo essere utilizzata
        per estrarre idrogeno dall'acqua e liberare
        ossigeno. Di certo il trizio e il deuterio non
        sono infiniti, ma nemmeno il petrolio lo
        è.Bello, ma fattibile (forse) tra 50 anni, mentre la crisi petrolifera sta iniziando adesso.
        Peccato che dietro all'idrogeno ci sono gli
        stessi petrolieri che non lo vogliono vedere se
        non prima di aver spremuto il mondo col
        petrolio.
        Ci sono gli arabi dell'opec coi grandi
        giacimenti, ci sono i petrolieri (occidentali),
        ci sono gli speculatori (ogni giorno si scambiano
        futures sul petrolio in miliardi di barili quando
        la produzione si misura in milioni di barili,Questa è una sciocchezza ormai data per assodata da tanti commentatori, mentre la verità è la seguente:la somma di tutti i contratti in scadenza *FINO AL 2016* fa circa un miliardo di barili. Quindi confrontare questa cifra con gli 85 milioni al giorno è una fesseria. Prova a moltiplicare 85 milioni per i giorni da qui al 2016, e poi fai il confronto "apples with apples"
        questo dice già tutto). Sommate tutto e avrete la
        più grande multinazionale monopolista del mondo
        globalizzato!
        E chi può combattere contro un mostro invisibile
        con una potenza economica in grado di
        confrontarsi con il PIL di metà dell'Europa
        Occidentale?Mah, dare la colpa a speculatori e sceicchi cattivi è un modo per non guardare in faccia la realtà, e cullarsi nelle solite illusioni e nella speranza che arrivi un qualche Robin Hood a salvarci...
      • Olmo scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......

        L'unica vera alternativa al petrolio è l'idrogenoDenoti una bella ignoranza. L'idrogeno *non* è una fonte di energia (a meno che tu sappia indicarci un giacimento di idrogno, beninteso)
    • perplesso scrive:
      Re: il rimedio ci sarebbe......
      ANDIAMO A PRENDERCELOci servePRENDIAMOLO !!!insomma e' una lotta .. o noi o loro. sembra un tantinello insensibilema io non voglio cambiare il mio stile di vita ,, ciao
      • Remo Dasolo scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        Motivo per cui si è in Iraq,o pensavi che fosse per altro?'notte
        • rockroll scrive:
          Re: il rimedio ci sarebbe......
          - Scritto da: Remo Dasolo
          Motivo per cui si è in Iraq,
          o pensavi che fosse per altro?
          'notte'Notte.E secondo te gli USA stanno saccheggiando l'Iraq del suo petrolio? Potevano e possono fare questo ed altro in qualunque momento, perchè, che ti piaccia o no, hanno la potenzialità di essere all'istante i padroni del mondo. Se queta potenzialità l'avesse la Cina Comunista o l'Iran o simili fior di governi, ci sarebbe da aspettarselo. Gli USA avranno tutti i difetti di questo mondo, e mi stanno proprio schifando con le loro politiche protezionistiche del più cinico profitto privato, ma non sono dei predatori dei più deboli o dei saccheggiatori dei nemici vinti, questo proprio non lo puoi dire. 'Notte.
          • babelzeta scrive:
            Re: il rimedio ci sarebbe......
            no, infatti stanno in iraq per pura coincidenza, anzi come direbbe fantozzi: "per puro spirito sportivo!" LOLgli USA SONO già i padroni del mondo, il brutto sarà quando dovranno lasciare il passo alla Cina... allora saranno cazzi...
          • franchino scrive:
            Re: il rimedio ci sarebbe......
            Informati e apri gli occhi prima di scrivere caxxate. Oppure, vai al bar dello sport e troverai qualcuno che darà peso alle mincxiate che scrivi. Evita di farlo qui.
          • Paolino scrive:
            Re: il rimedio ci sarebbe......
            - Scritto da: franchino
            Informati e apri gli occhi prima di scrivere
            caxxate. Oppure, vai al bar dello sport e
            troverai qualcuno che darà peso alle mincxiate
            che scrivi. Evita di farlo
            qui.Beh, potresti argomentare minimamente?Secondo te gli USA sarebbero andati in medio oriente se non ci fosse stato petrolio?Non mi sembra che siano andati negli stati africani "poveri" quando c'era dittatori vari...
          • franchino scrive:
            Re: il rimedio ci sarebbe......
            Se tu sapessi leggere, prima di farti accecare dal desiderio di rispondere a tutti i costi, capiresti che sostengo in modo identico ciò che scrivi tu.
          • Le 7 sorelle scrive:
            Re: il rimedio ci sarebbe......
            L'altro lunedì sono tornate le 7 Sorelle in Iraq.Erano state "allontanate" 30 anni fa daSaddam.Hanno firmato per contratti agevolati di sfruttamento.Cerca la notizia sui giornali, in rete, perchè al Tg1 o al Tg4 non l'hanno detto.Saluti
        • Anonimo_biz scrive:
          Re: il rimedio ci sarebbe......
          se sono andati solo per il petrolio, non mi sembra che il prezzo di "questo" petrolio che gli USA hanno saccheggiato sia stato conveniente....
      • Jessee scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        Siamo 6,5 Giga persone su questa Terra. Saremo forse un po' troppi? Io dico di sì, e ci sarà una sorta di selezione (naturale o catastrofica) fra qualche decennio.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: il rimedio ci sarebbe......
          - Scritto da: Jessee
          Siamo 6,5 Giga persone su questa Terra. Saremo
          forse un po' troppi? Io dico di sì, e ci sarà una
          sorta di selezione (naturale o catastrofica) fra
          qualche
          decennio.Se si suicidassero tutti quelli che si professano ecologisti, sai quanto spazio e risorse in più ci sarebbero sulla Terra!
          • doctord scrive:
            Re: il rimedio ci sarebbe......
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Se si suicidassero tutti quelli che si professano
            ecologisti, sai quanto spazio e risorse in più ci
            sarebbero sulla
            Terra!Quoto!(rotfl) Ci sarebbe anche molta meno ipocrisia!!!
        • Anonimo_biz scrive:
          Re: il rimedio ci sarebbe......
          ma è una minaccia ?!? :)
    • Jessee scrive:
      Re: il rimedio ci sarebbe......
      - Scritto da: francososo
      il rimedio ci sarebbe......
      etanolo da canapa indiana,
      energia eolica, energia fotovoltaica,
      carburanti ecologici con gli scarti di oli
      vegetali
      ,
      riciclare il più possibile ,specialmente nel
      settore elettronico
      !Con quella roba lì non arrivi nemmeno ad alimentare la FIAT. Smettila di stare a sentire Grillo.
      • Giocatore110 scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        Gli Spagnoli tirano Gigawatt dai loro sistemi eolici, e al momento manco sono tanti e ce n'è di energia da sfruttare...
    • babelzeta scrive:
      Re: il rimedio ci sarebbe......
      come dicono alcuni il risparmio energetico e l'efficienza energetica è la prima fonte di energia!le energie rinnovabili sono una bellisma realtà, ma finchè le fossili saranno economicamente più convenienti non verranno adottate su larga scala. lo dico a malincuore ma è così, tutta una questione di semplice economia. ma prima o poi vedrai che le non rinnovabili non si rinnoveranno + e ci dovremo gradualmente spostare sullo sfruttamento delle rinnovabili.saluti!
      • Nathaniel Hornblower scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        - Scritto da: babelzeta
        come dicono alcuni il risparmio energetico e
        l'efficienza energetica è la prima fonte di
        energia!

        le energie rinnovabili sono una bellisma realtà,
        ma finchè le fossili saranno economicamente più
        convenienti non verranno adottate su larga scala.
        lo dico a malincuore ma è così, tutta una
        questione di semplice economia. ma prima o poi
        vedrai che le non rinnovabili non si rinnoveranno
        + e ci dovremo gradualmente spostare sullo
        sfruttamento delle
        rinnovabili.

        saluti!Come se fosse facile. Probabilmente non hai proprio idea di quante cose dovrai fare a meno, poiché il tuo sistema casa-ufficio consuma solo pochi Watt. Purtroppo (e per fortuna direi) il lavoro non si basa solo sul settore terziario.
        • Giocatore110 scrive:
          Re: il rimedio ci sarebbe......
          kilowatt, non watt.
        • Paolino scrive:
          Re: il rimedio ci sarebbe......
          - Scritto da: Nathaniel Hornblower
          - Scritto da: babelzeta

          come dicono alcuni il risparmio energetico e

          l'efficienza energetica è la prima fonte di

          energia!



          le energie rinnovabili sono una bellisma realtà,

          ma finchè le fossili saranno economicamente più

          convenienti non verranno adottate su larga
          scala.

          lo dico a malincuore ma è così, tutta una

          questione di semplice economia. ma prima o poi

          vedrai che le non rinnovabili non si
          rinnoveranno

          + e ci dovremo gradualmente spostare sullo

          sfruttamento delle

          rinnovabili.



          saluti!

          Come se fosse facile. Probabilmente non haiCerto, se uno manco ci prova...
          proprio idea di quante cose dovrai fare a meno,Ecco... allora non facciamo a meno mai di niente e aspettiamo che arrivi la soluzione "perfetta"...
          poiché il tuo sistema casa-ufficio consuma solo
          pochi Watt. Purtroppo (e per fortuna direi) il
          lavoro non si basa solo sul settore
          terziario.Purtroppo c'e' molta gente che non e' disposta nemmeno a provarci a risparmiare un po', giustificandosi con scusa banali
    • franchino scrive:
      Re: il rimedio ci sarebbe......
      Caspita. E' la prima volta che leggo soluzioni innovative di questo tipo. Sicuramente da domani tutto il mondo vedrà il problema energetico in modo differente !!!Il problema non è trovare delle energie alternative, il problema è far si che si decida di utilizzarle. Chi avrebbe interesse ad utilizzarle ?
      • Ricky scrive:
        Re: il rimedio ci sarebbe......
        Il problema e' che per vivere devi consumare energie...siamo in troppi e il consumo e' assolutamente sbilanciato, se tutti si consumasse come in Amercia avremmo gia' terminato qualsiasi risorsa.LA sostenibilita' e' quindi la capacita' di consumare e rigenerare in modo da non terminare mai il combustibile, qualsiasi esso sia.Abbiamo queste facolta'?Ci sono poche cose in grado di collimare con queste richieste:Il solare (fuori dall'atmosfera terrestre la capacita' di generare energia aumenta di parecchio),la fusione nucleare (se si trova il modo di ricavare energia da qualsiasi cosa ci passi davanti) l'eolico (con le pale CILINDRICHE e non classiche si possono ottenere volumi energetici N volte superiori).E poi chissa'...la nostra idea di energia alla fine e' un coso che si riscalda e ci fa fare tanto vapore...mentre sarebbe carino trovare il modo di creare una energia prontamente utilizzabile,senza troppe trasformazioni.
Chiudi i commenti