Yahoo! Photos nel mirino dei phisher

Un falso messaggio di instant messaging, apparentemente proveniente da Yahoo!, spinge i malcapitati utenti a svelare username e password per l'accesso al servizio Yahoo! Photos

Roma – Tra i nuovi bersagli dei sempre più diffusi e insidiosi attacchi di phishing c’è Yahoo! Photos , il noto servizio di condivisione foto del celebre portalone di ricerca americano. A lanciare l’allerta è la società di sicurezza Websense , che nelle scorse ore ha registrato la massiccia diffusione di un falso messaggio di instant messaging contenente il link ad un sito clone di Yahoo! Photos (si veda screenshot sotto).

Gli autori del phishing hanno fatto in modo che il messaggio sembri provenire da Yahoo! , facendo così leva sulla plausibilità che la società americana sfrutti il proprio network di messaggistica per pubblicizzare un proprio servizio.

“Le vittime ricevono tramite l’instant messenger di Yahoo! un messaggio che li spinge a ciccare su un link per accedere a un sito web. Se lo fanno, vengono automaticamente indirizzati a un sito web fraudolento situato negli USA”, ha spiegato Websense in un advisory.

Sito clone di Yahoo! Photos Il sito truffaldino chiede agli utenti di inserire lo username e la password che utilizzano per il normale accesso al servizio Yahoo! Photos: se lo fanno, appare un messaggio di errore, ma nel frattempo i loro dati di accesso vengono registrati su di un server remoto controllato dagli autori del phishing.

I Websense Security Labs hanno spiegato che il sito fraudolento è una copia molto fedele dell’originale , tanto che solo gli utenti più smaliziati potrebbero accorgersi del raggiro: come spesso accade, infatti, l’inganno può essere smascherato semplicemente controllando l’URL a cui punta il link.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • SardinianBoy scrive:
    MAPAA accusata? Strano !
    Ma insomma! che cosa vogliono questi loschi
    figuri delle multinazionali dell'entertainment?
    hanno preso per anni i nostri soldi, e continuano
    a farlo (fortunatamente un pò meno), ed ora si
    lamentano delle perdite a causa della pirateria.
    Nossignori! non è pirateria, è tecnologia, se non
    riuscite ad adeguarvi, mi dispiace ma dovete
    soccombere. Se un'azienda non riesce più a stare
    sul mercato finisce inesorabilmente per crollare. E adesso, poverini, si fanno pure vittime di qualcosa che hanno creato loro. Cercano/combattono il p2p offendendo il mondo - che cercano come loro cliente - ma non si sono resi ancora conto che prima o poi saranno carnefici - vittime - dei loro stessi mali . Correggetemi se sbaglio.... eheheheheh :-D
    • SardinianBoy scrive:
      Re: MAPAA accusata? Strano !
      Per come la penso io, quella che chiamano pirateria non è altro che il sacrosanto diritto alla circolazione della cultura, la quale non dev'essere limitata da leggi repressive o blocchi.Stop così..sennò mi accusano di terrorismo,anche se non ritengo giusto, colui che scarica - per uso personale - sia visto come un terrorista ! Ciao ciao==================================Modificato dall'autore il 25/01/2006 18.37.57
  • Anonimo scrive:
    9 --
    VI STA BENE FINOCCHI
  • Anonimo scrive:
    a kirbi, che stai a ragionà? FALLO!!!!!!
    e finalmente è il caso di ricacciargli indietro il fetidoPUNIRLI UNA VOLTA PER EDUCARLI A VITAmaledetti.
  • Anonimo scrive:
    Questo è un hack!
    Chi lo dice che l'hacking deve rimanere confinato al mondo dell'informatica?La vicenda dimostra chiaramente che l'hacking non conoce confini!
  • Madder scrive:
    chiara la linea difensiva
    ho piratato perchè ero preoccupato per la mia famiglia e volevo proteggerla. ho piratato ma ho tenuto le copie gelosamente custodite.e via che il giudice assolve !Madder
    • Giambo scrive:
      Re: chiara la linea difensiva
      - Scritto da: Madder
      ho piratato perchè ero preoccupato per la mia
      famiglia e volevo proteggerla. Pssstt ! Hei ! Aggiungi che stavi combattendo il terrorismo, e l'avrai vinta di sicuro !
      • Anonimo scrive:
        Re: chiara la linea difensiva
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da: Madder

        ho piratato perchè ero preoccupato per la mia

        famiglia e volevo proteggerla.

        Pssstt ! Hei ! Aggiungi che stavi combattendo il
        terrorismo, e l'avrai vinta di sicuro !Se vuoi essere davvero sicuro dì anche che volevi proteggere i bambini.
    • Akiro scrive:
      Re: chiara la linea difensiva
      infatti, chiarissima8-/
      • Anonimo scrive:
        Re: chiara la linea difensiva
        sì, però dillo piangendo, e poi aggiungi che la colpa è tutta di un famigerato "mago brasiliano".... sò ragazzzzi
  • Anonimo scrive:
    "È uno spasso vedere ...
    l'artificiere saltare col suo ordigno", Shakespeare, Amleto
  • gian_d scrive:
    Interessante precedente
    Secondo il dirigente MPAA la copia del film "è chiusa a chiave" e non conosce ulteriori distribuzioni. Quindi chiunque scarichi materiale piratato provedendo a conservarlo gelosamente senza fare ulteriori distribuzioni non infrange alcuna regola. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante precedente
      Vah, domani inizio col comprarmi una cassaforte allora :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante precedente
      - Scritto da: gian_d
      Secondo il dirigente MPAA la copia del film "è
      chiusa a chiave" e non conosce ulteriori
      distribuzioni.

      Quindi chiunque scarichi materiale piratato
      provedendo a conservarlo gelosamente senza fare
      ulteriori distribuzioni non infrange alcuna
      regola. :D
      Siamo a posto. Se passa questo precedente, pure le mie copie sono tutte chiuse a chiave, o crittografate su hard disk.
    • Giambo scrive:
      Re: Interessante precedente
      - Scritto da: gian_d
      Secondo il dirigente MPAA la copia del film "è
      chiusa a chiave" e non conosce ulteriori
      distribuzioni.

      Quindi chiunque scarichi materiale piratato
      provedendo a conservarlo gelosamente senza fare
      ulteriori distribuzioni non infrange alcuna
      regola. :D Effettivamente in Svizzera e' cosi' :)
    • Akiro scrive:
      Re: Interessante precedente

      Quindi chiunque scarichi materiale piratato
      provedendo a conservarlo gelosamente senza fare
      ulteriori distribuzioni non infrange alcuna
      regola. :D loro purtroppo detengono il potere, per cui fanno come vogliono 8 )
  • pikappa scrive:
    LOL, sono cose divertenti
    Non so che ripercussioni possa avere, ma è divertente leggere di questi autogol
    • gian_d scrive:
      Re: LOL, sono cose divertenti
      - Scritto da: pikappa
      Non so che ripercussioni possa avere, ma è
      divertente leggere di questi autogolquoto, veramente spassoso questo articolo
      • Anonimo scrive:
        Re: LOL, sono cose divertenti
        - Scritto da: gian_d

        - Scritto da: pikappa

        Non so che ripercussioni possa avere, ma è

        divertente leggere di questi autogol

        quoto, veramente spassoso questo articoloChi di pirateria colpisce di pirateria perisce ! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: LOL, sono cose divertenti
      Io credo che lo facciano spesso. Per denunciare gli utenti p2p loro si collegano e fanno la scansione delle reti, non basta vedere se uno ha o meno un film che si chiama PicoPalla perchè potrebbe trattarsi di un nome fake, quindi loro sono costretti a scaricare il film o parte di esso, così fanno una cosa illegale. Le indagini non possono farle loro, ma solo le forze di polizia autorizzate da un magistrato.
      • Anonimo scrive:
        Re: LOL, sono cose divertenti
        Giusto! Su queste cose non bisogna dar loro tregua.
      • Anonimo scrive:
        Re: LOL, sono cose divertenti
        - Scritto da: Anonimo
        Io credo che lo facciano spesso. Per denunciare
        gli utenti p2p loro si collegano e fanno la
        scansione delle reti, non basta vedere se uno ha
        o meno un film che si chiama PicoPalla perchè
        potrebbe trattarsi di un nome fake, quindi loro
        sono costretti a scaricare il film o parte di
        esso, così fanno una cosa illegale. Le Eh giù! Un domani Cicciolina potrebbe fare il mazzo alla MPAA
      • sh4d scrive:
        Re: LOL, sono cose divertenti

        Io credo che lo facciano spesso. Per denunciare gli
        utenti p2p loro si collegano e fanno la scansione delle
        reti, non basta vedere se uno ha o meno un film che si
        chiama PicoPalla perchè potrebbe trattarsi di un nome
        fake, quindi loro sono costretti a scaricare il film o parte
        di esso, così fanno una cosa illegale. Le indagini non
        possono farle loro, ma solo le forze di polizia autorizzate
        da un magistrato.Anche don fortunato di noto fa la stessa cosa per la pedopornografia, solo che lui non è in carcere.puah==================================Modificato dall'autore il 25/01/2006 1.43.58
        • Anonimo scrive:
          Re: LOL, sono cose divertenti

          Anche don fortunato di noto fa la stessa cosa per
          la pedopornografia, solo che lui non è in
          carcere.
          puah
          Perchè sei per caso interessato alla faccenda???Ti rode forse che vengano beccati i pedofili???Io ho 2 bambini e se per tutelarli e beccare quei maniaci c'è qualcuno che deve fare certe indagini a me sta benissimo.Non ho nulla da nascondere IO... e TU???Com'è che la cosa ti urta tanto???
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL, sono cose divertenti
            ti pare giusto sia un cittadino a svolgere indagini?, un conto è se ci capita e sporge denuncia, uno schifo è che vada a cercare il marcio al posto della polizia che ne ha il dovere
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL, sono cose divertenti
            - Scritto da: Anonimo
            ti pare giusto sia un cittadino a svolgere
            indagini?, un conto è se ci capita e sporge
            denuncia, uno schifo è che vada a cercare il
            marcio al posto della polizia che ne ha il dovereLa cosa importante è che il cittadino non si metta a svolgere anche la funzione di poliziotto e che trasmetta il risultato delle sue ricerche agli organi competenti.Per la semplice attività di ricerca in rete non vedo come possano esserci problemi.E' un po' come girare per la città, nelle viuzze, nei vicoletti... poi girando l'angolo assisti ad una rapina, od uno stupro o ad una aggressione.Se sei un minimo normale avvisi la polizia no????Tu dici " ma a lui non capita per caso, lo fa come attività".Ed io ti rispondo che se un privato cittadino qualsiasi con il tempo a disposizione si mette a dare una mano alle forze di polizia in attività di prevenzione a me sta benissimo.Anzi sgrava la polizia di attività lunghe ed impegnative lasciandogli così la possibilità di utilizzare le risorse ( poche ) disponibili per altre indagini.L'importante ripeto, è che il cittadino si limiti a fare il suo "dovere di cittadino" e non si metta anche a fare lo sceriffo.Del resto in quartieri a rischi di alcune città si sono costituiti autonomamente gruppi di cittadini ( anziani, pensionati casalinghe etc) che, con il loro lavoro quotidiano di monitoraggio di ciò che succede in giro, hanno contribuito a restituire alla cittadinanza ampie zone prima controllate dalla microcriminalità ( ma anche dalla criminalità organizzata).Ne è derivato un vantaggio per tutti no???E allora quale è il problema?????
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL, sono cose divertenti

            - Scritto da: Anonimo

            ti pare giusto sia un cittadino a svolgere

            indagini?, un conto è se ci capita e sporge

            denuncia, uno schifo è che vada a cercare il

            marcio al posto della polizia che ne ha il
            dovere


            La cosa importante è che il cittadino non si
            metta a svolgere anche la funzione di poliziotto
            e che trasmetta il risultato delle sue ricerche
            agli organi competenti.
            Per la semplice attività di ricerca in rete non
            vedo come possano esserci problemi.Mi spieghi allora cosa lo pago a fare il poliziotto?

            E' un po' come girare per la città, nelle viuzze,
            nei vicoletti... poi girando l'angolo assisti ad
            una rapina, od uno stupro o ad una aggressione.
            Se sei un minimo normale avvisi la polizia no????

            Tu dici " ma a lui non capita per caso, lo fa
            come attività".Certo, e se capito per caso su un sito pedoporno cosa faccio mi denuncio? E a chi?
            Anzi sgrava la polizia di attività lunghe ed
            impegnative lasciandogli così la possibilità di
            utilizzare le risorse ( poche ) disponibili per
            altre indagini.Poverini, i pochi poliziotti che vedo in giro sono proprio distrutti dal lavoro! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL, sono cose divertenti
            Mega OT!! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL, sono cose divertenti

            Allora da oggi dobbiamo dubitare di tutto e di
            tutti??SEMPRE
            Siamo sempre lì, se non ho nulla da nascondere
            non ho nulla di cui preoccuparmiGià "il lavoro rende liberi" :D
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL, sono cose divertenti
            - Scritto da: Anonimo

            Allora da oggi dobbiamo dubitare di tutto e di

            tutti??

            SEMPRE


            Siamo sempre lì, se non ho nulla da nascondere

            non ho nulla di cui preoccuparmi
            Già "il lavoro rende liberi" :D Guarda che ti capiscono in pochi. Almeno prova a citarlo in lingua originale, che ci pensano un po' sopra (o possono fare una ricerca in rete)."Arbeit mach frei" (spero di non aver sbagliato lo spelling)
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL, sono cose divertenti

            "Arbeit mach frei"Arbeit macht frei.Mancava una t. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL, sono cose divertenti



            Siamo sempre lì, se non ho nulla da nascondere


            non ho nulla di cui preoccuparmi

            Già "il lavoro rende liberi" :D

            Guarda che ti capiscono in pochi. Almeno prova a
            citarlo in lingua originale, che ci pensano un
            po' sopra (o possono fare una ricerca in rete).
            "Arbeit mach frei" (spero di non aver sbagliato
            lo spelling)Lo so, ma tanto non avrebbero capito COMUNQUE!P.S. sulla versione tedesca originale avevo ancora più dubbi di te :)
Chiudi i commenti