Yahoo, tra entusiasmi e delusioni

Marissa Mayer parla di slancio per tornare grandi, e le prospettive sul mercato del search non mancano. Ma gli osservatori si aspettavano di più, in attesa della separazione da Alibaba

Roma – Yahoo ha presentato i risultati trimestrali validi per il periodo che si è concluso lo scorso 31 marzo: li ha presentati come un segno che il sito in viola possa tornare a dire la sua tra le aziende più importanti del settore ICT.

“Yahoo è nel mezzo di una trasformazione di lungo termine per tornare ad essere un’azienda votata alla grandezza” ha dichiarato il CEO Marissa Mayer nell’esporre i numeri segnati negli ultimi mesi. Yahoo ha infatti registrato una crescita del fatturato dell’8 per cento rispetto all’anno scorso e del due per cento rispetto al precedente periodo , frutto di un modesto più 2 per cento del fatturato afferente display advertising, e di un più 20 per cento di quello generato dal search , un risultato raggiunto anche grazie alla partnership con Mozilla per la presenza di default su Firefox per certi mercati, che ha spinto il volume delle sue ricerche ai livelli più alti degli ultimi 5 anni.
In numeri assoluti significa un fatturato da oltre 1.226 milioni di dollari.

A far bene è soprattutto l’ advertising mobile , settore mai coperto dallo storico accordo sul search siglato con Microsoft: il fatturato generato attraverso il mobile è salito addirittura del 61 per cento su base annua. Ora l’accordo è stato rinnovato , ed i nuovi termini del contratto, resi pubblici in un documento depositato alla SEC, garantiscono a Yahoo margini maggiorni e maggiore libertà nell’adattare il suo servizio search alle diverse piattaforme su cui viene offerto.

Nonostante i risultati annunciati nella trimestrale permettano all’azienda di segnare una crescita delle proprie azioni di 1,4 punti percentuali, 15 centesimi ad azione fino a raggiungere quota 45,10 dollari, tradiscono le più ottimistiche prospettive degli analisti, che speravano in un guadagno di 18 centesimi ad azione .

Il problema sembra essere legato al fatto che sono cresciute anche le spese: nelle precedenti trimestrali proprio i tagli avevano fatto la parte del leone sul sito in viola che ora, con la ripresa, sembra essere tornata ad investire, in preparazione dell’ atteso spin off dei proficui asset asiatici costituiti da Alibaba .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Un mercato digitale unico libero dagli scarriconi e dalle loro pezzentate, ottimo! @^
  • xcaso scrive:
    come ogni sempre
    Art. 1: La sovranita' appartiene al popolo?Art. 2: Le leggi che riguardano la collettività sono fatte a vantaggio della collettività?Art. 3: Faraoni permettendo!
  • Skywalker scrive:
    Accordo?!?!
    "i rappresentanti dei detentori dei diritti sembrano vicini ad un accordo con le istituzioni"?!??!?!?!A questo punto siamo arrivati? Che nemmeno più l'Europa è sovrana?Ma i "diritti" dei "detentori" non derivano dal una legge? Ed il legislatore, per cambiare una legge, deve chiedere il permesso a quello al quale ha conXXXXX un "diritto" in forza di una "legge"??!?!C'è qualcosa di malato, e l'adozione di ulteriori Trattati Sovranazionali, comne il citato, TTIP lo renderà ancora più malato.La trattativa corretta doveva essere: "Dal 1 Gennaio 2016 tutte le offerte con geoblocking saranno tassate con IVA al 42%, e il download di opere protette da diritti d'autore oggetto di geoblocking saranno derubricati a illeciti amministrativi con multa massima di 1 all'anno. Inoltre, in nome del mercato unico e della libera circolazione di beni capitali e servizi, qualunque tentativo di limitare l'acXXXXX di privati cittadini europei, tipo bloccare le VPN, sarà perseguito penalmente con pene non inferiori a 5 anni e multe non inferiori al 50% del fatturato." Fate un po' voi".Questo fanno gli STATISTI con le palle che governano "in nome del popolo sovrano".Il miglior alleato degli Euroscettici, purtroppo, è la Commissione Europea stessa...
    • Leguleio scrive:
      Re: Accordo?!?!

      "i rappresentanti dei detentori dei diritti
      sembrano vicini ad un accordo con le
      istituzioni"?!??!?!?!

      A questo punto siamo arrivati? Che nemmeno più
      l'Europa è
      sovrana?Lo è mai stata?
      Ma i "diritti" dei "detentori" non derivano dal
      una legge? Ed il legislatore, per cambiare una
      legge, deve chiedere il permesso a quello al
      quale ha conXXXXX un "diritto" in forza di una
      "legge"??!?!Ma no, non deve chiedere il permesso. Deve dialogare. I cambiamenti alle leggi non scaturiscono mai da un relatore, un parlamentare europeo che si è svegliato di cattivo umore quella mattina. Sono il prodotto di richieste da parte di soggetti privati.
      C'è qualcosa di malato, e l'adozione di ulteriori
      Trattati Sovranazionali, comne il citato, TTIP lo
      renderà ancora più
      malato.Il TTIP sarà adottato? Come lo sai?
    • Izio01 scrive:
      Re: Accordo?!?!
      - Scritto da: Skywalker
      "i rappresentanti dei detentori dei diritti
      sembrano vicini ad un accordo con le
      istituzioni"?!??!?!?!

      A questo punto siamo arrivati? Che nemmeno più
      l'Europa è sovrana?
      Ma i "diritti" dei "detentori" non derivano dal
      una legge? Ed il legislatore, per cambiare una
      legge, deve chiedere il permesso a quello al
      quale ha conXXXXX un "diritto" in forza di una
      "legge"??!?!
      Sembra che tu mi abbia letto nel pensiero. Quando si parla dei diritti acquisiti di questi signori, i suddetti si trincerano sempre dietro un: "La legge dice così". Però le leggi vengono evidentemente sottoposte all'approvazione dei soliti noti, che sono disposti a concedere un'unghia, in cambio di "un maggior impegno nei confronti dell'enforcement", come se già non avessimo mezza polizia al servizio esclusivo delle major.Proprio una legislazione al servizio del cittadino...
      • Leguleio scrive:
        Re: Accordo?!?!

        Proprio una legislazione al servizio del
        cittadino...Ma chi ha mai detto che sia al servizio del cittadino? La legge che ha conferito alla SIAE compiti ispettivi, tanto per citarne una, è al servizio del cittadino? E la legge che ha istituito il ministero dell'agricoltura? Hai una visione angelicata del potere legislativo.Dal lato opposto, le misure che negli Usa dopo la crisi del 2008 hanno salvato alcune banche appena prima del fallimento, e non altre nelle stesse condizioni, sono sì al servizio dei cittadini: infatti quelle banche garantivano fondi pensioni e altre erogazioni che se fossero sparite avrebbero sprofondato un quarto degli americani nella totale indigenza. Eppure, anche così, non le giudico leggi eque, oppure leggi da prendere a esempio, no no.Il mondo è più complesso di quanto lo dipingono certi agitatori.
        • panda rossa scrive:
          Re: Accordo?!?!
          - Scritto da: Leguleio

          Proprio una legislazione al servizio del

          cittadino...

          Ma chi ha mai detto che sia al servizio del
          cittadino? La costituzione lo dice!La legge che ha conferito alla SIAE
          compiti ispettivi, tanto per citarne una, è al
          servizio del cittadino?NO!
          E la legge che ha
          istituito il ministero dell'agricoltura?SI!
          Hai una visione angelicata del potere legislativo.No, sei tu che hai una versione lobbistica del potere legislativo.

          Dal lato opposto, le misure che negli Usa dopo la
          crisi del 2008 hanno salvato alcune banche appena
          prima del fallimento, e non altre nelle stesse
          condizioni, sono sì al servizio dei cittadini:
          infatti quelle banche garantivano fondi pensioni
          e altre erogazioni che se fossero sparite
          avrebbero sprofondato un quarto degli americani
          nella totale indigenza. Quelle stesse banche che invece di fare il loro lavoro, hanno immesso sul mercato dei subprime spazzatura travestendoli da sicuri investimenti immobiliari, che hanno provocato la crisi che hai citato.
          Eppure, anche così, non
          le giudico leggi eque, oppure leggi da prendere a
          esempio, no
          no.

          Il mondo è più complesso di quanto lo dipingono
          certi
          agitatori.Il mondo potrebbe essere molto piu' semplice, proprio come desidererebbero certi agitatori. Invece non lo e' perche' qualcuno preferisce il potere alla pace.
          • Leguleio scrive:
            Re: Accordo?!?!



            Proprio una legislazione al servizio del


            cittadino...



            Ma chi ha mai detto che sia al servizio del

            cittadino?

            La costituzione lo dice!Mi citi l'articolo della Costituzione, allora?
            La legge che ha conferito alla SIAE

            compiti ispettivi, tanto per citarne una, è
            al

            servizio del cittadino?

            NO!Tra l'altro fra i suoi compiti c'è anche quello di riscuotere l'IVA per conto dello Stato. Una di quei compiti di cui la SIAE faceva volentieri a meno.

            E la legge che ha

            istituito il ministero dell'agricoltura?

            SI!Una legge fatta così bene in onore del popolo, che il popolo l'ha abrogata: istituzione del ministero dell'agricoltura: 1929. Abolizione per referendum: 1993. :)

            Dal lato opposto, le misure che negli Usa
            dopo
            la

            crisi del 2008 hanno salvato alcune banche
            appena

            prima del fallimento, e non altre nelle
            stesse

            condizioni, sono sì al servizio dei
            cittadini:

            infatti quelle banche garantivano fondi
            pensioni

            e altre erogazioni che se fossero sparite

            avrebbero sprofondato un quarto degli
            americani

            nella totale indigenza.

            Quelle stesse banche che invece di fare il loro
            lavoro, hanno immesso sul mercato dei subprime
            spazzatura travestendoli da sicuri investimenti
            immobiliari, che hanno provocato la crisi che hai
            citato.In realtà non so se sono proprio le stesse: non ho controllato nome per nome, se offrivano mutui a condizioni favorevole a persone che non avrebbero potuti ripagarli oppure no. Ma certo, quell'idea è venuta alla banche, non certo agli economisti dell'Università.
            Il mondo potrebbe essere molto piu' semplice,
            proprio come desidererebbero certi agitatori.
            Invece non lo e' perche' qualcuno preferisce il
            potere alla
            pace.Tutti preferiscono il potere. Anche tu.
          • panda rossa scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: Leguleio



            Proprio una legislazione al
            servizio
            del



            cittadino...





            Ma chi ha mai detto che sia al servizio
            del


            cittadino?



            La costituzione lo dice!

            Mi citi l'articolo della Costituzione, allora?Art. 1: La sovranita' appartiene al popolo.

            La legge che ha conferito alla SIAE


            compiti ispettivi, tanto per citarne
            una,
            è

            al


            servizio del cittadino?



            NO!

            Tra l'altro fra i suoi compiti c'è anche quello
            di riscuotere l'IVA per conto dello Stato. Una di
            quei compiti di cui la SIAE faceva volentieri a
            meno.Gia', bella la vita: incassare senza dare nulla in cambio!E riuscire pure a far debiti.


            E la legge che ha


            istituito il ministero dell'agricoltura?



            SI!

            Una legge fatta così bene in onore del popolo,
            che il popolo l'ha abrogata: istituzione del
            ministero dell'agricoltura: 1929. Abolizione per
            referendum: 1993.
            :)Tutte le leggi approvate dal 1928 al 1943 si chiamano "Leggi Fasciste".Evita di sottintenderlo, per favore.


            Dal lato opposto, le misure che negli
            Usa

            dopo

            la


            crisi del 2008 hanno salvato alcune
            banche

            appena


            prima del fallimento, e non altre nelle

            stesse


            condizioni, sono sì al servizio dei

            cittadini:


            infatti quelle banche garantivano fondi

            pensioni


            e altre erogazioni che se fossero
            sparite


            avrebbero sprofondato un quarto degli

            americani


            nella totale indigenza.



            Quelle stesse banche che invece di fare il
            loro

            lavoro, hanno immesso sul mercato dei
            subprime

            spazzatura travestendoli da sicuri
            investimenti

            immobiliari, che hanno provocato la crisi
            che
            hai

            citato.

            In realtà non so se sono proprio le stesse: Sono banche. Quindi si'.
            non
            ho controllato nome per nome, se offrivano mutui
            a condizioni favorevole a persone che non
            avrebbero potuti ripagarli oppure no. Ma certo,
            quell'idea è venuta alla banche, non certo agli
            economisti dell'Università.Anche ad Al Capone erano venute ottime idee per fare soldi.

            Il mondo potrebbe essere molto piu' semplice,

            proprio come desidererebbero certi agitatori.

            Invece non lo e' perche' qualcuno preferisce
            il

            potere alla

            pace.

            Tutti preferiscono il potere. Anche tu.Io proprio no.
          • Leguleio scrive:
            Re: Accordo?!?!



            La costituzione lo dice!



            Mi citi l'articolo della Costituzione,
            allora?


            Art. 1: La sovranita' appartiene al popolo.Ma certo che la sovranità appartiene al popolo: solo, non è mica scritto che debba essere esercitata sempre e invariabilmente a favore del popolo.I singoli cittadini hanno diritto alla vita, e anche a togliersela: sono scelte individuali. Non è mai stata in vigore in Italia una norma contro il suicidio (in alcuni paesi anglosassoni sì).
            Gia', bella la vita: incassare senza dare nulla
            in
            cambio!
            E riuscire pure a far debiti.Incassano l'IVA per conto dello Stato. A loro non viene in tasca nulla, il 100 % dei soldi va allo Stato.

            Una legge fatta così bene in onore del
            popolo,

            che il popolo l'ha abrogata: istituzione del

            ministero dell'agricoltura: 1929. Abolizione
            per

            referendum: 1993.

            :)

            Tutte le leggi approvate dal 1928 al 1943 si
            chiamano "Leggi
            Fasciste".
            Evita di sottintenderlo, per favore.Ma guarda in po', adesso cambi la tua versione. Sono leggi in vigore come tutte le altre. Il tempo per abrogarle c'era.


            Quelle stesse banche che invece di fare
            il

            loro


            lavoro, hanno immesso sul mercato dei

            subprime


            spazzatura travestendoli da sicuri

            investimenti


            immobiliari, che hanno provocato la
            crisi

            che

            hai


            citato.



            In realtà non so se sono proprio le stesse:

            Sono banche. Quindi si'.Adesso le banche sono tutte uguali!Il mio invito a trasferirti presso le popolazioni incontattate della Papuasia vale sempre: lì non ci sono leggi scritte, anzi, nemmeno è in uso la scrittura, niente polizia, niente giudici, niente tasse, niente scelta della scuola per i figli e del medico di famiglia. Tutto più semplice!

            non

            ho controllato nome per nome, se offrivano
            mutui

            a condizioni favorevole a persone che non

            avrebbero potuti ripagarli oppure no. Ma
            certo,

            quell'idea è venuta alla banche, non certo
            agli

            economisti dell'Università.

            Anche ad Al Capone erano venute ottime idee per
            fare
            soldi.Cosa c'entra Al Capone? Lui non ha pagato le tasse.

            Tutti preferiscono il potere. Anche tu.

            Io proprio no.Dici così, ma non è vero. Menti soprattutto a te stesso.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio




            Proprio una legislazione al

            servizio

            del




            cittadino...







            Ma chi ha mai detto che sia al
            servizio

            del



            cittadino?





            La costituzione lo dice!



            Mi citi l'articolo della Costituzione,
            allora?


            Art. 1: La sovranita' appartiene al popolo.Appunto , "al popolo" non "al cittadino" , ma in ogni caso l'Art.1 non c'entra nulla , altrimenti si applicherebbe ad ogni aspetto della vita.E si arriverebbe all'anarchia pura. 8)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 aprile 2015 15.05-----------------------------------------------------------
          • ... scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Leguleio





            Proprio una legislazione
            al


            servizio


            del





            cittadino...









            Ma chi ha mai detto che sia al

            servizio


            del




            cittadino?







            La costituzione lo dice!





            Mi citi l'articolo della Costituzione,

            allora?





            Art. 1: La sovranita' appartiene al popolo.

            Appunto , "al popolo" non "al cittadino" , ma in
            ogni caso l'Art.1 non c'entra nulla , altrimenti
            si applicherebbe ad ogni aspetto della
            vita.

            E si arriverebbe all'anarchia pura. 8) 8) ;) 8) ;) 8) ;) 8) ;) 8) ;) 8) ;) 8) 8) :D 8) :D 8) :D 8) :D 8) :D 8) :D 8) :D :@ :D :@ :D :@ :D :@ :D :@ :D :@ :D :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :|
          • ... scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - :| ;) 8) :@ 8) 8) :@ ;) :@ : ...
            - :| ;) 8) :@ 8) 8) :@ ;) :@ : :@ 8) ;) :@ 8) _ 8) 8) :@ 8)

            - :| ;) 8) :@ 8) 8) :@ ;) :@ : 8) :@ 8) ;) :@ 8) :@ 8) 8) :@

            (newbie) ;) 8) :D - :| ;) 8) :@ 8) 8) :@ ;) :@ : :| :@ ;) :@ ;) :@ :@ :@

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D :| 8) :@ 8) 8) :@ :@ :@ 8) :@
            ;) :@ ;) :@ 8) ;) :@ 8) :@ :@ 8) :@

            :@ ;)

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D 8) :@ 8) 8) :@ 8) :@ :@

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D ;) :@ ;)

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D ;) :@ 8) 8) :@ ;) :@ 8) :@ ...

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D :| :@ ;) ;) :@ ;) :@ 8) :@ :@ ;) :@ 8) 8) :@ ;) ;) :@ 8) :@ :@
            :@ ;)

            (newbie) ;) 8) :D 8) :@ 8) 8) :@ 8) :@ :@

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D ;) :@ ;)

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D ;) :@ 8) 8) :@ ;) :@ 8) :@ ?

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D :| :@ ;) :@ 8) 8) :@ 8) :@ 8) :@ :@ 8) :@ ;) :@ ;) :@ ;) :@ !

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D

            (newbie) ;) 8) :D (newbie) ;) 8) :D :| :@ ;) :@ 8) :@ ;) ' :@ 8) 8) :@ ;) :@ ;) :@ ;) :@ ;) ;) :@ :| :@ 8) 8) :@ 8) :@ 8) :@ :@ 8) :@ ,

            (newbie) ;) 8) :D :@ ;) ;) :@ 8) :@ ?

            (newbie) ;) 8) :D

            (newbie) ;) 8) :D

            (newbie) ;) 8) :D :| 8) 8) . 1: :| :@ 8) :@ 8) 8) :@ 8) :@ 8) :@ ' :@ 8) 8) :@ 8) 8) :@ :@ 8) :@ :@ ;) 8) :@ 8) :@ ;) :@ .



            :| 8) 8) :@ 8) 8) :@ , " :@ ;) 8) :@ 8) :@ ;) :@ " 8) :@ 8) " :@ ;) ;) :@ 8) 8) :@ ;) :@ 8) :@ " , 8) :@ :@ 8)

            :@ ;) 8) :@ ;) :@ 8) :@ ;) ' :| 8) 8) .1 8) :@ 8) ;) ' :@ 8) 8) 8) :@ 8) :@ ;) ;) :@ , :@ ;) 8) 8) :@ 8) :@ 8) 8) :@

            8) :@ :@ 8) 8) ;) :@ ;) ;) :@ 8) :@ ;) ;) :@ :@ ;) :@ ;) 8) :@ :@ 8) 8) :@ 8) 8) :@ ;) :@ ;) ;) :@

            8) :@ 8) :@ .



            :| 8) :@ :@ 8) 8) :@ 8) :@ 8) :@ ;) ;) :@ :@ ;) ;) ' :@ 8) :@ 8) ;) ;) :@ :@ 8) :@ 8) :@ . 8)


            8) ;) 8) ;) 8) ;) 8) ;) 8) ;) 8) ;) 8)
            8) :D 8) :D 8) :D 8) :D 8) :D 8) :D 8)
            :D :@ :D :@ :D :@ :D :@ :D :@ :D :@ :D
            :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :|
          • cazzo ridi scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: aphex_twin
            E si arriverebbe all'anarchia pura. 8)XXXXX ridi?
          • ... scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Leguleio





            Proprio una legislazione
            al


            servizio


            del





            cittadino...









            Ma chi ha mai detto che sia al

            servizio


            del




            cittadino?







            La costituzione lo dice!





            Mi citi l'articolo della Costituzione,

            allora?





            Art. 1: La sovranita' appartiene al popolo.

            Appunto , "al popolo" non "al cittadino" , ma in
            ogni caso l'Art.1 non c'entra nulla , altrimenti
            si applicherebbe ad ogni aspetto della
            vita.

            E si arriverebbe all'anarchia pura. 8)E con questa razzata hai fatto la quotidiana figura di palta.
          • Skywalker scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio



            Ma chi ha mai detto che sia al



            servizio del cittadino?





            La costituzione lo dice!



            Mi citi l'articolo della Costituzione,

            allora?


            Art. 1: La sovranita' appartiene al popolo.
            Io mi sarei fermato ancora prima: "L'Italia è una Repubblica democratica".Ed eventualmente avrei aggiunto il meno noto Art. 41: <i
            L'iniziativa economica privata è libera.Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali. </i
            Si, direi che la Costituzione Italiana lo ribadisce ampiamente ed in più punti...
          • Leguleio scrive:
            Re: Accordo?!?!





            Ma chi ha mai detto che sia al




            servizio del cittadino?







            La costituzione lo dice!





            Mi citi l'articolo della Costituzione,


            allora?





            Art. 1: La sovranita' appartiene al popolo.


            Io mi sarei fermato ancora prima: "L'Italia è una
            Repubblica
            democratica".Se tu hai un'idea personale della democrazia e della forma repubblicana è una questione tua, non della Costituzione. I membri del parlamento sono gli unici a cui spetta la modifica delle leggi esistenti e la redazione ed approvazione di quelle nuove. Se per assolvere a questo compito dovessero rimanere sotto una campana di vetro per cinque anni, per essere protetti da influenze nocive, credo che si assisterebbe ad un drastico calo delle candidature.
            Ed eventualmente avrei aggiunto il meno noto Art.
            41:
            <i
            L'iniziativa economica privata è
            libera.
            Non può svolgersi in contrasto con l'utilità
            sociale o in modo da recare danno alla sicurezza,
            alla libertà, alla dignità
            umana.Attento a citare simili articoli, commentatori che so io potrebbero riutilizzarli contro chi guadagna con la pubblicità da siti di link a video. Un'attività tutt'altro in sintonia con "l'utilità sociale". :)
        • Izio01 scrive:
          Re: Accordo?!?!
          - Scritto da: Leguleio

          Proprio una legislazione al servizio del

          cittadino...

          Ma chi ha mai detto che sia al servizio del
          cittadino? La legge che ha conferito alla SIAE
          compiti ispettivi, tanto per citarne una, è al
          servizio del cittadino? E la legge che ha
          istituito il ministero dell'agricoltura?

          Hai una visione angelicata del potere legislativo.
          Bè, questa è l'idea che ho di democrazia. I cittadini non sono così stupidi come certa gente li dipinge, ad esempio non conosco nessuno che abolirebbe le tasse. Però, direttamente o indirettamente, si suppone che le leggi siano al servizio della collettività. Il fatto che i lobbisti vengano attivamente coinvolti nel proXXXXX legislativo, a mio vedere con la democrazia ha ben poco a che vedere. Ha invece a che vedere con processi poco chiari e parecchio sospetti.A noi impongono leggi, leggine e commi senza troppi complimenti; perché i "detentori dei diritti" dovrebbero godere di questo trattamento di favore?Se evidenziare questo vuol dire essere un agitatore, ben venga l'essere un agitatore.
          • Leguleio scrive:
            Re: Accordo?!?!



            Proprio una legislazione al servizio del


            cittadino...



            Ma chi ha mai detto che sia al servizio del

            cittadino? La legge che ha conferito alla
            SIAE

            compiti ispettivi, tanto per citarne una, è
            al

            servizio del cittadino? E la legge che ha

            istituito il ministero dell'agricoltura?



            Hai una visione angelicata del potere
            legislativo.



            Bè, questa è l'idea che ho di democrazia. I
            cittadini non sono così stupidi come certa gente
            li dipinge, ad esempio non conosco nessuno che
            abolirebbe le tasse. Però, direttamente o
            indirettamente, si suppone che le leggi siano al
            servizio della collettività. Le leggi che riguardano la collettività sono fatte a vantaggio della collettività. Tu ha citato giustamente tasse, imposte e tributi. Ma esiste anche la regolamentazione delle scuole e dell'università, la viabilità pubblica, il commercio che deve essere privo di frodi, e molte altre.Le leggi che riguardano solo un dato aspetto della vita del Paese non possono riguardare la collettività. Riesci a vedere un interesse collettivo per gli italiani in questa legge?http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:legge:1995-02-15;54!vig=E in questa?http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:2001-03-26;146!vig=E in questa?http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.del.presidente.della.repubblica:1974-08-25;558!vig=2015-04-22Ognuna di esse sicuramente è stata richiesta oppure sollecitata da qualcuno, le leggi non si presentano da sole al parlamento, ma soddisfaceva istanze parziali, confinate ad un ambito particolare. Sicuramente non alle istanze della collettività.
          • Izio01 scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: Leguleio



            Proprio una legislazione al
            servizio
            del



            cittadino...





            Ma chi ha mai detto che sia al servizio
            del


            cittadino? La legge che ha conferito
            alla

            SIAE


            compiti ispettivi, tanto per citarne
            una,
            è

            al


            servizio del cittadino? E la legge che
            ha


            istituito il ministero dell'agricoltura?





            Hai una visione angelicata del potere

            legislativo.






            Bè, questa è l'idea che ho di democrazia. I

            cittadini non sono così stupidi come certa
            gente

            li dipinge, ad esempio non conosco nessuno
            che

            abolirebbe le tasse. Però, direttamente o

            indirettamente, si suppone che le leggi
            siano
            al

            servizio della collettività.

            Le leggi che riguardano la collettività sono
            fatte a vantaggio della collettività. Tu ha
            citato giustamente tasse, imposte e tributi. Ma
            esiste anche la regolamentazione delle scuole e
            dell'università, la viabilità pubblica, il
            commercio che deve essere privo di frodi, e molte
            altre.
            Le leggi che riguardano solo un dato aspetto
            della vita del Paese non possono riguardare la
            collettività.

            Riesci a vedere un interesse collettivo per gli
            italiani in questa legge?

            http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stat

            E in questa?

            http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stat

            E in questa?

            http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stat
            Antartide, gestione degli allevamenti, eccetera. Posso quanto meno immaginarlo.
            Ognuna di esse sicuramente è stata richiesta
            oppure sollecitata da qualcuno, le leggi non si
            presentano da sole al parlamento, ma soddisfaceva
            istanze parziali, confinate ad un ambito
            particolare. Sicuramente non alle istanze della
            collettività.Skywalker era stupito dal fatto che, al momento di definire delle normative europee che riguardino il diritto d'autore, i legislatori chiedano il permesso ad UNA delle parti interessate. "Possiamo fare questa leggina qui, dai?" "Hmm, iniziate a darci quello che vogliamo e poi se ne parla". Per Skywalker è assurdo. Per me è assurdo. Credo che anche per Panda Rossa sia assurdo.Con questo sistema, stato ed UE fanno gli interessi dei lobbisti e non quelli dei cittadini. Non stupirti se poi i cittadini si sentono legittimati a fare un bel gesto dell'ombrello ai lobbisti di cui sopra, quanto meno nei casi in cui ne hanno la possibilità.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Accordo?!?!
            Infatti chiedere il permesso a dei PRIVATI per una cosa di tutti è veramente orrendo.
          • Izio01 scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: Sg@bbio
            Infatti chiedere il permesso a dei PRIVATI per
            una cosa di tutti è veramente orrendo.Esatto. Sicuramente non chiedono il permesso a noi quando ci impongono questa o quella legge. Ai signori Sony & Co. invece sì, non vogliono mica contrariarli. In altre parole, lavorano in favore di chi dispone di miliardi e può ungere le ruote, legalmente e illegalmente.Non sono tanto ingenuo da non sapere che è sempre stato così, ma ciò non toglie che sia una schifezza! I ladri sono sempre esistiti, ma nessuno dice che allora va bene che rubino alla luce del sole.
          • Leguleio scrive:
            Re: Accordo?!?!


            Le leggi che riguardano la collettività sono

            fatte a vantaggio della collettività. Tu ha

            citato giustamente tasse, imposte e tributi.
            Ma

            esiste anche la regolamentazione delle
            scuole
            e

            dell'università, la viabilità pubblica, il

            commercio che deve essere privo di frodi, e
            molte

            altre.

            Le leggi che riguardano solo un dato aspetto

            della vita del Paese non possono riguardare
            la

            collettività.



            Riesci a vedere un interesse collettivo per
            gli

            italiani in questa legge?




            http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stat



            E in questa?




            http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stat



            E in questa?




            http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stat



            Antartide, gestione degli allevamenti, eccetera.
            Posso quanto meno
            immaginarlo.Ma in che modo? Spiega meglio, sono curioso di sapere dove risiede l'interesse collettivo nell'unificazione amministrativa di due parrocchie, come nell'ultimo esempio. A meno di ritenere "collettivo" un sinonimo di "cattolico praticante", ma mi trovi in disaccordo: non tutti gli italiani sono cattolici.

            Ognuna di esse sicuramente è stata richiesta

            oppure sollecitata da qualcuno, le leggi non
            si

            presentano da sole al parlamento, ma
            soddisfaceva

            istanze parziali, confinate ad un ambito

            particolare. Sicuramente non alle istanze
            della

            collettività.

            Skywalker era stupito dal fatto che, al momento
            di definire delle normative europee che
            riguardino il diritto d'autore, i legislatori
            chiedano il permesso ad UNA delle parti
            interessate. L'epoca un cui il sovrano assoluto, re o imperatore, nella quiete ovattata delle sue stanze stabiliva cosa era bene per questo e quello, senza averli mai visti, ed esercitava su tutti i sudditi il diritto di vita o di morte, è tramontata da un pezzo. Gli incontri fra delegazioni parlamentari e gruppi di interesse si svolgono quotidianamente in tutti i campi, e anzi: ci si aspetta che si svolgano. Diversamente significherebbe che non c'è dialogo:1) http://orafoitaliano.it/2013/07/normativa-nickel-e-metalli-preziosi-incontro-a-bruxelless/2) http://www.vita.it/it/article/2014/11/14/no-slot-a-bruxelles/128459/3) http://www.trasportoeuropa.it/index.php/home/archvio/53-autisti/12091-conftrasporto-chiede-salario-minimo-europeo-per-gli-autistiTu e Skywalker vedete solo quelle relative al diritto d'autore perché è la vostra personale ossessione; di fatto avvengono in ogni ambito, e costantemente, da che esiste l'UE.
            Con questo sistema, stato ed UE fanno gli
            interessi dei lobbisti e non quelli dei
            cittadini. Guardiamola dal punto di vista opposto, così si sgombra il campo da molte ipocrisie. Alla Commissione UE non capiterà mai che vengano pubblicamente ricevuti i rappresentanti di chi fa siti con i link di film e album musicali, né che una (per ora inesistente) federazione degli scaricatori di materiale da internet sia invitata ad una tavola rotonda sul diritto d'autore.I rappresentanti dell'industria fonografica, dell'industria cinematografica, e della SIAE, pagano le tasse e votano. Gli scaricatori di contenuto e coloro che questi contenuti li aggregano online non fanno né l'uno né l'altro. Figurati che rilevanza potranno avere: ma non dico a Bruxelles o a Strasburgo: ovunque. Persone condannate all'irrilevanza permanente, e solo per questo particolarmente attive sui forum.
          • loggo scrive:
            Re: Accordo?!?!

            Persone
            condannate all'irrilevanza permanente, e solo per
            questo particolarmente attive sui
            forum.6 messaggi oggi solo in questa discussione ... chi rientra nella definizione?
          • Izio01 scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: Leguleio
            (...)
            I rappresentanti dell'industria fonografica,
            dell'industria cinematografica, e della SIAE,
            pagano le tasse e votano. Gli scaricatori di
            contenuto e coloro che questi contenuti li
            aggregano online non fanno né l'uno né l'altro.
            Figurati che rilevanza potranno avere: ma non
            dico a Bruxelles o a Strasburgo: ovunque. Persone
            condannate all'irrilevanza permanente, e solo per
            questo particolarmente attive sui forum.Di pirateria, che non c'entra assolutamente niente, hai parlato solo tu.Noi puntiamo il dito sull'assurdità di una casta di ultra privilegiati che detta l'agenda politica ai legislatori, che dovrebbero essere al servizio della gente e non solo di una ristretta elite.Giraci attorno finché vuoi, tentando di sviare il discorso, ma non funziona. Cavilli e sofismi non ti portano troppo lontano, cfr. "Frate Ranaldo, do' sì andato?"
          • Leguleio scrive:
            Re: Accordo?!?!


            I rappresentanti dell'industria fonografica,

            dell'industria cinematografica, e della SIAE,

            pagano le tasse e votano. Gli scaricatori di

            contenuto e coloro che questi contenuti li

            aggregano online non fanno né l'uno né
            l'altro.

            Figurati che rilevanza potranno avere: ma non

            dico a Bruxelles o a Strasburgo: ovunque.
            Persone

            condannate all'irrilevanza permanente, e
            solo
            per

            questo particolarmente attive sui forum.

            Di pirateria, che non c'entra assolutamente
            niente, hai parlato solo
            tu.È il convitato di pietra:https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20081119083226AA64kyQPensaci bene, tutte le discussioni relative al diritto d'autore qui su PI hanno come riferimento la questione della pirateria. Anche quando si parla di tutt'altro.Se la pirateria, e la lotta ad essa, non fossero un argomento sottinteso, se non esistessero, tutte le discussioni perderebbero di senso. Sarebbero dei dialoghi dell'assurdo, come nel teatro di Jonesco.
            Noi puntiamo il dito sull'assurdità di una casta
            di ultra privilegiati che detta l'agenda politica
            ai legislatori, che dovrebbero essere al servizio
            della gente e non solo di una ristretta
            elite.Te l'ho detto, hai un'ossessione personale e quindi vedi una casta di ultra privilegiati dove non esiste affatto. Ci sono solo persone che difendono i propri interessi. Come ovunque.Mi pare di aver scritto di avere buona memoria, e che la stessa aggressività e lo stesso rifiuto di riconoscere come interlocutore una certa categoria l'ho già incontrato in passato in ambiti diversi: all'epoca si diceva "il padrone", "la repressione borghese", ed espressioni simili, ma non bado troppo alla facciata: i meccanismi psicologici sono gli stessi.
          • Izio01 scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: Leguleio


            I rappresentanti dell'industria
            fonografica,


            dell'industria cinematografica, e della
            SIAE,


            pagano le tasse e votano. Gli
            scaricatori
            di


            contenuto e coloro che questi contenuti
            li


            aggregano online non fanno né l'uno né

            l'altro.


            Figurati che rilevanza potranno avere:
            ma
            non


            dico a Bruxelles o a Strasburgo:
            ovunque.

            Persone


            condannate all'irrilevanza permanente, e

            solo

            per


            questo particolarmente attive sui forum.



            Di pirateria, che non c'entra assolutamente

            niente, hai parlato solo

            tu.

            È il convitato di pietra:

            https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20

            Pensaci bene, tutte le discussioni relative al
            diritto d'autore qui su PI hanno come riferimento
            la questione della pirateria. Anche quando si
            parla di
            tutt'altro.
            Se la pirateria, e la lotta ad essa, non fossero
            un argomento sottinteso, se non esistessero,
            tutte le discussioni perderebbero di senso.
            Sarebbero dei dialoghi dell'assurdo, come nel
            teatro di
            Jonesco.
            No, avrebbero perfettamente senso in ogni caso.Skywalker è stato molto chiaro, e te lo ripeto per l'ultima volta, poi mi do per vinto. Il problema è il fatto che entità private dotate di forte potere economico possano negoziare con i legislatori dell'Unione Europea, ottenendo evidentemente un trattamento di favore e il privilegio di poter dare o meno l'avallo alle leggi in discussione.


            Noi puntiamo il dito sull'assurdità di una
            casta

            di ultra privilegiati che detta l'agenda
            politica

            ai legislatori, che dovrebbero essere al
            servizio

            della gente e non solo di una ristretta

            elite.

            Te l'ho detto, hai un'ossessione personale e
            quindi vedi una casta di ultra privilegiati dove
            non esiste affatto. Ci sono solo persone che
            difendono i propri interessi. Come ovunque.Questa prerogativa, di poter discutere con i legislatori delle norme in lavorazione, richiedendo esplicite contropartite ad un trattamento ritenuto sfavorevole non è certo propria di chiunque. Ergo, è un privilegio.
            Mi pare di aver scritto di avere buona memoria, e
            che la stessa aggressività e lo stesso rifiuto di
            riconoscere come interlocutore una certa
            categoria l'ho già incontrato in passato in
            ambiti diversi: all'epoca si diceva "il padrone",
            "la repressione borghese", ed espressioni simili,
            ma non bado troppo alla facciata: i meccanismi
            psicologici sono gli stessi.Può essere. Non sono certo un commie, ma nemmeno sono tanto cieco da pensare che una plutocrazia dove il governo è al servizio dell'1% più ricco della popolazione possa essere una cosa positiva. O si possa chiamare democrazia - e questa è una semplice questione lessicale.Ho giusto letto alcuni mesi fa un interessante romanzo storico, "Quello era l'anno", che parla del primo sciopero della polizia in USA e di quali fossero le condizioni sociali che portarono alla rottura. Non occorre essere komunisti per disprezzare quel modello di società.
          • Leguleio scrive:
            Re: Accordo?!?!


            Pensaci bene, tutte le discussioni relative
            al

            diritto d'autore qui su PI hanno come
            riferimento

            la questione della pirateria. Anche quando si

            parla di

            tutt'altro.

            Se la pirateria, e la lotta ad essa, non
            fossero

            un argomento sottinteso, se non esistessero,

            tutte le discussioni perderebbero di senso.

            Sarebbero dei dialoghi dell'assurdo, come nel

            teatro di

            Jonesco.



            No, avrebbero perfettamente senso in ogni caso.Su una rivista di informatica e internet?E perché non ci sono articoli ricorrenti sulla tettonica a zolle oppure sul diritto di famiglia? :)Dai, mi sembri quello mostra un dito della mano chiedendo: "Che cosa vedi?". Alla risposta "Un dito" se n'esce con la battuta: "Ah, allora mi sono nascosto bene". :DÈ la stessa redazione di PI a suggerire questa connessione, le pieghe tecniche del diritto d'autore, dalla sua durata dopo la morte al riconoscimento estero, non interesserebbero a nessuno, ma proprio a nessuno, se non ci fosse di mezzo lo scarico di materiale protetto dai siti.
            Skywalker è stato molto chiaro, e te lo ripeto
            per l'ultima volta, poi mi do per vinto. Il
            problema è il fatto che entità private dotate di
            forte potere economico possano negoziare con i
            legislatori dell'Unione Europea, ottenendo
            evidentemente un trattamento di favore e il
            privilegio di poter dare o meno l'avallo alle
            leggi in
            discussione.E io te lo ritraduco in linguaggio corrente, lo sai che l'ipocrisia non mi piace. Il punto non sono le entità economiche forti, che esistevano quando sei nato tu, esistevano quando è nato tuo padre, e pure quando sono nati i tuoi nonni, e hanno sempre potuto avere un certo influsso sulla politica.Il fatto è che chi scarica e chi mette online file protetti dal diritto d'autore viene lasciato fuori dalla porta, non è un soggetto politico. Nessuna partecipazione alle decisione, mai. Frustrante. Dovresti fare un po' di introspezione, e ti renderesti conto che è così. Il potere di influenzare la politica in generale non ti fa né caldo né freddo: il problema è che la influenzano contro di te.
            Questa prerogativa, di poter discutere con i
            legislatori delle norme in lavorazione,
            richiedendo esplicite contropartite ad un
            trattamento ritenuto sfavorevole non è certo
            propria di chiunque. Ergo, è un
            privilegio.Vorrà dire che nella democrazia 2.0, quando si dovranno affrontare questioni tecniche, o comunque, questioni di nicchia sulle quali nessun parlamentare può avere le idee chiare non avendo mai lavorato nel campo, tireranno in alto la monetina: "se testa si vota così, se croce cosà".Geniali, le decisione prese escludendo per principio i gruppi di interesse: ne scaturiranno leggi saggissime.
            Può essere. Non sono certo un commie, ma nemmeno
            sono tanto cieco da pensare che una plutocrazia
            dove il governo è al servizio dell'1% più ricco
            della popolazione possa essere una cosa positiva.
            O si possa chiamare democrazia - e questa è una
            semplice questione
            lessicale.Sfogandoti su PI non cambi la definizione di democrazia. Come non l'hanno cambiata quelli a cui accennavo nel commento di cui sopra, ma questo immagino lo sapessi già. Posso solo aggiungere che alcuni campioni di slogan di allora sono oggi miliardari, non faccio nomi per non far cancellare il commento. Solidi ideali, come vedi.
            Ho giusto letto alcuni mesi fa un interessante
            romanzo storico, "Quello era l'anno", che parla
            del primo sciopero della polizia in USA e di
            quali fossero le condizioni sociali che portarono
            alla rottura. Non occorre essere komunisti per
            disprezzare quel modello di
            società.Non è proibito disprezzare, ma non pretendere che tutti condividano punto per punto l'analisi e l'azione di lotta. Quella situazione in particolare non la conosco, ma le lotte extraparlamentari italiane sì. Se le loro analisi fossero state giuste la rivoluzione si sarebbe fatta, a un certo punto, perché erano in maggioranza. Ma a volte il troppo entusiasmo ideologico non lascia riconoscere i compagni di strada che sono tali per conformismo o per convenienza, e che al momento di fare sul serio spariscono.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Accordo?!?!
            Mi devi spiegare perché hai messo in mezzo la pirateria che con il discorso non ci entra nemmeno se spingi.
          • Leguleio scrive:
            Re: Accordo?!?!
            Così scrivevi uno dei tuoi commenti demenziali. Censura! Divagazioni!Allora, ancora non ci hai detto quale sarà il tuo prossimo pseudonimo, dopo Sgabbio e Sg@bbio. Fra poco ci siamo.
          • Izio01 scrive:
            Re: Accordo?!?!
            - Scritto da: Leguleio


            Skywalker è stato molto chiaro, e te lo
            ripeto

            per l'ultima volta, poi mi do per vinto. Il

            problema è il fatto che entità private
            dotate
            di

            forte potere economico possano negoziare con
            i

            legislatori dell'Unione Europea, ottenendo

            evidentemente un trattamento di favore e il

            privilegio di poter dare o meno l'avallo alle

            leggi in

            discussione.

            E io te lo ritraduco in linguaggio corrente, lo
            sai che l'ipocrisia non mi piace. Il punto non
            sono le entità economiche forti, che esistevano
            quando sei nato tu, esistevano quando è nato tuo
            padre, e pure quando sono nati i tuoi nonni, e
            hanno sempre potuto avere un certo influsso sulla
            politica.
            Il fatto è che chi scarica e chi mette online
            file protetti dal diritto d'autore viene lasciato
            fuori dalla porta, non è un soggetto politico.
            Nessuna partecipazione alle decisione, mai.
            Frustrante.

            Dovresti fare un po' di introspezione, e ti
            renderesti conto che è così. Il potere di
            influenzare la politica in generale non ti fa né
            caldo né freddo: il problema è che la influenzano
            contro di te.
            Ma per favore, è arrivato il Freud de noantri! Mi indigno per tutta una serie di cose, ad esempio il TTIP:http://stop-ttip-italia.net/Questo implicherebbe che ho l'abitudine di scaricarmi bistecche pirata? Ma LOL!Quello che invece è chiaro e che tu o qualche amico tuo, con i privilegi delle major ci magnate, altrimenti non si spiegherebbe il tuo chiudere gli occhi alle ragioni altrui.



            Questa prerogativa, di poter discutere con i

            legislatori delle norme in lavorazione,

            richiedendo esplicite contropartite ad un

            trattamento ritenuto sfavorevole non è certo

            propria di chiunque. Ergo, è un

            privilegio.

            Vorrà dire che nella democrazia 2.0, quando si
            dovranno affrontare questioni tecniche, o
            comunque, questioni di nicchia sulle quali nessun
            parlamentare può avere le idee chiare non avendo
            mai lavorato nel campo, tireranno in alto la
            monetina: "se testa si vota così, se croce
            cosà".
            Geniali, le decisione prese escludendo per
            principio i gruppi di interesse: ne scaturiranno
            leggi saggissime.
            Quando ascolti una campana sola, ovviamente tirerai l'acqua al suo mulino. Non c'è solo chi vende, c'è anche chi compra. Non puoi sentire gli individui, ma ci sono associazioni tipo EFF che avrebbero molto da dire, eppure vengono lasciate fuori dalla porta. Che caso, forse perché non muovono i miliardi di Sony?


            Può essere. Non sono certo un commie, ma
            nemmeno

            sono tanto cieco da pensare che una
            plutocrazia

            dove il governo è al servizio dell'1% più
            ricco

            della popolazione possa essere una cosa
            positiva.

            O si possa chiamare democrazia - e questa è
            una

            semplice questione

            lessicale.

            Sfogandoti su PI non cambi la definizione di
            democrazia.
            Sarei IO a voler riscrivere le definizioni??? La Treccani, per &quotdemocrazia&quot mi dice: &quotForma di governo in cui il potere risiede nel popolo, che esercita la sua sovranità attraverso istituti politici diversi&quot. Il popolo, non le lobby. E le lobby non fanno nemmeno parte degli &quotistituti politici diversi&quot. Dubito fortemente che il popolo desideri che a dettar legge siano Sony & Co., semplicemente non si viene consultati al riguardo. Di sicuro nessuno ha consultato me.Invece, &quotplutocrazia&quot: &quotSistema politico e sociale in cui chi detiene la ricchezza mobiliare ha una preponderanza nella vita pubblica ed esercita il potere politico ed economico&quot. Infinitamente più calzante allo scenario che tu apprezzi tanto.
    • thepassenge r scrive:
      Re: Accordo?!?!
      - Scritto da: Skywalker
      C'è qualcosa di malato, e l'adozione di ulteriori
      Trattati Sovranazionali, comne il citato, TTIP lo
      renderà ancora più
      malato.per quello che può servire ho firmato la petizione contro il tipp, la XXXXX prodotta dagli yankee come ogm e polli clorati che se la tengano loro, qua non la voglio, mi basta la produzione locale che è un pelo più controllata.tuttavia renzie e il governo corrotto avvallano queste XXXXXte (con il decreto sblocca italia) che in pratica sblocca le lobbie nel fare i loro comodi sopra la legge e distruggere l'economia locale per imporre la loro.mi fa schifo questa gente, già ho smesso di mangiar cereali, sarà la volta che divento vegetariano e coltivo da me nel mio orticello dietro casa.
Chiudi i commenti