Yahoo vuole più soldi da Microsoft

Il consiglio di amministrazione ritiene che l'azienda valga molto più di quanto BigM sembra disposta a spendere. E annuncia: respingiamo l'offerta. La speranza di Yahoo è che Microsoft non tenti una scalata ostile

Roma – Yahoo non si sente schiacciata dalla concorrenza e otto trimestri di discesa nella redditività e nello share di mercato non l’hanno convinta a lasciar perdere la battaglia: è così che si può leggere la decisione del Consiglio di Amministrazione dell’azienda di respingere l’ offerta di Microsoft .

Non si tratta ancora di un no ufficiale ma è l’autorevole Wall Street Journal ad aver diffuso la notizia secondo cui la Board di Yahoo intende scrivere a Microsoft che la valutazione di 44,6 miliardi di dollari è insufficiente .

Yahoo è sicura del fatto suo e ritiene, spiega il giornale finanziario, che l’offerta non tenga conto dei rischi che Yahoo correrebbe accettando l’offerta e sottoponendosi poi al giudizio dell’antitrust , che potrebbe, a suo dire, bocciare l’unione Microsoft-Yahoo. Una posizione, questa, che era già stata demolita dagli analisti nei giorni scorsi: la dominanza di Google nei settori chiave toccati dal merger, ovvero pubblicità online e search, è tale che neppure la fusione tra Microsoft e Yahoo porterebbe a scalzare quella leadership. Ma è senz’altro un buon modo, maligna qualcuno in queste ore, per tirare sul prezzo.

E il WSJ non a caso si spinge a dire che se Microsoft ha valutato Yahoo per 31 dollari ad azione, Yahoo stessa non venderà al di sotto dei 40 dollari ad azione, il che vorrebbe dire che senza un’aggiunta di 12 miliardi di dollari Microsoft almeno per il momento può scordarsi di inglobare Yahoo.

i big boss di bigY E proprio l’azienda di Jerry Yang, secondo il quotidiano americano, sarebbe pronta a respingere l’offerta contando sul fatto che Microsoft non farà ricorso ad una OPA ostile , ossia ad un tentativo di scalata all’azienda senza il consenso della Board, una “guerra finanziaria” già vista nel settore tecnologico, si pensi all’ offensiva di Oracle su Peoplesoft , ma che rischia di lasciare sul campo troppi denari, risorse e tensioni, al punto da rendere l’intesa stessa meno efficiente e conveniente. Il management di Yahoo non può che sperare che in caso di tentativo di acquisizione ostile, contro Microsoft si schierino i tecnici, gli sviluppatori e gli admin che costituiscono l’ossatura dell’azienda e il bene primario al quale punta BigM.

Nella lettera che verrà spedita dal CdA con ogni probabilità proprio oggi, Yahoo sosterrà la tesi che Microsoft abbia tentato di trarre vantaggio dalla debolezza recente del proprio titolo in Borsa. Nel Consiglio di Amministrazione serpeggia la voglia di trovare nuove intese con Google , che peraltro nei giorni scorsi ha fatto di tutto per far capire di essere più che disponibile di correre in soccorso della rivale, alimentata dal desiderio di mantenere l’indipendenza dell’azienda.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • freeman scrive:
    ReactOS
    Momento opportuno per contribuisce tutti allo sviluppo di ReactOS, sistema operativo FREE simil-XP
  • freude scrive:
    microsoft = hw e sw nuovi ogni 3 anni
    Perchè mai i grandi produttori di hw accettano i ricattidi ms ? Che senso ha per un produttore fare di tuttoper non supportare un sistema in crescita i cui utentipotrebbero comprare i suoi prodotti ?Microsoft è un'industria che traina un ampio indotto.Un sistema come linux non si presta alla richiestadi produrre in volumi stratosferici propria delleaziende di questo settore. Se anzichè comprare hw 100 volte piu potente di quelloche dieci anni fa permetteva di fare piu o meno lestesse cose che facciamo ora (salvo tutto il discorsodella rete) si ottimizzasse il sw usando un metodo disviluppo aperto, la produzione, la rottamazione,l'inquinamento, i profitti, scenderebbero di molto, e solo autentiche innovazioni tecnologiche avrebberoun impatto di rilievo.Ora si usa il randello del nuovo, pressochè inutilesistema del monopolista per far cambiare agli utenticomputer, software, periferiche, generando un inutilericambio di una massa stratosferica di roba che vaa confluire nei cespiti da riciclare. Tutto questoha lo stesso senso di prendee il badile, scavare buchi,poi riempirli, o poco più, con la controindicazionedell'enorme quota di energia sprecata nella produzionee nello smaltimento (molto ma molto preziosa)
    • rockroll scrive:
      Re: microsoft = hw e sw nuovi ogni 3 anni
      E tutto questo giro del fumo qualcuno lo chiama PROGRESSO!Il nome giusto è un altro...
  • pippo scrive:
    che ridere
    ritardare il passaggio a Vista perchè alcune applicazioni di softwarehouse non più operative non sono compatibili.. cos'è tra un anno appare qualcuno con la bacchetta magica e le fa diventare compatibili? :)
    • -.- uffaaaa scrive:
      Re: che ridere
      no, ma magari si fa qualche patch per aumentare la compatibilità
      • Sgabbio scrive:
        Re: che ridere
        Troppe cose assurde hanno fatto in vista...come le DX10 solo per quel sistema operativo.....
        • Categorico scrive:
          Re: che ridere
          - Scritto da: Sgabbio
          Troppe cose assurde hanno fatto in vista...come
          le DX10 solo per quel sistema
          operativo.....Il fatto è che ogni volta di più MS tenta di forzare la mano agli utenti, senza rendersi conto che è arrivata al punto di rottura anche di una fetta consistente dei suoi utenti ex-più fedeli.
          • Sgabbio scrive:
            Re: che ridere
            per altro credo che molti hanno mangiato la foglia, perchè trovano molto instensato il consumo triplicato di risorse di Vista rispeto ad XP sp2. E tutte le grandi novità che avevano promesso, sono poi state tolte con gli anni.Per non parlare di scelte molto dicutibili per le DX10, che hanno fatto sotorcere il naso a molti.la microsoft dovrebbe cominciare ad ottimizzare il suo software per richiedere meno risorse possibili, evitare di fare 40 edizioni diverse dello stesso prodotto, ma soprattutto evitare protezioni invasive come il WGA e naturalmente attuare una politica sui prezzi più umana. Magari la gente aggiornerebbe ad una nuova versione di windows più tranquillamente.
    • Fabio Zanini scrive:
      Re: che ridere
      Forse le SH più attive aggiornano i loro prodotti. Quelle morte, beh, VM!
    • Acaro scrive:
      Re: che ridere
      La Bacchetta magica magari non compare ma si da il tempo alle aziende (e sono tante, molto più di quanto ci si possa aspettare) che utilizzano software e hardware non compatibili di pianificare i propri investimenti tecnologi, di valutare software ed eventualmente piattaforme alternative.mi sembra logico...IMHO
    • rockroll scrive:
      Re: che ridere
      Semplicemente si dà il tempo di trovare aggiornamenti o soluzioni "compatibili", sempre ammesso cha abbia senso passare a Vista anziche "saltarlo" senza rimpianti. E non vedo cosa ci sia da ridere su una situazione che per molti che col computer ci lavorano può diventare drammatica!
    • negronetto scrive:
      Re: che ridere
      E' una perifrasi perché non potevano dire le cose come stanno: Vista è un cesso, non ho ancora trovato uno che ne sia contento!
      • www.magiesv elate.medu saworks.it scrive:
        Re: che ridere
        - Scritto da: negronetto
        E' una perifrasi perché non potevano dire le cose
        come stanno: Vista è un cesso, non ho ancora
        trovato uno che ne sia
        contento!io sono contentissimo e mi va benissimo...se poi non sapete manco usare un computer sono cazzi vostrihttp://laforgia.medusaworks.dehttp://www.magiesvelate.ithttp://osiris.kodeware.net
Chiudi i commenti