YouTube danneggia i balbuzienti?

La balbuzie non è un disagio da ridicolizzare: questo il messaggio che il presidente di un'associazione britannica ha lanciato a mezzo video, dopo aver chiesto a YouTube di intervenire su clip ritenute offensive

Roma – Combattono contro la parole in ogni conversazione, intercalare e sinonimi sono una buona ancora di salvataggio, ma i più timidi evitano di incrociare lo sguardo dell’interlocutore, rinunciano ad esprimere le proprie opinioni, vivono una disfunzione del linguaggio come la balbuzie in un problema sociale e comunicativo. Non si è fatto schiacciare dal suo problema Leys Geddes, presidente dell’associazione inglese dei balbuzienti ( BSA ), deciso a difendersi dagli abusi che ritiene di subire da parte degli utenti di YouTube, ai quali è consentito scimmiottare la balbuzie per suscitare il riso .

Geddes ha contattato YouTube per protestare, scrive The Guardian , chiedendo di intervenire sulle clip . Ci sono video esplicitamente etichettati come comici , denuncia Geddes, che mostrano persone intente a ricalcare abusati stereotipi. Nulla a che vedere con l’ironia garbata di ” Un pesce di nome Wanda “, nel quale un trascinante Michael Palin tartaglia per tutta la durata del film, con una sensibilità che gli permette di discostarsi da preconcetti e luoghi comuni, derivata dalla vicinanza e dall’affetto per il padre balbuziente. I video postati su YouTube hanno invece per protagonisti personaggi che fingono di essere balbuzienti per mettere in imbarazzo l’interlocutore o per suscitare una risata con strategie grossolane e offensive. “Ditemi, incoraggiate i vostri utenti a ridere di persone cieche, paralizzate o sorde? – provoca Geddes – Fanno anche loro parte dello spettacolo?”

La risposta di YouTube è stata però ferma: “I video non violano i Terms of Use”, nonostante nel codice di condotta rivolto agli utenti si raccomandi di non postare clip che facciano uso di stereotipi per categorizzare le persone ed offenderle.

Una risposta che non ha soddisfatto il direttore BSA, che pare aver compreso l’inefficacia di invocare un intervento censorio, per replicare ai video postati con le stesse armi . È così che, postando sulla piattaforma di sharing un discorso di fronte alla videocamera, ha raccontato in prima persona delle esitazioni che nelle situazioni più ordinarie affliggono chi balbetta, del senso di inadeguatezza che sul lavoro induce a temere per un licenziamento o, addirittura, per una promozione che carichi di nuove responsabilità o dell’onere di dover affrontare il pubblico. Un disagio che non verrebbe ridicolizzato se si immaginasse la frustrazione di chi sa esattamente cosa dire ma non trova il modo di esprimersi.

“In questo modo noi della British Stammering Association stiamo tentando di migliorare il modo in cui i media trattano la balbuzie”, ha spiegato Geddes ad altre associazioni di balbuzienti, invitandole a diffondere il video e a rilanciare le loro clip su YouTube, per fare in modo che a passare siano i messaggi di sensibilizzazione, piuttosto che le più triviali derisioni.

Una strategia di comunicazione che ha trovato l’appoggio di blogger e commentatori su YouTube, che peraltro si erano già espressi in merito alle prese in giro, squalificando con osservazioni taglienti i filmati più inopportuni.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cassio scrive:
    Flop annunciato
    pensano di farci qualche soldo in questo modo? poveracci..
  • andrea scrive:
    Successo assicurato
    Con tutte queste restrizioni il successo in Italia è assicurato. Siamo il paese migliore per far attecchire le fregature.
  • Abusivo scrive:
    Bella invenzione, ma c'è già!
    Almeno in UK: http://www.lovefilm.com/downloads/dlm/faq/Puoi scaricare un film per vederlo per una settimana (tipo affitto) per tenertelo sul PC o per masterizzarlo dove ti pare, non su un disco proprietario placcato oro e con le tue impronte digitali sopra.Ah, il loro download manager gestisce anche la masterizzazione.
  • Valerio Francesco scrive:
    Comprati il masterizzatore... altrimenti
    Io vorrei conoscere o insubordine guardare in faccia quei "geni" che avrebbere progettato e programmato questa"intelligente iniziativa commerciale"..... è veramente tutta da ridere ahahahahahah!!!
  • GN * scrive:
    SCANDALOSO
    Scandaloso, non capiscono che così non risolvono niente. Peggiorano solo le cose...
  • pino insegno scrive:
    prezzi oltraggiosi
    ma andate a c....e tutti quanti! basta che riducano i prezzi assurdi e vedrai come si vendono i film originali!!!
  • anonymous scrive:
    Mi volete dire che...
    spenderanno milioni di dollari per la realizzazione di nuovi masterizzatori, per la produzione in massa di DVD speciali, per la pubblicità, per la realizzazione degli strumenti software, ecc ecc per un servizio che NESSUNO USERA' MAI ????Ma si sono mangiati il cervello?Qui c'è qualcosa che non va: se fanno una cosa del genere vuol dire che stanno pensando in qualche modo di COSTRINGERCI ad usare questo nuovo sistema, altrimenti è ASSURDO pensare che qualcuno lo userà. ANZI, un sistema così stupido non farebbe altro che convincere ad usare il P2P quegli utenti che ancora tentano di rimanere nella legalità.ahhhh... beati i tempi de "il cliente ha sempre ragione". Adesso sono i tempi de "il cliente è sempre un coglione (e ladro)".
    • soulista scrive:
      Re: Mi volete dire che...
      - Scritto da: anonymous
      ahhhh... beati i tempi de "il cliente ha sempre
      ragione". Adesso sono i tempi de "il cliente è
      sempre un coglione (e
      ladro)".e "l'azionista ha sempre ragione"
  • Franz Franz scrive:
    Meglio comprare
    Costa meno comprarli in negozio, i DVD. E, soprattutto, quelli comprati non si deteriorano dopo due anni...
    • soulista scrive:
      Re: Meglio comprare
      - Scritto da: Franz Franz
      Costa meno comprarli in negozio, i DVD. E,
      soprattutto, quelli comprati non si deteriorano
      dopo due
      anni...Ogni volta che vado al super/ipermercato mi tuffo nei "cestoni" di dvd a 6,90 : non hai mai idea delle "chicche" che ci puoi trovare...
    • T.A. scrive:
      Re: Meglio comprare
      - Scritto da: Franz Franz
      Costa meno comprarli in negozio, i DVD. E,
      soprattutto, quelli comprati non si deteriorano
      dopo due anni...Giusto. Si deteriorano dopo dieci/quindici anni ...http://www.attivissimo.net/int_conf/2003_12_04_futurnet/futurnet_testo.pdf
  • caponord scrive:
    INVECE....
    Se proponessero un download legale-per una copia di qualita' leggermente inferiore al disco originale,con la sola lingua che interessa l'utente(italiano)(esperimento divx vi ricordate?) non sarebbe molto piu' probabile che in tanti facessero "spesa settimanale" con 2/3 film...ricordatevi che son 40 euro al mese,mica pochi.Aggiungete Signori "Major" che tutto il lavoro ce lo faremmo da soli....cd/dvd,corrente,usura pc ed altri materiali,piu' di cosi' che pretendete ?!?Evitereste di mettere in produzione tanto materiale inutile(supporti.-spreco di carta e plastica)e vendereste il prodotto(file digitale) puro senza nemmeno inquinare.Insommaalla fine vi darebbero anche un premio per coscienza ecologica...piu' di cosi'!
    • Teo_ scrive:
      Re: INVECE....
      - Scritto da: caponord
      Se proponessero un download legale-per una copia
      di qualita' leggermente inferiore al disco
      originale,con la sola lingua che interessa
      l'utente(italiano)(esperimento divx vi
      ricordate?) non sarebbe molto piu' probabile che
      in tanti facessero "spesa settimanale" con 2/3
      film...ricordatevi che son 40 euro al mese,mica
      pochi.Non credo sia già disponibile in Italia, ma a me non dispiacerebbe questo servizio: http://www.tuaw.com/2006/09/12/first-impression-buying-a-movie-from-the-itunes-store/ (troppo caro però se dovesse essere 9,99 euro, lo userei dai 6 euro in giù per i più vecchi).
  • Guybrush scrive:
    Vediamo se ho capito bene
    Per accedere al loro rullosissimo sistema di distribuzione dei contenuti a PAGAMENTO devo:PAGARE per accederePAGARE per scaricare ogni contenuto (e qui ci si potrebbe stare)PAGARE per avere un supporto su cui scaricare il film (EH?)PAGARE per avere un apparecchio capace di scrivere e riprodurre i supporti in questione...magari PAGARE pure per rivedere un certo numero di volte un film gia' scaricato?Ma dove credono che io li raccolga i soldi? Sugli alberi?GT
    • The_GEZ scrive:
      Re: Vediamo se ho capito bene
      Ciao Guybrush !
      PAGARE per accedere
      PAGARE per scaricare ogni contenuto (e qui ci si
      potrebbe
      stare)
      PAGARE per avere un supporto su cui scaricare il
      film
      (EH?)
      PAGARE per avere un apparecchio capace di
      scrivere e riprodurre i supporti in
      questioneNo ... l' elenco è incompleto ...Io ci aggiungerei il fatto che devi tenere impegnata la connessione ad internet A TUO CARICO per scaricare i 4.7Gb in questione (o saranno 9 ?)
      ...magari PAGARE pure per rivedere un certo
      numero di volte un film gia'
      scaricato?Su questo ci stanno lavorando.Comunque è chiaro che un sistema del genere non sta nè in cielo nè in terra e sicuramente non ci credono neppure loro, semplicemente serve per poter poi andare nelle loro numerose "vetrine" (TG nazionali, giornali ecc ..) e frignare come poppanti perchè nonostante tutti i loro sforzi per concederci legalmente i loro prodotti noi bastardi li facciamo diventare poveri con il pitupì che finanzia Bin Laden.
      • giacobbe scrive:
        Re: Vediamo se ho capito bene
        .....poveri con il pitupì che finanzia Bin Laden.Magari!!!!Se col pitutpì potessi far scomparire gli Stati Uniti d'Ammerdica, scaricherei l'universo!
        • Guybrush scrive:
          Re: Vediamo se ho capito bene
          - Scritto da: giacobbe
          .....poveri con il pitupì che finanzia Bin Laden.

          Magari!!!!
          Se col pitutpì potessi far scomparire gli Stati
          Uniti d'Ammerdica, scaricherei
          l'universo!GLi USA non sono completamente da buttare via.Pero'... sai... sto considerando l'idea di cominciare ad applicare un filtro geografico ai miei contenuti: se vieni dagli stati uniti ti dirotto verso un'altro sito.http://snipurl.com/1r99mChe ne dici?GT
          • Satana scrive:
            Re: Vediamo se ho capito bene
            Basta comunismi antiamericanismi.BASTA POLITICA NEI FORUM TECNICI.Grazie.
          • strike scrive:
            Re: Vediamo se ho capito bene
            Veramente mi pareva una discussione molto più sociale che tecnica
          • Guybrush scrive:
            Re: Vediamo se ho capito bene
            Stavo li' li' per segnalare il tuo post all'abuse.L'adozione di un filtro geografico sul proprio materiale non mi sembra materia "sociale" o comunque antiamericana "tout court".Per inciso: degli americani mi sta sul q-lo il loro modo di condurre gli affari, soprattutto.Meno ho a che fare con loro e meglio mi sento.Inoltre ti prego di notare la delicata spiegazione (in inglese) sul significato del sito.SalutiGT
      • Might scrive:
        Re: Vediamo se ho capito bene
        - Scritto da: The_GEZ
        Comunque è chiaro che un sistema del genere non
        sta nè in cielo nè in terra e sicuramente non ci
        credono neppure loro, semplicemente serve per
        poter poi andare nelle loro numerose "vetrine"
        (TG nazionali, giornali ecc ..) e frignare come
        poppanti perchè nonostante tutti i loro sforzi
        per concederci legalmente i loro prodotti noi
        bastardi li facciamo diventare poveri con il
        pitupì che finanzia Bin
        Laden.Credo che tu abbia centrato in pieno il loro reale proposito dietro questo insensato progetto
  • Silvio scrive:
    Altro che Greggio e Iachetti
    Ne pensano una più del diavolo per fare fallire le loro aziende!!!
  • jetkid scrive:
    AHAHAHA
    è uno scherzo sicuramente... non può che essere altrimenti... ma quando capiranno sti geni che non si arriverà mai a niente finchè non avrò la possibilità di usare come voglio ciò che acquisto legalmente ed inoltre ad un prezzo accessibile?è come se comprassi una macchina e questa va da sola dove dice lei e solo in giorni ed orari stabiliti... qui siamo fuori gente... vorrei proprio averli di fronte alla mia faccia e sentire cosa risponderebbero questi fenomeni...
    • giacobbe scrive:
      Re: AHAHAHA
      Se li avessi davanti alla faccia, si comporterebbero più o meno così...http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Milano-da-sniffare/1705248
  • L.B. scrive:
    PER ME E' UNO SCHERZO
    Però spero di no.Spero che lo facciano veramente, che buttino qualche miliardo di dollari in un progetto già fallito.Ma non ci credo. Neanche loro possono essere così imbecilli da pensare di venderne uno solo.per chi non lo sapesse un dvd masterizzato in casa dura 2 anni se tenuto bene.
    • rioka scrive:
      Re: PER ME E' UNO SCHERZO

      per chi non lo sapesse un dvd masterizzato in
      casa dura 2 anni se tenuto
      bene.Per chi non lo sapesse ci sono persone che ancora si godono i DVD masterizzati nel 1999 senza problemi.Certo che se si usano i PRINCO... beh, allora...
      • L.B. scrive:
        Re: PER ME E' UNO SCHERZO
        TDK e Verbatim.... mai più di due anni.E se anche fosse che ti godi i dvd dal '99 questo non cambia il fatto che i dvd casalinghi sono un supporto "volatile" sul quale non bisognerebbe fidarsi a mettere contenuti, specialmente se non più reperibili.I dvd masterizzabili sono un'altra truffa dei produttori che non hanno mai detto che sopno fatti di materiale degradabile.
        • soulista scrive:
          Re: PER ME E' UNO SCHERZO
          - Scritto da: L.B.
          TDK e Verbatim.... mai più di due anni.
          E se anche fosse che ti godi i dvd dal '99 questo
          non cambia il fatto che i dvd casalinghi sono un
          supporto "volatile" sul quale non bisognerebbe
          fidarsi a mettere contenuti, specialmente se non
          più
          reperibili.
          I dvd masterizzabili sono un'altra truffa dei
          produttori che non hanno mai detto che sopno
          fatti di materiale
          degradabile.schede forate! questa é la soluzione... mi faccio spedire "300" in schede forate...;-)
    • Be&O scrive:
      Re: PER ME E' UNO SCHERZO
      Stanno solo cercando un Governo Polloche spenda soldi in una "Cagata" delgenere per poi dare fallimento e sparirecon i soldi di quella nazione.........non saprei dove potrebbero trovareun governo del genere ?....non so proprio dove cercare...(newbie)
    • jetkid scrive:
      Re: PER ME E' UNO SCHERZO
      quote!
  • bontakun88 scrive:
    ma andate...
    se li possono mettere nel di dietro...
  • sk sk scrive:
    sono troppo forti!
    pensate che loro ci credono veramente che ne venderanno. Me la faccio addosso dalle risate. Meglio di un buon film comico.
  • Pie scrive:
    Sono troppo forti
    Ma veramente pensano di far soldi così o di recuperare quelli che investiranno in ricerca e sviluppo di questi sistema? Dato per scontato che i film al cinema vado a vederli lo stesso, come ho sempre fatto, perchè di casa uno vuole pure uscire, io dovrei investire soldi e tempo in comprare nuovo hardware (e se ho un portatile come lo cambio il masterizzatore?), pagare ancora di più i DVD che secondo me ormai sono utilizzati meno (tutto il mio storage va su Harddisk, secondo me il miglior prezzo-qualità), poterlo masterizzare solo su quel DVD (la famosa copia di backup dove è finita), masterizzare sperando che non bruci il disco o che dopo un pò il disco non sia illegibile?A tutto questo aggiungono la speranza che mai a nessuno venga in mente di far saltare questa protezione.Ma non ci arrivano a capire che le persone hanno un certo badget per questo tipo di spese e che il fatto che scarichino dal P2P non implica per forza che uno non se lo vada a comprare.DVD in vita mia non ne ho mai comprati e se non si potessero scaricare non li comprerei ugualmente (aspetterei che escano in TV). Al cinema ci vado 2-3 volte al mese COME HO SEMPRE FATTO!!!Stesso discorso per musica. Registrata dalla radio o comunque comprata da iTunes Store.
    • jackoverfull scrive:
      Re: Sono troppo forti
      vedo che l'intelligenza sta a questi tipi come un cavo ethernet sta ad una bananaChe dire, a questo punto conviene affittarsi i film al distibutore in piazza, come ho sempre fatto, costa poco, ci si mettono pochi minuti, non devi preoccuparti di tenere al sicuro i dischi e puoi andarci quando ti pare.
  • Crazy scrive:
    Io voglio farmene 2 copie di BackUp
    CIAO A TUTTIscusatemi, ma Io, quando acquisto qualcosa, voglio esserne padrone.Se mi va di farmi 5 copie del Film Downloadato e regolarmente masterizzato perche` il mio fratellino ama mettere le mani dove non dovrebbe ed usa i miei DVD come Freesbie, deve essermi concesso il diritto di farlo.Punto e Stop.Se non mi viene concessa la possibilita` di farmi un numero infinito di copie di BackUp ad uso personale, Io non acquisto... punto e stop.E se noi tutti ci impegnamo a boicottare i prodotti protetti con DRM, non ci vorra` molto prima che le Major si decidano ad eliminare una volta per tutte i sistemi di protezione come sta pian piano gia` avvenendo con la Musica, basta rinunciare ai Film per un po' di tempo, e poi, e` solo questione di tempo, le nostre liberta` di cui abbiamo diritto ci verranno riconcesse.DISTINTI SALUTI
    • Ufficio CED scrive:
      Re: Io voglio farmene 2 copie di BackUp
      hai perfettamente ragione, inoltre il Documento Programmatico della Sicurezza consiglia più di una copia di backup (art. 4 del Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003).Quindi questa cosa andrebbe contro la Legge Italiana... ma si sa come andrà a finire... vuoi scommettere che qualche ministro ci metterà lo zampino?^_^
  • Micchan scrive:
    Costera' molto...
    ...sara' blindatissima, non potra' competere con il p2p e sopratutto non se la caghera' nessuno, come succede sempre quando c'e' di mezzo il DRM e limitazioni per la nostra liberta'!Buona notte! :)
Chiudi i commenti