YouTube, filtri sull'aborto: è un tema pericoloso

YouTube, filtri sull'aborto: è un tema pericoloso

YouTube non intende essere piattaforma con contenuti pericolosi sul tema dell'aborto, dunque promulga una nuova policy con filtri e controlli.
YouTube non intende essere piattaforma con contenuti pericolosi sul tema dell'aborto, dunque promulga una nuova policy con filtri e controlli.

YouTube ha annunciato nuove azioni di controllo e filtro su un tema divenuto scottante negli USA quale quello dell’aborto. L’azione si sarebbe resa necessaria poiché a mutare è stato il contesto generale, con una maggiorata attenzione sul tema che potrebbe aver attratto un maggior numero di contenuti pericolosi e di ricerche sul tema.

YouTube, filtri sull’aborto

Nasce tutto, come noto, dalla sentenza della Corte Suprema USA che ha portato ad una profonda mutazione del modo in cui l’aborto viene trattato dalla legislazione statunitense. Tale sentenza non solo ha riportato indietro la federazione di molti decenni, ma ha anche creato una serie di conseguenze a cascata che rischiano di incidere profondamente ed immediatamente sulla vita e sulle scelte delle persone. YouTube si è evidentemente trovata di fronte ad un alto numero di casi da gestire ed ha pertanto voluto chiarire la propria posizione in merito.

Così come successo in precedenza con il Covid-19 e con i vaccini, YouTube fermerà upload dal contenuto pericoloso (quali consigli per aborti non sicuri) ed offrirà indicazioni circa i riferimenti ufficiali presso i quali poter chiedere informazioni.

YouTube non potrà risolvere il problema, ma è un attore importante del mondo mainstream e può regolare importanti flussi di significato tra le maglie dei video pubblicati e delle query formulate. Come sempre il gruppo non intende entrare nel merito, ma si limita a filtrare i contenuti evidentemente pericolosi ed a fornire riferimenti terzi ove approfondire il tema.

Aborto e morale, di Maurizio Mori

Negli USA il tema dell’aborto è tornato pesantemente attuale nel dibattito sociale, rimesso al centro della scena da una sentenza che ha fatto inevitabilmente rumore in tutto il mondo e che farcirà una bagarre politica destinata a portare alla Casa Bianca il prossimo presidente USA. Mountain View ben comprende l’importanza della cosa e con questa nuova policy cerca di chiarire la propria posizione sul dibattito.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 lug 2022
Link copiato negli appunti