Zoom IQ for Sales: l'IA al servizio delle vendite

Zoom IQ for Sales: l'IA al servizio delle vendite

Debutto ufficiale per Zoom IQ for Sales: impiegando algoritmi di intelligenza artificiale analizza i meeting dei team addetti alle vendite.
Debutto ufficiale per Zoom IQ for Sales: impiegando algoritmi di intelligenza artificiale analizza i meeting dei team addetti alle vendite.

In occasione dell’evento Work Transformation Summit organizzato dalla piattaforma è stato annunciato Zoom IQ for Sales. Si tratta di un nuovo prodotto offerto ai clienti del servizio, in particolare a quelli che ne fanno uso per gestire le vendite. Impiega un sistema di intelligenza artificiale sviluppato ad hoc, per analizzare i meeting ed estrapolarne informazioni utili al miglioramento delle performance.

Cos’è e come funziona Zoom IQ for Sales

Più nel dettaglio, di quali dati si tratta? Un esempio è fornito dallo screenshot allegato di seguito: feedback sulla conversazione, sullo scambio tra coloro che vi hanno partecipato, persino sulla velocità con la quale sono state pronunciate le parole e sulle domande poste. Sono poi individuati i margini di miglioramento con suggerimenti utili per migliorare le skill e incrementare l’efficacia.

Zoom IQ for Sales: intelligenza artificiale al servizio delle vendite

L’analisi automatica del flusso audio-video curato dalla nuova intelligenza artificiale di Zoom prende inoltre in esame le cosiddette filler words ovvero i termini riempitivi impiegati durante la presentazione di un prodotto o l’esposizione di un argomento. Alcuni recenti studi confermano come sia meglio non abusarne, per non annoiare o perdere l’attenzione degli interlocutori. Al momento, IQ for Sales si trova in fase beta. Maggiori informazioni su funzionamento e disponibilità sono consultabili sulle pagine del sito ufficiale.

Il 67% degli addetti alle vendite ha dichiarato che è più semplice siglare un contratto se l’interazione da remoto con il cliente avviene potendosi guardare negli occhi, non solo via telefono. Una dinamica sperimentata, seppur inizialmente in modo forzato, dall’esplosione della pandemia in poi. Così come per quanto riguarda lo smart working, anche questa modalità è destinata a durare ben oltre la fine della crisi sanitaria.

Fonte: Zoom
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 apr 2022
Link copiato negli appunti