Zoom: l'uso delle gesture arriva su desktop

Zoom: l'uso delle gesture arriva su desktop

Sulla versione desktop di Zoom è stato implementato il riconoscimento dei gesti, già disponibile su mobile da diversi mesi a questa parte.
Sulla versione desktop di Zoom è stato implementato il riconoscimento dei gesti, già disponibile su mobile da diversi mesi a questa parte.

La scorsa estate, tra le varie novità annunciate, sull’app di Zoom per iPhone e iPad è stata resa disponibile la funzione per il riconoscimento dei gesti, grazie alla quale poter governare l’uso del servizio mediante, appunto, il movimento delle mani e la fotocamera. Con l’aggiornamento rilasciato nel corso delle ultime ore, però, la feature in questione viene introdotta pure sulla versione desktop.

Zoom: il client desktop si aggiorna e introduce le gesture

Per cui, grazie al nuovo update, facendo ad esempio il segno del pollice in sù dinanzi la webcam collegata al computer l’icona corrispondente viene mostrata come reazione sotto forma di emoji, mentre alzando la mano viene notificata l’intenzione dell’utente di intervenire personalmente nella discussione in corso per poter proferire la propria opinione.

Purtroppo l’uso delle gesture su Zoom non è ancora perfetto e indubbiamente necessita di ulteriori ottimizzazioni, ma si tratta comunque di un ottimo inizio per cercare di colmare maggiormente le discrepanze che sussistono tra la comunicazione verbale e quella di natura digitale.

Da notare che, unitamente alla gran bella novità in questione, l’aggiornamento di Zoom per computer porta in dote pure altre migliorie, ovvero: una più efficiente gestione delle sale riunioni e la possibilità di organizzare sondaggi ed eventi di grandi dimensioni in maniera più fluida.

Per scaricare l’aggiornamento di Zoom più recente occorre installare il client del servizio nella versione 5.10.3 o successiva. Da tenere presente, però, che il riconoscimento dei gesti è disattivato per impostazione predefinita, per cui spetta all’utente decidere se abilitare o meno questa caratteristica, andando ad agire sulle impostazioni del programma.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 apr 2022
Link copiato negli appunti