Zynga e EA hanno giocato

Accuse di clonazione, denunce di pratiche discriminatorie nelle assunzioni: i due attori videoludici firmano un accordo riservato per chiudere il contenzioso in corso

Roma – Regna la pace nella Ville di Zynga, possono tornare a scorrazzare spensierati i personaggi di The Sims Social : EA e l’azienda di social gaming hanno chiuso le ostilità, ponendo fine alle reciproche azioni legali in corso e firmando un accordo privato.

Era il mese di agosto del 2012 quando il colosso videoludico Electronic Arts si era scagliato contro Zynga: le dinamiche messe in gioco da The Ville , parte del noto franchising -ville avrebbero ricalcato quelle di The Sims Social , versione dedicata a Facebook della storia serie The Sims . Zynga, oltre a negare qualsiasi tipo di violazione di proprietà intellettuale, aveva rilanciato con una denuncia : EA avrebbe messo in atto pratiche scorrette nell’ambito delle assunzioni, proibendo ai propri ex-dipendenti di andare ad ingrossare le fila di Zynga.

“EA e Zynga hanno sanato le proprie rispettive controversie e hanno raggiunto un accordo per il loro contenzioso presso il Northern District della California”: questo l’ annuncio congiunto delle due aziende. Nessun dettaglio relativo alle condizioni dell’accordo è finora trapelato. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • jaro scrive:
    Tutto chiarito
    Tranquilli, era solo un equivoco. Pare che questi tizi non avessero idea dell'esistenza ... Eh? Non avevano idea dell'esistenza di Python? Un'azienda che offre servizi informatici???Boh. Così è scritto qua:http://developers.slashdot.org/story/13/02/19/232204/python-trademark-filer-ignorant-of-python
  • crondom scrive:
    vedremo
    Anche se riuscissero a chiamarsi python non pensò prenderanno così tanto piede da offuscare python quindi si vedrà... certo che fanno proprio pena.
  • Marco Valerio Pozzi scrive:
    Diritti marchio comunitario
    Ma XXXXX miseria i diritti per un marchio comunitario (fino a 3 classi) ammontano ad . 900,00. Non mi pare una cifra folle!!!!MV
  • panda rossa scrive:
    Ma che li ignorassero!
    Questi vogliono chiamare Python la loro roba in europa?Facciano pure.Tanto mica possono obbligare il linguaggio a cambiare nome visto che negli States il nome Python indica il linguaggio.Se questi inglesi vogliono rinunciare al mercato americano per il loro business hanno solo da perderci.
    • franz1789 scrive:
      Re: Ma che li ignorassero!
      certe aziende farebbero di tutto pur di attirare attenzione..
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma che li ignorassero!
        - Scritto da: franz1789
        certe aziende farebbero di tutto pur di attirare
        attenzione..Il problema sono i siti specializzati che pur di riempire una pagina, danno loro spazio.
        • Shiba scrive:
          Re: Ma che li ignorassero!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: franz1789

          certe aziende farebbero di tutto pur di
          attirare

          attenzione..

          Il problema sono i siti specializzati che pur di
          riempire una pagina, danno loro
          spazio.Tuttavia credo sia giusto informare la gente su quali aziende boicottare.
    • Guido La Vespa scrive:
      Re: Ma che li ignorassero!
      Bravo, così poi possono registrare il marchio. C'è documentazione a pacchi per dimostrare che in europa quando si parla di python in contesto informatico, ci si riferisce al linguaggio di programmazione. Le cose bisogna farle per bene, adesso stanno raccogliendo la documentazione e penso non ci saranno problemi a far valere le loro ragioni. Non è che fare gli spocchiosi superiori serva a qualcosa.
    • Eugenio Guastatori scrive:
      Re: Ma che li ignorassero!

      Tanto mica possono obbligare il linguaggio a
      cambiare nome visto che negli States il nome
      Python indica il
      linguaggio.Per essere precisi, negli Stati Uniti, python indica un particolare rettile esattamente come windows indica un gruppo casuale di finestre.
      • Funz scrive:
        Re: Ma che li ignorassero!
        - Scritto da: Eugenio Guastatori

        Tanto mica possono obbligare il linguaggio a

        cambiare nome visto che negli States il nome

        Python indica il

        linguaggio.

        Per essere precisi, negli Stati Uniti, python
        indica un particolare rettile esattamente come
        windows indica un gruppo casuale di
        finestre.Prova tu ad andare negli USA, aprire una ditta di consulenza informatica e chiamarla "finestre" o "mela", e vedi cosa ti fanno...
        • andrea scrive:
          Re: Ma che li ignorassero!
          Se "finestre" e "mela" non è registrato non ti fanno niente.Esattamente come in questo caso.
        • jaro scrive:
          Re: Ma che li ignorassero!
          - Scritto da: Funz

          Prova tu ad andare negli USA, aprire una ditta di
          consulenza informatica e chiamarla "finestre" o
          "mela", e vedi cosa ti
          fanno...La mela se la mangiano.
Chiudi i commenti