200 dollari per 500 carte di credito

Il nuovo report di Symantec racconta come in rete si scambino dati personali a prezzi stracciati. I dati di una carta di credito si possono ottenere per pochi centesimi

Gli attacchi dei malintenzionati in rete si rivolgono sempre più verso le persone, non verso le macchine: sono attacchi interessati e fruttuosi, sono attacchi mirati ad impossessarsi di preziosi dati personali da rivendere sul mercato nero delle identità.

A gettare luce sui meccanismi che reggono il traffico di identità in rete è il report semestrale di Symantec, stilato dalla security company sulla base dei dati raccolti tra il mese di luglio e il mese di dicembre 2007. Gli operatori del phishing proliferano, sono oltre un milione le minacce, sono migliaia i siti interessati da vulnerabilità XSS e sono solo il 4 per cento i webmaster che hanno messo una pezza alle falle individuate sulle pagine che gestiscono. I creatori di malware operano più alacremente degli sviluppatori ordinari : il 65 per cento delle applicazioni rilasciate nella seconda metà del 2007 sono state scritte per attentare alla sicurezza degli utenti. E l’obiettivo degli attacchi nel 68 per cento dei casi sono i dati personali .

Quelli che in precedenza venivano definiti semplicemente come malintenzionati, sono ora ingranaggi di una macchina economica che sta assumendo i contorni di un mercato tradizionale: si delegano i compiti a lavoratori che operano dall’estero ed esistono figure specializzate per ogni segmento della catena del valore . C’è chi viene assoldato per tendere trappole, c’è chi opera nel settore della vendita e c’è chi si occupa di negoziare lo scambio di grandi stock di identità trafugate in rete.

I supermercati delle informazioni sono localizzati su forum effimeri, le trattative avvengono via instant messaging: si negoziano i termini degli accordi, gli acquirenti tirano sul prezzo e possono aggiudicarsi i dati di 500 carte di credito per 200 dollari . Prezzi che possono raggiungere i 20 dollari nel caso di acquisti al dettaglio. Richiede investimenti più cospicui l’acquisto dei dettagli di un conto corrente, pubblicizzatissimi: per ottenere gli estremi del conto e la garanzia della liquidità del correntista, i prezzi oscillano tra i 10 e i 1000 dollari. Non sono ammesse le pubblicità ingannevoli: qualora un venditore proponga sul mercato dei conti già prosciugati, perderà tutta la sua credibilità e verrà escluso. Frutta anche operare nel settore del traffico di identità, date di nascita, numeri di previdenza sociale, indirizzi e nomi: costano da 1 ai 15 dollari e quelle dei cittadini europei valgono il doppio rispetto a quelle americane, meno flessibili, capaci di aprire meno frontiere a chi se ne impossessa.

Ma gli operatori del settore non agiscono autonomamente: a supportarli c’è la complicità di istituzioni e aziende distratte e prodighe di dati . Symantec ha rivelato che computer e dispositivi di archiviazione persi o rubati sono la causa delle maggior parte delle fughe di informazioni che potrebbero interessare ai trafficanti di identità.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Macaco Spanato scrive:
    Sempre a lamentarvi di Jobs
    E ce l'ha troppo grosso, e non lo lubrifica abbastanza, e ce l'ha troppo rugoso, e ve l'infila troppo, e BASTA! :@Sempre a lamentarvi del nostro amato p enefattore! (ghost) :D (troll3)
  • kermit scrive:
    design nuovi mac
    finalmente anche per il macBook è arrivato il momento di rifarsi il "trucco"...Segnalo questo post http://macbookdesign.blogspot.comdove fan e amanti di apple stanno cercando di daro sfogo alla loro fantasia...
  • kermit scrive:
    design nuovi mac
    finalmente anche per il macBook è arrivato il momento di rifarsi il "trucco"...Segnalo questo post http://macbookdesign.blogspot.comdove fan e amanti di apple stanno cercando di daro sfogo alla loro fantasia...
  • Vindicator scrive:
    Time Machine / Airport Extreme
    Brutta politica, tutto per spingere le vendite di Time Capsule.Quindi, o lo attaccate fisicamente al mac oppure spendete bei eurini e vi fate (oltre ad Airport) anche Time Capsule.Pessima mossa.
    • gohan scrive:
      Re: Time Machine / Airport Extreme
      d'altra parte non puoi far loro una colpa se cercano di spingere un loro prodotto di costo superiore invece che "regalarlo" a chi ha già acquistato un Airport extreme.Ma tanto si sa che Apple può permettersi di non regalare nulla, tanto i fan della mela comprano comunque.
    • geps scrive:
      Re: Time Machine / Airport Extreme
      ma mica è vero che sei obbligato a comprare time capsule per fare backup wireless..time machine funziona alla grande anche con un normalissimo hard disk usb attaccato all'Airport Extreme, basta aggiornare il firmware tramite l'apposita utility.
      • Vindicator scrive:
        Re: Time Machine / Airport Extreme
        D'accordo, ma forse non hai capito la finezza della faccenda.Hai un HD attaccato ad Airport? Time Machine ha generato qualche inconsistenza dei dati? Niente supporto. E' QUESTO il succo della faccenda.Ricordiamoci che il supporto costa.
    • alexjenn scrive:
      Re: Time Machine / Airport Extreme
      Sembra una fregatura, ma se la notizia lo dà Engadget, allora è tutto da verificare.Ricordate che questo sito aveva dato la notizia che iPhone e Leopard sarebbero "sicuramente" usciti con diversi mesi di ritardo rispetto a quanto dichiarato da Apple?Come andò a finire?C'è questo articolo di Apple, datao 26 ottobre 2007 (data di uscita di Leopard), in cui si dice che Time Machine non supporta AirPort Disk per back-up.http://docs.info.apple.com/article.html?artnum=306833È vero anche che la funzione fu introdotta con l'aggiornamento di Leopard a 10.5.2.Questi altri articolo, infatti, dicono che si può fare.http://us.gizmodo.com/search/airport%20diskhttp://gizmodo.com/369973/apple-time-machine-now-works-with-airport-diskBoh. Ripeto, secondo me, a questo punto conviene fare una prova sul campo (ma bisogna avere la base AirPort Extreme e un disco esterno USB).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 aprile 2008 13.35-----------------------------------------------------------
      • Max scrive:
        Re: Time Machine / Airport Extreme
        Modificato dall' autore il 09 aprile 2008 13.35
        --------------------------------------------------Funziona, funziona. Ho aggiornato l'airport extreme a casa, e l'iMac me l'ha vista come una destinazione per time machine valida.Pero' non e' supportata da apple. A questo punto dico: piuttosto che non avere backup del tutto, meglio averne uno non supportato no? :PMax
  • Disgra scrive:
    Eroe ecologico??
    adesso il Ron Hubbard di apple è diventato anche il paladino dell'ecologia???gli avrà fatto cambiare idea la figuraccia con le batterie dell'iphone???
  • Dr. House scrive:
    Tastiera e wifi
    2 dubbiSpero che la tastiera rimanga la stessa del macbook, con i tasti spaziati, che è molto piu comoda di quella del proIl wifi funzioni bene, è abbastanza noto che le macchine in alluminio soffrano un pò in ricezione rispetto alla linea in policarbonato
    • axaxa scrive:
      Re: Tastiera e wifi
      Per me il più grosso problema dei Mac in acciaio (sia quelli attuali in alluminio, che i vecchi modelli in lega di titanio) è quanto diventano caldi dopo una mezz'ora di utilizzo. Ho comunque risolto ungendomi le dita e i polsi con olio, aglio e un pizzico di sale e pepe.
    • battagliacom scrive:
      Re: Tastiera e wifi
      anche per me il problema più grande sarà il wifi poi la tastiera non so che dire perchè non possiedo un Mac
  • Overture scrive:
    Me lo sarò "sicuramente" perso
    ...ma fossi in voi farei un bel articoletto su un'altra bufera che sta investendo apple ed è quella che riguarda i monitor di portatili e imac a 6 bit contro gli 8 dichiarati in lungo e largo sull'apple store. Cosetta da niente che ha già avviato una class action da parte di professionisti del campo grafico che si sono sentiti, come dire, presi per il popò e ne ha scampata una seconda risolta in separata sede (aka risarcendo pesantemente chi l'aveva denunciata nella prima ondata).Tra le varie cose da upgradare forse è più importante riportare i monitor a quanto promesso che non fare l'ennesima scocca in alluminio (oramai non è più una novità)
    • lellykelly scrive:
      Re: Me lo sarò "sicuramente" perso
      gia fatto, sveglia
      • Overture scrive:
        Re: Me lo sarò "sicuramente" perso
        quando ? su altri siti me lo ricordo bene, qua oltre ai soliti commenti che vengono plonkati dal fanatico di turno, mica tanto
        • lellykelly scrive:
          Re: Me lo sarò "sicuramente" perso
          http://punto-informatico.it/2242009/PI/News/USA--class-action-sui-colori-di-iMac/p.aspx
          • Overture scrive:
            Re: Me lo sarò "sicuramente" perso
            2 aprile... cosa facevo il 2 aprile che non me ne sono accorto... devo chiedere all'omino...
          • Numi scrive:
            Re: Me lo sarò "sicuramente" perso
            trollavi
  • vac scrive:
    Al o Fe ?
    "sia esso alluminio o più "volgare" acciaio"Non è la stessa cosa!L'aluminio è più leggero e fonde a temperature molto più basse quindi il costo del suo riciclaggio è notevolmente inferiore.
    • Uby scrive:
      Re: Al o Fe ?
      - Scritto da: vac
      "sia esso alluminio o più "volgare" acciaio"
      Non è la stessa cosa!

      L'aluminio è più leggero e fonde a temperature
      molto più basse quindi il costo del suo
      riciclaggio è notevolmente
      inferiore.Ma infatti non dice che siano la stessa cosa. Jobs ha detto che l'alluminio è più riciclabile della plastica, quindi si prevede uno chassis in metallo: alluminio o acciaio :P
    • Categorico scrive:
      Re: Al o Fe ?
      - Scritto da: vac
      "sia esso alluminio o più "volgare" acciaio"
      Non è la stessa cosa!

      L'aluminio è più leggero e fonde a temperature
      molto più basse quindi il costo del suo
      riciclaggio è notevolmente
      inferiore.Forse a quest'ora mi ricordo male, ma se riciclarlo richiede meno energia, comunque estrarlo e raffinarlo a partire dal minerale ne richiede parecchia, più del ferro.
Chiudi i commenti