ADSL garantito più vicino

Il lavoro di VoIPex inizia a farsi sentire: dal Ministero e dall'Autorità TLC segnali di interesse per un sistema di classificazione per i servizi broad band di punta. L'obiettivo? Offerte trasparenti e garanzie di servizio per gli utenti

Roma – L’Italia va verso un futuro dove saranno meglio tutelati i diritti degli utenti che acquistano ADSL o servizi su IP. I quali adesso sono una nuvola evanescente: l’utente sa quanto andrà a pagare ma le prestazioni effettive restano un mistero finché non è troppo tardi per cambiare idea, perché molti contratti, per l’ADSL in particolare, sono annuali.

Ora però in molti lavorano per cambiare quest’andazzo: operatori, produttori di apparati e aziende varie del settore, all’interno del consorzio VoIPex ; l’Autorità Garante delle Comunicazioni (Agcom) e l’Istituto Superiore delle Comunicazioni (presso il Ministero delle Comunicazioni).

Un appuntamento da cui hanno preso le mosse i primi lavori ha avuto luogo venerdì scorso: Agcom ha incontrato gli operatori, il VoIPex e alcune associazioni dei consumatori per definire una Carta dei servizi di accesso a Internet tramite rete fissa . È un passo deciso da una delibera di febbraio ma solo adesso c’è stato il primo incontro tra le parti. Si vuole dare a Internet una carta di servizi analoga a quelle disponibili, a tutela degli utenti, in altri settori delle telecomunicazioni (telefonia fissa e mobile). Si presume che entro il 2007 arriverà la carta, così che acquistare un’ADSL sarà meno un salto nel buio. L’utente avrà più garanzie e dati per capire la qualità dell’offerta cui sta per abbonarsi.

In parallelo sta lavorando VoIPex, la cui natura e statuto sono stati resi noti al pubblico giovedì al suo primo convegno ufficiale nell’Aula Magna del Ministero delle Comunicazioni a Roma. Sul neonato sito ora si legge l’obiettivo di fondo: “il Consorzio VoIPex rappresenta la prima iniziativa in Italia e nel mondo, trasversale a tutto il settore delle Comunicazioni e Telecomunicazioni ed estesa a tutte le realtà coinvolte nella realizzazione di servizi e tecnologie, che presidia, abilita e certifica l’interoperabilità, la qualità e la trasparenza dei servizi su IP “. Già: a dispetto del nome, VoIPex non si occupa solo di VoIP, bensì di tutti i servizi che possono andare su IP, dalla videocomunicazione all’IP TV alle funzioni di presence online.

Nell’occasione, VoIPex ha comunicato di essere al lavoro per certificare i servizi su IP. Dopo l’estate comincerà insomma a rilasciare bollini di qualità , cominciando dai servizi VoIP.

Ne ha parlato Guido Tripaldi, presidente del VoIPex, durante il convegno. Funzionerà in questo modo: gli aderenti al VoIPex potranno richiedere la certificazione dei propri servizi, sui quali saranno quindi condotti test da parte dell’Istituto Superiore delle Comunicazioni (uno dei fondatori del VoIPex). Se tutto va bene, VoIPex rilascerà il bollino di qualità.

Non solo: in base ai risultati del test, il servizio sarà classificato all’interno di alcune categorie .
Per esempio, nel caso del VoIP si sta pensando a quattro categorie (Quality of service sul trasporto, Fonia e Video, Multifunzionalità, Nomadicità) per i quali il servizio può ottenere un giudizio di classe A, B o C.
Le quattro A è il massimo raggiungibile. La “A” significa che il servizio garantisce la qualità, in quella categoria, anche in interconnessione con reti di altri operatori, purché a loro volta certificate. Cioè, qualità e interoperabilità, nel caso di giudizio A, vanno a braccetto.
La B significa invece che c’è qualità ma l’interoperabilità non è piena. La qualità è garantita cioè solo all’interno della rete dell’operatore. La C significa che per quella categoria non ci sono garanzie oppure che il servizio manca di quell’aspetto.

Skype sarebbe classificato come CBBA: il trasporto è “best effort”, senza garanzie; i servizi voce, video e multifunzione hanno livelli garantiti solo all’interno della rete Skype. Cioè solo nel caso di chiamate Skype-Skype e non per quelle che finiscono su reti di altri operatori. La nomadicità è invece piena (il servizio è utilizzabile ovunque ci sia un accesso a Internet). Un giudizio C in questa categoria significherebbe invece che il servizio non è nomadico, può essere usato solo in una precisa postazione Internet. Allo stesso modo, se manca la multifunzione significa che il servizio dà soltanto fonia e voce (e non la presence, per esempio) e quindi si becca una C.

“Poiché tutto questo sarebbe complesso per l’utente, pensiamo che le classi potrebbero essere espresse attraverso quattro semafori, uno per ogni categoria” – dice Tripaldi. I semafori potrebbero apparire sulla pagina dell’offerta, con il marchietto VoIPex. Il verde significa “garantito con tutti”, il giallo sta per “solo con prodotti identici”; il rosso, “nessuna garanzia”. Perché i bollini si affermino come punto di riferimento per l’utente, sarebbe bene coinvolgere il maggior numero di operatori possibile. Purtroppo nuoce il fatto che nel VoIPex ancora non ci siano i grandi nomi degli operatori italiani, “ma contiamo di averne alcuni tra gli iscritti, nei prossimi mesi”, dice Tripaldi.

Una cosa notevole è che il tema della qualità e della trasparenza stia ora a cuore alle istituzioni: al Ministero delle Comunicazioni (attraverso l’Istituto Superiore), ma anche all’Agcom (Autorità Garante delle Comunicazioni). Questa settimana ci sarà il primo incontro del tavolo per ottenere, entro i prossimi 180 giorni, l’interoperabilità dei servizi VoIP, come richiesto da una nota delibera .

Gli operatori si metteranno d’accordo sui punti di interconnessione tra le reti, i protocolli da usare (è quasi certo che saranno utilizzati Enum e Sip), i metodi per garantire le chiamate tra utenti di servizi VoIP diversi.

Obiettivo meno a portata di mano appare la Carta dei servizi Internet .
Nella riunione di venerdì, la bozza di provvedimento presentata da Agcom è stata contestata dalla maggior parte degli intervenuti. Si vuole arrivare a una carta che obblighi gli operatori a dichiarare, sui propri siti, alcuni valori delle offerte Adsl, che adesso sono nebulosi. E quindi permettere agli utenti di acquistare più a ragione veduta, di evitare delusioni, di sapere che cosa possono aspettarsi, nei fatti, da un’Adsl .

“Il problema con cui ci si è scontrati – spiega Tripaldi – è che con le Adsl solo alcuni valori possono essere garantiti in una carta dei servizi, perché sono deterministici: per esempio, i tempi di attivazione, di risposta del call center, di intervento in caso di guasti. Sono cose infatti che dipendono dalla quantità di risorse impiegate dagli operatori in rapporto alle richieste e al numero di utenti. Tutto ciò che riguarda le prestazioni è invece aleatorio”.

La ragione è che Internet è best effort per sua natura, perché una connessione dipende da tanti fattori; molti dei quali non sono controllabili da un operatore. L’impossibilità di dare garanzie assolute è l’altra faccia della libertà di Internet, della neutralità del mezzo . Solo in una Internet senza neutralità, dove tutto il traffico è comandato a bacchetta da tutti gli operatori messisi d’accordo, sarebbe pensabile (ma non auspicabile) avere garanzie assolute. Allora come fare?

La Carta dei servizi potrebbe obbligare gli operatori a dichiarare i valori deterministici. Mentre per quanto riguarda le prestazioni della linea potrebbero essere pubblicati rapporti di rilevazione periodici, curati da organismi super partes, come l’Istituto Superiore delle Comunicazioni. È la proposta del VoIPex, a cui Agcom e gli altri operatori adesso guardano con interesse. Così l’utente, prima di comprare , avrebbe un punto di riferimento ufficiale e degno di fede. Finora, per capire se un’offerta Adsl è buona o no, è costretto a saltare da un punto di vista all’altro, girare nei newsgroup, raccogliere opinioni di amici che hanno scarso valore statistico. Dall’anno prossimo l’utente italiano potrebbe già avere in mano un rapporto dettagliato da consultare direttamente dai siti degli operatori. Vi leggerebbe, tra l’altro, i valori di velocità e di banda disponibile media rilevata in un arco di tempo e relativa alla propria città o persino alla propria centrale telefonica .

Certo, non v’è garanzia che in futuro questi valori saranno rispettati, ma i dati passati fornirebbero preziosi indizi per decidere.

“Paragono le prestazioni Adsl alle oscillazioni dei fondi di investimento – dice Tripaldi – Prima di investire, non si può fare altro che consultare l’andamento passato dei fondi, per capire a quali affidare i propri soldi. Lo stesso potrebbe avvenire nel mercato Adsl”. Sarebbe una novità molto importante. La trasparenza tutela la scelta dell’utente ; ma è anche uno sprone perché gli operatori s’impegnino a migliorare la qualità dei servizi.

Quando tutto sarà pubblico e rilevato da un’istituzione, chi si potrà permettere di avere Adsl lumache? I panni sporchi finirebbero in piazza , certi e oggettivi, laddove adesso sono relegati nel fondo di un newsgroup o denunciati da una lettera pubblicata su Punto Informatico.

Non solo. La carta dei servizi costituirebbe poi una premessa essenziale affinché VoIPex possa pubblicare bollini anche per le Adsl , dividendole in classi, A, B e C.
A seconda delle proprie tasche ed esigenze, l’utente sceglierà tra le categorie.

È quanto avverrà se tutto andrà bene, ovviamente; se Agcom riuscirà a farsi dar retta e il VoIPex raccoglierà abbastanza proseliti, anche dai grandi operatori, che ancora mancano all’appello. Sarebbe bene per tutti, anche per gli operatori recalcitranti, aumentare la trasparenza e l’interoperabilità dei servizi IP. Evitare le reti chiuse e le offerte oscure (due aspetti di una stessa mentalità tesa a limitare la concorrenza nel mercato). Perché? Perché la conseguenza è lo sviluppo del mercato, la crescita del numero di utenti, un aumentato livello di consumo, conseguenze naturali di un servizio migliore e di offerte più affidabili. Ma forse non tutti gli operatori l’hanno già compreso.

Alessandro Longo
Paolo De Andreis
DSL e VoIP verso il bollino di qualità –> Roma – L’Italia va verso un futuro dove saranno meglio tutelati i diritti degli utenti che acquistano ADSL o servizi su IP. I quali adesso sono una nuvola evanescente: l’utente sa quanto andrà a pagare ma le prestazioni effettive restano un mistero finché non è troppo tardi per cambiare idea, perché molti contratti, per l’ADSL in particolare, sono annuali.

Ora però in molti lavorano per cambiare quest’andazzo: operatori, produttori di apparati e aziende varie del settore, all’interno del consorzio VoIPex ; l’Autorità Garante delle Comunicazioni (Agcom) e l’Istituto Superiore delle Comunicazioni (presso il Ministero delle Comunicazioni).

Un appuntamento da cui hanno preso le mosse i primi lavori ha avuto luogo venerdì scorso: Agcom ha incontrato gli operatori, il VoIPex e alcune associazioni dei consumatori per definire una Carta dei servizi di accesso a Internet tramite rete fissa . È un passo deciso da una delibera di febbraio ma solo adesso c’è stato il primo incontro tra le parti. Si vuole dare a Internet una carta di servizi analoga a quelle disponibili, a tutela degli utenti, in altri settori delle telecomunicazioni (telefonia fissa e mobile). Si presume che entro il 2007 arriverà la carta, così che acquistare un’ADSL sarà meno un salto nel buio. L’utente avrà più garanzie e dati per capire la qualità dell’offerta cui sta per abbonarsi.

In parallelo sta lavorando VoIPex, la cui natura e statuto sono stati resi noti al pubblico giovedì al suo primo convegno ufficiale nell’Aula Magna del Ministero delle Comunicazioni a Roma. Sul neonato sito ora si legge l’obiettivo di fondo: “il Consorzio VoIPex rappresenta la prima iniziativa in Italia e nel mondo, trasversale a tutto il settore delle Comunicazioni e Telecomunicazioni ed estesa a tutte le realtà coinvolte nella realizzazione di servizi e tecnologie, che presidia, abilita e certifica l’interoperabilità, la qualità e la trasparenza dei servizi su IP “. Già: a dispetto del nome, VoIPex non si occupa solo di VoIP, bensì di tutti i servizi che possono andare su IP, dalla videocomunicazione all’IP TV alle funzioni di presence online.

Nell’occasione, VoIPex ha comunicato di essere al lavoro per certificare i servizi su IP. Dopo l’estate comincerà insomma a rilasciare bollini di qualità , cominciando dai servizi VoIP.

Ne ha parlato Guido Tripaldi, presidente del VoIPex, durante il convegno. Funzionerà in questo modo: gli aderenti al VoIPex potranno richiedere la certificazione dei propri servizi, sui quali saranno quindi condotti test da parte dell’Istituto Superiore delle Comunicazioni (uno dei fondatori del VoIPex). Se tutto va bene, VoIPex rilascerà il bollino di qualità.

Non solo: in base ai risultati del test, il servizio sarà classificato all’interno di alcune categorie .
Per esempio, nel caso del VoIP si sta pensando a quattro categorie (Quality of service sul trasporto, Fonia e Video, Multifunzionalità, Nomadicità) per i quali il servizio può ottenere un giudizio di classe A, B o C.
Le quattro A è il massimo raggiungibile. La “A” significa che il servizio garantisce la qualità, in quella categoria, anche in interconnessione con reti di altri operatori, purché a loro volta certificate. Cioè, qualità e interoperabilità, nel caso di giudizio A, vanno a braccetto.
La B significa invece che c’è qualità ma l’interoperabilità non è piena. La qualità è garantita cioè solo all’interno della rete dell’operatore. La C significa che per quella categoria non ci sono garanzie oppure che il servizio manca di quell’aspetto.

Skype sarebbe classificato come CBBA: il trasporto è “best effort”, senza garanzie; i servizi voce, video e multifunzione hanno livelli garantiti solo all’interno della rete Skype. Cioè solo nel caso di chiamate Skype-Skype e non per quelle che finiscono su reti di altri operatori. La nomadicità è invece piena (il servizio è utilizzabile ovunque ci sia un accesso a Internet). Un giudizio C in questa categoria significherebbe invece che il servizio non è nomadico, può essere usato solo in una precisa postazione Internet. Allo stesso modo, se manca la multifunzione significa che il servizio dà soltanto fonia e voce (e non la presence, per esempio) e quindi si becca una C.

“Poiché tutto questo sarebbe complesso per l’utente, pensiamo che le classi potrebbero essere espresse attraverso quattro semafori, uno per ogni categoria” – dice Tripaldi. I semafori potrebbero apparire sulla pagina dell’offerta, con il marchietto VoIPex. Il verde significa “garantito con tutti”, il giallo sta per “solo con prodotti identici”; il rosso, “nessuna garanzia”. Perché i bollini si affermino come punto di riferimento per l’utente, sarebbe bene coinvolgere il maggior numero di operatori possibile. Purtroppo nuoce il fatto che nel VoIPex ancora non ci siano i grandi nomi degli operatori italiani, “ma contiamo di averne alcuni tra gli iscritti, nei prossimi mesi”, dice Tripaldi.

Una cosa notevole è che il tema della qualità e della trasparenza stia ora a cuore alle istituzioni: al Ministero delle Comunicazioni (attraverso l’Istituto Superiore), ma anche all’Agcom (Autorità Garante delle Comunicazioni). Questa settimana ci sarà il primo incontro del tavolo per ottenere, entro i prossimi 180 giorni, l’interoperabilità dei servizi VoIP, come richiesto da una nota delibera .

Gli operatori si metteranno d’accordo sui punti di interconnessione tra le reti, i protocolli da usare (è quasi certo che saranno utilizzati Enum e Sip), i metodi per garantire le chiamate tra utenti di servizi VoIP diversi.

Obiettivo meno a portata di mano appare la Carta dei servizi Internet .
Nella riunione di venerdì, la bozza di provvedimento presentata da Agcom è stata contestata dalla maggior parte degli intervenuti. Si vuole arrivare a una carta che obblighi gli operatori a dichiarare, sui propri siti, alcuni valori delle offerte Adsl, che adesso sono nebulosi. E quindi permettere agli utenti di acquistare più a ragione veduta, di evitare delusioni, di sapere che cosa possono aspettarsi, nei fatti, da un’Adsl .

“Il problema con cui ci si è scontrati – spiega Tripaldi – è che con le Adsl solo alcuni valori possono essere garantiti in una carta dei servizi, perché sono deterministici: per esempio, i tempi di attivazione, di risposta del call center, di intervento in caso di guasti. Sono cose infatti che dipendono dalla quantità di risorse impiegate dagli operatori in rapporto alle richieste e al numero di utenti. Tutto ciò che riguarda le prestazioni è invece aleatorio”.

La ragione è che Internet è best effort per sua natura, perché una connessione dipende da tanti fattori; molti dei quali non sono controllabili da un operatore. L’impossibilità di dare garanzie assolute è l’altra faccia della libertà di Internet, della neutralità del mezzo . Solo in una Internet senza neutralità, dove tutto il traffico è comandato a bacchetta da tutti gli operatori messisi d’accordo, sarebbe pensabile (ma non auspicabile) avere garanzie assolute. Allora come fare?

La Carta dei servizi potrebbe obbligare gli operatori a dichiarare i valori deterministici. Mentre per quanto riguarda le prestazioni della linea potrebbero essere pubblicati rapporti di rilevazione periodici, curati da organismi super partes, come l’Istituto Superiore delle Comunicazioni. È la proposta del VoIPex, a cui Agcom e gli altri operatori adesso guardano con interesse. Così l’utente, prima di comprare , avrebbe un punto di riferimento ufficiale e degno di fede. Finora, per capire se un’offerta Adsl è buona o no, è costretto a saltare da un punto di vista all’altro, girare nei newsgroup, raccogliere opinioni di amici che hanno scarso valore statistico. Dall’anno prossimo l’utente italiano potrebbe già avere in mano un rapporto dettagliato da consultare direttamente dai siti degli operatori. Vi leggerebbe, tra l’altro, i valori di velocità e di banda disponibile media rilevata in un arco di tempo e relativa alla propria città o persino alla propria centrale telefonica .

Certo, non v’è garanzia che in futuro questi valori saranno rispettati, ma i dati passati fornirebbero preziosi indizi per decidere.

“Paragono le prestazioni Adsl alle oscillazioni dei fondi di investimento – dice Tripaldi – Prima di investire, non si può fare altro che consultare l’andamento passato dei fondi, per capire a quali affidare i propri soldi. Lo stesso potrebbe avvenire nel mercato Adsl”. Sarebbe una novità molto importante. La trasparenza tutela la scelta dell’utente ; ma è anche uno sprone perché gli operatori s’impegnino a migliorare la qualità dei servizi.

Quando tutto sarà pubblico e rilevato da un’istituzione, chi si potrà permettere di avere Adsl lumache? I panni sporchi finirebbero in piazza , certi e oggettivi, laddove adesso sono relegati nel fondo di un newsgroup o denunciati da una lettera pubblicata su Punto Informatico.

Non solo. La carta dei servizi costituirebbe poi una premessa essenziale affinché VoIPex possa pubblicare bollini anche per le Adsl , dividendole in classi, A, B e C.
A seconda delle proprie tasche ed esigenze, l’utente sceglierà tra le categorie.

È quanto avverrà se tutto andrà bene, ovviamente; se Agcom riuscirà a farsi dar retta e il VoIPex raccoglierà abbastanza proseliti, anche dai grandi operatori, che ancora mancano all’appello. Sarebbe bene per tutti, anche per gli operatori recalcitranti, aumentare la trasparenza e l’interoperabilità dei servizi IP. Evitare le reti chiuse e le offerte oscure (due aspetti di una stessa mentalità tesa a limitare la concorrenza nel mercato). Perché? Perché la conseguenza è lo sviluppo del mercato, la crescita del numero di utenti, un aumentato livello di consumo, conseguenze naturali di un servizio migliore e di offerte più affidabili. Ma forse non tutti gli operatori l’hanno già compreso.

Alessandro Longo
Paolo De Andreis
<!–P3 f

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Era troppo bello per durare...
    Il traffico dell'ultimo dei blog trattato alla stregua del traffico di CNN.com... ovviamente non poteva durare. Per fortuna questa breve parentesi di eguaglianza, dove tutti potevano aver voce per mezzo di internet, ha avuto fine. Non se ne poteva più di opinioni alternative, di gente come Beppe Grillo, etc. Da domani si torna ai grossi media, più sicuri, più tranquillizzanti, che ci accontentano sempre e ci dicono quello che vogliamo sentire... Torniamo finalmente alla normalità anche su internet...
    • Garson Poole scrive:
      Re: Era troppo bello per durare...
      Sì, certo. Viva Big Brother!BIG BROTHERDon't talk of dust and rosesOr should we powder our nosesDon't live for last year's capersGive me steel, give me steel, give me pulsars unrealHe'll build a glass asylumWith just a hint of mayhemHe'll build a better whirlpoolWe'll be living from sin,then we can really beginPlease saviour, saviour, show usHear me, I'm graphically yours[CHORUS] Someone to claim us, someone to follow Someone to shame us, some brave ApolloSomeone to fool us, someone like youWe want you Big Brother, Big BrotherI know you think you're awful squareBut you made everyone and you've been every whereLord, I'd take an overdose if you knew what's going down[CHORUS (3 times)] We want you Big Brother by David Bowie
  • mr_setter scrive:
    Please: nessun reply a post deficienti!!
    Un favore a tutti gli iscritti di PI: non continuate a replicare ad alcuni post che leggo qua dentro, sono semplicemente deficienti...e' solo perdita di tempo, energie cerebrali e banda sprecata....:-| Hugh! LV&P mr_setter
    • Anonimo scrive:
      Re: Please: nessun reply a post deficien
      - Scritto da: mr_setter
      Un favore a tutti gli iscritti di PI: non
      continuate a replicare ad alcuni post che leggo
      qua dentro, sono semplicemente deficienti...e'
      solo perdita di tempo, energie cerebrali e banda
      sprecata....

      :-| Hugh! LV&P mr_setterO fai degli esempi o sei ot
  • Anonimo scrive:
    Il dio denaro
    Finché l'uomo metterà il dio denaro al primo posto nella scala dei valori, i risultati saranno questi: ingiustizie, guerre e sperequazioni, fine della neutralità della Rete.Se non siamo pronti a staccare la spina da Tv, radio, Internet, giornali, pubblicità e a togliere importanza al denaro, serve a poco lamentarsi. Il modello comunista è crollato, adesso deve crollare quello capitalista, altrimenti a crollare sarà l'umanità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il dio denaro
      - Scritto da:
      Finché l'uomo metterà il dio denaro al primo
      posto nella scala dei valori, i risultati saranno
      questi: ingiustizie, guerre e sperequazioni, fine
      della neutralità della
      Rete.
      Se non siamo pronti a staccare la spina da Tv,
      radio, Internet, giornali, pubblicità e a
      togliere importanza al denaro, serve a poco
      lamentarsi. Il modello comunista è crollato,
      adesso deve crollare quello capitalista,
      altrimenti a crollare sarà
      l'umanità.Sacre parole. Alla faccia di tutti quelli che bollano come comunisti chi ha capito cosa c'è dietro la (oggi) finta democrazia americana. Non è un fatto di destra o sinistra, quando una "democrazia" è fondata sul dio dollaro (o qualsiasi altra moneta) i risultati sono questi. Spero solo che l'Europa, che vanta una popolazione mediamente più colta, prenda un'altra strada.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il dio denaro
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Finché l'uomo metterà il dio denaro al primo

        posto nella scala dei valori, i risultati
        saranno

        questi: ingiustizie, guerre e sperequazioni,
        fine

        della neutralità della

        Rete.

        Se non siamo pronti a staccare la spina da Tv,

        radio, Internet, giornali, pubblicità e a

        togliere importanza al denaro, serve a poco

        lamentarsi. Il modello comunista è crollato,

        adesso deve crollare quello capitalista,

        altrimenti a crollare sarà

        l'umanità.

        Sacre parole. Alla faccia di tutti quelli che
        bollano come comunisti chi ha capito cosa c'è
        dietro la (oggi) finta democrazia americana. Non
        è un fatto di destra o sinistra, quando una
        "democrazia" è fondata sul dio dollaro (o
        qualsiasi altra moneta) i risultati sono questi.
        Spero solo che l'Europa, che vanta una
        popolazione mediamente più colta, prenda un'altra
        strada.L' Europa ha una popolazione mediamente più colta ? Ed in base a cosa lo dici ? E poi non è questione di destra o sinistra, vero ? Quelli come te che se ne vanno in giro a far finta di essere super-partes e sputano odio anti-USA ed anti-Bush per militanza o fede politica di sinistra e per dare fiato alla propaganda neo-comunista '68ina sono il vero pericolo per la nostra democrazia. Sei anche uno di quei tanti di sinistra, la maggioranza, che si piange addosso ed è pieno di soldi figurando povero al fisco ? Immagino di sì, altrimenti nel tuo branco sinistroide ti prenderebbero tutti in giro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il dio denaro
          - Scritto da:

          L' Europa ha una popolazione mediamente più colta
          ? Ed in base a cosa lo dici ? E poi non è
          questione di destra o sinistra, vero ?Lo dicono le ricerche, non le ho fatte io. Trovamene una che dica il contrario.

          Quelli come te che se ne vanno in giro a far
          finta di essere super-partes e sputano odio
          anti-USA ed anti-Bush per militanza o fede
          politica di sinistra e per dare fiato alla
          propaganda neo-comunista '68ina sono il vero
          pericolo per la nostra democrazia.

          Sei anche uno di quei tanti di sinistra, la
          maggioranza, che si piange addosso ed è pieno di
          soldi figurando povero al fisco ? Immagino di sì,
          altrimenti nel tuo branco sinistroide ti
          prenderebbero tutti in
          giro.Me cosa blateri se neanche mi conosci?Non perdo neanche tempo a rispondere a uno che parla solo per dare aria alla bocca.La cosa sicura è che OGGI chi è americanista o non è capace di uscire dal bigottismo popolare dello schema antiamericanismo=comunismo, vive col salame negli occhi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il dio denaro
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            L' Europa ha una popolazione mediamente più
            colta

            ? Ed in base a cosa lo dici ? E poi non è

            questione di destra o sinistra, vero ?

            Lo dicono le ricerche, non le ho fatte io.
            Trovamene una che dica il
            contrario.Sì, le ricerche "scientifiche" come i sondaggi che davano D'Alema e Prodi al 56% in Italia e Berlusconi sconfitto.. ehhh!Ma ovviamente erano falsi i sondaggi USA commissionati da Berlusconi per le elezioni, oltretutto ad un istituto di sondaggi vicino ai Democratici USA di Clinton... eh! Già, già.. si è visto quanto fossero sbagliati.

            Quelli come te che se ne vanno in giro a far

            finta di essere super-partes e sputano odio

            anti-USA ed anti-Bush per militanza o fede

            politica di sinistra e per dare fiato alla

            propaganda neo-comunista '68ina sono il vero

            pericolo per la nostra democrazia.



            Sei anche uno di quei tanti di sinistra, la

            maggioranza, che si piange addosso ed è pieno di

            soldi figurando povero al fisco ? Immagino di
            sì,

            altrimenti nel tuo branco sinistroide ti

            prenderebbero tutti in

            giro.

            Me cosa blateri se neanche mi conosci?
            Non perdo neanche tempo a rispondere a uno che
            parla solo per dare aria alla
            bocca.
            La cosa sicura è che OGGI chi è americanista o
            non è capace di uscire dal bigottismo popolare
            dello schema antiamericanismo=comunismo, vive col
            salame negli
            occhi.Ma certo, come no. Tu hai la verità assoluta, non sei comunista infatti, sei un neo-comunista schiavo felice di ubbidire dei '68ini e figli e nipoti noglobal.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il dio denaro
            - Scritto da:

            Sì, le ricerche "scientifiche" come i sondaggi
            che davano D'Alema e Prodi al 56% in Italia e
            Berlusconi sconfitto..
            ehhh!

            sei comunista infatti, sei un neo-comunista
            schiavo felice di ubbidire dei '68ini e figli e nipoti noglobal.e ancora... io parlo di una cosa e tu parli di un'altra. Sei talmente fuori che sembra che scrivi nella discussione sbagliata. Oppure vivi solo di luoghi comuni, da bravo italiota.
          • Garson Poole scrive:
            Re: Il dio denaro
            http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1525262&m_rid=0
          • Garson Poole scrive:
            Re: Il dio denaro
            http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1525262&m_rid=0
        • Garson Poole scrive:
          Re: Il dio denaro
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Finché l'uomo metterà il dio denaro al primo


          posto nella scala dei valori, i risultati

          saranno


          questi: ingiustizie, guerre e sperequazioni,

          fine


          della neutralità della


          Rete.


          Se non siamo pronti a staccare la spina da Tv,


          radio, Internet, giornali, pubblicità e a


          togliere importanza al denaro, serve a poco


          lamentarsi. Il modello comunista è crollato,


          adesso deve crollare quello capitalista,


          altrimenti a crollare sarà


          l'umanità.



          Sacre parole. Alla faccia di tutti quelli che

          bollano come comunisti chi ha capito cosa c'è

          dietro la (oggi) finta democrazia americana. Non

          è un fatto di destra o sinistra, quando una

          "democrazia" è fondata sul dio dollaro (o

          qualsiasi altra moneta) i risultati sono questi.

          Spero solo che l'Europa, che vanta una

          popolazione mediamente più colta, prenda
          un'altra

          strada.

          L' Europa ha una popolazione mediamente più colta
          ? Ed in base a cosa lo dici ? E poi non è
          questione di destra o sinistra, vero ?

          Quelli come te che se ne vanno in giro a far
          finta di essere super-partes e sputano odio
          anti-USA ed anti-Bush per militanza o fede
          politica di sinistra e per dare fiato alla
          propaganda neo-comunista '68ina sono il vero
          pericolo per la nostra democrazia.

          Sei anche uno di quei tanti di sinistra, la
          maggioranza, che si piange addosso ed è pieno di
          soldi figurando povero al fisco ? Immagino di sì,
          altrimenti nel tuo branco sinistroide ti
          prenderebbero tutti in
          giro.Con gente come te c'è poco da sperare.Il nuovo medioevo è dietro l'angolo! :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Il dio denaro
      - Scritto da:
      Finché l'uomo metterà il dio denaro al primo
      posto nella scala dei valori, i risultati saranno
      questi: ingiustizie, guerre e sperequazioni, fine
      della neutralità della
      Rete.
      Se non siamo pronti a staccare la spina da Tv,
      radio, Internet, giornali, pubblicità e a
      togliere importanza al denaro, serve a poco
      lamentarsi. Il modello comunista è crollato,
      adesso deve crollare quello capitalista,
      altrimenti a crollare sarà
      l'umanità.Da dove vengono le storture dell'attuale modello capitalista? dal fatto che nella sua stessa esistenza è venuto a mancare uno dei pilastri fondamentali: la concorrenza... con un altro sistema! Mi spiego: quando c'era ancora il comunismo, i paesi capitalisti dovevano evitare che la classe operaia, tendenzialmente di sinistra, cedesse alle lusinghe del 'concorrente' comunista e facesse... pressione per un totale cambio di rotta politico economica, e quindi riconoscere diritti, stipendi dignitosi, ecc.Ma ora che il comunismo ha perso definitivamente la sfida, ed è chiaro a tutti, quale altro sistema può sostituire il liberismo economico?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il dio denaro
        - Scritto da:
        Ma ora che il comunismo ha perso definitivamente
        la sfida, ed è chiaro a tutti, quale altro
        sistema può sostituire il liberismo
        economico?
        Il semplice "sviluppo sostenibile". Un sistema che non piace agli americani proprio perchè implica il raggiungimento di un equilibrio fra domanda e offerta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il dio denaro
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Ma ora che il comunismo ha perso definitivamente

          la sfida, ed è chiaro a tutti, quale altro

          sistema può sostituire il liberismo

          economico?



          Il semplice "sviluppo sostenibile". Un sistema
          che non piace agli americani proprio perchè
          implica il raggiungimento di un equilibrio fra
          domanda e
          offerta.Non gli piace semplicemente perchè è una truffa falso-buonista di burocratici "tanto buoni e solidali". Ecco perchè.
    • Garson Poole scrive:
      Re: Il dio denaro
      - Scritto da:
      Finché l'uomo metterà il dio denaro al primo
      posto nella scala dei valori, i risultati saranno
      questi: ingiustizie, guerre e sperequazioni, fine
      della neutralità della
      Rete.
      Se non siamo pronti a staccare la spina da Tv,
      radio, Internet, giornali, pubblicità e a
      togliere importanza al denaro, serve a poco
      lamentarsi. Il modello comunista è crollato,
      adesso deve crollare quello capitalista,
      altrimenti a crollare sarà
      l'umanità.Completamente, totalmente d'accordo con te
  • Anonimo scrive:
    Moderatori di sinistra anti-USA...
    Impediscono di replicare sui thread quando qualcuno di sinistra scrive uno sproloquio di falsità anti-USA. Come sempre pronti ad impedire a chi non è di sinistra di replicare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Moderatori di sinistra anti-USA...
      Dicci almeno di che stai parlando.E comunque non e' il mondo che e' antiamericano ma sono gli Us che stanno faccendo tutto il possibile per farsi detestare.
  • Anonimo scrive:
    cosa cambia?
    Dunque, un sito web di tipo informativo, un blog o un sito domestico anche se molto gettonati non hanno bisogno di una quantita' di banda eccezionale per continuare ad essere "normalmente" fruibili, percui in questo caso non dovrebbe cambiare nulla. I siti che offrono servizi di streaming invece si. Attualmente chiunque potrebbe tirare su un canale televisivo su internet ed offrire a bassisimo costo materiale autoprodotto, da domani invece per poter fare una cosa del genere si dovra' pagare, e poiche' i prezzi saranno tarati sulle tasche delle grandi aziende il costo potrebbe diventare proibitivo a meno di non avere sponsor commerciali. L'iptv libera morira' quindi ancor prima di nascere. Lo stesso discorso vale per una radio online, con la differenza che gia' queste pagano la SIAE(o euivalenti) e che pertanto gia' si tratta di relta' commerciali non libere(!). Oggi micro realta' professionali possono offrire webservice a costi bassissimi, ed avere un parco clienti piuttosto vasto, se invece dovranno pagare lauti compensi ali isp per ottenere una banda in upload (cosa che in parte gia' fanno) la loro competivita' potrebbe crollare irrimediabilmente. Ovviamente tutto dipende dai paletti che la legge mettera' agli isp sulla discrezionalita' della fornitura di servizi di connessione, ma il fatto che realta' come Google e Microsoft siano tanto contrarie ad un provvedimento del genere deve far riflettere.Qui su PI qualche giorno fa e' apparso un articolo che illustrava le posizioni di BT sulla concorrenza, in particolare quella di google, come fara' quindi una legge del genere a tutelare i fornitori di servizi online nei confronti dei fornitori di accesso visto che questi ultimi sono contemporaneamente anche content provider? E dico in italia questi problemi mi pare siano ben evidenti... Telecom ad esempio, tanto per non fare nomi.
  • Anonimo scrive:
    L'europa dovrebbe farsi una rete propria
    isto che al momento la maggior parte del nostro traffico internet passa per gli Stati uniti.Almeno le nostre regole le decideremmo noi e avremmo investimenti di tutti quelle multinazionali che si trasferiranno dove la neutralità c'è ancora...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'europa dovrebbe farsi una rete propria
      Basta tagliare il backbone.La loro continuerà a girare quanto la nostra, il miglior taglio però è il boicottare google, yahoo, microsoft, ecc.. quelle ditte che campano sui nostri spostamenti, cominciamo (prima di tagliare) a tirarci in casa dmog ad esempio....Finché corriamo dietro alla "marca" di una qualsiasi cosa, sarà cosi, cominciamo ad andare al piccolo negozio, si un po piu caro, ma che servizio però!!!Finché ci si comporta da pecore un cane basta.
      • Garson Poole scrive:
        Re: L'europa dovrebbe farsi una rete pro
        - Scritto da:
        Basta tagliare il backbone.
        La loro continuerà a girare quanto la nostra, il
        miglior taglio però è il boicottare google,
        yahoo, microsoft, ecc.. quelle ditte che campano
        sui nostri spostamenti, cominciamo (prima di
        tagliare) a tirarci in casa dmog ad
        esempio....

        Finché corriamo dietro alla "marca" di una
        qualsiasi cosa, sarà cosi, cominciamo ad andare
        al piccolo negozio, si un po piu caro, ma che
        servizio
        però!!!

        Finché ci si comporta da pecore un cane basta.Bel discorso. Purtroppo però la gente è lobotomizzata...Cambierà qualcosa quando i disastri diventeranno talmente grandi che sarà impossibile ignorarli. Allora forse qualcosa cambierà. Ma, forse, sarà troppo tardi : :(
    • borg_troll scrive:
      Re: L'europa dovrebbe farsi una rete pro
      - Scritto da:
      Almeno le nostre regole le decideremmo noi e
      avremmo investimenti di tutti quelle
      multinazionali che si trasferiranno dove la
      neutralità c'è
      ancora...Cosa cambia? Il risultato é comunque la fine di Internet globale, e le multinazionali vanno dove c'é il profitto, non la neutralità.Comunque la guardi, Internet com'é adesso é condannata. Lo é stata dal momento esatto in cui i grandi interessi economici ci hanno posato lo sguardo. Mi stupisce solo che sia riuscita a durare tanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'europa dovrebbe farsi una rete pro
        Tutti gli operatore che non hanno una propria rete andranno dove c'è neutralità. Così potranno evitare di pagare i possessori delle rete per far passare i loro servizi...
        • Marlenus scrive:
          Re: L'europa dovrebbe farsi una rete pro
          - Scritto da:
          Tutti gli operatore che non hanno una propria
          rete andranno dove c'è neutralità. Così potranno
          evitare di pagare i possessori delle rete per far
          passare i loro
          servizi...In realtà sarebbe vero se chi paga (l'utente finale) potesse scegliere. Ma non è così. Il mercato USA è il più grande del mondo. L'utente finale è appena stato preso in ostaggio, ma il mercato rimane il più grande del mondo, quindi i provider hanno tutto l'interesse ad andare lì. Semplicemente, costerà di più. Maggiori investimenti = minor numero di competitor = meno concorrenza = minor scelta e prezzi più alti. Per i provider piccoli significa minor mercato (gli è appena stato sottratto il mercato più grande, per loro a questo punto probabilmente irraggiungibile per mancanza delle economie di scala) e quindi minor sviluppo (meno operatori, meno concorrenza, meno scelta), ma soprattutto essere esposti a concorrenza punitiva (concorrenza sleale è già la mancanza di neutralità, a mio parere). COncorrenza punitiva è quando le azioni del grande sono volte non a competere ma a estromettere un concorrente più debole, una pratica piuttosto comune. A me sembra un esempio da manuale di gioco a somma negativa con forte ridistribuzione (cioè togli ai deboli per arricchire i forti, ma la quantità di ricchezza che arriva a destinazione è molto inferiore della quantità sottratta in partenza, le perdite sono dovute all'aumento dell'inefficienza del sistema o, come in questo caso, all'impedimento al nascere di efficienze che si sarebbero potute raggiungere).Togliere tanto a tanti per dare di meno a pochi. Il leitmotiv del nuovo millennio....Marlenus-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 giugno 2006 13.30-----------------------------------------------------------
          • Garson Poole scrive:
            Re: L'europa dovrebbe farsi una rete pro
            - Scritto da: Marlenus
            - Scritto da:

            Tutti gli operatore che non hanno una propria

            rete andranno dove c'è neutralità. Così potranno

            evitare di pagare i possessori delle rete per
            far

            passare i loro

            servizi...

            In realtà sarebbe vero se chi paga (l'utente
            finale) potesse scegliere. Ma non è così. Il
            mercato USA è il più grande del mondo. L'utente
            finale è appena stato preso in ostaggio, ma il
            mercato rimane il più grande del mondo, quindi i
            provider hanno tutto l'interesse ad andare lì.
            Semplicemente, costerà di più. Maggiori
            investimenti = minor numero di competitor = meno
            concorrenza = minor scelta e prezzi più alti.

            Per i provider piccoli significa minor mercato
            (gli è appena stato sottratto il mercato più
            grande, per loro a questo punto probabilmente
            irraggiungibile per mancanza delle economie di
            scala) e quindi minor sviluppo (meno operatori,
            meno concorrenza, meno scelta), ma soprattutto
            essere esposti a concorrenza punitiva
            (concorrenza sleale è già la mancanza di
            neutralità, a mio parere). COncorrenza punitiva è
            quando le azioni del grande sono volte non a
            competere ma a estromettere un concorrente più
            debole, una pratica piuttosto comune.

            A me sembra un esempio da manuale di gioco a
            somma negativa con forte ridistribuzione (cioè
            togli ai deboli per arricchire i forti, ma la
            quantità di ricchezza che arriva a destinazione è
            molto inferiore della quantità sottratta in
            partenza, le perdite sono dovute all'aumento
            dell'inefficienza del sistema o, come in questo
            caso, all'impedimento al nascere di efficienze
            che si sarebbero potute
            raggiungere).
            Togliere tanto a tanti per dare di meno a pochi.
            Il leitmotiv del nuovo
            millennio....

            Marlenus
            La globalizzazione. Le regole dettate dai dittatori del "libero" mercato, il WTO, l'FMI :
    • Anonimo scrive:
      Re: L'europa dovrebbe farsi una rete pro
      - Scritto da:
      isto che al momento la maggior parte del nostro
      traffico internet passa per gli Stati
      uniti.
      Almeno le nostre regole le decideremmo noi e
      avremmo investimenti di tutti quelle
      multinazionali che si trasferiranno dove la
      neutralità c'è
      ancora...Un tentativo c'e' gia' stato ma per ora non ha dato risultatihttp://punto-informatico.it/p.aspx?id=1258306Chi controlla i root-server di fatti puo' spegnere internet rapidamente rendendo irraggiungibili la maggior parte delle pagine ammazzando la risolvibilita' dei nomi; figuratevi se i fottuti militari americano si lasciavano sfuggire una possibilita' del genere.E comunque non c'e' da preoccuparsi, a livello Europeo i provider del nostro continente e quindi presuppongo quelli asiatici dispongono gia' della possibilita' di ovviare ai root server in caso di taglio mantenendo la navigazione attuale pero' si troverebbero impossibilitati nella creazione di nuovi domini .com .net .org perche' andrebbero in conflitto con i root server americani.Quella di dipendere da dei root server equivalenti europei che attingono a quelli americani per i domini succitati dovrebbe diventare una scelta definitiva.
  • rock and troll scrive:
    CHE FIGATA
    questa e' senza dubbio la migliore notizia della giornata... mi sono infatti sempre chiesto che senso ha che la homepage dello sfigato di turno abbia la stessa possibilita' di accesso rispetto al sito di una grande multinazionale.Perche' il sito web del solito beota che senza neanche conoscere una riga di hmlt, mette in piedi un vero obbrobrio on-line, pieno di gif di dubbio gusto e dai colori che gridano pieta'. Magari ne va pure fiero, dal mojmento che ha usato l'ultimo software trovato sul dvd pc-oggi.ah ah che pieta', chi si ricorda la puntata dei simpsono in cui homer fa un sito-cesso, e poi si rattristava che nessuno lo visitava... beh in giro c'e' anche di peggio.Se finalmente facessero pagare il diritto di stare sul web, ci sarebbero meno siti porcheria, meno pubblicita', meno virus. Meno ciarpame, vuole dire solo piu' sicurezza e magigore velocita' nella navigazione.sicuramente una nuova esperienza multimediale.(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • Alessandrox scrive:
      Ciarpame WWC
      - Scritto da: rock and troll
      questa e' senza dubbio la migliore notizia della
      giornata...
      mi sono infatti sempre chiesto che senso ha che
      la homepage dello sfigato di turno abbia
      la stessa possibilita' di accesso rispetto al
      sito di una grande
      multinazionale.Gia i servizi di hosting ti danno un limite di banda.... in se non e' cosa del tutto nuova.Il nuovo e' che queste limitazioni ora sono decise alla fonte, dagli stessi ISP/Tel.co.
      Perche' il sito web del solito beota che senza
      neanche conoscere una riga di hmlt, mette in
      piedi un vero obbrobrio on-line, pieno di gif di
      dubbio gusto e dai colori che gridano pieta'.

      Magari ne va pure fiero, dal mojmento che ha
      usato l'ultimo software trovato sul dvd
      pc-oggi.

      ah ah che pieta', chi si ricorda la puntata dei
      simpsono in cui homer fa un sito-cesso, e poi si
      rattristava che nessuno lo visitava... beh in
      giro c'e' anche di
      peggio.
      Se finalmente facessero pagare il diritto di
      stare sul web, ci sarebbero meno siti porcheria,
      meno pubblicita', meno virus. Meno ciarpame,
      vuole dire solo piu' sicurezza e magigore
      velocita' nella
      navigazione.
      sicuramente una nuova esperienza multimediale.
      (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)No no altro che troll hai RAGIONE..... anzicheno'
      • Anonimo scrive:
        Re: Ciarpame WWC
        - Scritto da: Alessandrox
        - Scritto da: rock and troll

        No no altro che troll hai RAGIONE..... anzicheno'Allora vieni allo scoperto... Rock Alessandroll
        • Alessandrox scrive:
          Re: Ciarpame WWC
          - Scritto da:
          - Scritto da: Alessandrox

          - Scritto da: rock and troll



          No no altro che troll hai RAGIONE.....
          anzicheno'
          Allora vieni allo scoperto... Rock AlessandrollArrgghhhh mi sono fatto scoprire come un fesso...Ebbene si.... sono AlessandTroll
          • Anonimo scrive:
            Re: Ciarpame WWC
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da:


            - Scritto da: Alessandrox


            - Scritto da: rock and troll






            No no altro che troll hai RAGIONE.....

            anzicheno'


            Allora vieni allo scoperto... Rock Alessandroll

            Arrgghhhh mi sono fatto scoprire come un fesso...

            Ebbene si.... sono AlessandTrollNon ci credo! 8) Ravana.
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE FIGATA
      ...E magari, sarebbe una gran figata se navigando in quei 4 siti rimasti, perchè se lo possono permettere trovassi un messaggio del tipo: "Questo sito è a tariffazione al minuto per accedervi verranno conteggiati i minuti di permanenza, che verranno addebitati sul vostro conto telefonico. Leggere attentamente la tariffazione ed accettare le condizione previa compilazione della form sottostante , grazie".L'informazione trasversale, i blog, le chat, i wiki e le forme di consultazioni libere spariranno, compresi aggiornamenti del software libero.Così, con la tua bella connessione iperveloce comprata nuova di pacca, sai cosa potrai farci?Non te lo dico per educazione, ma contentati di vedere quei siti fatti dai beoti (come li chiami tu)iod
      • Anonimo scrive:
        Re: CHE FIGATA
        - Scritto da:
        ...E magari, sarebbe una gran figata se navigando
        in quei 4 siti rimasti, perchè se lo possono
        permettere trovassi un messaggio del tipo:
        "Questo sito è a tariffazione al minuto per
        accedervi verranno conteggiati i minuti di
        permanenza, che verranno addebitati sul vostro
        conto telefonico. Leggere attentamente la
        tariffazione ed accettare le condizione previa
        compilazione della form sottostante ,
        grazie".
        L'informazione trasversale, i blog, le chat, i
        wiki e le forme di consultazioni libere
        spariranno, compresi aggiornamenti del software
        libero.
        Così, con la tua bella connessione iperveloce
        comprata nuova di pacca, sai cosa potrai
        farci?
        Non te lo dico per educazione, ma contentati di
        vedere quei siti fatti dai beoti (come li chiami
        tu)
        iodE va beneeee cooosiii!Lascia che si diano la zappa sui piedi da soli!Il successo (anche e sopratutto quello economico) è basato su 2 fattori1) il basso (o addirittura nullo) costo2) la disponibilità di massa (ovvero ampiezza e dimensione del mercato)Pensare di fare tale "successo economico" tramite le "2 velocità" ovvero3) costo eventualmente alto o crescente4) riduzione dell'accesso a una o più nicchie è l'ovvio presupposto del fallimento ECONOMICOperchè la gente (e anche le aziende con un mercato di massa) continuerà a scegliere automaticamente le opzioni uno e due ... sono patetici questi delle telco ... hanno visto che ormai le vacche grasse legate ai loro monopoli non reggono il passo della tecnologia e sperano di mettere degli argini per portare un po di accqua ai loro abbeveratoi... non dura!Si sente già puzza di cadavere!Oltre che di libri contabili portati in tribunale .... MILIARDI DI UERO DI DEBITI!Voilà i grandi manager i maghi delle operazioni "finanziarie"....Che pena!
    • Ectophilla alba scrive:
      Re: CHE FIGATA
      - Scritto da: rock and troll
      questa e' senza dubbio la migliore notizia della
      giornata...
      E' una tua opinione (almeno su questo non si discute)

      mi sono infatti sempre chiesto che senso ha che
      la homepage dello sfigato di turno abbia
      la stessa possibilita' di accesso rispetto al
      sito di una grande
      multinazionale.
      Parità di diritti forse!?Vuoi dare ancora più potere alle multinazionali?Se lo sfigato di turno, è uno che cerca di far valere i suoi diritti (magari mettendo i rete la sua protesta contro una multinazionale) è giusto dare più voce alla multinazionale allora?Sai che bello sarebbe...
      Perche' il sito web del solito beota che senza
      neanche conoscere una riga di hmlt, mette in
      piedi un vero obbrobrio on-line, pieno di gif di
      dubbio gusto e dai colori che gridano pieta'.

      Magari ne va pure fiero, dal mojmento che ha
      usato l'ultimo software trovato sul dvd
      pc-oggi.
      Ti vieto di uscire di casa se non sei vestito alla moda!?Se non sei trend non puoi uscire
      ah ah che pieta', chi si ricorda la puntata dei
      simpsono in cui homer fa un sito-cesso, e poi si
      rattristava che nessuno lo visitava... beh in
      giro c'e' anche di
      peggio.
      E' un problema del Homer J. Simpson di turno, se nessuno lo ca.a è un problema suo
      Se finalmente facessero pagare il diritto di
      stare sul web, ci sarebbero meno siti porcheria,Una internet di 1° classe, senza quei brutti straccioni senza soldi e di classe come noi
      meno pubblicita',Ahahahahhaha ahahahaQuesta è proprio bella, ma credi veramente a quello che dici???
      meno virus. Meno ciarpame,
      vuole dire solo piu' sicurezza e magigore
      velocita' nella
      navigazione.

      sicuramente una nuova esperienza multimediale.Un mondo migliore!!A che ora ti metto la sveglia?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 giugno 2006 02.27-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: CHE FIGATA
        - Scritto da: Ectophilla alba
        - Scritto da: rock and troll

        questa e' senza dubbio la migliore notizia della

        giornata...



        E' una tua opinione (almeno su questo non si
        discute)





        mi sono infatti sempre chiesto che senso ha che

        la homepage dello sfigato di turno abbia

        la stessa possibilita' di accesso rispetto al

        sito di una grande

        multinazionale.



        Parità di diritti forse!?
        Vuoi dare ancora più potere alle multinazionali?

        Se lo sfigato di turno, è uno che cerca di far
        valere i suoi diritti (magari mettendo i rete la
        sua protesta contro una multinazionale) è giusto
        dare più voce alla multinazionale
        allora?
        Sai che bello sarebbe...


        Perche' il sito web del solito beota che senza

        neanche conoscere una riga di hmlt, mette in

        piedi un vero obbrobrio on-line, pieno di gif di

        dubbio gusto e dai colori che gridano pieta'.



        Magari ne va pure fiero, dal mojmento che ha

        usato l'ultimo software trovato sul dvd

        pc-oggi.



        Ti vieto di uscire di casa se non sei vestito
        alla
        moda!?
        Se non sei trend non puoi uscire


        ah ah che pieta', chi si ricorda la puntata dei

        simpsono in cui homer fa un sito-cesso, e poi si

        rattristava che nessuno lo visitava... beh in

        giro c'e' anche di

        peggio.



        E' un problema del Homer J. Simpson di turno, se
        nessuno lo ca.a è un problema
        suo


        Se finalmente facessero pagare il diritto di

        stare sul web, ci sarebbero meno siti porcheria,

        Una internet di 1° classe, senza quei brutti
        straccioni senza soldi e di classe come
        noi


        meno pubblicita',
        Ahahahahhaha ahahaha
        Questa è proprio bella, ma credi veramente a
        quello che
        dici???


        meno virus. Meno ciarpame,

        vuole dire solo piu' sicurezza e magigore

        velocita' nella

        navigazione.



        sicuramente una nuova esperienza multimediale.

        Un mondo migliore!!
        A che ora ti metto la sveglia?Mettigli un gong tibetano altrimenti col picchio che si sveglia... (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE FIGATA
      Sicuramente non ci sarebbero più siti in cui tu potresti allegramente trollare :D
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE FIGATA
      - Scritto da: rock and troll
      questa e' senza dubbio la migliore notizia della
      giornata...


      mi sono infatti sempre chiesto che senso ha che
      la homepage dello sfigato di turno abbia
      la stessa possibilita' di accesso rispetto al
      sito di una grande
      multinazionale.

      Perche' il sito web del solito beota che senza
      neanche conoscere una riga di hmlt, mette in
      piedi un vero obbrobrio on-line, pieno di gif di
      dubbio gusto e dai colori che gridano pieta'.

      Magari ne va pure fiero, dal mojmento che ha
      usato l'ultimo software trovato sul dvd
      pc-oggi.

      ah ah che pieta', chi si ricorda la puntata dei
      simpsono in cui homer fa un sito-cesso, e poi si
      rattristava che nessuno lo visitava... beh in
      giro c'e' anche di
      peggio.

      Se finalmente facessero pagare il diritto di
      stare sul web, ci sarebbero meno siti porcheria,
      meno pubblicita', meno virus. Meno ciarpame,
      vuole dire solo piu' sicurezza e magigore
      velocita' nella
      navigazione.

      sicuramente una nuova esperienza multimediale.

      (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)Nel mio caso, nessuna esperienza. Se passasse il principio, tornerei a sistemi tipo BBS lasciando alle persone che la pensano come te queste mirabolanti esperienze multimediali direttamente dal pusher di fiducia. 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE FIGATA
      Ti sei mai chiesto perché hai 3 reni? Perché quando hanno distribuito i cervelli eri nella fila sbagliata...
      • mr_setter scrive:
        Re: CHE FIGATA
        - Scritto da:
        Ti sei mai chiesto perché hai 3 reni? Perché
        quando hanno distribuito i cervelli eri nella
        fila
        sbagliata...Chapeau!! La migliore letta oggi!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: non ha capito nemmeno cosa vuol dire
      Ma tu hai un'idea di cosa vuol dire neutralità della rete?Vuol dire che TU, consumatore, non dovrai pagare solo la connessione e "l'accesso" dovrai pagare anche per il traffico che immetti. Ad esempio, libero potrebbe dirti che non puoi usare skype ma se vuoi farlo aggiungi 5 euro alla bolletta. Idem per lo streaming e per tutto il resto.Niente neutralità vuol dire che il provider decide quali servizi far passare sulla sua rete bloccando tutti gli altri. Ora tu compri banda e ci fai quello che vuoi.Ti sembra un passo avanti? Chi è capace a fare una ricerca con google non finisce nei siti alla homer...
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE FIGATA
      Basta leggere ciò che scrivi qui (http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1509238&m_rid=1508677) per rendersi conto a che livello di ignoranza sei...ripigliati ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE FIGATA
      Che bel ragionamento!!!Mi sa che lo sfigato sei proprio TU, ma tirendi conto di cosa stai dicendo? ho hai premuto tasti a caso?Seguendo ( a fatica ) il tuo ragionamento, daresti in pasto l'intera rete a poche persone, che ti diranno come ti devi vestire, mangiare muovere e pensare.Spero solo per te una rete cosi, (se si chama ancora rete) i forum non esisterebbero piu, diventerebbero questionari filtrati che impediscono la liberta di pensiero, e a TE di sparare cazzate.
    • Garson Poole scrive:
      Re: CHE FIGATA
      - Scritto da: rock and troll
      questa e' senza dubbio la migliore notizia della
      giornata...


      mi sono infatti sempre chiesto che senso ha che
      la homepage dello sfigato di turno abbia
      la stessa possibilita' di accesso rispetto al
      sito di una grande
      multinazionale.

      Perche' il sito web del solito beota che senza
      neanche conoscere una riga di hmlt, mette in
      piedi un vero obbrobrio on-line, pieno di gif di
      dubbio gusto e dai colori che gridano pieta'.

      Magari ne va pure fiero, dal mojmento che ha
      usato l'ultimo software trovato sul dvd
      pc-oggi.

      ah ah che pieta', chi si ricorda la puntata dei
      simpsono in cui homer fa un sito-cesso, e poi si
      rattristava che nessuno lo visitava... beh in
      giro c'e' anche di
      peggio.

      Se finalmente facessero pagare il diritto di
      stare sul web, ci sarebbero meno siti porcheria,
      meno pubblicita', meno virus. Meno ciarpame,
      vuole dire solo piu' sicurezza e magigore
      velocita' nella
      navigazione.

      sicuramente una nuova esperienza multimediale.

      (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)non vedete gli smails. si diverte a provocare :D
  • Anonimo scrive:
    in italia c'è già TELECOM
    e la sua 20 mbit
    • Anonimo scrive:
      Re: in italia c'è già TELECOM
      Già Immagino come sarà la 20 mb!!L'ennesima offerta "fuffa" propinata dalla telecom!!Dovrebbero smetterla di cercare di contrastare le offerte in maniera commerciale degli altri operatori (fastweb) e pensare di più alla QUALITA' della linea e non alla banda di picco!!!Io attualmente ho una 4 mb che mi va quando va bene a 2 max(visti 1 volta)...e ora magicamente vogliono farmi credere che possono garantirmi la 20 mb?Viviamo proprio nel paese dei balocchi...
      • Anonimo scrive:
        Re: in italia c'è già TELECOM
        - Scritto da:
        Già Immagino come sarà la 20 mb!!L'ennesima
        offerta "fuffa" propinata dalla
        telecom!!
        Dovrebbero smetterla di cercare di contrastare le
        offerte in maniera commerciale degli altri
        operatori (fastweb) e pensare di più alla
        QUALITA' della linea e non alla banda di
        picco!!!
        Io attualmente ho una 4 mb che mi va quando va
        bene a 2 max(visti 1 volta)...e ora magicamente
        vogliono farmi credere che possono garantirmi la
        20
        mb?
        Viviamo proprio nel paese dei balocchi...Non ti credere che Fastweb sia poi così meglio. Io pago per una 6 Mbit come i fortunati in fibra da 10 Mbit e non vado oltre i 4 Mbit reali (quando va bene, perchè se c'è traffico, come nel week-end o alla sera scende ancora), il tutto con una latenza spaventosa perchè la banda in upload non lascia passare abbastanza pacchetti di ACK.
  • Anonimo scrive:
    E in Italia?
    A quando?
  • Anonimo scrive:
    Oltre a Iran e Cina e Cuba....
    Abbiamo una new entry e mica poi tanto new ! @^ @^
    • Anonimo scrive:
      Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
      - Scritto da:
      Abbiamo una new entry e mica poi tanto new ! @^
      @^ma per piacere!!!!!! negli usa la libertà d'espressione è il FONDAMENTO dell'intero sistema democratico!torna a studiare prima di dire queste porcate. cina iran e cuba sono dittature, cina e cuba sono addirittura comuniste.gli usa sono la più sana democrazia del mondo. ma ci sei mai stato negli usa? anche il più piccolo paese è organizzato in modo eccezionale, è autonomo, il federalismo funziona e le tasse pagate dai cittadini rimangono "vicino" in servizi "vicini".mica come questo schifo dell'italia, con 104 ministri e vecchiacci decrepiti che ci governano ormai da 20 anni. io me la sentirei più di equiparare l'italia a cuba e cina ed iran... specialmente con telecom italia... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
        Sei rimasto indietro di qualche decina d'anni;non e' paragonabile alle dittature pero' le multinazionali comandanno sul governo e influenzano le masse di fatto governando gli states a piacimento come dimostrano gli avvenimenti degli ultimi anni.la democrazia negli USa ormai esiste solo per modo di dire, quando gli americani votano possono solo passare dalla brace alla brace e basta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
          quotosenza considerare che il governo USA e' uno dei piu sporchi con le guerre della cia, nsa, guantanamoci sono 2 potenze che comandano industrie e servizi segreti, il governo non ha piu alcun potere se non quello di sprecare $ pubblici
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            - Scritto da:
            quoto
            senza considerare che il governo USA e' uno dei
            piu sporchi con le guerre della cia, nsa,
            guantanamo

            ci sono 2 potenze che comandano industrie e
            servizi segreti, il governo non ha piu alcun
            potere se non quello di sprecare $
            pubbliciMa non dire idiozie !
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
          - Scritto da:
          Sei rimasto indietro di qualche decina d'anni;
          non e' paragonabile alle dittature pero' le
          multinazionali comandanno sul governo e
          influenzano le masse di fatto governando gli
          states a piacimento come dimostrano gli
          avvenimenti degli ultimi
          anni.
          la democrazia negli USa ormai esiste solo per
          modo di dire, quando gli americani votano possono
          solo passare dalla brace alla brace e
          basta.ma quante cazzate inventate. gli usa stan meglio di noi poveri coglioni che ancora ci rompiamo le palle col marxismo.fanno la guerra? bene, ben venga. solo un coglione non vuole la guerra. espansione è guerra, economia è guerra, tutto è guerra. l'assenza di guerra è morte. per questo gli usa vanno avanti e noi rimaniamo eoni indietro.per il resto... tutte le cazzate sulle corporazioni dove le hai lette? su beppegrillo?torna a studiare va
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....

            l'assenza di guerra è morte. ma come stai messote sei completamente andato, ripigliati
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            hai ragione espandiamoci, io inizio a far guerra a te dimmi dove stai che ti butto una bomba a casa mentre stai per i fatti tuoi, poi vediamo se ancora inneggerai alla guerra come espansione, TONNO!
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            - Scritto da:
            hai ragione espandiamoci, io inizio a far guerra
            a te dimmi dove stai che ti butto una bomba a
            casa mentre stai per i fatti tuoi, poi vediamo se
            ancora inneggerai alla guerra come espansione,
            TONNO!Non ti permetto di insultare un sì nobile animale. 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Sei rimasto indietro di qualche decina d'anni;

            non e' paragonabile alle dittature pero' le

            multinazionali comandanno sul governo e

            influenzano le masse di fatto governando gli

            states a piacimento come dimostrano gli

            avvenimenti degli ultimi

            anni.

            la democrazia negli USa ormai esiste solo per

            modo di dire, quando gli americani votano
            possono

            solo passare dalla brace alla brace e

            basta.

            ma quante cazzate inventate. gli usa stan meglio
            di noi poveri coglioni che ancora ci rompiamo le
            palle col
            marxismo.

            fanno la guerra? bene, ben venga. solo un
            coglione non vuole la guerra. espansione è
            guerra, economia è guerra, tutto è guerra.
            l'assenza di guerra è morte. per questo gli usa
            vanno avanti e noi rimaniamo eoni
            indietro.

            per il resto... tutte le cazzate sulle
            corporazioni dove le hai lette? su
            beppegrillo?

            torna a studiare vaSacrificati per noi, ti prego.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            Propongo un referendum:d'ora in poi chi è favorevole alla guerra parte d'ufficio per il fronte !Questi vecchiacci nostalgici che inneggiano alla guerra solo perchè riformati per essere dei minorati mentalmente è ora di farli sparire dalla faccia della terra facendoli fare ciò che tanto desiderano: madiamoli a marire ammazzati!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            Sai cosa facciamo??La prossima volta che passano un paio di stealth in zona ti faccio lanciare un paio di "missili intelligenti" sulla casa almeno vediamo quanto la guerra sia economia....Questa sono discorsi, scusami se lo dico,non da ignorante ma da IMBECILLE proprio!!Quanto la guerra è a casa degli altri va sempre bene no???Poi se ti prendono in giro per i motivi o tu sei così ottuso che credi a qualsiasi fanfalucca ti propinano magari sei pure contento...PS:Guarda che la tua america non sta messa mica tanto bene sai??Fatti na cultura sull andamento mondiale della borsa e fammi sapere va...Che se va avanti così fra 10 anni o mi sa meno sarà la Cina il vero potere economico mondiale (non che ne sia contento)e finalmente la finiranno di credersi padroni del mondo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....

            per il resto... tutte le cazzate sulle
            corporazioni dove le hai lette? su
            beppegrillo?le corporazioni sono così sicure di sé che si permettono non solo di dirle certe cose, ma di spacciarle come miglior stile di vita possibile
            torna a studiare vatu invece mi sa che devi ancora iniziare
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Abbiamo una new entry e mica poi tanto new ! @^

        @^

        ma per piacere!!!!!! negli usa la libertà
        d'espressione è il FONDAMENTO dell'intero sistema
        democratico!

        torna a studiare prima di dire queste porcate.
        cina iran e cuba sono dittature, cina e cuba sono
        addirittura
        comuniste.

        gli usa sono la più sana democrazia del mondo. ma
        ci sei mai stato negli usa? anche il più piccolo
        paese è organizzato in modo eccezionale, è
        autonomo, il federalismo funziona e le tasse
        pagate dai cittadini rimangono "vicino" in
        servizi
        "vicini".

        mica come questo schifo dell'italia, con 104
        ministri e vecchiacci decrepiti che ci governano
        ormai da 20 anni. io me la sentirei più di
        equiparare l'italia a cuba e cina ed iran...
        specialmente con telecom italia...
        :DEmigra in paradiso allora. Visto che é cosí bello e sano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
        - Scritto da:
        gli usa sono la più sana democrazia del mondo. ma
        ci sei mai stato negli usa? anche il più piccolo
        paese è organizzato in modo eccezionale, è
        autonomo, il federalismo funziona e le tasse
        pagate dai cittadini rimangono "vicino" in
        servizi
        "vicini".Scusa, non per essere pignolo, ma perchései ancora qui?Vai, figliolo, vai...
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
        Secondo me tu non ci sei stato, o ci sei stato ma solo nelle grandi città della costa orientale.Ci sono leggi locali che sono impressionanti, città e contee dove vige il coprifuoco e dove se non la pensi e non agisci in un certo modo non ti da lavoro nessuno.Non c'è più accesso alla cultura, la TV trasmette solo idiozie intervallate da pubblicità idiote.L'americano medio è parecchio indebitato, perché la pubblicità unita all'ignoranza lo porta ad entrare al supemarket con $100 e uscirne che ne ha speso $200.Mio cugino è stato ucciso per meno di $500 da un motociclista drogato (senza discriminazione per i motociclisti dato che anche io sono uno di loro) che non voleva pagare il conto della sua Harley, allora ha deciso di sparargli e prendersela con la forza.Ci sono città e quartieri dove la vita vale meno di un kit di ricambio per cilindri e pistoni grippati.E tutto ciò è stato creato dalle aziende americane, dai messaggi che arrivano dai mass-media, dalla precarietà nel lavoro e dall'educazione spaccona e opportunista dell'americano medio.Ci ho vissuto un anno e cose buone ne ho viste anche, ma sono quasi tutte legate al passato all'America che è stata fino agli anni '80. Da allora non si è fatto che togliere diritti ai cittadini più che in Cina, per darli ad aziende e multinazionali.Certo il Magnusom-Moss Act permette ai consumatori in qualsiasi momento di riportare indietro un bene non corrispondente al proprio gradimento, o di modificarsi e farsi manutenzione da soli ad auto e moto senza invalidare la garanzia.Ma sono piccole cose che comunque pian piano vengono erose come da noi. Perché come ormai s'è visto dappertutto, il capitale ha corrotto la politica ed ora chi copia un filmetto rischia più di chi rapina o stupra. O peggio chi si comporta come i propri padri e padri dei propri padri e i nostri avi e conserva un paio di sementi per la stagione successiva rischia di finire in galera.http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=1996
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
          - Scritto da:

          Secondo me tu non ci sei stato, o ci sei stato ma
          solo nelle grandi città della costa
          orientale.Ma che dici ? Sei stato in Cina forse ?
          Ci sono leggi locali che sono impressionanti,
          città e contee dove vige il coprifuoco e dove se
          non la pensi e non agisci in un certo modo non ti
          da lavoro
          nessuno.
          Non c'è più accesso alla cultura, la TV trasmette
          solo idiozie intervallate da pubblicità
          idiote.
          L'americano medio è parecchio indebitato, perché
          la pubblicità unita all'ignoranza lo porta ad
          entrare al supemarket con $100 e uscirne che ne
          ha speso
          $200.Ma che dici ? Qui in UE i prezzi dei prodotti sono quasi doppi. Il coprifuoco ? Non ti danno lavoro dove ? Forse nei protettorati '68ini neo-comunisti che sono l'equivalente di Emilia e Toscana...
          Mio cugino è stato ucciso per meno di $500 da un
          motociclista drogato (senza discriminazione per i
          motociclisti dato che anche io sono uno di loro)
          che non voleva pagare il conto della sua Harley,
          allora ha deciso di sparargli e prendersela con
          la
          forza.Ed ecco che salta fuori il cugino... Ammesso sia vero ciò che dici, qui da noi infatti non succede che ammazzano la gente per due soldi a Napoli e non solo, vero ?
          Ci sono città e quartieri dove la vita vale meno
          di un kit di ricambio per cilindri e pistoni
          grippati.Frasette fatte. Qui in Italia invece è il paradiso, vero ? L' Europa poi per te è un parco divertimenti, vero ? Ma per favore !
          E tutto ciò è stato creato dalle aziende
          americane, dai messaggi che arrivano dai
          mass-media, dalla precarietà nel lavoro e
          dall'educazione spaccona e opportunista
          dell'americano
          medio.Spaccone ed opportunista è la gente fanatica di sinistra ed anti-USA noglobal come te.
          Ci ho vissuto un anno e cose buone ne ho viste
          anche, ma sono quasi tutte legate al passato
          all'America che è stata fino agli anni '80.Sì, vabbè. E' vero che Clinton ha rovinato gli USA ma dire che è un inferno è pura idiozia.
          Da allora non si è fatto che togliere diritti ai
          cittadini più che in Cina, per darli ad aziende e
          multinazionali.Sì, vabbè. La tua bella neo-comunista Unione Europea invece qui è tutta un'altra storia, vero ? Certo, le Coop ed Unipol sono super garantite...
          Certo il Magnusom-Moss Act permette ai
          consumatori in qualsiasi momento di riportare
          indietro un bene non corrispondente al proprio
          gradimento, o di modificarsi e farsi manutenzione
          da soli ad auto e moto senza invalidare la
          garanzia.
          Ma sono piccole cose che comunque pian piano
          vengono erose come da noi. Perché come ormai s'è
          visto dappertutto, il capitale ha corrotto la
          politica ed ora chi copia un filmetto rischia più
          di chi rapina o stupra.Appunto, come da noi. La differenza è che qui si scarcera molto più che negli USA. E negli USA sono sempre i giudici di sinistra quelli che scarcerano i veri criminali "per recuperarli"... Ehhh.
          O peggio chi si comporta come i propri padri e
          padri dei propri padri e i nostri avi e conserva
          un paio di sementi per la stagione successiva
          rischia di finire in
          galera.

          http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=1996
          Sì, vabbè. Un'altra idiozia.. ma per favore !
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Secondo me tu non ci sei stato, o ci sei stato
            ma

            solo nelle grandi città della costa

            orientale.

            Ma che dici ? Sei stato in Cina forse ?


            Ci sono leggi locali che sono impressionanti,

            città e contee dove vige il coprifuoco e dove se

            non la pensi e non agisci in un certo modo non
            ti

            da lavoro

            nessuno.

            Non c'è più accesso alla cultura, la TV
            trasmette

            solo idiozie intervallate da pubblicità

            idiote.

            L'americano medio è parecchio indebitato, perché

            la pubblicità unita all'ignoranza lo porta ad

            entrare al supemarket con $100 e uscirne che ne

            ha speso

            $200.

            Ma che dici ? Qui in UE i prezzi dei prodotti
            sono quasi doppi. Il coprifuoco ? Non ti danno
            lavoro dove ? Forse nei protettorati '68ini
            neo-comunisti che sono l'equivalente di Emilia e
            Toscana...




            Mio cugino è stato ucciso per meno di $500 da un

            motociclista drogato (senza discriminazione per
            i

            motociclisti dato che anche io sono uno di loro)

            che non voleva pagare il conto della sua Harley,

            allora ha deciso di sparargli e prendersela con

            la

            forza.


            Ed ecco che salta fuori il cugino... Ammesso sia
            vero ciò che dici, qui da noi infatti non succede
            che ammazzano la gente per due soldi a Napoli e
            non solo, vero
            ?


            Ci sono città e quartieri dove la vita vale meno

            di un kit di ricambio per cilindri e pistoni

            grippati.

            Frasette fatte. Qui in Italia invece è il
            paradiso, vero ? L' Europa poi per te è un parco
            divertimenti, vero ? Ma per favore
            !



            E tutto ciò è stato creato dalle aziende

            americane, dai messaggi che arrivano dai

            mass-media, dalla precarietà nel lavoro e

            dall'educazione spaccona e opportunista

            dell'americano

            medio.

            Spaccone ed opportunista è la gente fanatica di
            sinistra ed anti-USA noglobal come
            te.



            Ci ho vissuto un anno e cose buone ne ho viste

            anche, ma sono quasi tutte legate al passato

            all'America che è stata fino agli anni '80.

            Sì, vabbè. E' vero che Clinton ha rovinato gli
            USA ma dire che è un inferno è pura
            idiozia.



            Da allora non si è fatto che togliere diritti ai

            cittadini più che in Cina, per darli ad aziende
            e

            multinazionali.

            Sì, vabbè. La tua bella neo-comunista Unione
            Europea invece qui è tutta un'altra storia, vero
            ? Certo, le Coop ed Unipol sono super
            garantite...



            Certo il Magnusom-Moss Act permette ai

            consumatori in qualsiasi momento di riportare

            indietro un bene non corrispondente al proprio

            gradimento, o di modificarsi e farsi
            manutenzione

            da soli ad auto e moto senza invalidare la

            garanzia.

            Ma sono piccole cose che comunque pian piano

            vengono erose come da noi. Perché come ormai s'è

            visto dappertutto, il capitale ha corrotto la

            politica ed ora chi copia un filmetto rischia
            più

            di chi rapina o stupra.

            Appunto, come da noi. La differenza è che qui si
            scarcera molto più che negli USA. E negli USA
            sono sempre i giudici di sinistra quelli che
            scarcerano i veri criminali "per recuperarli"...
            Ehhh.



            O peggio chi si comporta come i propri padri e

            padri dei propri padri e i nostri avi e conserva

            un paio di sementi per la stagione successiva

            rischia di finire in

            galera.



            http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=1996




            Sì, vabbè. Un'altra idiozia.. ma per favore !
            io non sono di sinistra... eppure ti dico che tu, filo americano, non hai capito un cazzo di come gira il mondo..sei ancora convinto che gli USA dopo la 2 guerra mondiale hanno fatto il piano Marshall per darci una mano?ingenuo e stupido
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            Tu sei una persona con dei gravi problemi.Ho descritto esperienze di momenti della mia vita passati USA e di avvenimenti della mia famiglia e tu mi hai accusato di essere comunista e bugiardo.Auspico che Punto Informatico obblighi ai commenti solo dopo la registrazione come avviene su portali seri come ZDNet e C|Net, per che non ho nessuna intenzione di farmi accusare di essere comunista o altre schifezze varie.Ho vissuto in USA per brevi periodi grazie ai tanti parenti emigrati in passato che ogni tanto mi ospitano.E mai ho sentito da loro grande entusiasmo. In tanto sono tornati in Italia, molti non possono lasciare gli USA per via dei figli, nipoti e della famiglia ormai formatasi e radicata nel tessuto sociale locale.Pochi, molto pochi dei miei parenti hanno avuto grande successo in USA in grandi città dove la grande borghesia ricca è composta essenzialmente da sassoni ed ebrei.Non li biasimo poiché in fondo anche gli italiani d'america si sognano di accogliere a braccia aperte marocchini o nigeriani, ma il classismo è forte un pò ovunque in USA.Chi riesce a farsi strada di solito sono le grandi menti, abili con la lingua e con mestieri ricercati e remunerativi, dove davvero se vali qualcosa riesci a guadagnare, diversamente dall'Italia dove vieni comunque annichilito se non sei parente o raccomandato da un politico, un ladro della finanza, un mafioso o un pagliaccio del mondo dello spettacolo.Ma tutta questa meraviglia nel mondo americano non l'ho vista, per non tenere conto di come sono indebitati gli USA! Ormai Cina e India hanno in cassa oltre il 60% del totale dei dollari USA e la zecca non è in grado di stamparne altri per non renderli carta straccia, motivo per cui si decidono svalutazioni periodiche della valuta per aiutare le esportazioni e l'uso del dollaro nelle transazioni economiche.Perché se non lo avessi capito, gli USA sono uno stato che vive quasi esclusivamente delle fluttuazioni e delle speculazioni legate alla sua moneta.3 volte hanno cercato di uccidere Chavez e tutti i paesi che vogliono fare di testa loro col petrolio vendendolo in euro o barattandolo con beni materiali non sono visti di buon occhio.Il sud-est asiatico ormai ha vinto e sta erodendo gli USA utilizzando un equilibrio tra comunismo e ccapitalismo, ricorrendo perfino al baratto e accettando le monete locali pur di non usare i dollari USA. E se il resto del mondo non usa i dollari USA, gli USA non possono guadagnare dalle plusvalenze e dalle fluttuazioni di questa moneta.Le guerre preventive servono per ricordare al mondo che comandano gli USA, e per creare instabilità nel medio-oriente e depredarne le risorse petrolifere. In Iraq e Afganistan non ci portano la democrazia, ma un governo fantoccio che permetta agli USA di fare usare ancora la loro moneta e gli venda petrolio a prezzo basso come facevano col corrotto presidente del Venezuela Perez che dava sottobanco agli USA il petrolio a $5 al barile.Per non parlare del controllo sugli oleodotti che sfociano sull'oceano indiano per la vendita di petrolio a India e Cina.Gli USA sono tutto fuorché democrazia e libertà, e questo lo si vede sia nella politica estera che in quella interna.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            Ma che favoletta racconti ? E poi dici di non essere comunista... Te la raccontano nel centro sociale 'sta roba ? Ma per favore ! Che patetico.- Scritto da:
            Tu sei una persona con dei gravi problemi.

            Ho descritto esperienze di momenti della mia vita
            passati USA e di avvenimenti della mia famiglia e
            tu mi hai accusato di essere comunista e
            bugiardo.

            Auspico che Punto Informatico obblighi ai
            commenti solo dopo la registrazione come avviene
            su portali seri come ZDNet e C|Net, per che non
            ho nessuna intenzione di farmi accusare di essere
            comunista o altre schifezze
            varie.

            Ho vissuto in USA per brevi periodi grazie ai
            tanti parenti emigrati in passato che ogni tanto
            mi
            ospitano.
            E mai ho sentito da loro grande entusiasmo. In
            tanto sono tornati in Italia, molti non possono
            lasciare gli USA per via dei figli, nipoti e
            della famiglia ormai formatasi e radicata nel
            tessuto sociale
            locale.
            Pochi, molto pochi dei miei parenti hanno avuto
            grande successo in USA in grandi città dove la
            grande borghesia ricca è composta essenzialmente
            da sassoni ed
            ebrei.
            Non li biasimo poiché in fondo anche gli italiani
            d'america si sognano di accogliere a braccia
            aperte marocchini o nigeriani, ma il classismo è
            forte un pò ovunque in
            USA.

            Chi riesce a farsi strada di solito sono le
            grandi menti, abili con la lingua e con mestieri
            ricercati e remunerativi, dove davvero se vali
            qualcosa riesci a guadagnare, diversamente
            dall'Italia dove vieni comunque annichilito se
            non sei parente o raccomandato da un politico, un
            ladro della finanza, un mafioso o un pagliaccio
            del mondo dello
            spettacolo.

            Ma tutta questa meraviglia nel mondo americano
            non l'ho vista, per non tenere conto di come sono
            indebitati gli USA! Ormai Cina e India hanno in
            cassa oltre il 60% del totale dei dollari USA e
            la zecca non è in grado di stamparne altri per
            non renderli carta straccia, motivo per cui si
            decidono svalutazioni periodiche della valuta per
            aiutare le esportazioni e l'uso del dollaro nelle
            transazioni
            economiche.

            Perché se non lo avessi capito, gli USA sono uno
            stato che vive quasi esclusivamente delle
            fluttuazioni e delle speculazioni legate alla sua
            moneta.

            3 volte hanno cercato di uccidere Chavez e tutti
            i paesi che vogliono fare di testa loro col
            petrolio vendendolo in euro o barattandolo con
            beni materiali non sono visti di buon
            occhio.

            Il sud-est asiatico ormai ha vinto e sta erodendo
            gli USA utilizzando un equilibrio tra comunismo e
            ccapitalismo, ricorrendo perfino al baratto e
            accettando le monete locali pur di non usare i
            dollari USA. E se il resto del mondo non usa i
            dollari USA, gli USA non possono guadagnare dalle
            plusvalenze e dalle fluttuazioni di questa
            moneta.

            Le guerre preventive servono per ricordare al
            mondo che comandano gli USA, e per creare
            instabilità nel medio-oriente e depredarne le
            risorse petrolifere. In Iraq e Afganistan non ci
            portano la democrazia, ma un governo fantoccio
            che permetta agli USA di fare usare ancora la
            loro moneta e gli venda petrolio a prezzo basso
            come facevano col corrotto presidente del
            Venezuela Perez che dava sottobanco agli USA il
            petrolio a $5 al
            barile.
            Per non parlare del controllo sugli oleodotti che
            sfociano sull'oceano indiano per la vendita di
            petrolio a India e
            Cina.

            Gli USA sono tutto fuorché democrazia e libertà,
            e questo lo si vede sia nella politica estera che
            in quella
            interna.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            I giornali bisogna saperli leggere, conservare in memoria le notizie e saperle mettere in relazione perché sono molto frammentate.Hai mai visto i 3 giorni del Condor? Ci hai capito niente da quel film?Se leggi solo MTV Magazine e Panorama non ti farai una cultura vera, ma solo una cultura imposta sull'estetica e sul consumo beota.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            - Scritto da:
            I giornali bisogna saperli leggere, conservare in
            memoria le notizie e saperle mettere in relazione
            perché sono molto
            frammentate.

            Hai mai visto i 3 giorni del Condor? Ci hai
            capito niente da quel
            film?

            Se leggi solo MTV Magazine e Panorama non ti
            farai una cultura vera, ma solo una cultura
            imposta sull'estetica e sul consumo
            beota.La tua cultura si basa su "I 3 giorni del Condor" ? Immagino annoveri fra la tua cultura anche il penoso filmetto da quattro soldi del noglobal Michael Moore... ehhh.
          • Garson Poole scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            Beh, sempre meglio i 3 giorni del condor , di gran lunga, a ballorama :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 giugno 2006 00.26-----------------------------------------------------------
          • Garson Poole scrive:
            Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
            - Scritto da:
            Tu sei una persona con dei gravi problemi.

            Ho descritto esperienze di momenti della mia vita
            passati USA e di avvenimenti della mia famiglia e
            tu mi hai accusato di essere comunista e
            bugiardo.

            Auspico che Punto Informatico obblighi ai
            commenti solo dopo la registrazione come avviene
            su portali seri come ZDNet e C|Net, per che non
            ho nessuna intenzione di farmi accusare di essere
            comunista o altre schifezze
            varie.

            Ho vissuto in USA per brevi periodi grazie ai
            tanti parenti emigrati in passato che ogni tanto
            mi
            ospitano.
            E mai ho sentito da loro grande entusiasmo. In
            tanto sono tornati in Italia, molti non possono
            lasciare gli USA per via dei figli, nipoti e
            della famiglia ormai formatasi e radicata nel
            tessuto sociale
            locale.
            Pochi, molto pochi dei miei parenti hanno avuto
            grande successo in USA in grandi città dove la
            grande borghesia ricca è composta essenzialmente
            da sassoni ed
            ebrei.
            Non li biasimo poiché in fondo anche gli italiani
            d'america si sognano di accogliere a braccia
            aperte marocchini o nigeriani, ma il classismo è
            forte un pò ovunque in
            USA.

            Chi riesce a farsi strada di solito sono le
            grandi menti, abili con la lingua e con mestieri
            ricercati e remunerativi, dove davvero se vali
            qualcosa riesci a guadagnare, diversamente
            dall'Italia dove vieni comunque annichilito se
            non sei parente o raccomandato da un politico, un
            ladro della finanza, un mafioso o un pagliaccio
            del mondo dello
            spettacolo.

            Ma tutta questa meraviglia nel mondo americano
            non l'ho vista, per non tenere conto di come sono
            indebitati gli USA! Ormai Cina e India hanno in
            cassa oltre il 60% del totale dei dollari USA e
            la zecca non è in grado di stamparne altri per
            non renderli carta straccia, motivo per cui si
            decidono svalutazioni periodiche della valuta per
            aiutare le esportazioni e l'uso del dollaro nelle
            transazioni
            economiche.

            Perché se non lo avessi capito, gli USA sono uno
            stato che vive quasi esclusivamente delle
            fluttuazioni e delle speculazioni legate alla sua
            moneta.

            3 volte hanno cercato di uccidere Chavez e tutti
            i paesi che vogliono fare di testa loro col
            petrolio vendendolo in euro o barattandolo con
            beni materiali non sono visti di buon
            occhio.

            Il sud-est asiatico ormai ha vinto e sta erodendo
            gli USA utilizzando un equilibrio tra comunismo e
            ccapitalismo, ricorrendo perfino al baratto e
            accettando le monete locali pur di non usare i
            dollari USA. E se il resto del mondo non usa i
            dollari USA, gli USA non possono guadagnare dalle
            plusvalenze e dalle fluttuazioni di questa
            moneta.

            Le guerre preventive servono per ricordare al
            mondo che comandano gli USA, e per creare
            instabilità nel medio-oriente e depredarne le
            risorse petrolifere. In Iraq e Afganistan non ci
            portano la democrazia, ma un governo fantoccio
            che permetta agli USA di fare usare ancora la
            loro moneta e gli venda petrolio a prezzo basso
            come facevano col corrotto presidente del
            Venezuela Perez che dava sottobanco agli USA il
            petrolio a $5 al
            barile.
            Per non parlare del controllo sugli oleodotti che
            sfociano sull'oceano indiano per la vendita di
            petrolio a India e
            Cina.

            Gli USA sono tutto fuorché democrazia e libertà,
            e questo lo si vede sia nella politica estera che
            in quella
            interna.
            Finalmente un post utile istruttivo e obiettivo.Grazie. :)
      • Garson Poole scrive:
        Re: Oltre a Iran e Cina e Cuba....
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Abbiamo una new entry e mica poi tanto new ! @^

        @^

        ma per piacere!!!!!! negli usa la libertà
        d'espressione è il FONDAMENTO dell'intero sistema
        democratico!Basta aver i soldi per pagare le salatissime parcelle degli avvocati e poter permettersi di battagliare in tribunale....

        torna a studiare prima di dire queste porcate.
        cina iran e cuba sono dittature, cina e cuba sono
        addirittura
        comuniste.Addirittura :o

        gli usa sono la più sana democrazia del mondo.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) ma
        ci sei mai stato negli usa? anche il più piccolo
        paese è organizzato in modo eccezionale, è
        autonomo, il federalismo funziona e le tasse
        pagate dai cittadini rimangono "vicino" in
        servizi
        "vicini".
        Vacci. E restaci :D
Chiudi i commenti