Airbnb è usato come sistema di sostegno all'Ucraina

Airbnb è usato come sistema di sostegno all'Ucraina

Alcuni utenti stanno prenotando finti pernottamenti in Ucraina per offrire un aiuto alla popolazione locale: un modo creativo per versare somme direttamente.
Alcuni utenti stanno prenotando finti pernottamenti in Ucraina per offrire un aiuto alla popolazione locale: un modo creativo per versare somme direttamente.

La creatività è un’arma molto importante quando tutte le strade tradizionali sono bloccate. Solo la creatività, infatti, poteva trasformare Airbnb in un sistema di pagamento in grado di trasformare in abbraccio di conforto, monetizzando la solidarietà attraverso iniezioni dirette nelle tasche degli ucraini.

Mentre tutto il mondo sta raccogliendo fondi per aiutare la popolazione ucraina sotto assedio, aiutandola nel suo incredibile sforzo di resistenza all’attacco dell’esercito russo, c’è chi ha voluto tentare una strada breve e accelerata, senza passare per alcuna sigla di mediazione. Ovviamente consigliamo a tutti di effettuare le proprie donazioni utilizzando uno di questi canali ufficiali, ma al tempo stesso è doveroso segnalare quanto testimoniato da Mashable e da una serie di post comparsi sui social in queste ore.

Airbnb per aiutare

Tweet come questi, ad esempio:

Persone che cercano un Airbnb a Kiev, lo prenotano, quindi mandano un messaggio per comunicare che – ovviamente – non pernotteranno presso la casa messa a disposizione. Hanno fatto ciò, semplicemente, per far arrivare immediatamente una cifra specifica in tasca agli host locali. Gli hashtag contro Putin e contro la guerra accompagnano questo tipo di messaggi, aggiungendo un importante “no fees” successivo:

Airbnb ha immediatamente chiamato a raccolta gli host dei Paesi limitrofi all’Ucraina per offrire ospitalità temporanea ai rifugiati. In seguito il gruppo ha chiuso le proprie attività in Russia, schierandosi apertamente contro l’iniziativa firmata da Vladimir Putin. Ora, a propria insaputa, Airbnb si trova a diventare anche portafoglio involontario per le transazioni dirette agli host locali.

Se in tempi normali tutto ciò non sarebbe concesso, in questa parentesi bellica non ci saranno molto probabilmente controindicazioni e il fenomeno (ovviamente ridotto nei volumi) sarà tollerato. Resilienza e creatività possono andare a braccetto, diventando cifra di resistenza a colpi di tweet e di finte vacanze nella bella Kiev che fu.

Fonte: Mashable
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 mar 2022
Link copiato negli appunti