AirTag: vendite in aumento, nuova generazione in arrivo

AirTag: vendite in aumento, nuova generazione in arrivo

Le spedizioni di AirTag stanno andando bene e in caso di ulteriori miglioramenti Apple potrebbe valutare il lancio della seconda generazione.
Le spedizioni di AirTag stanno andando bene e in caso di ulteriori miglioramenti Apple potrebbe valutare il lancio della seconda generazione.

Pur non essendo esente da critiche, in special modo per quel che concerne la questione privacy, AirTag di Apple sta comunque riscuotendo gran successo tra gli utenti e l’elevato numero di vendite totalizzate sino a questo momento ne è un’evidente dimostrazione.

AirTag: 55 milioni di unità vendute in due anni

A comunicare la buona nuova è stato l’esperto di mercato Apple Ming-Chi Kuo, secondo cui la popolarità di questo accessorio è in aumento, indicando spedizioni gradualmente in crescita da quando ad aprile 2021 ha fatto capolino sul mercato. Si parla infatti di 20 milioni di spedizioni nel 2021 e di una proiezione pari a 35 milioni di unità per il 2022, per un totale di 55 milioni di prodotti venduti in due anni (a proposito, su Amazon AirTag si può acquistare a prezzo ridotto rispetto a quello di listino: c’è il pack da quattro in sconto del 20%).

Se le spedizioni continueranno a crescere, pur non avendo ricevuto particolare attenzione da parte dell’azienda di Cupertino rispetto ad altri prodotti da essa stessa commercializzati e pur non essendo stati apportati grandi cambiamenti sul funzionamento sino a questo momento nonostante gli aggiornamenti firmware ricevuti, AirTag potrebbe aggiornarsi con una seconda generazione.

Per il prossimo eventuale modello di AirTag, Apple potrebbe valutare l’implementazione di nuove e ancor più efficienti funzioni per contrastare i casi di stalking, quella di altoparlanti più forti e magari potrebbe pure decidere di adottare un nuovo design, in maniera tale da essere facilmente agganciato agli oggetti senza dover per forza ricorrere all’impiego di un accessorio aggiuntivo.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: 9to5Mac
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 giu 2022
Link copiato negli appunti