Alphabet è nulla senza i numeri di Google

Il contenitore delle iniziative di Mountain View pubblica l'ultima trimestrale, e la storia è sempre la stessa: la quasi totalità del business è costituita dall'advertising

Roma – Alphabet ha pubblicato i risultati finanziari per il secondo trimestre dell’anno fiscale, numeri che superano le aspettative di Wall Street ma che confermano ancora una volta una realtà fattuale impossibile da contestare: l’Alfabeto voluto dai fondatori di Google è uno scatolone vuoto senza il business dell’advertising di Mountain View.

Negli ultimi tre mesi i ricavi complessivi di Alphabet/Google ammontano a 21,5 miliardi di dollari, una crescita del 21 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso; i profitti netti risultano essere pari a 5,97 miliardi di dollari, anche qui una crescita a doppia cifra (+28 per cento) rispetto al 2015. Alphabet ha superate le aspettative del mercato, che non ha caso ha apprezzato facendo salire il valore delle azioni in borsa del 5 per cento.

Alphabet è Google, Google è l’advertising su Web e nella nuova trimestrale l’advertising “pesa” per ben 17,53 miliardi sui 21,5 complessivi: superate anche in questo caso le stime degli analisti, mentre sul fronte delle “teste” impiegate a Mountain View i numeri sono saliti ancora di 2.000 unità superando quota 66mila.

Per quanto riguarda la divisione “altre scommesse” di Alphabet, vale a dire il contenitore in cui Google ha spostato tutte le iniziative sperimentali ad alto rischio come le auto robotiche, le connessioni a 1 gigabit di Fiber, i palloni della Internet aerostatica e tutto il resto, la parola “business” stona un po’ con il contesto visto che si parla di ricavi da 184 milioni di dollari (erano 74 milioni nel 2015) contro perdite da 859 milioni di dollari.

Un segnale positivo , che lascia quantomeno intendere una possibile diversificazione dalla dipendenza dell’advertising, è invece rappresentato dalla crescita dei ricavi “alternativi” inclusivi di vendite e servizi enterprise, store Play di Android, hardware. In quest’ultimo caso si parla di 2,17 miliardi di dollari di ricavi, un magro 11 per cento dell’intero business di Alphabet che è comunque cresciuto del 24 per cento quarto-su-quarto.

Stando a quanto ha sostenuto il CEO di Google Sundar Pichai, il fattore principale alla base della crescita attuale del business è il mobile: per i prossimi 10 anni, invece, gli algoritmi di intelligenza artificiale (machine learning) permetteranno di mantenere gli stessi ritmi di sviluppo (e affari).

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • blabubadaba da scrive:
    in morte dei forum
    Il 2008 ha segnato la morte dei forum,oggi polverose tombe informatiche, delle chat irc e altri, qui in Itaglia, da quando tutti hanno scoperto FB.Sono passati i tempi in cui si rimorchiava facendo discorsi filosofici su msn, oppure si condividevano appunti universitari su un forum, usando un nick...Zuck e' riuscito a far passare per "normale" la condivisione spontanea di ogni fatto personale con chiunque, superando in abilita' qualsiasi Gestapo, e difficilmente la tendenza si invertira' mai.
    • iRoby scrive:
      Re: in morte dei forum
      Una mia amica psicologa e tecnico del tribunale mi ha detto che sono quasi superflui tutti i test psicometrici che fanno.Su Facebook la gente mette tanto di quel materiale personale da permettere a psicologi e psichiatri di avere un quadro chiaro sulla persona.Bipolari, schizofrenici, borderline, sta tutto là... Oscillazioni di umore: un giorno felice, 3 giorni dopo maledice il mondo e si pubblica mentre piange. Un giorno esalta un nuovo amico e 1 mese dopo lo maledice dandogli dell'ingrato e così a ciclo continuo con nuovi amici.Narcisisti con foto piene di moto, auto, muscoli, frasi da macho.Schizoidi, apatici, depressi, ossessivi, subpersonalità di ogni genere.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 luglio 2016 20.24-----------------------------------------------------------
    • feceilbucco scrive:
      Re: in morte dei forum
      - Scritto da: blabubadaba da
      Zuck e' riuscito a far passare per "normale" la
      condivisione spontanea di ogni fatto personale
      con chiunque, superando in abilita' qualsiasi
      Gestapo, e difficilmente la tendenza si
      invertira'
      mai.Zuck ha fatto tutto questo per un motivo più che legittimo: i soldi.Come giudichi invece i milioni di individui che gettano tutta la loro esistenza su internet?
      • marcione scrive:
        Re: in morte dei forum

        Come giudichi invece i milioni di individui che
        gettano tutta la loro esistenza su
        internet?zombie?
  • Master scrive:
    Basta mettere nazionalità a casaccio
    e lingue a casaccio e ti arriverà a pubblicità in quella lingua.a me arriva in tailandese
  • borsa scrive:
    nessuno
    scommetto che appena lo compro io il titolo crolla,per chi fosse interessato io porto molta sfortuna alla borsa
    • bubba scrive:
      Re: nessuno
      - Scritto da: borsa
      scommetto che appena lo compro io il titolo
      crolla,
      per chi fosse interessato io porto molta sfortuna
      alla
      borsache diavolo aspetti allora? ti diamo anche qualche soldino noi...
  • iRoby scrive:
    Urge Facebook AdBlock
    Credo che ci sia spazio per un nuovo plugin per il browser che blocchi la pubblicità dentro a Facebook in modo mirato.
    • PandaR1 scrive:
      Re: Urge Facebook AdBlock
      - Scritto da: iRoby
      Credo che ci sia spazio per un nuovo plugin per
      il browser che blocchi la pubblicità dentro a
      Facebook in modo
      mirato.non ho facebook. Cosa ha che non va uBlock con facebook?
      • bulbo scrive:
        Re: Urge Facebook AdBlock
        anche io non uso FB, ma tra i tantissimi filtri preconfigurati in uBlock Origin (più quelli che puoi aggiungere a mano) credo che tu possa bloccare tutta la pubblicità che vuoi.molto spesso non devi neppure intervenire: se FB modifica la modalità di visualizzazione dei banner, tempo alcuni giorni e arrivano i file dei filtri aggiornati.
    • adb scrive:
      Re: Urge Facebook AdBlock
      - Scritto da: iRoby
      Credo che ci sia spazio per un nuovo plugin per
      il browser che blocchi la pubblicità dentro a
      Facebook in modo mirato.Il normale adblock basta ed avanza.
  • Mao99 scrive:
    info
    Quando sento queste cose mi preoccupo sul dove andremo a finire e mi chiedo se la maggioranza non ragiona con la propria testa.. Diciamo che mi sento sconsolato e deluso..
    • seven scrive:
      Re: info
      - Scritto da: Mao99
      Quando sento queste cose mi preoccupo sul dove
      andremo a finire e mi chiedo se la maggioranza
      non ragiona con la propria testa.. Diciamo che mi
      sento sconsolato e
      deluso..Non ti devi preoccupare se sei disposto a spostarti.Il genere di persone che ti preoccupano si condensa nelle città, se ti sposti nelle montagne vedrai che trovi persone più vicine alla tua mentalità.
  • Luca scrive:
    Pubblicità?
    Ormai la ignoro a prescindere....
    • Surriscalda to scrive:
      Re: Pubblicità?
      - Scritto da: Luca
      Ormai la ignoro a prescindere....non si puo' si parla di subconscio anche a ignorarla viene sempre impressa nella tua mente e nel momento in cui devi decidere un acquisto ti condiziona
      • adb scrive:
        Re: Pubblicità?
        - Scritto da: Surriscalda to
        - Scritto da: Luca

        Ormai la ignoro a prescindere....


        non si puo' si parla di subconscio anche a
        ignorarla viene sempre impressa nella tua mente e
        nel momento in cui devi decidere un acquisto ti
        condizionaAdblock e passa la paura.
Chiudi i commenti