Che le skill siano uno dei valori aggiunti dell’ecosistema creato da Amazon intorno al proprio assistente virtuale Alexa è fuori discussione. Come dice il nome stesso, si tratta di abilità sulle quali è possibile far leva per l’esecuzione delle azioni più disparate: dal controllo dei dispositivi all’interno della casa fino alla riproduzione dei contenuti multimediali, senza dimenticare la ricerca delle informazioni online, la comunicazione e molto altro ancora. Chiunque le può creare, grazie agli strumenti offerti dal gruppo di Seattle.

Alexa Skill Connections

Oggi viene annunciata l’introduzione delle cosiddette Alexa Skill Connections che consentiranno alle skill di interagire e comunicare tra loro con l’obiettivo di portare a termine operazioni complesse. In un primo momento riguarderanno un numero limitato di azioni specifiche: stampa di un’immagine di un file PDF o di una pagina Web (HP, Epson, Canon), prenotazione di un taxi (Uber) o di un tavolo al ristorante (OpenTable).

Facciamo un esempio concreto per capire come la novità andrà a tradursi in una feature per gli utenti: sarà possibile, tramite un solo comando vocale, prenotare una cena, la corsa per raggiungere il luogo scelto e ottenere una copia cartacea della ricevuta. Non è difficile immaginarne altri impieghi, ad esempio per cercare una ricetta e stamparla in un solo colpo.

Sarà in ogni caso necessario che gli sviluppatori si mettano d’impegno a implementare la caratteristica all’interno delle skill realizzate, prevedendo la possibilità di ricevere una richiesta dall’esterno, da un’altra componente. Le Skill Connections sono già disponibili all’interno dell’Alexa Skills Kit in tutti i territori dove l’IA risulta operativa.

Una volta che le connessioni tra le skill saranno operative, le si potrà ovviamente sfruttare su tutti i dispositivi compatibili con Alexa: dagli smartphone che hanno installata l’applicazione dell’assistente virtuale fino agli smart speaker e smart display della linea Echo, compreso il modello Show 5 con schermo touch in vendita anche in Italia da pochi giorni al prezzo di 89,99 euro. Si tratta di un ennesimo step di evoluzione per l’IA di Amazon, che mira a instaurare un dialogo più articolato con l’utente, così come con i dispositivi e i servizi in suo possesso. Per gli sviluppatori interessati l’invito è quello di consultare i dettagli forniti dalla documentazione ufficiale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Amazon
Chiudi i commenti