AMD, le APU Bristol Ridge e il socket per Zen

Sunnyvale annuncia le prime soluzioni OEM basate sui nuovi chip, con una piattaforma di base destinata a ospitare anche il debutto della nuova generazione di CPU Zen

Roma – Dopo la presentazione ufficiale alcuni mesi or sono , AMD ha ora annunciato i primi produttori OEM che hanno in programma la commercializzazione di sistemi basati sulle APU Bristol Ridge e la piattaforma AM4. La novità è significativa soprattutto in quest’ultimo caso, ed è destinata ad accompagnare gli utenti anche nel prossimo futuro.

L’architettura Bristol Ridge si declinerà sotto forma di APU di settima generazione, con configurazioni sia a quattro che due core di CPU e GPU derivate dal chip Radeon R7 (o R5 per i prodotti meno potenti); disponibile anche una CPU “pura” (Athlon X4 950) che necessiterà di una GPU esterna per poter funzionare, mentre i primi produttori OEM che supporteranno i nuovi chip includono Lenovo e HP .

Secondo AMD, la versione più performante delle nuove APU (A12-9800) è in grado di offrire il 17 per cento di performance computazionali in più rispetto al chip Intel Core i5-6500T di Intel; l’incremento è poi del 99 per cento prendendo in considerazione i benchmark (3DMark 11) delle capacità della GPU integrata.

Bristol Ridge rappresenta il canto del cigno della microarchitettura x86 Bulldozer e del processo produttivo a 28nm di Sunnyvale, ma la piattaforma AM4 si fa portatrice di novità architetturali da tempo attese in casa AMD nelle sue varie declinazioni di chipset in ambito enthusiast (ancora da annunciare), mainstream (B350), essential (A320) e di piccolo formato (X/B/A300).

Il socket AM4 integra il supporto per lo standard di memoria DDR4, il bus PCI Express 3.0, il protocollo di comunicazione NVMe (per lo storage ad alta velocità) e alto ancora, ed è compatibile sia con le APU Bristol Ridge che con i prossimi chip Zen di cui tanto si chiacchiera in questi mesi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Izio01 scrive:
    A proposito di ARM
    Ho scoperto di recente il lavoro di Roger/Sophie Wilson, la persona che ha creato il set di istruzioni ARM, oltre a molto altro.Roba da restarci a bocca aperta, certe intelligenze superiori mi fanno sentire piccolo piccolo.
    • bubba scrive:
      Re: A proposito di ARM
      - Scritto da: Izio01
      Ho scoperto di recente il lavoro di Roger/Sophie
      Wilson, la persona che ha creato il set di
      istruzioni ARM, oltre a molto
      altro.
      Roba da restarci a bocca aperta, certe
      intelligenze superiori mi fanno sentire piccolo
      piccolo.il pezzo piu' bello direi che e' questo.....day, she's Sophie Wilson, one of the most highly respected names in microproXXXXXr electronics. In 1978, Roger Wilson was a quietly-spoken, long-haired Maths and Computing undergraduate whose only commercial experience to date had been to build an electronic device for feeding cows.Made for a firm in Harrogate, the cow-feeder had been based on the MOS 6502, a game-changing low-cost US CPU elegantly designed by Chuck Peddle and Bill Mensch, a pair soon to become legendary as the creators of the Vic-20.At a third of the price of equivalent proXXXXXrs, the 6502 was spawning a new generation of cheap personal computers in the States, and Wilson was already working on designing one too. However, the initial approach made to Wilson by Hermann Hauser, a 28-year-old Cambridge-educated Austrian physics graduate, had nothing to do with computers.Hausers new company, CPU, had landed itself a consultancy to a manufacturer of fruit machines that were replacing elaborate relays with electronics. There was a serious problem: some rogue genius had discovered that the spark emitted by the new cheap, disposable piezo-electric cigarette lighters was, at 1KV, powerful enough to persuade the elecronic one-armed bandits to dish out their winnings.Young Wilson designed a fix that used a wide-band radio receiver to detect the EMP and halt any payout. XXXXXXxxo gia negli anni 70 sapevano il trucco dell'accendino... :P e la wilson l'ha fixato
      • Izio01 scrive:
        Re: A proposito di ARM
        - Scritto da: bubba

        Hausers new company, CPU, had landed itself a
        consultancy to a manufacturer of fruit machines
        that were replacing elaborate relays with
        electronics. There was a serious problem: some
        rogue genius had discovered that the spark
        emitted by the new cheap, disposable
        piezo-electric cigarette lighters was, at 1KV,
        powerful enough to persuade the elecronic
        one-armed bandits to dish out their
        winnings.

        Young Wilson designed a fix that used a wide-band
        radio receiver to detect the EMP and halt any
        payout.


        XXXXXXxxo gia negli anni 70 sapevano il trucco
        dell'accendino... :P e la wilson l'ha
        fixatoBè, non è questo che mi ha impressionato (sono ingenuo se ammetto che il trucco dell'accendino manco sapevo cosa fosse? :$)Mi ha impressionato molto di più la creazione "a mente" del set di istruzioni ARM, con risultati migliori rispetto ad IBM ed ai suoi mesi di test su mainframe. Per non parlare del computer creato in quattro giorni e del porting di un SO, sia pure limitato, fatto in due ore :|
Chiudi i commenti