AMD taglia i consumi degli Opteron

Il suo processore server quad-core risparmia energia e corteggia i blade server dedicati al cloud computing. AMD ha altresì lanciato i suoi Opteron più potenti, con clock di 3,1 GHz

Roma – Ieri AMD ha festeggiato il Giorno della Terra lanciando il suo processore quad-core per server dai consumi energetici più bassi. Si tratta dell’Opteron EE a 45 nanometri, un chip con Average CPU Power (ACP) pari a 40 watt.

L’ACP delle altre famiglie di Opteron è di 55 watt per la HE, 75 watt per la standard e 105 watt per la SE. Il chipmaker californiano afferma che, rispetto all’Opteron HE quad-core, il nuovo Opteron EE riduce i consumi complessivi del 13% e quelli in modalità idle fino al 14%. A parità di prestazioni, poi, il nuovo processore è accreditato di migliorare il rapporto performance-per-watt del 62%.

Va sottolineato che l’ACP, ossia il consumo medio di un processore, non può essere confrontato con il più classico TDP (Thermal Design Power), che indica invece il massimo assorbimento energetico.

“L’aggiunta della fascia di potenza dei 40 watt EE nella linea dei processori Quad-Core AMD Opteron offre ai clienti la possibilità di ottenere il massimo valore per le loro particolari esigenze in materia di data center”, ha affermato Patrick Patla, dirigente della divisione Server Workstation Business di AMD. “Il processore EE è ideale per gli ambienti di cloud computing nei quali sono richiesti sistemi ad alta efficienza ed estremamente bilanciati per soddisfare requisiti transazionali elevati”.

L’Opteron EE trova dunque naturale impiego nei blade server, soprattutto in quelli dedicati al cloud computing, al web serving e alla virtualizzazione.

I primi due modelli di Opteron EE introdotti sul mercato sono il 2373, con clock di 2,1 GHz e prezzo di 377 dollari, e il 2377, con clock di 2,3 GHz e prezzo di 698 dollari. Secondo AMD, entrambi forniscono lo stesso numero di funzionalità dei modelli tradizionali, inoltre supportano la tecnologia d’interconnessione HyperTransport 3 e la nuova funzionalità Core Select che, all’occorrenza, permette agli amministratori di sistema di disattivare uno o più core (ad esempio, quando la massima potenza di elaborazione della CPU non è richiesta, e si preferisce privilegiare il risparmio energetico).

In concomitanza con il lancio dei nuovi Opteron EE, AMD ha introdotto altri 10 modelli di Opteron, tra i quali due versioni SE – il 2393 e l’8393 – con frequenza di 3,1 GHz, la più elevata oggi disponibile nella famiglia Opteron. Una tabella riassuntiva di tutti i processori lanciati ieri da AMD è stata pubblicata qui da Geek.com .

Solo pochi giorni addietro AMD ha annunciato l’intenzione di commercializzare, il prossimo mese, la sua prima serie di Opteron six-core, chiamata in codice Istanbul .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Utonto scrive:
    Legalità
    Intanto anche chi propugna la legalità qualche magagna la nasconde...http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_aprile_23/pirate_bay_avvocato_pirati_1c0657d8-2ff3-11de-8d39-00144f02aabc.shtmle non è mica una maganetta!
  • Dovella scrive:
    il bue che dice cornuto all'asino
    e sihttp://shop.ebay.it/merchant/cdsat2006
    • attonito scrive:
      Re: il bue che dice cornuto all'asino
      - Scritto da: Dovella
      e si

      http://shop.ebay.it/merchant/cdsat2006XXXXXXX che XXXXXXXX!MA sempre sta pubblicita del piffero? e spacciandoti pure per dovella? sei penoso.
    • Scianao Maurizao scrive:
      Re: il bue che dice cornuto all'asino
      - Scritto da: Dovella
      e si

      http://shop.ebay.it/merchant/cdsat2006Proprio un XXXXXXXXX
  • attonito scrive:
    Ah beh, se lo hanno stabilito loro...
    "Roma - I fornitori di connettività mobile del Regno Unito hanno stabilito che The Pirate Bay possa offendere la sensibilità dei cittadini della rete: per questo motivo il sito è ora stato inserito in una lista nera, inaccessibile di default agli utenti dei provider che vi si basano."Nespole! Ed io che credevo una volta maggiorenni si era, per legge, in grado di decidere da soli.Eh, per fortuna ci sono i fornitori di connettivita' a vegliare sul popolo bue.
    • Get Real scrive:
      Re: Ah beh, se lo hanno stabilito loro...
      - Scritto da: attonito
      Nespole! Ed io che credevo una volta maggiorenni
      si era, per legge, in grado di decidere da
      soli.No. Una volta maggiorenne sono semplicemente più pesanti le sanzioni se sgarri. Tu non sei "libero", sei uno strumento.
      Eh, per fortuna ci sono i fornitori di
      connettivita' a vegliare sul popolo
      bue.Non ci sono solo loro. La gabbia è stata costruita bene, e non ha porte.
  • uomo comune scrive:
    la legalità avanza
    I pirati erano solo ladri... e furbacchioni avevano messo su un bel business con l'aiuto di tutti i piratini in erba che devono scaricare sempre e comunque tutto per fare la loro splendida collezione privata di file inutili.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    E opendns ringrazia
    ^_______^
    • Valeren scrive:
      Re: E opendns ringrazia
      Mah, sono perplesso.Gli ISP dovrebbero sapere che un filtro a livello di indirizzo è facilmente aggirabile cambiando il DNS.E dovrebbero anche sapere che, se qualcuno vuole scaricare, ci sarà sempre un suo conoscente che saprà dirgli come fare.Sembra più una manovra per dire ai legislatori "non servono norme, facciamo noi" ed ai clienti "vai tranquillo ancora per qualche mese".
    • Funz scrive:
      Re: E opendns ringrazia
      io l'ho attivato direttamente dentro il router (opzione carina che ho scoperto per caso)
  • Vlad scrive:
    La censura avanza
    Come da titolo
Chiudi i commenti