Anonymous contro Elon Musk e i suoi tweet su Bitcoin

Anonymous contro Elon Musk e i suoi tweet

È un attacco diretto e frontale quello rivolto dal gruppo Anonymous a Elon Musk: nel mirino, in primis, i suoi post riguardanti le criptovalute.
È un attacco diretto e frontale quello rivolto dal gruppo Anonymous a Elon Musk: nel mirino, in primis, i suoi post riguardanti le criptovalute.

Gli interventi di Elon Musk sui social a tema Bitcoin e più in generale riguardanti il mondo delle criptovalute, hanno distrutto delle vite. Così sentenzia un video condiviso dal gruppo Anonymous (o da chi si spaccia per loro). Il motivo? Le uscite del numero uno di Tesla e SpaceX hanno spinto molti piccoli investitori a convertire i loro risparmi in monete digitali, per poi trovarsi di lì a poco con in mano un pugno di mosche.

Il video di Anonymous che prende di mira Elon Musk

La teoria sostenuta è che l'attenzione rivolta dal magnate al mondo di Bitcoin e Dogecoin sia esclusivamente conseguenza della necessità di diversificare il business: l'automaker potrebbe perderei sussidi governativi, trovandosi a dover fare i conti con una inevitabile contrazione degli utili. Nascosto dietro la maschera di Guy Fawkes e con la voce alterata, il protagonista del filmato definisce l'imprenditore nulla più dell'ennesimo ricco narcisista alla disperata ricerca di attenzione.

Il recente annuncio relativo alla nascita del Bitcoin Mining Council, gruppo che vede il coinvolgimento diretto di Musk, viene inoltre etichettato come il tentativo di esercitare il controllo su una realtà, quella delle criptovaluta, per sua stessa definizione decentralizzata e non nelle mani di pochi. Dall'interessato non è giunta alcuna replica ufficiale, ma il tweet qui sotto può però essere interpretato come un invito a non uccidere ciò che odi, salva ciò che ami. Difficile non pensare a un'attinenza con l'intervento di Anonymous.

Per il tycoon, Bitcoin è il passato: molto meglio Dogecoin, ora la moneta più spinta e supportata attraverso i suoi interventi social.

Fonte: Facebook
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti