Anonymous, DDoS come libera espressione

Il collettivo ha inviato una petizione alla Casa Bianca per chiedere che gli attacchi DDoS siano riconosciuti come strumenti della libera espressione. Si chiede il rilascio degli hacktivisti arrestati. 25mila firme necessarie

Roma – Sono diventati famosi per aver messo in ginocchio i server di grandi e piccole organizzazioni di potere . Quella che viene portata avanti come una battaglia a sfondo etico condotta a colpi di attacchi informatici ora chiede di essere riconosciuta ufficialmente: esponenti del mutevole collettivo di hacker Anonymous ha inviato una petizione online al governo statunitense affinché le famigerate rappresaglie a colpi di DDoS siano riconosciute come entità giuridica tutelata dal diritto di libera espressione.

Il gruppo di hacktivisti sostiene che gli attacchi distributed denial of service siano pratiche di protesta simili a quelle messe in atto dal movimento Occupy : gli hacktivisti impediscono l’accesso ai siti Web presi come bersaglio nello stesso modo con cui gli attivisti ostacolano l’ingresso agli edifici.

Di conseguenza, secondo Anonymous tutti i membri del collettivo arrestati dovrebbero essere rilasciati e autorizzati a condurre le loro battaglie nonché prosciolti dalle accuse. “I DDoS – si legge nella petizione – non sono in alcun modo semplici forme di hacking. Sono l’equivalente di premere ripetutamente il pulsante di aggiornamento su una pagina Web. Per questo motivo, non sono diversi da qualunque protesta portata avanti dal movimento Occupy. Invece di un gruppo di persone che stazionano fuori da un edificio per occupare un’area, essi utilizzano il computer per occupare un sito Web allo scopo di rallentare o negare il funzionamento di quel particolare sito per un breve periodo di tempo”.

Tramite questo tipo di azioni, negli ultimi mesi il collettivo degli Anonimi ha messo in crisi, tra gli altri, diversi siti istituzionali dello stato di Israele , i server della Polizia di Stato italiana e collaborato con Wikileaks per la diffusione di informazioni riservate.

Sarà molto difficile che Washington accolga le ragioni della petizione sia perché spesso i cyberattacchi di Anonymous hanno bucato diversi server appartenenti a istituzioni a stelle e strisce sia perché non è chiaro quale sia l’entità da riconoscere , dal momento che il collettivo non presenta né una struttura definita né un leader dichiarato. Saranno comunque necessarie 25mila firme per ottenere una risposta da parte del Presidente Obama.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    riepilogo ...
    A.D.2013 i cambi di wallpaper sono un problema per le applicazioni :|
  • bertuccia scrive:
    Tecno-idioti
    anzi nemmeno tecno.cioè vi state lamentando perché una volta caricato lo screenshot dell'app, dopo non si può più cambiare?quando è dimostrato dai fatti che questa possibilità viene sfruttata per creare truffe?no dai fatemi capire
    • picicci scrive:
      Re: Tecno-idioti
      Dal punto di vista degli utenti non vedo grossi punti a sfavore.Dal punto di vista dello sviluppatore ne vedo qualcuno.Per esempio se dopo aver pubblicato la mia app mi accorgo che un altro sviluppatore ha creato una app simile con screenshot simili, ma la mia ha alcune funzionalità in più, non posso modificare gli screenshots per mostrare le funzionalità in più.Niente di insuperabile, ma può diventare fastidioso.
      • Marco B scrive:
        Re: Tecno-idioti
        - Scritto da: picicci
        Dal punto di vista degli utenti non vedo grossi
        punti a
        sfavore.
        Se gli utenti sono cittadini di una società democratica avanzata, e non fanboy con l'ossessione del gizmo, ci vedo molto punti a sfavore. Pensa, che so, se un giornalista degli open-data fa una App che aiuta a individuare i prodotti che sono fatti violando i diritti umani e saltasse fuori che l'azienda X è tra le più feroci al mondo. Sarebbe facile pubblicare questa app nell'app-store dell'azienda X, o non troverebbero scuse (c'ha gli screenshot-scam) per non farlo? E cosa succederebbe se uno dei maggiori vendor di applicazioni on-line e dispositivi vincolati ad un solo app-store dovesse diventare un'azienda controllata dal governo cinese o iraniano?La verità è che queste pratiche commerciali sono uno dei tanti modi in cui la democrazia e i diritti sono svuotati dal di dentro, con slogan ingenui tipo: è business, è la mia azienda, è tutto a vantaggio degli utenti.
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: Tecno-idioti
      - Scritto da: bertuccia
      anzi nemmeno tecno.

      cioè vi state lamentando perché una volta
      caricato lo screenshot dell'app, dopo non si può
      più
      cambiare?

      quando è dimostrato dai fatti che questa
      possibilità viene sfruttata per creare
      truffe?

      no dai fatemi capireper chi sviluppa è una rottura di maroni.Come considerare normale che non venga punito lo stupratore, ma che per evitare stupri tutti si viene castrati.
    • sbertuccia scrive:
      Re: Tecno-idioti
      - Scritto da: bertuccia
      anzi nemmeno tecno.

      cioè vi state lamentando perché una volta
      caricato lo screenshot dell'app, dopo non si può
      più
      cambiare?

      quando è dimostrato dai fatti che questa
      possibilità viene sfruttata per creare
      truffe?

      no dai fatemi capirePer una volta devo darti ragione al 100%!
    • Giuda scrive:
      Re: Tecno-idioti
      ma allora perchè hanno cambiato? non riesco a capire se sei davvero idiota o lo fai apposta a sembrare idiota- Scritto da: bertuccia
      anzi nemmeno tecno.

      cioè vi state lamentando perché una volta
      caricato lo screenshot dell'app, dopo non si può
      più
      cambiare?

      quando è dimostrato dai fatti che questa
      possibilità viene sfruttata per creare
      truffe?

      no dai fatemi capire
    • Jacopo scrive:
      Re: Tecno-idioti
      - Scritto da: bertuccia
      anzi nemmeno tecno.

      cioè vi state lamentando perché una volta
      caricato lo screenshot dell'app, dopo non si può
      più
      cambiare?

      quando è dimostrato dai fatti che questa
      possibilità viene sfruttata per creare
      truffe?

      no dai fatemi capireBert ti do ragione!Bisognerà vedere però quale sarà la procedura per aggiornare gli screenshot in modo da non far perdere troppo tempo agli sviluppatori!Ad esempio gli sviluppatori di app come giochi che vengono aggiornati abbastanza velocemente potrebbero trovarsi in difficoltà!Basta comunque aspettare che forniscano l'iter necessario al caricamento di nuovi screenshot :)
    • crumiro scrive:
      Re: Tecno-idioti
      Fammi capire tu: perché i tuoi co-user sono dei pecoroni uno sviluppatore non può postare nuovi screenshots con nuove funzionalità?OMG, ma stai bene?
      • Trollollero scrive:
        Re: Tecno-idioti
        - Scritto da: crumiro
        Fammi capire tu: perché i tuoi co-user sono dei
        pecoroni uno sviluppatore non può postare nuovi
        screenshots con nuove
        funzionalità?

        OMG, ma stai bene?O, ancora peggio, ho effettuato un restiling grafico e la mia applicazione ha letteralmente cambiato faccia ?Che dovrei fare in questo caso, ritirare la versione 1 e pubblicare la 2 con un altro nome ?E c'e' pure gente che GIUSTIFICA un simile sistema ?
        • panda rossa scrive:
          Re: Tecno-idioti
          - Scritto da: Trollollero

          E c'e' pure gente che GIUSTIFICA un simile
          sistema
          ?1) C'e' gente che GIUSTIFICA apple.La giustificazione di questo sistema e' una banale conseguenza della 1)
          • FinalCut scrive:
            Re: Tecno-idioti
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Trollollero




            E c'e' pure gente che GIUSTIFICA un simile

            sistema

            ?

            1) C'e' gente che GIUSTIFICA apple.1) http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3686937&m=3689104#p3689104
            La giustificazione di questo sistema e' una
            banale conseguenza della
            1)2) Cosa sei non te lo dico o mi bannano...
        • FinalCut scrive:
          Re: Tecno-idioti
          - Scritto da: Trollollero
          - Scritto da: crumiro

          Fammi capire tu: perché i tuoi co-user sono
          dei

          pecoroni uno sviluppatore non può postare
          nuovi

          screenshots con nuove

          funzionalità?



          OMG, ma stai bene?
          O, ancora peggio, ho effettuato un restiling
          grafico e la mia applicazione ha letteralmente
          cambiato faccia
          ?
          Che dovrei fare in questo caso, ritirare la
          versione 1 e pubblicare la 2 con un altro nome
          ?

          E c'e' pure gente che GIUSTIFICA un simile
          sistema
          ?Sei un fenomeno... se fai un restyling della grafica o aggiungi una funzionalità, puoi cambiare gli screenshot nel proXXXXX di aggiornamento all'Apple Store... ma perchè parlate a vanvera e senza cognizione di causa?
      • bertuccia scrive:
        Re: Tecno-idioti
        - Scritto da: crumiro

        Fammi capire tu: perché i tuoi co-user sono dei
        pecoroni uno sviluppatore non può postare nuovi
        screenshots con nuove funzionalità?ti faccio capire: quando io vado su App Store, non devo essere costretto a chiedermi "ma non è che sto sviluppatore sta provando a fregarmi?"sto dubbio, e le relative googlate e seghe mentali prima di compare un'app, le lasciamo agli androidiche pure si fanno XXXXXXX alla grande
        • panda rossa scrive:
          Re: Tecno-idioti
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: crumiro



          Fammi capire tu: perché i tuoi co-user sono
          dei

          pecoroni uno sviluppatore non può postare
          nuovi

          screenshots con nuove funzionalità?

          ti faccio capire: quando io vado su App Store,
          non devo essere costretto a chiedermi "ma non è
          che sto sviluppatore sta provando a
          fregarmi?"Se non e' lo sviluppatore, sara' apple, ma qualcuno ti sta fregando.Mentre se vai su sourceforge o scarichi dal repository, nessuno ti frega, visto che e' tutto AGGRATIS.La fregatura nasce nel momento in cui c'e' un giro di soldi.
          sto dubbio, e le relative googlate e seghe
          mentali prima di compare un'app, le lasciamo agli
          androidi

          che pure si fanno XXXXXXX alla grandeSi, come no.Tu ti fai XXXXXXX all'origine: un pacco di soldi per il device, e l'obbligo di pagare per installare qualunque cosa.Lo dice chiaramente l'eula: "... L'utente, accettando il presente contratto, acconsente a farsi XXXXXXX."
          • bertuccia scrive:
            Re: Tecno-idioti
            - Scritto da: panda rossa

            Se non e' lo sviluppatore, sara' apple, ma
            qualcuno ti sta fregando.
            Mentre se vai su sourceforge o scarichi dal
            repository, nessuno ti frega, visto che e' tutto
            AGGRATIS.pages e numbers non c'eranonemmeno tomtom

            La fregatura nasce nel momento in cui c'e' un
            giro di soldi.non necessariamente, il valore potrebbe essere dato dai tuoi dati personali, google ci ha costruito sopra un impero ad esempio

            Si, come no.
            Tu ti fai XXXXXXX all'origine: un pacco di soldi
            per il device, e l'obbligo di pagare per
            installare qualunque cosa.per non parlare della fregatura di dover comprare il cibo ogni giorno, quando esso è disponibile gratis in natura!
            Lo dice chiaramente l'eula: "... L'utente,
            accettando il presente contratto, acconsente a
            farsi XXXXXXX."sì, ho letto anch'io il contratto di chrome, infatti uso safari
          • panda rossa scrive:
            Re: Tecno-idioti
            - Scritto da: bertuccia




            La fregatura nasce nel momento in cui c'e' un

            giro di soldi.

            non necessariamente, il valore potrebbe essere
            dato dai tuoi dati personali, google ci ha
            costruito sopra un impero ad
            esempioOttimo esempio.Comunque, mentre falsificare i soldi e' reato ovunque nel mondo, falsificare i dati personali non lo e'.Pertanto ben vengano quelli che accettano come pagamento i dati personali.Ne ho a bizzeffe...

            Si, come no.

            Tu ti fai XXXXXXX all'origine: un pacco di
            soldi

            per il device, e l'obbligo di pagare per

            installare qualunque cosa.

            per non parlare della fregatura di dover comprare
            il cibo ogni giorno, quando esso è disponibile
            gratis in natura!Io ho un orticello.

            Lo dice chiaramente l'eula: "... L'utente,

            accettando il presente contratto, acconsente
            a

            farsi XXXXXXX."

            sì, ho letto anch'io il contratto di chrome,
            infatti uso
            safariSafari ha lo stesso disclaimer, solo che e' scritto in piccolissimo, in grigio chiarissimo su sfondo bianco scuro, e solo in giapponese.
          • bertuccia scrive:
            Re: Tecno-idioti
            - Scritto da: panda rossa

            Ottimo esempio.
            Comunque, mentre falsificare i soldi e' reato
            ovunque nel mondo, falsificare i dati personali
            non lo e'.
            Pertanto ben vengano quelli che accettano come
            pagamento i dati personali.
            Ne ho a bizzeffe...google mi ha costretto a modificare i dati di un profilo g+ che riteneva (a ragione) non veritiero..resta il fatto che il giro di soldi c'è anche quando le cose sembrano gratis
            Io ho un orticello.fai benissimo, ma sarà sempre una cosa complementaree poi ti ci voglio vedere a mungere per il latte, tenere le galline per uova e carne, eccetera
            Safari ha lo stesso disclaimer, solo che e'
            scritto in piccolissimo, in grigio chiarissimo su
            sfondo bianco scuro, e solo in
            giapponese.sai benissimo che non è così ;)i dati dell'utente sono il core business di Google.
          • panda rossa scrive:
            Re: Tecno-idioti
            - Scritto da: bertuccia


            Io ho un orticello.

            fai benissimo, ma sarà sempre una cosa
            complementare

            e poi ti ci voglio vedere a mungere per il latte,
            tenere le galline per uova e carne,
            ecceteraAl momento ho una attività che mi impedisce di tenere animali da cortile, che non ho tempo da dedicargli, ma un domani potrei...

            Safari ha lo stesso disclaimer, solo che e'

            scritto in piccolissimo, in grigio
            chiarissimo
            su

            sfondo bianco scuro, e solo in

            giapponese.

            sai benissimo che non è così ;)
            i dati dell' <s
            utente </s
            <b
            utonto incapace </b

            sono il core business di Google.Fixed.
  • Marco B scrive:
    Tecno-fascismo
    L'AppStore è tecno-fascismo. Non solo decidono lorsignori quello che puoi fare col tuo costoso gingillo hi-tech, ma persino chi può produrre applicazioni e come queste debbono essere fatte, persino coloro che le distribuiscono gratuitamente. E' assurdo tecno-fascismo, molto peggio del software chiuso, molto più efficiente del Grande Fratello. Pensateci, prima di comprare il prossimo iScam, altro che gli screenshot.
    • uno qualunque scrive:
      Re: Tecno-fascismo
      Il negozio è loro e le regole le fanno loro, che c'è di strano?Nessuno ti obbliga a pubblicare qualcosa sull'AppStore.
      • mcmcmcmcmc scrive:
        Re: Tecno-fascismo
        - Scritto da: uno qualunque
        Il negozio è loro e le regole le fanno loro, che
        c'è di
        strano?
        Nessuno ti obbliga a pubblicare qualcosa
        sull'AppStore.e nemmeno a comperare mele morsicate.Il problema non è che nel loro negozio usano le regole che vogliono, cosa non vera per i negozi, ma che è l'unico negozio. Sono liberi di farlo (fino a che qualcuno non si sveglierà e dirà che è abuso e roba varia)? Bene. Io sono libero di non comprare mele morsicate. Quando le cose cambieranno e ci saranno almenio più negozi, potrei ripensarci.
        • Paolo T. scrive:
          Re: Tecno-fascismo

          Bene. Io sono libero di non comprare mele morsicate. Quando le cose
          cambieranno e ci saranno almenio più negozi, potrei ripensarci.Lo hai scritto a Tim Cook? Magari si commuove e ci ripensa.
          • panda rossa scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: Paolo T.

            Bene. Io sono libero di non comprare mele
            morsicate. Quando le
            cose

            cambieranno e ci saranno almenio più negozi,
            potrei
            ripensarci.

            Lo hai scritto a Tim Cook? Magari si commuove e
            ci
            ripensa.Tim Cook se ne frega.Lui ne dispone a greggi di mangiamele disposti a farsi tosare.E' proprio qui invece che bisogna scriverlo a chiare lettere che l'intelligenza e' una valida alternativa all'applecorinamento.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: Paolo T.

            Bene. Io sono libero di non comprare mele
            morsicate. Quando le
            cose

            cambieranno e ci saranno almenio più negozi,
            potrei
            ripensarci.

            Lo hai scritto a Tim Cook? Magari si commuove e
            ci
            ripensa.e perchè mai? Sto bene senza mele mozzicate. Sono loro che mi devono venire a cercare.
          • sbertuccia scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: Paolo T.

            Bene. Io sono libero di non comprare mele
            morsicate. Quando le
            cose

            cambieranno e ci saranno almenio più negozi,
            potrei
            ripensarci.

            Lo hai scritto a Tim Cook? Magari si commuove e
            ci
            ripensa.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • FinalCut scrive:
          Re: Tecno-fascismo
          - Scritto da: mcmcmcmcmc
          Il problema non è che nel loro negozio usano le
          regole che vogliono, cosa non vera per i negozi,Non è vero...Ma tu hai idea a quante regole e controlli devi sottostare per poter vendere i tuoi prodotti dentro la catena di supermercati più economica degli USA che si chiama Wall-Mart?http://corporate.walmart.com/suppliers/apply-to-be-a-supplierProva a vendere un prodotto la cui foto sulla scatola non corrisponda al contenuto...ti fanno il *ulo a stelle e strisce...
          • Funz scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            Il problema non è che nel loro negozio usano
            le

            regole che vogliono, cosa non vera per i
            negozi,

            Non è vero...

            Ma tu hai idea a quante regole e controlli devi
            sottostare per poter vendere i tuoi prodotti
            dentro la catena di supermercati più economica
            degli USA che si chiama
            Wall-Mart?che c'entra Walmart?E comunque, se non vuoi / puoi vendere il tuo prodotto su Walmart ci sono altre catene di supermercati, al limite rimane il pizzicagnolo sotto casa tua. Capisci il concetto? *Non* *sei* *obbligato*.con Apple sei obbligato a usare il loro store. Chiaro, o riformulo?
          • FinalCut scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: FinalCut

            - Scritto da: mcmcmcmcmc


            Il problema non è che nel loro negozio
            usano

            le


            regole che vogliono, cosa non vera per i

            negozi,



            Non è vero...



            Ma tu hai idea a quante regole e controlli
            devi

            sottostare per poter vendere i tuoi prodotti

            dentro la catena di supermercati più
            economica

            degli USA che si chiama

            Wall-Mart?

            che c'entra Walmart?
            E comunque, se non vuoi / puoi vendere il tuo
            prodotto su Walmart ci sono altre catene di
            supermercati, Wallmart era solo un esempio tutte le catene di supermercati hanno le stesse regole e certificazioni.
            al limite rimane il pizzicagnolo
            sotto casa tua.Ecco bravo, vi si addice, ma anche il pizzicagnolo sotto casa, può vendere solo prodotti che hanno passato controlli e certificazioni altrimenti arriva l'ufficio d'igiene e fa chiudere tutto... Capisci il concetto che se vuoi vendere al grande pubblico, magari attraverso una grande struttura, devi adempiere a regole, contratti e certificazioni?
            Capisci il concetto? *Non* *sei* *obbligato*.
            con Apple sei obbligato a usare il loro store.Se non ti piace Apple *non* *sei* *obbligato* ad andare su iTunes, puoi sviluppare per Android, Microsoft, Blackberry, *o-quello-che-ti-pare*
            Chiaro, o
            riformulo?Se non ti piace Apple *non* *sei* *obbligato* ad andare su iTunes, puoi sviluppare per Android, Microsoft, Blackberry, *o-quello-che-ti-pare*Chiaro, o riformulo?
          • Funz scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: FinalCutnon capisci proprio, rinuncio, tanto siete macachi e concetti troppo complessi non vi entrano in testa.
            - Scritto da: Funz

            - Scritto da: FinalCut


            - Scritto da: mcmcmcmcmc



            Il problema non è che nel loro
            negozio

            usano


            le



            regole che vogliono, cosa non vera
            per
            i


            negozi,





            Non è vero...





            Ma tu hai idea a quante regole e
            controlli

            devi


            sottostare per poter vendere i tuoi
            prodotti


            dentro la catena di supermercati più

            economica


            degli USA che si chiama


            Wall-Mart?



            che c'entra Walmart?

            E comunque, se non vuoi / puoi vendere il tuo

            prodotto su Walmart ci sono altre catene di

            supermercati,

            Wallmart era solo un esempio tutte le catene di
            supermercati hanno le stesse regole e
            certificazioni.



            al limite rimane il pizzicagnolo

            sotto casa tua.

            Ecco bravo, vi si addice, ma anche il
            pizzicagnolo sotto casa, può vendere solo
            prodotti che hanno passato controlli e
            certificazioni altrimenti arriva l'ufficio
            d'igiene e fa chiudere tutto...


            Capisci il concetto che se vuoi vendere al grande
            pubblico, magari attraverso una grande struttura,
            devi adempiere a regole, contratti e
            certificazioni?



            Capisci il concetto? *Non* *sei* *obbligato*.

            con Apple sei obbligato a usare il loro
            store.

            Se non ti piace Apple *non* *sei* *obbligato* ad
            andare su iTunes, puoi sviluppare per Android,
            Microsoft, Blackberry,
            *o-quello-che-ti-pare*


            Chiaro, o

            riformulo?

            Se non ti piace Apple *non* *sei* *obbligato* ad
            andare su iTunes, puoi sviluppare per Android,
            Microsoft, Blackberry,
            *o-quello-che-ti-pare*

            Chiaro, o riformulo?
      • Skywalker scrive:
        Re: Tecno-fascismo
        Non funziona così.Il Codice Civile detta delle regole: se tu metti in un contratto regole contrarie a norme imperative, illicite della causa, illicite nei motivi, etc etc, quel contratto può essere nullo, parzialmente nullo o annullabile.L'esempio classico è che se firmi un contratto in cui ti impegni ad essere schiavo di qualcun'altro, quel contratto è nullo. Se poi tu ti vuoi comunque comportare da schiavo, liberamente e scientemente, sei libero di farlo. Entro certi limiti sono fatti tuoi. Ma non certo perché l'altra parte lo ha scritto in un contratto, per giunta non negoziato tra le parti.
        • uno qualunque scrive:
          Re: Tecno-fascismo
          Qualcuno ti ha obbligato a comprare prodotti Apple?Sai che si può vivere benissimo anche senza?Sai che ci sono altre alternative?Non è vero assolutamente poi che è l'unico negozio per iCosi, mai sentito parlare di Cydia?
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: uno qualunque
            Qualcuno ti ha obbligato a comprare prodotti
            Apple?
            Sai che si può vivere benissimo anche senza?
            Sai che ci sono altre alternative?

            Non è vero assolutamente poi che è l'unico
            negozio per iCosi, mai sentito parlare di
            Cydia?ma Cydia non è per XXXXXXXXX? E' troppo strano chiedere la possibilità di negozi ufficiali, senza dover ricorrere al sottobanco?
          • Funz scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: uno qualunque
            Qualcuno ti ha obbligato a comprare prodotti
            Apple?e ci mancherebbe! Dovrebbe essere uno che mi vuole proprio male! :p
            Sai che si può vivere benissimo anche senza?altroché, specialmente visto che, come dici tu:
            Sai che ci sono altre alternative?
            Non è vero assolutamente poi che è l'unico
            negozio per iCosi, mai sentito parlare di
            Cydia?ma per favore!Devi craccare il dispositivo per poterlo usare come vuoi tu e non come vuole Apple. Bell'affare!si, *è* *l'unico*, almeno se non vuoi contravvenire alla Legge (non quella scritta nella Gazzetta Ufficiale, non quella scritta sulle Tavole di Mosé, ma quella ben più importante dettata da Apple!) :p
      • Marco B scrive:
        Re: Tecno-fascismo
        Infatti, nessuno ci obbliga. Non fatelo. Non rendetevi complici. E comunque, come detto sotto, le cose non stanno proprio così. Non è che perché un business è tuo fai come ti pare, vendi farmaci che uccidono, macchinari che esplodono, inquini, sfrutti gli impiegati.Che la voce 'vendi con una policy vendor lock-in' non possa essere aggiunta a questi esempi e un grave problema, di cui dovremmo farci tutti carico e fare pressioni ai politici per risolverlo.
        • Marco B scrive:
          Re: Tecno-fascismo
          Ma direi anche risolvercelo per conto nostro. Per esempio, se Diaspora funzionasse meglio e non fosse solo un progetto tecnico per smanettoni, ma avesse dietro una fondazione, come ce l'ha Wikipedia, che governasse un social network in modo democratico, avremmo fatto un notevole passo avanti.
          • krane scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: Marco B
            Ma direi anche risolvercelo per conto nostro. Per
            esempio, se Diaspora funzionasse meglio e non
            fosse solo un progetto tecnico per smanettoni, ma
            avesse dietro una fondazione, come ce l'ha
            Wikipedia, che governasse un social network in
            modo democratico, avremmo fatto un notevole passo
            avanti.Creala !!!
          • Marco B scrive:
            Re: Tecno-fascismo

            Creala !!!
            Io da solo?! E che so, Dio o Mandrake?! :-)
          • krane scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: Marco B

            Creala !!!
            Io da solo?! E che so, Dio o Mandrake?! :-)Pensa a lui:[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/0/01/Jimbo-wales---fosdem-2005-modified-version.jpg/220px-Jimbo-wales---fosdem-2005-modified-version.jpg[/img]Ok, erano in due:[img]http://it.wikipedia.org/wiki/File:Larry_Sanger.jpg[/img]
          • Izio01 scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: Marco B

            Creala !!!



            Io da solo?! E che so, Dio o Mandrake?! :-)Oh, delusione, speravo che fossi Chuck Norris venuto a trovarci :(
        • uno qualunque scrive:
          Re: Tecno-fascismo
          Quindi ora tutti a far causa a Nintendo perchè sul GameBoy ci puoi mettere solo le cartuccine approvate da Nintendo.. Oppure alla Clementoni perchè le estensioni per il Sapientino le produce solo lei e non trovi un market online con prodotti alternativi per lo stesso device!Ah, già, ma qui si parla di Apple ed è logico darle contro ultimamente.Ieri era Microsoft il cattivo di turno, ed Apple era da osannare.Oggi è Apple il cattivo e Google il buono.Domani sarà Google il cattivo e qualcun altro il cavaliere bianco..Ripeto, se le regole non ti piacciono, cambia prodotto, non te l'ha detto il dottore di usare un iCoso, e non tirare in ballo discorsi più seri solo per dare aria ai polmoni.
          • krane scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: uno qualunque
            Quindi ora tutti a far causa a Nintendo perchè
            sul GameBoy ci puoi mettere solo le cartuccine
            approvate da Nintendo.. Oppure alla Clementoni
            perchè le estensioni per il Sapientino le produce
            solo lei e non trovi un market online con
            prodotti alternativi per lo stesso
            device!
            Ah, già, ma qui si parla di Apple ed è logico
            darle contro ultimamente.
            Ieri era Microsoft il cattivo di turno, ed Apple
            era da osannare.
            Oggi è Apple il cattivo e Google il buono.
            Domani sarà Google il cattivo e qualcun altro il
            cavaliere bianco..E che c'e' di strano in questo ? Le aziende si evolvono il mercato cambia, a volte mi sembra che qua molti pensino che sia tutto come era 30 anni fa !!!
          • uno qualunque scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            C'è di strano che nessuno fiata contro Nintendo o altri, mentre se si parla di Apple tutti a darle contro, tirando in ballo libertà varie, discorsi sul fascismo, ecc ecc. Eppure è lo stesso modello di business per entrambi.La libertà ce l'hai: non ti piace come funziona? E' sufficiente non usare device Apple o Nintendo o di altri e sei a posto, più semplice di così...Saluti
          • krane scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: uno qualunque
            C'è di strano che nessuno fiata contro Nintendo o
            altri, mentre se si parla di Apple tutti a darle
            contro, tirando in ballo libertà varie, discorsi
            sul fascismo, ecc ecc. Eppure è lo stesso modello
            di business per entrambi.Sara' che nintendo non se la caca nessuno (rotfl)
            La libertà ce l'hai: non ti piace come funziona?
            E' sufficiente non usare device Apple o Nintendo
            o di altri e sei a posto, più semplice di così...
            Saluti
          • Funz scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: uno qualunque
            C'è di strano che nessuno fiata contro Nintendo o
            altri, mentre se si parla di Apple tutti a darle
            contro, tirando in ballo libertà varie, discorsi
            sul fascismo, ecc ecc. Eppure è lo stesso modello
            di business per
            entrambi.Anche il modello Nintendo è assolutamente fascista, se veramente non puoi sviluppare giochi per le loro consolle senza passare per forza dalla loro approvazione.Quando scrivo un gioco per Windows o Linux non ho certo bisogno dell'imprimatur di Ballmer o di Linus per poterlo vendere.
            La libertà ce l'hai: non ti piace come funziona?
            E' sufficiente non usare device Apple o Nintendo
            o di altri e sei a posto, più semplice di
            così...semplice, chiaro, totalitario.A voi piace vivere in una dittatura, a noi no.
      • Funz scrive:
        Re: Tecno-fascismo
        - Scritto da: uno qualunque
        Il negozio è loro e le regole le fanno loro, che
        c'è di
        strano?che il loro è l'unico negozio autorizzato a vendere app per iOS.
        Nessuno ti obbliga a pubblicare qualcosa
        sull'AppStore.Sbagliato, correggere in: Nessuno ti obbliga a pubblicare qualcosa per iOS.
    • aphex twin scrive:
      Re: Tecno-fascismo
      - Scritto da: Marco B
      L'AppStore è tecno-fascismo. Non solo decidono
      lorsignori quello che puoi fare col tuo costoso
      gingillo hi-tech, Il tuo costoso gingillo (che , sono sicuro, tu non hai), se vuoi, lo puoi prendere a martellate e Apple non fiata.
      ma persino chi può produrre
      applicazioni Cosa intendi ? Se ti registri come sviluppatore e sviluppi seguendo il contratto che tu hai sottoscritto puoi produrre quello che vuoi.Ma se cerchi di fare il furbo , giustamente, ti scopano fuori da AppStore.
      e come queste debbono essere fatte,E meno male, di software di XXXXX ne è già pieno il Market.
      persino coloro che le distribuiscono
      gratuitamente. Sei tu che decidi se darlo gratis o no, o tu sai cose che nessu'altro sa ? Su dai parla, sii preciso.
      E' assurdo tecno-fascismo, molto
      peggio del software chiuso, molto più efficiente
      del Grande Fratello. Pensateci, prima di comprare
      il prossimo iScam, altro che gli
      screenshot.Meglio Android no ? Li tutto é lecito. Anche la XXXXX te la vendono con sopra i fiorellini colorati, ma sotto sotto XXXXX rimane.
    • FinalCut scrive:
      Re: Tecno-fascismo
      - Scritto da: Marco B
      L'AppStore è tecno-fascismo. [..]
      altro che gli
      screenshot.Falso, il vero problema è che tu se un ragazzino che non ha idea di come gira il mondo...Ma tu lo sai a quante regole e controlli devi sottostare per poter vendere i tuoi prodotti dentro la catena di supermercati più economica degli USA che si chiama Wall-Mart?http://corporate.walmart.com/suppliers/apply-to-be-a-supplierProva a vendere un prodotto la cui foto sulla scatola non corrisponda al contenuto...ti fanno il *ulo a stelle e strisce...
      • jaro scrive:
        Re: Tecno-fascismo
        - Scritto da: FinalCut
        - Scritto da: Marco B

        L'AppStore è tecno-fascismo.
        [..]

        altro che gli

        screenshot.

        Falso, il vero problema è che tu se un ragazzino
        che non ha idea di come gira il
        mondo...

        Ma tu lo sai a quante regole e controlli devi
        sottostare per poter vendere i tuoi prodotti
        dentro la catena di supermercati più economica
        degli USA che si chiama
        Wall-Mart?

        http://corporate.walmart.com/suppliers/apply-to-be

        Prova a vendere un prodotto la cui foto sulla
        scatola non corrisponda al
        contenuto...
        ti fanno il *ulo a stelle e strisce...Mah, sarà, ma non è che se il mio prodotto non lo posso vendere dentro Walmart allora non lo posso vendere ... E nemmeno regalare ... E nemmeno usare io.
        • FinalCut scrive:
          Re: Tecno-fascismo
          - Scritto da: jaro
          - Scritto da: FinalCut

          - Scritto da: Marco B


          L'AppStore è tecno-fascismo.

          [..]


          altro che gli


          screenshot.



          Falso, il vero problema è che tu se un
          ragazzino

          che non ha idea di come gira il

          mondo...



          Ma tu lo sai a quante regole e controlli devi

          sottostare per poter vendere i tuoi prodotti

          dentro la catena di supermercati più
          economica

          degli USA che si chiama

          Wall-Mart?




          http://corporate.walmart.com/suppliers/apply-to-be



          Prova a vendere un prodotto la cui foto sulla

          scatola non corrisponda al

          contenuto...

          ti fanno il *ulo a stelle e strisce...

          Mah, sarà, ma non è che se il mio prodotto non lo
          posso vendere dentro Walmart allora non lo posso
          vendere ... E nemmeno regalare ... No, se vendi un prodotto con pubblicità ingannevole sei passibile di multe e sequestri da parte dell'autorità giudiziaria. Perfino MacDonald ha dovuto aggiungere una postilla sulle sue foto, dentro i suoi negozi, che i panini in foto potrebbero non corrispondere al reale aspetto di quelli in vendita.Anche se vendi un prodotto, nocivo, con plastiche tossiche o che non rientra nelle diverse normative e certificazioni ISO, europee o americane, ti fanno il c** a strisce...il vero problema è che chiamate Apple fascista e ve la prendete con lei, ma siete solo un branco di ragazzini che non hanno idea di come gira il mondo...
          E nemmeno usare io.In questo caso puoi fare come ti pare i Darwin Awards, sono li apposta...
          • jaro scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: jaro

            - Scritto da: FinalCut


            Ma tu lo sai a quante regole e
            controlli
            devi


            sottostare per poter vendere i tuoi
            prodotti


            dentro la catena di supermercati più

            economica


            degli USA che si chiama


            Wall-Mart?








            http://corporate.walmart.com/suppliers/apply-to-be





            Prova a vendere un prodotto la cui foto
            sulla


            scatola non corrisponda al


            contenuto...


            ti fanno il *ulo a stelle e strisce...



            Mah, sarà, ma non è che se il mio prodotto
            non
            lo

            posso vendere dentro Walmart allora non lo
            posso

            vendere ... E nemmeno regalare ...

            No, se vendi un prodotto con pubblicità
            ingannevole sei passibile di multe e sequestri da
            parte dell'autorità giudiziaria.Si stava parlando di regole imposte da una società privata (nella fattispecie Walmart) o di leggi dello stato? Perché mi sembra che i sostenitori di Apple ultimamente tendano a confondere le due cose con una leggerezza che trovo francamente disturbante.
            il vero problema è che chiamate Apple fascista e
            ve la prendete con lei, ma siete solo un branco
            di ragazzini che non hanno idea di come gira il
            mondo...Magari lo erano anche i partigiani durante il fascismo ... O forse erano semplicemente consapevoli che se il mondo gira nel verso sbagliato bisogna opporsi.

            E nemmeno usare io.

            In questo caso puoi fare come ti pare i Darwin
            Awards, sono li
            apposta...Certo, perché la tragedia più grave del mondo d'oggi è proprio la gente che un bel giorno decide di prepararsi dei biscotti in casa anziché comprare quelli del Mulino Bianco, oppure di fabbricarsi un comodino nel suo garage anziché comprarlo al negozio di mobili, o scrivere un racconto e farlo leggere a un amico senza prima farselo pubblicare dalla Mondadori. Tutte queste sono attività che mettono fortemente a rischio l'incolumità delle persone e la pace sociale, e vanno attivamente combattute, eh? E' così? Che ne pensi? Finalmente ho capito come gira il mondo?
          • FinalCut scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: jaro
            Si stava parlando di regole imposte da una
            società privata (nella fattispecie Walmart) o di
            leggi dello stato? Ok torniamo alla notizia che stiamo commentando: <i
            <b
            Apple vuole evitare l'inserimento di immagini fasulle per ingannare gli utenti </b
            </i

            Perché mi sembra che i
            sostenitori di Apple ultimamente tendano a
            confondere le due cose con una leggerezza che
            trovo francamente disturbante.Le regole imposte da WallMart in larghissima parte non sono altri che la certificazione degli adempimenti agli obblighi di legge nella produzione e vendita di beni e servizi. Perché se qualcuno vende prodotti non conformi o nocivi dentro WallMart questi è responsabile in primis.Analogamente, Apple vuole evitare un comportamento fraudolento, punibile per legge, all'interno del suo Store.Un comportamento punibile per legge <b
            anche dallo stato </b
            , trovo disturbante che ultimamente gli Apple-hater parlino di leggi e reati con una certa leggerezza addirittura confondendo i due a seconda dell'esigenza di dare addosso a Apple....
            Certo, perché la tragedia più grave del mondo
            d'oggi è proprio la gente che un bel giorno
            decide di prepararsi dei biscotti in casa anziché
            comprare quelli del Mulino Bianco, oppure diNo, ma se ti vuoi fare il pane usando legno verniciato (tossico) o quello di vecchie casse da morto (sempre tossico) e venderlo come abbiamo visto fare a Napoli alle Iene... allora quello si è un problema, di regole, leggi e regolamenti, anche penali.
            vanno attivamente combattute, eh? E' così? Che ne
            pensi? Finalmente ho capito come gira il
            mondo?No, non c'è verso... il concetto di fondo è che se fai le cose seguendo le leggi dello stato e il buonsenso, le regole dell'Apple Store non ti ostacolo nemmeno un po, se al contrario vuoi fare il furbo, allora puoi andare a vendere pane fatto in casa agli angoli delle strade.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 gennaio 2013 13.43-----------------------------------------------------------
          • jaro scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: jaro

            Si stava parlando di regole imposte da una

            società privata (nella fattispecie Walmart)
            o
            di

            leggi dello stato?

            Ok torniamo alla notizia che stiamo commentando:
            <i
            <b
            Apple vuole evitare
            l'inserimento di immagini fasulle per ingannare
            gli utenti </b
            </i
            Dato che stai rispondendo a un OT che rispondeva a un OT che a sua volta rispondeva a un OT ecc., la cosa mi sembra un tantino tardiva.

            Perché mi sembra che i

            sostenitori di Apple ultimamente tendano a

            confondere le due cose con una leggerezza che

            trovo francamente disturbante.

            Le regole imposte da WallMart in larghissima
            parte non sono altri che la certificazione degli
            adempimenti agli obblighi di legge nella
            produzione e vendita di beni e servizi. Perché se
            qualcuno vende prodotti non conformi o nocivi
            dentro WallMart questi è responsabile in
            primis.Ma uno li può vendere fuori, e in tal caso Walmart non ha alcuna responsabilità, né ha il potere o il diritto di impedirlo. Tutt'al più può fare una denuncia, come ogni privato cittadino. Poi però toccherà all'autorità giudiziaria indagare ed eventualmente fargli "il XXXX a stelle e strisce"
            Analogamente, Apple vuole evitare un
            comportamento fraudolento, punibile per legge,
            all'interno del suo
            Store.E su questo non ho nessuna obiezione. Per me all'interno del suo store può fare quello che vuole. Il problema è che impone che <b
            tutto </b
            avvenga all'interno del suo store
            Un comportamento punibile per legge <b

            anche dallo stato </b
            , trovo disturbante
            che ultimamente gli Apple-hater parlino di leggi
            e reati con una certa leggerezza addirittura
            confondendo i due a seconda dell'esigenza di dare
            addosso a
            Apple....Ti sembrerà strano ma io non odio Apple. Odio solo gli abusi di Apple. Allo stesso modo tu la difendi perché pensi che il suo comportamento sia etico e ragionevole, giusto? Non perché è Apple. Siamo due persone ragionevoli che discutono.

            Certo, perché la tragedia più grave del mondo

            d'oggi è proprio la gente che un bel giorno

            decide di prepararsi dei biscotti in casa
            anziché

            comprare quelli del Mulino Bianco, oppure di

            No, ma se ti vuoi fare il pane usando legno
            verniciato (tossico) o quello di vecchie casse da
            morto (sempre tossico) e venderlo come abbiamo
            visto fare a Napoli alle Iene... allora quello si
            è un problema, di regole, leggi e regolamenti,
            anche
            penali.Bene. Allora siamo d'accordo. Non è vietato farsi il pane da soli. E' vietato vendere pane prodotto con della roba tossica.

            vanno attivamente combattute, eh? E' così?
            Che
            ne

            pensi? Finalmente ho capito come gira il

            mondo?

            No, non c'è verso... il concetto di fondo è che
            se fai le cose seguendo le leggi dello stato e il
            buonsenso, le regole dell'Apple Store non ti
            ostacolo nemmeno un po, se al contrario vuoi fare
            il furbo, allora puoi andare a vendere pane fatto
            in casa agli angoli delle
            strade.Insomma, mi risulta che qualche app non sia stata approvata perché criticava l'azienda, e voglio sperare che né la legge americana né quella di qualunque altro paese vieti di criticare Apple. Ma se anche fosse così, tu mi dici che se voglio fare una torta di mele per la mia festa di compleanno devo prima pagargli il pizz ... ahem, acquistare una licenza, poi devo spedirla all'Apple Pie Store, aspettare che me la approvino e quindi ritirarla? E solo allora potrò tagliarla e metterla nei piattini? E dovrei pensare che questa sia una cosa ragionevole?
          • FinalCut scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: jaro
            Dato che stai rispondendo a un OT che rispondeva
            a un OT che a sua volta rispondeva a un OT ecc.,
            la cosa mi sembra un tantino
            tardiva.Io ho risposto al primo messaggio di questo 3d, tutti questi OT non li vedo... non starai sognando?

            Analogamente, Apple vuole evitare un

            comportamento fraudolento, punibile per
            legge,

            all'interno del suo

            Store.

            E su questo non ho nessuna obiezione. Per me
            all'interno del suo store può fare quello che
            vuole. Il problema è che impone che <b

            tutto </b
            avvenga all'interno del suo
            storeEsattamente come fanno Microsfot con xBox, Sony con Playstation, BMW con i suoi concessionari "autorizzati", Mercedes, Peugeot, FIAT, etc... hai idea di quanti audit e procedure devi passare prima di poter avere "il privilegio" di vendere BMW?A questo mondo il commercio è regolato, chi fa un prodotto può decidere le sue regole di vendita, se non ti sta bene, passi oltre... ma non rompere con la storia di Apple fascista... perché non è questo il caso.
            Ti sembrerà strano ma io non odio Apple. Odio
            solo gli abusi di Apple. Allo stesso modo tu la
            difendi perché pensi che il suo comportamento sia
            etico e ragionevole, giusto? Stiamo parlando di un caso specifico, lo stop allo scam degli screenshot, in questo caso pensi che Apple abbia commesso un abuso e sia giusto darle della fascista?
            Non perché è Apple.
            Siamo due persone ragionevoli che discutono.Appunto attendo un tuo giudizio su Apple in merito alla questione....
            Insomma, mi risulta che qualche app non sia stata
            approvata perché criticava l'azienda, e voglioEsempi e link, please... se fosse come l'hai raccontata avresti ragione tu a criticare Apple...
            Ma se anche fosse così, No, prima vediamo "come è"... perché qui si critica a uccello di segugio senza preoccuparsi troppo se si afferma il vero o il falso....
            tu mi dici che se voglio
            fare una torta di mele per la mia festa di
            compleanno devo prima pagargli il pizz ... ahem,
            acquistare una licenza, poi devo spedirla
            all'Apple Pie Store, aspettare che me la
            approvino e quindi ritirarla? E solo allora potrò
            tagliarla e metterla nei piattini? E dovrei
            pensare che questa sia una cosa
            ragionevole?No, lo vedi che non hai capito nulla... Apple ti dice che sei vuoi aprire un negozio e vendere torte ai clienti del SUO supermercato non ti costa nulla, ti fornisce tutto lei compresi gli accordi con la banca e un sito vetrina per ordini online, ma trattiene una sua percentuale ad ogni vendita.Apple ti dice anche che se ti becca a fare il furbo dentro il suo supermercato ti caccia fuori a calci, tanto il mondo è pieno di supermercati analoghi, vedi Amazon, Google Play, Microsoft Store... Se vuoi farti la torta per il tuo compleanno, ti scarichi l'SDK e ti installi la torta nel tuo telefonino oppure fai un accordo "Enterprise" in modo da distribuire torte ai tuoi clienti senza passare per App Store...Adesso hai capito che tu non hai capito un razzo e continui a parlare di cose che non conosci e forse nemmeno capisci?
          • jaro scrive:
            Re: Tecno-fascismo
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: jaro

            Dato che stai rispondendo a un OT che
            rispondeva

            a un OT che a sua volta rispondeva a un OT
            ecc.,

            la cosa mi sembra un tantino

            tardiva.

            Io ho risposto al primo messaggio di questo 3d,
            tutti questi OT non li vedo... non starai
            sognando?Il primo messaggio criticava l'App Store in generale, non la faccenda degli screenshot. Il primo mio messaggio criticava il fatto che non si possano vendere applicazioni al di fuori dell'App Store. Ma magari non è vero. In tal caso sarei contento di essermi sbagliato.


            Analogamente, Apple vuole evitare un


            comportamento fraudolento, punibile per

            legge,


            all'interno del suo


            Store.



            E su questo non ho nessuna obiezione. Per me

            all'interno del suo store può fare quello che

            vuole. Il problema è che impone che
            <b


            tutto </b
            avvenga all'interno del suo

            store

            Esattamente come fanno Microsfot con xBox, Sony
            con Playstation, BMW con i suoi concessionari
            "autorizzati", Mercedes, Peugeot, FIAT, etc...
            hai idea di quanti audit e procedure devi passare
            prima di poter avere "il privilegio" di vendere
            BMW?Insomma, non è che Microsoft o Sony le apprezzi, per questo, eh? Per quanto riguarda Fiat e BMW mi sembra un paragone un po' tirato per i capelli. Io non parlo di vendere gli iPhone o gli iPad (cosa che la gente mi risulta che faccia con i suoi dispositivi usati) ma piuttosto applicazioni per questi dispositivi.
            A questo mondo il commercio è regolato, chi fa un
            prodotto può decidere le sue regole di vendita,
            se non ti sta bene, passi oltre... ma non rompere
            con la storia di Apple fascista... perché non è
            questo il caso.Questo mi sta bene. Ma le app di terze parti non sono il suo prodotto, e i dispositivi dove queste vengono installate sono stati acquistati, per cui non sono più suoi. Dunque perché dovrebbe continuare a dettar legge su queste transazioni?

            Ti sembrerà strano ma io non odio Apple. Odio

            solo gli abusi di Apple. Allo stesso modo tu
            la

            difendi perché pensi che il suo
            comportamento
            sia

            etico e ragionevole, giusto?

            Stiamo parlando di un caso specifico, lo stop
            allo scam degli screenshot, in questo caso pensi
            che Apple abbia commesso un abuso e sia giusto
            darle della
            fascista?


            Non perché è Apple.

            Siamo due persone ragionevoli che discutono.

            Appunto attendo un tuo giudizio su Apple in
            merito alla
            questione....Non la critico sulla questione in particolare. Mi sembra una buona regola, quella degli screenshot. Ma potrei anche concedere che Apple non debba giustificare le regole che applica nel suo App Store, se solo non dettasse legge su quello che succede al di fuori di esso.

            Insomma, mi risulta che qualche app non sia
            stata

            approvata perché criticava l'azienda, e
            voglio

            Esempi e link, please... se fosse come l'hai
            raccontata avresti ragione tu a criticare
            Apple...Era su questo stesso sito, ecco: http://punto-informatico.it/3270195/PI/News/app-store-molleindustria-fuori.aspx

            Ma se anche fosse così,

            No, prima vediamo "come è"... perché qui si
            critica a uccello di segugio senza preoccuparsi
            troppo se si afferma il vero o il
            falso....


            tu mi dici che se voglio

            fare una torta di mele per la mia festa di

            compleanno devo prima pagargli il pizz ...
            ahem,

            acquistare una licenza, poi devo spedirla

            all'Apple Pie Store, aspettare che me la

            approvino e quindi ritirarla? E solo allora
            potrò

            tagliarla e metterla nei piattini? E dovrei

            pensare che questa sia una cosa

            ragionevole?

            No, lo vedi che non hai capito nulla... Apple ti
            dice che sei vuoi aprire un negozio e vendere
            torte ai clienti del SUO supermercato non ti
            costa nulla, ti fornisce tutto lei compresi gli
            accordi con la banca e un sito vetrina per ordini
            online, ma trattiene una sua percentuale ad ogni
            vendita.

            Apple ti dice anche che se ti becca a fare il
            furbo dentro il suo supermercato ti caccia fuori
            a calci, tanto il mondo è pieno di supermercati
            analoghi, vedi Amazon, Google Play, Microsoft
            Store...E qualcuno di questi contiene applicazioni per iOS?
            Se vuoi farti la torta per il tuo compleanno, ti
            scarichi l'SDK e ti installi la torta nel tuo
            telefonino oppure fai un accordo "Enterprise" in
            modo da distribuire torte ai tuoi clienti senza
            passare per App
            Store...Non devo anche pagare una tassa annuale per poter installare una mia applicazione nel mio dispositivo?
            Adesso hai capito che tu non hai capito un razzo
            e continui a parlare di cose che non conosci e
            forse nemmeno
            capisci?Come ho detto più sopra, sarei contento di sbagliarmi.
Chiudi i commenti