App IO, l'accessibilità è un processo continuo

L'app IO già fin dai prossimi giorni mostrerà i primi risultati del lavoro compiuto per diventare nel tempo più accessibile e inclusiva.
L'app IO già fin dai prossimi giorni mostrerà i primi risultati del lavoro compiuto per diventare nel tempo più accessibile e inclusiva.
Guarda 8 foto Guarda 8 foto

L’app IO si muoverà nella direzione dell’accessibilità: non lo fa soltanto come risposta ai problemi emersi nelle ultime ore (contestualmente all’exploit delle richieste del bonus vacanze), ma perché vuole essere questa la vocazione di un’app dedicata espressamente ai cittadini: “Essere inclusivi verso cittadini con diverse abilità e capacità sensoriali o motorie non riguarda solo l’aspetto tecnico del prodotto. L’implementazione dell’accessibilità deve essere frutto di un processo continuo, un costante confronto con gli utilizzatori finali“.

Accessibilità, subito

La notizia è che fin dai prossimi giorni saranno compiuti i primi passi avanti. Il team social dell’app IO lo esplicita con una serie di tweet che raccontano non soltanto la vocazione dell’app, ma che esplicitano anche i tempi estremamente brevi di reazione. Il tutto sta a testimonianza del fatto che questo processo fosse già in roadmap e che ora si può accelerare per portare sull’app le prime rilevanze in tal senso:

Dopo lo sprint per #BonusVacanze, concentreremo ora gli sforzi per garantire miglior supporto possibile agli strumenti di ausilio messi a disposizione dai sistemi operativi. Già entro la fine della settimana, rilasceremo una nuova versione che include i primi risultati.

La definizione stessa di disabilità e le relative best practice da applicare nella progettazione di un prodotto digitale evolvono continuamente“, spiega il team IO: “IO app si impegnerà sempre per evolvere insieme ad esse“.

Viene così archiviata la parentesi aperta dalla diffida dell’associazione Luca Coscioni, la cui chiusura è nell’inizio di un percorso che IO promette immediato, continuo pragmatico. Inclusività come vocazione e come visione, affinché l’app IO possa diventare davvero lo sportello della PA italiana per i cittadini. Tutti i cittadini.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 07 2020
Link copiato negli appunti