Apple, 390 milioni di dollari in Finisar Corp

Cupertino punta 390 milioni sul fornitore dei componenti per la tecnologia per il riconoscimento facciale
Cupertino punta 390 milioni sul fornitore dei componenti per la tecnologia per il riconoscimento facciale

Apple ha annuncito che investirà 390 milioni di dollari in Finisar Corp , azienda fornitrice dei componenti del Vertical Cavity Surface Emitting Laser , ovvero il laser a cavità verticale a emissione superficiale utilizzato dal sistema di riconoscimento facciale di iPhone X , Face ID.

Nonostante le discussioni che ne hanno accompagnato la presentazione, soprattutto in merito all’effettiva protezione che garantisce agli utenti con la mela, Face ID rappresenta una delle principali nuove funzionalità introdotte da Apple con iPhone X dal punto di vista dell’appeal per gli utenti e l’interesse degli osservatori ed anche per questo Cupertino gli ha dedicato una pagina informativa ad hoc

Oltre ai dubbi in merito alla funzionalità, affidabilità e garanzia di sicurezza, tuttavia, Face ID ha rappresentato per Apple una questione da risolvere dal punto di vista logistico delle linee di montaggio incaricate di produrre fisicamente gli iPHone X: i partner asiatici hanno per esempio avuto non pochi problemi nell’assemblaggio dei componenti su cui si basa la tecnologia il cui complicato design aveva già costretto Cupertino a ritardare il debutto dello smartphone di un paio di mesi (da settembre a novembre).

Proprio per evitare futuri ulteriori problemi di produzione – anche in vista di una possibile integrazione della tecnologia nei nuovi iPad previsti per il 2018 – Cupertino ha ora deciso di investire, tramite il suo fondo miliardario Advanced Manufacturing Fund , quasi 400 milioni nel fornitore: tale somma sarà impiegata per costruire una fabbrica in Texas nonché per permetter a Finisar di incrementare i suoi investimenti nel settore sviluppo e commercio. Il tutto con anche l’effetto di migliorare l’efficenza della produzione dei sistemi VCSEL

Le azioni di FInisar sono cresciute a seguito della notizia del 32 per cento , mentre un concorrente diretto nella produzione della tecnologia VCSEL come Lumentum Holdings ha perso 15 punti percentuali.

“Siamo entusiasti di collaborare con Finisar per spingere in avanti i confini della tecnologia VCSEL e le applicazioni che essa supporta”, ha detto il chief operating officer di Apple Jeff Willimas.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti