Apple: acquisizione di Brighter AI per migliorare Vision Pro

Apple: acquisizione di Brighter AI per migliorare Vision Pro

Apple potrebbe acquisire la startup Brighter AI per ottimizzare l'anonimizzazione dei dati di volti e targhe su Apple Vision Pro e non solo.
Apple: acquisizione di Brighter AI per migliorare Vision Pro
Apple potrebbe acquisire la startup Brighter AI per ottimizzare l'anonimizzazione dei dati di volti e targhe su Apple Vision Pro e non solo.

Stando a quanto emerso nel corso delle ultime ore, Apple avrebbe intenzione di acquisire la tedesca Brighter AI, una startup fondata nel 2017 e specializzata nell’anonimizzazione dei dati di volti e targhe.

Apple potrebbe acquisire Brighter AI

L’acquisizione potrebbe rivelarsi particolarmente interessante perché Brighter AI offre una tecnologia AI avanzata per rendere anonimi i dati senza sfocature, in grado di alterare le immagini in maniera tale che i soggetti non siano più identificabili, andando al contempo a preservare le sembianze naturali.

Al momento, sia ben chiaro, non si tratta di informazioni ufficiali, ma diverse voci di corridoio indicano la mossa di acquisizione in questione come probabile, al fin di riuscire a migliorare le funzionalità di privacy su Apple Vision Pro. Per fare un esempio concreto, il colosso di Cupertino potrebbe prendere in considerazione la tecnologia di Brighter AI per ridurre il rischio che il visore catturi informazioni identificabili in video o foto scattati in pubblico.

Da tenere presente che Apple Vision Pro include un sottile segnale visivo sul pannello frontale durante l’acquisizione di contenuti multimediali, ma potrebbe non essere sufficiente per far capire agli altri che il visore sta registrando o scattando foto.

Inoltre, l’impiego di questa tecnologia potrebbe avvantaggiare i futuri dispositivi che renderanno l’acquisizione di foto e video ancora meno evidente.

Ricordiamo che il colosso di Cupertino utilizza già la tecnologia per sfocare volti e targhe nelle immagini di Apple Mappe. Secondo la politica di raccolta delle immagini del servizio, l’azienda applica la tecnologia di sfocatura delle immagini prima di pubblicare qualsiasi foto per proteggere la privacy delle persone catturate durante il processo di mappatura.

Fonte: 9to5Mac
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 5 feb 2024
Link copiato negli appunti