Apple, è ancora scontro con MacDefender

Il finto antivirus che da settimane sta mettendo alla prova il sistema di difese della Mela ha sviluppato una nuova versione. Cupertino ha risposto immediatamente, aggiungendo nuove definizioni al suo tool di protezione

Roma – La battaglia tra Apple e MacDefender continua a colpi di aggiornamenti e contrattacchi. L’ultimo capitolo dello scontro tra la Mela e il malware che si spaccia per antivirus vede quest’ultimo sviluppare una nuova release ed Apple rispondere prontamente aggiungendo nuovi dettagli al sistema di protezione .

L’ ultimo round tra Apple e MacDefender aveva visto la Mela rilasciare un aggiornamento di sistema, il 2011-003, che scovava il virus mettendolo in quarantena e impedendo ulteriori infezioni. ( C.S. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    Il futuro e' nel Claun (II)
    alias Clown alias marketing buzzword .
  • IgaRyu scrive:
    Box criptati
    Qualcuno ha mai tentato la creazione di un filesystem che so truecrypt, hd cryttato di mac o altri simili contenitori direttamente su un area dropbox (o similari che so wuala o spyderoak o sugarsync) per capire che velocità mantengono durante l'uso ?JC
    • reXistenZ scrive:
      Re: Box criptati

      Qualcuno ha mai tentato la creazione di un
      filesystem che so truecrypt, hd cryttato di mac o
      altri simili contenitori direttamente su un area
      dropbox (o similari che so wuala o spyderoak o
      sugarsync) per capire che velocità mantengono
      durante l'uso
      ?Mentre usi TC DB attende. Non cambia nulla in termini di velocità.
      • IgaRyu scrive:
        Re: Box criptati
        Allora potrebbe essere una soluzione alla mancanza di crittazione corretta dei dati da parte loro... oppure sbaglio qualcosa ?JC
        • Andy scrive:
          Re: Box criptati
          Ni.Per certi usi semplici concettualmente si, ma la forza di un servizio Cloud come Dropbox è la trasparenza di acXXXXX da tutti i dispositivi, senza limitazioni.Ad esempio io ho dei file su Dropbox, e li accedo dal pc, dal mac, dall'ipad e iphone, e in remoto via web se sono da qualche amico o cose simili. Se metti un truecript, addio alla trasparenza, accedi solo laddove hai un sistema con truecrypt installato.Non so come sia il protocollo di dropbox nel dettaglio, ma un servizio del genere dovrebbe avere la comunicazione client-server criptata by design in modo che chiunque implementi un client usi automaticamente una comunicazione criptata, e l'altro grosso punto è l'affidabilità del sistema server... ma la sicurezza dei server è un problema sempre e comunque, e non ha nulla a che vedere con la natura cloud del servizio. Non per questo si chiudono tutti i server su internet, ma forse è meglio affidarsi a qualcuno che non fa cappelle stratosferiche due tre volte l'anno. Una percentuale di rischio c'e' sempre nell'affacciare server su internet, al di la' degli stupidotti che danno del XXXXXXXX a chi usa servizi di tipo cloud evidentemente senza capire esattamente il problema.
  • Tukler scrive:
    Analisi errata
    Forse sarebbe stato meglio non azzardare un'analisi del motivo per cui l'infrastruttura di sicurezza di Dropbox ha fallito in questo caso, piuttosto che farne una superficiale e sostanzialmente errata.Nel caso specifico l'errore palese di Dropbox è semplicemente che tra i fattori di calcolo della chiave di cifratura non concorre la password. Questo comporta che, in caso di fallimento del sistema di autenticazione, un utente erroneamente autenticato entra automaticamente in possesso di tutto il necessario per decriptare i dati.Ovviamente questa scelta è stata fatta per consentire in maniera agevole il cambiamento della password dell'utente, ma porta necessariamente a vulnerabilità di questo tipo.Parlare di "immagazzinare le chiavi di cifratura sul PC dell'utente", come viene fatto nell'articolo, non ha molto senso, dal momento che non si chiarisce dove andrebbero immagazzinate queste chiavi, e come gestire in maniera sicura il proXXXXX di trasferimento delle chiavi sui diversi computer che devono usare il servizio, oltre ovviamente a non considerare che perdere per un qualsiasi motivo i file contenenti queste chiavi significherebbe perdere l'acXXXXX a tutti i dati. Praticamente l'intero servizio perderebbe gran parte della sua utilità.La cosa che deve essere in possesso dell'utente, che si deve occupare di portarla con sé e non smarrirla, non è la chiave di cifratura, ma la sua password, che deve essere necessaria non solo per l'autenticazione, ma anche per il calcolo della chiave di cifratura.Il problema sta quindi nella progettazione del servizio, non nella sua natura. Per quanto mi riguarda, avere un pacchetto di dati criptato su una cloud piuttosto che in mio possesso non lo rende necessariamente più vulnerabile.Ma, come ampiamente illustrato nell'ultimo post di Passpack in relazione al recente problema di Lastpass, neanche avere la mia password memorizzata in qualche modo nei server della cloud è necessariamente un problema di sicurezza. Se infatti i server venissero completamente compromessi e un'eventuale attaccante entrasse in possesso dell'hash della mia password, se questo hash fosse calcolato in maniera corretta, cercare di ricostruire la password non sarebbe affatto semplice, e sarebbe anzi più conveniente saltarla e attaccare direttamente i dati cifrati.
    • Paolo scrive:
      Re: Analisi errata
      - Scritto da: Tukler
      Nel caso specifico l'errore palese di Dropbox è
      semplicemente che tra i fattori di calcolo della
      chiave di cifratura non concorre la password.
      Questo comporta che, in caso di fallimento del
      sistema di autenticazione, un utente erroneamente
      autenticato entra automaticamente in possesso di
      tutto il necessario per decriptare i dati.
      Ovviamente questa scelta è stata fatta per
      consentire in maniera agevole il cambiamento
      della password dell'utente, ma porta
      necessariamente a vulnerabilità di questo tipo.La tua supposizione è teoricamente corretta, ma la ragione è un'altra, ben peggiore.La password non concorre nella cifratura perchè altrimenti sarebbe impossibile la condivisione dei file (se non duplicandoli) e perchè Dropbox ha dichiarato di memorizzare un unico file nel caso in cui sia presente identico nelle box di utenti multipli.Tra l'altro questo meccanismo di gestione era saltato agli onori della cronaca un mesetto fa, perchè dimostrava che i dipendenti Dropbox possono vedere cosa contengono le box degli utenti, e Dropbox aveva dovuto ammettere che era tecnicamente fattibile, anche se non lo fanno (non avrebbero potuto dichiarare il contratio, eheh).L'unico modo di rendere sicuro un repository remoto è criptare tutto "prima", cioè sul client.
      • ninjaverde scrive:
        Re: Analisi errata

        L'unico modo di rendere sicuro un repository
        remoto è criptare tutto "prima", cioè sul
        client.Io non credo "troppo" neanche a questa modalità, anche se è più sicura che non affidarsi cecamente al servizio di password del gestore, ma stà di fatto che si affida dei dati sensibili a terzi che non si conoscono neanche di persona (anche se questo non fa molta differenza) e questi hanno tutto il tempo per sperimentare modalità di hackeraggio senza chiedere permessi a nessuno.Poi può anche darsi che la cifratura o crittatura sia pressochè invincibile, ma questo fatto non è affatto scontato, specialmente se si usa una Pw del tipo 1234 (o giù di lì)
  • prova123 scrive:
    Io ho criptato i turni condominiali
    Non si sa mai ... qualche condomino che li voglia modificare. :o
    • bubba scrive:
      Re: Io ho criptato i turni condominiali
      - Scritto da: prova123
      Non si sa mai ... qualche condomino che li voglia
      modificare.
      :ocome? in ROT13? :)
  • Cic e ciac scrive:
    Basta con iCloud!
    il futuro e solo nel mattone e I soldi si tengono nel materasso!
  • Pino scrive:
    Cloud
    Mah, ci saranno pure alcuni vantaggi, ma io sono tendenzialmente d'accordo con Alfonso. I miei dati riposano al sicuro sul mio hard disk, non ho motivo di spostarli chissà dove (anche perché il costo a Gigabyte è ormai diventato ridicolo...)
    • minmax scrive:
      Re: Cloud
      Sisi, poi ti rubano in casa e hai perso il lavoro di una vita...
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: Cloud
        A questo punto non avere direttamente una casa e nessun oggetto, tanto... se te lo rubano... Anzi, affida pure tutto agli altri e paga per farlo che e' piu' comodo e sicuro...
        • sgabe scrive:
          Re: Cloud
          in termini assoluti, con un mercato più onesto..perhè no?Una macchina a noleggio, invece che comprarla è meglio, meno rotture e macchina sempre nuova... Una casa in affitto è più pratica (Se gli affitti fossero equi), puoi cambiare quartiere o città senza grandi difficoltà.... non vedo sto bisogno di avere tutto mio, tutto mio....
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Cloud
            Si' ok su quei 2 esempi posso concordare, l'ultimo poi mi hai praticamente letto nel pensiero... sopratutto non ti devi rompere le palle a vendere casa se la vuoi cambiare ;)Da qui pero' a dar via tutto... nessuno sta parlando di mio tutto mio mio mio... ci vuole sale in zuccail computer ad esempio? lo vuoi tuo o a noleggio?
          • sgabe scrive:
            Re: Cloud
            alla tuo domanda il computer lo vuoi tuo o a noleggio,rispondo dipende.... se fosse economico, perchè no?..... Essere sicuro che in caso di guasto, te lo posso cambiare in un istante sarebbe comodo. Il problema sono i prezzi, e no l'idea di fondo
          • BuDuS scrive:
            Re: Cloud
            Oddio, un conto è un computer che, dopo due mesi, è vecchio e un conto è una casa (che non invecchia di certo altrettanto celermente).Inoltre: i PC te li tirano in testa, le case decisamente meno.Ma, aldilà di questo, - rispondendo al buon Maruccia - credo che in parte il cloud non sia così "negativo", voglio dire:- avere un posto sicuro dove fare il backup, non fa male. Ok che mi posso organizzare per fare il backup dell'ufficio con un mirror a casa, ma questo implica che uno abbia ADSL (come minimo) anche lì, ecc..., non è detto sia praticissimo, per non parlare delle prestazioni.- non è detto che il cloud debba essere usato per trasferire cose particolarmente importanti. Io uso DropBox per avere un po' ovunque certi documenti che mi servono ma che, se anche dovessero "rubarmi", non me ne frega nulla. Usato in questi termini, mi sembra un buon sistema, ma sono io il primo a non fidarmi di quel coso (sono abbastanza paranoico, tendo a diffidare molto di questi sistemi, tant'è che mi sono rimosso da facebook e sono restio ad usare sistemi che condividono la proprio roba senza dare il minimo controllo).In linea teorica sarebbe un sistema piuttosto pratico ma, in realtà, apre una serie di problematiche non proprio indifferenti, ed ecco che posso condividere la faccenda del "XXXXXXXX".Tuttavia penso che il futuro sarà quello, per il semplice motivo che "a loro conviene". Penso ad esempio a tutti gli applicativi on-line, che se li vuoi usare devi abbonarti (e ci fanno un sacco di soldi) e, di colpo, XXXXno la pirateria (perché localmente non hai più nulla, sono tutti banali terminali).
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Cloud
            - Scritto da: BuDuS
            Oddio, un conto è un computer che, dopo due mesi,
            è vecchio e un conto è una casa (che non
            invecchia di certo altrettanto
            celermente).

            Inoltre: i PC te li tirano in testa, le case
            decisamente
            meno.Già il PC in testa fa male... figuriamoci la casa! :p

            Ma, aldilà di questo, - rispondendo al buon
            Maruccia - credo che in parte il cloud non sia
            così "negativo", voglio
            dire:

            - avere un posto sicuro dove fare il backup, non
            fa male. Ok che mi posso organizzare per fare il
            backup dell'ufficio con un mirror a casa, Se l'ufficio è tuo altrimenti che ci pensi il titolare alle politiche di backupma
            questo implica che uno abbia ADSL (come minimo)
            anche lì, ecc..., non è detto sia praticissimo,
            per non parlare delle
            prestazioni.
            esistono i CD, i DVD, i BD, le chiavette USB, le schede SD, i NAS... se parliamo di centinaia di GB di roba fare le cose via rete non ha molto senso visto che, almeno la prima volta, dovrai caricare TUTTO (seppur a sessioni) in rete. Se non vuoi mettere tutto e la maggior parte delle cose te le tieni in locale allora puoi tenere benissimo TUTTO in locale e farne diverse copie. Tanto non è che le server farm siano frutto di tecnologia aliena a prova di tutto e tutti. Considerando poi che USA e ASIA in quanto a disastri naturali e terrorismo non mi pare siano posti tranquilli, forse è più probabile che sparisca il data center che non tutte le tue copie ;)
            - non è detto che il cloud debba essere usato per
            trasferire cose particolarmente importanti. Io
            uso DropBox per avere un po' ovunque certi
            documenti che mi servono ma che, se anche
            dovessero "rubarmi", non me ne frega nulla. Usato
            in questi termini, mi sembra un buon sistema, ma
            sono io il primo a non fidarmi di quel coso (sono
            abbastanza paranoico, tendo a diffidare molto di
            questi sistemi, tant'è che mi sono rimosso da
            facebook e sono restio ad usare sistemi che
            condividono la proprio roba senza dare il minimo
            controllo).
            Il paranoico di solito, in quanto paranoico, ci pensa prima e certe cose le evita a priori, quindi non sei paranoico.
            In linea teorica sarebbe un sistema piuttosto
            pratico ma, in realtà, apre una serie di
            problematiche non proprio indifferenti, ed ecco
            che posso condividere la faccenda del
            "XXXXXXXX".

            Tuttavia penso che il futuro sarà quello, per il
            semplice motivo che "a loro conviene". Penso ad
            esempio a tutti gli applicativi on-line, che se
            li vuoi usare devi abbonarti (e ci fanno un sacco
            di soldi) e, di colpo, XXXXno la pirateria
            (perché localmente non hai più nulla, sono tutti
            banali
            terminali).Ed è per questo motivo che va combattuto ed evitato come la peste bubbonica!
          • BuDuS scrive:
            Re: Cloud
            Non è la tecnologia in sé ad essere malvagia ma, potenzialmente, chi la gestisce.Il cloud, se ci pensi, può essere più comodo e affidabile dei supporti.Chi è che si porta a casa il dvd o il nastro ogni sera ?Con il cloud fai un sync automatico e stai a posto. Tra l'altro hai i tuoi dati sempre a disposizione, ovunque ti trovi e, oltretutto, puoi anche condividerli facilmente con tanto di privilegi, ecc...Però, se sono un'azienda che magari sforna brevetti a gogo, chi mi dice che questi qua non possano fottermi ? Soprattutto se il cloud è gestito all'estero.È solo un esempio, ce ne stanno molti altri.Il problema temo sia tutto lì, non sta nella comodità o nell'affidabilità della tecnologia, ma nelle problematiche legate alla privacy.Problemi non di facile soluzione, perché se la cosa la gestisce un privato, lo sa solo lui quello che combina e, volendo, la cosa è analoga pure se si pensa ad una gestione pubblica (statale).E gestita da "no profit" mi pare improponibile, perché è un sistema che richiede risorse enormi, appannaggio solo di pochi players.In sostanza concordo sul fatto che probabilmente è meglio non si diffonda questo "modo di fare", ma rimango pure dell'idea che invece sarà il futuro perché gli interessi dei soliti noti portano proprio lì.E, aggiungo, vista la facilità con la quale quelli di cui sopra "sifonano" la gente, propinando aggeggi blindati che possono addirittura governare in remoto, do per scontato che nel giro di 5-10 anni ci troveremo con buona parte del software e dei dati online, in abbonamento, con DRM a gogo e chissà cos'altro.Sarà più comodo, magari fatto meglio, ma lo pagheremo a caro prezzo.
      • Rover scrive:
        Re: Cloud
        Questo è sicuramente un vantaggio del cloud (almeno come backup)Perchè l'ipotesi che hai descritto, oltre che possibilie, è anche tragica.Solo che archiviare centinaia di giga nel cluod, anche solo come copia, è problematico, non fosse altro che per i tempi di trasmissione.Personalmente, avendo la fortuna di potermi riferire a più abitazioni/uffici, preferisco tenere dei backup in una sede diversa dall'originale.E continuare a fare gli scongiuri......
        • collione scrive:
          Re: Cloud
          in pratica tieni i backup da un'altra parte? e se rubano lì?il problema è lo stesso, senza contare che, diversamente dal cloud, tu non hai possibilità di sincronizzarti senza connetterti fisicamente al sistema di backupe se vuoi invece poterti sincronizzare via rete, beh allora hai creato una cloud
      • say no scrive:
        Re: Cloud
        - Scritto da: minmax
        Sisi, poi ti rubano in casa e hai perso il lavoro
        di una vita...mai sentito parlare di backup?mai sentito parlare di backup "remoto" (una copia a casa e una in ufficio. ad esempio, entrambe criptate per bene)???
        • sgabe scrive:
          Re: Cloud
          ora capisco il copiare, ma il criptato ma che siete tutti paranoici!?! Mi chi te lo va legger i bilancio di bar mario sotto casa.....
          • Sgabbio scrive:
            Re: Cloud
            i razzi miei son sempre razzi miei, quindi uno decide se farli sapere o meno.
          • IgaRyu scrive:
            Re: Cloud
            - Scritto da: sgabe
            ora capisco il copiare, ma il criptato ma che
            siete tutti paranoici!?! Mi chi te lo va legger
            i bilancio di bar mario sotto
            casa.....Bhe in certe situazioni di lavoro, parlo del mio caso, certi dati li devi tenere copiati e crittati per pararti il XXXX fra qualche anno quando tenteranno di piazzarmelo al c**o ... qui lo hanno già fatto in passato !!JC
    • sdafsd scrive:
      Re: Cloud
      - Scritto da: Pino
      Mah, ci saranno pure alcuni vantaggi, ma io sono
      tendenzialmente d'accordo con Alfonso. I miei
      dati riposano al sicuro sul mio hard disk, non ho
      motivo di spostarli chissà dove (anche perché il
      costo a Gigabyte è ormai diventato
      ridicolo...)Non li devi spostare con dropbox, te li sincronizza con un server e basta, rimangono sul tuo disco fisso.Poi se ci tieni puoi anche fare in modo che siano criptati da te prima di caricarli sul loro server.
    • Orfheo scrive:
      Re: Cloud
      - Scritto da: Pino
      Mah, ci saranno pure alcuni vantaggi, ma io sono
      tendenzialmente d'accordo con Alfonso. I miei
      dati riposano al sicuro sul mio hard disk, non ho
      motivo di spostarli chissà dove (anche perché il
      costo a Gigabyte è ormai diventato
      ridicolo...)Non e' che mi fidi della "nuvola", ma io non considero il mio "milione" di files al sicuro neppure con la decina di copie che tengo sparse per il pianeta.Figuriamoci con una copia sola, anche se RAID, sul PC di casa, dove pure ne ho una copia ;-)Orfheo.
  • LuLu scrive:
    Il futuro è nel Cloud...
    Speriamo di no...
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Il futuro è nel Cloud...
      Solo per i XXXXXXXX che ci credono. E francamente io non sono tra questi....
      • kaiserxol scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        Addirittura XXXXXXXX? Apperò!Certo che se ci si affida a DropBox per i propri dati...Si sentono problemi tutti i giorni riguardanti al cloud, sempre riguardanti queste aziende diventate famose dal nulla e senza che nessuno conosca le loro capacità informatiche.Google, Microsoft e Apple sono di ben altra quelità e personalmente uso Google già da parecchio tempo per foto e documenti. Sarò un XXXXXXXX, ma non ho mai avuto problemi, anzi...quando ho dovuto recuperare modifiche di file vecchie di settimane l'ho potuto fare (grazie al versionamento del cloud) cosa che normalmente avrei dovuto rifare manualmente.Va bene usare i piedi di piombo, ma mi sembra che stiate un po' esagerando.
        • krane scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          - Scritto da: kaiserxol
          Addirittura XXXXXXXX? Apperò!Tanto siamo su pi, qui le parolacce volano e la censura e' randomica.Se poi lo fa un redattore sai che bell'esempio ?
          • minmax scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Questo linguaggio da un redattore è incredibile, tralaltro offende senza argomentarne le motivazioni. In genere queste persone vengono definite Troll
          • mao scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Da Maruccia mi aspetto solo il peggio
          • Stronzo scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            ma chi spaccimma sXXXXX credete di essere, brutti castratisolo io sono l'unico ed inimitabile XXXXXXX (rotfl)
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Quale articolo: questo è un commento personale, c'è una bella differenza :-P
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            il problema è che uno della redazione, dovrebbe steneresi ad eseprimersi in certi modi nel posto dove lavora.Ricordo ancora la tua caduta di stile, dove insultavi indistintamente tutti gli utenti apple.
          • ops scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            e Lo chiami lavoro? Se in italia si badasse al merito questo mariuccia sarebbe a raccogliere l'immondizia della sua città Di XXXXX
          • Burp scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: Sgabbio
            il problema è che uno della redazione, dovrebbe
            steneresi ad eseprimersi in certi modi nel posto
            dove
            lavora.

            Ricordo ancora la tua caduta di stile, dove
            insultavi indistintamente tutti gli utenti
            apple.Ma no, lo stile è sempre quello, è già in basso, nessuna caduta :DInoltre stabilisce che "XXXXXXXX" non è un contenuto ingiurioso e volgare. Dunque, miei cari XXXXXXXX, godetevi il vostro glorioso epiteto.
          • Burp scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: Sgabbio
            il problema è che uno della redazione, dovrebbe
            steneresi ad eseprimersi in certi modi nel posto
            dove
            lavora.

            Ricordo ancora la tua caduta di stile, dove
            insultavi indistintamente tutti gli utenti
            apple.Toh, il T-1000 ha fulmineamente censurato il mio commento, eppure Maruccia usa il termine XXXXXXXX e, certamente, uno della redazione non inserisce un contenuto ingiurioso e volgare. :o (newbie) :D
          • giobbe scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Peccato per te che ci credono altri XXXXXXXX a iniziare da un certo sj, forse è per questo che tu sei un piccolo signor nessuno
          • ops scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Bene, se credi sia davvero corretto insultare gli altri a ruota libera allora non cancellare I commenti Di chi insulta te XXXXXXX
          • ops scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Bene, se credi sia davvero corretto insultare gli altri a ruota libera allora non cancellare I commenti Di chi insulta te XXXXXXX
          • Burp scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: reXistenZ
            Francamente non capisco il nesso tra questa
            notizia e il cloud. Si tratta di un furto in
            teoria possibile in tutte le grandi società che
            dispongono di server collegati a internet. E'
            cloud pure
            questo?I server delle società a cui affidi i tuoi dati vengono bucati per lulz o introducono bug così terrificati che si bucano da sole. Nel tanto sbandierato Cloud affidi i tuoi dati ecc a terzi. Se ti fidi del Cloud, sei un XXXXXXXX. E se non ci sei arrivato, sei un XXXXXXXX. E se il T-1000 mi censura, è un XXXXXXXX. :D
          • reXistenZ scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...

            I server delle società a cui affidi i tuoi dati
            vengono bucati per lulz o introducono bug così
            terrificati che si bucano da sole. Nel tanto
            sbandierato Cloud affidi i tuoi dati ecc a terzi.
            Se ti fidi del Cloud, sei un XXXXXXXX. E se non
            ci sei arrivato, sei un XXXXXXXX. E se il T-1000
            mi censura, è un XXXXXXXX.
            :DOttimo, le tue argomentazioni m'hanno convinto, chiedo a tutti di spegnere i server per avere una sicurezza assoluta.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            ma che dici, è un grande invece!
          • krane scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: Nome e cognome
            ma che dici, è un grande invece!Un grande XXXXXXXX ?
        • Luganega scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          Se vuoi utilizzare Dropbox non c'è problema. Basta creare un contenitore criptato con TrueCrypt... Non è difficile.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            io avevo visto un'alternativa a drop box che permette di fare alcune cose in più oltre a dare più spazio alla sua controparte gratuita, purtroppo però non ha un client sotto linux :(
          • Lesso scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Qual'è il nome?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            https://www.sugarsync.com/cosi ti togli la curiosità
          • bellali scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Se utilizzi questo link per il sign up ti danno 500MB in piu' in un account free in aggiunta ai 5GB - dovessi in futuro fare un upgrade a un pacchetto a pagamento di daranno 10GB in piu' free a vita.Enjoy! https://www.sugarsync.com/referral?rf=baq8g6w5wgtp8
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Non mi sono ancora iscritto in primis, perchè devo valutare bene un paio di cose. Su linux non posso usare il loro client perchè non c'è... una cosa non da poco se hai bisogno di avere dei file al volo su più piattaforme.(non che dropbox sia facile da installare su linux...)
          • Lesso scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Grazie! :-)
          • ephestione scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: Sgabbio
            (non che dropbox sia facile da installare su
            linux...)e perché? Scarichi, avvii, lui scarica e avvia il demone proprietario, fatto
          • fleed scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: Luganega
            Se vuoi utilizzare Dropbox non c'è problema.
            Basta creare un contenitore criptato con
            TrueCrypt... Non è difficile.Non penso proprio... per tanti motivi
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            un esempio ?
          • fleed scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            1. Se crei un contenitore TrueCrypt lo farai sicuramente da diversi MB, di certo non 3 MB. DropBox (a quanto ricordo) carica interamente il file modificato, non "i bytes" che riportano solo la differenza, per cui ti troveresti a dover uploadare ogni volta un file enorme.2. Ho premesso il punto 1, ma al 99% il sistema non funziona con TrueCrypt. Questo perché un contenitore TrueCrypt ha la prerogativa di preservare sempre inalterate le intestazioni del file, così come data, ora e checksum. E' una delle misure di sicurezza intrinseche di TrueCrypt. Per cui dato che il tuo file non sarà mai alterato agli occhi del s.o. e dei vari sw non verrà mai ricaricato dopo le modifiche.3. Ammesso che funzioni (ma vedi sopra) come pensi di utilizzare un file di TrueCrypt su iPhone o su Android, ad esempio?
          • reXistenZ scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...

            1. Se crei un contenitore TrueCrypt lo farai
            sicuramente da diversi MB, di certo non 3 MB.
            DropBox (a quanto ricordo) carica interamente il
            file modificato, non "i bytes" che riportano solo
            la differenza, per cui ti troveresti a dover
            uploadare ogni volta un file
            enorme.Falso. Viene traferita solo la porzione di file (contenitore) modificata. Il problema sta nel fatto che il contenitore deve essere chiuso e poi riaperto.
            2. Ho premesso il punto 1, ma al 99% il sistema
            non funziona con TrueCrypt. Questo perché un
            contenitore TrueCrypt ha la prerogativa di
            preservare sempre inalterate le intestazioni del
            file, così come data, ora e checksum. E' unachecksum??? Cambi il file e il checksum rimane lo stesso???
            delle misure di sicurezza intrinseche di
            TrueCrypt. Per cui dato che il tuo file non sarà
            mai alterato agli occhi del s.o. e dei vari sw
            non verrà mai ricaricato dopo le
            modifiche.Non so, ma l'esperienza degli utenti contraddice la tua tesi.
            3. Ammesso che funzioni (ma vedi sopra) come
            pensi di utilizzare un file di TrueCrypt su
            iPhone o su Android, ad
            esempio?Ovviamente non si può. In ogni caso L'uso di TrueCrypt comporta l'impiego di Dropbox come sistema di backup e non di sincronizzazione, che sarebbe la sua funziona nativa. Se c'è qualcuno che memorizza dati sensibili su un dispositivo mobile, immagino che il problema più grande (anche della sicurezza di un server remoto) sia la potenziale perdita o il potenziale furto dell'apparecchio. Insomma, diamo il giusto peso alle cose.
          • fleed scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...

            Falso. Viene traferita solo la porzione di file
            (contenitore) modificata. Il problema sta nel
            fatto che il contenitore deve essere chiuso e poi
            riaperto.Evidentemente non sai come funziona TrueCrypt
            checksum??? Cambi il file e il checksum rimane loEvidentemente non conosci TrueCrypt
            Non so, ma l'esperienza degli utenti contraddice
            la tua tesi.Finora ho sempre sentito (e non solo qui) gente che dice che si potrebbe usare TrueCrypt, ma nessuno che dica IO USO TrueCrypt con DropBox.
            ...In ogni caso L'uso di TrueCrypt comporta l'impiego
            di Dropbox come sistema di backup e non di sincronizzazioneEvidentemente non ti è chiara la differenza tra backup e sincronizzazione (e Dropbox NON E' un sistema di backup)
            Insomma, diamo il giusto peso alle cose.Certo
          • reXistenZ scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...


            Falso. Viene traferita solo la porzione di file

            (contenitore) modificata. Il problema sta nel

            fatto che il contenitore deve essere chiuso e
            poi

            riaperto.
            Evidentemente non sai come funziona TrueCryptEvidentemente non lo capiscono nemmeno tutti quegli utenti che lo usano in combinazione con DropBox e che scrivono sui forum.
            Finora ho sempre sentito (e non solo qui) gente
            che dice che si potrebbe usare TrueCrypt, ma
            nessuno che dica IO USO TrueCrypt con
            DropBox.Mi dispiace ùma più che dirti: cerca "truecrypt dropbox" su google non so cosa fare. Se trovi qualcuno disposto a perdere una giornata per farti toccare con mano come Gesù a San Tommaso fammi sapere.

            di Dropbox come sistema di backup e non di
            sincronizzazione
            Evidentemente non ti è chiara la differenza tra
            backup e sincronizzazione (e Dropbox NON E' un
            sistema di
            backup)Che è esattamente quello che ho detto io. Evidentemente non parlo la tua stessa lingua.
          • reXistenZ scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...

            Evidentemente non conosci TrueCrypt


            Non so, ma l'esperienza degli utenti contraddice

            la tua tesi.
            Finora ho sempre sentito (e non solo qui) gente
            che dice che si potrebbe usare TrueCrypt, ma
            nessuno che dica IO USO TrueCrypt con
            DropBox.A proposito, così, tanto per coerenza, scrivi a Martin Brickmann dicendogli che è un millantatore e che tutti i suoi lettori sono dei XXXXXXXX, come fa Mariuccia. Magari apri anche un blog e riuscirai a fare meglio di ghacks.http://www.ghacks.net/2011/04/22/storing-data-in-the-cloud-with-dropbox-and-truecrypt/
          • fleed scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Conosco anch'io Ghacks e apprezzo l'autore.Confermo che IMHO l'uso di TrueCrypt con Dropbox rimane un workaround di alquanto dubbia sensatezza e che non userei mai, visto che penalizza moltissimo le funzionalità per le quali è stato pensato Dropbox (per dirne una il problema di non dover/poter aprire il volume su due PC contemp., come dice correttamente anche Brickmann).Il fatto che Brikmann spieghi che è possibile usare questo sistema non conferma certo che il sistema è valido, è solo la SUA opinione.Tuttavia poiché mi reputo una persona obiettiva faccio ammenda sulle imprecisioni che ho detto, obiettivamente su quei due punti ho sbagliato io (anche se devo ancora trovare conferma di alcune cose sulla documentaz di T.C.). Mi era più semplice non rispondere più ai post, ma quel che è giusto è giusto.Saluti comunque
          • reXistenZ scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...

            Tuttavia poiché mi reputo una persona obiettiva
            faccio ammenda sulle imprecisioni che ho detto,
            obiettivamente su quei due punti ho sbagliato io
            (anche se devo ancora trovare conferma di alcune
            cose sulla documentaz di T.C.). Mi era più
            semplice non rispondere più ai post, ma quel che
            è giusto è
            giusto.
            Saluti comunqueGrazie della precisazione.Sono d'accordo con le tue osservazioni precedenti, e comunque ti segnalo anche questi (con i loro limiti):http://getsecretsync.com/ss/http://www.boxcryptor.com/
          • fleed scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: reXistenZ
            comunque ti segnalo anche questi
            (con i loro
            limiti):
            http://getsecretsync.com/ss/
            http://www.boxcryptor.com/Do un occhio volentieri alle tue segnalazioni.Personalmente io uso Wuala, che tra le altre cose effettua già di suo la crittografia lato client, PRIMA di inviare i dati ai server cloud. Oltretutto è disponibile per Windows, Linux, iOS e Android (forse anche Mac, non ricordo).Lo scambio di info va sempre bene..Buon we
          • reXistenZ scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...

            Personalmente io uso WualaSì, lo conoscevo, buono.Personalmente io uso CrashPlan. Ha una filosofia diversa ma lo trovo comodissimo.
        • ninjaverde scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          - Scritto da: kaiserxol
          Addirittura XXXXXXXX? Apperò!
          Certo che se ci si affida a DropBox per i propri
          dati...
          Si sentono problemi tutti i giorni riguardanti al
          cloud, sempre riguardanti queste aziende
          diventate famose dal nulla e senza che nessuno
          conosca le loro capacità
          informatiche.
          Google, Microsoft e Apple sono di ben altra
          quelità e personalmente uso Google già da
          parecchio tempo per foto e documenti. Sarò un
          XXXXXXXX, ma non ho mai avuto problemi,
          anzi...quando ho dovuto recuperare modifiche di
          file vecchie di settimane l'ho potuto fare
          (grazie al versionamento del cloud) cosa che
          normalmente avrei dovuto rifare
          manualmente.

          Va bene usare i piedi di piombo, ma mi sembra che
          stiate un po'
          esagerando.Ci sarà sempre chi si illude.....E voi credete che queste famose ditte americane facciano tutto questo per il benessere dell'umanità?O per pochi spiccoli?Già forse sono ditte ONLUS ossia senza scopo di lucro!...Perdonatemi sono male informato! :$
      • mao scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        Il futuro sará cloud, io ci credo ed il XXXXXXXX sei tu!
      • Bracciodife rro scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        Si possono esprimere le proprie opinioni senza offendere nessuno :-)In moltissimi forum, con una tale affermazione, si verrebbe bannati all'istante (e con ragione!) ;-)
      • Alfonso Maruccia scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        Il mio "XXXXXXXX" era generico, querelami stò ca.... :-D
        • Bracciodife rro scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          Azz... che forum serio....! Bye
          • collione scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            Maruccia for president :Dimpeachment e scioglimento del governo dopo 2 ore (rotfl)
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            perche' 2 ore? Non si puo' far prima? Devono andare in bagno e c'e' la fila?
        • say no scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          - Scritto da: Alfonso Maruccia
          Il mio "XXXXXXXX" era generico, querelami stò
          ca....
          :-Dsolidarietà a marcucciae a questi signori che minacciano querele, dopo aver smerro con difficoltà di trattenere le risate, un invito:perché non andate prima a denunciare un altro signore che più volte ha dato del "co..one" a milioni di cittadini che non gli hanno dimostrato apprezzamento politico?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            io mica denuncio lui per aver insultato indistitamente una intera categoria di persone per poi fare come berlusconi, arrampicandosi sugli specchi :D
        • bellali scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          Sei un poverino, mi fai pena.
      • ops scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        ho sempre avuto l'impressione negli ultimi anni che PI sia man mano diventato un forum di XXXXX e stupidi arroganti, e questa ne e' la prova evidente, spero che tu finisca la tua "carriera" a pulire i cessi di qualche supermercato... ma non preoccuparti, tutti sanno come funzionano le cose in italia
      • Sgabbio scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        Sei una tristezza, ma non tanto per il parere espresso, ma per come lo esprimi.... PI sempre più in basso.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        bhe il Cloud dovrebbe essere una cosa in più è non la sola cosa, giusto per evitare problemi di quel genere.
      • shevathas scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Solo per i XXXXXXXX che ci credono. E francamente
        io non sono tra
        questi....ehm, forse il concetto poteva essere espresso in termini maggiormente diplomatici.
      • collione scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        si ma rimane il problema che quei XXXXXXXX, che sono la maggioranza, lo useranno e le aziende impegnate troveranno un modo per costringere ad usare il cloud perchè altrimenti non potremo comunicare con quei XXXXXXXX, mandargli documenti, ricevere email, ecc...è lo stesso discorso che vale per windows se ci fai caso
      • say no scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Solo per i XXXXXXXX che ci credono. E francamente
        io non sono tra questi....ti quoto alla grande!!!e da oggi ho un nuovo idolo: alfonso marcuccia
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          Si' pero' da oggi allora il termine e' sdoganato e lo possiamo usare tutti e non ci vedremo censurati i post, se no non vale! @^ :p
          • krane scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia
            Si' pero' da oggi allora il termine e' sdoganato
            e lo possiamo usare tutti e non ci vedremo
            censurati i post, se no non vale! @^
            :pAl piu' si dice: sei quello che dice lui http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3195537&m=3196044#p3196044
      • coglione scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        Ma te la sei vista la faccia da XXXXX che ti ritrovi? E dài del XXXXXXXX agli altri ? Ma chi è invece il XXXXXXXX che ti paga...
      • bellali scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        Bello vedere come un giornalista si esprime ed e' in grado di argomentare le proprie opinioni...Porello...vedrai che quando google translate sara' piu' accurato, il XXXXXXXX a cui danno un calcio in XXXX sarai tu.
      • ninjaverde scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...

        Ma ho un "brutto" prurito in uno dei miei
        "emisferi" cerebrali ... non mi avventurerei a
        fare
        previsioni.

        Di "atteggiamenti non intelligenti" e'
        "lastricata" la strada dell'informatica degli
        ultimi 5.000 giorni ...
        ;-)
        Ti quoto sul "prurito" che a me però si presenta un una certa parte del corpo bassa, se penso a queso tema.Tanti magari metto già dati sensibili su Face Boook ed ora li metteranno sulle "nuvoette" così qualcuno programmerà "bene" una chiave universalle che servirà solo a lui "gestore" per visionare quello che più gli interessa.Del resto si sa che nel mondo ci sono due tipi di persone i mettinc....i ed i prendinc....i e se uno non conosce questo e non sa di quale categoria apopartine si fiderà... e quindi....Ogni riferimento scurrile è puramente casuale.
        • Orfheo scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          - Scritto da: ninjaverde

          Ma ho un "brutto" prurito in uno dei miei

          "emisferi" cerebrali ... non mi avventurerei a

          fare

          previsioni.



          Di "atteggiamenti non intelligenti" e'

          "lastricata" la strada dell'informatica degli

          ultimi 5.000 giorni ...

          ;-)


          Ti quoto sul "prurito" che a me però si presenta
          un una certa parte del corpo bassa, se penso a
          queso
          tema.
          Tanti magari metto già dati sensibili su Face
          Boook ed ora li metteranno sulle "nuvoette" così
          qualcuno programmerà "bene" una chiave
          universalle che servirà solo a lui "gestore" per
          visionare quello che più gli
          interessa.
          Del resto si sa che nel mondo ci sono due tipi di
          persone i mettinc....i ed i prendinc....i e se
          uno non conosce questo e non sa di quale
          categoria apopartine si fiderà... e
          quindi....

          Ogni riferimento scurrile è puramente casuale.Le tue "categorie" esistenziali, per quanto casualmente scurrili, coincidono grosso modo con le mie ;-)Detto in altro modo o sei "preda" o sei "predatore", a volte entrambe le cose, ma in qualche modo devi "sopravvivere". E' un comandamento dettato da miliardi di anni di evoluzione, che ogni nostra singola cellula "grida" dagli abissi del tempo.Ti piace di piu' cosi'? ;-)Orfheo.
          • ninjaverde scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...

            Detto in altro modo o sei "preda" o sei
            "predatore", a volte entrambe le cose, ma in
            qualche modo devi "sopravvivere". E' un
            comandamento dettato da miliardi di anni di
            evoluzione, che ogni nostra singola cellula
            "grida" dagli abissi del
            tempo.

            Ti piace di piu' cosi'? ;-)Sì si, fa fine e non impegna.....(rotfl)In natura le prede di solito scappano a gambe levate, ma succede anche, un certi casi che un uccellino viene ipnotizzato da un serpente. Invece di volare via si lasca attirare dal serpente e gli va incontro, finendo alla portata della sua bocca! Così anche gli umani, come gli uccellini-prede, si lasciano ipnotizzare dalle sirene del Cloud e ci finiscono dentro.Forse qualcuno più astuto un giorno o l'altro porebbe fingere di essere una preda, ed al posto del "malloppo" potrebbe infilare una bella "pietra rovente" in bocca al serpente @^...........Mi ricorda anche un'altra storia mitologica, quella di Saturno ingannato con una pietra, invece di fagocitare Giove. Poi in seguito lo detronizzò.......La storia si ripetrà... :@
          • Orfheo scrive:
            Re: Il futuro è nel Cloud...
            - Scritto da: ninjaverde

            Detto in altro modo o sei "preda" o sei

            "predatore", a volte entrambe le cose, ma in

            qualche modo devi "sopravvivere". E' un

            comandamento dettato da miliardi di anni di

            evoluzione, che ogni nostra singola cellula

            "grida" dagli abissi del

            tempo.



            Ti piace di piu' cosi'? ;-)

            Sì si, fa fine e non impegna.....(rotfl)

            In natura le prede di solito scappano a gambe
            levate, ma succede anche, un certi casi che un
            uccellino viene ipnotizzato da un serpente.
            Invece di volare via si lasca attirare dal
            serpente e gli va incontro, finendo alla portata
            della sua
            bocca!

            Così anche gli umani, come gli uccellini-prede,
            si lasciano ipnotizzare dalle sirene del Cloud e
            ci finiscono
            dentro.
            Forse qualcuno più astuto un giorno o l'altro
            porebbe fingere di essere una preda, ed al posto
            del "malloppo" potrebbe infilare una bella
            "pietra rovente" in bocca al serpente
            @^........
            ...Mi ricorda anche un'altra storia mitologica,
            quella di Saturno ingannato con una pietra,
            invece di fagocitare Giove.Saturno ... era "Cronos" ... il "tempo" ... se non ricordo male la mitologia greca ... che si "cibava" dei suoi "figli" dopo averli "generati" per non rischiare di essere "detronizzato" ...Che stupenda "metafora" della vita ...Orfheo.

            Poi in seguito lo detronizzò....
            ...La storia si ripetrà... :@
      • hacher scrive:
        Re: Il futuro è nel Cloud...
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Solo per i XXXXXXXX che ci credono. E francamente
        io non sono tra
        questi....e poi hai window sul pc!... aha aha aha aha aha aha aha
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: Il futuro è nel Cloud...
          Se è per questo c'ho anche Diablo II, sul PC. Dammi un solo motivo per cui non dovrei considerare la cosa come vitale :-P
    • 1977 scrive:
      Re: Il futuro è nel Cloud...
      - Scritto da: LuLu
      Speriamo di no...speriamo di si, ma solo a patto che dietro ci siano persone che sanno fare il proprio lavoro.. non questi scalzacani.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Il futuro è nel Cloud...
      Infatti, sara' un futuro nuvoloso.... sempre coperto e mai sereno
    • ruppolo scrive:
      Re: Il futuro è nel Cloud...
      - Scritto da: LuLu
      Speriamo di no...Dipende dalla serietà di chi sta dietro.DropBox si è dimostrata non seria, quindi croce sopra.Google, beh, loro almeno sono onesti, ti dicono fin da subito, nero su bianco, che tutti i tuoi dati sono a loro disposizione per usarli come meglio credono.
Chiudi i commenti