Apple brevetta un MacBook con display doppio e touch

Apple brevetta un MacBook con display doppio e touch

Apple ha brevettato un MacBook dotato di doppio schermo, con supporto al touch screen e alla ricarica wireless anche di tipo inverso.
Apple ha brevettato un MacBook dotato di doppio schermo, con supporto al touch screen e alla ricarica wireless anche di tipo inverso.

Apple ha da poco presentato il MacBook Air con chip M2 e il nuovo MacBook Pro da 13 pollici (a proposito, è disponibile in pre-ordine su Amazon), ma già si pensa a quelle che potrebbero essere le future e ancora più evolute mosse dell’azienda sul fronte laptop. Nel corso delle ultime ore, infatti, è emerso online un brevetto che descrive un MacBook con due schermi, di cui uno touch, e con sistema di ricarica wireless, anche inversa.

Apple: un nuovo brevetto per un MacBook con due schermi

Andando più in dettaglio, il brevetto in questione, depositato negli USA e accordato il 21 giugno, fa riferimento a un laptop Apple presumibilmente dotato di due display, con quello inferiore touch screen e la capacità di proiettare l’immagine di una tastiera. Nell’area inferiore Apple potrebbe pure includere dei sensori aggiuntivi come accelerometro, scanner di impronte digitali e dei misuratori di ossigeno e zucchero nel sangue.

Il touch screen andrebbe altresì implementare una sorta di 3D Touch, per cui l’utente dovrebbe applicare una forza adeguata per far registrare la pressione di un tasto della tastiera virtuale.

A tutto ciò si sommerebbe la presenza di alcune aree nella parte inferiore del dispositivo, sensibili al tocco e mediante cui disegnare e scrivere a mano libera.

Da notare che nel brevetto si parla di display basati praticamente su tutte le tecnologie più attuali (LCD, LED e OLED) che per ora non sono ancora arrivate, almeno non su MacBook.

Per quel che concerne la ricarica wireless, vale la pena tenere presente che non funziona con le scocche di metallo, in quanto possono causare interferenza e non lasciano passare la corrente, dunque resta da vedere come potrebbe essere sviluppata effettivamente la cosa.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: iMore
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 giu 2022
Link copiato negli appunti