Apple, bye bye PowerPC

Dopo le prime rivelazioni altre fonti confermano che Apple sarebbe in trattative con Intel per l'utilizzo dei suoi processori sui Mac. L'annuncio, di portata epocale, dovrebbe arrivare nelle prossime ore


Roma – Stando a quanto riportato negli scorsi giorni da C/Net , oggi Apple sfrutterà i palchi della WorldWide Developer Conference (WWDC) di San Francisco per dare un annuncio epocale: la progressiva transizione dei computer Macintosh verso i processori x86 di Intel.

Se così sarà, l’accordo tra Apple e Intel confermerebbe le indiscrezioni pubblicate poche settimane fa dal Wall Street Journal e le molte voci circolate a più riprese nell’ultimo periodo.

La migrazione di Apple verso le CPU di Intel dovrebbe iniziare nella metà del 2006 e interessare dapprima la linea di computer consumer, come i Mac Mini, e poi quella dei Power Mac.

Proprio ieri la nota webzine The Inquirer ha affermato che Apple avrebbe già avviato dei negoziati anche con AMD: ciò potrebbe significare la convivenza, nell’offerta del produttore californiano, di sistemi basati sulle CPU di entrambe le rivali del mercato x86. Apple potrebbe ad esempio utilizzare il Pentium M e il Pentium D nei propri sistemi di fascia mobile e desktop e gli Opteron nelle workstation di fascia alta e nei server.

Il matrimonio di Apple con Intel significherà in questo quadro la fine della lunga partnership tra la prima e IBM. Apple ha utilizzato i chip PowerPC di Big Blue fin dal 1994, un anno che segnò il pensionamento della vecchia piattaforma di computing 680×0 di Motorola. Come accadde all’epoca, per sfruttare appieno l’architettura dei nuovi processori obbligherà i programmatori a riscrivere le proprie applicazioni. La stessa Apple dovrà rimettere mano al codice del proprio software, in primis il sistema operativo Mac OS X: il porting di quest’ultimo è tuttavia semplificato dal fatto che esiste già da tempo una versione x86 del kernel Darwin.

Molti analisti rimangono piuttosto scettici sulla possibilità che Apple intraprenda davvero una tale mossa. Nathan Brookwood, analista di Insight 64 , afferma addirittura che “la quota di mercato di Apple potrebbe non sopravvivere ad un altro cambio di architettura”.

Sono numerosi gli utenti della Mela che, su vari forum e gruppi di discussione, si sono detti contrari ad una “contaminazione” del mondo Mac con la tecnologia x86: il timore più diffuso è che tale migrazione possa far perdere ai sistemi di Apple un importante elemento di distinzione, trasformandoli di fatto in “PC di marca”.

C’è tuttavia chi fa notare che la partnership con Intel fornirebbe ad Apple possibilità di manovra assai più ampie di quelle attuali: in particolare, la società di Cupertino potrebbe incrementare le performance dei propri computer senza ricorrere a costose configurazioni bi-processore. Una delle maggiori fonti di attrito tra Apple e IBM è proprio lo scarso entusiasmo mostrato da quest’ultima nell’ampliare e aggiornare la gamma di CPU dedicate ai Mac: Big Blue non ha mai nascosto il fatto che il mercato dei Mac, che rappresenta meno del 2% dell’intero settore dei personal computer, è per lei un business poco redditizio.

Per conoscere il futuro di Apple, del Mac e di un pezzo di storia dei personal computer non resta che attendere il keynote del boss di Apple, Steve Jobs, presso la WWDC.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mazinga@ scrive:
    Ma guarda un po'... :o
    La volta scorsa avevo visto nel medesimo sito che "qualcuno" aveva brevettato "un sistema" di "conversione" da "roba qualsiasi" a XML (voi si che avete idee geniali cmq... ;) ), ma che coincidenza..."mo che brave persone, ... mo che Brave Persooone!!"Ma come si permette la microzozz di brevettare uno standard?Possibile che non esista un'autorita' che stia all'ufficio brevetti pronta a usare il frustino nelle parti basse di codesti legali e consulenti...???Se fossi un politico farei subito la proposta di legge di cui sopra, oltre a far tornare tutti alla lira ovviamente..... ;)Io propongo la "ribellione di massa"... 8)(troll3) Tie!! (troll3)
  • miomao scrive:
    Standard aperto o Cavallo di Troia?
    Microsoft promuove standard aperti basati su XML e allo stesso tempo colleziona brevetti chiave su XML.Le cose sono due:1 - Alla Microsoft sono impazziti e buttano denaro per proteggere dall'imitazione standard che nascono proprio per essere imitati.2 - Alla Microsoft sono furbi e intendono diffondere standard aperti "ad orologeria".Sapendo che avranno potere di vita o di morte su tutte le applicazioni che li adotteranno.Ricorda la vicenda Rambus...==================================Modificato dall'autore il 06/06/2005 11.06.33
    • Anonimo scrive:
      Re: Standard aperto o Cavallo di Troia?
      Ti quoto in pieno (almeno questo si puo' ancora fare senza pagare i diritti a qualcuno :P )CoD
    • Guybrush scrive:
      Re: Standard aperto o Cavallo di Troia?
      Il consorzio rambus ha chiuso i battenti per colpa di richieste assolutamente fuori mercato rispetto a tecnologie concorrenti.Microsoft non commettera' quell'errore, credo.Mi sto sbagliando su qualcosa?
      GT
      • illegalinstruct scrive:
        Re: Standard aperto o Cavallo di Troia?
        - Scritto da: Guybrush
        Il consorzio rambus ha chiuso i battenti per
        colpa di richieste assolutamente fuori mercato
        rispetto a tecnologie concorrenti.

        Microsoft non commettera' quell'errore, credo.

        Mi sto sbagliando su qualcosa?


        GT
        • Anonimo scrive:
          Re: Standard aperto o Cavallo di Troia?
          - Scritto da: illegalinstruct
          si , sul fatto che microsoft e' monopolista e
          quindi le normali leggi di mercato non si
          applicano a questa situazione .Eh è monopolista con IEE' monopolista con Ms OfficeE' monopolista con i videogiochi per pc perché le fa le Directx E' monopolista con i sistemi operativiE' quasi monopolista con i server di video streamingDunque, se ha conquistato tutti questi monopoli magari è perché gli altri concorrenti sono più scarsi.Certo mi direte che IE è bucato qua e la, però su slashdot tempo fa c'era un articolo che spiegava come fosse impossibile fare un browser perfetto. Quindi se firefox ad esempio avesse il 90% del mercato anche lui sarebbe bucato di qua e di là. Diciamo che se la gente è passata a IE è perché lo ha preferito a quel baraccone di Netscape.Ms Office è un fior di suite. Infatti tutte quelle concorrenti non fanno altro che imitarla. E prima di openoffice/staroffice ce n'erano altre di gratuite, fatto sta che negli uffici si preferisce Ms Office e non solo per la storia dei file, ma perché è un prodotto di qualità.Anche le directx, molte case di giochi le usano perché si trovano bene così. Per lo streaming, io e molti altri odiamo il realplayer, un perché ci sarà no?Diciamo che la Microsoft si è conquistata il mercato grazie alla sua capacità di individuare i bisogni reali dei clienti. Siccome nell'informatica è facile clonare un prodotto è giusto che in qualche modo si protegga, ad esempio brevettando il suo formato (formato che comunque diventerà aperto).La qualità, la ricerca e lo sviluppo si pagano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Standard aperto o Cavallo di Troia?
            - Scritto da: Anonimo
            Siccome nell'informatica è facile clonare un
            prodotto è giusto che in qualche modo si
            protegga, ad esempio brevettando il suo formatoche e' cosi innovativo da meritare un brevetto ??i casi sono tre , secondo la mia mdoesta opinione :1) lavori per MS2)sei un troll3) non capisci una mazza ne' di economia ne' di informatica e per gli ultimi 10 anni hai vissuto in un eremo in tibet .spero per te che tu rientri nelle prime 2 p.s : ridateci BeOS :-(
  • Anonimo scrive:
    Come OpenOffice
    Finalmente la Microsoft si é resa conto che un xml zippato é molto meglio di tanta altra "robaccia" binaria.......infatti openoffice lo fa giá da un bel po di tempo... Un passo in avanti comunque é stato fatto,peró ho dei seri dubbi che chiunque possa implementare dei programmi per leggere/scrivere i formati microsoft, mi sembra al quanto strano. Probabilmente ora la compatibilitá ci sará solamente sui documenti semplici e non su quelli complessi che magari includono oggetti ole(grafici, tabelle, etc, etc), che saranno sempre piú frequenti...si vedrá!ciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Come OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Finalmente la Microsoft si é resa conto che un
      xml zippato é molto meglio di tanta altra
      "robaccia" binaria....
      ...infatti openoffice lo fa giá da un bel po di
      tempo...

      Un passo in avanti comunque é stato fatto,peró ho
      dei seri dubbi che chiunque possa implementare
      dei programmi per leggere/scrivere i formati
      microsoft, mi sembra al quanto strano.
      Probabilmente ora la compatibilitá ci sará
      solamente sui documenti semplici e non su quelli
      complessi che magari includono oggetti
      ole(grafici, tabelle, etc, etc), che saranno
      sempre piú frequenti...

      si vedrá!

      ciao a tuttipurtroppo gli oggetti ole rimarranno sempre totalmente incompatibili per la loro naturama almeno tutto il resto sarà più facile da gestire :)))
      • Guybrush scrive:
        Re: Come OpenOffice
        Con .NET gli oggetti OLE sono destinati a scomparire.L'aver brevettato la conversione in XML di oggetti e il viceversa credo sia stata fatta per costringere tutti gli sviluppatori ad utilizzare solo il parser microsoft (che e' gratis, ma non e' open source).Quanto alla compatibilita' questa sara' totale, dato che xml non permette niente di diverso.Cmq in azienda da me si sta lentamente migrando a Open Office, specie adesso che c'e' la 2.0 in arrivo.GT
        • Anonimo scrive:
          Re: Come OpenOffice

          Quanto alla compatibilita' questa sara' totale,
          dato che xml non permette niente di diverso.Veramente il punto in discussione è proprio questo.Per info suggerirei Tim Bray, per esempiohttp://www.tbray.org/ongoing/When/200x/2005/06/01/Office-XMLSalve
        • Anonimo scrive:
          Re: Come OpenOffice
          Cosi' per curiosita' quanto e' grande questa azienda?Come fate a sostituire Access?IMHO Access e' il vero punto di forza di MSOffice.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come OpenOffice
            - Scritto da: Anonimo
            Cosi' per curiosita' quanto e' grande questa
            azienda?

            Come fate a sostituire Access?

            IMHO Access e' il vero punto di forza di MSOffice.hmm se non erro OOo 2.0 avrà un applicativo per i DB tipo Access
  • Anonimo scrive:
    OFFICE PER LINUX?
    Quando uscirà Office per linux?
    • Anonimo scrive:
      Re: OFFICE PER LINUX?
      Esiste gia': si chiama open office e per certi versi e' piu' evoluto di office.Salva e legge i formati m$ senza problemi, fa i pdf con un click e le animazioni power point le puoi salvare come flash e pubblicarle su internet.CoD
      • Anonimo scrive:
        Re: OFFICE PER LINUX?


        Salva e legge i formati m$ senza problemiNon è vero.Provare per credere.
        • Anonimo scrive:
          Re: OFFICE PER LINUX?
          - Scritto da: Anonimo




          Salva e legge i formati m$ senza problemi

          Non è vero.
          Provare per credere.Be' puoi prendere crossover che ti fa installare MS Office, ma non credo che funzioni con l'ultima versione.
        • Anonimo scrive:
          Re: OFFICE PER LINUX?
          La versione 1.1 ha qualche problema, ma la 2.0 sembra funzionare parecchio meglio... (per adesso la 2.0 è solo in beta)
        • Anonimo scrive:
          Re: OFFICE PER LINUX?
          - Scritto da: Anonimo




          Salva e legge i formati m$ senza problemi

          Non è vero.intendi qualche occasionale ridimensionamento delle immagini forse?
          Provare per credere.provato. E tranne qualche raro rimaneggiamento di immagini e bordi va tutto che è una m*e*r*a*v*i*g*l*i*a
          • francescor82 scrive:
            Re: OFFICE PER LINUX?


            Provare per credere.

            provato. E tranne qualche raro rimaneggiamento di
            immagini e bordi va tutto che è una
            m*e*r*a*v*i*g*l*i*aIo ho provato a salvare in ppt una presentazione creata con Impress, e poi ad aprirla con Powerpoint... unico problema la dimensione del font in una slide (chissà perchè, magari ho sbagliato io ad usare gli stili), ma per il resto tutto perfetto!
          • Anonimo scrive:
            Re: OFFICE PER LINUX?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo







            Salva e legge i formati m$ senza problemi



            Non è vero.

            intendi qualche occasionale ridimensionamento
            delle immagini forse?


            Provare per credere.

            provato. E tranne qualche raro rimaneggiamento di
            immagini e bordi va tutto che è una
            m*e*r*a*v*i*g*l*i*a
            intendo dire che un file .doc fatto con Word e che comprenda titoli, sommari automatici e via dicendo, viene completamente sconvolto quando lo apri con OOovvio che si possono utilizzare altri formati, ma dire che è compatibile con MS è una cazzata
          • Anonimo scrive:
            Re: OFFICE PER LINUX?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo










            Salva e legge i formati m$ senza problemi





            Non è vero.



            intendi qualche occasionale ridimensionamento

            delle immagini forse?




            Provare per credere.



            provato. E tranne qualche raro rimaneggiamento
            di

            immagini e bordi va tutto che è una

            m*e*r*a*v*i*g*l*i*a




            intendo dire che un file .doc fatto con Word e
            che comprenda titoli, sommari automatici e via
            dicendo, viene completamente sconvolto quando lo
            apri con OO

            ovvio che si possono utilizzare altri formati, ma
            dire che è compatibile con MS è una cazzatase per questo MS Office non e' compatibile con se stesso. Il solito stupido esempio: prova ad aprire con Office 97 un documento fatto con Office XP. La ca%%ata e' pretendere una compatibilita' migliore di quella offerta dalla MS tra i propri programmi.salutip
          • Anonimo scrive:
            Re: OFFICE PER LINUX?




            intendo dire che un file .doc fatto con Word e

            che comprenda titoli, sommari automatici e via

            dicendo, viene completamente sconvolto quando lo

            apri con OO



            ovvio che si possono utilizzare altri formati,
            ma

            dire che è compatibile con MS è una cazzata

            se per questo MS Office non e' compatibile con se
            stesso. Il solito stupido esempio: prova ad
            aprire con Office 97 un documento fatto con
            Office XP. La ca%%ata e' pretendere una
            compatibilita' migliore di quella offerta dalla
            MS tra i propri programmi.

            saluti
            pNon pretendo niente, ho detto che non è compatibile.
      • The_Stinger scrive:
        Re: OFFICE PER LINUX?
        - Scritto da: Anonimo
        Salva e legge i formati m$ senza problemiMica troppo!Per esempio il mio curriculum vitae viene spaginato completamente (due colonne, interruzioni di sezione, di colonna e di pagina + varie ed eventuali) e molti documenti con una formattattazione "complessa" si aprono ma con la formattazione del testo completamente cannata.Se alla fine, come spero ormai da qualche anno, si convergerà finalmente su un formato standard da parte di TUTTI gli sviluppatori (quindi XML per Ms Office, Open Office e Apple Works, tanto per fare tre nomi) allora si che potrei scegliere quello che ti piace di più, fino ad allora problemi di compatibilita ci saranno eccome.
        • francescor82 scrive:
          Re: OFFICE PER LINUX?

          Se alla fine, come spero ormai da qualche anno,
          si convergerà finalmente su un formato standard
          da parte di TUTTI gli sviluppatori (quindi XML
          per Ms Office, Open Office e Apple Works, tanto
          per fare tre nomi) allora si che potrei
          scegliere quello che ti piace di più, fino ad
          allora problemi di compatibilita ci saranno
          eccome.Campa cavallo!
    • Anonimo scrive:
      Re: OFFICE PER LINUX?
      - Scritto da: Anonimo
      Quando uscirà Office per linux?Quando Bill Gates VI verrà colpito da un fulmine.
    • Anonimo scrive:
      Re: OFFICE PER LINUX?
      - Scritto da: Anonimo
      Quando uscirà Office per linux?quando linux raggiungerá una discreta percentuale di desktop, al quel punto la microsoft non potrá permettersi di non coprire anche quella fetta di mercato.
      • Anonimo scrive:
        Re: OFFICE PER LINUX?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Quando uscirà Office per linux?

        quando linux raggiungerá una discreta percentuale
        di desktop, al quel punto la microsoft non potrá
        permettersi di non coprire anche quella fetta di
        mercato.Guadagna 100 milioni di dollari al giorno, magari potrà permetterselo...
        • Anonimo scrive:
          Re: OFFICE PER LINUX?

          Guadagna 100 milioni di dollari al giorno, magari
          potrà permetterselo...perchè, secondo te gli bastano 100 milioni al giorno?
          • Anonimo scrive:
            Re: OFFICE PER LINUX?
            - Scritto da: Anonimo

            Guadagna 100 milioni di dollari al giorno,
            magari

            potrà permetterselo...

            perchè, secondo te gli bastano 100 milioni al
            giorno?Con l'inflazione e tutto quanto guardate che con 100 milioni di dollari non ci compri più quello che ci compravi una volta.
    • Anonimo scrive:
      Re: OFFICE PER LINUX?
      - Scritto da: Anonimo
      Quando uscirà Office per linux?mai
      • Anonimo scrive:
        Re: OFFICE PER LINUX?
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Quando uscirà Office per linux?

        maimai , per fortuna...
    • Anonimo scrive:
      Re: OFFICE PER LINUX?
      domani.
    • Anonimo scrive:
      Re: OFFICE PER LINUX?
      Appena uscirà office per linux sarà la fine per Windows...
  • Anonimo scrive:
    Formato Famiglia
    EcchissenefregaMa fatelo nel formato che volete..... io non usero' mai Ufficio 12gnanche al lavoro.. gnanche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Formato Famiglia
      - Scritto da: Anonimo
      Ecchissenefrega
      Ma fatelo nel formato che volete...
      .. io non usero' mai Ufficio 12

      gnanche al lavoro.. gnanche.gnanche a lavoro? sicuro?e un bel chisenefrega?
      • Anonimo scrive:
        Re: Formato Famiglia
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ecchissenefrega

        Ma fatelo nel formato che volete...

        .. io non usero' mai Ufficio 12



        gnanche al lavoro.. gnanche.

        gnanche a lavoro?
        sicuro?

        e un bel chisenefrega?mi hai strappato le parole dalla tastiera, glielo stavo per dire io, ma poi mi sono detto: ma chisenefrega.Ora c'è bisogno di qualcuno che dica: e chi se ne frega che stavi per dire e chi se ne frega.
      • Anonimo scrive:
        Re: Formato Famiglia
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ecchissenefrega

        Ma fatelo nel formato che volete...

        .. io non usero' mai Ufficio 12



        gnanche al lavoro.. gnanche.

        gnanche a lavoro?usiamo openoffice dalla 1.1.1
        sicuro?certo!Credevi che MS fosse indispensabile?
        e un bel chisenefrega?d'accordo! un bel chissenefrega al tuo chiessenefregaE benvenuto nel mondo delle scelte
  • bugybugy scrive:
    Mettersi tutti d'accordo no, eh?
    Ma perchè non utilizzare tutti un unico formato standard??Una volta che a redmond si sono decisi ad utilizzare un formato aperto, mi chiedo, perchè non mettersi ad un tavolo e discutere su un formato standard per tutti??Azz non mi sembra così difficile...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
      - Scritto da: bugybugy
      Ma perchè non utilizzare tutti un unico formato
      standard??
      Una volta che a redmond si sono decisi ad
      utilizzare un formato aperto, mi chiedo, perchè
      non mettersi ad un tavolo e discutere su un
      formato standard per tutti??

      Azz non mi sembra così difficile...perche' M$ non ne ha nessunissima intenzione
      • bugybugy scrive:
        Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
        Questo discorso varrebbe qualora avessere adottato ancora il loro formato schifoso propietario...ma una volta che ne usi uno open, perchè non uniformarsi tutti e vivere felici e contenti??Capisco che possa essere un'eresia contro il loro monopolio, ma in tal proposito non mi spiego questa "svolta open"...
        • Anonimo scrive:
          Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
          Concordo.Infatti secondo me non e' tanto open questa "svolta".Giorni fa c'era una notizia che parlava dell'acquisizione da parte di M$ di un brevetto sull'XML... ed eccoli qui, pronti a sbandierare il formato standard, aperto, etc,etc...Per me non lo sara', avra' dentro le solite "personalizzazioni" che lo renderanno (l'XML) fruibile solo con i suoi software (di M$)...Basta vedere l'esempio dell'HTML che in molti casi ti obbliga ad usare Internet Explorer se vuoi vedere certi siti. Ad onor del vero, li sarebbero da bacchettare i creatori di siti che non si attengono agli standard (quelli veri!)notte a tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
            - Scritto da: Anonimo
            Concordo.
            Infatti secondo me non e' tanto open questa
            "svolta".
            Giorni fa c'era una notizia che parlava
            dell'acquisizione da parte di M$ di un brevetto
            sull'XML... ed eccoli qui, pronti a sbandierare
            il formato standard, aperto, etc,etc...

            Per me non lo sara', avra' dentro le solite
            "personalizzazioni" che lo renderanno (l'XML)
            fruibile solo con i suoi software (di M$)...in ogni caso si tratta di un formato di testo e non binario, questo consentirà a tutti di creare facilmente applicazioni "doc-compatibili" e non è poco
            Basta vedere l'esempio dell'HTML che in molti
            casi ti obbliga ad usare Internet Explorer se
            vuoi vedere certi siti.il team di mozilla se vuole può creare un browser IE-compatibile in poche mosse...
            Ad onor del vero, li
            sarebbero da bacchettare i creatori di siti che
            non si attengono agli standard (quelli veri!)adesso cominciamo a ragionare...

            notte a tutti.buondì
          • pippo75 scrive:
            Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
            - Scritto da: Anonimo
            Concordo.
            Infatti secondo me non e' tanto open questa
            "svolta".
            Giorni fa c'era una notizia che parlava
            dell'acquisizione da parte di M$ di un brevetto
            sull'XML... ed eccoli qui, pronti a sbandierare
            il formato standard, aperto, etc,etc...Sbaglio o anche il PDF ha qualche brevetto dell'adobe.
            vuoi vedere certi siti. Ad onor del vero, li
            sarebbero da bacchettare i creatori di siti che
            non si attengono agli standard (quelli veri!)per essere standard vero non dovrebbe essere riconosciuto anche dall'ISO?ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
          - Scritto da: bugybugy
          Questo discorso varrebbe qualora avessere
          adottato ancora il loro formato schifoso
          propietario...ma una volta che ne usi uno open,
          perchè non uniformarsi tutti e vivere felici e
          contenti??

          Capisco che possa essere un'eresia contro il loro
          monopolio, ma in tal proposito non mi spiego
          questa "svolta open"...Mi sa' che il fatto di adottare XML come formato per i documenti sia una mossa di facciata come risposta alle richieste legittime dei vari governi, cioe' poter avere controllo dei propri documenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
      - Scritto da: bugybugy
      Ma perchè non utilizzare tutti un unico formato
      standard??
      Una volta che a redmond si sono decisi ad
      utilizzare un formato aperto, mi chiedo, perchè
      non mettersi ad un tavolo e discutere su un
      formato standard per tutti??

      Azz non mi sembra così difficile...Senza formato proprietario niente "lock-in" ed e' col "lock-in" che MS difende la posizione di monopolio.Dato che XML e' un linguaggio markup in formato testo, a meno che non s'inventino di usare token "binari" per definire i vari tag, le proprieta' di un documento sono leggibili con un semplice editor di testi (OpenOffice usa XML come formato per i file), quindi per mantenere il "lock-in" mi sa' che useranno i brevetti. Quando qualcuno di MS parla di interoperabilita' si riferisce soltanto ai propri prodotti, ma dimentica di sottolinearlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?

        Senza formato proprietario niente "lock-in" ed e'
        col "lock-in" che MS difende la posizione di
        monopolio.Non piu'.O meglio, non è solo cosi' che difende le proprie posizioni.Dai un occhio ad Office (compresi Infopath ed Outllok 2003), e dai un occhio alla loro integrazione con SharePoint ed Exchange.Office è diventato una soluzione client/server, e con questa mossa si è garantita un bel vantaggio da OpenOffice.org.OpenOffice.org non è ancora una efficacie soluzione di groupware. Andrà bene per i singoli, ma per le grosse organizzazioni (pubbliche amministrazioni o aziende) puo' non essere la scelta ideale.my 2 cent, mic.
        • Vide scrive:
          Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
          - Scritto da: Anonimo
          Office è diventato una soluzione client/server, e
          con questa mossa si è garantita un bel vantaggio
          da OpenOffice.org.
          OpenOffice.org non è ancora una efficacie
          soluzione di groupware. Andrà bene per i singoli,
          ma per le grosse organizzazioni (pubbliche
          amministrazioni o aziende) puo' non essere la
          scelta ideale.Le cose che ti da Microsoft con tutte le sue soluzioni lock-in (e quando entri non ne esci MAI PIU', a meno di non piangere sangue) sono fattibili anche in altre piattaforme ma in maniera differente, usando software di fornitori differenti e, probabilmente, dovendo lavorare un po' di piú in casa per incollare il tutto di quanto non faresti con soluzioni MS...ma se sei una grossa azienda questo non è poi così una barriera, e ti permette di cambiare fornitore il giorno che cambiano le tue esigenze. Se entri nel circolo MS invece, no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?

            Le cose che ti da Microsoft con tutte le sue
            soluzioni lock-in (e quando entri non ne esci MAI
            PIU', a meno di non piangere sangue) sonoSuvvia, qualunque cambio di architettura rischia di essere un bagno di sangue! :-)
            fattibili anche in altre piattaforme ma in
            maniera differente, usando software di fornitori
            differenti e, probabilmente, dovendo lavorare un
            po' di piú in casa per incollare il tutto di
            quanto non faresti con soluzioni MS...ma se sei
            una grossa azienda questo non è poi così una
            barriera, e ti permette di cambiare fornitore il
            giorno che cambiano le tue esigenze. Se entri nel
            circolo MS invece, no.Tempo = DenaroRibadisco: qualunque cambio di archiettura rischia di non essere indolore. E poi credo che il software Microsoft sia talmente famoso (o famigerato che dir si voglia) che esistono davvero una marea di tool di migrazione da Microsoft verso "qualcos'altro".Se io fossi un'azienda software che vuole progettare un nuovo prodotto sul mercato molto facilmente realizzero' anche o un'integrazione con prodotti MS (se il mio prodotto si affiancherà all'esistente) o un tool di migrazione (se punto a rimpiazzare MS).mic.
          • maxrak scrive:
            Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
            - Scritto da: Vide

            - Scritto da: Anonimo


            Office è diventato una soluzione client/server,
            e

            con questa mossa si è garantita un bel vantaggio

            da OpenOffice.org.

            OpenOffice.org non è ancora una efficacie

            soluzione di groupware. Andrà bene per i
            singoli,

            ma per le grosse organizzazioni (pubbliche

            amministrazioni o aziende) puo' non essere la

            scelta ideale.

            Le cose che ti da Microsoft con tutte le sue
            soluzioni lock-in (e quando entri non ne esci MAI
            PIU', a meno di non piangere sangue) sono
            fattibili anche in altre piattaforme ma in
            maniera differente, usando software di fornitori
            differenti e, probabilmente, dovendo lavorare un
            po' di piú in casa per incollare il tutto di
            quanto non faresti con soluzioni MS...ma se sei
            una grossa azienda questo non è poi così una
            barriera, e ti permette di cambiare fornitore il
            giorno che cambiano le tue esigenze. Se entri nel
            circolo MS invece, no.Il grosso problema è che quel poco di copia ed incolla in più non è così economico per una azienda di dimensioni limitate che fa tutto in casa (come avviene per il 90% delle PMI italiane)... soprattutto va fatto con competenza, assai scarsa in ambito informatico, anche tra chi si spaccia per consulente.Il lavoro di MS alla fine è impaccottare roba in modo da far fare ad un idiota il lavoro che dovrebbe fare un esperto, anche limitando l'esperto... e questo lo sa fare bene. Naturalmente Rimane il problema che quel lavoro lo fa un idota. :-)IMHO la lota per i formati aperti per i documenti dovrebbe essere portata avanti a livello legislativo: una pubblica amministrazione non dovrebbe poter rilasciare documenti in formati proprietari...
          • Anonimo scrive:
            Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?

            IMHO la lota per i formati aperti per i
            documenti dovrebbe essere portata avanti a
            livello legislativo: una pubblica amministrazione
            non dovrebbe poter rilasciare documenti in
            formati proprietari... è questo il puntopossibile che questo dettaglio passi inosservato ai più
    • Anonimo scrive:
      Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
      - Scritto da: bugybugy
      Ma perchè non utilizzare tutti un unico formato
      standard??
      Una volta che a redmond si sono decisi ad
      utilizzare un formato aperto, mi chiedo, perchè
      non mettersi ad un tavolo e discutere su un
      formato standard per tutti??

      Azz non mi sembra così difficile...Era sufficiente adottare il formato OpenDocument, standard approvato di recente [ http://punto-informatico.it/p.asp?i=52987 ] dal Consorzio OASIS, di cui Microsoft è pure sponsor. Il gigante di Redmond agisce non solo "pro domo sua", ma decisamente in malafede.
      • Terra2 scrive:
        Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?

        Era sufficiente adottare il formato OpenDocument,
        standard approvato di recente [
        http://punto-informatico.it/p.asp?i=52987 ] dal
        Consorzio OASIS, di cui Microsoft è pure sponsor.Già... così l'avrebbe riempito di estensioni personalizzate fino a farlo diventare incompatibile con OOo.Meglio così, se è davvero un formato aperto, gli sviluppatori di OOo potranno comunque produrre degli efficienti filtri di importazione.Chi usa OOo continuerà a leggere di tutto e chi si ostina a pagare quella fetecchia di msOffice continuerà a farsi del male :)
    • DKDIB scrive:
      Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
      Bugy wrote:
      Una volta che a redmond si sono decisi ad utilizzare
      un formato aperto [...]Microsoft non sta usando alcun formato aperto, bensi' un formato assolutamente proprietario del quale ha resa pubblica la struttura (ma del quale non mi risulta abbia liberalizzato l'uso).L'unico formato aperto e' quello approvato da OASIS (consorzio del quale fa parte anche Microsoft) e adottato da Sun (che ne e' stata la promotrice), IBM e chiunque altro voglia farne uso. Ma non da Micorsoft.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
        - Scritto da: DKDIB
        Bugy wrote:

        Una volta che a redmond si sono decisi ad
        utilizzare

        un formato aperto [...]

        Microsoft non sta usando alcun formato aperto,
        bensi' un formato assolutamente proprietario del
        quale ha resa pubblica la struttura (ma del quale
        non mi risulta abbia liberalizzato l'uso)Ma cosa intendi per aperto? Non può essere un formato aperto e proprietario al tempo stesso?Diciamo che non è libero e così è chiaro per tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
      Tecnicamente risulta semplice trasformare un XML che adotto un determinato schema XSD in un'altro XML che adotta un'altro schema XSD. I tool esistono da anni.Quindi anche se il formato è di MS, la portabilità del dato (cioè la conversione) è garantita. Le leggi inotre dicono che i dati sono del creatore dei dati stesso (cioè dell'utente).Mi pare bene.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
        - Scritto da: Anonimo
        Tecnicamente risulta semplice trasformare un XML
        che adotto un determinato schema XSD in un'altro
        XML che adotta un'altro schema XSD. I tool
        esistono da anni.

        Quindi anche se il formato è di MS, la
        portabilità del dato (cioè la conversione) è
        garantita. Le leggi inotre dicono che i dati sono
        del creatore dei dati stesso (cioè dell'utente).

        Mi pare bene.

        Concordo al 1000% secondo la nostra legge i dati appartengono a chi li ha creati (a prescindere da con cosa li ha creati) e quindi posso farci quello che mi pare checche ne dica M$ e checche' ne dicano quelli dell' USPTO.Che si impicchino! loro, i loro brevetti, e chi gli da' ascolto! :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
      microsoft non ci riuscirebbe. dopo aver implementato lo standard, comincierebbe a sbizzarrirsi e ad inserirci cose sue, dialettizzando il formato.meglio che si tenga il suo formato personale. la cosa importante è che questo .docx diventi facilmente implementabile o convertibile da altri prodotti, libero da royalties- Scritto da: bugybugy
      Ma perchè non utilizzare tutti un unico formato
      standard??
      Una volta che a redmond si sono decisi ad
      utilizzare un formato aperto, mi chiedo, perchè
      non mettersi ad un tavolo e discutere su un
      formato standard per tutti??

      Azz non mi sembra così difficile...
      • allanon scrive:
        Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
        - Scritto da: Anonimo

        microsoft non ci riuscirebbe. dopo aver
        implementato lo standard, comincierebbe a
        sbizzarrirsi e ad inserirci cose sue,
        dialettizzando il formato.
        meglio che si tenga il suo formato personale. la
        cosa importante è che questo .docx diventi
        facilmente implementabile o convertibile da altri
        prodotti, libero da royaltiesQuesto non succederà mai. C'è una vecchia notizia di PI che chiariva questo punto: il formato XML di MS è si "aperto" (trattasi pur sempre di un xml editabile e modificabile con un qualsiasi editor), ma brevettato. Infatti MS ha protetto alcune sequenze xml con brevetti software. Questo impedisce tra l'altro ad altre aziende di costruire un foglio di stile per la conversione dei formati in maniera del tutto legale (almeno in USA ovviamente, e anche in Europa a breve vista la nostra grande propensione al suicidio economico).Detto questo si può chiaramente notare come MS non abbia aperto il formato doc per scelta, ma solo a causa delle numerose beghe legali che la vedono coinvolta in vari paesi del mondo. Naturalmente i nostri governi idioti e corrotti adotteranno in massa il docx, sensa tenere conto di queste ovvie considerazioni, come già stanno facendo con i brevetti software.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mettersi tutti d'accordo no, eh?
      - Scritto da: bugybugy
      Ma perchè non utilizzare tutti un unico formato
      standard??
      Una volta che a redmond si sono decisi ad
      utilizzare un formato aperto, mi chiedo, perchè
      non mettersi ad un tavolo e discutere su un
      formato standard per tutti??

      Azz non mi sembra così difficile...aAAAaaazZZZ e questa é gravegrave...nel mentre tu discuti quarcù ha già deciso al tu postoche i tu dati e te tu li metta xml "standard"
Chiudi i commenti