Apple contro Nokia, il fronte UK

Stavolta per cercare l'annullamento di un brevetto concesso sullo scrolling su touchscreen

Roma – Ennesimo capitolo nella saga brevettuale che vede opposte Apple e Nokia: Cupertino ha depositato una nuova denuncia, per la seconda volta presso un tribunale britannico , sempre a proposito di brevetti.

A dare il via al conflitto era stata la finlandese: sia presso la corte federale del Delaware, sia presso l’ International Trade Commission ( ITC ) aveva denunciato Apple per brevetti impiegati nei suoi dispositivi mobile. Cupertino, da parte sua, era sta la prima a rivolgersi ad una corte britannica, cui si era poi rivolta anche Espoo che era arrivata a depositare denunce anche in Germania e Olanda .

Stavolta Cupertino si è rivolta all’Alta Corte di Londra chiedendo l’ annullamento di un brevetto concesso a Nokia su una tecnologia per lo scrolling su touchscreen , uno di quelli di cui la finlandese ha contestato la violazione da parte di Apple davanti alla corte di Dusseldorf a settembre.

Nokia ha dichiarato di ritenere validi tutti e 37 i brevetti con cui ha denunciato Apple .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ELIA GIUSEPPE scrive:
    PIRATERIA INTERNET
    Sono il titolare di una videoteca nel Salento, a Tricase, gestisco l'attività con mia moglie da 20 anni circa.In tutti questi anni, non ho mai pensato, che il nostro futuro sarebbe stato minato dallo scaricare illecito di films attraverso la rete; l'assurdo è che i film in rete anticipano il cinema.Non mi sento tutelato dallo Stato, non mi spiego perché non si vuole bloccare questo traffico illecito.
    • krane scrive:
      Re: PIRATERIA INTERNET
      - Scritto da: ELIA GIUSEPPE
      Sono il titolare di una videoteca nel Salento, a
      Tricase, gestisco l'attività con mia moglie da 20
      anni circa.
      In tutti questi anni, non ho mai pensato, che il
      nostro futuro sarebbe stato minato dallo
      scaricare illecito di films attraverso la rete;Infatti non capisco perche' lo dovresti pensare: io fossi in te mi preoccuperei di piu' dello streaming on demand quello e' legale ed offre prezzi che nessun vecchio sistema come quello della videoteca puo' offrire.
      l'assurdo è che i film in rete anticipano il
      cinema.Ma hanno una qualita' becera !!!!Siamo seri, chi vuole usufruire di qualita' e prezzi bassi ormai ha la possibilita' di farlo legalmente a prezzi bassisssimi.
      Non mi sento tutelato dallo Stato,Non sei certo l'unico, ne' il tuo campo e' l'unico a non essere tutelato.
      non mi spiego perché non si vuole bloccare
      questo traffico illecito.Perche' non e' tecnicamente possibile farlo.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: PIRATERIA INTERNET
      - Scritto da: ELIA GIUSEPPE
      Sono il titolare di una videoteca nel Salento, a
      Tricase, gestisco l'attività con mia moglie da 20
      anni
      circa.Mi dispiace per te. Ti auguro un futuro migliore, in un settore più produttivo.
      In tutti questi anni, non ho mai pensato, che il
      nostro futuro sarebbe stato minato dallo
      scaricare illecito di films attraverso la rete;Errore tuo.Se tu offri una merce che nessuno vuole più, è tempo di passare ad altro; non perdere tempo a chiedere tutela o aiuto, otterresti solo di rinviare l'inevitabile; la merce che vendi non interessa più, e quindi non vale più nulla.
  • Jacopo Monegato scrive:
    Ma..... una domanda, magari un po' ot
    Io posseggo vinili o cd di cui ho anche copie digitali, che non ho digitalizzato io personalmente... tecnicamente posseggo l'opera quindi sono a posto,no?(risposte serie per favore)
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
      - Scritto da: Jacopo Monegato
      Io posseggo vinili o cd di cui ho anche copie
      digitali, che non ho digitalizzato io
      personalmente... tecnicamente posseggo l'opera
      quindi sono a posto,no?Se hai scaricato (es. da megaupload) e non anche condiviso (es. via p2p) non possono accusarti di nulla perché la legge ti consente esplicitamente la copia di backup anche sotto altra forma dell'originale e te la consente anche se i vinili o cd si sono spaccati o graffiati e non sono più utilizzabili (basta che dimostri di averli, per quanto spaccati o graffiati).E' lo stesso discorso dei giochi per emulatori, sei autorizzato a giocare a "Ghostbusters" su CCS64 (emulatore di Commodore 64) se possiedi la cassetta o il floppy originale, indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno un C64 funzionante e indipendentemente dal fatto che quella cassetta o floppy si siano smagnetizzati.(in più sei autorizzato a usare tutte quelle rom/disk images/tape images che i detentori dei diritti abbiano dichiarato gratuitamente utilizzabili per uso personale, e già queste bastano a ritenere legittimo l'utilizzo degli emulatori di per sé stesso)
      • nQISmeWvJKn SxfbGPew scrive:
        Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
        http://zofran8mg.com/#8859 zofran,
      • PQCrnQOGbMy ih scrive:
        Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
        http://ineedaloannow.tk/pioneer-loans.html#5567 pioneer loans, http://buyavodart.us/avodart-0-5-mg.html#7482 avodart 0.5 mg, http://retin-a0.com/retin-a-gel-0-025.html#1945 retin-a gel 0.025,
      • subCxTlKCSa e scrive:
        Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
        http://neurontinpill.com/#3045 price of neurontin, http://celexa-medication.com/#2900 celexa medication, http://albuterolsulfateinhaler.com/#9628 albuterol,
      • GdoKJNJINHd HweBpEqH scrive:
        Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
        http://plavixgenericcost.ga/plavix-clopidogrel.html#7799 example here, http://plavixgenericcost.ga/generic-plavix-cost.html#2716 generic plavix online, http://wherecanifindaloanshark.tk/1000-cash-loan.html#2615 loan companies online,
    • ogqvWanXJoL gDMI scrive:
      Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
      http://acquire-meds.com/#2049 retin-a,
    • shHqOfWddmI pqCP scrive:
      Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
      http://buy-antibiotics-easily.info#3770 tetracycline,
    • FOJWNjQo scrive:
      Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
      http://onlinealli.com/#5734 alli,
    • fCgEYRiCEbQ eKOUcu scrive:
      Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
      http://orderantabuse.com/disulfiram-antabuse.html#7217 for more, http://lisinopril20mg.cf/lisinopril-20mg-tablets.html#6425 lisinopril medication, http://atenololtenormin.ga/#6212 atenolol online,
    • UNMTreKzWWh N scrive:
      Re: Ma..... una domanda, magari un po' ot
      http://clindamycincream.ml/#9961 clindamycin,
  • gino tavera scrive:
    Siti molto scadenti
    Per WOT (http://www.mywot.com/it), una utility gratuita implementata nei browser Safari, Firefox e Chrom, i sitifapav.itfimi.itantipirateria.governo.itnon sono sicuri: Sono pericolosi.http://www.mywot.com/it/scorecard/fapav.ithttp://www.mywot.com/it/scorecard/fimi.ithttp://www.mywot.com/it/scorecard/antipirateria.governo.itPeggio dei siti XXXXX e di quelli con le password crackate.Bambini, a scuola... imparate la legalità, andate sui siti governativi!!!
  • gino tavera scrive:
    Un punto in più per la "pirateria"...
    o le fonti che non percorrono i canali ufficiali:- un sito che vende anche CD e DVD- due siti, cosiddetti "pirati".Il primo ha una sezione di merce proveniente da fallimenti, e che quindi la fa pagare meno.I secondi... ai secondi ho fatto un abbonamento di un mese. Per errore ho ripetuto la procedura due volte. Per meno di 10 euro non hanno ugualmente speculato diventando scorretti: l'abbonamento è proseguito automaticamente anche per il mese successivo.Quanti canali ufficiali si possono chiamare onesti in questo modo?Quanti grandi centri commerciali o negozi non dichiarano le fasulle "offerte sottocosto" come vendite di merce proveniente da fallimenti? Ci guadagnano ugualmente, non credete!!!Io stesso ho un portatile che ho pagato 1000 euro in meno, avuto da un piccolissimo rivenditore.Figuratevi quanta merce di questo tipo hanno i centri commerciali.Andate alle aste e poi tracciate/seguite i rivenditori !
    • yXRdeaxZSJn cC scrive:
      Re: Un punto in più per la "pirateria"...
      http://essaywritingservicess.wordpress.com/2013/11/13/exactly-what-is-essay-writing/#4556 more here,
    • NlnvQjXlAUp NyyaTe scrive:
      Re: Un punto in più per la "pirateria"...
      http://bactrimantibiotic.us/#8881 bactrim antibiotic,
    • VyjnhxwysDk Kqv scrive:
      Re: Un punto in più per la "pirateria"...
      http://ampicillinsulbactam.com/#6523 ampicillin sulbactam, http://citalopram.tk/#9680 citalopram, http://trazodonepill.com/#1129 trazodone,
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Prima di dare di ladri ai pirati
    Guardate in casa vostra.http://tinyurl.com/27vsvee
    • Videoteca Genesi scrive:
      Re: Prima di dare di ladri ai pirati
      Ti contraddici. Riporti un link di Zero che pare non paghi le tasse. Quindi ammetti che è un delinquente. Ti lascio alle conclusioni... riesci vero?- Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      Guardate in casa vostra.
      http://tinyurl.com/27vsvee
      • Guybrush Fuorisede scrive:
        Re: Prima di dare di ladri ai pirati
        - Scritto da: Videoteca Genesi
        Ti contraddici. Riporti un link di Zero che pare
        non paghi le tasse. Quindi ammetti che è un
        delinquente. Ti lascio alle conclusioni...
        riesci
        vero?Tizio che ammette che Caio è un delinquente?Casomai il problema è di Caio e sodali.Cosa si deve concludere? Che uno dei paladini del copyright italiano ha qualche scheletro nell'armadio? Questo lo stabiliranno i giudici.GTFS
  • adiemus scrive:
    La pirateria è un problema di costi.
    Non ho letto tutti i commenti di questo forum, ce ne sono tanti e non so se già qualcuno ha trattato l'argomento legato al costo dei software oppure di in cd musicale in Italia rispetto ad altro paesi, mi riferisco agli Stati Uniti e alla Gran Bretagna, paesi che comunque ho visitato. Il risparmio su quasi tutti i pacchetti software Microsoft e non, varia dal 20% al 40% mentre su tutto ciò che è video o musica può arrivare fino al 70% un abisso rispetto al nostro paese, senza considerare poi il vasto mercato della tecnologia che raggiunge anche l'80%. E' vero che la pirateria è un reato ma è anche vero che nel nostro paese non c'è garanzia per il consumatore che ogni giorno viene derubato, oltre che da una elevata tassazione su ogni prodotto acquistato anche dalla vasta filiera che deve percorrere un articolo prima di arrivare all'utente finale.Ripeto non giustifico la pirateria, io stesso per essere in regola ho optato per programmi open source, ma non trovo giusto essere spremuto come un limone e mi auspico che le autorità, oltre a criminalizzare chi scarica faccia un passo indietro valutando con serietà di ridurre una volta e per tutte i costi di vendita.Dopo questo breve commento vorrei esprimere quanto segue:- un invito a chi legge ad usare software gratuito efficace quasi quanto quello a pagamento;- un invito a chi legge a scaricare musica dai siti legali ce ne sono tantissimi;- per ultimo un invito agli Enti Statali, Pubblici e non, ad iniziare una seria politica di risparmio di risorse economiche anche attraverso l'utilizzo di risorse open source piuttosto che costosissimi pacchetti Microsoft che molte volte risultano utilizzati al 10% delle potenzialità.Grazie-
    • Guybrush scrive:
      Re: La pirateria è un problema di costi.
      - Scritto da: adiemus
      Non ho letto tutti i commenti di questo forum, ce
      ne sono tanti e non so se già qualcuno ha
      trattato l'argomento legato al costo dei software
      oppure di in cd musicale in Italia rispetto ad
      altro paesi, mi riferisco agli Stati Uniti e alla
      Gran Bretagna, paesi che comunque ho visitato.

      Il risparmio su quasi tutti i pacchetti software
      Microsoft e non, varia dal 20% al 40% mentre su
      tutto ciò che è video o musica può arrivare fino
      al 70% un abisso rispetto al nostro paese, senza
      considerare poi il vasto mercato della tecnologia
      che raggiunge anche l'80%. E' vero che la
      pirateria è un reato ma è anche vero che nel
      nostro paese non c'è garanzia per il consumatore
      che ogni giorno viene derubato, oltre che da una
      elevata tassazione su ogni prodotto acquistato
      anche dalla vasta filiera che deve percorrere un
      articolo prima di arrivare all'utente
      finale.Alt.Mentre su audio e video posso già storcere il naso in quanto abbiamo a che fare con dei monopoli di fatto, sul software (ma anche sui libri) ci sono un po' di cosette da raddrizzare.Se un software costa troppo, ma si tratta di programmi di uso domestico come puo' esserlo excel o word, c'e' OpenOffice che funziona benissimo e più in generale ci sono valide alternative open. Se un software ti serve per lavorare è un non problema: rigiri il costo certo che anche gli altri tuoi concorrenti non possano fare diversamente. Se ti giunge voce che un concorrente fa uso di software pirata lo denunci ed elimini LEGALMENTE la concorrenza. Basta una telefonata al 117.Se si tratta di videogiochi puoi sempre non andare a comprare l'ultima novità, ma puntare a quelli usciti uno o due anni fa. Tanto per cominciare hanno più patch e sono più stabili/meno vulnerabili, spesso hanno più add-on generati dagli stessi utenti e all'occorrenza hanno pure le soluzioni bell'e pronte se proprio non ci si riesce.
      Ripeto non giustifico la pirateria, io stesso per
      essere in regola ho optato per programmi open
      source, ma non trovo giusto essere spremuto come
      un limone e mi auspico che le autorità, oltre a
      criminalizzare chi scarica faccia un passo
      indietro valutando con serietà di ridurre una
      volta e per tutte i costi di
      vendita.E aggiungo che chi fa uso di sfotware pirata ha il 99,9% di probabilità di mettersi in casa un bel po' di malware.Il prezzo lo riduci solo con una sostanziale riduzione della domanda e/o con la comparsa di alternative open e devi impegnarti parecchio.Coi videogiochi questo è impossibile perché l'editore agisce in regime di monopolio, ma anche il monopolista deve scendere a più miti consigli se viene -ignorato- (quindi nessuno se lo fila neanche piratato).
      - un invito a chi legge ad usare software
      gratuito efficace quasi quanto quello a
      pagamentoStraquoto.
      - un invito a chi legge a scaricare musica dai
      siti legali ce ne sono
      tantissimi;Ma anche andare ad ascoltare musica dal vivo: concerti gratuiti o a basso costo esistono e spesso si sentono cose belle (Pubblicità: http://www.anonimarmonisti.com/ )
      - per ultimo un invito agli Enti Statali,
      Pubblici e non, ad iniziare una seria politica di
      risparmio di risorse economiche anche attraverso
      l'utilizzo di risorse open source piuttosto che
      costosissimi pacchetti Microsoft che molte volte
      risultano utilizzati al 10% delle
      potenzialità.Questo è un tema controverso: al fine di mantenere la propria posizione di monopolio alcuni publisher inseriscono ad arte piccole modifiche al formato dei dati salvati così da mandare in belina le alternative economiche.Se pure all'utente domestico non cambia una cippa, cambia per le aziende che si ritrovano costrette a mantenere i software così come è.GT
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: La pirateria è un problema di costi.
        - Scritto da: Guybrush
        Alt.
        Mentre su audio e video posso già storcere il
        naso in quanto abbiamo a che fare con dei
        monopoli di fatto, sul software (ma anche sui
        libri) ci sono un po' di cosette da
        raddrizzare.Dipende dal software.Io uso per lavoro (quindi ho dovuto giocoforza pagare) Sibelius.Trovami un'alternativa open source, gratuita o comunque a prezzo inferiore con le stesse caratteristiche, o magari migliore.Non esiste.Non è come Office con Open Office.Un software di nicchia o lo pirati (e se è non per lavoro hai tutta la mia approvazione) o lo compri.Prima di comprarlo, Sibelius l'avevo piratato.Poi, ripeto, ho dovuto comprarlo per forza perché a livello lavorativo devo avere tutto in regola con tutte le fatture eccetera.
        Se si tratta di videogiochi puoi sempre non
        andare a comprare l'ultima novità, ma puntare a
        quelli usciti uno o due anni fa. Tanto per
        cominciare hanno più patch e sono più
        stabili/meno vulnerabili, spesso hanno più add-on
        generati dagli stessi utenti e all'occorrenza
        hanno pure le soluzioni bell'e pronte se proprio
        non ci si riesce.Questo può esser vero per il PC non per le console. E soprattutto diventa falso per il gioco online.I giochi per console che scendono di prezzo nel tempo sono le cagate.Super Mario Galaxy, l'uno non il due, è ancora a prezzo pieno e sono 2 anni che è uscito (ovvio che usato lo trovi a meno, ma tu parlavi di nuovo).
        E aggiungo che chi fa uso di sfotware pirata ha
        il 99,9% di probabilità di mettersi in casa un
        bel po' di malware.Questa è vera solo per chi non sta attento.Se tieni antivirus e antimalware aggiornati (e ce ne sono di gratuiti) le probabilità che succeda sono minime.E poi ormai il software pirata con malware finisce ad avere poche fonti, o pochi voti, o molti voti negativi, o commenti negativi.Per esperienza è più facile prendere malware da un sito XXXXX che non da un software pirata.
        Coi videogiochi questo è impossibile perché
        l'editore agisce in regime di monopolio, ma anche
        il monopolista deve scendere a più miti consigli
        se viene -ignorato- (quindi nessuno se lo fila
        neanche piratato).Esatto
        Ma anche andare ad ascoltare musica dal vivo:
        concerti gratuiti o a basso costo esistono e
        spesso si sentono cose belle (Pubblicità:
        http://www.anonimarmonisti.com/ )Quoto
        Questo è un tema controverso: al fine di
        mantenere la propria posizione di monopolio
        alcuni publisher inseriscono ad arte piccole
        modifiche al formato dei dati salvati così da
        mandare in belina le alternative
        economiche.In genere le alternative economiche si aggiornano al passo con quelle commerciali o poco dopo.
        • Sgabbio scrive:
          Re: La pirateria è un problema di costi.
          Luco, nelle console attuali (per il wii no, se non ricordo male), esistono le patch anche per i giochi su console, grazie sopratutto ai loro servizi on line, come PSN e Xbox Live.Se ti sei preso un gioco "vecchio" e lo fai avviare nella console, il sistema di avverte della presenza di patch e te le scarica.Ok, non è la stessa cosa come per i pc, sia chiaro, però anche li le patch ci sono.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: La pirateria è un problema di costi.
            - Scritto da: Sgabbio
            Luco, nelle console attuali (per il wii no, se
            non ricordo male), esistono le patch anche per i
            giochi su console, grazie sopratutto ai loro
            servizi on line, come PSN e Xbox
            Live.Anche per il wii in certi casi.Esempio:- Call of Duty Black Ops- PES 2011 (che aggiorna i dati dei calciatori come sono nella realtà)
            Se ti sei preso un gioco "vecchio" e lo fai
            avviare nella console, il sistema di avverte
            della presenza di patch e te le
            scarica.Anche col wii in condizioni normali. Ma il menù è hackabile in modo da ignorare gli aggiornamenti ;)Diciamo che l'architettura di sistema del Wii si divide in1) boot22) IOS3) System menu4) Canali variMa per saperne di più rimando gli interessati a forum specializzati.
            Ok, non è la stessa cosa come per i pc, sia
            chiaro, però anche li le patch ci sono.Nulla da obiettare... ma come insegna il Wii, si possono installare solo alcune cose e non tutte. E se non si può oggi, si potrà domani, perché gli sforzi vanno sempre in questa direzione, è stato sempre così e sarà sempre così anche per le macchine future.L'unico modo per evitarlo è tornare a vendere i cosiddetti schiacciapensieri: erano macchine nude e crude con un solo gioco, per ogni gioco cambiavi macchina.Fare una macchina per più giochi comporta architetture complesse e necessariamente aperte lato utente, se non altro per dargli la posibilità di cambiare gioco. E quindi per questo saranno sempre hackabili, prima o poi. E' solo questione di tempo e di conoscenze sull'archiettura, ma non esiste e non può esistere la console completamente blindata.E la PS3 l'ha dimostrato.
  • Lorenzo scrive:
    Questi sono pericolosi ...
    DVD prestati, visti in compagnia o in famigliaOra fino al prestati puo' essere una opinione ...ma in compagnia o in famiglia , be sono cose da folli adesso se noleggio un dvd devo mettere i tappi alle orecchie e occhiali neri a tutti i familiari ? e se arriva un amico lo butto fuori casa non sia mai veda o senta qualcosa del dvd ..E poi .. non gli e' venuto in mente che in tempi di crisi la prima cosa che si taglia e' l'intrattenimento ?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Questi sono pericolosi ...

      adesso se noleggio un dvd devo mettere i tappi
      alle orecchie e occhiali neri a tutti i familiari
      ? e se arriva un amico lo butto fuori casa non
      sia mai veda o senta qualcosa del dvd
      ..La soluzione è semplice: non noleggiare nessun dvd. Usi megavideo e sei a posto.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Questi sono pericolosi ...
        - Scritto da: uno qualsiasi

        adesso se noleggio un dvd devo mettere i tappi

        alle orecchie e occhiali neri a tutti i
        familiari

        ? e se arriva un amico lo butto fuori casa non

        sia mai veda o senta qualcosa del dvd

        ..

        La soluzione è semplice: non noleggiare nessun
        dvd. Usi megavideo e sei a posto.Quoto.Mai dare da mangiare a ladri truffatori che spacciano copie per originali.Se invece di film fossero quadri, sarebbero già in galera da un pezzo.
  • Marziano scrive:
    la putenza della pirateria
    Ragazzi la pirateria ci sta poco da fare è un servizio per la communitàIo me ne sbatto il kazzo delle leggi quando sono fatte da lobbisti di XXXXXparliamoci chiaro la società contemporanea tutta è una XXXXX tonanteQuesti (gli Stati ) smerciano bombe atomiche virus in provetta guerre povertà malattie da lavori sottopagati sconvolgimento planetarioBoschi tirati giu amazzonia asfaltata droghe prostituzione pedofiliarubano gli organi e molto molto altro.Questo fa lo stato e se non ci credete è perchè vivete ancora dentro matrix.Ora tornate a scaricare liberi.Amen
  • E uguale MC elevato 2 scrive:
    Stasera esempio
    Programmazione ........................21:10 - Dr. House - Medical Division22:00 - Grey's Anatomy23:50 - Nip/Tuck .......................................23:50 sostituito con Modella Per Caso !ORA SE MI ROMPO LE P°**é ED ATTACCO IL MULONON DITEMI CHE NON SONO GIUSTIFICATO !MA MANTENERE UNA PROGRAMMAZIONE COME DIO COMANDA ?BEN VENGA RAPIDSHARE E SOCI, SENON SANNO FARE IL LORO LAVOROCHE MUOIANO !
    • Guybrush scrive:
      Re: Stasera esempio
      - Scritto da: E uguale MC elevato 2
      Programmazione ........................
      21:10 - Dr. House - Medical Division
      22:00 - Grey's Anatomy
      23:50 - Nip/Tuck
      .......................................
      23:50 sostituito con Modella Per Caso !

      ORA SE MI ROMPO LE P°**é ED ATTACCO IL MULO
      NON DITEMI CHE NON SONO GIUSTIFICATO !

      MA MANTENERE UNA PROGRAMMAZIONE COME DIO COMANDA ?
      BEN VENGA RAPIDSHARE E SOCI, SENON SANNO FARE IL
      LORO
      LAVORO
      CHE MUOIANO !Butta via il televisore.Risparmierai anche il costo del canone.GT
    • rover scrive:
      Re: Stasera esempio
      Non sei goustificato.Esci e vai a conoscere un po' di gente, che fa bene anche allo spirito.E risparmi pure sulla bolletta elettrica
      • Sgabbio scrive:
        Re: Stasera esempio
        non è una risposta al problema. La "pirateria" nasce dalle inadeguatezza dei media di oggi.
        • rover scrive:
          Re: Stasera esempio
          La pirateria nasce da:-i beni in questione sono immateriali (di materiale c'è solo il contenitore)-i costi per questi beni sono troppo elevati in quanto c'è una lunga filiera di rendite parassitarie da sostenere.- ma anche se tali beni costassero il 10% molti tenterebbero di giustificare la pirateria. Perchè anche 1 euro sarebbe troppo.- dare del ladro a chi pirata è un po' eccessivo, ma è il termine più sintetico a disposizione.
          • krane scrive:
            Re: Stasera esempio
            - Scritto da: rover
            La pirateria nasce da:
            -i beni in questione sono immateriali (di
            materiale c'è solo il contenitore)
            -i costi per questi beni sono troppo elevati in
            quanto c'è una lunga filiera di rendite
            parassitarie da sostenere.Peraltro in buona parte ormai inutile.
            - ma anche se tali beni costassero il 10% molti
            tenterebbero di giustificare la pirateria. Perchè
            anche 1 euro sarebbe troppo.Come fai a sostenere cio' quando l'evidenza dice il contrario ? Guarda le vendite di itunes o delle offerte su steam.
            - dare del ladro a chi pirata è un po' eccessivo,
            ma è il termine più sintetico a disposizione.Un po' come dire che darti del pir1a e' il termine piu' sintetico che mi viene in mente... Dare del ladro e' utilizzare un termine errato per indurre intenzionalmente e capziosamente in confusione.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Stasera esempio
            - Scritto da: rover
            La pirateria nasce da:
            -i beni in questione sono immateriali (di
            materiale c'è solo il
            contenitore)
            -i costi per questi beni sono troppo elevati in
            quanto c'è una lunga filiera di rendite
            parassitarie da
            sostenere.
            - ma anche se tali beni costassero il 10% molti
            tenterebbero di giustificare la pirateria. Perchè
            anche 1 euro sarebbe
            troppo.
            - dare del ladro a chi pirata è un po' eccessivo,
            ma è il termine più sintetico a
            disposizione.Hai evitato l'argomento rispondendo alto....
  • tosse catarrosa scrive:
    MA DONT FEED THE TROLL/DOVELLA....
    ...Vuole sempre avere l'ultima parola come i conigli? Che elemento!! :D
  • Guybrush Fuorisede scrive:
    Re: scempio e ipocrisia
    - Scritto da: bubba
    - Scritto da: Guybrush

    - Scritto da: bubba


    Parafrasiamo un attimo


    "BESTEMMIARE E' REATO PENALE secondo l'art.
    762


    del codice di procedura penale(*). blabla...


    Convegno blabla sondaggio IPSOS


    blabla...

    [...]


    PRIMA di inerpicarsi sempre in queste strade
    si


    dovrebbe cancellare e riscrivere completamente

    in


    un ottica equa per le persone (e non
    enormemente


    sbilanciata per gli editori) la normativa sul


    diritto d'autore (che si fonda -almeno quella


    italiana-, ricordiamolo, su principi d'epoca


    fascista essendo del


    1941)



    1840.

    Il diritto d'autore nasce nel 1837 in italia e
    in

    capo a tre anni, grazie alle pressioni degli

    editori europei diventa legge, pressoché
    omogenea

    ovnque.
    dai su... non siamo inutilmente precisini che poi
    ci si sbaglia.
    :)
    Nel 1837 non c'era neanche l'italia come regno
    unitario (e quindi esistevano leggi variegate a
    seconda del
    territorio).ma esistevano gia' un giovane e brillante compositore di cognome Verdi e un editore chiamato Ricordi. Il primo affittò l'opera "Oberto conte di San Bonifacio" al secondo e diede letteralmente il "LA" a quello che oggi conosciamo come copyright. E, per inciso, non era una legge, ma un CONTRATTO (noleggio d'opera, appunto) dove l'editore avrebbe intascato dagli impresari una piccola cifra per ogni rappresentazione e corrisposto all'autore una cifra per ogni noleggio più un'altra per avere l'esclusiva del noleggio.
    La legge sulla quale ci si basa ORA e' quella 22
    aprile 1941, n.
    633.Corretto, ma tutto è partito da la'.
    SE INVECE si vuole risalire la storia, allora
    dobbiamo risalire alle leggi anglosassoni, con lo
    "statuto di anna" del 1709 .Nato A PROTEZIONE
    DEGLI EDITORI (alias gli stampatori), tra
    l'altro.No, non c'entra granché: qui si parla di noleggio d'opera, concetto che è alla base del moderno copyright. La legge del 1941 introduce la protezione dello stato su quello che fino a quel momento è stato solo un contratto avente valore tra le parti.In sostanza è come se un CCNL fosse stato redatto dal solo datore di lavoro e ratificato dallo stato, senza alcuna contrattazione tra tutti gli attori coinvolti.


    100 anni dopo viene aggiornato ad opera dei

    fascisti e, caso più unico che raro, e' la legge

    italiana a far da

    modello.
    Mh boh questo non lo so... di mezzo tra lo
    statuto di anna (common law) e la legge ATTUALE
    italiana, c'e' la Convenzione di berna. Non so se
    si ispirati dalle ns leggi di meta' 800 (e noi ,a
    ns volta, negli anni 40, ci siamo ispirati alla
    convenzione) o e' andata
    diversamente.MAGARI! Alla base c'e' un XXXXXXXssimo contratto di noleggio (leggiti la storia dell'opera "Oberto conte di san bonifacio" e' illuminante) al quale poi si sono accodati tutta una serie di benefit, che all'epoca potevano avere senso perché non esisteva copertura pensionistica, ma oggi appare un costoso anacronismo.
    Ne parlano poco e' vero.. pero' ci legiferano
    sopra (IN PEGGIO). Vedi l'infame Urbani e
    l'infame
    Bondi.Peggio... per chi? Da che esiste la LDA è sempre stata a favore del detentore dei diritti di sfruttamento patrimoniale e dei suoi eredi e anzi: ad ogni aggiornamento la posizione di questi soggetti è sempre migliorata.(sto facendo dell'ironia da 2 cent).Ah certo, poi c'e' il popolo bove di cui io e te siam parte e che ha ragione a bollare con l'infamia certe pratiche, ma fin dai tempi di Corinto(*) si soleva dire:"Noi siamo felici, noi siamo contentile chiappe del q-lo porgiam riverentiche al parlamento che regna sovranorimanga gradito il buco dell..."Dunque mi rimane una chitarra con cui suonare, una cam con cui fare delle riprese e un paio di sci per passare i fine-settimana con gli amiciGTFS(* cit: "Ifigonia incùlide", di autore anonimo, Corinto 69 p.C. )
  • vac scrive:
    E la tassa SIAE?
    x SIAE:1. Fornite un alternativa valida (molte opere si trovano solo su reti P2P)2. Prezzi accessibili: se sono un fans di adriano celentano e voglio comprare la sua intera discografia non devo ipotecare la casa.3. Togliete tasse improprie su HD, DVD, ecc... Se pago la tassa SIAE sui supporti mi sento autorizzato a copiarci dentro quello che voglio.
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: E la tassa SIAE?
      - Scritto da: vac
      x SIAE:
      1. Fornite un alternativa valida (molte opere si
      trovano solo su reti
      P2P)Non gli conviene: molti "vecchi pezzi" fanno concorrenza ai nuovi artisti.
      2. Prezzi accessibili: se sono un fans di adriano
      celentano e voglio comprare la sua intera
      discografia non devo ipotecare la
      casa.Al contrario: proprio perché sei un fan del molleggiato sei disposto a pagare cifre elevate. Sei, come si suol dire, la grassa XXXXX da cui attingere a mani basse.
      3. Togliete tasse improprie su HD, DVD, ecc... Se
      pago la tassa SIAE sui supporti mi sento
      autorizzato a copiarci dentro quello che
      voglio.ROTFL... conosci la storia dell'uomo, il lupo e il cavallo?L'equo compenso c'e' e rimane finché c'e' la SIAE.Pero' puoi acquistare i tuoi supporti la' dove l'incidenza dell'equo compenso e' minore.GTFS
      • panda rossa scrive:
        Re: E la tassa SIAE?
        - Scritto da: Guybrush Fuorisede
        - Scritto da: vac

        x SIAE:

        1. Fornite un alternativa valida (molte opere si

        trovano solo su reti

        P2P)
        Non gli conviene: molti "vecchi pezzi" fanno
        concorrenza ai nuovi artisti.Dire "fanno concorrenza" e' un eufemismo.Diciamo che se i giovani potessero conoscere certi vecchi pezzi, la musica di oggi (eufemismo pure questo) venderebbe zero.Quindi meglio tenere nascosta l'arte.
        • Guybrush Fuorisede scrive:
          Re: E la tassa SIAE?
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Guybrush Fuorisede[...]
          Dire "fanno concorrenza" e' un eufemismo.
          Diciamo che se i giovani potessero conoscere
          certi vecchi pezzi, la musica di oggi (eufemismo
          pure questo) venderebbe
          zero.
          Quindi meglio tenere nascosta l'arte.Ma anche no. Un Johnny Cash ascoltato "a freddo" potrebbe non piacere, in definitiva i gusti sono gusti.Non butterei nel XXXXX la musica di oggi, comunque è musica: consente di costruire il proprio bagaglio culturale e alla fine, apprezzare Dave Bruback, Emerson, Lake & Palmer, Jimi Hendrix e via così fino a godere di un clavicembalo ben temperato.Diciamo che la musica di oggi è un ottimo antipasto: fa venir fame, ma quella seria.GTFS
        • Sgabbio scrive:
          Re: E la tassa SIAE?
          magari gli artisti futuri, avranno spunti interessanti per fare della buona musica.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: E la tassa SIAE?
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Guybrush Fuorisede

          - Scritto da: vac


          x SIAE:


          1. Fornite un alternativa valida (molte opere
          si


          trovano solo su reti


          P2P)

          Non gli conviene: molti "vecchi pezzi" fanno

          concorrenza ai nuovi artisti.

          Dire "fanno concorrenza" e' un eufemismo.
          Diciamo che se i giovani potessero conoscere
          certi vecchi pezzi, la musica di oggi (eufemismo
          pure questo) venderebbe
          zero.
          Quindi meglio tenere nascosta l'arte.S'è sempre detto, ma da musicista che ascolta e suona letteralmente di tutto ti dico che sono due cose semplicemente diverse e quindi non paragonabili. E sono legate molto anche alle generazioni.Se mi chiedessero un nome per un gruppo rock io risponderei i Queen. Ma molti altri ti risponderebbero in modo diverso e non è detto che le loro risposte siano peggiori o migliori della mia. I Beatles erano rock, in modo molto diverso dai Queen, ma avevano anche un bel po' di anni in più. E non mi dispiacciono. Così come Paolo Bitta ti risponderebbe i Pooh. :D[img]http://i.ytimg.com/vi/eUiwrSfbA2Y/0.jpg[/img] "Dammi solo un minuto, un soffio di fiato, un attimo ancora"
          • panda rossa scrive:
            Re: E la tassa SIAE?
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Se mi chiedessero un nome per un gruppo rock io
            risponderei i Queen. Ma molti altri ti
            risponderebbero in modo diverso e non è detto che
            le loro risposte siano peggiori o migliori della
            mia. I Beatles erano rock, in modo molto diverso
            dai Queen, ma avevano anche un bel po' di anni in
            più. E non mi dispiacciono. Così come Paolo Bitta
            ti risponderebbe i Pooh.
            :DMi sta bene tutto. I gusti li capisco e i sottogeneri in cui si divide il rock sono talmente vasti che ancora non li avranno esplorati neanche tutti.Pero, Queen, Beatles, Pooh, ai quali magari ci aggiungo i Pink Floyd, i Rolling Stones, e chiunque vuole puo' allungare l'elenco, la prova del tempo stanno dimostrando di averla superata e oggi ancora si ascoltano e ancora vendono.Oggi chi c'e'?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: E la tassa SIAE?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            Se mi chiedessero un nome per un gruppo rock io

            risponderei i Queen. Ma molti altri ti

            risponderebbero in modo diverso e non è detto
            che

            le loro risposte siano peggiori o migliori della

            mia. I Beatles erano rock, in modo molto diverso

            dai Queen, ma avevano anche un bel po' di anni
            in

            più. E non mi dispiacciono. Così come Paolo
            Bitta

            ti risponderebbe i Pooh.

            :D

            Mi sta bene tutto. I gusti li capisco e i
            sottogeneri in cui si divide il rock sono
            talmente vasti che ancora non li avranno
            esplorati neanche
            tutti.

            Pero, Queen, Beatles, Pooh, ai quali magari ci
            aggiungo i Pink Floyd, i Rolling Stones, e
            chiunque vuole puo' allungare l'elenco, la prova
            del tempo stanno dimostrando di averla superata e
            oggi ancora si ascoltano e ancora
            vendono.

            Oggi chi c'e'?I Prophilax, che spaccano di brutto e regalano pure la loro musica.
          • Sgabbio scrive:
            Re: E la tassa SIAE?
            Tra l'altro hanno fatto una raccolta dei loro brani migliori nei loro ventanni di vità, ma non si sono limitati a metterli insieme, ma li hanno proprio risuonati!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: E la tassa SIAE?
            - Scritto da: Sgabbio
            Tra l'altro hanno fatto una raccolta dei loro
            brani migliori nei loro ventanni di vità, ma non
            si sono limitati a metterli insieme, ma li hanno
            proprio risuonati!E li hanno fatti scegliere ai fan su facebook. La richiesta di Ceppaflex era, più o meno, "dite cosa vorreste sentire nel prossimo album che sarà una raccolta di brani precedenti rifatti oggi come si deve, l'importante è che non sia un brano degli ultimi due cd" (non ricordo le parole precise ma il senso era questo)Dai commenti e risposte è stata fatta la tracklist del cd "Vent'anni di analità".Dei Prophilax una sola cosa non amo: non vogliono che circolino le versioni dei brani risalenti ai demotape degli esordi. Ceppaflex disse "non fate girare quella XXXXX" (testuali parole).
          • Joe Tornado scrive:
            Re: E la tassa SIAE?
            Ceppaflex disse "non fate
            girare quella XXXXX" (testuali
            parole).Sarà stato ironico, conoscendoli ! I Prophilax spesso cambiano qualcosa nei loro brani, attualizzandoli. Li ho visti suonare dal vivo più di una volta !
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: E la tassa SIAE?
            - Scritto da: Joe Tornado
            Ceppaflex disse "non fate

            girare quella XXXXX" (testuali

            parole).

            Sarà stato ironico, conoscendoli !No, si riferiva alle vecchie registrazioni risalenti alle demotape.
      • Favole scrive:
        Re: E la tassa SIAE?
        - Scritto da: Guybrush Fuorisede
        - Scritto da: vac

        x SIAE:

        1. Fornite un alternativa valida (molte opere si

        trovano solo su reti

        P2P)
        Non gli conviene: molti "vecchi pezzi" fanno
        concorrenza ai nuovi artisti.



        2. Prezzi accessibili: se sono un fans di
        adriano

        celentano e voglio comprare la sua intera

        discografia non devo ipotecare la

        casa.
        Al contrario: proprio perché sei un fan del
        molleggiato sei disposto a pagare cifre elevate.
        Sei, come si suol dire, la grassa XXXXX da cui
        attingere a mani
        basse.


        3. Togliete tasse improprie su HD, DVD, ecc...
        Se

        pago la tassa SIAE sui supporti mi sento

        autorizzato a copiarci dentro quello che

        voglio.
        ROTFL... conosci la storia dell'uomo, il lupo e
        il
        cavallo?

        L'equo compenso c'e' e rimane finché c'e' la SIAE.

        Pero' puoi acquistare i tuoi supporti la' dove
        l'incidenza dell'equo compenso e'
        minore.

        GTFSTipo in Slovenia
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: E la tassa SIAE?
        - Scritto da: Guybrush Fuorisede
        L'equo compenso c'e' e rimane finché c'e' la SIAE.

        Pero' puoi acquistare i tuoi supporti la' dove
        l'incidenza dell'equo compenso e'
        minore.A Taiwan. ;)
  • uno qualsiasi scrive:
    Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..

    se NETflix (10$ al mese) in US riesce a dare
    legalemente il servizio che da.. (in america non
    in russia,dove la pirateria regna sovrana
    avallata dallo stato)ma perche da noi non puo
    essere
    accettata????Semplice; perchè chiede più soldi di siti come rapidshare, ed offre di meno (perchè offre film con drm). A chi mette il drm non bisogna mai dare soldi.
    • Trunk scrive:
      Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
      la mia era una risposta al download di opere protette appuntoonestamente 10$ al mese per poter guardare fil e serie tv in qualita ottima mi sembra un prezzo piu che equo.poi ovvio se tu pensi che poter vedere un film non deve avere un prezzo allora nessun problema. è il tuo punto di vista.ma il discorso si sposta velocemnte sul valore dell opera di ingegno e credo che nessun opossa dire (senza dire cagate) che non ha valore..
      • ruppolo scrive:
        Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
        - Scritto da: Trunk
        poi ovvio se tu pensi che poter vedere un film
        non deve avere un prezzo allora nessun problema.
        è il tuo punto di
        vista.Il punto è che quando tale punto di vista sfocia in una pratica che danneggia gli altri, me compreso, allora non mi sta più bene. Non mi sta bene pagare le cose più care, pagare l'equo compenso, a causa di persone che vogliono tutto senza pagare niente.
        • Trunk scrive:
          Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
          ma netflix costa 10 $ al mese.... e puoi guardare tuto quello che vuoi...son stato 20 giorni negli US a casa di amici e dico che è una manna...
        • krane scrive:
          Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Trunk

          poi ovvio se tu pensi che poter vedere un film

          non deve avere un prezzo allora nessun problema.

          è il tuo punto di vista.
          Il punto è che quando tale punto di vista sfocia
          in una pratica che danneggia gli altri, me
          compreso, allora non mi sta più bene. Non mi sta
          bene pagare le cose più care, pagare l'equo
          compenso, a causa di persone che vogliono tutto
          senza pagare niente.Stai parlando delle mayor ? Che senza portare alcuna prova hanno preteso che noi si pagasse il pizzo sui supporti ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: krane
            Stai parlando delle mayor ? Che senza portare
            alcuna prova hanno preteso che noi si pagasse il
            pizzo sui supporti ?E non si sono accontentate di quello... e allora... KAPUT (a voi e a tutte le vostre famiglie)
        • Sgabbio scrive:
          Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
          Guarda che non è colpa di chi scarica.... vedi che ti stai facendo XXXXXXX ?
          • Trunk scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            dovremmo informarci tutti un po di piu...cmq lasciam perder le major.. io faccio sto ragionamento:un DVD nuovo appenauscito se lo compro costa 30/40 se lo noleggio 5 (circa dai) con quel servizio con 10 $ (facciamo anche fossero 10 ) posso guardare tutti i film che volgio per un mese...ora... secodno me pagare 10 al mese mi sembra il minimo dato cil lavoro che c'è dietro la creazione di un film..è ovvio che cosi si salta la catena distributiva e si puo risparmiare..oddio ma lo penso solo io??? sembra che abbia scritto una XXXXXXXta...
          • Max scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            Per niente, Io sono assolutamente d'accordo.Non pagare niente non ha senso, uno crea un servizio che la gente sfrutta. Genera un piacere, senza quella creazione non ci sarebbe quel piacere. Dire che allora produrranno solo chi vuole non ha senso, si deve guadagnare per vivere e ci vuole una notevole mole di lavoro per creare determinate opere d'ingegno.Quindi assolutamente d'accordo sui 10 Euro o Dollari, assolutamente d'accordo sulla fine dei diritti dopo 10 anni, mi sembra un periodo più che sufficiente, assolutamente contro il parassitaggio: l'opera non ti interessa? Non la guardi, o aspetti 10 anni per guardarla.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..

            Quindi assolutamente d'accordo sui 10 Euro o
            Dollari, assolutamente d'accordo sulla fine dei
            diritti dopo 10 anni, mi sembra un periodo più
            che sufficiente, assolutamente contro il
            parassitaggio: l'opera non ti interessa? Non la
            guardi, o aspetti 10 anni per
            guardarla.E se la guardo prima, che problemi ti creo? Nessuno.
          • Max scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            Crei un problema di "creazione", se fosse possibile farlo gratis giustamente nessuno pagherebbe-
            nessuno guadagnerebbe-
            nessuno creerebbe-
            è vero che per te sarebbe lo stesso, ma per altri no, si creerebbe un disagio a chi determinati servizi li vorrebbe. Ovviamente non si tratta di rubare, e parlare di pirateria mi sembra una sciocchezza, ma si crea un nuovo reato a mio parere, perchè si sfrutta l'ingegno di qualcuno contro la volontà di quest'ultimo che non vuole che la sua opera venga distribuita gratuitamente. Mi sembra giusto che la legge lo tuteli... Fino ad un certo punto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            però ne parli come se tutti guardino un film senza pagare il giusto :D
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: Max
            Crei un problema di "creazione", se fosse
            possibile farlo gratis giustamente nessuno
            pagherebbe-
            nessuno guadagnerebbe-
            nessuno
            creerebbe-
            è vero che per te sarebbe lo stesso,
            ma per altri no, si creerebbe un disagio a chi
            determinati servizi li vorrebbe.No, non si crea nessun disagio: se tu vuoi quei determinati servizi, semplicemente te li paghi tu. Se a me non interessa che quei servizi continuino a esistere, è ovvio che non contribuirò a mantenerli. Ma non ti impedisco di certo di mantenerli a tue spese.
          • Max scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: uno qualsiasi
            No, non si crea nessun disagio: se tu vuoi quei
            determinati servizi, semplicemente te li paghi
            tu. Se a me non interessa che quei servizi
            continuino a esistere, è ovvio che non
            contribuirò a mantenerli. Ma non ti impedisco di
            certo di mantenerli a tue
            spese.Tu vuoi rendere gratis quei servizi per tutti... se una cosa è legalmente free è logico che tutti la prendano free...Senza contare che quei servizi ti interessano nel momento stesso in cui ne usufruisci, se non interessassero non li guarderesti nemmeno free, questa è logica...
          • Paolo Bitta scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..

            Tu vuoi rendere gratis quei servizi per tutti...
            se una cosa è legalmente free è logico che tutti
            la prendano
            free...Lo scopo è quello.
            Senza contare che quei servizi ti interessano nel
            momento stesso in cui ne usufruisci, se non
            interessassero non li guarderesti nemmeno free,
            questa è
            logica...No, non è logica. Se è disponibile, vuol dire che il lavoro è già stato fatto. Pagandolo, non paghi quel lavoro lì, paghi la realizzazione di altre opere. Non è detto che mi interessi. A chi piaceva windows xp, ad esempio magari non piaceva vista: ma pagando per xp era costretto a finanziare la realizzazione di vista.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: Max
            Crei un problema di "creazione", se fosse
            possibile farlo gratis giustamente nessuno
            pagherebbe-
            nessuno guadagnerebbe-
            nessuno
            creerebbe -
            è vero che per te sarebbe lo stesso,
            ma per altri no, si creerebbe un disagio a chi
            determinati servizi li vorrebbe.La fuori ci sono 80 secoli di "creazioni" della civilta' umana, e sono state create e diffuse per 79 secoli e mezzo gratis.A me viene piu' facile credere che chi vuole continuera' ancora a creare.E chi vuole continuera' ancora a remunerare le creazioni.
            Ovviamente non si tratta di rubare, e parlare di
            pirateria mi sembra una sciocchezza, ma si crea
            un nuovo reato a mio parere, perchè si sfrutta
            l'ingegno di qualcuno contro la volontà di
            quest'ultimo che non vuole che la sua opera venga
            distribuita gratuitamente. Io faccio il programmatore, e ci sono cose che ho fatto che sono presenti in rete e liberamente e gratuitamente scaricabili.Ci sono altre cose che ho fatto e che non voglio che vengano distribuite gratuitamente: stanno qui nel mio cassetto!Nessuno puo' sfruttare queste ultime, se non commettendo un reato di effrazione, etc...
            Mi sembra giusto che
            la legge lo tuteli... Fino ad un certo
            punto.Non c'e' bisogno che la legge tuteli niente.Basta non pubblicare e nessuno puo' sfruttare, anche perche' neanche sanno che esiste.
          • Max scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: panda rossa
            La fuori ci sono 80 secoli di "creazioni" della
            civilta' umana, e sono state create e diffuse per
            79 secoli e mezzo
            gratis.Vero, ma quanti di quei "creatori" sono morti in povertà nonostante il loro intelletto?

            A me viene piu' facile credere che chi vuole
            continuera' ancora a
            creare.
            E chi vuole continuera' ancora a remunerare le
            creazioni.
            Ci vogliono delle regolamentazioni, altrimenti tutto si può fare, non ti pare?
            Io faccio il programmatore, e ci sono cose che ho
            fatto che sono presenti in rete e liberamente e
            gratuitamente
            scaricabili.
            Ci sono altre cose che ho fatto e che non voglio
            che vengano distribuite gratuitamente: stanno qui
            nel mio
            cassetto!
            Nessuno puo' sfruttare queste ultime, se non
            commettendo un reato di effrazione,
            etc...
            Non è proprio così... Se non fossero distribuite il tuo ragionamento sarebbe corretto, ma in questo caso tu vuoi guadagnare su quelle creazioni nel cassetto, ma se si trovasse il modo di utilizzarle senza pagarle copiando le chiavi o facendo reverse engenering del codice ti andrebbe bene comunque? Anche io faccio il programmatore, e pur apprezzando l'open source non si campa di quello...
            Non c'e' bisogno che la legge tuteli niente.
            Basta non pubblicare e nessuno puo' sfruttare,
            anche perche' neanche sanno che
            esiste.Non l'ho capita l'ultima frase... Non sanno che esiste cosa?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..

            Vero, ma quanti di quei "creatori" sono morti in
            povertà nonostante il loro
            intelletto?E allora? Perchè mai avrebbero dovuto diventare ricchi? Avrebbero forse prodotto di più? La loro povertà ha forse impedito loro di creare?

            Non c'e' bisogno che la legge tuteli niente.

            Basta non pubblicare e nessuno puo' sfruttare,

            anche perche' neanche sanno che

            esiste.
            Non l'ho capita l'ultima frase... Non sanno che
            esiste
            cosa?L'opera che non si voleva divulgare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: Max
            - Scritto da: panda rossa

            La fuori ci sono 80 secoli di "creazioni" della

            civilta' umana, e sono state create e diffuse
            per

            79 secoli e mezzo

            gratis.

            Vero, ma quanti di quei "creatori" sono morti in
            povertà nonostante il loro
            intelletto?A parte il fatto che e' una condizione piu' che normale morire in poverta': si nasce possedendo zero, si muore possedendo zero. Vuol dire che non si sono commessi sprechi durante l'esistenza.A parte questo: chi lo ha detto che un creatore di opere lo faccia per arricchirsi? Secondo me lo dice chi non e' in grado di creare, perche' io che appartengo alla categoria di coloro che creano opere d'ingegno, lo faccio per il piacere di farlo, e per una sorta di appagamento intellettuale.

            A me viene piu' facile credere che chi vuole

            continuera' ancora a

            creare.

            E chi vuole continuera' ancora a remunerare le

            creazioni.


            Ci vogliono delle regolamentazioni, altrimenti
            tutto si può fare, non ti
            pare?Tutto si puo' fare! Si deve poter fare tutto.Perche' mettere dei limiti?

            Io faccio il programmatore, e ci sono cose che
            ho

            fatto che sono presenti in rete e liberamente e

            gratuitamente

            scaricabili.

            Ci sono altre cose che ho fatto e che non voglio

            che vengano distribuite gratuitamente: stanno
            qui

            nel mio

            cassetto!

            Nessuno puo' sfruttare queste ultime, se non

            commettendo un reato di effrazione,

            etc...



            Non è proprio così... Se non fossero distribuite
            il tuo ragionamento sarebbe corretto, ma in
            questo caso tu vuoi guadagnare su quelle
            creazioni nel cassetto, ma se si trovasse il modo
            di utilizzarle senza pagarle copiando le chiavi o
            facendo reverse engenering del codice ti andrebbe
            bene comunque? Tanto e' da me che deve venire chi ne ha bisogno.
            Anche io faccio il programmatore,
            e pur apprezzando l'open source non si campa di
            quello...Si campa di consulenze. L'open source e' semplicemente una sorta di curriculum.Invece di raccontar balle "io so questo, io so quello...", io nel mio curriculum scrivo: "Io ho fatto queste cose!"Vale piu' di mille parole!

            Non c'e' bisogno che la legge tuteli niente.

            Basta non pubblicare e nessuno puo' sfruttare,

            anche perche' neanche sanno che

            esiste.
            Non l'ho capita l'ultima frase... Non sanno che
            esiste
            cosa?Quello che tengo nel mio cassetto!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: panda rossa
            A parte questo: chi lo ha detto che un creatore
            di opere lo faccia per arricchirsi? Secondo me lo
            dice chi non e' in grado di creare, perche' io
            che appartengo alla categoria di coloro che
            creano opere d'ingegno, lo faccio per il piacere
            di farlo, e per una sorta di appagamento
            intellettuale.Anch'io creo opere dell'ingegno te la sottoscrivo.
            Tutto si puo' fare! Si deve poter fare tutto.
            Perche' mettere dei limiti?L'unico (sacrosanto) diritto è quello alla paternità dell'opera. Chiaramente, a meno che non sia l'autore stesso a rinunciarvi (magari perché contiene qualcosa di politicamente o socialmente scomodo, e allora si usa uno pseudonimo, un nome collettivo stile Luther Blissett, o ancora la si rilascia senza alcun nome né pseudonimo).
            Si campa di consulenze. L'open source e'
            semplicemente una sorta di curriculum.Musicalmente si campa di commesse.Un poeta o un paroliere ha scritto un testo e vuole qualcuno che fa la musica. Mi chiama, se è il caso gliela faccio, mi paga il lavoro, e poi tutto (testo e musica) finisce sotto licenze libere.
            Invece di raccontar balle "io so questo, io so
            quello...", io nel mio curriculum scrivo: "Io ho
            fatto queste
            cose!"
            Vale piu' di mille parole!Quoto.


            Non c'e' bisogno che la legge tuteli niente.


            Basta non pubblicare e nessuno puo' sfruttare,


            anche perche' neanche sanno che


            esiste.

            Non l'ho capita l'ultima frase... Non sanno che

            esiste

            cosa?

            Quello che tengo nel mio cassetto!Ri-quoto.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: Max
            Vero, ma quanti di quei "creatori" sono morti in
            povertà nonostante il loro intelletto?Il diritto d'autore non c'entra niente con la capacità di autopromuoversi e di generare opere adatte al momento.Meucci inventò il telefono ma è morto senza che gli venisse riconosciuto, eppure i brevetti esistevano ed è proprio a causa dell'esistenza dei brevetti che non gli venne riconosciuto.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: Max
            Crei un problema di "creazione", se fosse
            possibile farlo gratis giustamente nessuno
            pagherebbe-
            nessuno guadagnerebbe-
            nessuno
            creerebbe-
            E' una logica fallace.Questo è gratis, se loro ci sono riusciti a convincere gli sponsor che stanno all'inizio del filmato possono riuscirci anche le major.[yt]I1fQ-3-CEFg[/yt]
          • panda rossa scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: Trunk
            dovremmo informarci tutti un po di piu...
            cmq lasciam perder le major..
            io faccio sto ragionamento:
            un DVD nuovo appenauscito se lo compro costa
            30/40

            se lo noleggio 5 (circa dai)
            con quel servizio con 10 $ (facciamo anche
            fossero 10 ) posso guardare tutti i film che
            volgio per un
            mese...

            ora... secodno me pagare 10 al mese mi sembra
            il minimo dato cil lavoro che c'è dietro la
            creazione di un
            film..

            è ovvio che cosi si salta la catena distributiva
            e si puo
            risparmiare..

            oddio ma lo penso solo io??? sembra che abbia
            scritto una
            XXXXXXXta...Si, bella grossa.Il film e' un prodotto fatto per essere fruito AL CINEMA.Paghi il biglietto e in cambio hai l'acXXXXX ad una sala grande, poltrona comoda, schermo gigante, dolby surround, e adesso pure gli occhialini per il 3D.Tant'e' che i film vengono valutati per l'incasso al cinema nelle prime settimane.E' solo per questo che il produttore ha investito nella produzione.Poi, grazie all'home video, possono eventualmente approfittare per vendere SUPPORTI nelle loro custodie di plastica o cartoncino, con dentro un disco, e tu compri il supporto per poterlo mettere sullo scaffale, che arreda.Se del supporto fisico NON TE NE FREGA NIENTE ma ti interessa solo avere il file sul disco, puoi al massimo pagare qualcosa che ti eviti lo sbattimento di procurartelo in altro modo.Ma se sei in grado di procurartelo in altro modo, stai a posto.Questo dice la logica.E la legge si adeguera' alla logica!
          • Max scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..

            E la legge si adeguera' alla logica!Ma quando mai?! XD
          • Sgabbio scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            infatti la legge e la logica non vanno mai a braccetto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: Max

            E la legge si adeguera' alla logica!

            Ma quando mai?! XDLa conosci la storia di Churchill e del cartello "vietato fumare", vero?
          • 0110 scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..

            Questo dice la logica.

            E la legge si adeguera' alla logica!Se non la legge, il mercato.Di modi di guadagnare dal download o p2p gratis o semigratis (1cent a film, per dire) ce ne sono.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            Ehm, io dico mele e tu dici pere...cioè stavo parlando di tutt'altro.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..

          Non mi sta
          bene pagare le cose più care, pagare l'equo
          compenso, a causa di persone che vogliono tutto
          senza pagare
          niente.E allora, non pagare neanche tu. Rinuncia al film, piuttosto.A me non va bene dover pagare (o dover rinunciare al film) solo perchè ci sono persone come te che vogliono pagare di meno.Tu non vuoi che io veda i film gratis? E io non voglio che tu abbia lo sconto quando compri.
        • rover scrive:
          Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
          Caro Ruppolo,su questi argomenti sono sostanzialmente d'accordo con te.Potremmo affrontare un argomento più serio, ma sostanzialmente parallelo, con questi amici fan del mulo e simili: evasione fiscale. Anche qui chi paga paga di più perchè c'è chi non paga.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..

            evasione fiscaleIl mancato acquisto non è dimostrabile !
          • Sgabbio scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            infatti "donwload = mancato guadagno" non è mai stato dimostrato, tra l'altro questo dubbio fa cavillare ogni proclama apocalittico delle major.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: Joe Tornado

            evasione fiscale

            Il mancato acquisto non è dimostrabile !E non è manco tassabile.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
          - Scritto da: ruppolo
          pagare l'equo compensoCompra all'estero e non lo paghi più.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
        hanno valore, ma forse il concetto di valore non va valutato in termini monetari.Però devo dire che se ci sono servizi che mi danno delle limitazioni sui beni che acquisto, li evito.
  • ruppolo scrive:
    Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
    - Scritto da: Trunk
    scaricare non è rubare, trovati un lavoro vero..
    megavideo me lo
    regala...

    siamo onesti con noi stessi.. ..ma non con gli altri...
    • Trunk scrive:
      Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
      O_o toglimi una curiosita.. rispondi per avere il record su PI ?
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
        - Scritto da: Trunk
        O_o
        toglimi una curiosita.. rispondi per avere il
        record su PI
        ? Eh ma quello ce l'ha già.
        • panda rossa scrive:
          Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: Trunk

          O_o

          toglimi una curiosita.. rispondi per avere il

          record su PI

          ?
          Eh ma quello ce l'ha già.Inarrivabile! 10.000 post piu' di me. :s
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Trunk


            O_o


            toglimi una curiosita.. rispondi per avere il


            record su PI


            ?

            Eh ma quello ce l'ha già.

            Inarrivabile! 10.000 post piu' di me. :sE' segno che nella vita non ha un XXXXX da fare.Sarà Enzo Mazza in incognito.
      • ruppolo scrive:
        Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
        - Scritto da: Trunk
        O_o
        toglimi una curiosita.. rispondi per avere il
        record su PI
        ?No, non guardo neanche il numero dei messaggi che scrivo. Qualche problema? Non sei obbligato a leggere i miei post, e i miei post sono ben identificati.
        • Trunk scrive:
          Re: Se Netflix venisse accettato anche qui..
          - Scritto da: ruppolo

          No, non guardo neanche il numero dei messaggi che
          scrivo. Qualche problema? Non sei obbligato a
          leggere i miei post, e i miei post sono ben
          identificati.capisco molti commenti su di te :-) mi fai ridere li leggo apposta il fatto è che se il tuo era un commento utile al discorso non lo ha capito nessuno
  • my white gix into your mouth scrive:
    PIRATERIA E' REATO
    ci sono delle leggi, che mi possono piacere o no, possono essere giuste o ingiuste, ma ci sono. se le infrango commetto un reato. la pirateria è un reato paragonabile ad un furto, perchè mi approprio di materiale senza pagare chi di dovere. che poi questa persono/società/ente si meriti i soldi o no è un altro discorso, intanto c'è la legge e va rispettata.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: PIRATERIA E' REATO
      È reato caricare, non scaricare.
      • my white gix into your mouth scrive:
        Re: PIRATERIA E' REATO
        - Scritto da: uno qualsiasi
        È reato caricare, non scaricare.allora io sparo ad una persona, tanto il reato l'ha commesso chi mi ha venduto clandestinamente la pistola.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: PIRATERIA E' REATO
          - Scritto da: my white gix into your mouth
          - Scritto da: uno qualsiasi

          È reato caricare, non scaricare.
          allora io sparo ad una persona, tanto il reato
          l'ha commesso chi mi ha venduto clandestinamente
          la
          pistola.Se la persona sparata sei tu, non c'è reato, ma servizio alla comunità.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Se la persona sparata sei tu, non c'è reato, ma
            servizio alla
            comunità.vedo che quando non sai come argomentare la butti sull'offesa personale. tipico di chi in testa ha 4 idee e per di più confuse...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Se la persona sparata sei tu, non c'è reato, ma

            servizio alla

            comunità.
            vedo che quando non sai come argomentare la butti
            sull'offesa personale. tipico di chi in testa ha
            4 idee e per di più
            confuse...Vedo che per te una battuta è offensiva, mentre dare dei "ladri" a destra e a manca a sproposito è una conversazione accettabile.Tipico degli ipocriti, anche un po' infantili.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            io do del ladro a chi se lo merita, perchè io intendo come ladro una persona che trae guadagno a scapito di individui/società/enti. se non fai parte di quella categoria non ti saresti offeso...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            io do del ladro a chi se lo merita,Dei tuoi giudzi morali e della tua personale interpretazione della lingua italiana che differisce dal senso comune, me ne frego altamente.La parola "ladro" ha un preciso significato e se la attribuisci a chi ladro non è lo stai insultando e diffamando.Poi puoi farti tutti i pippoti che vuoi rispondendo da moccioso "chi si offende è un fetente", resta il fatto che pur potendo avere le opinioni che vuoi non puoi nè insultare nè stuprare la lingua italiana.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            mettila come vuoi, ma chi si impossessa di materiale coperto da copyrigth senza pagare commette un furto, quindi è un ladro.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            mettila come vuoi, ma chi si impossessa di
            materiale coperto da copyrigth senza pagare
            commette un furto, quindi è un
            ladro.E questa tua affermazione è giuridicamente una boiata e penalmente una diffamazione.Se ne deduce che se io ti do dell'ignorante e del diffamatore non commetto reato, se tu dai del ladro a me,invece, sì.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            ah sì, allora cos'è per te un ladro? è solo uno che entra vestito di nero e con le scarpe di gomma in una casa?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            ah sì, allora cos'è per te un ladro?Tante cose. è solo uno
            che entra vestito di nero e con le scarpe di
            gomma in una
            casa?è uno che sottrare la PROPRIETà e/O il POSSESSO di un bene a un altro, per avvantaggiarsene economicamente.Nella pirateria chi scarica non priva nessuno di niente, e non ha nessun vantaggio economico.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            è uno che sottrare la PROPRIETà e/O il POSSESSO
            di un bene a un altro, per avvantaggiarsene
            economicamente.

            Nella pirateria chi scarica non priva nessuno di
            niente, e non ha nessun vantaggio
            economico.come nessun vantaggio economico?????? risparmio i soldi del cinema, il costo di un cd musicale, i soldi (non pochi!!) di una licenza di windows, office o photoshop!!! ti sembra poco?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            è uno che sottrare la PROPRIETà e/O il POSSESSO

            di un bene a un altro, per avvantaggiarsene

            economicamente.



            Nella pirateria chi scarica non priva nessuno di

            niente, e non ha nessun vantaggio

            economico.

            come nessun vantaggio economico?????? risparmio i
            soldi del cinema,Ma se al cinema non ci sarebbe mai andato per vederlo quel film, di quali soldi stiamo parlando?
            il costo di un cd musicale,idem per il cd, che tra l'altro fisicamente neanche no.Non ascotlerei quelle canzoni se non fossero gratis, quindi qual'è il vantaggio economico?
            i
            soldi (non pochi!!) di una licenza di windows,
            office o photoshop!!! ti sembra
            poco?Sul software la questione è un po' diversa, ma è vero anche il contrario, spesso mi costirngono a pagare dei soldi per una licenza che non voglio, in quel caso come la mettiamo?
          • ruppolo scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: my white gix into your mouth

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            è uno che sottrare la PROPRIETà e/O il
            POSSESSO


            di un bene a un altro, per avvantaggiarsene


            economicamente.





            Nella pirateria chi scarica non priva nessuno
            di


            niente, e non ha nessun vantaggio


            economico.



            come nessun vantaggio economico?????? risparmio
            i

            soldi del cinema,

            Ma se al cinema non ci sarebbe mai andato per
            vederlo quel film, di quali soldi stiamo
            parlando?
            Quindi se io non ho i soldi per comprare una automobile mi sento in diritto di rubarla, tanto se non la rubo non la comprerei comunque...Ma che belle arrampicate sugli specchi.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: my white gix into your mouth


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            è uno che sottrare la PROPRIETà e/O il

            POSSESSO



            di un bene a un altro, per avvantaggiarsene



            economicamente.







            Nella pirateria chi scarica non priva
            nessuno

            di



            niente, e non ha nessun vantaggio



            economico.





            come nessun vantaggio economico??????
            risparmio

            i


            soldi del cinema,



            Ma se al cinema non ci sarebbe mai andato per

            vederlo quel film, di quali soldi stiamo

            parlando?



            Quindi se io non ho i soldi per comprare una
            automobileL'autoobile non si puo' copiare a costo 0.L'esempio non vale a niente.Come chi lo ha proposto.
          • ruppolo scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: my white gix into your mouth



            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            è uno che sottrare la PROPRIETà e/O il


            POSSESSO




            di un bene a un altro, per
            avvantaggiarsene




            economicamente.









            Nella pirateria chi scarica non priva

            nessuno


            di




            niente, e non ha nessun vantaggio




            economico.







            come nessun vantaggio economico??????

            risparmio


            i



            soldi del cinema,





            Ma se al cinema non ci sarebbe mai andato per


            vederlo quel film, di quali soldi stiamo


            parlando?






            Quindi se io non ho i soldi per comprare una

            automobile

            L'autoobile non si puo' copiare a costo 0.
            L'esempio non vale a niente.Come non vale, è validissimo. L'automobile si può copiare eccome, per questo esistono i brevetti.
            Come chi lo ha proposto.Offendi pure, si vede che non riesci a reggere la conversazione.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: my white gix into your mouth




            - Scritto da: dont feed the troll/dovella





            è uno che sottrare la PROPRIETà e/O il



            POSSESSO





            di un bene a un altro, per

            avvantaggiarsene





            economicamente.











            Nella pirateria chi scarica non priva


            nessuno



            di





            niente, e non ha nessun vantaggio





            economico.









            come nessun vantaggio economico??????


            risparmio



            i




            soldi del cinema,







            Ma se al cinema non ci sarebbe mai andato
            per



            vederlo quel film, di quali soldi stiamo



            parlando?









            Quindi se io non ho i soldi per comprare una


            automobile



            L'autoobile non si puo' copiare a costo 0.

            L'esempio non vale a niente.

            Come non vale, è validissimo. L'automobile si può
            copiare eccome, per questo esistono i
            brevetti.A costo 0?Cioè tu vedi un automobile e te ne fai una a costo 0 senza materiali e senza lavorare?Taci, per favore.


            Come chi lo ha proposto.

            Offendi pureAh, io mo offendo.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            per dirla tutta in questo momento siamo ladri anche noi due, perchè sul posto di lavoro cazzeggiamo invece di lavorare, quindi rubiamo soldi all'azienda (e se tu al momento sei a casa il ladro lo sono solo io)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            per dirla tutta in questo momento siamo ladri
            anche noi due, perchè sul posto di lavoro
            cazzeggiamo invece di lavorare, quindi rubiamo
            soldi all'azienda (e se tu al momento sei a casa
            il ladro lo sono solo
            io)Io scrivo boiate nei 15 minuti ogni 2 ore che mi spettano di pausa per legge.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            ad essere pignoli, la legge prevede che nei 15 min di pausa bisogna staccarsi dal monitor...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            ad essere pignoli, la legge prevede che nei 15
            min di pausa bisogna staccarsi dal
            monitor...Eh nella mia pausa faccio quello che voglio.Ce l'hai per vizio di sindacare cosa faccio nel tempo libero...
          • ruppolo scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: my white gix into your mouth

            ad essere pignoli, la legge prevede che nei 15

            min di pausa bisogna staccarsi dal

            monitor...

            Eh nella mia pausa faccio quello che voglio.No che non lo fai.
            Ce l'hai per vizio di sindacare cosa faccio nel
            tempo
            libero...E tu hai il vizio di dettare le regole di fruizione del lavoro altrui.Evidentemente nessuno ti ha insegnato la regola base della libertà: la tua libertà finisce dove inizia la libertà di un'altro.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: my white gix into your mouth


            ad essere pignoli, la legge prevede che nei 15


            min di pausa bisogna staccarsi dal


            monitor...



            Eh nella mia pausa faccio quello che voglio.

            No che non lo fai.
            Scommettiamo, nazistello?

            Ce l'hai per vizio di sindacare cosa faccio nel

            tempo

            libero...

            E tu hai il vizio di dettare le regole di
            fruizione del lavoro
            altrui.

            Quello che vuole imporre le proprie risibili opinionia suon di insulti e minacce pero' sei tu.Strano.
            Evidentemente nessuno ti ha insegnato la regola
            base della libertàMi sono chiarissime: se mi insulti, ti prendi una mazzata nei sensi e i carabinieri mi fanno pure un applauso.
          • ruppolo scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: my white gix into your mouth



            ad essere pignoli, la legge prevede che nei
            15



            min di pausa bisogna staccarsi dal



            monitor...





            Eh nella mia pausa faccio quello che voglio.



            No che non lo fai.



            Scommettiamo, nazistello?Quello che vuoi.


            Ce l'hai per vizio di sindacare cosa faccio
            nel


            tempo


            libero...



            E tu hai il vizio di dettare le regole di

            fruizione del lavoro

            altrui.





            Quello che vuole imporre le proprie risibili
            opinionia suon di insulti e minacce pero' sei
            tu.
            Strano.Insulti e minacce? Per ora sei tu quello che insulta e minaccia.Ma del resto non mi sembri una persona molto intelligente.

            Evidentemente nessuno ti ha insegnato la regola

            base della libertà

            Mi sono chiarissime: se mi insulti, ti prendi una
            mazzata nei sensi e i carabinieri mi fanno pure
            un
            applauso.Ecco appunto, intelligenza poca.Quindi chiudo qui, preferisco conversare con menti più brillanti.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: PIRATERIA E' REATO
          Lo fai apposta per renderti ridicolo? Ma da che parte stai, almeno?
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: PIRATERIA E' REATO
            "da che parte stai?" lo chiedono i bambini parlando dei cartoni animati, gli adulti si fanno delle opinioni...
    • vac scrive:
      Re: PIRATERIA E' REATO
      Se rubo sottraggo un bene ad un altro: (se ti rubo l'auto resti a piedi)Se scarico la discografia di un cantante nessune rimane penalizzato; inoltre mai e poi mai mi sognerei di comprarla legalmente perché costerebbe troppo; quindi nessun mancato guadagno.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: PIRATERIA E' REATO
      - Scritto da: my white gix into your mouth
      ci sono delle leggi, che mi possono piacere o no,
      possono essere giuste o ingiuste, ma ci sono. se
      le infrango commetto un reato. la pirateria è un
      reato paragonabile ad un furto, perchè mi
      approprio di materiale senza pagare chi di
      dovere. che poi questa persono/società/ente si
      meriti i soldi o no è un altro discorso, intanto
      c'è la legge e va
      rispettata.Se domani il governo dicesse che è illegale bere l'acqua del rubinetto e che che si debba comprare quella in bottiglia, lo troveresti giusto?Il paragone è idiota, ma il concetto è che TU, cittadino, non hai nessun potere sul tuo governo; il vero potere ce l'hanno le lobby industriali, che ungono ben bene i politici con denaro e parole patriottiche come "lotta alla pirateria, alla pedofilia e al terrorismo" e li spingono a fare leggi ambigue che vanno contro la costituzione, la privacy e il buonsenso.La democrazia, l'autodeterminazione, la libertà sono miraggi soffocati da tette e culi in tv e dalla finale di Champions League.E comunque le leggi si possono cambiare, non sono state scolpite sulla pietra.
      • ruppolo scrive:
        Re: PIRATERIA E' REATO
        Tutto giusto, ma se sono le parole di un ladro, allora contano come quelle dei ladri che combatte.
        • Sgabbio scrive:
          Re: PIRATERIA E' REATO
          per la serie: Ha detto una cosa giusta ma visto che sono ottuso, non li do importanza perchè io ho sempre ragione!
    • panda rossa scrive:
      Re: PIRATERIA E' REATO
      - Scritto da: my white gix into your mouth
      ci sono delle leggi, che mi possono piacere o no,
      possono essere giuste o ingiuste, ma ci sono. se
      le infrango commetto un reato. Vedere anche: Rosa Park.
    • Favole scrive:
      Re: PIRATERIA E' REATO
      - Scritto da: my white gix into your mouth
      ci sono delle leggi, che mi possono piacere o no,
      possono essere giuste o ingiuste, ma ci sono. se
      le infrango commetto un reato. la pirateria è un
      reato paragonabile ad un furto, perchè mi
      approprio di materiale senza pagare chi di
      dovere. che poi questa persono/società/ente si
      meriti i soldi o no è un altro discorso, intanto
      c'è la legge e va
      rispettata.Non scrivere boiate. Se scarico e non condivido (es da Rapidshare) commetto una violazione di carattere amministrativo, non un reato.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: PIRATERIA E' REATO
      - Scritto da: my white gix into your mouth
      ci sono delle leggi, che mi possono piacere o no,
      possono essere giuste o ingiuste, ma ci sono. se
      le infrango commetto un reato. la pirateria è un
      reato paragonabile ad un furto, perchè mi
      approprio di materiale senza pagare chi di
      dovere. che poi questa persono/società/ente si
      meriti i soldi o no è un altro discorso, intanto
      c'è la legge e va
      rispettata.[img]http://bayimg.com/image/caaikaacc.jpg[/img]
  • pino scrive:
    Solo un commento
    VAI A PETTINARE LE BAMBOLE ruppolo!
  • Videoteca Genesi scrive:
    Il pirata è una piaga sociale
    Non ci sono molte discussioni, la legge esiste gia', la ottima Urbani. Il pirata va punito, basta far rispettare la legge.. perche' discutere ancora. Galera tanta galera per educare.
    • V67 scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale
      hahahaha, tanta galera, ma se in galera ormai non ci va nemmeno chi picchia le donne, pensi che ci andrà un pirata, hahaha
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale
      Vai a fare un lavoro vero.
      • spacevideo scrive:
        Re: Il pirata è una piaga sociale
        definisci lavoro vero ...
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          Te lo definisco io: qualcosa che sia utile per gli altri. Qualcosa che gli altre desiderano che sia fatto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Te lo definisco io: qualcosa che sia utile per
            gli altri. Qualcosa che gli altre desiderano che
            sia
            fatto.Qualcosa che altri commissionano.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          definisci lavoro vero ...Fornire un servizio o un bene per il quale la gente è disposta a pagarti.Ecco per il tuo "lavoro" (cioè stare seduto e aspettare che i soldi ti piovano addosso, alla faccia di chi fatica sul serio) nessuno è + disposto a pagarti, esattamente come nessuno è disposto + a pagare un maniscalco dato che i cavalli non sono + un mezzo di locomozione diffuso.Vai a LAVORARE.
        • my white gix into your mouth scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          definisci lavoro vero ...ma le hai finite le elementari... no, mi viene il dubbio leggendo le domande che poni...
      • ruppolo scrive:
        Re: Il pirata è una piaga sociale
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella
        Vai a fare un lavoro vero.Quello che non puoi rubare facilmente?
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella

          Vai a fare un lavoro vero.

          Quello che non puoi rubare facilmente?esatto
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Vai a fare un lavoro vero.



            Quello che non puoi rubare facilmente?

            esattoAllora ammetti che è un tuo problema.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            Vai a fare un lavoro vero.





            Quello che non puoi rubare facilmente?



            esatto

            Allora ammetti che è un tuo problema.A parte che è evidente alla totalità degli utenti di PI che quello ad avere problemi sei tu, sarebbe curioso entrarti nel cervello per vedere,tra le tante altre cose, com'è possibile che tu prenda le parti dei videotecari che in effetti no nforniscono nessun servizio utile, quale che sia la tua opinione su pirateria e copyright.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            Vai a fare un lavoro vero.







            Quello che non puoi rubare facilmente?





            esatto



            Allora ammetti che è un tuo problema.

            A parte che è evidente alla totalità degli utenti
            di PI che quello ad avere problemi sei tu,Non credo proprio, visto che ci sono parecchi post di persone che ritengono la pirateria un reato, e anche grave.
            sarebbe curioso entrarti nel cervello per
            vedere,tra le tante altre cose, com'è possibile
            che tu prenda le parti dei videotecari che in
            effetti no nforniscono nessun servizio utile,
            quale che sia la tua opinione su pirateria e
            copyright.A me dei videotecari non importa nulla, io parto dall'autore dell'opera, che:1) È dotato di capacità che la maggior parte della gente non ha e non potrà mai avere;2) Ha studiato e imparato a esprimere le sue capacità;3) Ha investito tempo e denaro per far arrivare ai nostri occhi e orecchie tali opere uniche.Dopodiché tutti gli altri che spendono risorse per permettere che tutto ciò avvenga, hanno diritto ad essere compensati. Dal maestro di musica o recitazione fino al provider dei server che distribuiscono i contenuti. E in mezzo ce ne sta tanta, di gente. Tutti che hanno diritto ad essere compensati per il loro lavoro e impegno, gente che lavora per mantenersi e mantenere la famiglia.Poi possiamo disquisire sulle mele marce che ricavano ciò che non gli spetta, ma per farlo bisogna prima di tutto non appartenere a tale categoria. E chi pirata, appartiene a tale categoria, quindi ha perso il diritto di parola.
          • p2p scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: ruppolo




            - Scritto da: dont feed the troll/dovella





            Vai a fare un lavoro vero.









            Quello che non puoi rubare facilmente?







            esatto





            Allora ammetti che è un tuo problema.



            A parte che è evidente alla totalità degli
            utenti

            di PI che quello ad avere problemi sei tu,

            Non credo proprio, visto che ci sono parecchi
            post di persone che ritengono la pirateria un
            reato, e anche
            grave.a parte te ci sta uno che ha un videonoleggio


            sarebbe curioso entrarti nel cervello per

            vedere,tra le tante altre cose, com'è possibile

            che tu prenda le parti dei videotecari che in

            effetti no nforniscono nessun servizio utile,

            quale che sia la tua opinione su pirateria e

            copyright.

            A me dei videotecari non importa nulla, io parto
            dall'autore dell'opera,
            che:
            1) È dotato di capacità che la maggior parte
            della gente non ha e non potrà mai
            avere;dipende dai casi a volte è solo un idiota che ha deciso di fare un filmun po come te che hai deciso di essere un consulente informatico
            2) Ha studiato e imparato a esprimere le sue
            capacità;come no.. dillo a spielberg
            3) Ha investito tempo e denaro per far arrivare
            ai nostri occhi e orecchie tali opere
            uniche.no questo lo ha fatto un'altra persona che nulla ha a che fare con la creazione dell'opera in questione con diciamo XXXXXXX ruppolo vabbè che sei ignorante ma se non sai non scrivere..

            Dopodiché tutti gli altri che spendono risorse
            per permettere che tutto ciò avvenga, hanno
            diritto ad essere compensati. Dal maestro di
            musica o recitazione fino al provider dei server
            che distribuiscono i contenuti. E in mezzo ce ne
            sta tanta, di gente. Tutti che hanno diritto ad
            essere compensati per il loro lavoro e impegno,
            gente che lavora per mantenersi e mantenere la
            famiglia.è gente che viene pagata per fare quel lavoro e ancora non c'entra nulla col ragionamento

            Poi possiamo disquisire sulle mele marce che
            ricavano ciò che non gli spetta, ma per farlo
            bisogna prima di tutto non appartenere a tale
            categoria. E chi pirata, appartiene a tale
            categoria, quindi ha perso il diritto di
            parola.puoi dimostrarlo in qualche possibile modo?.. no?.. allora come al solito hai detto XXXXXXX
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: p2p
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            - Scritto da: ruppolo





            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella






            Vai a fare un lavoro vero.











            Quello che non puoi rubare facilmente?









            esatto







            Allora ammetti che è un tuo problema.





            A parte che è evidente alla totalità degli

            utenti


            di PI che quello ad avere problemi sei tu,



            Non credo proprio, visto che ci sono parecchi

            post di persone che ritengono la pirateria un

            reato, e anche

            grave.

            a parte te ci sta uno che ha un videonoleggioUn delinquente, insomma...





            sarebbe curioso entrarti nel cervello per


            vedere,tra le tante altre cose, com'è
            possibile


            che tu prenda le parti dei videotecari che in


            effetti no nforniscono nessun servizio utile,


            quale che sia la tua opinione su pirateria e


            copyright.



            A me dei videotecari non importa nulla, io parto

            dall'autore dell'opera,

            che:

            1) È dotato di capacità che la maggior parte

            della gente non ha e non potrà mai

            avere;

            dipende dai casi a volte è solo un idiota che ha
            deciso di fare un
            film
            un po come te che hai deciso di essere un
            consulente
            informaticoNessuno ti obbliga a vedere quel film o fruire dei miei servizi.


            2) Ha studiato e imparato a esprimere le sue

            capacità;

            come no.. dillo a spielbergE tu chi sei per giudicare gli altri?


            3) Ha investito tempo e denaro per far arrivare

            ai nostri occhi e orecchie tali opere

            uniche.

            no questo lo ha fatto un'altra persona che nulla
            ha a che fare con la creazione dell'opera in
            questione con diciamo XXXXXXX ruppolo vabbè che
            sei ignorante ma se non sai non
            scrivere..Ah, lo ha fatto un altro. Sicuramente un altro delinquente che non merita nemmeno di vivere, figuriamoci di essere pagato per il suo lavoro.Solo tu sei meritevole, vero? Il tuo lavoro ha valore, quello degli altri chi se frega.




            Dopodiché tutti gli altri che spendono risorse

            per permettere che tutto ciò avvenga, hanno

            diritto ad essere compensati. Dal maestro di

            musica o recitazione fino al provider dei server

            che distribuiscono i contenuti. E in mezzo ce ne

            sta tanta, di gente. Tutti che hanno diritto ad

            essere compensati per il loro lavoro e impegno,

            gente che lavora per mantenersi e mantenere la

            famiglia.

            è gente che viene pagata per fare quel lavoro e
            ancora non c'entra nulla col
            ragionamentoGente che viene pagata? E da chi? Con i soldi che provengono da dove?

            Poi possiamo disquisire sulle mele marce che

            ricavano ciò che non gli spetta, ma per farlo

            bisogna prima di tutto non appartenere a tale

            categoria. E chi pirata, appartiene a tale

            categoria, quindi ha perso il diritto di

            parola.

            puoi dimostrarlo in qualche possibile modo?..
            no?.. allora come al solito hai detto
            XXXXXXXDimostrare cosa? Cosa dovrei dimostrare?
          • p2p scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: ruppolo




            - Scritto da: dont feed the troll/dovella





            - Scritto da: ruppolo






            - Scritto da: dont feed the

            troll/dovella







            Vai a fare un lavoro vero.













            Quello che non puoi rubare facilmente?











            esatto









            Allora ammetti che è un tuo problema.







            A parte che è evidente alla totalità degli


            utenti



            di PI che quello ad avere problemi sei tu,





            Non credo proprio, visto che ci sono parecchi


            post di persone che ritengono la pirateria un


            reato, e anche


            grave.



            a parte te ci sta uno che ha un videonoleggio

            Un delinquente, insomma...chiamalo come ti pare









            sarebbe curioso entrarti nel cervello per



            vedere,tra le tante altre cose, com'è

            possibile



            che tu prenda le parti dei videotecari che
            in



            effetti no nforniscono nessun servizio
            utile,



            quale che sia la tua opinione su pirateria e



            copyright.





            A me dei videotecari non importa nulla, io
            parto


            dall'autore dell'opera,


            che:


            1) È dotato di capacità che la maggior parte


            della gente non ha e non potrà mai


            avere;



            dipende dai casi a volte è solo un idiota che ha

            deciso di fare un

            film

            un po come te che hai deciso di essere un

            consulente

            informatico

            Nessuno ti obbliga a vedere quel film o fruire
            dei miei
            servizi.neanche nel non vederlo per questo usufruisco di films in streaming senza problemi





            2) Ha studiato e imparato a esprimere le sue


            capacità;



            come no.. dillo a spielberg

            E tu chi sei per giudicare gli altri?non ha studiato per diventare regista eppure è diventato lo stesso spielberg e non sto dando giudizi sto esponendo fatti





            3) Ha investito tempo e denaro per far
            arrivare


            ai nostri occhi e orecchie tali opere


            uniche.



            no questo lo ha fatto un'altra persona che nulla

            ha a che fare con la creazione dell'opera in

            questione con diciamo XXXXXXX ruppolo vabbè che

            sei ignorante ma se non sai non

            scrivere..

            Ah, lo ha fatto un altro. Sicuramente un altro
            delinquente che non merita nemmeno di vivere,
            figuriamoci di essere pagato per il suo
            lavoro.infatti anche quello che produce l'opera ha cercato i finanziatori per produrla sei fuori strada.. imho i finanziatori si dovrebbero lamentare ma solitamente sono banche o comunque legati al mondo della finanza e di questi è meglio che nessuno si lamenti.. sei ancora fuori strada ruppolo

            Solo tu sei meritevole, vero? Il tuo lavoro ha
            valore, quello degli altri chi se
            frega.il mio è meritevole per me visto che mi consente di vivere non mi importa degli altri e men che meno se sono speculatori








            Dopodiché tutti gli altri che spendono risorse


            per permettere che tutto ciò avvenga, hanno


            diritto ad essere compensati. Dal maestro di


            musica o recitazione fino al provider dei
            server


            che distribuiscono i contenuti. E in mezzo ce
            ne


            sta tanta, di gente. Tutti che hanno diritto
            ad


            essere compensati per il loro lavoro e
            impegno,


            gente che lavora per mantenersi e mantenere la


            famiglia.



            è gente che viene pagata per fare quel lavoro e

            ancora non c'entra nulla col

            ragionamento

            Gente che viene pagata? E da chi? Con i soldi che
            provengono da
            dove?dal produttore che li chiede ai finanziatori



            Poi possiamo disquisire sulle mele marce che


            ricavano ciò che non gli spetta, ma per farlo


            bisogna prima di tutto non appartenere a tale


            categoria. E chi pirata, appartiene a tale


            categoria, quindi ha perso il diritto di


            parola.



            puoi dimostrarlo in qualche possibile modo?..

            no?.. allora come al solito hai detto

            XXXXXXX

            Dimostrare cosa? Cosa dovrei dimostrare?che la pirateria toglie soldi all'industia
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: p2p
            - Scritto da: ruppolo

            Nessuno ti obbliga a vedere quel film o fruire

            dei miei

            servizi.

            neanche nel non vederlo per questo usufruisco di
            films in streaming senza
            problemiNon senza problemi, visto che è illegale.
            non ha studiato per diventare regista eppure è
            diventato lo stesso spielberg e non sto dando
            giudizi sto esponendo
            fattiCerto, ma non sono fatti tuoi.

            Ah, lo ha fatto un altro. Sicuramente un altro

            delinquente che non merita nemmeno di vivere,

            figuriamoci di essere pagato per il suo

            lavoro.

            infatti anche quello che produce l'opera ha
            cercato i finanziatori per produrla sei fuori
            strada.. imho i finanziatori si dovrebbero
            lamentare ma solitamente sono banche o comunque
            legati al mondo della finanza e di questi è
            meglio che nessuno si lamenti.. sei ancora fuori
            strada
            ruppoloI finanziatori? E chi sono? Benefattori?

            Solo tu sei meritevole, vero? Il tuo lavoro ha

            valore, quello degli altri chi se

            frega.

            il mio è meritevole per me visto che mi consente
            di viverePer te? Ti auto paghi lo stipendio?
            non mi importa degli altriInfatti è questo il punto, non ti importa degli altri. È questo il profilo del pirata, una persona a cui non interessano i diritti degli altri.

            Gente che viene pagata? E da chi? Con i soldi
            che

            provengono da

            dove?

            dal produttore che li chiede ai finanziatoriE i finanziatori glieli regalano?Se vuoi possiamo andare avanti con questo giochino, tanto alla fine non hai scampo.

            Dimostrare cosa? Cosa dovrei dimostrare?

            che la pirateria toglie soldi all'industiaAll'industria? Ah, ho capito, è un meccanismo di auto difesa della tua coscienza. Spersonificando quelli a qui rubi (non persone, ma industria) ti sembra quasi di non rubare.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale


            neanche nel non vederlo per questo usufruisco di

            films in streaming senza

            problemi

            Non senza problemi, visto che è illegale.Non lo è, e lo sai bene. Al massimo l'illecito lo fa chi l'ha uppato. E comunque, se è illegale devono segnalarlo e toglierlo dallo streaming, quindi finchè non l'hanno tolto è perfettamente legale.

            non mi importa degli altri

            Infatti è questo il punto, non ti importa degli
            altri. È questo il profilo del pirata, una
            persona a cui non interessano i diritti degli
            altri.A te importa? Allora, non dovresti farti problemi a pagare tu tutti i costi di produzione, perchè gli altri possano godere gratis del film da te finanziato; dopo tutto, lo faresti per gli altri... se è vero che a te importa degli altri.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            I finanziatori? E chi sono? Benefattori?Quelli che si vedono qui all'inizio del video[yt]I1fQ-3-CEFg[/yt]Hanno fatto in modo che una produzione di spessore potesse arrivare GRATIS online in molte lingue (italiano compreso) e in alta definizione.Quindi se ci sono riusciti loro, non vedo perché non debbano riuscirci altri. La verità è che le major sono formate da INGORDI a cui non basterebbero quei soldi, che pur coprirebbero abbondantemente tutte le spese.E allora ben vengano FALLIMENTI e quant'altro, visto che non lo capiscono.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            Solo tu sei meritevole, vero? Il tuo lavoro ha
            valore, quello degli altri chi se frega.Tutti i lavori hanno valore, ma nessun lavoro va pagato più di una volta. Se ritieni che il tuo lavoro valga duecento milioni di euro, è un tuo problema trovare chi te li dà.Se hai paura di non trovarlo, lavora su commissione e fissa la cifra in anticipo.Imparerai che nessun lavoro vale duecento milioni di euro e che per vivere degnamente tutta una vita bisogna continuare a lavorare. Se uno potesse guadagnare duecento milioni di euro tutti insieme, poi potrebbe passare il resto della vita a non fare un XXXXX. Questo è deleterio per la società, perché una persona che non fa un XXXXX non produce niente.Ma ripeto, tu vuoi guadagnare duecento milioni di euro per un lavoro? Roba che manco Messi al Barcellona? Trovati uno che ti paghi così tanto e fai quello che lui ti dice di fare (certo non pretenderai di scegliere tu cosa fare, vista la cifra in ballo, se sei disposto a quella cifra devi essere come minimo pronto a dare il tuo posteriore a qualche migliaio di nani facoltosi in quel di Villa Certosa).
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            Non credo proprio, visto che ci sono parecchi
            post di persone che ritengono la pirateria un
            reato, e anche grave.1) ruppolo (lo scemo del villaggio)2) spacevideo (il venditore di lampade a olio)3) thenOra (il venditore di ghiaccio)4) Videoteca Genesi (il maniscalco)Parecchi post di 4 persone in croce (Gabriella Carlucci è chiaramente un troll) contro quanti utenti che hanno postato in tutti i thread di questa pagina e che hanno detto tutti il contrario? (rotfl)
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            E il tuo lavoro utile quale sarebbe?
          • krane scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            Vai a fare un lavoro vero.


            Quello che non puoi rubare facilmente?

            esatto
            Allora ammetti che è un tuo problema.Il problema e' che ha comprato un frigorifero e non gli serve piu' il venditore di ghiaccio ?
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            Vai a fare un lavoro vero.




            Quello che non puoi rubare facilmente?


            esatto

            Allora ammetti che è un tuo problema.

            Il problema e' che ha comprato un frigorifero e
            non gli serve piu' il venditore di ghiaccio
            ?Tradotto significherebbe?
          • panda rossa scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: ruppolo




            - Scritto da: dont feed the troll/dovella





            Vai a fare un lavoro vero.






            Quello che non puoi rubare facilmente?



            esatto


            Allora ammetti che è un tuo problema.



            Il problema e' che ha comprato un frigorifero e

            non gli serve piu' il venditore di ghiaccio

            ?

            Tradotto significherebbe?Significa che la lobby dei veditori di ghiaccio negli anni venti non aveva abbastanza potere da far scrivere una legge che diceva che tenere in casa apparecchiature atte a produrre e conservare il ghiaccio fosse illegale.E cosi' la gente comincio' a comprare frigoriferi.E i venditori di ghiaccio piu' furbi hanno aperto un negozio di frigoriferi, quelli meno furbi hanno aperto una videoteca.
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Sì, però la gente i frigoriferi li comprava e li compre tuttora. NOn mi risulta che ci siano stati "prelievi forzosi di massa senza corrispettivo economico" di tali elettrodomestici
          • panda rossa scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            Sì, però la gente i frigoriferi li comprava e li
            compre tuttora. NOn mi risulta che ci siano stati
            "prelievi forzosi di massa senza corrispettivo
            economico" di tali
            elettrodomesticiE a me non risulta che i venditori di frigoriferi mettano come clausola che uno e' obbligato a conservarci solo cibi suoi e non quelli del vicino di casa.E neppure mi risulta che proibiscano di noleggiare l'utilizzo di una cella frigorifera a tutto il palazzo, se uno decidesse di montarsene una in cantina con questo scopo.E in ogni caso, dal punto di vista del venditore di ghiaccio, che cosa cambia se ci sono frigoriferi in vendita o in regalo?Il frigorifero ha ammazzato il suo business in ogni caso.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: rover

            Sì, però la gente i frigoriferi li comprava e li

            compre tuttora. NOn mi risulta che ci siano
            stati

            "prelievi forzosi di massa senza corrispettivo

            economico" di tali

            elettrodomestici

            E a me non risulta che i venditori di frigoriferi
            mettano come clausola che uno e' obbligato a
            conservarci solo cibi suoi e non quelli del
            vicino di
            casa.

            E neppure mi risulta che proibiscano di
            noleggiare l'utilizzo di una cella frigorifera a
            tutto il palazzo, se uno decidesse di montarsene
            una in cantina con questo scopo.E nemmeno che se uno prende la scossa e muore folgorato toccando un frigorifero progettato ad cazzum senza messa a terra (non per mancanza dell'impianto elettrico quindi), l'azienda del frigorifero non ne risponde. Mentre invece così succede (cioè che l'azienda non ne risponde) in caso di perdite di dati dovute al software.
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Oppure il produttore di ghiaccio (non il venditore) si è messo a produrre frigoriferi....
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: panda rossa
            E cosi' la gente comincio' a comprare frigoriferi.
            E i venditori di ghiaccio piu' furbi hanno aperto
            un negozio di frigoriferi, quelli meno furbi
            hanno aperto una videoteca.Intendiamoci negli anni 70 le cineteche vendevano e soprattutto noleggiavano bobine di film in super8 di prima visione, lo stesso facevano le videoteche negli anni 80 con le videocassette (prima betamax video2000 e vhs poi solo betamax e vhs e poi solo vhs), poi nei primi anni 90 facevano le copie su richiesta, eliminando l'inutile (e che comporta perdita di qualità video) macrovision, noleggiavano le copie per la vendita, e ovviamente i film di prima visione al cinema in quel momento. Poi oggi fanno i santerellini perché non hanno preso il treno, potevano continuare noleggiando i divx a quelli che tuttora nonostante tutto sono senza connessione internet, ma si sono scoperti paladini del copyright della domenica, dopo aver passato oltre 30 anni nella più totale illegalità.INCOERENZA ALLO STATO PURO.Se c'è una categoria di persone che mi fa schifo sono proprio gli incoerenti.Io ho sempre copiato in vita mia, cominciando a copiare le cassette audio a 6 anni usando due registratori messi uno vicino all'altro (senza alcun cavo in mezzo), oggi di anni ne ho molti di più e non ho mai smesso, sono passato per tutte le fasi, audio, video, software per tutte le macchine dal Commodore al SNES all'Amiga al PC poi Wii e DS, e sono sempre stato coerente con me stesso, sempre stato pirata e fiero di esserlo, sempre usato roba piratata e sempre fiero di averlo fatto, il 99% della mia conoscenza artistica, cinematografica, musicale, informatica e ludica deriva dall'aver avuto a disposizione tanto materiale che se avessi dovuto prenderlo originale non mi sarebbero bastati 20 stipendi continui per 10 secoli, ho comprato anche originali finché non mi sono scontrato con l'ottusità di certi personaggi, ora gli unici originali che compro sono sotto i 3 euro (l'ultimo come detto "Sogni da campione" parecchi mesi fa, a un euro) e mai più in videoteca. L'ultima volta che ho speso qualcosa in una videoteca c'erano ancora le lire. E il noleggio più recente che ho fatto riguarda un gioco per SNES che peraltro non noleggiai in videoteca, ma in un negozio di videogiochi. E ho convinto, e sto convincendo, tanti a fare altrettanto, a disertare le videoteche e più in generale a comprare originale il meno possibile, a costo di regalargli io (copiato ovviamente) quello che cercano, quindi pur di combattere questa battaglia ci spendo io dei soldi per allontanarli da questa gentaglia. Sì gentaglia, che oggi ha il coraggio, la faccia tosta e l'incoerenza di sputare nel piatto dove ha mangiato per TRENT'ANNI, di chiamare ladri i propri ex clienti, di definire criminali i comportamenti che loro hanno messo in atto per anni a scopo di lucro, deve solo chiudere bottega, prima lo fa e meglio è.Gli incoerenti mi fanno schifo. Più dei mafiosi. Più del nano. Più delle stesse major. Che vadano all'inferno, dove meritano di stare. O quantomeno che chiudano baracca. E me ne fotto se oggi c'è chi fa il santerellino dicendo che certe cose lui non le ha fatte. All'epoca nessuno di loro ha mai combattuto contro quelle che oggi definiscono mele marce, quindi sono complici e quindi devono fare la stessa fine di chi oggi incoerentemente si comporta così contro i propri stessi (ormai ex) clienti.Che schifo. Mi viene da vomitare.
          • LaNberto scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            L'italiano medio: menefreghista, ignorante, disonesto appena può e orgoglioso di esserlo finché non lo beccano. Poi piagnone se lo sgamano.Capace di riuscire a dare una giustificazione ai peggiori vizi.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: LaNberto
            L'italiano medio: menefreghista, ignorante,
            disonesto appena può e orgoglioso di esserlo
            finché non lo beccano. Poi piagnone se lo
            sgamano.
            Capace di riuscire a dare una giustificazione ai
            peggiori
            vizi.Il videotecaro medio: lucratore perché venditore di roba contraffatta sottobanco, incapace di smuoversi dalle sue posizioni obsolete, capace di considerare le leggi più delle 10 tavole dei comandamenti, capace di osannare l'operato della polizia e della magistratura anche quando fecero irruzione nella scuola Diaz e orgoglioso di essere XXXXXXX. Poi piagnone se lo bastonano o gli fanno fallire il negozio perché la gente ha imparato a farsi le copie da sola.Capace di rendersi ridicolo di fronte alle migliori argomentazioni.[img]http://img543.imageshack.us/img543/5307/lucowinsfatality.png[/img]
          • LaNberto scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            ecco, ora ci mancava il maniaco delle videoteche
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: LaNberto
            ecco, ora ci mancava il maniaco delle videoteche[img]http://img718.imageshack.us/img718/7141/mostra3.jpg[/img]
          • LaNberto scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            ci manca solo «gne gne gne»
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: LaNberto
            ci manca solo «gne gne gne»Se tu sei un videotecaro sei il primo a farlo.Se non lo sei, ti comporti come loro, quindi è lo stesso.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            A proposito di frignate ...http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=26789... leggi il post n.7 !
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: Joe Tornado
            A proposito di frignate ...


            http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=


            ... leggi il post n.7 !Lo ricopio qui per i posteri NO COMMENT....CHIARAMENTE E GIA' DA UN MESE CHE MI ENTRA GENTE CHIDENDO SE C'E BENVENUTI.....DEL RESTO NON VEDO PIU' LE NOVITA' COME L'ELEMENTO TRAINANTE O UN PROBLEMA ,MEGLIO DEDICARSI HAI CULT 70-80 -90 E AL CINEMA D'ESSAI...GIUSTO PER FARE UNA POLITICA INVERSA RISPETTO I BLOCK ,E PORTARE UN CLIENTELE INTERESSATA AI FILM,QUESTA PERORA E' LA MIA IDEA PUR AVENDO IN CITTA ' UN ALTRO OSTACOLO:UNA BLIOBIOTECA ,VIDEOTACA COMUNALE IN PIAZZA CHE DA' TUTTO GRATIS! CHIARO CHE MANCANO TITOLI ,E IL FATTO CHE SIANO GRATUITI COMPORTA CHE SPESSO SONO FUORI,PERO' HA INEVITABILMENTE CONDIZIONATO IL CLIENTE MEDIO A DIRE CHE LI SONO GRATIS... E PER QUELLI VECCHI PERCHE' SPENDERE AL VIDEONOLEGGIO..UN'ALTRA BELLA TROVATA DEL EX SINDACO COFFERATI A BOLOGNA! GRAZIE! E questi sarebbero i videotecari che ci tengono alla legalità, alla cultura, al cinema. ENNO' questi tengono solo al loro tornaconto personale! E mi ci gioco tutti i miei dvd-r che almeno l'80% di chi scrive là sopra, 20 anni prima faceva tanti soldini VENDENDO E NOLEGGIANDO MATERIALE PIRATA.Se fossero davvero amanti del cinema, dovrebbero solo essere contenti che a Bologna la biblioteca pubblica presta i film!Ma a loro del cinema non frega un piffero, loro devono solo fare soldi e si lamentano con chiunque, legalmente o meno -basti vedere come se la prendono contro Sky, Mediaset, Panorama (definito "per me è pirateria pure quella")- tenda ad allontanare la gente dai loro squallidi negozi.Purtroppo l'evoluzione miete vittime, l'homo di Neanderthal si è estinto, sono rami che l'evoluzione ha considerato rami malati e da tagliare via (per non parlare delle estinzioni provocate dall'homo sapiens). Si piangono addosso quando uno di loro dice che ha chiuso di sua sponte, invece di essere felici che almeno uno si è salvato dal fallimento e dalla perdita della casa.Quel post è l'ennesima dimostrazione di chi e cosa pensa il videotecaro, a quali interessi bada.Non certo a quelli del cinema, visto che vogliono ridurre la finestra.Non certo a quelli delle major, visto che pretendono prezzi bassi per i dvd da noleggio.Non certo agli utenti, che attaccano definendoli ladri (la CASSAZIONE dice che la copia non è un furto -sezione IV penale, sentenza 44840/2010-) e diffamandoli.Non certo ai loro colleghi che lavorano da Blockbuster, che non lesinano nel criticare per i prezzi che riesce a ottenere (gli sfugge che se una catena di negozi acquista diecimila pezzi tutti insieme può riuscire ad ottenere un prezzo molto più basso per ogni pezzo rispetto al videotecaro locale che ne acquista 3 o 4).Per non parlare di quando criticano iTunes e le offerte legali di cinema e H.E. che ci sono su internet, che riescono a fare prezzi molto più bassi dei loro noleggi fatti pagare a peso d'oro e con costi altissimi per i ritardi di restituzione (per avere un file, anche con DRM, non si esce di casa neanche una volta, mentre alla videoteca bisogna andarci due volte; un file non va restituito, quello con DRM scade da solo, mentre il DVD se non lo si restituisce in tempo si spende un sacco di soldi).Quindi, ripeto, videotecari = gente senza scrupoli che non vuole affatto il bene del cinema e dell'home entertainment, ma bada solo ai loro diretti interessi. La pirateria è solo la scusa, in realtà qualunque cosa che non gli finisce in tasca gli dà fastidio.Come definire queste squallide persone con una parola sola?Io lo so. EGOISTI. E se dobbiamo aggiungerne un'altra, APPROFITTATORI.PS Tra l'altro, oltre al maiuscolo, è ridicolo come abbia scritto errori come: CHIARAMENTE E GIA' DA UN MESE (... che l'accento sulla terza persona singolare del verbo essere E' diventato un optional dalle tue parti?) MEGLIO DEDICARSI HAI CULT (se fossi in te mi dedicherei alla lettura della grammatica, prima...) GIUSTO PER FARE UNA POLITICA INVERSA RISPETTO I BLOCK (forse volevi dire "diversa"?) E PORTARE UN CLIENTELE INTERESSATA AI FILM ("un cliente interessato" o "una clientela interessata"...) QUESTA PERORA (di certo non perora la tua conoscenza della grammatica...) UNA BLIOBIOTECA ( EH? (rotfl) )Ed è di fronte a questi ignoranti che dovremmo combattere?Fate il primo download della vostra misera vita: UNA GRAMMATICA ITALIANA!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2011 22.50-----------------------------------------------------------
          • Videotecaro scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: Joe Tornado
            A proposito di frignate ...
            http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=
            ... leggi il post n.7 !Macche' e' il post numero 1 quello terribbile ! Il maledetto scarricone ha tirato giu' un film dall'internet, dimostrando che la piaga si diffonde anche dentro il nostro seno aiutooooo !!! Daniele... Daniele cosa mi combini ? Ora mi tocca di mandarti in galera...Ora corro subito a denunciarlo.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: Videotecaro
            Macche' e' il post numero 1 quello terribbile !No è il n.6 del solito Carlo Sempreboni della videoteca "Video Music House" in via Vittorio Veneto 14 a Negrar (VR) 0456000406, facebook http://www.facebook.com/group.php?gid=108156969239944 (tutti dati reperiti legalmente tramite google)"Posta in area riservata i siti che li segnalo subito. Grazie. o mandami un mp."Primo: perché non si fa i XXXXX suoi :@Secondo: andrebbero avvertiti tutti i clienti di quella videoteca del comportamento tenuto dal proprietario sul forum. Gli iscritti al gruppo su facebook sono solo 143, si potrebbe cominciare a mandare un messaggio a loro avvertendoli della cosa. Non so quanto sarebbero contenti di tornare a noleggiare lì se sanno che il proprietario si prodiga a segnalare, a far chiudere, a dare del ladro a tutti (e sono pronto a scommettere che anche gli stolti che vanno in quella videoteca vanno a scaricare qualcosa su internet)Terzo: ho appena scaricato il film in questione, che mi faceva schifo e che non avrei mai scaricato, ma l'ho fatto solo per sfregio a questo cretino. E sarò pronto a rimetterlo online e pubblicizzare ovunque il link qualora venisse cancellato per colpa sua.Quarto: nel gruppo su facebook mette le locandine dei film, ma non sono sotto copyright? Andrebbe segnalata la cosa ai detentori dei diritti (perché solo loro possono fare una segnalazione a Facebook), dubito che gli abbiano ceduto i diritti di diffondere le copertine su Facebook, sai che risate se gli chiudono l'account Facebook proprio per violazione di copyright? (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 gennaio 2011 20.15-----------------------------------------------------------
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Videotecaro

            Macche' e' il post numero 1 quello terribbile !

            No è il n.6 del solito Carlo Sempreboni della
            videoteca "Video Music House" in via Vittorio
            Veneto 14 a Negrar (VR) 0456000406, facebook
            http://www.facebook.com/group.php?gid=108156969239
            "Posta in area riservata i siti che li segnalo
            subito. Grazie. o mandami un
            mp."Da notare cosa dice di Travaglio qui http://www.facebook.com/profile.php?id=100001359415431&sk=wall Il più grande diffamatore d'Italia, ancora più falso e subdolo di Santoro. Fa i processi in tv indisturbato. Possibile tutta questa libertà di infangare? Al di là del merito delle questioni, lo dico spassionatamente, un personaggio DA GALERA.21 gennaio alle ore 16.18
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Da leggere anche le XXXXXXX che scrive quihttp://www.facebook.com/pages/Vogliamo-una-sezione-della-Polizia-Postale-su-Face-Book/121574044524190Appello.Nessuno è di Verona?La benzina ve la pago io... per andarlo a trovare, naturalmente...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            http://www.alcinemaincasa.it/guestbook/guestbook_lista.asp?PAGE_NUM=10# 19 Aprile 2008 07.57# carlonegrar@libero.it :: Tel. 39-045-6000406# VENDIAMO VIDEOGIOCHI USATI ORIGINALI, VERSIONE SELL, RIPARATI E RIGENERATI A NUOVO CON MACCHINA PROFESSIONALE. PLAYSTATION 2, PLAYSTATION 3, XBOX360, NINTENDODS, PC, WII. SI ESEGUONO ANCHE RIPARAZIONI DISCHI CD, DVD, VIDEOGIOCHI. LA MACCHINA LI RENDE NUOVI. COSTO 3,00 EURO CAD. CHI E' INTERESSATO E' INVITATO A CONTATTARCI. VIDEO MUSIC HOUSE - NEGRAR (VR) TEL/FAX 0456000406 Cell.: 3400690365 e-mail: carlonegrar@libero.it# Codice annuncio: #-4876
          • LaNberto scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            ti segnaleremo come "il terrore dei videotecari", questa piaga sociale :D
          • p2p scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            amen fratello
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Ruppolo ti saprebbe consigliare la medicina giusta contro vomito nausee, ecc...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            Ruppolo ti saprebbe consigliare la medicina
            giusta contro vomito nausee, ecc...Per te invece l'unica soluzione è una visita al CIM...
        • p2p scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella

          Vai a fare un lavoro vero.

          Quello che non puoi rubare facilmente?fammi un esempio di rubare e poi ti do la definizione legale dell'atto di rubare e vedi se sono la stessa cosa idiota
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: p2p
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Vai a fare un lavoro vero.



            Quello che non puoi rubare facilmente?

            fammi un esempio di rubare e poi ti do la
            definizione legale dell'atto di rubare e vedi se
            sono la stessa cosa
            idiotaPerché dovrei rispondere a uno che mi offende dandomi dell'idiota?
          • p2p scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            Vai a fare un lavoro vero.





            Quello che non puoi rubare facilmente?



            fammi un esempio di rubare e poi ti do la

            definizione legale dell'atto di rubare e vedi se

            sono la stessa cosa

            idiota

            Perché dovrei rispondere a uno che mi offende
            dandomi
            dell'idiota?ti offenderei se non fosse vero, ho solo detto la verità se non capisci che non puoi equipararlo al furto e la verità offende solo chi la subisce
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: p2p
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: p2p


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            Vai a fare un lavoro vero.







            Quello che non puoi rubare facilmente?





            fammi un esempio di rubare e poi ti do la


            definizione legale dell'atto di rubare e vedi
            se


            sono la stessa cosa


            idiota



            Perché dovrei rispondere a uno che mi offende

            dandomi

            dell'idiota?

            ti offenderei se non fosse vero, ho solo detto la
            verità se non capisci che non puoi equipararlo al
            furto e la verità offende solo chi la
            subisceNon posso equiparalo al furto? E perché? Per le tue arrampicate sugli specchi?Poniamo che io abbia l'idea su come realizzare la macchina per il teletrasporto, tu ne vieni a conoscenza e lo realizzi, e intaschi i proventi.Ecco, mi hai rubato l'idea.Ora arrampicati pure sugli specchi, vai a cavillare sulle parole, sta di fatto che i soldi che tu hai realizzato li avrei dovuti realizzare io. TU LI HAI, IO NON LI HO.Per questo sono state emanate Leggi in tutto il mondo per protegger i beni immateriali. Perché sono dei BENI, non aria fritta!
          • p2p scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: p2p



            - Scritto da: ruppolo




            - Scritto da: dont feed the troll/dovella





            Vai a fare un lavoro vero.









            Quello che non puoi rubare facilmente?







            fammi un esempio di rubare e poi ti do la



            definizione legale dell'atto di rubare e
            vedi

            se



            sono la stessa cosa



            idiota





            Perché dovrei rispondere a uno che mi offende


            dandomi


            dell'idiota?



            ti offenderei se non fosse vero, ho solo detto
            la

            verità se non capisci che non puoi equipararlo
            al

            furto e la verità offende solo chi la

            subisce

            Non posso equiparalo al furto? E perché? Per le
            tue arrampicate sugli
            specchi?

            Poniamo che io abbia l'idea su come realizzare la
            macchina per il teletrasporto, tu ne vieni a
            conoscenza e lo realizzi, e intaschi i
            proventi.
            Ecco, mi hai rubato l'idea.
            Ora arrampicati pure sugli specchi, vai a
            cavillare sulle parole, sta di fatto che i soldi
            che tu hai realizzato li avrei dovuti realizzare
            io. TU LI HAI, IO NON LI
            HO.esistono leggi che ti consentono la protezione di chi ha creato l'opera ruppolo se tu hai avuto solo l'idea ed un' altro ha invece creato il tutto puoi prendertela solo con te stesso per non averla resa pubblica o licenziata come ti pare

            Per questo sono state emanate Leggi in tutto il
            mondo per protegger i beni immateriali. Perché
            sono dei BENI, non aria
            fritta!esatto ed è per questo che non puoi equipararlo al furto perchè di fatto non hai rubato nulla
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: p2p
            esistono leggi che ti consentono la protezione di
            chi ha creato l'opera ruppoloMa davvero? Ma non mi dire...E non sono le stesse che eludi tranquillamente?
            se tu hai avuto
            solo l'ideaSolo l'idea? SOLO L'IDEA? È l'IDEA che vale!
            ed un' altro ha invece creato il
            tutto puoi prendertela solo con te stesso per non
            averla resa pubblica o licenziata come ti
            pareMa se io l'ho licenziata rispettando i canoni, se qualcuno la ruba senza rispettare tali canoni (ovvero Leggi) allora non me la prendo con me stesso, ma quello che mi ha derubato.

            Per questo sono state emanate Leggi in tutto il

            mondo per protegger i beni immateriali. Perché

            sono dei BENI, non aria

            fritta!

            esatto ed è per questo che non puoi equipararlo
            al furto perchè di fatto non hai rubato
            nullaNulla? Visto che con un'idea si possono fare quattrini, dovresti dimostrare in qualche modo che l'idea è il nulla.
          • krane scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            esistono leggi che ti consentono la

            protezione di chi ha creato l'opera

            ruppolo
            Ma davvero? Ma non mi dire...
            E non sono le stesse che eludi tranquillamente?

            se tu hai avuto

            solo l'idea
            Solo l'idea? SOLO L'IDEA? È l'IDEA che vale!

            ed un' altro ha invece creato il

            tutto puoi prendertela solo con te stesso

            per non averla resa pubblica o licenziata

            come ti pare
            Ma se io l'ho licenziata rispettando i canoni, se
            qualcuno la ruba senza rispettare tali canoni
            (ovvero Leggi) allora non me la prendo con me
            stesso, ma quello che mi ha derubato.E se nessuno te la compra e nel frattempo si fa cambiare la legge ?
          • p2p scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            esistono leggi che ti consentono la protezione
            di

            chi ha creato l'opera ruppolo

            Ma davvero? Ma non mi dire...
            E non sono le stesse che eludi tranquillamente?


            se tu hai avuto

            solo l'idea

            Solo l'idea? SOLO L'IDEA? È l'IDEA che vale!devi dimostrare di averla tu per primo altrimenti è aria fritta quello che scrivi


            ed un' altro ha invece creato il

            tutto puoi prendertela solo con te stesso per
            non

            averla resa pubblica o licenziata come ti

            pare

            Ma se io l'ho licenziata rispettando i canoni, se
            qualcuno la ruba senza rispettare tali canoni
            (ovvero Leggi) allora non me la prendo con me
            stesso, ma quello che mi ha
            derubato.infatti esistono leggi in merito o te ne sei dimenticato.. ma forse non ti è ancora entrato in testa che è tutto cambiato e questo tipo di licenze non servono piu?



            Per questo sono state emanate Leggi in tutto
            il


            mondo per protegger i beni immateriali. Perché


            sono dei BENI, non aria


            fritta!



            esatto ed è per questo che non puoi equipararlo

            al furto perchè di fatto non hai rubato

            nulla

            Nulla? Visto che con un'idea si possono fare
            quattrini, dovresti dimostrare in qualche modo
            che l'idea è il
            nulla.scommetto che ancora cerchi quell'idea.. arriva uno prima di te e la brevetta.. ma tu hai avuto l'idea.. wow.. brindiamo.. lui fa i soldi e tu hai avuto l'idea contento?
          • ruppolo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: p2p
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: p2p


            esistono leggi che ti consentono la protezione

            di


            chi ha creato l'opera ruppolo



            Ma davvero? Ma non mi dire...

            E non sono le stesse che eludi tranquillamente?




            se tu hai avuto


            solo l'idea



            Solo l'idea? SOLO L'IDEA? È l'IDEA che vale!

            devi dimostrare di averla tu per primo altrimenti
            è aria fritta quello che
            scriviQuindi credi ti cavartela, rubando un film, addossando al regista l'onere di dimostrare di averlo girato lui il film prima di te?


            ed un' altro ha invece creato il


            tutto puoi prendertela solo con te stesso per

            non


            averla resa pubblica o licenziata come ti


            pare



            Ma se io l'ho licenziata rispettando i canoni,
            se

            qualcuno la ruba senza rispettare tali canoni

            (ovvero Leggi) allora non me la prendo con me

            stesso, ma quello che mi ha

            derubato.

            infatti esistono leggi in merito o te ne sei
            dimenticato..Quelli che piratano se ne sono dimenticati. Ma come vedi, ai cigni francesi qualcuno ha iniziato a ricordarglielo.
            ma forse non ti è ancora entrato in
            testa che è tutto cambiato e questo tipo di
            licenze non servono
            piu?Non servono? Fammi capire questo "non servono", intendi come le serrature non servono al ladro?



            Per questo sono state emanate Leggi in tutto

            il



            mondo per protegger i beni immateriali.
            Perché



            sono dei BENI, non aria



            fritta!





            esatto ed è per questo che non puoi
            equipararlo


            al furto perchè di fatto non hai rubato


            nulla



            Nulla? Visto che con un'idea si possono fare

            quattrini, dovresti dimostrare in qualche modo

            che l'idea è il

            nulla.

            scommetto che ancora cerchi quell'idea.. arriva
            uno prima di te e la brevetta.. ma tu hai avuto
            l'idea.. wow.. brindiamo.. lui fa i soldi e tu
            hai avuto l'idea
            contento?"Arriva"? Arriva come, rubandomi l'idea o gli viene anche lui la stessa idea?
          • p2p scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: p2p



            esistono leggi che ti consentono la
            protezione


            di



            chi ha creato l'opera ruppolo





            Ma davvero? Ma non mi dire...


            E non sono le stesse che eludi
            tranquillamente?






            se tu hai avuto



            solo l'idea





            Solo l'idea? SOLO L'IDEA? È l'IDEA che vale!



            devi dimostrare di averla tu per primo
            altrimenti

            è aria fritta quello che

            scrivi

            Quindi credi ti cavartela, rubando un film,
            addossando al regista l'onere di dimostrare di
            averlo girato lui il film prima di
            te?giurami che non pensi quello che hai scritto.. hai piu pippe mentali di kafka




            ed un' altro ha invece creato il



            tutto puoi prendertela solo con te stesso
            per


            non



            averla resa pubblica o licenziata come ti



            pare





            Ma se io l'ho licenziata rispettando i canoni,

            se


            qualcuno la ruba senza rispettare tali canoni


            (ovvero Leggi) allora non me la prendo con me


            stesso, ma quello che mi ha


            derubato.



            infatti esistono leggi in merito o te ne sei

            dimenticato..

            Quelli che piratano se ne sono dimenticati. Ma
            come vedi, ai cigni francesi qualcuno ha iniziato
            a
            ricordarglielo.


            ma forse non ti è ancora entrato in

            testa che è tutto cambiato e questo tipo di

            licenze non servono

            piu?

            Non servono? Fammi capire questo "non servono",
            intendi come le serrature non servono al
            ladro?vedi ruppolo.. una porta che si apre con tutte le chiavi non serve a nulla.. è esattamente questo il problema.. invece una chiave che apre tutte le porte ha una certa utilità.. ed è in questa direzione che ci si deve muovere..





            Per questo sono state emanate Leggi in
            tutto


            il




            mondo per protegger i beni immateriali.

            Perché




            sono dei BENI, non aria




            fritta!







            esatto ed è per questo che non puoi

            equipararlo



            al furto perchè di fatto non hai rubato



            nulla





            Nulla? Visto che con un'idea si possono fare


            quattrini, dovresti dimostrare in qualche modo


            che l'idea è il


            nulla.



            scommetto che ancora cerchi quell'idea.. arriva

            uno prima di te e la brevetta.. ma tu hai avuto

            l'idea.. wow.. brindiamo.. lui fa i soldi e tu

            hai avuto l'idea

            contento?

            "Arriva"? Arriva come, rubandomi l'idea o gli
            viene anche lui la stessa
            idea?non cambia la situazione che lui la abbia rubata o che gli è venuta la stessa idea vuoi capirlo?
    • tHEdOCTOR68 scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale
      paga tutto e pagalo caro tu che puoi
      • spacevideo scrive:
        Re: Il pirata è una piaga sociale
        se una cosa non posso permettermela .... comunque non la vado a rubare, non la acquisto e non la ho.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          se una cosa non posso permettermela .... comunque
          non la vado a rubareCerto che no: cerco se qualcuno è disposto a regalarmela. Megavideo me la regala, quindi sono a posto.
          • spacevideo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            quì non posso che dare ragione, motivo per cui AGCOM ha secondo me fatto la cosa giusta, ovvero prima di perseguire gli utenti occorre eliminare il materiale illecito facilmente reperibile, vedi megavideo.è come se lascio 100 sul marciapiede e poi non le ritrovo, questo non è rubare e sono d'accordissimo con il suo discorso.Nel caso di megavideo, megaupload il colpevole è il sito insieme all'utente che ha fatto l'upload, poi eticamente lo è anche chi lo visiona, ma l'etica lasciamola perdere.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: spacevideo
            quì non posso che dare ragione, motivo per cui
            AGCOM ha secondo me fatto la cosa giusta, ovvero
            prima di perseguire gli utenti occorre eliminare
            il materiale illecito facilmente reperibile, vedi
            megavideo.Peccato che megavideo è fuori dalla giurisdizione di agcom, quindi non puoi eliminarlo.

            è come se lascio 100 sul marciapiede e poi non
            le ritrovo, questo non è rubare e sono
            d'accordissimo con il suo
            discorso.È già un inizio ;-)

            Nel caso di megavideo, megaupload il colpevole è
            il sito insieme all'utente che ha fatto l'upload,
            poi eticamente lo è anche chi lo visiona, ma
            l'etica lasciamola
            perdere.Eticamente non mi sento affatto colpevole; se megavideo mi offre gratuitamente un servizio valido, mi sembra giusto usufruirne; se, come conseguenza di ciò, altri servizi, che non offrono le stesse condizioni, chiudono o sono comunque danneggiati, mi sembra pura e semplice selezione naturale.Eticamente è giusto, se vedi lo stesso prodotto a due prezzi diversi, comprare dove costa meno? Direi proprio di sì.
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Ti regala una cosa non sua.Quindi vi siete associati per delinquere
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            Ti regala una cosa non sua.http://www.megavideo.com/?c=terms 5. Inserimenti da parte dell'utenteA. Megavideo consente ai propri utenti di inoltrare video e altri materiali nonché l'hosting, la condivisione e/o pubblicazione di tali inserimenti. L'utente sarà l'unico responsabile dei suoi inserimenti e delle conseguenze della pubblicazione. In relazione ai suoi inserimenti, l'utente afferma/garantisce che:* è proprietario o dispone delle necessarie licenze, diritti, consensi e autorizzazioni per utilizzare e autorizzare Megaupload Limited a utilizzare tutti i brevetti, marchi, segreti industriali o altri diritti proprietari in tutti gli inserimenti per consentire l'inclusione e l'utilizzo degli inserimenti nel modo contemplato nei presenti termini di servizio; e di disporre del consenso scritto, rilascio e/o permesso di ciascuna persona identificabile nellinserimento di utilizzare il nome o simile di ciascun individuo negli inserimenti nel modo contemplato dai presenti termini di servizio .L'utente conserva tutti i suoi diritti proprietari nei suoi inserimenti. Tuttavia, inoltrando il materiale a Megavideo, garantisce una licenza mondale, non esclusiva, senza royalty, sottolicenziabile e trasferibile per utilizzare, riprodurre, distribuire, preparare lavori derivati, visualizzare ed effettuare l'inserimento in relazione al sito Web e al business Megavideo. La licenza garantita dall'utente termina quando egli elimina l'inserimento dal sito Web Megavideo.B. Accetta inoltre di non:* inserire materiale protetto da diritti d'autore o da segreto industriale o in altro modo soggetto a diritti proprietari di terze parti, compresi diritti di privacy e pubblicità, a meno che non sia il proprietario di tali diritti o disponga dell'autorizzazione da parte del proprietario di pubblicare il materiale e di assicurare a Megaupload Limited tutti i diritti di licenza garantiti in questo documento;* pubblicare falsità o dichiarazioni mendaci che potrebbero danneggiare Megaupload Limited o qualsiasi terza parte;* inserire materiale illegale, minaccioso, offensivo, denigratorio o che incoraggi una condotta considerabile violazione di legge, dare luogo a responsabilità civile, violare leggi o che sia in altro modo inappropriata;* pubblicare pubblicità o sollecitazione di attività commerciali;* spacciarsi per un'altra persona.* Inserisci materiale per adultiMegaupload Limited non approva alcun inserimento da parte degli utenti e declina espressamente qualsiasi responsabilità in relazione a tali inserimenti. Megaupload Limited non consente attività che violino diritti d'autore o di proprietà intellettuale sul proprio sito Web, e rimuoverà prontamente e senza preavviso tutto il contenuto e gli inserimenti degli utenti se riceverà adeguata segnalazione di violazioni dei diritti di proprietà di terze parti . L'acXXXXX dei trasgressori al sito sarà interrotto. Quindi sta all'eventuale titolare dei diritti dimostrare (e segnalare a megavideo) che l'utente ha dichiarato il falso. Megavideo non è tenuta a sapere se chi manda in upload Avatar è Pinco Pallo o James Cameron, e Pinco Pallo mandandolo dichiara che James Cameron lo ha autorizzato a farlo.E ovviamente non sono tenuto a saperlo io che guardo il filmato.Invece di XXXXXXX tipo AGCOM che comunque non servirebbe a niente (perché come tutti andiamo su Pirate Bay - E MI VANTO DI AVER SCRITTO UNA COMODA GUIDA CHE SPIEGA COME ANDARCI, GUIDA LINKATA ANCHE IN DIVERSI ARTICOLI E RICOPIATA OVUNQUE CON MIA SOMMA GIOIA E CON SOMMO BRUCIORE DEL SEDERE DEL PM DI BERGAMO CHE SI ILLUDE DI APPLICARE RIDICOLMENTE LA LEGGE ITALIANA A TUTTO IL RESTO DEL PIANETA - riusciremmo ad andare su Megavideo e tutti gli altri con lo stesso sistema), perché i detentori dei diritti non segnalano i film di loro proprietà a Megavideo, come in questo caso? (link che porta alla scritta che avvisa che il video è stato rimosso per violazione del copyright, prova inequivocabile che di fronte alle segnalazioni megavideo cancella come cancella youtube, rapidshare e tutti i fornitori di servizi di questo tipo)http://www.megavideo.com/?v=0X2PIY2Q-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2011 02.28-----------------------------------------------------------
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          se una cosa non posso permettermela .... comunque
          non la vado a rubare, non la acquisto e non la
          ho.Qui nessuno ruba nulla, astieniti dal diffamare la gente.E vai a LAVORARE.
          • spacevideo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            sto lavorando, e non diffamo nessuno, ho semplicemente scritto che se non ho una cosa e non posso permettermela, non la vado a rubare, ma evidentemente qualcuno potrebbe avere la coscenza sXXXXX ...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: spacevideo
            sto lavorando, e non diffamo nessuno, ho
            semplicemente scritto che se non ho una cosa e
            non posso permettermela, non la vado a rubare, ma
            evidentemente qualcuno potrebbe avere la coscenza
            sXXXXX
            ...Scaricare non è rubare. Dire il contrario è diffamazione.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Scaricare non è rubare. Dire il contrario è
            diffamazione.XXXXXXX. e cosa sarebbe invece? che si giusto o no tu stai rubando soldi alla siae...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Scaricare non è rubare. Dire il contrario è

            diffamazione.
            XXXXXXX. e cosa sarebbe invece? che si giusto o
            no tu stai rubando soldi alla
            siae...Perchè starebbe "rubando" soldi alla SIAE, è andato nei loro forzieri e ha sottratto qualcosa?Ha hackerato il loro conto corrente on line?Sapete cosa significa in ITALIANO il termine "rubare" o usate parole a casaccio?
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            perchè non andando al cinema loro si beccano meno soldi. che ti piaccia o no, è così.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Si ma chi ti dice che sarebbe andato al cinema?Ha visto quel film solo e soltanto perchè l'ha potuto scaricare, se avesse dovuto andare al cinema pagando no, quindi non ha sottratto un bel niente.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            sarebbe solo un bene se fossimo "obbligati" a vedere i film al cinema, con una piccola spesa e col la "scomodità" di dover alzare il XXXX dalla sedia e andare fino al cinema. almeno vedremmo solo i film che ci interessano e l'industria cinematografica sarebbe costretta a produrre meno film-XXXXXXX per costringere la gente pigra ad alzare il XXXX. avremmo solo da guadagnarci tutti.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            sarebbe solo un bene se fossimo "obbligati" a
            vedere i film al cinema, con una piccola spesa e
            col la "scomodità" di dover alzare il XXXX dalla
            sedia e andare fino al cinema. almeno vedremmo
            solo i film che ci interessano e l'industria
            cinematografica sarebbe costretta a produrre meno
            film-XXXXXXX per costringere la gente pigra ad
            alzare il XXXX. avremmo solo da guadagnarci
            tutti.Nessuna legge al mondo ti può obbligare ad andare al cinema.E meno male.E' giusto che uno vada a vedere al cinema e pagando solo per quelli che secondo lui meritano, come di fatto è anche adesso.Se poi nel frattempo gli capita di vedere anche dei film per i quali no nspendere mai nemmeno un cent, non capisco perchè questo dia fastidio a qualcuno.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Se poi nel frattempo gli capita di vedere anche
            dei film per i quali no nspendere mai nemmeno un
            cent, non capisco perchè questo dia fastidio a
            qualcuno.a me non da fastidio, anzi. però sono soldi che non arrivano alla siae, alla casa cinematografica, ecc. è come se faccio un buco al tubo dell'aquedotto e mi allaccio abusivamente, non faccio del male a nessuno, ma è reato.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Se poi nel frattempo gli capita di vedere anche

            dei film per i quali no nspendere mai nemmeno un

            cent, non capisco perchè questo dia fastidio a

            qualcuno.
            a me non da fastidio, anzi. però sono soldi che
            non arrivano alla siae, alla casa
            cinematografica, ecc. è come se faccio un buco al
            tubo dell'aquedotto e mi allaccio abusivamente,
            non faccio del male a nessuno, ma è
            reato.No ti sbagli fai del male a chi deve pagare l'acqua al posto tuo, quindi il danno c'è ed è accertabile.Non c'è e non è accertabile un danno che non esiste, in quanto per vedere quel dato film io no nti avrei mai pagato. Che l'abbia visto o meno non cambia nulla, soldi da me per quel film non li avresti mai visti.
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            No ti sbagli fai del male a chi deve pagare
            l'acqua al posto tuo, quindi il danno c'è ed è
            accertabile.nessuno paga l'acqua al posto mio, perchè ognuno paga quella che passa attraverso il suo contatore...
            Non c'è e non è accertabile un danno che non
            esiste, in quanto per vedere quel dato film io no
            nti avrei mai pagato. Che l'abbia visto o meno
            non cambia nulla, soldi da me per quel film non
            li avresti mai
            visti.da te no, ma da altri si. questo comunque dimostra come la gente guardi film-spazzatura solo perchè ce li ha gratis. fidati che se il film interessa gli per il ciname li tiri fuori.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: my white gix into your mouth
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            No ti sbagli fai del male a chi deve pagare

            l'acqua al posto tuo, quindi il danno c'è ed è

            accertabile.
            nessuno paga l'acqua al posto mio, perchè ognuno
            paga quella che passa attraverso il suo
            contatore...Il trasporto dell'acqua costa (all'azienda idrica) perché l'acqua non è un bene trasportabile e replicabile a costo zero come lo sono invece i dati digitali. Il trasporto di dati non costa (o meglio, con una tariffa flat l'hai già pagato nella bolletta, quindi tanto vale che lo usi visto che l'hai pagato).
            da te no, ma da altri si. questo comunque
            dimostra come la gente guardi film-spazzatura
            solo perchè ce li ha gratis. fidati che se il
            film interessa gli per il ciname li tiri
            fuori.Infatti al cinema non ci va più nessuno, vero?I film-spazzatura non li guarda nessuno al cinema, li guardano tutti su megavideo, vero?Allora spiegami per quale motivo ogni anno continuano a uscire decine di film-spazzatura (su tutti i cinepanettoni). Se non rende niente produrli visto che la gente li guarda gratis a casa e non va a vederli al cinema, perché li fanno?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Per ottenerlo basta legittimare completamente i download: non uscirebbero più dvd, e i nuovi film uscirebbero solo al cinema; se te lo guardi a casa, ti guardi quello ripreso col telefonino.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Per ottenerlo basta legittimare completamente i
            download: non uscirebbero più dvd, e i nuovi film
            uscirebbero solo al cinema; se te lo guardi a
            casa, ti guardi quello ripreso col
            telefonino.Ottimo idea, concordo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Ma infatti non devono beccarsi soldi, devono andare a zappare.
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Prova a dimostrarlo in tribunale...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            Prova a dimostrarlo in tribunale...Già fatto. Cassazione Penale Sezione IV, sentenza n.44840/2010.« Deve ritenersi la insussistenza del contestato reato di furto, condividendo il Collegio il principio già espresso da questa Corte secondo cui è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura non autorizzata di "files" contenuti in un supporto informatico altrui, non comportando tale attività la perdita del possesso della "res" da parte del legittimo detentore... (omissis)... i dati e le informazioni non sono compresi nel concetto, pur ampio, di "cosa mobile"... (omissis) la sottrazione di dati quando non si estenda ai supporti materiali su cui i dati sono impressi altro non è che una "presa di conoscenza" di notizie, ossia un fatto intellettivo, rientrante, se del caso, nella violazione dei segreti »http://scialdone.blogspot.com/2010/12/non-si-puo-rubare-un-file-capito-voi.htmlhttp://www.ilsole24ore.com/pdf2010/SoleOnLine5/_Oggetti_Correlati/Documenti/Norme%20e%20Tributi/2010/12/44840.pdf?uuid=356acb68-0d42-11e0-afdb-0d7a0db3b82d?uuid=AYMSditC
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: spacevideo
            sto lavorandoMa per piacere
          • my white gix into your mouth scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: spacevideo
            non la vado a rubaree sti XXXXX, ci mancherebbe!!
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Diciamo appropriazione indebita?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Di cosa ? Visto che non si leva niente di materiale ?
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Dei diritti di sfruttamento dell'opera d'ingegno.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            Dei diritti di sfruttamento dell'opera d'ingegno.Non pubblicare l'opera e rimangono tuoi.
        • tHEdOCTOR68 scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          il sistema di vendita è obsoleto, i supporti ottici scompariranno, i prezzi si devono abbassare di brutto per tutti i contenuti digitali, sul mio ipad non mi sogno nemmeno con software di qualità a massimo 7-8 euro di fare XXXXXte tipo XXXXXXXXX o scopiazzare prgrammi pirata, ma comprare un film in blu ray a 30 euro è una follia, un offici di microsoft a 300 euro è una follia, un sitema operativo a 400 euro (windows 7 ultimate full) è da pazzi... ripeto comprali tu che puoi e sostieni quei criminali che vendono il software a prezzi folli... li lascerei tutti in mutande!!! Apple docet, fra poco tutt si dovranno adeguare ad apple, esiste già sull'apple store pages (ottimo programma di videoscrittura) a 10 euro, tu comprati office :)
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Perchè i film che scarichi sono in qualità blueray?No, quindi comprati il DVD a 9 euro.E office per uso domestico costa meno di 90 euro.E pure Windows 7 home costa meno di 100 Euro.E comunque c'è sempre Linux, e c'è anche open office.Vai a raccontare balle da un'altra parte.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            Perchè i film che scarichi sono in qualità
            blueray?
            No, quindi comprati il DVD a 9 euro.
            E office per uso domestico costa meno di 90 euro.
            E pure Windows 7 home costa meno di 100 Euro.
            E comunque c'è sempre Linux, e c'è anche open
            office.
            Vai a raccontare balle da un'altra parte.Bhe dipende dal codec :D Comunque su internet ci sono i rip 1:1.90 euro per l'uso domestico di Office è un FURTO, io uso openoffice e sono felice.l'edizione castrata di win 7 è una speculazione su un mercato saturato da microsoft stessa.Non raccontare balle.
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Poi li guardi in un TV HDready.Se MS Office ridotto è un furto usa OO, come ho consigliato.Cosa ti serve Win 7 extra super full enterprise 128 bit chi più ne ha più ne metta?Usa Linux e sei a posto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            Poi li guardi in un TV HDready.Quindi ? I rip dei vari blueray non è che sono dei dvix da 600 megabyte, eh ? Credimi, il più piccolo va a 2 GB (poi dipende da come è codificato)
            Se MS Office ridotto è un furto usa OO, come ho
            consigliato.Infatti se hai letto, io uso OO come ho detto è non sono l'unico.
            Cosa ti serve Win 7 extra super full enterprise
            128 bit chi più ne ha più ne
            metta?Mai sentit parlare di sistema operativo scalabile a seconda delle esigenze ?C'è chi l'ha fatto, microsoft invece vende la stessa minestra con blocchi artificiosi, per diversificare le vendite. Per non parlare che poi che i limiti di un edizione e l'altra di 7 (come per vista) non si limitato alle mere funzionalità artificiosamente bloccate, ma anche al supporto HW.
            Usa Linux e sei a posto.Uso entrambi :D
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            Perchè i film che scarichi sono in qualità
            blueray?http://www.google.com/search?q=720p+OR+1080p+HDTV+download
        • Bottarga di Muggine Genesys The Warlock scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          chi la ruba, ne replichi le sembianze.Se non posso comperare un oggetto ma mi serve lo replicose non hai bicchieri usi un vasetto, è pur sempre un uso inlecito perchè duplica l'oggetto originario ?NO !Se non ho una sedia mi siedo su qualcosa che è simile.Rubare è privare del possesso qualcun altro, di un oggetto unico.Se si rispettasse le leggi del mercato, prodotto infinito prezzo uguale al costo del supporto.
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Non è semplice dimostrare che ti serve! E' vitale? NO!Neppure la bottarga di muggine lo e'!!!!
        • 0110 scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          se una cosa non posso permettermela .... comunque
          non la vado a rubare, non la acquisto e non la
          ho.http://scialdone.blogspot.com/2010/12/non-si-puo-rubare-un-file-capito-voi.html
          • rover scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            La Cassazione ha stabilito che non si chiama furto, non che si può fare.In pratica hanno contestato un capo d'accusa sbagliato
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            La Cassazione ha stabilito che non si chiama
            furto, non che si può
            fare.
            In pratica hanno contestato un capo d'accusa
            sbagliatoQuindi definire la copia "furto" è sbagliato, e chiamare chi copia "ladro" è diffamazione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: rover
            La Cassazione ha stabilito che non si chiama
            furto, non che si può
            fare.
            In pratica hanno contestato un capo d'accusa
            sbagliatoLa cassazione ha anche stabilito che non e' penale.E quindi non c'e' obbligo di perseguire un reato non penale.E con i mezzi che hanno le procure, figuriamoci se perdono tempo dietro a 4 videotecari piagnoni...Che poi, io prima, spesso, dopo aver scaricato, toglievo i files dalla condivisione.Da quando ci sono questi videotecari piagnoni, mi sono preso un altro disco da un tera (all'estero, perche' l'equo compenso col cavolo che glielo pago), e adesso tengo tutto lo scaricato in condivisione, cosi', solo per il piacere di vedere che rosicano.
        • krane scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          se una cosa non posso permettermela .... comunque
          non la vado a rubare, non la acquisto e non la
          ho....E se qualcuno ti offre di prestartela ?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale

      Galera tanta galera per
      educare.Sei tu che vai educato: educato a capire la differenza tra furto e copia, e tra bene materiale e digitale. E mi sa che l'unico modo per educarti è la fame.
      • spacevideo scrive:
        Re: Il pirata è una piaga sociale
        visto che parli di fame ... vado a farmi una colazione ...
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          Buon appetito... anche se è un po' tardi per la colazione, siamo più vicini all'ora di pranzo.
        • my white gix into your mouth scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          visto che parli di fame ... vado a farmi una
          colazionese invece ti parlavono di sesso cosa facevi, buttavi giù una collega? ragiona con la tua testa, mangia quando hai fame, non quando te lo dicono gli altri.
          • spacevideo scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            ma secondo te, ho preso un caffettino e fatto due chiacchere al bar prima di pranzo .... non è che aspettavo un post se avevo fame mangiavo ....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            Don't feed the troll.Gix è solo un provocatore che vuole scatenare flames; non ti sei accorto che ha risposto male a tutti? Vuole solo litigare, non gli importa neanche con chi.
          • 0110 scrive:
            Re: Il pirata è una piaga sociale
            - Scritto da: spacevideo
            ma secondo te, ho preso un caffettino e fatto due
            chiacchere al bar prima di pranzo .... non è che
            aspettavo un post se avevo fame mangiavo
            ....Duro il tuo lavoro eh!Mica come gli operai di catena di montaggio che magari consideri ladri se scaricano un film...
    • The Real Gordon scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale
      - Scritto da: Videoteca Genesi
      Non ci sono molte discussioni, la legge esiste
      gia', la ottima Urbani. Il pirata va punito,
      basta far rispettare la legge.. perche' discutere
      ancora. Galera tanta galera per
      educare.Ah davvero? La legge urbani c'è dal 2005.Di preciso, in questo lasso di tempo, sono diminuiti più i pirati o le videoteche?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • spacevideo scrive:
        Re: Il pirata è una piaga sociale
        tutta la legislazione in materia di antipirateria non è mai stata applicata, ecco perchè si è reso necessario l'affido ad un ente come AGCOM, servono reazioni rapide e non lungaggini.se solo la metà dei provvedimenti odierni si fosse presa 4 anni fa potremmo già parlare di pirateria al passato.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          tutta la legislazione in materia di antipirateria
          non è mai stata applicataE ti sei mai chiesto perchè? Te lo dico io: perchè non è applicabile
        • Joe Tornado scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          Hai presente il proverbio della pelle dell'orso ? Tu non solo l'hai già venduta : hai addirittura già speso il ricavato :)
        • The Real Gordon scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          tutta la legislazione in materia di antipirateria
          non è mai stata applicata, ecco perchè si è reso
          necessario l'affido ad un ente come AGCOM,
          servono reazioni rapide e non
          lungaggini.

          se solo la metà dei provvedimenti odierni si
          fosse presa 4 anni fa potremmo già parlare di
          pirateria al
          passato.Sì capisco, la speranza è l'ultima a morire. (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Il pirata è una piaga sociale
          - Scritto da: spacevideo
          tutta la legislazione in materia di antipirateria
          non è mai stata applicata, ecco perchè si è reso
          necessario l'affido ad un ente come AGCOM,Ente tutt'altro che indipendente dal nano e quindi dalle sue aziende, lo dimostra l'inchiesta di Trani
    • Bottarga di Muggine Genesys The Warlock scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale
      Il videotecaro che si porta a casa uno dei film da affittare va punito con la rimozione delle pupille e degli organi uditivi.FACCIANO QUESTA LEGGE INTANTO !
    • Favole scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale
      - Scritto da: Videoteca Genesi
      Non ci sono molte discussioni, la legge esiste
      gia', la ottima Urbani. Il pirata va punito,
      basta far rispettare la legge.. perche' discutere
      ancora. Galera tanta galera per
      educare.Ehi. Pssst. Sveglia. Se scarico qualcosa da Rapidshare non è previsto alcun reato, al massimo una sanzione amministrativa pecuniaria come per un divieto di sosta.
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale

      Non ci sono molte discussioni, la legge esiste
      gia', la ottima Urbani.Mai applicata ! Il pirata va punito,
      basta far rispettare la legge.. perche' discutere
      ancora.Perchè la stragrande parte della cittadinanza, compresi gli organi politici, amministrativi, giudiziari che ne fanno parte non la condividono. Galera tanta galera per
      educare.Ti piacerebbe, eh !Allora ... convertita la videobettola nel negozio di vestiti / trappola per fessi ? Dai, mi serve un paio di jeans !
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Il pirata è una piaga sociale
      - Scritto da: Videoteca Genesi
      Non ci sono molte discussioni, la legge esiste
      gia', la ottima Urbani."La ottima Urbani" = legge AD PERSONAM a favore delle aziende del nanoElenco delle "ottime leggi" violate dal nano e dalle sue aziende:- Corruzione (Lodo Mondadori)- Finanziamento illecito ai partiti (All Iberian 1)- Falso in bilancio (ProXXXXX Lentini)- Falsa testimonianza- Falso in bilancio (Acquisto terreni Macherio - 1° imputazione)- Falso in bilancio (All Iberian 2)- Corruzione giudiziaria (SME)- Tangenti alla guardia di finanza- Falso in bilancio ( MEDUSA CINEMATOGRAFICA )- Corruzione giudiziaria (SME-Ariosto 1)- Falso in bilancio (SME-Ariosto 2)- Appropriazione indebita (Acquisto terreni Macherio - 2° imputazinoe)- Frode fiscale (Acquisto terreni Macherio - 2° imputazione)- Falso in bilancio (Acquisto terreni Macherio - 2° imputazione)- Spartizione pubblicitaria RAI-Fininvest- Traffico di droga- Tangenti fiscali Pay-tv- Concorso in strage (stragi 1992/1993)- Concorso esterno in associazione mafiosa (imputato insieme a Dell'Utri)- Riciclaggio di denaro sXXXXX (imputato insieme a Dell'Utri)- Corruzione (caso Saccà)- Istigazione alla corruzione (caso Saccà)- Abuso d'ufficio- Diffamazione aggravata dall'uso del mezzo televisivo- Corruzione dell'avvocato David Mills- Compravendita di diritti televisivi- Concussione (Trani)- Minacce a una pubblica autorità per turbarne l'attività (Trani)- Concussione aggravata (caso Ruby)- Sfruttamento della prostituzione minorile (caso Ruby)Proprio un'"ottima" legge fatta da un "ottimo" governo, il cui presidente del consiglio non ha proprio nulla a che fare con la criminalità, e men che meno col copyright... Poverino lui è stato frainteso , le televisioni sono tutte di Piersilviuccio, la villa di Arcore è di Mangano, il cavallo di Dell'Utri ecc....
      • Videoteca Genesi scrive:
        Re: Il pirata è una piaga sociale
        Quindi? Rubi anche tu? Tanto rubano tutti.Mi spancio dalle risate leggendo i vostri scritti, sono davvero pochi quelli che usano la loro testa. Vi siete imboccati dei soliti noti, prendendo cose un po' qua' un po' la'... Conosciamo tutti come questo governo e come l'opposizione che permette tutti questi bei inciuci. Poi rimanete voi, speriamo di no sono il governo berlusconi avra vita lunga.- Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: Videoteca Genesi

        Non ci sono molte discussioni, la legge esiste

        gia', la ottima Urbani.

        "La ottima Urbani" = legge AD PERSONAM a favore
        delle aziende del
        nano

        Elenco delle "ottime leggi" violate dal nano e
        dalle sue
        aziende:
        - Corruzione (Lodo Mondadori)
        - Finanziamento illecito ai partiti (All Iberian
        1)
        - Falso in bilancio (ProXXXXX Lentini)
        - Falsa testimonianza
        - Falso in bilancio (Acquisto terreni Macherio -

        imputazione)
        - Falso in bilancio (All Iberian 2)
        - Corruzione giudiziaria (SME)
        - Tangenti alla guardia di finanza
        - Falso in bilancio ( MEDUSA
        CINEMATOGRAFICA )
        - Corruzione giudiziaria (SME-Ariosto 1)
        - Falso in bilancio (SME-Ariosto 2)
        - Appropriazione indebita (Acquisto terreni
        Macherio - 2°
        imputazinoe)
        - Frode fiscale (Acquisto terreni Macherio - 2°
        imputazione)
        - Falso in bilancio (Acquisto terreni Macherio -

        imputazione)
        - Spartizione pubblicitaria RAI-Fininvest
        - Traffico di droga
        - Tangenti fiscali Pay-tv
        - Concorso in strage (stragi 1992/1993)
        - Concorso esterno in associazione mafiosa
        (imputato insieme a
        Dell'Utri)
        - Riciclaggio di denaro sXXXXX (imputato insieme
        a
        Dell'Utri)
        - Corruzione (caso Saccà)
        - Istigazione alla corruzione (caso Saccà)
        - Abuso d'ufficio
        - Diffamazione aggravata dall'uso del mezzo
        televisivo
        - Corruzione dell'avvocato David Mills
        - Compravendita di diritti televisivi
        - Concussione (Trani)
        - Minacce a una pubblica autorità per turbarne
        l'attività
        (Trani)
        - Concussione aggravata (caso Ruby)
        - Sfruttamento della prostituzione minorile (caso
        Ruby)

        Proprio un'"ottima" legge fatta da un "ottimo"
        governo, il cui presidente del consiglio non ha
        proprio nulla a che fare con la criminalità, e
        men che meno col copyright... Poverino lui è
        stato frainteso , le televisioni sono tutte di
        Piersilviuccio, la villa di Arcore è di Mangano,
        il cavallo di Dell'Utri
        ecc....
  • V67 scrive:
    Essere oggettivi
    Se un consumatore è veramente interessato a un prodotto lo acquista o lo visiona al cinema, se invece è solo parzialmente interessato aspetta di trovarlo alla tv o piratato o prestato da qualche amico da un noleggio.Ergo se si visiona un film prestato o scaricato da altri, si abbrevia il tempo di attesa dovuto tra l'uscita al cinema e la trasmissione in tv, ma chi è solo parzialmente interessato, non lo comprerà mai prima di averlo visionato su uno di questi canali, invece dopo aver visionato i contenuti, nel caso che sia qualcosa di valido, può decidere di procedere all'acquisto per tenerlo nella sua collezione cult.Quindi non sono mancati introiti ma possibili introiti nel caso che il prodotto venduto sia valido, tutto il resto sono chiacchiere e cospirazioni atte a introitare un maggior numero di soldi alle majors già grasse.imho.
    • spacevideo scrive:
      Re: Essere oggettivi
      inutile tentare di giustificare un comportamento scorretto, come ho detto qualche post più su, la realtà è ben diversa e dimostrabile, porto un esempioNINTENDO DS + R4: vendevamo i giochi per il nintendo e andavano anche bene, poi un giorno arrivarono le R4 e finita la vendita dei giochi, non raccontiamoci frottole.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Essere oggettivi
        - Scritto da: spacevideo
        inutile tentare di giustificare un comportamento
        scorrettoVero voi videotecari siete dei parassiti e non sarò contento fin quando per vivere non vi metterete a lavorare invece di cercare di prendere soldi a gente che non ve ne vuole dare, dato che il vostro servizio è paragonabile a quello del maniscalco.
        • spacevideo scrive:
          Re: Essere oggettivi
          1) lavoriamo eccome, prima di parlare dovresi sapere.2) non rubiamo soldi a chi non li vuole dare, non vedo proprio come tu possa affermare una cosa del genere, chi effettua il download illegale invece sottrae senza pagare.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            1) lavoriamo eccome, prima di parlare dovresi
            sapere.Tu non sai cosa significa "lavorare" ecco perchè bestemmi in questo modo.Ad ogni modo, visto che il tuo "lavoro" non è remunerativo, cambialo.
            2) non rubiamo soldi a chi non li vuole dare,Perchè non potete, ma è quello che vi piacerebbe fare.Peccato che internet ve lo impedisca.
            non
            vedo proprio come tu possa affermare una cosa del
            genere, chi effettua il download illegale invece
            sottrae senza
            pagare.Io non "sottraggo" nulla, copio.E tu e le major non vedrebbero un centesimo nemmeno se non "scaricassi", quindi a te che ti cambia?
          • Bottarga di Muggine scrive:
            Re: Essere oggettivi
            Confermo, cambia lavoro, monta su 4 server rapidshare e vedrai quanto guadagni, alla faccia dei padronschiavi !
          • spacevideo scrive:
            Re: Essere oggettivi
            1) non ho mai detto che il mio lavoro non è remunerativo, dico solo che la pirateria ha un incidenza fortissima sui possibili ricavi2) questa non la commento nemmeno, non lo merita proprio3) cambia moltissimo, un conto è non dare un centesimo perchè chi se ne frega sono motivi tuoi, tutt'altra cosa è non dare un centesimo, perchè si è avuto il prodotto da fonti illegali, è titalmente diverso, direi abissale ...i dvd costano troppo, allora non li si compra, questo comportamento lo accetto e ne prendo atto, ma il furto lo disprezzo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Essere oggettivi

            1) non ho mai detto che il mio lavoro non è
            remunerativo, dico solo che la pirateria ha un
            incidenza fortissima sui possibili
            ricaviQuindi, tu dici che potresti guadagnare di più; ma ciò non ti dà il diritto di pretenderlo, e di pretenderlo ai danni degli altri.

            2) questa non la commento nemmeno, non lo merita
            proprio

            3) cambia moltissimo, un conto è non dare un
            centesimo perchè chi se ne frega sono motivi
            tuoi, tutt'altra cosa è non dare un centesimo,
            perchè si è avuto il prodotto da fonti illegali,
            è titalmente diverso, direi abissale
            ...Non dare un centesimo perchè qualcun altro è disposto a condividere con te volontariamente quello che ha pagato lui, secondo me, è giustissimo. Se tu non sei d'accordo, perchè vorresti guadagnare di più, sinceramente non mi sento in colpa.
            i dvd costano troppo, allora non li si compra,
            questo comportamento lo accetto e ne prendo atto,
            ma il furto lo
            disprezzo.E io disprezzo chi chiama furto ciò che furto non è. Non è furto se non ti portano via nulla.Se hai venduto un film, inoltre, non hai il diritto di dettare le regole su cosa ne farà chi l'ha comprato; non accettiamo una cosa del genere.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            1) non ho mai detto che il mio lavoro non è
            remunerativo, dico solo che la pirateria ha un
            incidenza fortissima sui possibili
            ricavi

            2) questa non la commento nemmeno, non lo merita
            proprio

            3) cambia moltissimo, un conto è non dare un
            centesimo perchè chi se ne frega sono motivi
            tuoi, tutt'altra cosa è non dare un centesimo,
            perchè si è avuto il prodotto da fonti illegali,
            è titalmente diverso, direi abissale
            ...
            i dvd costano troppo, allora non li si compra,
            questo comportamento lo accetto e ne prendo atto,
            ma il furto lo
            disprezzo.Dobbiamo farti un disegno?[img]http://img638.imageshack.us/img638/1333/caaikaacc.jpg[/img]
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Essere oggettivi

            2) non rubiamo soldi a chi non li vuole dareNemmeno chi scarica ruba film a chi non li vuole dare: anche con il p2p, scarichi solo i film da chi li ha messi in condivisione volontariamente, nessuno entra nella tua videoteca a prendere i tuoi film.
          • rover scrive:
            Re: Essere oggettivi
            Peccato che chi li ha messi in condivisione non abbia alcun diritto di farlo....
          • panda rossa scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: rover
            Peccato che chi li ha messi in condivisione non
            abbia alcun diritto di
            farlo....Che ne sai tu?Sai chi e'? Sai in che nazione vive?A caval donato, poi, mica si guarda in bocca!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: rover
            Peccato che chi li ha messi in condivisione non
            abbia alcun diritto di farlo....Non dimostrabile, e comunque non è un mio problema.Il file è online?Sì?Allora è legale: lo garantisce il fatto che AGCOM l'ha lasciato online.
          • spacevideo scrive:
            Re: Essere oggettivi
            quì ti quoto, ecco perchè ritengo fondamentale prima di intervenire sugli utenti, intervenire sui siti che rendono disponibile quel materiale!! questa è una cosa che secondo ma alla Francia è mancata, invece la avremo in italia e questo ci renderà all'avanguardia in termini di lotta alla pirateria.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Essere oggettivi

            quì ti quoto, ecco perchè ritengo fondamentale
            prima di intervenire sugli utenti, intervenire
            sui siti che rendono disponibile quel materiale!!Non ci riesce la RIAA, pensate di riuscirci voi?Rendetevi conto che è finita: ci sono i frigoriferi, le automibili e le lampadine, nessuno si rivolge più a maniscalchi, candelai e venditori di ghiaccio. Perchè volete sprecare così le vostre ultime risorse?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: uno qualsiasi

            quì ti quoto, ecco perchè ritengo fondamentale

            prima di intervenire sugli utenti, intervenire

            sui siti che rendono disponibile quel
            materiale!!

            Non ci riesce la RIAA, pensate di riuscirci voi?

            Rendetevi conto che è finita: ci sono i
            frigoriferi, le automibili e le lampadine,
            nessuno si rivolge più a maniscalchi, candelai e
            venditori di ghiaccio. Perchè volete sprecare
            così le vostre ultime
            risorse?Non ci arrivano, il loro scarso QI gli impedisce di capire che farebbero una fine più dignitosa se chiudessero le serrande e togliessero il disturbo in punta di piedi. Vogliono proprio fare il botto e non si sono accorti che la bomba ce l'hanno in mano loro con la miccia accesa e noi siamo a decine di migliaia di chilometri di distanza...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Essere oggettivi
            E a me che me ne frega?
          • spacevideo scrive:
            Re: Essere oggettivi
            meno male che qualcuno sano c'è, mi rallegra l'esistenza perchè leggere sti commenti è deprimente ... ti dico grazie!!
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Essere oggettivi
            sti commenti è
            deprimente ... ti dico
            grazie!!Vai sul forum dei tuoi colleghi a tirarti un po' su ... magari in quel thread linkato più su dall'amico Luco, quello delle piacevolezze delle carezze agli animali !
          • spacevideo scrive:
            Re: Essere oggettivi
            possiamo raccontarci di tutto e di più, ma sicuramente entrambi sappiamo come stanno le cose, poi si può far finta anche di crederci, tanto chi deve decidere va preso per altre vie e quindi poco mi importa.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Essere oggettivi

            1) lavoriamo eccome, prima di parlare dovresi
            sapere.Di questi tempi vanno forte le sale scommesse con slot e XXXXX varia .... apri un esercizio del genere : anche in quel caso te ne potresti stare in relax dietro un bancone a guardare gonzi che infilano banconote in una macchina !
            2) non rubiamo soldi a chi non li vuole dare, non
            vedo proprio come tu possa affermare una cosa del
            genere,Ci mancherebbe ! chi effettua il download illegale invece
            sottrae senza
            pagare.Dai, basta con la malafede : qui lo sappiamo tutti come funziona il P2P !
          • spacevideo scrive:
            Re: Essere oggettivi


            Dai, basta con la malafede : qui lo sappiamo
            tutti come funziona il P2P
            !appunto, diciamo le cose come stanno, finchè posso e non mi fanno niente scarico, quando non potrò più pace, questo è il comportamento che accetto, da italiano.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Essere oggettivi

            appunto, diciamo le cose come stannoesattamente : la sottrazione non esiste !, finchè
            posso e non mi fanno niente scarico,mah ... io lo farei senza problemi, ma ..... -
            quando non
            potrò più pace,
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            appunto, diciamo le cose come stanno, finchè
            posso e non mi fanno niente scarico, quando non
            potrò più pace, questo è il comportamento che
            accetto, da
            italiano.Esatto quando non potrò più userò altri metodi e se non ci saranno neanche quelli andrò dal senegalese... se non ci sarà neanche lui, andrò dalle bancarelle di dvd originali a 1 2 e 3 euro... se non ci saranno neanche quelle, andrò su ebay a comprare dvd usati... se non ci saranno neanche quelli, andrò al centro commerciale... o ai negozi online... ma in videoteca non ci tornerò mai più.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            1) lavoriamo eccome, prima di parlare dovresi
            sapere.
            2) non rubiamo soldi a chi non li vuole dare, non
            vedo proprio come tu possa affermare una cosa del
            genere, chi effettua il download illegale invece
            sottrae senza
            pagare.Sarai mica uno di quelli che mette a noleggio opere vendute per il solo mercato retail vero? O forse sei uno di quei furboni che rifila DVD masterizzati?
          • Be&O scrive:
            Re: Essere oggettivi
            entrambe ! (rotfl)Hanno pure scritto.... Vietato il Noleggio !!!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Sarai mica uno di quelli che mette a noleggio
            opere vendute per il solo mercato retail vero? O
            forse sei uno di quei furboni che rifila DVD
            masterizzati?Peggio: DVD masterizzati dei film di prima visione in quel momento al cinema. E ne ho visti di videotecari così...Quando c'erano ancora solo VHS e soprattutto c'erano ancora le lire, hanno avuto tanti bei soldini. Adesso stanno tutti a piangere miseria perché sono diventati inutili. Gli unici che ci vanno sono gli irriducibili del XXXXX (lo dicono loro stessi sul forum) ma io tutti gli irriducibili del XXXXX che non vanno online (scemi loro perché di XXXXX amatoriali e quindi gratuiti ce ne sono a iosa in rete) vanno nei sexy shop e non certo in videoteca... forse vanno in videoteca solo quelli che non hanno un sexy shop nelle vicinanze...Videotecari, ascoltate il mio consiglio e APRITE UN SEXY SHOP. Tanto l'avete visto da soli che i bambini in videoteca non ci vanno più perché vogliono la R4 e i divx con sopra tutti i cartoni Disney, e poi la Disney stessa vi fa la guerra mettendo i retail il giorno stesso del noleggio e della prima in PPV, quindi buttate via quelle inutili videoteche e trasformate tutto in sexy shop. E ci guadagnate pure che vi rimangono i dvd hard, almeno quelli non dovrete buttarli via...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Essere oggettivi
            Da quanto le videoteche vengono videogiochi ? :DComunque ti posso dire che il prono su internet lo trovi a prezzi economici se ti vuoi servire "legalmente".
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: Sgabbio
            Da quanto le videoteche vengono videogiochi ? :DBlockbuster lo fa.E lo fa anche spacevideo visto che ha detto di guadagnare con i giochi PS3
          • spacevideo scrive:
            Re: Essere oggettivi
            la finanza può venire quando vuole, gli offro pure il caffè ed il pranzo ...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            la finanza può venire quando vuole, gli offro
            pure il caffè ed il pranzo
            ...Per offrire pure il pranzo vuol dire che non te la cavi male, che ti lamenti a fare? Se riesci ad avere i soldi per offrire un pranzo a qualcun altro vuol dire che hai soldi a sufficienza, il fatto che te la prendi con chi scarica dimostra solo che sei un avaro ingordo.
      • korn scrive:
        Re: Essere oggettivi
        Infatti la gente ha comprato la R4 perchè i giochi erano venduti a prezzi onesti... forse se costavano 10 euro nessuno comprava la R4 e la nientendo ne vendeva qlc decina di milioni in più, inutile che piangi su queste cose, la prime a volere questa situazione sono le case che producono e che ricaricano a prezi esorbitanti i loro prodotti, per quanto mi riguarda ben vengano r4, modifiche, jailbreack e quant'altro possa sottrarre soldi a questi infami.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Essere oggettivi
          le r4 venivano usati anche per gli homebrew.Comunque sarà un caso però negli ultimi anni in certi posti vendevano giochi per DS a 9,90 euro :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: Sgabbio
            le r4 venivano usati anche per gli homebrew.

            Comunque sarà un caso però negli ultimi anni in
            certi posti vendevano giochi per DS a 9,90 euro
            :DE ci voleva l'R4, perche' con le buone non ci sentivano...Se possono vendere a 9,90 e comunque guadagnarci, vuol dire che prima erano LADRI, perche' qualunque commerciante che fa al dettaglio un ricarico superiore al 50% e' un LADRO.E se fanno cartello allora e' una ASSOCIAZIONE A DELINQUERE.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Sgabbio

            le r4 venivano usati anche per gli homebrew.



            Comunque sarà un caso però negli ultimi anni in

            certi posti vendevano giochi per DS a 9,90 euro

            :D

            E ci voleva l'R4, perche' con le buone non ci
            sentivano...

            Se possono vendere a 9,90 e comunque guadagnarci,
            vuol dire che prima erano LADRI, perche'
            qualunque commerciante che fa al dettaglio un
            ricarico superiore al 50% e' un
            LADRO.
            E se fanno cartello allora e' una ASSOCIAZIONE A
            DELINQUERE.Sottoscrivo col sangue. E il brutto è che non è solo coi giochi per DS, ma in tutti i settori dell'HE. Gli unici articoli su cui i ricavi sono inferiori (non perché la percentuale al costo vivo sia diversa, ma perché la filiera distribuisce i guadagni in modo diverso) sono i libri.Per il resto, quando comprate un ossimoro (cd, dvd, videogioco) sappiate che, tolta l'iva, non meno del 50% (o poco più, o poco meno) finisce in tasca al negoziante. Fanno eccezione pochissimi casi (le console fanno eccezione, non i giochi per console ma proprio le console).
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Essere oggettivi
          - Scritto da: korn
          Infatti la gente ha comprato la R4 perchè i
          giochi erano venduti a prezzi onesti... forse se
          costavano 10 euro nessuno comprava la R4 e la
          nientendo ne vendeva qlc decina di milioni in
          più,Quoto tutto, i giochi belli per DS sono sì e no il 4% di quanto uscito e solo l'1% sono capolavori, il restante 95% sono cagate immonde, a cominciare dai vari "Giulia passione" e monnezza simile.E lo dice uno che fino a qualche mese fa aveva aggiornato il romset completo quindi aveva tutti i giochi usciti (non l'ho aggiornato perché non ho più voglia di starci dietro, a livello di scena seguo solo il wii)
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Essere oggettivi
            (non l'ho aggiornato perché non
            ho più voglia di starci dietroTranquillo ... non ti sei perso nulla !
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: Joe Tornado
            (non l'ho aggiornato perché non

            ho più voglia di starci dietro

            Tranquillo ... non ti sei perso nulla !Lo so. E' per questo che non ho più la voglia di starci dietro.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Essere oggettivi
            (caso mai mi rispondi in privato)Hai provato qualche emu su pc per il DS anche ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: Sgabbio
            (caso mai mi rispondi in privato)

            Hai provato qualche emu su pc per il DS anche ?Forse volevi dire di DS per PC, ho provato tempo fa ma qusto PC non è abbastanza potente, e poi avendo la macchina originale non ha molto senso.
        • spacevideo scrive:
          Re: Essere oggettivi
          tu da consumatore non puoi dettare il prezzo, fai mercato acquistando o non acquistando, la R4 è un ladrocinio, sono cari? non acquistarli, non acquistateli, così chi li vende abbasserà il prezzo se lo ritiene opportuno, ma entrare nell'illegalità vi mette sempre e comunque dalla parte del torto, che vi piaccia o no.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Essere oggettivi
            Perchè non dovrei acquistare la R4 ? Io voglio giocare con l'emulatore del C64 !
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Essere oggettivi

            tu da consumatore non puoi dettare il prezzoCerto che posso
            , fai
            mercato acquistando o non acquistando, e scaricando non si acquista
            la R4 è un
            ladrocinio, sono cari? non acquistarli, non
            acquistateli, così chi li vende abbasserà il
            prezzo se lo ritiene opportunoTi rigiro il discorso; tu, venditore, fa il mercato vendendo; non ti piace il comportamento dei tuoi clienti? Non vendere Fate una serrata; provate, per protesta, a tenere le videoteche chiuse per un mese; è questa l'influenza che avete, usatela!
          • panda rossa scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            tu da consumatore non puoi dettare il prezzo, fai
            mercato acquistando o non acquistando, non acquistando!
            la R4 è un ladrocinio, la R4 e' il modo con cui il consumatore recupera il proprio diritto di possesso, di copia e di salvaguardia del proprio bene digitale.
            sono cari? non acquistarli, non
            acquistateli, così chi li vende abbasserà il
            prezzo se lo ritiene opportuno, ma entrare
            nell'illegalità vi mette sempre e comunque dalla
            parte del torto, che vi piaccia o
            no.Il torto e' un problema mio, non tuo.Il non acquisto invece c'e', ma il calo di prezzo conseguente non si vede mica.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Essere oggettivi
        non so in quale dimensione parallela vivi, perchè da quel che so i giochi del nintendo DS insieme alla console vendo come il pane...
        • spacevideo scrive:
          Re: Essere oggettivi
          bene per te se li vendi, quì siamo in un piccolo paese e come il ragazzino di turno ha portato l'R4 è finita la vendita, chiaro non azzerata ma quasi, fa percentuali bassissime rispetto a quando la R4 ancora quì non c'èra.Se vendi sono contento per te!!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            bene per te se li vendi, quì siamo in un piccolo
            paese e come il ragazzino di turno ha portato
            l'R4 è finita la vendita, chiaro non azzerata ma
            quasi, fa percentuali bassissime rispetto a
            quando la R4 ancora quì non
            c'èra.

            Se vendi sono contento per te!!Non ho un negozio di videogiochi e affini, ma vado in giro in negozi specializzati in videogiochi o nei grossi centri commerciali e ti assicuro che i videogiochi del DS non hanno mai sofferto di problemi di vendite, nonostante la nintendo cianci perdidte da fallimento dell'azienda, quando poi i fatturati stellari che fa sempre con le console portatili parlino il contrario.
      • panda rossa scrive:
        Re: Essere oggettivi
        - Scritto da: spacevideo
        inutile tentare di giustificare un comportamento
        scorretto, come ho detto qualche post più su, la
        realtà è ben diversa e dimostrabile, porto un
        esempio

        NINTENDO DS + R4: vendevamo i giochi per il
        nintendo e andavano anche bene, poi un giorno
        arrivarono le R4 e finita la vendita dei giochi,
        non raccontiamoci
        frottole.Provato ad abbassare i prezzi?No, vero?Pero' potresti metterti a vendere direttamente le DS, e non vendere le PS.Grazie alla R4 la gente compra piu' volentieri DS che PS.O sono frottole pure queste.
        • spacevideo scrive:
          Re: Essere oggettivi
          ma hai un'idea di quali siano i margini sui giochi? o sulle console? no vero ... i nostri prezzi e lo puoi verificare sul sito sono paragonabili se non inferiori ai centri commerciali.Non è una quistione di prezzo ... tutto è più di gratis illegale ma gratis ...
          • panda rossa scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            ma hai un'idea di quali siano i margini sui
            giochi? Sui giochi ho una idea ben precisa di quali siano i margini, e pure sui DVD, visto che la differenza tra il prezzo di vendita quando sono novita' rispetto a quando sono passati un po' di mesi e' ABISSALE.Del resto stampare un disco costa pochi centesimi al produttore.La pretesa di voler vendere a piu' di 60 euro un game nuovo e' solo INGORDIGIA.Io per questo aspetto che calino di prezzo fino a raggiungere il prezzo che sono disposto a pagare.Al limite prendo usato su eBay.Al limite prendo all'estero.Se invece non cala, pazienza: denaro risparmiato.
            o sulle console? no vero ... i nostri
            prezzi e lo puoi verificare sul sito sono
            paragonabili se non inferiori ai centri
            commerciali.Le console sono ferro, non bytes.
            Non è una quistione di prezzo ... tutto è più di
            gratis illegale ma gratis
            ...Invece e' proprio una questione di prezzo, per alcuni.E iTunes e' li' a dimostrarlo, e Steam anche.
      • 0110 scrive:
        Re: Essere oggettivi

        NINTENDO DS + R4: vendevamo i giochi per il
        nintendo e andavano anche bene, poi un giorno
        arrivarono le R4 e finita la vendita dei giochi,
        non raccontiamoci
        frottole.E in compenso avete venduto molte più console.
      • embe scrive:
        Re: Essere oggettivi
        - Scritto da: spacevideo
        inutile tentare di giustificare un comportamento
        scorretto, come ho detto qualche post più su, la
        realtà è ben diversa e dimostrabile, porto un
        esempio

        NINTENDO DS + R4: vendevamo i giochi per il
        nintendo e andavano anche bene, poi un giorno
        arrivarono le R4 e finita la vendita dei giochi,
        non raccontiamoci
        frottole.Guagliò, vendete R4, allora...Oppure lamentatevi con Nintendo che non fa prodotti a prova di hackerz!
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Essere oggettivi
        - Scritto da: spacevideo
        NINTENDO DS + R4: vendevamo i giochi per il
        nintendo e andavano anche bene, poi un giorno
        arrivarono le R4 e finita la vendita dei giochi,
        non raccontiamoci frottole.Potevate vendere giochi PS3 finché non era piratabile, avete avuto 3 anni buoni, se non rincorrete il treno la colpa non è certo mia...
        • spacevideo scrive:
          Re: Essere oggettivi
          la PS3 a tutt'oggi va, sta comunque arrivando la fine anche per lei, teniamo solo quelli in magazzino, il resto solo su ordinazione.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: spacevideo
            la PS3 a tutt'oggi va, sta comunque arrivando la
            fine anche per lei, teniamo solo quelli in
            magazzino, il resto solo su
            ordinazione.E allora non lamentarti.
      • LaNberto scrive:
        Re: Essere oggettivi
        Senza dubbio, a parte le ridicole interpretazioni dei quindicenni o pseudo tali che affollano questa discussione, la pirateria è un crimine sanzionato dalla legge, e in molti casi procura danni economici in settori che stanno cambiando.È evidente che i giochi su supporto fisico vanno a finire, soppiantati da quelli scaricabili.Il gioco su cartuccia non funziona più, lo store on line dei giochi funziona benissimo e gli sviluppatori guadagnano di più in sicurezza, abbassando i prezzi, e i clienti sono felici (i micragnosi non saranno mai felici, ma i micragnosi non generano mercato comunque).La stessa cosa è successa con la musica, la stessa cosa succederà col video quando lo capiranno.Chi ci rimette nel cambio di business? Gli intermediari, ed è un proXXXXX del tutto inevitabile.
    • ruppolo scrive:
      Re: Essere oggettivi
      Chiacchiere come le tue: chi produce il contenuto decide lui se e come darlo agli altri. I conti in tasca li fai sulle TUE tasche, non su quelle degli altri.
      • p2p scrive:
        Re: Essere oggettivi
        - Scritto da: ruppolo
        Chiacchiere come le tue: chi produce il contenuto
        decide lui se e come darlo agli altri. I conti in
        tasca li fai sulle TUE tasche, non su quelle
        degli
        altri.sei l'unico idiota al mondo che conosco capace di tifare per le major e sostenerle oltre il limite della vergogna e dell'uniliazione
        • ruppolo scrive:
          Re: Essere oggettivi
          - Scritto da: p2p
          - Scritto da: ruppolo

          Chiacchiere come le tue: chi produce il
          contenuto

          decide lui se e come darlo agli altri. I conti
          in

          tasca li fai sulle TUE tasche, non su quelle

          degli

          altri.

          sei l'unico idiota al mondoPensi di ottenere la ragione con le offese?
          che conosco capace di
          tifare per le major e sostenerle oltre il limite
          della vergogna e
          dell'uniliazioneTifare per le major? E dove avrei scritto che sto tifando per le major?
          • p2p scrive:
            Re: Essere oggettivi


            che conosco capace di

            tifare per le major e sostenerle oltre il limite

            della vergogna e

            dell'uniliazione

            Tifare per le major? E dove avrei scritto che sto
            tifando per le
            major?LOL
      • Sgabbio scrive:
        Re: Essere oggettivi
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Essere oggettivi
        - Scritto da: ruppolo
        Chiacchiere come le tue: chi produce il contenuto
        decide lui se e come darlo agli altri. I conti in
        tasca li fai sulle TUE tasche, non su quelle
        degli altri.Appunto, i conti in tasca li faccio sulle MIE tasche e ho deciso che qualunque prezzo superiore a 15 centesimi per un film, 10 centesimi per un disco o 30 centesimi per un software è da LADRI, quindi non compro, scarico e copio alla faccia di chi vorrebbe farmi spendere 100, 200 e pure 300 volte quello che io pago queste cifre.Visto che produrre un CD/DVD stampato costa meno che produrre un CD-R/DVD-R vergine, e questo è un dato di fatto, loro potrebbero vendere con prezzi pari a quelli della produzione del supporto vuoto, e a quel punto la pirateria sarebbe definitivamente debellata, visto che i produttori di supporti vuoti non possono fare prezzi inferiori e nessuno comprerebbe un supporto vuoto a prezzo più alto del supporto pieno.Ma sono INGORDI, e invece di vendere 100 milioni di copie a 10 centesimi, che gli darebbe un guadagno NETTO di 3 centesimi a copia (come minimo), quindi 0,03*100.000.000 fa 3 milioni di euro tondi tondi, preferiscono vendere 100.000 copie a 15 euro, totale 1,5 milioni. Perdendoci la metà e soprattutto perdendoci clienti per il futuro. Ma gli INGORDI la matematica non la conoscono.
        • LaNberto scrive:
          Re: Essere oggettivi
          Siamo seri: peccato che il pane ti tocca pagarlo, altrimenti vorresti gratis anche quello. Non giustificare la tirchieria con pseudo filosofie individualistiche di spessore nullo.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: LaNberto
            Siamo seri: peccato che il pane ti tocca pagarlo,
            altrimenti vorresti gratis anche quello.Se esistessero i replicatori, e quindi fare altro pane non costa nulla, non vedo motivo per pagare il pane.[img]http://img14.imageshack.us/img14/3420/piracyjesusdidit.jpg[/img]« Sul far della sera, gli si accostarono i discepoli e gli dissero: «Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congeda la folla perché vada nei villaggi a comprarsi da mangiare». Ma Gesù rispose: «Non occorre che vadano; date loro voi stessi da mangiare». Gli risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci!». Ed egli disse: «Portatemeli qua». E dopo aver ordinato alla folla di sedersi sull'erba, prese i cinque pani e i due pesci e, alzati gli occhi al cielo, pronunziò la benedizione, spezzò i pani e li diede ai discepoli e i discepoli li distribuirono alla folla. Tutti mangiarono e furono saziati; e portarono via dodici ceste piene di pezzi avanzati. Quelli che avevano mangiato erano circa cinquemila uomini, senza contare le donne e i bambini. »(Vangelo secondo Matteo, 14, 15-21) Né fornai né pescatori se la presero per quel gesto. Probabilmente, anzi, erano tra quei cinquemila uomini.
          • LaNberto scrive:
            Re: Essere oggettivi
            eh no, la fiction non conta
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: LaNberto
            eh no, la fiction non contaNon conta neanche la legge soprattutto se fatta AD PERSONAM da un governo il cui capo detiene aziende di home entertainment.E comunque, come ho detto, il download non è reato.
          • LaNberto scrive:
            Re: Essere oggettivi
            se mi ostri il passo del codice civile o penale che dice questo, siamo ok
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: LaNberto
            se mi ostri il passo del codice civile o penale
            che dice questo, siamo
            okGuarda che i codici dicono quali sono i reati, non quali NON sono i reati.In democrazia è permesso tutto quello che non è esplicitamente vietato.Sei tu che devi dimostrare che il download è reato e mostrare il passo del codice che lo dice. Se non lo trovi, perché non esiste, vuol dire che non è reato.
          • LaNberto scrive:
            Re: Essere oggettivi
            si vede che su marte ancora la notizia non vi è arrivata.se poi sei così convinto chiama il 117 e ripeti loro il curriculum che hai postato qui e senti che complimenti ti fanno-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 gennaio 2011 07.42-----------------------------------------------------------
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: LaNberto
            si vede che su marte ancora la notizia non vi è
            arrivata.

            se poi sei così convinto chiama il 117 e ripeti
            loro il curriculum che hai postato qui e senti
            che complimenti ti fannoChiamalo tu, così si fanno pure due risate.Aggiungigli pure che fino al 1995 ho venduto floppy per Amiga a 3.000 lire l'uno quando tutti gli altri pirati li vendevano a 5.000.
          • LaNberto scrive:
            Re: Essere oggettivi
            e te ne vanti pure.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: LaNberto
            e te ne vanti pure.Certamente. Ho aiutato tanti a farsi una cultura videoludica e a poter giocare con gli stessi soldi molti più titoli.I ladri sono quelli che vendono gli ossimori, altroché.Io sono un benefattore, non sai quante volte mi hanno ringraziato.E non ho mai fatto problemi a fare scambi invece di vendite se mi mancava qualcosa, o a sostituire i giochi se davano problemi. E' così che funzionava. Il che significa andare a volte anche in perdita, ma me ne fregavo perché tanto con l'Amiga ci giocavo io per primo. La differenza oltre al prezzo con gli altri era che io usavo il Cool Copier e non quella chiavica di X-Copy che usavano gli altri, che quando aveva errori di lettura faceva una correzione lui a caxxo di cane e non ti segnalava la cosa.E una volta un negoziante mi diede due confezioni originali di Mortal Kombat (io avevo la copia 1:1 dell'originale da 2 dischi e non la buggata versione da 32 dischi dei Fairlight) che non funzionavano, ebbene gli feci la copia sovrascrivendo i dischi originali e tornarono a funzionare. E ci presi pure non poco in quell'occasione (serviva la synchro expert per fare la copia di quei 2 dischi, quindi un'attrezzatura mista hardware/software, non potevi farla solo via software)E ricordo nel manuale italiano del gioco era scritto "I dati presenti sui dischi sono protetti in un modo particolare. Non tentare di fare una copia di questi dati perché potrebbero andare distrutti nel corso di questo procedimento". Ovviamente era una palla per spaventare i pirati improvvisati...Oggi non avrebbe più senso fare offerte del genere perché col p2p la gente le cose se le scarica da sola, ed è giusto così. E comunque oggi, diversamente che all'epoca, per essere competitivi con la pirateria commerciale bisognerebbe stare sempre costantemente in perdita.I guadagni oggi si fanno sull'hardware, non più sul software. Conosco tanti che guadagnano un sacco vendendo le R4 e simili. Alla fonte e in grosse quantità costano circa un decimo che al dettaglio. Anche togliendo il trasporto resta sempre un bel guadagno. E sto parlando di negozi italiani fisici vendono con tanto di fattura, niente sottobanco... Quando e se diventeranno illegali (e oggi non lo sono) si sposteranno tutti a San Marino o oltrefrontiera.
          • LaNberto scrive:
            Re: Essere oggettivi
            L'autoindulgenza è una brutta bestia
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: LaNberto
            L'autoindulgenza è una brutta bestiaLo è anche illudersi che le leggi violate sistematicamente dal 95% della popolazione siano giuste.
          • LaNberto scrive:
            Re: Essere oggettivi
            non di meno, finché sono in vigore valgono
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Essere oggettivi
            - Scritto da: LaNberto
            non di meno, finché sono in vigore valgonoPER LEGGE E' ILLEGALE in Georgia portare un gelato nelle tasche dei pantaloni di domenica (gli altri giorni si può)PER LEGGE E' ILLEGALE in Svizzera lavare l'auto di domenica (gli altri giorni si può)PER LEGGE E' ILLEGALE in Pennsylvania dormire su un frigorifero all'apertoPER LEGGE E' ILLEGALE in Thailandia uscire di casa se non si indossano le mutandePER LEGGE E' ILLEGALE in Francia baciarsi sulle rotaiePER LEGGE E' ILLEGALE in Scozia ubriacarsi se si possiede una muccaPER LEGGE E' ILLEGALE in Tennessee praticare sesso oralePER LEGGE E' ILLEGALE in Victoria (Australia) cambiare una lampadina se non si è elettricisti iscritti all'alboPER LEGGE E' ILLEGALE in Canada pagare in penny un articolo che costa 50 centesimiPER LEGGE E' ILLEGALE in Italia per un uomo indossare una gonnaE riguardo al rispetto delle leggi, questo è il parere della persona che ha fatto fare la legge Urbani, nonché il principale magnate dell'home entertainment italiano:[yt]SfiO-n07FDQ[/yt]Quindi è lui che ci fa sentire moralmente autorizzati a violare la legge Urbani. Prendetevela con lui... lo dico soprattutto ai videotecari...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 gennaio 2011 21.47-----------------------------------------------------------
          • LaNberto scrive:
            Re: Essere oggettivi
            Bene, oltre che inveire contro i videotecari in estinzione conosci anche il sito delle leggi strane. Questo non cambia i fatti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 gennaio 2011 07.52-----------------------------------------------------------
  • vytf scrive:
    proprietà intellettuale
    è quella cosa a causa della quale ancora non sono prodotti veicoli non inquinanti in quanto i brevetti e la PI è nelle mani dei petrolieri?Ah fico.. mi piace questa PI. anzi no per nulla.Come umano tutto quello che conosco lo devo grazie alla condivisione delle idee e delle conscenze.La cosa profondamente sbagliata è un'economia basata sul denaro.Basiamo l'economia sulle risorse reali e vedremo che tutto quello che è accaduto finora è sempre stato una bolla di speculazione e di sfruttamento.La Priprietà Intellettuale va contro la natura umana. Auguri col combatterla...l'umano vuole conoscere, l'umano condivide.
    • priapo scrive:
      Re: proprietà intellettuale
      http://video.google.com/videoplay?docid=-922737582620416065
    • ruppolo scrive:
      Re: proprietà intellettuale
      - Scritto da: vytf
      è quella cosa a causa della quale ancora non sono
      prodotti veicoli non inquinanti in quanto i
      brevetti e la PI è nelle mani dei
      petrolieri?
      Ah fico.. mi piace questa PI. anzi no per nulla.
      Come umano tutto quello che conosco lo devo
      grazie alla condivisione delle idee e delle
      conscenze.
      La cosa profondamente sbagliata è un'economia
      basata sul
      denaro.
      Basiamo l'economia sulle risorse reali e vedremo
      che tutto quello che è accaduto finora è sempre
      stato una bolla di speculazione e di
      sfruttamento.
      La Priprietà Intellettuale va contro la natura
      umana. Auguri col combatterla...l'umano vuole
      conoscere, l'umano
      condivide.L'umano fa il parassita appena può.
      • p2p scrive:
        Re: proprietà intellettuale
        o la pecora a seconda dei casi (vedi ruppolo)
        • ruppolo scrive:
          Re: proprietà intellettuale
          - Scritto da: p2p
          o la pecora a seconda dei casi (vedi ruppolo)Quindi se non prendo il fucile e vengo a casa tua a rapinarti, sarei un pecora?
          • p2p scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            o la pecora a seconda dei casi (vedi ruppolo)

            Quindi se non prendo il fucile e vengo a casa tua
            a rapinarti, sarei un
            pecora?figurati una persona che imbraccia un fucile mi sfonda la porta e mi rapina........................... fatto?.........................adesso visualizza una pecora......................... ti sembrano lo stesso paragone? e poi chiediti perchè non vuoi essere chiamato idiota
          • ruppolo scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: p2p
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: p2p


            o la pecora a seconda dei casi (vedi ruppolo)



            Quindi se non prendo il fucile e vengo a casa
            tua

            a rapinarti, sarei un

            pecora?

            figurati una persona che imbraccia un fucile mi
            sfonda la porta e mi
            rapina...........................
            fatto?.........................
            adesso visualizza una
            pecora......................... ti sembrano lo
            stesso paragone? e poi chiediti perchè non vuoi
            essere chiamato
            idiotaIo non voglio essere chiamato idiota? Chiamami pure come ti pare, tanto chi ti legge (e noi scriviamo perché qualcuno legga) si farà la giusta idea di cosa sei.
          • p2p scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: p2p



            o la pecora a seconda dei casi (vedi
            ruppolo)





            Quindi se non prendo il fucile e vengo a casa

            tua


            a rapinarti, sarei un


            pecora?



            figurati una persona che imbraccia un fucile mi

            sfonda la porta e mi

            rapina...........................

            fatto?.........................

            adesso visualizza una

            pecora......................... ti sembrano lo

            stesso paragone? e poi chiediti perchè non vuoi

            essere chiamato

            idiota

            Io non voglio essere chiamato idiota? Chiamami
            pure come ti pare, tanto chi ti legge (e noi
            scriviamo perché qualcuno legga) si farà la
            giusta idea di cosanoi chi? ma in quanti siete a scrivere?
            sei.
          • ruppolo scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: p2p
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: p2p


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: p2p




            o la pecora a seconda dei casi (vedi

            ruppolo)







            Quindi se non prendo il fucile e vengo a
            casa


            tua



            a rapinarti, sarei un



            pecora?





            figurati una persona che imbraccia un fucile
            mi


            sfonda la porta e mi


            rapina...........................


            fatto?.........................


            adesso visualizza una


            pecora......................... ti sembrano lo


            stesso paragone? e poi chiediti perchè non
            vuoi


            essere chiamato


            idiota



            Io non voglio essere chiamato idiota? Chiamami

            pure come ti pare, tanto chi ti legge (e noi

            scriviamo perché qualcuno legga) si farà la

            giusta idea di cosa

            noi chi? ma in quanti siete a scrivere?

            sei.Non siete, siamo.
          • p2p scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: p2p



            - Scritto da: ruppolo




            - Scritto da: p2p





            o la pecora a seconda dei casi (vedi


            ruppolo)









            Quindi se non prendo il fucile e vengo a

            casa



            tua




            a rapinarti, sarei un




            pecora?







            figurati una persona che imbraccia un fucile

            mi



            sfonda la porta e mi



            rapina...........................



            fatto?.........................



            adesso visualizza una



            pecora......................... ti sembrano
            lo



            stesso paragone? e poi chiediti perchè non

            vuoi



            essere chiamato



            idiota





            Io non voglio essere chiamato idiota? Chiamami


            pure come ti pare, tanto chi ti legge (e noi


            scriviamo perché qualcuno legga) si farà la


            giusta idea di cosa



            noi chi? ma in quanti siete a scrivere?


            sei.

            Non siete, siamo.hemm.. se dico "il mio nome è LEGIONE" vinco qualcosa?
          • Be&O scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            ....si un Pasusu !
          • Be&O scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            Che Apps è Diota ??? ( iDiota )(rotfl)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: p2p
            noi chi? ma in quanti siete a scrivere?Lui è come Luredona Murandi, parla con i suoi 20 alter ego, e ci litigano pure tutti insieme.
          • Shiba scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: ruppolo
            Io non voglio essere chiamato idiota? Chiamami
            pure come ti pare, tanto chi ti legge (e noi
            scriviamo perché qualcuno legga) si farà la
            giusta idea di cosa sei. Odio ripetermi, quindi questa volta non lo faccio :)
          • ruppolo scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: ruppolo

            Io non voglio essere chiamato idiota? Chiamami

            pure come ti pare, tanto chi ti legge (e
            noi

            scriviamo perché qualcuno legga) si farà
            la

            giusta idea di cosa sei.

            Odio ripetermi, quindi questa volta non lo faccio
            :)Un link? Grazie.
          • eien scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            io mi sono fatto l'idea che tu sei un idiota. :P- Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p2p

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: p2p



            o la pecora a seconda dei casi (vedi
            ruppolo)





            Quindi se non prendo il fucile e vengo a casa

            tua


            a rapinarti, sarei un


            pecora?



            figurati una persona che imbraccia un fucile mi

            sfonda la porta e mi

            rapina...........................

            fatto?.........................

            adesso visualizza una

            pecora......................... ti sembrano lo

            stesso paragone? e poi chiediti perchè non vuoi

            essere chiamato

            idiota

            Io non voglio essere chiamato idiota? Chiamami
            pure come ti pare, tanto chi ti legge (e noi
            scriviamo perché qualcuno legga) si farà la
            giusta idea di cosa
            sei.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            tanto chi ti legge (e noi
            scriviamo perché qualcuno legga) si farà la
            giusta idea di cosa
            sei.Ruppolo .... lascia perdere !
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: ruppolo
            Io non voglio essere chiamato idiota? Chiamami
            pure come ti pare, tanto chi ti legge (e noi
            scriviamo perché qualcuno legga) si farà la
            giusta idea di cosa sei.Una persona per bene che chiama un idiota per quello che è.Del resto, oltre thenOra e i videotecari chi è che ti ha mai dato ragione su questo forum? NESSUNO...
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: proprietà intellettuale
        - Scritto da: ruppolo
        L'umano fa il parassita appena può.Infatti si vede bene coi maniaci del copyright, fanno una cosa nella vita e poi cercano di fare i parassiti, a differenza di tutta la gente per bene che per guadagnare soldi deve continuare a LAVORARE.
        • LaNberto scrive:
          Re: proprietà intellettuale
          Aspetta di iniziare a lavorare poi le cose assumeranno un'altra prospettiva
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: LaNberto
            Aspetta di iniziare a lavorare poi le cose
            assumeranno un'altra
            prospettivaLavoro già (compongo musica su commissione e suono), ma a differenza di tanti miei colleghi ho dei principi morali.Se qualcun altro suona la mia musica, sono io che devo pagarlo e ringraziarlo per la pubblicità che mi sta facendo. Ed è sucXXXXX.
          • LaNberto scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            Lavoro già (compongo musica su commissione e
            suono), ma a differenza di tanti miei colleghi ho
            dei principi
            morali.Se qualcuno volesse usare il frutto del tuo lavoro credo che vorresti veder riconosciuto il tuo impegno, a meno che tu non campi di altro. Quindi, ne dubito.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            - Scritto da: LaNberto

            Lavoro già (compongo musica su commissione e

            suono), ma a differenza di tanti miei colleghi
            ho

            dei principi

            morali.

            Se qualcuno volesse usare il frutto del tuo
            lavoro credo che vorresti veder riconosciuto il
            tuo impegno, a meno che tu non campi di altro.Quale parte di "su commissione" non ti è chiara?Io sono come un falegname, mi commissioni una sedia, te la faccio, mi paghi. Se poi ti siedi su quella sedia e quante volte lo fai, e quante persone fai sedere, sono fatti tuoi. Io finché non faccio un'altra sedia altri soldi non ne vedo.Ciò che faccio finisce sotto Creative Commons.Se vuoi suonare un mio brano tanto di rispetto.Se vuoi farti pagare il biglietto vengo pure a sentirti. E pago IO a TE.Se invece sono io a suonare e il concerto è a pagamento paghi tu a me. Ma mi paghi perché sto lavorando in quel momento, non è che paghi la composizione: Quella me l'hai già pagata.Vuoi un cd di me che suono? Dammi un CD-R e te lo riporto riempito con tutti brani miei. E non mi devi UN CENTESIMO, perché io trovo ridicolo farsi pagare per una cosa già fatta. Se poi vuoi che ti suoni qualcosa di particolare, che non ho registrato già, o una nuova versione di qualcosa già fatta, e te la registro su cd, allora mi devi pagare. Un conto è farsi pagare per premere ctrl+C seguito da ctrl+V, quello lo trovo ridicolo e illegale. Altro conto è chiedermi di mettermi a suonare e pretendere di non pagarmi.
            Quindi, ne dubito.Dubita quanto ti pare, la realtà è questa, e non vedo perché altri debbano fare diversamente da me. Se lo fanno sono degli ingordi che peraltro fanno concorrenza in modo scorretto, quindi sono il primo a volere che soccombano.Che DIMOSTRASSERO di saper suonare.I cerchi di plastica sono materiale promozionale e come tale non devono farlo pagare. Tu saresti disposto a pagare qualcuno per avere della sua pubblicità in cambio?
          • LaNberto scrive:
            Re: proprietà intellettuale
            È tutto così bello che quasi ne piango
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: proprietà intellettuale
      - Scritto da: shevathas
      potresti condividere qui sotto il tuo numero di
      carta di credito ?http://www.google.com/search?q=credit+card+generator
    • LaNberto scrive:
      Re: proprietà intellettuale
      Per non parlare degli alieni dellArea51
  • H5N1 scrive:
    Il termine "Pirateria"
    I "Pirati" erano soliti fare agguati alle navi attaccandole all'improvviso, rovesciare il potere del comandante e prendere possesso della nave stessa.Dopodichè la saccheggiavano e, se tutto andava liscio, non c'erano ulteriori vittime.Un noto Pirata fu Sir Francis Drake (1540-1596) che "rubava" oro alle navi spagnole rimpinguendo gli scrigni della Regina.La prossima volta che qualcuno mi chiama Pirata senza giusta causa sarò tentato di dargliene giusto motivo e di aspettarlo (furtivo) sotto casa.:)
    • ruppolo scrive:
      Re: Il termine "Pirateria"
      Se non sei tra quelli che rubano musica e film, nessuno ti chiamerà pirata.
      • H5N1 scrive:
        Re: Il termine "Pirateria"
        Definire:rubare.Innanzitutto.In secondo luogo QUESTI chiamano PIRATA anche chi presta un DVD ad un amico o lo scambia tra parenti.In terzo luogo potrei ricordare che al Senato abbiamo ancora un condannato in via definitiva per reati di Mafia, ma io non posso chiamarlo mafioso... e qualcun altro è stato addirittura costretto a togliere la sua app dall'iPhone store perchè associava all'Italia il termine Mafia.Eh no... non ci siamo proprio...
        • ruppolo scrive:
          Re: Il termine "Pirateria"
          - Scritto da: H5N1
          Definire:rubare.Appropriazione indebita.Ora definisci "indebita".
          Innanzitutto.
          In secondo luogo QUESTI chiamano PIRATA anche chi
          presta un DVD ad un amico o lo scambia tra
          parenti.Certamente.Il punto fondamentale che ti sfugge si chiama "licenza d'uso".Per farti un paragone, pensa alla licenza di pesca: il fiume non diventa tuo, ma la licenza ti concede di pescarci. Ma, a quali condizioni? Alle condizione dettate dalla licenza: limite sul numero dei pesci, limite sulla misura, limite sul periodo, limite sulle zone. E la licenza, non la puoi PRESTARE. Come non puoi tu licenziare i tuoi parenti a pescare su quel fiume dove tu hai la licenza.
          In terzo luogo potrei ricordare che al Senato
          abbiamo ancora un condannato in via definitiva
          per reati di Mafia, ma io non posso chiamarlo
          mafioso... e qualcun altro è stato addirittura
          costretto a togliere la sua app dall'iPhone store
          perchè associava all'Italia il termine
          Mafia.
          Eh no... non ci siamo proprio...Già, non ci siamo, la gente non sa più cosa sia il rispetto del prossimo.
          • spacevideo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            complimenti per l'esempio della licenza di pesca, mi permetto di riusarlo :) è perfetto e comprensibile.sempre che lo si voglia comprendere ovviamente.
          • ovvio scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: spacevideo
            complimenti per l'esempio della licenza di pesca,
            mi permetto di riusarlo :) è perfetto e
            comprensibile.infatti qualche post poco sotto ti hanno fatto vedere come questo esempio esprima esattamente il contrario di quello che vorreste dire voi
            sempre che lo si voglia comprendere ovviamente.rivolta a te
          • krane scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: H5N1

            Definire:rubare.
            Appropriazione indebita.
            Ora definisci "indebita".

            Innanzitutto.

            In secondo luogo QUESTI chiamano PIRATA

            anche chi presta un DVD ad un amico o lo

            scambia tra parenti.
            Certamente.
            Il punto fondamentale che ti sfugge si chiama
            "licenza d'uso".
            Per farti un paragone, pensa alla licenza di
            pesca: il fiume non diventa tuo, ma la licenza ti
            concede di pescarci. Ma, a quali condizioni? Alle
            condizione dettate dalla licenza: limite sul
            numero dei pesci, limite sulla misura, limite sul
            periodo, limite sulle zone. E la licenza, non la
            puoi PRESTARE. Come non puoi tu licenziare i tuoi
            parenti a pescare su quel fiume dove tu hai la
            licenza.E' per evitare di sottostare a tutti questi vincoli che ho rinunciato a pescare e mi sono comprato un'acquario.

            In terzo luogo potrei ricordare che al Senato

            abbiamo ancora un condannato in via definitiva

            per reati di Mafia, ma io non posso chiamarlo

            mafioso... e qualcun altro è stato addirittura

            costretto a togliere la sua app dall'iPhone

            store perchè associava all'Italia il termine

            Mafia.

            Eh no... non ci siamo proprio...
            Già, non ci siamo, la gente non sa più cosa sia
            il rispetto del prossimo.Gia' e le multinazionali non sanno piu' cos'e' il rispetto dell'acquirente.Io propongo: rivoluzione!
          • panda rossa scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: H5N1

            Definire:rubare.

            Appropriazione indebita.

            Ora definisci "indebita".No, definisci tu "appropriazione".
          • panda rossa scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: H5N1

            Definire:rubare.

            Appropriazione indebita.

            Ora definisci "indebita".


            Innanzitutto.

            In secondo luogo QUESTI chiamano PIRATA anche
            chi

            presta un DVD ad un amico o lo scambia tra

            parenti.

            Certamente.

            Il punto fondamentale che ti sfugge si chiama
            "licenza
            d'uso".
            Per farti un paragone, pensa alla licenza di
            pesca: il fiume non diventa tuo, ma la licenza ti
            concede di pescarci. Ma, a quali condizioni? Alle
            condizione dettate dalla licenza: limite sul
            numero dei pesci, limite sulla misura, limite sul
            periodo, limite sulle zone. E la licenza, non la
            puoi PRESTARE. Come non puoi tu licenziare i tuoi
            parenti a pescare su quel fiume dove tu hai la
            licenza.La licenza di pesca non mi impedisce di PRESTARE o REGALARE il pesce che pesco.Ti faccio un esempio.Io me ne sto seduto sul ponticello del fiume con la mia bella canna da pesca e amo del sei.Ho la mia bella licenza di pesca perfettamente in regola.Getto la lenza e aspetto.Dopo un po' arrivi tu e ti fermi a guardare.Dopo un po' abbocca.Recupero e viene su una bella trota da 22 cm.Io mi volto e ti chiedo: "ti piacciono le trote?"Tu mi dici di si e io ti regalo la trota che ho appena pescato.Cambio esca e lancio di nuovo...Ci siamo fin qui?Tutto legale?Io proseguo la mia pesca, tu invece con la tua trota che ancora sbatte prendi il sentiero e torni verso casa.A meta' sentiero ti ferma il guardaboschi, vede il pesce, ti chiede la licenza, ma tu non ce l'hai, e gli dici che il pesce ti e' stato regalato.E quello dice "Si, come no, e io sono Napoleone. Mi segua."Ti porta in caserma, sequestra la trota (che si mangeranno le guardie), ti fa un verbale, e ti stacca una multa da due stipendi.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            Peccato che, se io pesco un pesce vivo, poi posso metterlo nel mio laghetto e farlo riprodurre: e i pesciolini che nascono sono tutti miei, e per quelli la licenza non mi serve. E i pesciolini sono "copie" del pesce pescato.La licenza si ha sul supporto noleggiato: il film non diventa mio, ma le copie che ho fatto io sì.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: H5N1

            Definire:rubare.

            Appropriazione indebita.

            Ora definisci "indebita".« Deve ritenersi la insussistenza del contestato reato di furto, condividendo il Collegio il principio già espresso da questa Corte secondo cui è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura non autorizzata di "files" contenuti in un supporto informatico altrui, non comportando tale attività la perdita del possesso della "res" da parte del legittimo detentore... (omissis)... i dati e le informazioni non sono compresi nel concetto, pur ampio, di "cosa mobile"... (omissis) la sottrazione di dati quando non si estenda ai supporti materiali su cui i dati sono impressi altro non è che una "presa di conoscenza" di notizie, ossia un fatto intellettivo, rientrante, se del caso, nella violazione dei segreti »Cassazione Penale Sezione IV, sentenza n. 44840/2010http://tinyurl.com/68spoab
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: H5N1
            Il punto fondamentale che ti sfugge si chiama
            "licenza d'uso".Che è illegale perché contiene clausole vessatorie che richiedono la firma ESPLICITA del contraente.In mancanza di firma ESPLICITA, si annullano non solo le clausole vessatorie, ma l'intero contratto, che non avendo indicato le clausole vessatorie è NULLO.Qualunque clausola che pone limiti nei confronti di una delle due parti di un contratto è una clausola vessatoria, che va quindi accettata esplicitamente. E la firma per le clausole vessatorie non è sostituibile da una firma elettronica. Quanto alla casistica, sono clausole vessatorie, tra le altre, quelle che limitano la responsabilità del professionista per danni alla persona del consumatore, che escludono o limitano i diritti di questo in caso di inadempimento del professionista, che riconoscono al solo professionista la possibilità di reXXXXX, o impongono clausole penali per il reXXXXX o termini di disdetta eccessivi, che stabiliscono quale giudice competente per le eventuali controversie quello di una località diversa dal domicilio del consumatore. Art.33 del codice del consumo (decreto legislativo 6 settembre 2005 n.206)Art.1469 bis e seguenti del Codice CivileIl disegno di legge S1447 proposto il 12 marzo 2009, che prevede la sostituzione della seconda firma (quella per le clausole vessatorie) con la firma elettronica, non è ancora stato vagliato né approvato dal Parlamento, quindi ad oggi non è ancora legge. Quindi, al momento, qualsiasi contratto che preveda clausole vessatorie e non preveda la firma fisica ed esplicita dell'utente in approvazione delle stesse è ILLEGALE o NULLO, e quindi qualunque utente è libero di non rispettarlo, visto che in qualunque contratto, anche cartaceo, anche firmato, ma con clausole vessatorie non segnalate e non approvate specificamente dalla parte debole (cioè quella che subisce delle limitazioni da suddette clausole), la mancanza della segnalazione e relativa approvazione esplicita dà luogo alla nullità del condatto sic et simpliciter.Quando e se il DDL S1447 diventerà legge, allora potremo riparlarne.Fino a quel momento, le clausole delle licenze d'uso in Italia non hanno alcun valore visto che pongono severe limitazioni all'utente (non può esaminare il programma, non può noleggiarlo, non può rivenderlo, non può prestarlo, non può metterlo su più macchine; ma soprattutto, se il programma causa danni al sistema, anche se il consumatore può dimostrarlo, il produttore non risponde del danno: questa è la clausola più vessatoria di tutte, e che da sola basta a rendere nulla l'intera licenza)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 gennaio 2011 02.42-----------------------------------------------------------
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Il termine "Pirateria"
        - Scritto da: ruppolo
        Se non sei tra quelli che rubano musica e film,
        nessuno ti chiamerà
        pirata.Se qualcuno mi chiama ladro perchè ho scaricato un film li chiavo un pugno in faccia che lo smonto e dopo lo querelo pure per diffamazione.
        • ruppolo scrive:
          Re: Il termine "Pirateria"
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: ruppolo

          Se non sei tra quelli che rubano musica e film,

          nessuno ti chiamerà

          pirata.

          Se qualcuno mi chiama ladro perchè ho scaricato
          un film li chiavo un pugno in faccia che lo
          smonto e dopo lo querelo pure per
          diffamazione.Se scarichi film senza averne i diritti, sei un LADRO. E solitamente i ladri hanno la peggio, in caso di "disparità di vedute".
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            Se non sei tra quelli che rubano musica e
            film,


            nessuno ti chiamerà


            pirata.



            Se qualcuno mi chiama ladro perchè ho scaricato

            un film li chiavo un pugno in faccia che lo

            smonto e dopo lo querelo pure per

            diffamazione.

            Se scarichi film senza averne i diritti, sei un
            LADRO.E' gia stato ampimanete dimostrato, anche su queste pagine, che è una XXXXXXXTA.
            E solitamente i ladri hanno la peggio, in
            caso di "disparità di
            vedute".Mah non mi risulta.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: ruppolo



            Se non sei tra quelli che rubano musica e

            film,



            nessuno ti chiamerà



            pirata.





            Se qualcuno mi chiama ladro perchè ho
            scaricato


            un film li chiavo un pugno in faccia che lo


            smonto e dopo lo querelo pure per


            diffamazione.



            Se scarichi film senza averne i diritti, sei un

            LADRO.

            E' gia stato ampimanete dimostrato, anche su
            queste pagine, che è una
            XXXXXXXTA.Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato. E poi, non ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un valore? Oppure devo farti tagliare l'erba del mio giardino a-gratis affinché tu lo capisca?


            E solitamente i ladri hanno la peggio, in

            caso di "disparità di

            vedute".

            Mah non mi risulta.Beh sai, io posso chiamare in mio aiuto numerose persone preposte, come polizia, carabinieri, vigili, eccetera. Tu chi chiami? Gli amici del bar?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: ruppolo




            Se non sei tra quelli che rubano musica e


            film,




            nessuno ti chiamerà




            pirata.







            Se qualcuno mi chiama ladro perchè ho

            scaricato



            un film li chiavo un pugno in faccia che lo



            smonto e dopo lo querelo pure per



            diffamazione.





            Se scarichi film senza averne i diritti, sei
            un


            LADRO.



            E' gia stato ampimanete dimostrato, anche su

            queste pagine, che è una

            XXXXXXXTA.


            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato.A me pare + che evidente il contrario.
            E poi, non
            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un
            valore?di questo ne sono convintissimo.Ma non c'entra nulla con la discussione.




            E solitamente i ladri hanno la peggio, in


            caso di "disparità di


            vedute".



            Mah non mi risulta.

            Beh sai, io posso chiamare in mio aiuto numerose
            persone preposte, come polizia, carabinieri,
            vigili, eccetera. Tu chi chiami? Gli amici del
            bar?Se ti colpisco bene, non credo che tu possa chiamare + nessuno per un paio di mesi.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato.

            A me pare + che evidente il contrario.A te pare, ma viste le leggi vigenti, pare solo a te.


            E poi, non

            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un

            valore?

            di questo ne sono convintissimo.
            Ma non c'entra nulla con la discussione.Ah no? Stiamo parlando di cosa? Di frittelle?
            Se ti colpisco bene, non credo che tu possa
            chiamare + nessuno per un paio di
            mesi.Vero, come io credo che poi tu finisci dentro una spaziosa cella 3x2 con le sbarre alle finestre, a meditare sui diritti e doveri dei tuoi simili.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato.



            A me pare + che evidente il contrario.

            A te pare, ma viste le leggi vigenti, pare solo a
            te.
            E' proprio considerando le leggi vigenti, che dare del LADRO a chi scarica musica e film è una diffamazione ed è una offesa.Ma è evidente che parli di cose che non conosci.




            E poi, non


            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un


            valore?



            di questo ne sono convintissimo.

            Ma non c'entra nulla con la discussione.

            Ah no? Stiamo parlando di cosa? Di frittelle?
            Non so di cosa stai parlando tu.Io sto dicendo a te e a quelli come te, che le vostre opinioni sul diritto di autore non vi autorizzano a insultare quelli che non la pensano come voi, e che la vostra consuetudine all'insulto becero potrebbe anche costarvi caro.

            Se ti colpisco bene, non credo che tu possa

            chiamare + nessuno per un paio di

            mesi.

            Vero, come io credo che poi tu finisci dentro una
            spaziosa cella 3x2 con le sbarre alle finestre, a
            meditare sui diritti e doveri dei tuoi
            simili.Mah considerando che c'è la provocazione grave e reiterata, penso che in galera non ci vado, se non dopo di te.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato.





            A me pare + che evidente il contrario.



            A te pare, ma viste le leggi vigenti, pare solo
            a

            te.



            E' proprio considerando le leggi vigenti, che
            dare del LADRO a chi scarica musica e film è una
            diffamazione ed è una
            offesa.Diffamazione? Offesa? Allora rincaro la dose: chi pirata è un CRIMINALE.
            Ma è evidente che parli di cose che non conosci.Certo, come è evidente la tua assoluta mancanza di rispetto per gli altrui diritti.







            E poi, non



            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha
            un



            valore?





            di questo ne sono convintissimo.


            Ma non c'entra nulla con la discussione.



            Ah no? Stiamo parlando di cosa? Di frittelle?



            Non so di cosa stai parlando tu.
            Io sto dicendo a te e a quelli come te,"quelli come me"? E chi sarebbero "quelli come me"?
            che le
            vostre opinioni sul diritto di autore non vi
            autorizzano a insultare quelli che non la pensano
            come voi, e che la vostra consuetudine
            all'insulto becero potrebbe anche costarvi
            caro.Opinioni? Qui si parla di LEGGI DELLO STATO, non di opinioni. LA TUA è una opinione!



            Se ti colpisco bene, non credo che tu possa


            chiamare + nessuno per un paio di


            mesi.



            Vero, come io credo che poi tu finisci dentro
            una

            spaziosa cella 3x2 con le sbarre alle finestre,
            a

            meditare sui diritti e doveri dei tuoi

            simili.

            Mah considerando che c'è la provocazione grave e
            reiterata, penso che in galera non ci vado, se
            non dopo di
            te.Provocazione?Tu dimmi chi sei e se pirati musica o film, dopo ti faccio capire io come funziona.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato.







            A me pare + che evidente il contrario.





            A te pare, ma viste le leggi vigenti, pare
            solo

            a


            te.






            E' proprio considerando le leggi vigenti, che

            dare del LADRO a chi scarica musica e film è una

            diffamazione ed è una

            offesa.

            Diffamazione? Offesa? Allora rincaro la dose: chi
            pirata è un
            CRIMINALE.
            Questo sarebbe + corretto.D'altronde CRIMINALE è sicuramente chi diffama a mezzo stampa.

            Ma è evidente che parli di cose che non conosci.

            CertoGià










            E poi, non




            ci arrivi da solo a capire che il lavoro
            ha

            un




            valore?







            di questo ne sono convintissimo.



            Ma non c'entra nulla con la discussione.





            Ah no? Stiamo parlando di cosa? Di frittelle?






            Non so di cosa stai parlando tu.

            Io sto dicendo a te e a quelli come te,


            "quelli come me"? E chi sarebbero "quelli come
            me"?
            Quelli che reputano legittimo insultare il prossimo, ma CRIMINALI quelli che si vedono un film.

            che le

            vostre opinioni sul diritto di autore non vi

            autorizzano a insultare quelli che non la
            pensano

            come voi, e che la vostra consuetudine

            all'insulto becero potrebbe anche costarvi

            caro.

            Opinioni? Qui si parla di LEGGI DELLO STATO, non
            di opinioni. LA TUA è una
            opinione!
            Le leggi dello stato non dicono che scaricare un film equivale a rubare.E questa non è una opinione.





            Se ti colpisco bene, non credo che tu possa



            chiamare + nessuno per un paio di



            mesi.





            Vero, come io credo che poi tu finisci dentro

            una


            spaziosa cella 3x2 con le sbarre alle
            finestre,

            a


            meditare sui diritti e doveri dei tuoi


            simili.



            Mah considerando che c'è la provocazione grave e

            reiterata, penso che in galera non ci vado, se

            non dopo di

            te.

            Provocazione?Si
            Tu dimmi chi sei e se pirati musica o film, dopo
            ti faccio capire io come
            funziona.Funziona che se mi insulti davati ad altra gente ti prendi un cartone in bocca e una querela.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Le leggi dello stato non dicono che scaricare un
            film equivale a
            rubare.
            E questa non è una opinione.No, è solo una misera arrampicata sugli specchi.
            Funziona che se mi insulti davati ad altra gente
            ti prendi un cartone in bocca e una
            querela.Oppure ti prendi tu una coltellata.Sai, difficile prevedere certe cose.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Le leggi dello stato non dicono che scaricare un

            film equivale a

            rubare.

            E questa non è una opinione.

            No, è solo una misera arrampicata sugli specchi.
            Non ti resta che riportare l'articolo del codice penale dove c'è scritto, oopure fare la figura del cazzaro.

            Funziona che se mi insulti davati ad altra gente

            ti prendi un cartone in bocca e una

            querela.

            Oppure ti prendi tu una coltellata.
            Cioè prima mi insulti e poi mi accoltelli?e saresti tu quello non criminale?
          • panda rossa scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Funziona che se mi insulti davati ad altra gente
            ti prendi un cartone in bocca e una
            querela.E io passavo di li' per caso e ho assistito alla scena.Posso testimoniare che e' caduto da solo e si e' rotto i denti contro il marciapiede (perche' mi sono sentito ingiuriato pure io e allora imposto la mia versione dei fatti di conseguenza).
          • panda rossa scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            Opinioni? Qui si parla di LEGGI DELLO STATO, non
            di opinioni. LA TUA è una
            opinione!Parliamo di leggi dello stato.Questo e' il REGIO DECRETO LEGGE n. 1390 del 5 Settembre 1938http://cronologia.leonardo.it/ugopersi/leggi_razziali_italia/decreto_scuola.htmQuesta e' la Legge n. 633 del 22 aprile 1941http://it.wikisource.org/wiki/L._22_aprile_1941,_n._633._Protezione_del_diritto_d%27autore_e_di_altri_diritti_connessi_al_suo_esercizioStesso governo.Parliamone di leggi dello stato.Perche' ci sono leggi aberranti, come le due che ho citato.
          • LaNberto scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            E queste leggi sono sempre valide?
          • panda rossa scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: LaNberto
            E queste leggi sono sempre valide?C'e' stato un momento della storia in cui erano valide e applicate.Se c'e' un altro momento della storia in cui non sono piu' valide, vuol dire che sono state abrogate.Quindi una legge e' abrogabile.E perche' mai bisognerebbe abrogare una legge? Perche' la maggior parte delle persone ritiene che non siano piu' confacenti.Mica sempre c'e' bisogno di un referendum per abrogare una legge: a volte basterebbe leggerne il testo per rendersi conto che sono delle porcherie.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            Diffamazione? Offesa? Allora rincaro la dose: chi
            pirata è un CRIMINALE.Sì certo perché il nano si è fatto una legge AD PERSONAM (la legge Urbani l'ha fatta il nano, che possiede Mediaset, RTI, Medusa, Mondadori ecc.), io le leggi di criminali non le rispetto, Mussolini era un criminale e sulle leggi fatte dal suo governo (il 90% delle leggi penali) ci piscio sopra come dovrebbe fare ogni buon italiano che come tale dovrebbe essere per la Resistenza, la Repubblica e l'Antifascismo; allo stesso modo ho tutto il diritto di XXXXXXre sulle leggi fatte dal nano perché sono leggi inique ad personam e che peraltro lui per primo non rispetta (vedi richiesta risarcimento VS Youtube) e che comunque non accetto lezioni di legalità o moralità da chi è imputato per decine di reati che comportano condanne ben più gravi della semplice violazione di copyright (non a fine di lucro, peraltro, mentre lui le commette a fine di lucro, e che lucro)

            Ma è evidente che parli di cose che non conosci.

            Certo, come è evidente la tua assoluta mancanza
            di rispetto per gli altrui diritti.Rispetto per i diritti di chi? Di chi vuol pretendere di guadagnare tutta una vita con delle COPIE? E ha pure la faccia tosta di spacciarle per ORIGINALI? Da me questa si chiama TRUFFA AGGRAVATA. Ho molto più rispetto per il senegalese che almeno non spaccia le copie per originali. Almeno lui non è un truffatore.E come ho già detto, sappi che se il download venisse criminalizzato, di certo non andrò a comprare originale, tornerò semmai dal senegalese. Quelli che truffano la gente spacciando copie per originali e tentando di vendere, a chi vuole comprare un quadro, la JPG di quel quadro, pretendendo pure che gli venga pagata, devono finire a imparare cosa significa LAVORARE.LAVORARE significa continuare a farsi il sedere tutti i giorni fino all'età della pensione, e non stare seduti sugli allori dicendo "oh che bello ho fatto una cosa che mi frutta tanti soldi e posso campare con quella tutta la vita" come il signor Oscar "vivo soltanto di SIAE" Prudente.
            "quelli come me"? E chi sarebbero "quelli come
            me"?I paladini del copyright. ThenOra, tu, videotecari. Siete rimasti solo voi. Nessun altro vi dà retta qui e fuori di qui sempre meno lo faranno. Andate a piangere sul ridicolo forum dei videotecari, fa sempre ridere leggerlo e vedere come si lamentano della pirateria, se la prendono pure coi provider.
            Opinioni? Qui si parla di LEGGI DELLO STATO,[yt]k4e6x_LucIE[/yt]
            non di opinioni. LA TUA è una opinione!Di fronte alla stragrande maggioranza degli italiani che scaricano o che usufruiscono di ciò che scaricano altri, è la tua ad essere opinione. E pure risicata.Quanti siete in Italia ad avere tutto originale? 20? 30? Anche esagerando, 200. Non di più. E sarete sempre meno. O comunque siete una razza in via di estinzione. Le nuove generazioni scaricano tutti. Fammi conoscere una persona sotto i 25 anni che non scarica. Fammene conoscere uno solo. Ovviamente che lo dica in un video su youtube, perché a parole tutti possono spacciarsi per l'età che non hanno.
            Provocazione?
            Tu dimmi chi sei e se pirati musica o film, dopo
            ti faccio capire io come funziona.Sei tu che devi dire chi sei, arrivi in questo forum e credi di sparare sentenze su tutto e tutti e hai pure la faccia tosta di dire che avresti ragione, non sei nessuno, sei una nullità e non conti un accidente né tu né quei quattro idioti che rappresenti. E, ripeto, conterete sempre meno, perché la gente è stufa dei ladri truffatori che spacciano copie per originali. Siamo stufi di chi vende JPG spacciandoli per quadri.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo


            E poi, non


            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un


            valore?



            di questo ne sono convintissimo.

            Ma non c'entra nulla con la discussione.

            Ah no? Stiamo parlando di cosa? Di frittelle?Tu vuoi far pagare per le COPIE del lavoro e non per il lavoro. Fatti pagare il lavoro, UNA ED UNA SOLA VOLTA e nessuno avrà nulla da dire.La COPIA del tuo lavoro sono in grado di farmela da solo. Non devo pagare nessuno per avere una COPIA. Non ne ho bisogno. Me la faccio da solo.Se tu mi dici "vendo un quadro di Van Gogh" io sono disposto a comprartelo ma tu devi darmi il quadro dipinto da Van Gogh. Non una JPG, che non ha nessun valore e che potevo fare da solo.Vuoi recitare? VAI A TEATRO, se sei bravo verrò a vedere e pagherò il biglietto. Guarda che a teatro quelli del grande fratello non possono recitare, perché non è che possono ripetere 100 volte un ciak. Lì o si è bravi o si finisce sommersi da uova marce e la seconda sera non ci va più nessuno.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"

            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato. E poi, non
            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un
            valore?Ha valore solo quando lavori. In tal caso, vai pagato, ma solo una volta. Se vuoi essere pagato di nuovo, lavori di nuovo.
            Oppure devo farti tagliare l'erba del mio
            giardino a-gratis affinché tu lo
            capisca?Ok: allora, io taglio l'erba del mio giardino, e tu puoi copiare il mio lavoro gratis. Affare fatto.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato. E poi, non

            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un

            valore?

            Ha valore solo quando lavori. In tal caso, vai
            pagato, ma solo una volta. Se vuoi essere pagato
            di nuovo, lavori di
            nuovo.Giusto, quindi li paghi tu i 237 milioni di dollari a James Cameron, per il relativo Blu-ray di Avatar?O chi li dovrebbe pagare? Fai pure un nome del candidato...

            Oppure devo farti tagliare l'erba del mio

            giardino a-gratis affinché tu lo

            capisca?

            Ok: allora, io taglio l'erba del mio giardino, e
            tu puoi copiare il mio lavoro gratis. Affare
            fatto.Questa è la tua proposta, e io sono libero di accettarla o meno. Ma solo anche libero di cambiarla secondo come mi fa comodo?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 gennaio 2011 13.17-----------------------------------------------------------
          • Shiba scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato. E poi,
            non


            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un


            valore?



            Ha valore solo quando lavori. In tal caso, vai

            pagato, ma solo una volta. Se vuoi essere pagato

            di nuovo, lavori di

            nuovo.

            Giusto, quindi li paghi tu i 237 milioni di
            dollari a James Cameron, per il relativo Blu-ray
            di
            Avatar?
            O chi li dovrebbe pagare? Fai pure un nome del
            candidato...Se qualcuno lo paga, fa il film, altrimenti non lo fa. Non è difficile.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: Shiba
            Se qualcuno lo paga, fa il film, altrimenti non
            lo fa. Non è
            difficile.Qualcuno chi? Tu? Hai un nome da proporre?
          • Shiba scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Shiba

            Se qualcuno lo paga, fa il film, altrimenti non

            lo fa. Non è

            difficile.

            Qualcuno chi? Tu? Hai un nome da proporre?Assolutamente. Neanche mi è piaciuto come film, se non l'avesse fatto non mi sarebbe cambiato proprio niente.Se non trovi nessuno disposto a pagarlo, vuol dire che stanno tutti bene lo stesso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 gennaio 2011 14.32-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Shiba


            Se qualcuno lo paga, fa il film, altrimenti
            non


            lo fa. Non è


            difficile.



            Qualcuno chi? Tu? Hai un nome da proporre?

            Assolutamente. Neanche mi è piaciuto come film,
            se non l'avesse fatto non mi sarebbe cambiato
            proprio
            niente.Irrilevante, se ti è piaciuto o meno.
            Se non trovi nessuno disposto a pagarlo, vuol
            dire che stanno tutti bene lo
            stesso.Probabile, oppure invece di chiedere a uno 237 milioni, chiedo a tanti 23 euro. Chissà se il rischio vale candela? Beh, io ci provo, se va male finirò in galera per debiti, se va bene mi godrò i soldi alle Hawaii.A proposito, com'è andata? Per fortuna bene, 2 miliardi e mezzo. Chi non risica, non rosica.Saluti dalle Hawaii
          • Shiba scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: Shiba



            Se qualcuno lo paga, fa il film, altrimenti

            non



            lo fa. Non è



            difficile.





            Qualcuno chi? Tu? Hai un nome da proporre?



            Assolutamente. Neanche mi è piaciuto come film,

            se non l'avesse fatto non mi sarebbe cambiato

            proprio

            niente.

            Irrilevante, se ti è piaciuto o meno.Hai chiesto a me di trovarlo e io ti ho risposto. Non mi interessa trovarlo :D

            Se non trovi nessuno disposto a pagarlo, vuol

            dire che stanno tutti bene lo

            stesso.

            Probabile, oppure invece di chiedere a uno 237
            milioni, chiedo a tanti 23 euro. Chissà se il
            rischio vale candela? Beh, io ci provo, se va
            male finirò in galera per debiti, se va bene mi
            godrò i soldi alle
            Hawaii.

            A proposito, com'è andata? Per fortuna bene, 2
            miliardi e mezzo. Chi non risica, non
            rosica.
            Saluti dalle HawaiiAllora nessun problema se io non ti pago, no? Hai già i soldi che ti servono.
          • 0110 scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"

            A proposito, com'è andata? Per fortuna bene, 2
            miliardi e mezzo. Chi non risica, non
            rosica.
            Saluti dalle HawaiiQuindi la pirateria non danneggia il cinema.L'hai appena detto tu.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            Probabile, oppure invece di chiedere a uno 237
            milioni, chiedo a tanti 23 euro.Facciamo così: tu guadagni dal passaggio al cinema (nessuno sta dicendo che al cinema non si deve pagare, perché al cinema si paga "il cinema", cioè lo schermo grande, lo stare in sala con tanta gente, eccetera, e non l'opera in sé).Tanto la maggioranza dei filmoni recuperano i soldi nei primi 2 giorni di programmazione.I filmetti li recuperano nei primi 10 giorni.I filmini nel primo mese.Se dopo il mese non li hai recuperati, vai in bancarotta e fai un altro mestiere perché vuol dire che il film che hai fatto fa schifo.E bada, queste cifre sono irrilevanti dalla pirateria: i film più piratati sono chiaramente i più attesi e anche quelli che più sbancano il botteghino. Un "Harry Potter" qualsiasi pur essendo piratato e in ottima qualità a 2 giorni dalla prima, finisce sempre per recuperare in massimo 3 giorni tutti i costi di produzione.Una volta che il film è uscito dalle sale, finisce nel pubblico dominio.Se sei d'accordo, possiamo discuterne.Se invece sei un ingordo truffatore che vuole guadagnare anche dalle copie del film in dvd/br, allora meriti di soccombere e non avremo nessuna pietà nei tuoi confronti.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Shiba

            Se qualcuno lo paga, fa il film, altrimenti non

            lo fa. Non è

            difficile.

            Qualcuno chi? Tu? Hai un nome da proporre?Sì: Roberto Ruppolo.In fin dei conti, sei tu che ci tieni tanto che il film venga fatto... a me non frega niente.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"

            Giusto, quindi li paghi tu i 237 milioni di
            dollari a James Cameron, per il relativo Blu-ray
            di
            Avatar?
            O chi li dovrebbe pagare? Fai pure un nome del
            candidato...Per quello, è già stato pagato. Non va più pagato. Si parlerà di pagarlo di nuovo se e quando farà un seguito.



            Oppure devo farti tagliare l'erba del mio


            giardino a-gratis affinché tu lo


            capisca?



            Ok: allora, io taglio l'erba del mio giardino, e

            tu puoi copiare il mio lavoro gratis. Affare

            fatto.

            Questa è la tua proposta, e io sono libero di
            accettarla o meno. Ma solo anche libero di
            cambiarla secondo come mi fa
            comodo?Certo; sei liberissimo di modificare la tua copia del mio lavoro. Ad esempio, io taglio l'erba del mio giardino con un tosaerba elettrico... tu sei liberissimo di cambiare, usando un tosaerba a benzina, o una falce a mano.Più libero di così...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            Giusto, quindi li paghi tu i 237 milioni di
            dollari a James Cameron, per il relativo Blu-ray
            di Avatar?Qualcuno gliel'ha chiesto di farlo?
            O chi li dovrebbe pagare? Fai pure un nome del
            candidato...Chi gli ha chiesto di farlo.Se ha deciso di farlo lui, che se lo paghi da solo o si trovasse degli sponsor.O al massimo si prenda soldi dal passaggio al cinema (visto che la gente al cinema ci va lo stesso nonostante la pirateria), dal passaggio in tv (visto che la gente la tv la guarda lo stesso nonostante la pirateria) E BASTA.


            Oppure devo farti tagliare l'erba del mio


            giardino a-gratis affinché tu lo


            capisca?



            Ok: allora, io taglio l'erba del mio giardino, e

            tu puoi copiare il mio lavoro gratis. Affare

            fatto.

            Questa è la tua proposta, e io sono libero di
            accettarla o meno. Ma solo anche libero di
            cambiarla secondo come mi fa comodo?Non se "come ti fa comodo" va contro gli interessi della comunità.I tuoi interessi non devono sovrastare quelli degli altri.Tu non hai nessun diritto per imporre prezzi su qualcosa che non ti costa niente, e una copia non ti costa niente, e comunque siamo in grado di farcela da soli, non abbiamo certo bisogno di te.Questo perché la gente ha tutto il diritto di accedere alla tua opera, e questo diritto non può essere assoggettato ad un costo, neanche minimo, perché il barbone senza fissa dimora ha lo stesso diritto del multimiliardario di accedere alla tua opera.Questo è possibile per i libri (anche se le major cercano di limitarlo) perché esistono quei luoghi che si chiamano BIBLIOTECHE.Deve essere possibile anche per tutte le altre opere. Fino a quando non sarà possibile, ogni tua pretesa di guadagno, di qualunque cifra fosse, dev'essere considerata iniqua da tutti, e tu non devi guadagnare proprio niente perché sei un esoso che vuol guadagnare con le COPIE, quindi meriti di finire sotto un ponte e imparare cosa significa lavorare per avere i soldi. E a quel punto invidierai pure il barbone di cui sopra, che almeno non è diventato tale tentando di truffare la gente vendendo copie invece di originali.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            Dimostrato? Nessuno lo ha dimostrato. E poi, non
            ci arrivi da solo a capire che il lavoro ha un
            valore?E quante volte deve essere pagato questo lavoro?Vai dal fornaio, compri il pane, glielo paghi, esci, vai a casa e te lo mangi.Il fornaio il giorno dopo e tutti i successivi ti ferma e pretende di avere di nuovo altri soldi perché senza che ti mangiassi quel pane saresti morto e devi continuare a pagargli ogni giorno vita natural durante perché grazie a quel pane sei rimasto in vita.
            Oppure devo farti tagliare l'erba del mio
            giardino a-gratis affinché tu lo
            capisca?Ti taglio l'erba una volta, tu mi paghi una volta. Poi l'erba è tagliata. Se mi chiami per tagliarla ancora ti rispondo che è già tagliata e devi aspettare che ricresca. Oppure se sono disonesto vengo, faccio finta di tagliarla e mi prendo di nuovo i soldi. Inutile dire tu in quale esempio ricadi...Vuoi fare un film? A parte che io non te l'ho chiesto, fallo, trovati sponsor, fatti pagare da loro. Semmai dovresti essere tu a pagarmi per venire a vedere il tuo cavolo di film. Oppure, se fa schifo, mi devi ridare i soldi con tutti i danni morali e materiali per aver perso del tempo a vedere quella chiavica di film che hai fatto. Scegli.
            Beh sai, io posso chiamare in mio aiuto numerose
            persone preposte, come polizia, carabinieri,
            vigili, eccetera. Tu chi chiami? Gli amici del
            bar?Quanti sono gli utenti di internet che scaricano? Sei in una lotta palesemente impari e ancora chiami polizia, carabinieri, vigili. Hai presente la scena di "V per vendetta" dove quel cretino del partito dopo aver sparato alla bambina mostra il tesserino e tira fuori la pistola, e arriva tutta una massa di gente che lo circonda e non è impaurita?Hai voglia a chiamare "polizia, carabinieri, vigili eccetera". Nessun esercito può fermare il 95% abbondante (e sono stato buono perché credo sia ben più alto) della popolazione. I primi a finire a piazzale Loreto saranno proprio quelli come te.
          • spacevideo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            visto che è dimostrato allora saresti anche disposto ad affrontare una causa per pirateria?, basta una bella letterina con cui citi i siti dai quali hai effettuato il download e dove sono archiviati i file, una firmetta e portiamo il tutto ad un legale.parole parole .... ma poi ....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            Scusa, i siti in questione sono stati citati qui migliaia di volte.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Scusa, i siti in questione sono stati citati qui
            migliaia di
            volte.E poi potremmo anche citare una serie di videoteche dove vendono copie "home made"...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: spacevideo
            visto che è dimostrato allora saresti anche
            disposto ad affrontare una causa per pirateria?,
            basta una bella letterina con cui citi i siti dai
            quali hai effettuato il download e dove sono
            archiviati i file, una firmetta e portiamo il
            tutto ad un
            legale.

            parole parole .... ma poi ....Dico io, ma se no nhai capito niente, perchè intervieni?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: spacevideo
            visto che è dimostrato allora saresti anche
            disposto ad affrontare una causa per pirateria?,
            basta una bella letterina con cui citi i siti dai
            quali hai effettuato il download e dove sono
            archiviati i file,http://www.videotecheforum.it/Da lì ho trovato tanti siti da cui effettuare download piratati.
          • spacevideo scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            e questo che c'èntra?, se secondo te è legale scaricarsi un film e masterizzarlo, basta che lo provi in tribunale.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            Guarda che sei tu che devi provare il contrario, prima:http://it.wikipedia.org/wiki/Presunzione_d%27innocenza
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: spacevideo
            e questo che c'èntra?, se secondo te è legale
            scaricarsi un film e masterizzarlo, basta che lo
            provi in tribunale.Scaricare un film e masterizzarlo è legale, perché non è sanzionato dalla legge, quindi è legale. Discorso diverso per il P2P (dove chi scarica condivide anche), per l'uploader, e per chi lo fa a scopo di lucro.Se tu ritieni sia illegale, sta a te mostrare l'articolo di legge che lo dice. Non dire "legge sul diritto d'autore", voglio leggere dov'è scritto che è vietato scaricare un film e masterizzarlo.E ti ricordo che in democrazia tutto ciò che non è esplicitamente vietato dalla legge, è consentito.
          • Favole scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            Se non sei tra quelli che rubano musica e
            film,


            nessuno ti chiamerà


            pirata.



            Se qualcuno mi chiama ladro perchè ho scaricato

            un film li chiavo un pugno in faccia che lo

            smonto e dopo lo querelo pure per

            diffamazione.

            Se scarichi film senza averne i diritti, sei un
            LADRO. E solitamente i ladri hanno la peggio, in
            caso di "disparità di
            vedute".Il furto è punito da un articolo specifico del codice penale, la condotta del dowloader dalla legge sul diritto d'autore. E' come se tu ti permettessi in pubblico di dare del ladro a Sgarbi che è invece stato condannato per truffa ai danni dello Stato. Credo che oltre a prenderti un pugno in faccia ti prenderesti appunto anche una dnuncia per diffamazione. Do you understand?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: ruppolo


            Se non sei tra quelli che rubano musica e
            film,


            nessuno ti chiamerà


            pirata.



            Se qualcuno mi chiama ladro perchè ho scaricato

            un film li chiavo un pugno in faccia che lo

            smonto e dopo lo querelo pure per

            diffamazione.

            Se scarichi film senza averne i diritti, sei un
            LADRO. E solitamente i ladri hanno la peggio, in
            caso di "disparità di
            vedute".« Deve ritenersi la insussistenza del contestato reato di furto, condividendo il Collegio il principio già espresso da questa Corte secondo cui è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura non autorizzata di "files" contenuti in un supporto informatico altrui, non comportando tale attività la perdita del possesso della "res" da parte del legittimo detentore... (omissis)... i dati e le informazioni non sono compresi nel concetto, pur ampio, di "cosa mobile"... (omissis) la sottrazione di dati quando non si estenda ai supporti materiali su cui i dati sono impressi altro non è che una "presa di conoscenza" di notizie, ossia un fatto intellettivo, rientrante, se del caso, nella violazione dei segreti »Cassazione Penale Sezione IV, sentenza n. 44840/2010http://tinyurl.com/68spoab
      • pino scrive:
        Re: Il termine "Pirateria"
        VAI A PETTINARE LE BAMBOLE ruppolo!
      • p2p scrive:
        Re: Il termine "Pirateria"
        - Scritto da: ruppolo
        Se non sei tra quelli che rubano musica e film,
        nessuno ti chiamerà
        pirata.ok fino a che quel bene non sparira io non avrò rubato nulla tonto
        • spacevideo scrive:
          Re: Il termine "Pirateria"
          ancora parole, bene andiamo da un legale, come detto prima, io Sig. x y dichiaro di aver prelevato il contenuto ... dal sito ... il contenuto si trova sul mio disco ... sul sito.... però è rimasto e quindi non ho rubato.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: spacevideo
            ancora parole, bene andiamo da un legale, come
            detto prima, io Sig. x y dichiaro di aver
            prelevato il contenuto ... dal sito ... il
            contenuto si trova sul mio disco ... sul sito....
            però è rimasto e quindi non ho
            rubato.Esattamente; vai pure da un legale, ti dirà anche lui che il sig. x non ha commesso reato. Tu, al massimo, puoi fare un esposto contro il sito, non contro il sig. x. Il sito, dopo il tuo reclamo, toglie il contenuto... ma intanto il sig. x l'ha scaricato e se lo tiene.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: spacevideo

            ancora parole, bene andiamo da un legale, come

            detto prima, io Sig. x y dichiaro di aver

            prelevato il contenuto ... dal sito ... il

            contenuto si trova sul mio disco ... sul
            sito....

            però è rimasto e quindi non ho

            rubato.

            Esattamente; vai pure da un legale, ti dirà anche
            lui che il sig. x non ha commesso reato.

            Tu, al massimo, puoi fare un esposto contro il
            sito, non contro il sig. x. Il sito, dopo il tuo
            reclamo, toglie il contenuto... ma intanto il
            sig. x l'ha scaricato e se lo
            tiene.Ed eventualmente lo "presta" all'amico.Tanto pirata per pirata...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il termine "Pirateria"
            - Scritto da: spacevideo
            ancora parole, bene andiamo da un legale, come
            detto prima, io Sig. x y dichiaro di aver
            prelevato il contenuto ... dal sito ... il
            contenuto si trova sul mio disco ... sul sito....
            però è rimasto e quindi non ho
            rubato.Visto che hai un legale chiedigli di spiegarti la sentenza 44840/2010 della IV sezione penale della Cassazione. « Deve ritenersi la insussistenza del contestato reato di furto, condividendo il Collegio il principio già espresso da questa Corte secondo cui è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura non autorizzata di "files" contenuti in un supporto informatico altrui, non comportando tale attività la perdita del possesso della "res" da parte del legittimo detentore... (omissis)... i dati e le informazioni non sono compresi nel concetto, pur ampio, di "cosa mobile"... (omissis) la sottrazione di dati quando non si estenda ai supporti materiali su cui i dati sono impressi altro non è che una "presa di conoscenza" di notizie, ossia un fatto intellettivo, rientrante, se del caso, nella violazione dei segreti »
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Il termine "Pirateria"
        - Scritto da: ruppolo
        rubano[img]http://image.bayimg.com/caaikaacc.jpg[/img]
    • Guybrush scrive:
      Re: Il termine "Pirateria"
      - Scritto da: H5N1
      I "Pirati" erano soliti fare agguati alle navi
      attaccandole all'improvviso, rovesciare il potere
      del comandante e prendere possesso della nave
      stessa.
      Dopodichè la saccheggiavano e, se tutto andava
      liscio, non c'erano ulteriori
      vittime.
      Un noto Pirata fu Sir Francis Drake (1540-1596)
      che "rubava" oro alle navi spagnole rimpinguendo
      gli scrigni della
      Regina.Ahemm... quella era la cosiddetta "guerra di corsa" e Drake, finché rapinava le navi spagnole (e solo quelle) sotto l'egida di sua maestà era un corsaro.
      La prossima volta che qualcuno mi chiama Pirata
      senza giusta causa sarò tentato di dargliene
      giusto motivo e di aspettarlo (furtivo) sotto
      casa.
      :)Edward Teach, cerca costui su wikipedia.Lui iniziò la carriera come Corsaro, ma ben presto si mise in proprio e fu conosciuto in tutto il mondo con un altro nome.Casomai dovessi intraprendere la medesima carriera non dimenticare un pezzo di miccia a combustione lenta da tenere acceso sul cappello.GT
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    ALLA FACCIA DELLA DEMOCRAZIA!!!
    È un'insolita comitiva quella che introduce la ricerca IPSOS 2011 sullo stato della pirateria in Italia. A presiedere è Fabrizio Del Noce, ora direttore di RaiFiction , che esordisce chiedendosi e chiedendo al pubblico "Non so se siano mai stati fatti incontri antipirateria di questo tipo". A fianco a lui i soli Filippo Roviglioni, presidente della FAPAV (Federazione Anti Pirateria Audio Visuale) , e il commissario dell'Agcom Stefano Mannoni . Seduto in sala e pronto ad intervenire Nicolas Seydoux, presidente ALPA (Association de Lutte contre la Piraterie Audiovisuelle) , uno dei principali sponsor e fautore della nota legge antipirateria francese, chiamato ad illustrare la normativa francese e a rispondere in prima persona alle "solite accuse". Alla faccia della democrazia, del confronto, del libero contraddittorio e del diritto di replica!!!Nessun rappresentante degli utentiNessun rappresentante dei providerUNA SOLA PAROLA: VERGOGNA L'unica cosa che si può augurare a chi ha parlato in quell'occasione è quella di ANDARE A ZAPPARE LA TERRA così impara cosa significa LAVORARE!!! Che non significa VENDERE COPIE SPACCIANDOLE PER ORIGINALI!!! Quello lo fanno i LADRI come questi signori!!Almeno il senegalese all'angolo non ha la faccia tosta di spacciare una copia per originale. E' centomila volte più onesto lui di voi. VERGOGNA P.S. Se bloccate la rete tornerò a comprare dal senegalese all'angolo, di certo mi terrò a debita distanza dalle "COPIE ORIGINALI" perché non ho nessunissima intenzione di fare finire i miei soldi in mano ai TRUFFATORI che spacciano una cosa per un'altra.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 gennaio 2011 23.46-----------------------------------------------------------
    • alefra scrive:
      Re: ALLA FACCIA DELLA DEMOCRAZIA!!!
      tanto ormai ho più di 6 TB di video più altri 2 di videogiochi, senza contare il materiale gia masterizzato.... sto a posto tutta la vita :-DE comunque non penso che riusciranno mai a bloccarci..Questi devono sparire, devono andare a lavorare!
    • ruppolo scrive:
      Re: ALLA FACCIA DELLA DEMOCRAZIA!!!
      Ecco il bue che da del cornuto all'asino.
  • djechelon scrive:
    "Nazioni che non nominerò"
    Zimbabwe, Somalia, Congo, Yemen e MyanmarProbabilmente è lì che nel 2010 non si sono firmati contratti musicali. Chissà perchè, lì la gente ha un attimino qualche problema più importante di distribuire legalmente la musica :)
    • Micio scrive:
      Re: "Nazioni che non nominerò"
      - Scritto da: djechelon
      Zimbabwe, Somalia, Congo, Yemen e Myanmar

      Probabilmente è lì che nel 2010 non si sono
      firmati contratti musicali. Chissà perchè, lì la
      gente ha un attimino qualche problema più
      importante di distribuire legalmente la musica
      :)Speriamo che non si firmino contratti anche nel 2011,almeno così non saremo costretti a sorbirci dischi degli amici della DeFilippi e i talenti degli Xfactor.
  • Enjoy with Us scrive:
    Rivediamo il diritto d'autore!
    BASTA! E' ora di finirla!70 anni dalla morte dell'ultimo degli autori è una stortura inaccettabile!Perchè mai dovrei difendere a spese della collettività la produzione di un autore per tanto tempo?5-10 anni dalla commercializzazione dell'opera sono più che adeguati, è assurdo che uno possa campare di rendita con figli e nipoti per magari un unica produzione, che andasse a lavorare come tutti i comuni mortali se la sua vena creativa si esaurisce!Mia personale proposta:1.Diritto d'autore ridotto a 5 max 10 anni, d'altronde i brevetti sui farmaci durano 10 anni e se le industri farmaceutiche riescono a lucraci nonostante gli ingentissimi investimenti richiesti, non si capisce proprio perchè non dovrebbero bastare 5-10 anni ad uno scrittore o ad un musicista che certo non deve fare particolari investimenti!2. Ampliamento dei diritti dei consumatori, basta ad assurdità giuridiche che consentano di richiedere tali diritti anche in assenza di lucro, ad esempio per matrimoni, feste di beneficenza ecc!3. Eliminazione di certe limitazioni; se acquisto un CD poi devo poterlo sentire come meglio mi aggrada, non che se voglio mettere un sottofondo musicale in un negozio poi devo pagare ancora oltre al CD e al canone per la radio o la TV!4. abolizione dell'equo compenso.Una volta fatto questo allora si potrà prendere in considerazione una regolamentazione della "pirateria" su internet, ma solo dopo non prima!
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Rivediamo il diritto d'autore!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      5-10 anni dalla commercializzazione dell'opera
      sono più che adeguati,5-10 GIORNI vorrai dire, a meno che non RESTITUISCANO TUTTI I SOLDI che si sono rubati in tutti questi decenni è l'unica legge accettabile.Se ce li restituiranno fino all'ultimo centesimo e ovviamente con tutti gli interessi, potrò accettare che questa finestra sia di 5-10 MESI .
    • ruppolo scrive:
      Re: Rivediamo il diritto d'autore!
      Quando ti beccheranno e pagherai parecchi soldini tra avvocato e spese, vedrai come cambierai idea sul chi deve iniziare per primo a comportarsi correttamente.
      • panda rossa scrive:
        Re: Rivediamo il diritto d'autore!
        - Scritto da: ruppolo
        Quando Se ti beccheranno e pagherai parecchi soldini
        tra avvocato e spese, vedrai come cambierai idea
        sul chi deve iniziare per primo a comportarsi
        correttamente.Fixed!
        • ruppolo scrive:
          Re: Rivediamo il diritto d'autore!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          Quando Se ti beccheranno e
          pagherai parecchi
          soldini

          tra avvocato e spese, vedrai come cambierai idea

          sul chi deve iniziare per primo a comportarsi

          correttamente.

          Fixed!Grazie per la correzione.
      • pino scrive:
        Re: Rivediamo il diritto d'autore!
        VAI A PETTINARE LE BAMBOLE ruppolo!
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Rivediamo il diritto d'autore!
        - Scritto da: ruppolo
        Quando ti beccheranno e pagherai parecchi soldini
        tra avvocato e spese, vedrai come cambierai idea
        sul chi deve iniziare per primo a comportarsi
        correttamente.Si si certo come no, quando beccheranno me, dovranno aver beccato prima mezza Italia, a partire dagli stessi finanzieri che sono i primi a scaricarsi a sbaffo i file da internet!Ruppolo, veramente non capisco perchè ti ostini a sostenere le "ragioni" delle major, sono in mala fede, non fanno mistero di corrompere i parlamentari (lo chiamano lobbing) per farsi creare delle leggi liberticide, ma cosa ci guadagni?
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Rivediamo il diritto d'autore!
        - Scritto da: ruppolo
        Quando ti beccheranno e pagherai parecchi soldini
        tra avvocato e spese, vedrai come cambierai idea
        sul chi deve iniziare per primo a comportarsi
        correttamente.[yt]k4e6x_LucIE[/yt]
    • bubba scrive:
      Re: Rivediamo il diritto d'autore!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      BASTA! E' ora di finirla!
      70 anni dalla morte dell'ultimo degli autori è
      una stortura
      inaccettabile!(..)STRAQUOTO! tutto cio che hai detto e' IDENTICO a quello che dico io ormai da anni, compreso anche
      Una volta fatto questo allora si potrà prendere
      in considerazione una regolamentazione della
      "pirateria" su internet, ma solo dopo non
      prima!Piu la legge e' iniqua ,tanto piu' ci saranno GROSSE fascie di popolazione che la ignorano (quindi aiuto! i pirati! i ladri!). Basta fare delle leggi decenti, e per magia la "pirateria" calera' del 80%. E non perche', ovviamente, la gente diventa di colpo "piu' buona", ma banalmente perche' ottenere una copia privata di un cartone animato disney degli anni '50, non sara' piu considerato un grave crimine. Tsk!
  • Paolo scrive:
    Ignoranza abissale
    Agghiacciante "A Bruxelles non hanno capito questo e per la prima volta nella storia i provider non sono stati considerati editori ma elementi ospitanti, non responsabili di quel che passa nelle loro reti." Mi chiedo se questo... elemento... voglia considerare editori le poste e le società dei telefoni. Oltre tutto mere conduit sono gli ISP in Europa come negli USA come in quasi ogni paese del mondo (eccezione di rilievo la Cina).Che poi... "per la prima volta nella storia"... che ignoranza abissale... già dall'Impero Romano, con il cursus publicus, uno dei primi servizi postali aperto anche ai privati cittadini, veniva sancita l'esenzione di responsabilità per l'intermediario sui contenuti trasportati per conto dei clienti.
  • bubba scrive:
    scempio e ipocrisia
    Parafrasiamo un attimo"BESTEMMIARE E' REATO PENALE secondo l'art. 762 del codice di procedura penale(*). blabla... Convegno blabla sondaggio IPSOS blabla...La cosa è al tempo stesso una non-notizia e una notizia, perché nonostante le misure, le richieste e i molti dibattiti avvenuti in Italia, il 67 per cento dei 2.017 intervistati si è dichiarato bestemmiatore (NDR: e quindi NON lo ritene grave, ma al contrario un comportamento comune e non sanzionabile)"Paradossale? non troppo direi.Questo per dire che se TUTTO e' parametrato/calcolato/validato secondo una serie di leggi DEMENTI e FORTEMENTE INIQUE (70 anni dalla morte dell'autore, blabla), e' chiaro che di violatori delle suddette se ne trovano a pacchi. E chi le viola, conseguenzialmente, e' "pirata" = quindi delinquente, ed e CHIARO che le scusanti per inventarsi sistemi repressivi e di controllo saranno sempre grasse ed abbondanti.PRIMA di inerpicarsi sempre in queste strade si dovrebbe cancellare e riscrivere completamente in un ottica equa per le persone (e non enormemente sbilanciata per gli editori) la normativa sul diritto d'autore (che si fonda -almeno quella italiana-, ricordiamolo, su principi d'epoca fascista essendo del 1941)(*) depenalizzato nel 1999, mi risulta sia un illecito civile ora
    • Guybrush scrive:
      Re: scempio e ipocrisia
      - Scritto da: bubba
      Parafrasiamo un attimo
      "BESTEMMIARE E' REATO PENALE secondo l'art. 762
      del codice di procedura penale(*). blabla...
      Convegno blabla sondaggio IPSOS
      blabla...[...]
      PRIMA di inerpicarsi sempre in queste strade si
      dovrebbe cancellare e riscrivere completamente in
      un ottica equa per le persone (e non enormemente
      sbilanciata per gli editori) la normativa sul
      diritto d'autore (che si fonda -almeno quella
      italiana-, ricordiamolo, su principi d'epoca
      fascista essendo del
      1941)1840.Il diritto d'autore nasce nel 1837 in italia e in capo a tre anni, grazie alle pressioni degli editori europei diventa legge, pressoché omogenea ovnque.100 anni dopo viene aggiornato ad opera dei fascisti e, caso più unico che raro, e' la legge italiana a far da modello.E' interessante notare che nel caso del diritto d'autore non c'è nessuna iniziativa popolare, non c'e' nessun uomo politico, in quasi 200 anni di esistenza in vigore della legge, che nel suo programma ha parlato di diritto d'autore.Pero' la legge c'e'.GT
      • bubba scrive:
        Re: scempio e ipocrisia
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: bubba

        Parafrasiamo un attimo

        "BESTEMMIARE E' REATO PENALE secondo l'art. 762

        del codice di procedura penale(*). blabla...

        Convegno blabla sondaggio IPSOS

        blabla...
        [...]

        PRIMA di inerpicarsi sempre in queste strade si

        dovrebbe cancellare e riscrivere completamente
        in

        un ottica equa per le persone (e non enormemente

        sbilanciata per gli editori) la normativa sul

        diritto d'autore (che si fonda -almeno quella

        italiana-, ricordiamolo, su principi d'epoca

        fascista essendo del

        1941)

        1840.
        Il diritto d'autore nasce nel 1837 in italia e in
        capo a tre anni, grazie alle pressioni degli
        editori europei diventa legge, pressoché omogenea
        ovnque.dai su... non siamo inutilmente precisini che poi ci si sbaglia. :)Nel 1837 non c'era neanche l'italia come regno unitario (e quindi esistevano leggi variegate a seconda del territorio).La legge sulla quale ci si basa ORA e' quella 22 aprile 1941, n. 633.SE INVECE si vuole risalire la storia, allora dobbiamo risalire alle leggi anglosassoni, con lo "statuto di anna" del 1709 .Nato A PROTEZIONE DEGLI EDITORI (alias gli stampatori), tra l'altro.
        100 anni dopo viene aggiornato ad opera dei
        fascisti e, caso più unico che raro, e' la legge
        italiana a far da
        modello.Mh boh questo non lo so... di mezzo tra lo statuto di anna (common law) e la legge ATTUALE italiana, c'e' la Convenzione di berna. Non so se si ispirati dalle ns leggi di meta' 800 (e noi ,a ns volta, negli anni 40, ci siamo ispirati alla convenzione) o e' andata diversamente.
        E' interessante notare che nel caso del diritto
        d'autore non c'è nessuna iniziativa popolare, non
        c'e' nessun uomo politico, in quasi 200 anni di
        esistenza in vigore della legge, che nel suo
        programma ha parlato di diritto
        d'autore.
        Pero' la legge c'e'.Ne parlano poco e' vero.. pero' ci legiferano sopra (IN PEGGIO). Vedi l'infame Urbani e l'infame Bondi.
  • p2p scrive:
    secondo me
    la cosa strana è che continuino ad associare il numero dei programmi o films scaricati come mancati guadagni.. ma voi avete mai conosciuto qualcuno che se gli dici ti faccio pagare un film la metà lui al posto di scaricarselo se lo compra?io mai
    • spacevideo scrive:
      Re: secondo me
      se non ti interessa una cosa non la scarichi, dal momento in cui la scarichi vuol dire che sei interessato, quindi sono mancati guadagni e comunque chi produce/distribuisce la cosa ha il diritto di essere pagato.Se non sta bene il prezzo, non la si acquista semplicemente, ma nemmeno la si ruba....
      • Paolo scrive:
        Re: secondo me
        - Scritto da: spacevideo

        Se non sta bene il prezzo, non la si acquista
        semplicemente, ma nemmeno la si
        ruba....http://scialdone.blogspot.com/2010/12/non-si-puo-rubare-un-file-capito-voi.html
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: secondo me
        - Scritto da: spacevideo
        se non ti interessa una cosa non la scarichi, dal
        momento in cui la scarichi vuol dire che sei
        interessato, quindi sono mancati guadagni e
        comunque chi produce/distribuisce la cosa ha il
        diritto di essere
        pagato.No, non ha nessun diritto. Non gli viene richiesto nessun lavoro in più... anzi, potrebbe addirittura non esserci più; perchè mai dovrebbe essere pagato.

        Se non sta bene il prezzo, non la si acquista
        semplicemente, ma nemmeno la si
        ruba....Infatti scaricandola non la si acquista e non la si ruba.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: secondo me

        se non ti interessa una cosa non la scarichiDipende ... in alcuni casi devo prima scaricare per sapere se la cosa può interessarmi o no !, dal
        momento in cui la scarichi vuol dire che sei
        interessato,Nel mio caso, considerando che non partecipo alla gare per avere l'ultima novità, pago il prodotto film con lo sforzo di registrarlo dai canali DVB-T e ricomprimerlo in DivX. Quando non mi costa sforzo o riconosco un buon rapporto qualità prezzo, apro il portafoglio per acquistare, la qual cosa avviene ultimamente per i DVD in offerta, usati o in vendita su bancarelle, che voi - perchè, non dimentichiamolo, tutte queste prediche le fai per semplici interessi di bottegaio e non perchè credi nel diritto di autore fine a sè stesso - proponete a prezzi mostruosamente meno convenienti. quindi sono mancati guadagni eAssolutamente falso, lo sai benissimo. E' indimostrabile che chi scarica GBytes su GBytes di opere, le avrebbe comprate se non le avesse avute a disposizione diversamente. Con i prezzi che praticano i tuoi padroni, potrebbe non bastarti uno stipendio medio mensile a pagare ciò che puoi scaricare in una giornata !
        comunque chi produce/distribuisce la cosa ha il
        diritto di essere
        pagato.Senza dubbio, in cambio di un servizio di cui il consumatore fruisce perchè lo ritiene conveniente. Voi non siete convenienti, il vostro servizio è scomodo, costoso e limitato !

        Se non sta bene il prezzo, non la si acquista
        semplicemente,Naturale ... già lo facciamo ! ma nemmeno la si
        ruba....Ricordo per l'ennesima volta agli altri lettori (non a te, perchè è chiaro che sei in malafede) che il furto secondo la definizione che ne dà il C.P. prevede la sottrazione del bene, caratteristica di cui il P2P è privo.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: secondo me
        - Scritto da: spacevideo
        se non ti interessa una cosa non la scarichi, dal
        momento in cui la scarichi vuol dire che sei
        interessato,Solo se il costo è rapportato al mio interesse.Alla biblioteca posso leggere tutti i libri che voglio, di tutti gli autori che voglio, anche recenti, e non pago niente.Il problema è che le vostre videoteche sono a scopo di lucro e non permettete a chiunque di vedere i film gratuitamente come invece nelle biblioteche viene permesso a chiunque di leggere i libri gratuitamente (chiaramente, senza danneggiarli, ma non era questo il punto).Finché non ci saranno videoteche gratuite fisiche, la gente andrà sulle videoteche gratuite virtuali, che sopperiscono perfettamente a questa mancanza.
      • Guybrush scrive:
        Re: secondo me
        - Scritto da: spacevideo
        se non ti interessa una cosa non la scarichi, dal
        momento in cui la scarichi vuol dire che sei
        interessato, quindi sono mancati guadagni e
        comunque chi produce/distribuisce la cosa ha il
        diritto di essere
        pagato.Caro il mio troll, se una cosa mi interessa ed e' in commercio la compro.Se una cosa mi interessa e non è in commercio la scarico.Specie se non è in commercio perché te e quelli come te hanno in magazzino altra roba che a me non interessa e a te interessa togliere dal magazzino prima che diventi una perdita secca.GT
      • korn scrive:
        Re: secondo me
        Occhio con le parole qua nessuno ruba niente non mi sembra che scaricando una cosa la levi dal magazzino di qualcuno.. magari se abbassi i prezzi la gente compra invece di scaricare ma tant'è si vede che preferiscono così.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: secondo me
      - Scritto da: p2p
      la cosa strana è che continuino ad associare il
      numero dei programmi o films scaricati come
      mancati guadagni.. ma voi avete mai conosciuto
      qualcuno che se gli dici ti faccio pagare un film
      la metà lui al posto di scaricarselo se lo
      compra?

      io maiLa metà? Ma perché ci credi?Ipotizziamo PER ASSURDO che la pirateria sparisca, o che diventi troppo rischiosa, o troppo complicato copiare.Quindi se uno vuole vedere un film o si compra l'originale o aspetta che passa in TV.Ipotizziamo pure sempre PER ASSURDO che la finestra tra l'uscita del DVD/BR e la TV aumenti a 4 anni rendendo quindi molto tormentato attendere che il film arrivi in TV (pay o free non ha importanza).A questo punto si è passati da un regime di CONCORRENZA (perché la pirateria crea concorrenza e aiuta a mantenere bassi i prezzi, perché le major devono convincere gli indecisi) ad un regime di MONOPOLIO (perché in assenza della pirateria le major hanno il monopolio ognuna del proprio film).Secondo te in un regime di MONOPOLIO i prezzi tendono a salire o a scendere rispetto al regime di CONCORRENZA?Chiaramente, se la pirateria venisse debellata, i prezzi SALIREBBERO, perché gli ossimori (copia originale è un ossimoro) rimangono l'unico modo per vedere il film. Quindi sapendo questo, per quale assurdo motivo dovrebbero abbassare il prezzo?Faccio un esempio più semplice.Mettiamo caso che voi possedete una sorgente d'acqua. Siete in possesso dell'unica sorgente d'acqua dolce non contaminata rimasta su tutto il pianeta. Potreste essere generosi e regalare l'acqua a tutti, ma visto che siete avidi (e le major sono avide) la vendete a 10 euro al litro. Tutti verranno da voi perché siete gli unici. Potreste vendere a 100 euro al litro e verrebbero lo stesso da voi, si ammazzerebbero e rapinerebbero tra loro, pur di poter avere la vostra acqua.Poi un giorno uno di loro se ne esce con un dissalatore che rende potabile l'acqua marina. Può forse essere meno buona della vostra ma sopperisce perfettamente all'elementare bisogno d'acqua di ogni individuo. Vende ogni dissalatore a 10 euro e poi ognuno si fa l'acqua per conto proprio. Secondo voi cosa succederà? Per rimanere a galla (nel vero senso del termine) sarete costretti a abbassare a 5, a 3, a 2 euro, e infine a dare l'acqua quasi gratis. E rimpiangerete il momento in cui eravate gli unici a vendere l'acqua e non c'era quel maledetto dissalatore.Questa storia insegna che quando c'è un regime di concorrenza, per quanto sleale, illegale, ingiusta, oppure giusta e sacrosanta, i prezzi scendono, soprattutto se le parti sono inconciliabili e non riescono a fare il cosiddetto cartello.Viceversa, nel monopolio, il monopolista può fare i prezzi che vuole, tanto l'unico modo per avere quel bene o servizio è rivolgersi a lui, e quando la gente avrà bisogno dovrà per forza pagare il prezzo che lui decide, che può quindi essere anche molto alto rispetto al costo vivo (per inciso, il costo vivo di una copia digitale è zero, e quello del comunque inutile cerchio di plastica è prossimo allo zero).
      • spacevideo scrive:
        Re: secondo me
        la pirateria NON è concorrenza, la pay è concorrenza il VOD è concorrenza la PIRATERIA NO!! inutile insistere nel giustificare un comportamento scorretto, diciamo piuttosto finchè non mi fanno niente e trovo quello che mi serve uso la pirateria, ma non inventiamoci balle.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: secondo me
          - Scritto da: spacevideo
          la pirateria NON è concorrenzail videonoleggio non è un lavoro.
          • spacevideo scrive:
            Re: secondo me
            meno male che me lo hai detto, almeno domani vado in vacanza .... ma che vi passerà per la testa ...
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: secondo me

          la pirateria NON è concorrenza, la pay è
          concorrenza il VOD è concorrenza la PIRATERIA
          NO!! La pirateria è l'unica vera concorrenza; con pay, vod e videoteche il fornitore alla base è sempre lo stesso, quindi il prezzo non cambia (o cambia per finta)
          • spacevideo scrive:
            Re: secondo me
            con questi ragionamenti il mondo sarebbe alla fine, non capirete mai MAI MAI MAI fin che non vi arrivano o multe o vi tagliano i siti, inutile la tolleranza non porta a niente.è proprio per gente come te che abbiamo la situazione che abbiamo e non parlo solo dell'industria H.E. ....
          • Joe Tornado scrive:
            Re: secondo me
            Tu che ne sai ? Probabilmente è un lavoratore dipendente, che paga le tasse fino all'ultimo centesimo !
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: secondo me

            con questi ragionamenti il mondo sarebbe alla
            fine, non capirete mai MAI MAI MAI fin che non vi
            arrivano o multe o vi tagliano i siti, inutile la
            tolleranza non porta a
            niente.Siete voi a non capire; non capite che i file non sono come i dischi e le cassette; i file si possono duplicare a costo zero, per la loro natura intrinseca. Non capite che i DRM fanno più danni che benefici. Non capite che il noleggio non ha senso, per i beni digitali. E non capirete MAI MAI MAI fin che non vi fanno chiudere per debiti.

            è proprio per gente come te che abbiamo la
            situazione che abbiamo e non parlo solo
            dell'industria H.E.
            ....La situazione, nell'ambito film e musica, è ottima; film, musica e software a disposizione gratis aumentano di continuo. La gente che ha portato a questa situazione ha fatto un'opera meritoria.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: spacevideo
            con questi ragionamenti il mondo sarebbe alla
            fine, non capirete mai MAI MAI MAI fin che non vi
            arrivano o multe o vi tagliano i siti, inutile la
            tolleranza non porta a niente.Guarda che se tagliano i siti, questi si spostano sulle darknet (in Francia, dove c'è la HADOPI, già buona parte del P2P s'è spostato sulle darknet) e poi ti voglio proprio vedere a bloccarli...E comunque, anche se così non fosse, di certo nessuno tornerebbe in videoteca.Innanzitutto esiste lo scambio tra amici.Poi esistono i senegalesi.Poi esistono le bancarelle che vendono originali a 1, 2 e 3 euro.Poi esiste eBay per i DVD usati.Poi esiste la paytv, la PPV e il VOD via satellite, digitale terrestre o cavo.Poi esistono i siti dove acquistare legalmente lo streaming.Poi esistono i DVD da edicola.Poi esistono i negozi online che vendono il DVD fisico.Poi esistono i cestoni e le offerte dei centri commerciali.Poi esistono i blockbuster che hanno i film prima di voi e in quantità maggiore.E poi, ma solo poi, ci siete voi, che avete dalla vostra i ridicoli post sul vostro forum e l'amore che avete dimostrato verso i vostri ex clienti che quindi, secondo la vostra assurda mentalità, sarebbero tutti ben lieti di tornare per essere trattati a pesci in faccia e pagarvi pure...Lo capisci che voi siete solo alla fine di tutta questa catena? Se domani sparisce la pirateria via internet, voi non ci guadagnereste MEZZO CLIENTE. La vostra situazione non migliorerà di un centesimo. In compenso, anche quei pochi che scaricavano *E* venivano anche da voi a noleggiavare, smetteranno di noleggiare.Auguri... di finire in mezzo a una strada. E' l'unico modo per dimostrarvi dove sta la ragione."Quando c'è un cartello vietato fumare e una persona fuma, gli si fa la multa. Se dieci persone fumano, si dice loro di andar via. Se cento persone fumano, si toglie il cartello." Winston Churchill
          • p2p scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: spacevideo

            con questi ragionamenti il mondo sarebbe alla

            fine, non capirete mai MAI MAI MAI fin che non
            vi

            arrivano o multe o vi tagliano i siti, inutile
            la

            tolleranza non porta a niente.

            Guarda che se tagliano i siti, questi si spostano
            sulle darknet (in Francia, dove c'è la HADOPI,
            già buona parte del P2P s'è spostato sulle
            darknet) e poi ti voglio proprio vedere a
            bloccarli...
            E comunque, anche se così non fosse, di certo
            nessuno tornerebbe in
            videoteca.
            Innanzitutto esiste lo scambio tra amici.
            Poi esistono i senegalesi.
            Poi esistono le bancarelle che vendono originali
            a 1, 2 e 3
            euro.
            Poi esiste eBay per i DVD usati.
            Poi esiste la paytv, la PPV e il VOD via
            satellite, digitale terrestre o
            cavo.
            Poi esistono i siti dove acquistare legalmente lo
            streaming.
            Poi esistono i DVD da edicola.
            Poi esistono i negozi online che vendono il DVD
            fisico.
            Poi esistono i cestoni e le offerte dei centri
            commerciali.
            Poi esistono i blockbuster che hanno i film prima
            di voi e in quantità
            maggiore.
            E poi, ma solo poi, ci siete voi, che avete dalla
            vostra i ridicoli post sul vostro forum e l'amore
            che avete dimostrato verso i vostri ex clienti
            che quindi, secondo la vostra assurda mentalità,
            sarebbero tutti ben lieti di tornare per essere
            trattati a pesci in faccia e pagarvi
            pure...

            Lo capisci che voi siete solo alla fine di tutta
            questa catena? Se domani sparisce la pirateria
            via internet, voi non ci guadagnereste MEZZO
            CLIENTE. La vostra situazione non migliorerà di
            un centesimo. In compenso, anche quei pochi che
            scaricavano *E* venivano anche da voi a
            noleggiavare, smetteranno di
            noleggiare.

            Auguri... di finire in mezzo a una strada. E'
            l'unico modo per dimostrarvi dove sta la
            ragione.

            "Quando c'è un cartello vietato fumare e una
            persona fuma, gli si fa la multa. Se dieci
            persone fumano, si dice loro di andar via. Se
            cento persone fumano, si toglie il cartello."
            Winston
            ChurchillEPIC WIN
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: p2p
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: spacevideo


            con questi ragionamenti il mondo sarebbe alla


            fine, non capirete mai MAI MAI MAI fin che non

            vi


            arrivano o multe o vi tagliano i siti, inutile

            la


            tolleranza non porta a niente.



            Guarda che se tagliano i siti, questi si
            spostano

            sulle darknet (in Francia, dove c'è la HADOPI,

            già buona parte del P2P s'è spostato sulle

            darknet) e poi ti voglio proprio vedere a

            bloccarli...

            E comunque, anche se così non fosse, di certo

            nessuno tornerebbe in

            videoteca.

            Innanzitutto esiste lo scambio tra amici.

            Poi esistono i senegalesi.

            Poi esistono le bancarelle che vendono originali

            a 1, 2 e 3

            euro.

            Poi esiste eBay per i DVD usati.

            Poi esiste la paytv, la PPV e il VOD via

            satellite, digitale terrestre o

            cavo.

            Poi esistono i siti dove acquistare legalmente
            lo

            streaming.

            Poi esistono i DVD da edicola.

            Poi esistono i negozi online che vendono il DVD

            fisico.

            Poi esistono i cestoni e le offerte dei centri

            commerciali.

            Poi esistono i blockbuster che hanno i film
            prima

            di voi e in quantità

            maggiore.

            E poi, ma solo poi, ci siete voi, che avete
            dalla

            vostra i ridicoli post sul vostro forum e
            l'amore

            che avete dimostrato verso i vostri ex clienti

            che quindi, secondo la vostra assurda mentalità,

            sarebbero tutti ben lieti di tornare per essere

            trattati a pesci in faccia e pagarvi

            pure...



            Lo capisci che voi siete solo alla fine di tutta

            questa catena? Se domani sparisce la pirateria

            via internet, voi non ci guadagnereste MEZZO

            CLIENTE. La vostra situazione non migliorerà di

            un centesimo. In compenso, anche quei pochi che

            scaricavano *E* venivano anche da voi a

            noleggiavare, smetteranno di

            noleggiare.



            Auguri... di finire in mezzo a una strada. E'

            l'unico modo per dimostrarvi dove sta la

            ragione.



            "Quando c'è un cartello vietato fumare e una

            persona fuma, gli si fa la multa. Se dieci

            persone fumano, si dice loro di andar via. Se

            cento persone fumano, si toglie il cartello."

            Winston

            Churchill


            EPIC WINSi fa così[img]http://img543.imageshack.us/img543/5307/lucowinsfatality.png[/img]
        • Guybrush Fuorisede scrive:
          Re: secondo me
          - Scritto da: spacevideo
          la pirateria NON è concorrenza, la pay è
          concorrenza il VOD è concorrenza la PIRATERIA
          NO!! inutile insistere nel giustificare un
          comportamento scorretto, diciamo piuttosto finchè
          non mi fanno niente e trovo quello che mi serve
          uso la pirateria, ma non inventiamoci
          balle.Giusto, la pirateria non è concorrenza, è un crimine sanzionato dalle leggi dello stato.Perfetto.Parliamo di monopolio, ti va?Ogni monopolio, onde evitare fenomeni di (eccessiva) massimizzazione dei profitti è gestito in tutto o in parte dallo stato che contribuisce a tenere i prezzi entro livelli accettabili. Cioè quasi ogni monopolio.Rimane quello culturale, per cui ogni editore ha il diritto esclusivo di pubblicare quello che gli pare e gli altri si attaccano?Non solo: tale diritto perdura fino a 70 anni dopo la morte dell'ultimo coautore.Ora spiegami perché se gestisco un mercato in monopolio sono soggetto a migliaia di leggi e leggine (o a cedere parte dell'attività per evitare di creare il monopolio) ma se pubblico un'opera qualsiasi no, anzi, vengo premiato se riesco a creare un monopolio?GTFS
          • spacevideo scrive:
            Re: secondo me
            chi crea un opera e l'opera è unica ha i diritti su di essa, non è monopolio, oggi specialmente vista la pluralità dei canali di distribuzione non esiste assolutamente un regime monopolista, è un concetto diverso.il film o il brano è un pezzo unico se paradossalmente un'artista chiedesse diritti tali da far costare un CD 80, penso che in pochi lo acquisterebbero, infatti c'è sempre un equilibrio fra valore del contenuto e prezzo, equilibrio dettato dal mercato.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: spacevideo
            chi crea un opera e l'opera è unica ha i diritti
            su di essaCerto... finchè non la vende. Se io realizzo qualcosa, e me lo tengo sul mio computer, sono l'unico ad averne i diritti; se te lo vendo, i diritti li hai tu (almeno, della copia che ti ho venduto), e puoi farne cosa vuole. Se non voglio che tu lo faccia, non ti vendo la mia opera, e me la tengo io.
            il film o il brano è un pezzo unico se
            paradossalmente un'artista chiedesse diritti tali
            da far costare un CD 80, penso che in pochi lo
            acquisterebberoLo acquistano in pochi anche a 20 euro. Comunque, per metterlo su rapidshare è chiaro che almeno uno lo deve acquistare. Fai pagare tutto a lui, e sei a posto., infatti c'è sempre un equilibrio
            fra valore del contenuto e prezzo, equilibrio
            dettato dal
            mercato.Equilibrio che tende sempre a zero (cioè a gratis), se il contenuto può essere copiato. E un file digitale può sempre essere copiato, per sua natura. Se vuoi noleggiare i film senza che te li duplichino, considera la possibilità di noleggiare le pizze di pellicola.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: spacevideo
            chi crea un opera e l'opera è unica ha i diritti
            su di essa,Nel momento in cui la PUBBLICA l'unico diritto che gli resta è quello di poter dire "l'ho fatta io".Tutti gli altri diritti li ha persi nel momento in cui una qualsiasi persona che non conosce può accedere all'opera.Non gli sta bene? Non la pubblica, se la tiene nel cassetto e al massimo la fa vedere ai suoi amici.Però così se vuole vincere l'oscar non potrà farlo.Scegliere di poter partecipare agli oscar significa scegliere di rinunciare al controllo sull'opera.Se io mi faccio pagare le composizioni (musica) su commissione UNA VOLTA e basta, non vedo perché non possano farlo altri.Sei un regista o attore? Ritieni di essere bravo? Fai TEATRO.Non sei bravo a recitare e sei uscito dal grande fratello? Allora non fare l'attore, VAI A LAVORARE.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 gennaio 2011 23.56-----------------------------------------------------------
        • Bottarga di Muggine scrive:
          Re: secondo me
          Concorrenza è qualunque cosa che propone un prezzo inferiore al valore.Le stesse "Produttrici di Console" si fanno concorrenza vendendo in perdita.Il P2P semplicemente fornisce a "Costo Zero" lo stesso prodotto.Risolvano prima i problemi "Internazionali" tipo cina e india che hanno il prodotto primario a "Costo Infinitesimale" in confronto a noi.A parità di prodotto, le materie prime ci costano il doppio del prodotto stesso venduto da certi paesi.Quindi....VVacche magre per la plebe e vacche magre anche a loro !Quando i videogiochi costavano 29.000 Lire si guadagnava 1.200.000 Lireoggi si guadagna 1.200 ed i giochi costano 69 ...Prima c'era adirittura la "Pirateria da Edicola" ....Non siamo mica quì per raccontare le barzellette alle ferrari !
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: Bottarga di Muggine
            Le stesse "Produttrici di Console" si fanno
            concorrenza vendendo in perdita.Questa salta fuori periodicamente ed è una bufala colossale creata dai produttori per tentare di limitare la pirateria. Se fosse come dici, Sony avrebbe mollato le console dopo la prima, piratatissima, Playstation, visto che la quantità di macchine piratate è stata enormemente superiore a quelle non piratate.
            Quando i videogiochi costavano 29.000 Lire si
            guadagnava 1.200.000
            Lire
            oggi si guadagna 1.200 ed i giochi costano 69
            ...
            Prima c'era adirittura la "Pirateria da Edicola"In certi casi c'è ancorahttp://it-comp.confusenet.com/showthread.php?t=300380&page=1
          • spacevideo scrive:
            Re: secondo me
            il P2P non fornisce a costo zero, il P2P si appropria indebitamente dei diritti di distribuzione, altro che il P2P è identico al rapinatore che fa un "prelievo" con maschera e pistola ...il prelievo gli costa zero, ma non è concorrenza al normale sportello ... ma su via!!! non raccontiamocela !!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: secondo me

            il P2P non fornisce a costo zero, il P2P si
            appropria indebitamente dei diritti di
            distribuzioneTali diritti sono insiti nell'opera, non ha senso scinderli da essa; sarebbe come dire "ti vendo un'auto, ma i sedili e il volante restano miei".
            , altro che il P2P è identico al
            rapinatore che fa un "prelievo" con maschera e
            pistola
            ...E allora, chi vende il film è identico a un impresario edile che vende una casa, ma si tiene le chiavi e poi ci entra lui. Commette un illecito lui, per primo... e se il cliente gli porta via quelle chiavi, è solo giusto.
        • korn scrive:
          Re: secondo me
          Ti sbagli videotechino la pirateria è la vera concorrenza senza pirateria i prezzi sarebbero molto più alti e pure voi onesti commercianti avreste continuato a mungere la XXXXX grassa come ai tempi delle VHS quindi non fare morali a nessuno che fino a che c'era da lucrare eri in prima linea magari anche copiando i film come molti tuoi onesti colleghi continuano a fare con la scusante che tanto lo fanno tutti e allora perchè non guadagnarci qualcosa...
          • spacevideo scrive:
            Re: secondo me
            ripeto ancora una volta chi si comporta in modo disonesto è giusto venga punito, io non faccio la morale a nessuno, mica è con voi che risolvo il problema, quì si può parlare per anni e tutto rimane così, chi mi risolve il problema sta altrove ed i modi di dialogo non sono certo questi ...sai che mi frega di fare la morale a te!!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: secondo me

            chi mi risolve il problema sta
            altrove ed i modi di dialogo non sono certo
            questi
            ...Quelli di voi che hanno risolto il problema l'hanno fatto cambiando lavoro.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: secondo me
          - Scritto da: spacevideo
          la pirateria NON è concorrenza, la pay è
          concorrenza il VOD è concorrenzaAh sì? Perché, spiegami un attimo, dimmi in quale caso affittando AVATAR i miei soldi non vanno nemmeno in parte alla Fox:1) noleggiandolo in videoteca2) noleggiandolo in VOD3) noleggiandolo in PPV4) scaricandolo da megaupload (dopo aver pagato l'abbonamento premium)Nei primi 3 casi i miei soldi andranno almeno in parte alla Fox, questo perché AVATAR esiste solo della Fox, non esiste AVATAR della Warner o AVATAR della Disney, esiste solo della Fox. Non è come LA DIVINA COMMEDIA DI DANTE ALIGHIERI che esiste in ventimila edizioni diverse con prezzi diversi (anche gratis, legalmente peraltro), e che contengono tutte la stessa cosa. QUELLA E' CONCORRENZA, NON LA VOSTRA.L'unica concorrenza nel caso dei film è la 4 e cioè la pirateria: in quel caso i miei soldi (se li pago, perché posso benissimo prenderlo gratis a costo di una velocità leggermente inferiore nel download) non andranno al MONOPOLISTA Fox.
          inutile insistere nel giustificare un
          comportamento scorretto,L'unico comportamento scorretto è quello del MONOPOLIO.L'abbiamo potuto vedere benissimo con le tariffe telefoniche.L'abbiamo potuto vedere benissimo con le tariffe aeree.Lo vedremo a breve con le tariffe dei treni.VOD e PPV non sono concorrenza perché i soldi finiscono in mano agli stessi, prova a guardare al di là del tuo naso, a me non interessa se i soldi prima di finire alla Fox passano per Sky (che peraltro è della Fox essendo di Murdoch) o passano per la videoteca o passano per FastwebTV o Mediaset Premium eccetera, io me ne frego di chi è l'intermediario e anzi preferirei che non ci fossero intermediari perché gli intermediari sono un costo di cui faccio volentieri a meno, a me interessa non far finire i miei soldi alla Fox se voglio vedere Avatar, non farli finire alla Disney se voglio vedere Biancaneve, non farli finire alla Warner se voglio vedere Matrix. Questo è possibile SOLO grazie alla pirateria, che è quindi L'UNICA CONCORRENZA ESISTENTE .
          • spacevideo scrive:
            Re: secondo me
            MA CERTO CHE I SOLDI VANNO ALLA FOX !!! non vuoi che vadano lì perchè secondo te Avatar è caro, la soluzione è semplice non lo acquisti in nessuna forma e i tuoi soldi non vanno alla FOX, ma non certo da megaXXXXX .... ma su dai sii serio ...solite storie, solite scuse ... solito tutto ... solita barba ...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: spacevideo
            MA CERTO CHE I SOLDI VANNO ALLA FOX !!! non vuoi
            che vadano lì perchè secondo te Avatar è caro, la
            soluzione è semplice non lo acquisti in nessuna
            forma e i tuoi soldi non vanno alla FOX, ma non
            certo da megaXXXXX .... ma su dai sii serio
            ...
            Si parlava di concorrenza; se ci fosse libera concorrenza, tu dovresti indicarmi un Avatar non prodotto dalla FOX. Non c'è? Allora, è un caso di MONOPOLIO.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: spacevideo
            MA CERTO CHE I SOLDI VANNO ALLA FOX !!! non vuoi
            che vadano lì perchè secondo te Avatar è caro,No non voglio che vadano perché non voglio che ci sia un MONOPOLISTA su Avatar.Della DIVINA COMMEDIA DI DANTE ALIGHIERI posso trovare centomila edizioni diverse:- il solo testo nudo e crudo gratis e legalmente su internet- un'edizione economica a prezzo basso- un'edizione scolastica commentata a prezzo medio- un'edizione illustrata da pittori famosi, con copertina di velluto, carta pergamenata, cofanetto figo a forma di testa del Sommo Poeta ad alto prezzoTutte di edizioni diverseQuando ci sarà questo per i film e per la musica, allora esiterà la concorrenza, fino a quel momento chi vuol mantenere lo status quo è un bieco monopolista che vuole mangiarsi tutto e fottersene del fatto che tra gli utenti molti se ne fregano di DOVER avere la confezione e il disco. Io posso accettare di avere un film in streaming con pubblicità a patto che non mi costi nulla. Così come accetto di scaricare musica da http://www.downlovers.it che non mi fa pagare UN CENTESIMO. E c'è un sito che fa lo stesso per i film, in streaming legalmente con pubblicità all'inizio e ovviamente gratis, purtroppo non trovo l'indirizzo.Il problema è che voi siete i primi a dire che i siti pirata guadagnano con la pubblicità e le donazioni ma non siete in grado di creare un sito legale che faccia streaming di film guadagnando solo con pubblicità e donazioni.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: secondo me
            - Scritto da: spacevideo
            solite storie, solite scuse ... solito tutto ...
            solita barba ...Se la pensi così, tornatene sul forum dove siete così democratici che bannate chiunque non sia d'accordo con voi.Di fronte ad ogni argomentazione tu e i tuoi colleghi sapete solo insultare. Allora dillo che non vuoi il dialogo costruttivo e sei venuto solo per insultare.
  • Guybrush Fuorisede scrive:
    All'attenzione di Nicolas Seydoux
    Signor Seydoux,non ci siamo mai conosciuti e dato il suo modo di intendere il diritto d'autore credo che sarà meglio non incontrarsi mai di persona, a meno di non trovarsi al centro di un ring.Sarai grosso quanto ti pare, ma in quell'occasione ci metterò tutti i sentimenti.Dopo gli auguri di rito veniamo al sodo: lei ed i suoi consociati NON avete inventato il diritto d'autore.Non 5 anni fa.E' una invenzione moderna, questo è vero, ma del 1837 ad opera (e' proprio il caso di dirlo) di un autore e di un editore italiani.Prima non esisteva il contratto di "Noleggio d'opera", dopo è cambiato tutto.E, per inciso, quando acquisto un DVD ho il diritto di disporre del supporto come meglio credo, ho il diritto di fruire dei contenuti nei limiti previsti dalla legge e le farneticazioni sui divieti presenti all'interno del supporto decadono qualora rappresentino una violazione delle leggi del mio paese.Se voglio posso prestarlo a titolo gratuito, venderlo e financo usarlo come sottobicchiere.Buona giornata.GTFS
    • ruppolo scrive:
      Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
      Del supporto puoi farne ciò che ti pare, del contenuto no. Il contenuto non è tuo, non l'hai comprato.
      • Guybrush scrive:
        Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
        - Scritto da: ruppolo
        Del supporto puoi farne ciò che ti pare, del
        contenuto no. Il contenuto non è tuo, non l'hai
        comprato.E quindi posso prestare/vendere/noleggiare a titolo gratuito i supporti alla faccia dell'eula e perché la legge italiana me lo consente.Del contenuto faccio quello che mi pare nei limiti previsti dalla legge.Non da un contratto che non ho mai accettato e che contiene clausole vessatorie tali da rendere lo stesso nullo ab originem.GT
        • il solito bene informato scrive:
          Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
          - Scritto da: Guybrush
          - Scritto da: ruppolo

          Del supporto puoi farne ciò che ti pare, del

          contenuto no. Il contenuto non è tuo, non l'hai

          comprato.

          E quindi posso prestare/vendere/noleggiare a
          titolo gratuito i supporti alla faccia dell'eula
          e perché la legge italiana me lo
          consente.

          Del contenuto faccio quello che mi pare nei
          limiti previsti dalla
          legge.
          Non da un contratto che non ho mai accettato e
          che contiene clausole vessatorie tali da rendere
          lo stesso nullo ab
          originem.

          GTe, tra le altre cose, tutte queste clausole sono puro terrorismo perché nessuno potrà mai entrare in casa tua e constatare certe violazioni.Se non ricordo male, una volta inserito il DVD, scrivono: "qualsiasi utilizzo di questo supporto al di fuori della riproduzione in ambito privato è PROIBITA"Ma che vuol dire? se lo uso come sottobicchiere, come ha accennato il collega Guybrush, o come freesbee per giocarci con il cane, devo aspettarmi la SWAT che fa irruzione a casa mia?Chi mi può impedire di invitare 20 amici a casa mia e fare una serata in memoria di Leslie Nielsen?Terrorismo, come dicevo...
          • ruppolo scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: Guybrush

            - Scritto da: ruppolo


            Del supporto puoi farne ciò che ti pare, del


            contenuto no. Il contenuto non è tuo, non
            l'hai


            comprato.



            E quindi posso prestare/vendere/noleggiare a

            titolo gratuito i supporti alla faccia dell'eula

            e perché la legge italiana me lo

            consente.



            Del contenuto faccio quello che mi pare nei

            limiti previsti dalla

            legge.

            Non da un contratto che non ho mai accettato e

            che contiene clausole vessatorie tali da rendere

            lo stesso nullo ab

            originem.



            GT

            e, tra le altre cose, tutte queste clausole sono
            puro terrorismo perché nessuno potrà mai entrare
            in casa tua e constatare certe
            violazioni.Nessuno tranne centinaia di migliaia di persone in divisa, dietro mandato di uno dei migliaia di giudici.
            Se non ricordo male, una volta inserito il DVD,
            scrivono: "qualsiasi utilizzo di questo supporto
            al di fuori della riproduzione in ambito privato
            è
            PROIBITA"
            Ma che vuol dire?Non hai studiato l'italiano? L'ambito privato è quello non pubblico, ergo non puoi far visionare al pubblico tale contenuto.
            se lo uso come sottobicchiere,La licenza riguarda il contenuto, non il contenitore.
            come ha accennato il collega Guybrush, o come
            freesbee per giocarci con il cane, devo
            aspettarmi la SWAT che fa irruzione a casa
            mia?Devi solo crescere e andare scuola.
            Chi mi può impedire di invitare 20 amici a casa
            mia e fare una serata in memoria di Leslie
            Nielsen?Nessuno, se lo fai a casa tua: ambito privato.
            Terrorismo, come dicevo...No, semplice ignoranza.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo

            e, tra le altre cose, tutte queste clausole sono

            puro terrorismo perché nessuno potrà mai entrare

            in casa tua e constatare certe

            violazioni.

            Nessuno tranne centinaia di migliaia di persone
            in divisa, dietro mandato di uno dei migliaia di
            giudici.Ad un qualsiasi privato cittadino che non abbia commesso alcuna violazione "pubblica"? Secondo te un giudice, con tutti i izzac che ha per la testa (e per le aule dei tribunali) si mette a perseguire i privati cittadini sulla base di violazioni fittizie?

            Se non ricordo male, una volta inserito il DVD,

            scrivono: "qualsiasi utilizzo di questo supporto

            al di fuori della riproduzione in ambito privato

            è

            PROIBITA"

            Ma che vuol dire?

            se lo uso come sottobicchiere,

            La licenza riguarda il contenuto, non il
            contenitore.però parlano di supporto...

            come ha accennato il collega Guybrush, o come

            freesbee per giocarci con il cane, devo

            aspettarmi la SWAT che fa irruzione a casa

            mia?

            Devi solo crescere e andare scuola.(newbie)

            Chi mi può impedire di invitare 20 amici a casa

            mia e fare una serata in memoria di Leslie

            Nielsen?

            Nessuno, se lo fai a casa tua: ambito privato.A quanto pare, secondo "loro" l'ambito privato è solo quello famigliare... e forse nemmeno quello. Quindi sarebbe illegale mostrare un dvd a un tot di amici.

            Terrorismo, come dicevo...

            No, semplice ignoranza.Tua e di chi scrive queste leggi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 gennaio 2011 13.54-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: ruppolo


            e, tra le altre cose, tutte queste clausole
            sono


            puro terrorismo perché nessuno potrà mai
            entrare


            in casa tua e constatare certe


            violazioni.



            Nessuno tranne centinaia di migliaia di persone

            in divisa, dietro mandato di uno dei migliaia di

            giudici.

            Ad un qualsiasi privato cittadino che non abbia
            commesso alcuna violazione "pubblica"?Perché, contano solo le violazioni pubbliche?
            Secondo te
            un giudice, con tutti i izzac che ha per
            la testa (e per le aule dei tribunali) si mette a
            perseguire i privati cittadini sulla base di
            violazioni
            fittizie?No, ma sulla base di una denuncia, può.


            Se non ricordo male, una volta inserito il
            DVD,


            scrivono: "qualsiasi utilizzo di questo
            supporto


            al di fuori della riproduzione in ambito
            privato


            è


            PROIBITA"


            Ma che vuol dire?


            se lo uso come sottobicchiere,



            La licenza riguarda il contenuto, non il

            contenitore.

            però parlano di supporto...Forse perché non essendo dei troll sanno che non si può separare il contenuto dal contenitore...


            come ha accennato il collega Guybrush, o come


            freesbee per giocarci con il cane, devo


            aspettarmi la SWAT che fa irruzione a casa


            mia?



            Devi solo crescere e andare scuola.

            (newbie)



            Chi mi può impedire di invitare 20 amici a
            casa


            mia e fare una serata in memoria di Leslie


            Nielsen?



            Nessuno, se lo fai a casa tua: ambito privato.

            A quanto pare, secondo "loro" l'ambito privato è
            solo quello famigliare... e forse nemmeno quello.
            Quindi sarebbe illegale mostrare un dvd a un tot
            di
            amici.Ovvio che se cerchi di arrampicarti sugli specchi "sa, ho invitato 250 amici..."


            Terrorismo, come dicevo...



            No, semplice ignoranza.

            Tua e di chi scrive queste leggi.Ma certo, sei solo tu il colto. O forse coltivato.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: il solito bene informato

            - Scritto da: ruppolo



            e, tra le altre cose, tutte queste clausole

            sono



            puro terrorismo perché nessuno potrà mai

            entrare



            in casa tua e constatare certe



            violazioni.





            Nessuno tranne centinaia di migliaia di
            persone


            in divisa, dietro mandato di uno dei migliaia
            di


            giudici.



            Ad un qualsiasi privato cittadino che non abbia

            commesso alcuna violazione "pubblica"?

            Perché, contano solo le violazioni pubbliche?l'80% degli abusi su minori avviene in famiglia perché nessuno può mettere dito in una casa senza che vi sia una denuncia. Non per niente esistono i Mandati.

            Secondo te

            un giudice, con tutti i izzac che ha per

            la testa (e per le aule dei tribunali) si mette
            a

            perseguire i privati cittadini sulla base di

            violazioni

            fittizie?

            No, ma sulla base di una denuncia, può.di chi? tua? e come dimostri che con i miei 60 amici in casa mia sto guardando un film? e su che basi fai la denuncia? hai letto il mio hard disk esterno tramite il pensiero?
            Forse perché non essendo dei troll sanno che non
            si può separare il contenuto dal
            contenitore...Mi dai ragione?!... mi sento spiazzato...



            Chi mi può impedire di invitare 20 amici a

            casa



            mia e fare una serata in memoria di Leslie



            Nielsen?





            Nessuno, se lo fai a casa tua: ambito privato.



            A quanto pare, secondo "loro" l'ambito privato è

            solo quello famigliare... e forse nemmeno
            quello.

            Quindi sarebbe illegale mostrare un dvd a un tot

            di

            amici.

            Ovvio che se cerchi di arrampicarti sugli specchi
            "sa, ho invitato 250
            amici..."non so se tra 2 e 250 faccia differenza, per loro ...
            Ma certo, sei solo tu il colto. O forse coltivato.discretamente, ma a differenza di te so che ci sono tante cose che non conosco. Sono pure andato a scuola e so l'italiano... quindi ti rimane ben poco a cui aggrapparti visto che non hai argomentazioni e non fai altro che insultare.Io chiudo qui.
          • panda rossa scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            Ovvio che se cerchi di arrampicarti sugli specchi
            "sa, ho invitato 250
            amici..."A posto.Allora Berlusconi finisce dritto in galera perche' le sue feste non possono considerarsi private avendo superato il numero massimo di invitati previsto dalle majors.Vai di corsa ad avvisare Ghedini, prima che si esponga con una tesi difensiva cosi' facilmente smontabile.
        • ruppolo scrive:
          Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
          - Scritto da: Guybrush
          - Scritto da: ruppolo

          Del supporto puoi farne ciò che ti pare, del

          contenuto no. Il contenuto non è tuo, non l'hai

          comprato.

          E quindi posso prestare/vendere/noleggiare a
          titolo gratuito i supporti alla faccia dell'eula
          e perché la legge italiana me lo
          consente.Certamente, ma prima devi togliere il contenuto dai supporti.
          Del contenuto faccio quello che mi pare nei
          limiti previsti dalla
          legge.Esatto, e la legge tutela i contratti, quindi i limiti sono quelli scritti nella licenza.
          Non da un contratto che non ho mai accettato e
          che contiene clausole vessatorie tali da rendere
          lo stesso nullo ab
          originem.

          GTCerto che l'hai accettato. L'hai accettato con l'acquisto e l'apertura della confezione, se esiste una confezione, altrimenti con il solo acquisto.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux


            Non da un contratto che non ho mai accettato e

            che contiene clausole vessatorie tali da rendere

            lo stesso nullo ab

            originem.



            GT

            Certo che l'hai accettato. L'hai accettato con
            l'acquisto e l'apertura della confezione, se
            esiste una confezione, altrimenti con il solo
            acquisto.Se ho comprato, può darsi. Ma se ho scaricato da rapidshare, non ho accettato nessun contratto.
          • ruppolo scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Non da un contratto che non ho mai accettato e


            che contiene clausole vessatorie tali da
            rendere


            lo stesso nullo ab


            originem.





            GT



            Certo che l'hai accettato. L'hai accettato con

            l'acquisto e l'apertura della confezione, se

            esiste una confezione, altrimenti con il solo

            acquisto.

            Se ho comprato, può darsi. Ma se ho scaricato da
            rapidshare, non ho accettato nessun
            contratto.Ovvio, in quel caso l'hai rubato, quindi c'è un reato a monte della licenza.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux

            Ovvio, in quel caso l'hai rubato, quindi c'è un
            reato a monte della
            licenza.No, non è stato rubato, perchè rapidshare l'ha fornito volontariamente.
          • ruppolo scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Ovvio, in quel caso l'hai rubato, quindi c'è un

            reato a monte della

            licenza.

            No, non è stato rubato, perchè rapidshare l'ha
            fornito
            volontariamente.Ah si? Ti ha spedito a casa il file? Beh, allora sei colpevole di ricettazione.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            Ok: allora, prendo un po' di mp3, e da un mailer anonimo li spedisco alla tua email: poi ti denuncio per ricettazione.Ti rendi conto dell'assurdità che hai detto?
          • panda rossa scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Ovvio, in quel caso l'hai rubato, quindi c'è
            un


            reato a monte della


            licenza.



            No, non è stato rubato, perchè rapidshare l'ha

            fornito

            volontariamente.

            Ah si? Ti ha spedito a casa il file? Beh, allora
            sei colpevole di
            ricettazione.Sono innocente fino a che non viene formulato un giudizio di terzo grado di colpevolezza.
          • 0110 scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux

            Ovvio, in quel caso l'hai rubato, quindi c'è un
            reato a monte della
            licenza.Ruppolo la smetti di scrivere cose F A L S E?http://scialdone.blogspot.com/2010/12/non-si-puo-rubare-un-file-capito-voi.html
          • Guybrush Fuorisede scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Guybrush[...]

            E quindi posso prestare/vendere/noleggiare a

            titolo gratuito i supporti alla faccia dell'eula

            e perché la legge italiana me lo

            consente.

            Certamente, ma prima devi togliere il contenuto
            dai
            supporti.Perche' c'e' scritto il nome del licenziatario sul contenuto? Cribbio, non me ne ero mai accorto, mapensa te.
            Esatto, e la legge tutela i contratti, quindi i
            limiti sono quelli scritti nella
            licenza.La legge tutela i contratti che non si sostituiscono ad essa, altrimenti li annulla.

            Non da un contratto che non ho mai accettato e

            che contiene clausole vessatorie tali da rendere

            lo stesso nullo ab

            originem.



            GT

            Certo che l'hai accettato.Ho accettato le regole del contratto di acquisto, poiche' la licenza dell'esercizio in cui mi sono recato consente la compravendita e non il noleggio. Ti e' chiaro fino a qui?Bene.Poi mi salta fuori una regola, non scritta come legge dello stato, ma come norma privatistica, che mi sottrae il diritto di proprietà regolarmente acquisito sostituendolo con un comodato d'uso gratuito.
            L'hai accettato con
            l'acquisto e l'apertura della confezione, se
            esiste una confezione, altrimenti con il solo
            acquisto.Codesta parte è nulla perché surroga forzosamente il diritto di proprieta ex art 832 cc e 42 della costituzione italiana, con il comodato d'uso (1803 cc e ss) e quindi impone una condizione vessatoria (vessatoria perché comprime i diritti della parte soccombente) e in deroga ai principi di pienezza ed esclusività del diritto di proprietà.Ritenta, trollino, magari la prossima volta ti andrà meglio.GTFS
          • ruppolo scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: Guybrush Fuorisede
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Guybrush
            [...]


            E quindi posso prestare/vendere/noleggiare a


            titolo gratuito i supporti alla faccia
            dell'eula


            e perché la legge italiana me lo


            consente.



            Certamente, ma prima devi togliere il contenuto

            dai

            supporti.

            Perche' c'e' scritto il nome del licenziatario
            sul contenuto? Cribbio, non me ne ero mai
            accorto, mapensa
            te.Certo che c'è scritto. Se non te ne sei accorto significa che sei un po' sbadato.

            Esatto, e la legge tutela i contratti, quindi i

            limiti sono quelli scritti nella

            licenza.
            La legge tutela i contratti che non si
            sostituiscono ad essa, altrimenti li
            annulla.Certamente. E vedi qualche attinenza col discorso, in quello che hai detto?


            Non da un contratto che non ho mai accettato e


            che contiene clausole vessatorie tali da
            rendere


            lo stesso nullo ab


            originem.





            GT



            Certo che l'hai accettato.
            Ho accettato le regole del contratto di acquisto,
            poiche' la licenza dell'esercizio in cui mi sono
            recato consente la compravendita e non il
            noleggio. Ti e' chiaro fino a
            qui?
            Bene.Quella licenza non ti riguarda, non è stipulata tra te e il venditore, ma tra il venditore e il suo fornitore.
            Poi mi salta fuori una regola, non scritta come
            legge dello stato, ma come norma privatistica,
            che mi sottrae il diritto di proprietà
            regolarmente acquisito sostituendolo con un
            comodato d'uso
            gratuito.Quella regola ha un nome, si chiama "norma del contratto". E i contratti sono tutelati dalla Legge.Leggiti questi 3 semplici articoli del Codice Civile (sono poche righe): 1321, 1322 e, soprattutto, 1372, che inizia così: "Efficacia del contratto. Il contratto ha forza di legge tra le parti".Quindi se io e te contrattiamo che tu devi fare tre giri della casa a gattoni ogni mattina, non è necessaria una legge specifica, è sufficiente il contratto, per obbligarti a farlo.

            L'hai accettato con

            l'acquisto e l'apertura della confezione, se

            esiste una confezione, altrimenti con il solo

            acquisto.
            Codesta parte è nulla perché surroga forzosamente
            il diritto di proprieta ex art 832 cc e 42 della
            costituzione italiana, con il comodato d'uso
            (1803 cc e ss) e quindi impone una condizione
            vessatoria (vessatoria perché comprime i diritti
            della parte soccombente) e in deroga ai principi
            di pienezza ed esclusività del diritto di
            proprietà.Cosa c'entra il comodato? E la proprietà?Se l'acquisto non costituisse un contratto tra le parti, tu, ad esempio, non avresti diritto alla garanzia.
            Ritenta, trollino, magari la prossima volta ti
            andrà
            meglio.

            GTFSTrollino? Senti chi parla.
          • Guybrush Fuorisede scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Guybrush Fuorisede[...]
            Certo che c'è scritto. Se non te ne sei accorto
            significa che sei un po'
            sbadato.Ti spiace indicare dove? Così per spiegarlo agli altri sbadati che leggono il forum.
            Certamente. E vedi qualche attinenza col
            discorso, in quello che hai
            detto?Decisamente si.
            Quella licenza non ti riguarda, non è stipulata
            tra te e il venditore, ma tra il venditore e il
            suo
            fornitore.E invece mi riguarda in quanto esercizio pubblico e serve a garantirmi che il venditore si comporterà secondo la legge.Per esempio: se dice che mi vende un bene, riceverò quel bene secondo le regole del diritto di proprietà. [...]
            si chiama "norma del contratto". E i contratti sono tutelati dalla
            Legge.Si chiama clausola e quando è vessatoria (art 1341 cc) ci sono delle regole da rispettare, altrimenti è nulla.
            Leggiti questi 3 semplici articoli del Codice
            Civile (sono poche righe): 1321, 1322 e,
            soprattutto, 1372, che inizia così: "Efficacia
            del contratto. Il contratto ha forza di legge tra
            le
            parti".Tu leggiti l'art 1341 cc e poi sappimi dire.
            Quindi se io e te contrattiamo che tu devi fare
            tre giri della casa a gattoni ogni mattina, non è
            necessaria una legge specifica, è sufficiente il
            contratto, per obbligarti a
            farlo.No, ciccino, stai sbagliando esempio.Io e te contrattiamo che tu mi vendi due chili di pomodori e io ti do 10 euro, firmo il contratto e dentro la busta dei pomodori trovo un foglietto che dice "se stai leggendo questo sappi che ti sei impegnato, oltre al pagamento, a fare tre giri a gattoni di casa mia".(Spero di non doverti spiegare perché questa è una clausola vessatoria).


            L'hai accettato con


            l'acquisto e l'apertura della confezione, se


            esiste una confezione, altrimenti con il solo


            acquisto.

            Codesta parte è nulla perché surroga
            forzosamente

            il diritto di proprieta ex art 832 cc e 42 della

            costituzione italiana, con il comodato d'uso

            (1803 cc e ss) e quindi impone una condizione

            vessatoria (vessatoria perché comprime i diritti

            della parte soccombente) e in deroga ai principi

            di pienezza ed esclusività del diritto di

            proprietà.

            Cosa c'entra il comodato? E la proprietà?Entro in negozio e mi aspetto di fare una compravendita (in ogni caso la licenza è sempre esposta e in bella vista, ti sei mai chiesto perché?).Completo un acquisto e dopo aver "firmato" (fatti concludenti) scopro quello appena perfezionato non era un acquisto, ma un comodato d'uso: il bene che hai non è tuo, non puoi goderne in modo pieno ed esclusivo. Puoi fruirne, puo' fruirne chi si trova con te, ma non puoi alienarlo, non puoi prestarlo, non puoi usarlo per scopi diversi da quelli previsti dal contratto.
            Se l'acquisto non costituisse un contratto tra le
            parti, tu, ad esempio, non avresti diritto alla
            garanzia.Evidentemente non hai mai provato a farti rimborsare il denaro per un supporto illegibile a causa dei sistemi di protezione.
            Trollino? Senti chi parla.Il mio nome è GUYBRUSH THREEPWOOD e sono un TEMIBILE PIRATA(*). Tu sei un ruppolo qualsiasi.GTFS(* Ron Gilbert, "The secret of monkey island", ed. Lucas Arts 1990)
          • ruppolo scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: Guybrush Fuorisede
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Guybrush Fuorisede
            [...]

            Certo che c'è scritto. Se non te ne sei accorto

            significa che sei un po'

            sbadato.
            Ti spiace indicare dove? Così per spiegarlo agli
            altri sbadati che leggono il
            forum.Non sta scritto nulla sul supporto? nessun Copyright?

            Certamente. E vedi qualche attinenza col

            discorso, in quello che hai

            detto?
            Decisamente si.Allora quale sarebbe la parte del contratto che si sostituisce alla legge?

            Quella licenza non ti riguarda, non è stipulata

            tra te e il venditore, ma tra il venditore e il

            suo

            fornitore.
            E invece mi riguarda in quanto esercizio pubblico
            e serve a garantirmi che il venditore si
            comporterà secondo la
            legge.Ininfluente ai fini di un contratto: io te possiamo stipulare un contratto valido ai fini legali, anche senza esercizio pubblico e annessa licenza.
            Per esempio: se dice che mi vende un bene,
            riceverò quel bene secondo le regole del diritto
            di
            proprietà.Certo, se ti vende un bene. Quando invece ti vende una licenza d'uso, ti vende una licenza d'uso.O forse ti vende una licenza d'uso di nascosto, mentre tu credi di acquisire la proprietà?


            [...]

            si chiama "norma del contratto". E i contratti
            sono tutelati
            dalla

            Legge.

            Si chiama clausola e quando è vessatoria (art
            1341 cc) ci sono delle regole da rispettare,
            altrimenti è
            nulla.Bene, e chi ha detto che la licenza d'uso che ti vieta di distribuire a cane e porci il contenuto sia una clausola vessatoria? Dove sta scritto?

            Leggiti questi 3 semplici articoli del Codice

            Civile (sono poche righe): 1321, 1322 e,

            soprattutto, 1372, che inizia così: "Efficacia

            del contratto. Il contratto ha forza di legge
            tra

            le

            parti".
            Tu leggiti l'art 1341 cc e poi sappimi dire.Letto, non ci trovo nulla di particolare.

            Quindi se io e te contrattiamo che tu devi fare

            tre giri della casa a gattoni ogni mattina, non
            è

            necessaria una legge specifica, è sufficiente il

            contratto, per obbligarti a

            farlo.

            No, ciccino, stai sbagliando esempio.
            Io e te contrattiamo che tu mi vendi due chili di
            pomodori e io ti do 10 euro, firmo il contratto e
            dentro la busta dei pomodori trovo un foglietto
            che dice "se stai leggendo questo sappi che ti
            sei impegnato, oltre al pagamento, a fare tre
            giri a gattoni di casa
            mia".
            (Spero di non doverti spiegare perché questa è
            una clausola
            vessatoria).Ah, ma allora la questione è diversa. Tu pensavi di avare una cosa e invece te ne trovi un'altra (cosa o obbligazione che sia).E di quale obbligazione nascosta stiamo parlando, nella fattispecie?

            Cosa c'entra il comodato? E la proprietà?
            Entro in negozio e mi aspetto di fare una
            compravendita (in ogni caso la licenza è sempre
            esposta e in bella vista, ti sei mai chiesto
            perché?).Quella licenza non la vedo se acquisto online, quindi?
            Completo un acquisto e dopo aver "firmato" (fatti
            concludenti) scopro quello appena perfezionato
            non era un acquisto, ma un comodato d'uso:E secondo te un giudice ti crede? È come se io firmassi un contratto per una villetta per 600 euro, e dopo aver perfezionato il contratto scopro che non era un acquisto, ma un affitto. Se credi che una casa cosa 600 euro o un film 3 euro, allora incapace di intendere e volere.
            il
            bene che hai non è tuo, non puoi goderne in modo
            pieno ed esclusivo. Puoi fruirne, puo' fruirne
            chi si trova con te, ma non puoi alienarlo, non
            puoi prestarlo, non puoi usarlo per scopi diversi
            da quelli previsti dal
            contratto.Esatto.


            Se l'acquisto non costituisse un contratto tra
            le

            parti, tu, ad esempio, non avresti diritto alla

            garanzia.
            Evidentemente non hai mai provato a farti
            rimborsare il denaro per un supporto illegibile a
            causa dei sistemi di
            protezione.Quello si chiama vizio occulto, se non era indicato. La questione non ci interessa.
          • Sgabbio scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Guybrush Fuorisede scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Guybrush Fuorisede[...]
            badati che leggono il

            forum.

            Non sta scritto nulla sul supporto? nessun
            Copyright?Il supporto è accessibile DOPO il perfezionamento del contratto.Qualunque cosa ci sia dentro è sottoposta ad approvazione SCRITTA, i fatti concludenti non bastano.
            Allora quale sarebbe la parte del contratto che
            si sostituisce alla
            legge?Quella che diventa leggibile (accessibile) dopo la stipula.
            Ininfluente ai fini di un contratto: io te
            possiamo stipulare un contratto valido ai fini
            legali, anche senza esercizio pubblico e annessa
            licenza.Ni. Se parliamo di pubblico esercizio ciò che vendi deve essere attinente la tua licenza.Non puoi avere la licenza di artigiano e poi gestire un ristorante, ci arrivi si?
            Certo, se ti vende un bene. Quando invece ti
            vende una licenza d'uso, ti vende una licenza
            d'uso.Se sulla scatola c'e' scritto e mi mette un pezzo di carta sotto al naso in cui mi dice che sto "acquisendo" una licenza d'uso, come accade per il software ci posso stare.Cio' non accade per libri, musica, film eccetera.
            O forse ti vende una licenza d'uso di nascosto,
            mentre tu credi di acquisire la
            proprietà?Mi cede un bene in comodato d'uso (che e' diverso dalla licenza) e invece il perfezionamento avviene con i modi della compravendita.
            Bene, e chi ha detto che la licenza d'uso che ti
            vieta di distribuire a cane e porci il contenuto
            sia una clausola vessatoria? Dove sta
            scritto?E' proprio perché non è scritto.Se era messo nero su bianco, vuoi sulla confezione, vuoi su un volantino che il negoziante ti fa firmare prima di consegnarti la merce, avresti avuto ragione tu.Così no.Resta tuttavia valido l'impianto legislativo vigente in materia di diritto d'autore: non posso vendere copie senza autorizzazione, non posso aggirare i sistemi di protezione, eccetera.Posso tuttavia prendere pezzi dell'opera contenuta ed usarli in modo diverso (nuova opera, vai di google, ciccino), posso farmi una copia di backup, posso perfino usare il supporto come sottobicchiere, posso prestarlo agli amici, posso invitare gente a casa mia a fruire, posso portarmelo a casa di amici e farlo fruire a loro, posso vendere l'intero supporto e perdere il diritto a frire dell'opera. Posso distruggerla. Posso regalarla... ehh hai voglia a cose che posso farci.L E G A L M E N T E
            Letto, non ci trovo nulla di particolare.Tu.
            Ah, ma allora la questione è diversa. Tu pensavi
            di avare una cosa e invece te ne trovi un'altra
            (cosa o obbligazione che
            sia).No. Io sapevo di avere una cosa. La tua licenza di vendita diceva quella cosa. Il tipo di negozio effettuato è compatibile solo con la compravendita (cessione del diritto di proprietà).
            E di quale obbligazione nascosta stiamo parlando,
            nella
            fattispecie?Quella di fare tre giri gattoni attorno a casa tua, nascosta nella busta dei pomodori.
            Quella licenza non la vedo se acquisto online,
            quindi?Al contrario, la vedi eccome.Hai presente la casellina con la spunta accanto alla parola (linkata) "accetto" ?Dietro c'e' un mondo e quando clicchi si presume che tu abbia letto.Pare una XXXXXXXta, ma è di gran lunga più onesto del foglietto che "vieta tutto" inserito dentro al CD.
            E secondo te un giudice ti crede?Eh si. O crede al mio avvocato, che è più probabile.
            È come se io
            firmassi un contratto per una villetta per 600
            euro, e dopo aver perfezionato il contratto
            scopro che non era un acquisto, ma un affitto.Be' se sul contratto c'e' scritto "affitto" (compare sul titolo) non vedo dove sia il problema. Viceversa l'importo è troppo basso per una compravendita di immobili.
            Se
            credi che una casa cosa 600 euro o un film 3
            euro, allora incapace di intendere e
            volere.Be' dipende dalla casa. Se e' un bel modellino in scala posso pure pagarlo 600 euro. Un film posso pagarlo anche meno di 3 euro (bancarella dell'usato) o trovare i cofanetti 5 film a 10 euro (3 a 9,90) da Media World.

            il[...]

            contratto.

            Esatto.Be' meglio che niente, ma del resto anche un orologio rotto segna l'ora giusta ben due volte




            Se l'acquisto non costituisse un contratto tra

            le


            parti, tu, ad esempio, non avresti diritto
            alla


            garanzia.

            Evidentemente non hai mai provato a farti

            rimborsare il denaro per un supporto illegibile
            a

            causa dei sistemi di

            protezione.

            Quello si chiama vizio occulto, se non era
            indicato. La questione non ci
            interessa.Oh ruppolicchio, ma quale vizio occulto: il bene non risulta nemmeno viziato, semplicemente non puo' funzionare se non su determinati sistemi e questi non sono indicati sulla confezione. Il bene e' in difetto.Ogni volta mi tocca portare il portatile in negozio e un DVD originale "normale".Il momento più divertente e' accaduto con guerre stellari (ep. IV, V e VI).Il direttore (o sedicente tale), con aria saccente, guardò il mio PIII 800 con Ubuntu 7.10 (o forse era gia' alla 8.04) e disse "ma questo non potrà mai funzionare qui" e io gli risposi: "pensa che sul suo possa funzionare?"E quello "certamente" prese il dvd e lo infilò nel PC (windows) del negozio (Media World).Tutto tronfio mi fece sentire a tutto volume la fanfara di guerre stellari e disse "visto? Funziona benissimo"."Bravo, ora prova a riaprire la rete".Ovviamente aveva perso l'uso del masterizzatore, l'acXXXXX alla rete e altrettanto ovviamente aveva compromesso il client del software di gestione del magazzino perché secondo il programmino che si era autoinstallato all'insaputa dell'utente, somigliava molto ad un software per il crack.La trattativa si è conclusa con "E non ti dico che danni ha provocato al PC win che ho a casa, perciò o mi ridai i soldi o arriva la lettera dell'avvocato, scegli... e per togliere il rootkit che ti è entrato nel PC devi riformattare tutto" da parte mia.E' un mondo difficile, stammi bene ruppolicchio sei sempre molto divertente.GTTP
          • Sgabbio scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            Bellissimo! Cioè praticamente una protezione che quando avvi il film di devasta mezzo sistema operativo ?? Bhe, faccio bene a evitare l'acquisto...
          • Guybrush Fuorisede scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: Sgabbio
            Bellissimo! Cioè praticamente una protezione che
            quando avvi il film di devasta mezzo sistema
            operativo ?? Bhe, faccio bene a evitare
            l'acquisto...No, non "mezzo" solo impedisce l'acXXXXX al masterizzatore e alla rete. In un PC Domestico non adibito alla creazione di copie di CD non te ne accorgerai mai... finché non dovrai accedere ad internet e anche li' se hai un modem USB funziona uguale.Nel 2004 era un sistema piuttosto in voga.Controlla i tuoi DVD: quelli con questa sorpresina erano tagati FoxVideo.CiaoGTFS
          • Sgabbio scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            ho pochi dvd, non credo di avere qualcosa della fox, però non è un reato la manomissione di sistemi informatici altrui ? Se poi io voglio farmi dei backup su DVD di cose mie, non potrei per questo malware.... bella roba, nessuno ha detto niente ?
          • Guybrush scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: Sgabbio
            ho pochi dvd, non credo di avere qualcosa della
            fox, però non è un reato la manomissione di
            sistemi informatici altrui ? Se poi io voglio
            farmi dei backup su DVD di cose mie, non potrei
            per questo malware.... bella roba, nessuno ha
            detto niente
            ?All'epoca (2004) non c'era la class action e una causa mi sarebbe costata decisamente troppo: circa 3000 euro di avvocato ammesso che si fosse riusciti a chiudere la questione in fretta e c'erano serie possibilità che avrei avuto un rimborso per la cifra spesa (70 euro per il cofanetto). Prendere per le palle il negoziante e ripagarlo con la stessa moneta ricevuta mi ha dato altrettanta soddisfazione.GTFS
          • panda rossa scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: Guybrush Fuorisede
            Ogni volta mi tocca portare il portatile in
            negozio e un DVD originale
            "normale".
            Il momento più divertente e' accaduto con guerre
            stellari (ep. IV, V e
            VI).Ue', fermo li'.Con quale edizione di star wars succede sta cosa?Quelli che ho io li ho aperti senza problemi con VLC, e rippati senza problemi.
          • Guybrush scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Guybrush Fuorisede


            Ogni volta mi tocca portare il portatile in

            negozio e un DVD originale

            "normale".

            Il momento più divertente e' accaduto con guerre

            stellari (ep. IV, V e

            VI).

            Ue', fermo li'.
            Con quale edizione di star wars succede sta cosa?Spe' che vado a vedere in archivio.
            Quelli che ho io li ho aperti senza problemi con
            VLC, e rippati senza
            problemi.Ed. 20th century fox, codice: F4-SITSSE27233Edizione con cofanetto sbrilluccicoso e quattro DVD.Nota di colore: il quarto DVD è acora più blindato dei dischi, funziona solo se installi sotto win il player fornito a corredo. Siccome sotto linux non mi funziona l'ho buttato da qualche parte e al suo posto ci ho messo Balle Spaziali.GT
          • Guybrush scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Guybrush[...]
            Il quarto disco e' quello con gli extra.
            Se lo ritrovi credo che tu possa venderlo
            singolarmente su eBay, perche' contiene degli
            extra che non hanno piu' riproposto quando hanno
            rieditato il cofanetto con i tre film in doppio
            disco.Be' quando il disco n°1, una volta inserito, ha provocato il danno il PC stava combinato così:1) Pc in dominio2) XP pro SP 23) Utente con privilegi di amministratore.4) Aperto windows media player, caricato il menu del dvd e visto i primi 30 secondi di film.A quel punto non si vedeva più la rete (click su risorse di rete e invece di vedere i pc in dominio si vedeva una beata mazza), i computer del dominio erano ancora accessibili se li si contattava tramite IP.CiaoGT
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: Guybrush Fuorisede
            - Scritto da: ruppolo

            Quella licenza non la vedo se acquisto online,

            quindi?
            Al contrario, la vedi eccome.
            Hai presente la casellina con la spunta accanto
            alla parola (linkata) "accetto" ?
            Dietro c'e' un mondo e quando clicchi si presume
            che tu abbia letto.
            Pare una XXXXXXXta, ma è di gran lunga più onesto
            del foglietto che "vieta tutto" inserito dentro
            al CD.Ni.Un conto sono le condizioni d'uso, altro conto le clausole vessatorie.Le prime, che regolano l'utilizzo del bene o servizio, non richiedono la famosa seconda firma, richiedono la prima ed eventualmente la terza (per la privacy) firma, che legalmente possono essere sostituite in via elettronica.Le seconde, invece, sono quelle clausole (all'interno del regolamento del bene o servizio, ma solo parte di esse) che indicano limiti particolarmente a svantaggio di una delle parti (tipicamente del consumatore nei confronti del venditore o dell'azienda). Tali clausole vanno accettate specificamente e per iscritto. In mancanza della dicitura specifica, e conseguente firma del contraente, è a pena di nullità l'intero contratto.Ad oggi (e fino ad approvazione del DDL S1447 presentato il 12 marzo 2009) questa seconda firma (quella di accettazione specifica delle clausole vessatorie) non può essere sostituita dalla firma elettronica, neanche fosse come "firma certificata". Le cose cambieranno con l'approvazione di quel DDL (ammesso che verrà mai approvato) ma fino a quel momento le clausole vessatorie vanno approvate per iscritto, così come specificato dagli articoli 1341 e 1342 del Codice Civile.Copio e incollo da una proposta di abbonamento Fastweb trovata in rete a http://www.guidomenestrina.it/download/modulistica/fwpdamybusiness.pdf Il Cliente dichiara di aver preso visione delle Condizioni Generali e, ai sensi e per gli effetti degli Art. 1341 e 1342 Cod. Civ., il Cliente dichiara di approvare specificatamente le clausole delle Condizioni Generali di Contratto di seguito indicate: Art. 3 (Conclusione del Contratto); Art. 4 (Fornitura dei Servizi); Art. 5 (Predisposizione dei dispositivi di Rete); Art. 6 (Attivazione dei Servizi, Dispositivi di Rete e Apparecchiature); Art. 7 (Portabilità della numerazione telefonica); Art. 8 (Richiesta di variazione dei Servizi); Art. 10 (Utilizzo dei Servizi e delle Apparecchiature); Art. 12 (Responsabilità per i Servizi); Art. 13 (Sospensioni e interruzioni del Servizio e.BisMedia e/o del Servizio Rai Click); Art. 16 (Corrispettivi - Fatturazione - Pagamenti FASTWEB); Art.17 (Corrispettivi - Fatturazioni - Pagamenti servizi e.BisMedia e/o Rai Click); Art. 18 (Traffico anomalo); Art. 19 (Deposito cauzionale); Art. 20 (Modifiche delle Condizioni Generali di Contratto); Art. 21 (Durata del Contratto FASTWEB/e.BisMedia/Rai Click- ReXXXXX); Art. 22 (Risoluzione del Contratto e Condizione Risolutiva); Art. 23 (Impossibilità sopravvenuta); Art. 24 (Diritti di proprietà industriale e/o intellettuale); Art. 25 (Reclami); Art. 26 (Conciliazione delle controversie); Art. 27 (Legge applicabile - Foro competente); Art. 28 (Disposizioni varie); Art. 29 (Velocità di acXXXXX alla Rete FASTWEB); Art. 30 (Velocità di acXXXXX alla Rete FASTWEB - Opzione Super ADSL); Art. 31 (Servizio Voce); Art. 32 (Servizio Internet); Art. 33 (Servizio di Posta elettronica - Mail); Art. 34 (Servizio Video); Art. 35 (AcXXXXX ai Contenuti Audio Video); Art. 36 (Servizio VideoRec Videoregistratore virtuale); Art. 37 (Servizio Housing); Art. 38 (Servizio Hosting); Art. 39 (Servizio E-Commerce); Art. 40 (Servizio di registrazione nomi a dominio); Art. 41 (Servizio di Videocomunicazione) Art. 42 (Servizio Digitale Terrestre (DTT); Art. 43 (Condizioni di noleggio degli Apparati e dei Dispositivi di Rete); Art. 44 (Servizio di VPN); Art. 45 (Servizio Videosorveglianza). Quelle clausole lì indicate sono appunto le clausole vessatorie, dove, leggendole, troverete dei punti a sfavore del cliente.
          • panda rossa scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            Se
            credi che una casa cosa 600 euro o un film 3
            euro, allora incapace di intendere e
            volere.Io ho trovato questo:http://www.dvd-store.it/DVD/DVD-Video/ID-5112/Sballato-gasato-completamente-fuso.aspxQuindi sono incapace di intendere e di volere?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            Bene, e chi ha detto che la licenza d'uso che ti
            vieta di distribuire a cane e porci il contenuto
            sia una clausola vessatoria? Dove sta
            scritto?Se anche non lo fosse, lo sarebbe la clausola di esclusione di responsabilità dei software.Se compro un software e DOPO APERTO scopro nella licenza che è scritto "questo software può causare perdite di dati, e se succede noi non siamo responsabili" io ho tutto il diritto di fottermene della licenza in toto, così come i programmatori se ne fottono dei miei dati.Per quale motivo dovrei pagare per avere un VIRUS ?(un software che causa perdite di dati è un virus)Discorso ben diverso se il software fosse gratuito: in quel caso il programmatore mi sta dicendo "tu non stai pagando nulla, ma proprio per questo io non ho colpe, se ti succede qualcosa sono XXXXX tuoi". Posso accettarlo oppure no. Ma almeno non pago.Ma perché mai dovrei PAGARE per qualcosa che LO DICE NERO SU BIANCO può farmi dei danni?Se vedo un ristorante che scrive sul menù "alcuni nostri piatti, ma non sappiamo neanche noi quali, potrebbero contenere del veleno o causarvi comunque delle intossicazioni, nel caso sono problemi vostri" io chiamo i NAS e lo faccio chiudere.
            Letto, non ci trovo nulla di particolare.Impara a leggere allora, oppure rivolgiti a un avvocato di tua fiducia e chiedi a lui di spiegarti il legalese.
            Quella licenza non la vedo se acquisto online,
            quindi?Quindi la licenza è una truffa perché si sostituisce all'atto di acquisto (acquisto = proprietà).Se tu compri un terreno senza vederlo e poi scopri che sopra c'è costruito un immobile abusivo e sequestrato, cosa fai?A) denunci per truffa chi te l'ha venduto e ti aspetti che lo abbatta a sue speseB) lo fai abbattere a tue speseC) piangi e batti i piedi per terraTu stai prospettando a chi compra software o musica o film la soluzione C.Probabilmente tu useresti la soluzione B.Io dico che l'unica è la soluzione A.
            E secondo te un giudice ti crede? È come se io
            firmassi un contratto per una villetta per 600
            euro, e dopo aver perfezionato il contratto
            scopro che non era un acquisto, ma un affitto. Se
            credi che una casa cosa 600 euro o un film 3
            euro, allora incapace di intendere e volere.L'ultimo film originale (nuovo eh, mica usato) che ho comprato ("Sogni da campione", ormai diversi mesi fa) l'ho pagato UN euro quindi non vedo perché non debbano essercene a 3.
            Quello si chiama vizio occulto, se non era
            indicato. La questione non ci interessa.Per te indicato cosa significa? Una scritta in caratteri microscopici che si vede solo aperta la confezione perché sopra ci hanno messo il quadrato col prezzo da una parte e con la placca anti taccheggio dall'altra? O una scritta a video che si vede solo quando inserisci il disco?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            Quella regola ha un nome, si chiama "norma del
            contratto". E i contratti sono tutelati dalla
            Legge.
            Leggiti questi 3 semplici articoli del Codice
            Civile (sono poche righe): 1321, 1322 e,
            soprattutto, 1372, che inizia così: "Efficacia
            del contratto. Il contratto ha forza di legge tra
            le parti".E tu leggiti l'articolo 1469-bis relativo alle CLAUSOLE VESSATORIE
            Quindi se io e te contrattiamo che tu devi fare
            tre giri della casa a gattoni ogni mattina, non è
            necessaria una legge specifica, è sufficiente il
            contratto, per obbligarti a farlo.Deve FIRMARLO quel contratto altrimenti ha tutto il diritto di risponderti con una XXXXXXXXXX
            Se l'acquisto non costituisse un contratto tra le
            parti, tu, ad esempio, non avresti diritto alla
            garanzia.Se si tratta di acquisto c'è il diritto di reXXXXX in caso avvenga fuori dal negozio fisicoOra dimostrami che se compro un DVD online poi se non mi piace posso restituirlo e riavere tutti i soldi indietro COI LIBRI SI PUO' FARE
          • panda rossa scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            Certamente, ma prima devi togliere il contenuto
            dai
            supporti.Con un po' di dvdfab e un po' di pazienza, viene via bene. p)

            Del contenuto faccio quello che mi pare nei

            limiti previsti dalla

            legge.

            Esatto, e la legge tutela i contratti, quindi i
            limiti sono quelli scritti nella
            licenza.Esattamente come il cartello indica il limite di velocita' e la polizia stradale tutela il codice della strada.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
            - Scritto da: ruppolo
            Certo che l'hai accettato. L'hai accettato con
            l'acquisto e l'apertura della confezione, se
            esiste una confezione, altrimenti con il solo
            acquisto.(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)Non c'è nessuna legge che dice questo, quantomeno in Italia...
      • pino scrive:
        Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
        Ruppolo vai a pettinare le bambole!!
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: All'attenzione di Nicolas Seydoux
        - Scritto da: ruppolo
        Del supporto puoi farne ciò che ti pare, del
        contenuto no.Io del supporto non so che farmene, quindi non compro neanche quello.
        Il contenuto non è tuo, non l'hai comprato.Le clausole vessatorie richiedono la doppia firma cartacea, in mancanza sono nulle, quindi puoi scrivere quello che ti pare ma se non te l'ho sottoscritto quello che hai scritto vale né più né meno di un pezzo di carta igienica usata e maleodorante.In alternativa, ridammi i miei soldi, visto che mi hai venduto un supporto NON REGISTRABILE a un prezzo che è un centinaio di volte quello di un supporto registrabile, e al mio paese questa ha un solo nome: TRUFFA.
  • spacevideo scrive:
    per una volta però si passa ai fatti
    è vero che i numeri sono sempre gli stessi, ma mai come oggi si sono visti provvedimenti, l'importante è proseguire, se AGCOM farà veramente la sua parte, il prossimo anno potremmo vedere finalmente in discesa la pirateria, ed una forte crescita del mercato on-line.Tornando al belpaese, invece sono molto scettico sul fatto che a fronte di un'offerta legale si abbandoni la pirateria, non illudiamoci di questo, servono misure come quelle proposte per oscurare i siti illegali e passare poi all'individuazione degli utenti, il fenomeno è stato sottovalutato una volta, non lo facciamo per la seconda.
    • Paolo Nocco scrive:
      Re: per una volta però si passa ai fatti
      La risposta è una: 30 l'anno su ogni connessione e passa la paura. Ma non riescono proprio a capirlo?
      • Sgabbio scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        Obbligatori a tutti ? E chi non glie ne frega una XXXXX di scaricare robe protette ?Tra l'altro pensi che questo possa fermar loro le lamentele ? Sai l'equo scompenso sui supporti, insegna...
        • Paolo scrive:
          Re: per una volta però si passa ai fatti
          - Scritto da: Sgabbio
          Obbligatori a tutti ? E chi non glie ne frega una
          XXXXX di scaricare robe protette
          ?

          Tra l'altro pensi che questo possa fermar loro le
          lamentele ? Sai l'equo scompenso sui supporti,
          insegna...Assolutamente no, le richieste delle major rappresentano una escalation che si fermerà solo con lo smantellamento di Internet. Ne abbiamo esempi tutti i giorni, qui per brevità vorrei citare la legge sui 3-strikes in Corea del Sud, più dura dell'HADOPI. Dopo soli 5 mesi dalla sua implementazione (ora che è passato un anno e mezzo si è visto comunque il suo miserrimo fallimento) le major sono passate a chiedere misure più dure perché quella legge che loro stesse avevano scritto non era più vista come sufficiente. Trovi tutti i riferimenti in un articoletto che ho scritto sul blog di ScambioEtico.
          • Sgabbio scrive:
            Re: per una volta però si passa ai fatti
            Scambio etico lo seguo :DComunque loro continuano a lamentarsi, pure servizi copyright proni e celebralmente leso come youtube viene sempre trascinata in tribunale da qualche piagnone di turno.Nononstate poi facciano raid punitivi notturni...
      • harvey scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        - Scritto da: Paolo Nocco
        La risposta è una: 30 l'anno su ogni
        connessione e passa la paura. Ma non riescono
        proprio a
        capirlo?L'equo compenso esiste già!
      • Aldo Naso scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        e io disdico seduta stante la mia linea
      • p2p scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        - Scritto da: Paolo Nocco
        La risposta è una: 30 l'anno su ogni
        connessione e passa la paura. Ma non riescono
        proprio a
        capirlo?i miei li paghi tu
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        - Scritto da: Paolo Nocco
        La risposta è una: 30 l'anno su ogni
        connessione e passa la paura. Ma non riescono
        proprio a
        capirlo?E secondo te si accontenterebbero di 30 euro?Povero credulone, quelli ti appioppano 30 euro per poi dichiarare che comunque è illegale scaricare, che forse l'equo consenso non se lo beccano già?Però loro considerano "pirata" anche prestare il DVD all'amico!
        • panda rossa scrive:
          Re: per una volta però si passa ai fatti
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: Paolo Nocco

          La risposta è una: 30 l'anno su ogni

          connessione e passa la paura. Ma non riescono

          proprio a

          capirlo?

          E secondo te si accontenterebbero di 30 euro?
          Povero credulone, quelli ti appioppano 30 euro
          per poi dichiarare che comunque è illegale
          scaricare, che forse l'equo consenso non se lo
          beccano
          già?
          Però loro considerano "pirata" anche prestare il
          DVD
          all'amico!Visto che tanto sono pirata lo stesso, e quindi non cambia niente, io da oggi non presto piu' i miei dvd: li copio e do' all'amico direttamente la copia.Anzi, carico la copia su megaupload e gli dico di scaricarsela.Tanto lo dicono loro che e' lo stesso.
      • Giorgio scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        - Scritto da: Paolo Nocco
        La risposta è una: 30 l'anno su ogni
        connessione e passa la paura. Ma non riescono
        proprio a
        capirlo?Ma se ci stanno tirando i peli dal XXXX oramai!Equo compenso su tutto. Peccato che non ho nemmeno il tempo di respirare, altro che duplicarmi le cagate che producono attualmente.Che andassero AFFANXXXX, altroche'
        • Giorgio scrive:
          Re: per una volta però si passa ai fatti
          - Scritto da: Giorgio
          Ma se ci stanno tirando i peli dal XXXX oramai!OOPS, scusa ho quotato invece di rispondere...
      • AMEN scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        - Scritto da: Paolo Nocco
        La risposta è una: 30 l'anno su ogni
        connessione e passa la paura.Fammi capire, pago 30 euro all'anno e poi posso scaricare tutto quello che voglio senza limiti? E il tutto diventa legale? Ci sto!
      • Adolfo scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        Guarda che in realtà ci deve essere un equa suddivisione.30 musica60 film10 Stream Radio80 Videogiochi10 Informazione40 ADSLFai la somma e avrai la cifra esatta di quello che l'industria vuole.Mi vieni a dire che se non vuoi non comperi, anche questo posso darti ragione, alberi piante ed animali non comperano servizi.Però poi non si vengano a lamentare se si troveranno la popolazione con i forconi in ufficio.
    • Sgabbio scrive:
      Re: per una volta però si passa ai fatti
      Stai tranquillo che un'altro colpo allo stato di diritto, porterà molti a no comprare più nulla...con il pugno di ferro non si risolve mai nulla su queste questioni.
      • CHI scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        no in italia anche se ce lo mette in XXXX un muflone diciamo grazie !
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        - Scritto da: Sgabbio
        Stai tranquillo che un'altro colpo allo stato di
        diritto, porterà molti a no comprare più
        nulla...

        con il pugno di ferro non si risolve mai nulla su
        queste
        questioni.Infatti.La storia del proibizionismo degli alcolici negli anni 1930 a Chicago, questa sconosciuta.Cosa vietata = cosa gestita dalla malavitaE' sucXXXXX con l'alcool allora, succede con la droga, tornerà a succedere con i cd e dvd pirata. Beh, io di certo non mi farò scrupoli, se vogliono far ingrassare le mafie l'hanno voluto loro: io avevo smesso di farlo quando avevo visto che potevo avere tutto da internet senza pagare le mafie. Ma se loro preferiscono che ingrassino le mafie, sarò ben lieto di farlo, sempre meglio che far ingrassare la loro di MAFIAA.
    • Lex Logic scrive:
      Re: per una volta però si passa ai fatti
      La verità è che loro prendono dati ipotetici e ci costruiscono sopra "l'eterno dramma" con cui poi vanno a bussare dal governo e agli enti preposti per farsi fare finanziamenti e/o norme ad uso e consumo..Stimare la pirateria è come stimare l'evasione fiscale. Personalmente preferirei perdessero più tempo a cercare chi effettivamente fa un danno all'intero paese e non chi ipoteticamente potrebbe danneggiare un paio di compagnie che peraltro ci stimolano continuamente con cinepanettoni e film che puntualmente al giudizio internazionale passano in secondo piano rispetto al neorealismo polacco..Ogni anno la stessa storia, solo che quest'anno si sono lanciati anche contro chi compra i dvd e poi li presta, sti criminali che prestano i dvd..
      • Maestro Miyagi scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        - Scritto da: Lex Logic
        Ogni anno la stessa storia, solo che quest'anno
        si sono lanciati anche contro chi compra i dvd e
        poi li presta, sti criminali che prestano i
        dvd..Giusto, hanno ragione, bisogna essere criminali per prendere a noleggio dei DVD. Quindi ho deciso che non li noleggio più. E visto che non la piantano di trattare da criminali anche quelli che vanno al cinema (film di un'ora, un quarto d'ora di pubblicità di altri film di cui non mi importa e un altro quarto d'ora di terrorismo psicologico anti-pirateria) posso anche smettere di andarci, finché non avranno più rispetto per i loro clienti (= quelli che mantengono le loro famiglie).
    • un altro qualsiasi scrive:
      Re: per una volta però si passa ai fatti
      - Scritto da: spacevideo
      è vero che i numeri sono sempre gli stessi, ma
      mai come oggi si sono visti provvedimenti,
      l'importante è proseguire, se AGCOM farà
      veramente la sua parteAgcom, per ora, dimostra solo che se trovi un film su rapidshare puoi scaricarlo legalmente.
      , il prossimo anno potremmo
      vedere finalmente in discesa la pirateria, ed una
      forte crescita del mercato
      on-line.Ma a chi gioverebbe questo mercato? Solo a te, e ai danni di tutti. Bisogna evitare che gli eventi prendano questa piega.
      Tornando al belpaese, invece sono molto scettico
      sul fatto che a fronte di un'offerta legale si
      abbandoni la pirateriaCerto che no: che vantaggi si avrebbero, a comprare dai vostri siti? Nessuno: meno film, più in ritardo, e con limiti di uso. E per giunta, dovremmo pure pagare? Non ci interessa proprio, una offerta così.
      , non illudiamoci di
      questo, servono misure come quelle proposte per
      oscurare i siti illegaliCome il vostro forum, dove volano insulti e minacce? Quello sì che si potrebbe oscurare...
      e passare poi
      all'individuazione degli utentiPeccato che la legge dice proprio il contrario. Agcom non tocca gli utenti.
    • Joe Tornado scrive:
      Re: per una volta però si passa ai fatti
      se AGCOM farà
      veramente la sua parteAssomigli sempre di più a quel giullare del vostro forum che un paio di anni fa farneticava dell'"onda", che poi nessuno ha mai visto o sentito ...Attento : potresti rimanere deluso !
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        die wehlle?
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: per una volta però si passa ai fatti
        - Scritto da: Joe Tornado
        se AGCOM farà

        veramente la sua parte

        Assomigli sempre di più a quel giullare del
        vostro forum che un paio di anni fa farneticava
        dell'"onda", che poi nessuno ha mai visto o
        sentito
        ...
        Attento : potresti rimanere deluso !Ho riso di gusto a leggerlo quel thread. Con il giullare in questione che si lamentava addirittura che Google non aveva più indicizzato quel thread con le chiavi che lui aveva deciso che bisognava usare.Fa sempre piacere farsi quattro risate sui forum dei poveracci che arrivano a lamentarsi pure dei DVD di Panoramahttp://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=26259
        • Joe Tornado scrive:
          Re: per una volta però si passa ai fatti
          Questo mi era sfuggito .. bellissimo ! Ma io parlavo di un individuo che scriveva lì sopra un paio di anni fa: uno che, millantando conoscenze ad alti livelli, era convinto che con il nuovo anno sarebbero stati presi provvedimenti in grado di spazzare via la pirateria da un giorno all'altro. Ovviamente non successe nulla e il tizio fu messo in ridicolo dai suoi stessi colleghi !
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: per una volta però si passa ai fatti
            - Scritto da: Joe Tornado
            Questo mi era sfuggito .. bellissimo ! Ma io
            parlavo di un individuo che scriveva lì sopra un
            paio di anni fa: uno che, millantando conoscenze
            ad alti livelli, era convinto che con il nuovo
            anno sarebbero stati presi provvedimenti in grado
            di spazzare via la pirateria da un giorno
            all'altro. Ovviamente non successe nulla e il
            tizio fu messo in ridicolo dai suoi stessi
            colleghi
            !Ma perché, il darsi la zappa sui piedi eliminando gli "HARD ANIMAL"?http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=26209Con una divertente incursione di tal giulio73 prontamente bannato... alla faccia della democrazia. Una chicca: tal "R.Deodato Jr." (e meno male che è Junior figuriamoci se era il Senior) affermerebbe (in seconda pagina) che c'è gente che "per colpa di delinquenti dichiarati come te, rischia di perdere pure la casa". Beh se uno è tanto XXXXXXXXX da ipotecarsi la casa per un'attività futile e a rischio come una videoteca, di certo è un suo problema, e francamente se perde casa e videoteca non posso che esserne felice, vuol dire che le cose stanno finalmente dando i suoi frutti contro questa gentaglia. Purtroppo temo che per ora siano casi isolati, anche se mi auguro comincino a moltiplicarsi.E perché, il ridicolo thread "Win Magazine gratis"?http://www.videotecheforum.i