Apple: il MacBook Pro 13' arriverà dopo la WWDC

Apple: il MacBook Pro 13' arriverà dopo la WWDC

Secondo Mark Gurman, in occasione della WWWDC 2022 Apple non presenterà il nuovo modello di MacBook Pro 13', arriverà più avanti nel tempo.
Secondo Mark Gurman, in occasione della WWWDC 2022 Apple non presenterà il nuovo modello di MacBook Pro 13', arriverà più avanti nel tempo.

A poche ore dall’inizio della WWDC 2022, sono spuntate online alcune interessanti indiscrezioni circa quelli che sarebbero i piani di Apple in merito al lancio di nuovi computer portatili. A quanto pare, durante l’evento di oggi non sarà presentato il nuovo modello di MacBook Pro da 13 pollici, ma occorrerà attenere ancora. A fornire indicazioni al riguardo è stato l’autorevole Mark Gurman di Bloomberg con la sua consueta newsletter Power On.

Apple: MacBook Pro 13′, ancora attesa per il nuovo modello

Andando più in dettaglio, la motivazione del presunto mancato lancio è da ricondurre al protrarsi del lockdown in Cina che a quanto pare ha intaccato in maniera piuttosto seria la roadmap di Apple e che sta gravando già da svariate settimane a questa parte sulla produzione degli altri MacBook Pro già in commercio.

Mark Gurman non comunica date esatte sul periodo di lancio del portatile da 13 pollici, ma fornisce indicazioni in merito alla scheda tecnica del prodotto: dovrebbero esserci il tanto atteso chip Apple M2, due porte USB-C, il MagSafe e il Touch ID, mentre non dovrebbe essere presente la touchbar.

Per quel che concerne il design, Mark Gurman fa sapere che sarà simile al precedente MacBook Pro ancora in vendita negli Apple Store e su Amazon (dove attualmente è in sconto del 16% rispetto al prezzo di listino), ma verranno proposti nuovi colori (dark blue, space gray, silver e champagne oro).

Il giornalista ha fornito pure indicazioni riguardo un nuovo modello di MacBook Air di cui si era vociferato nei giorni scorsi, confermando il fatto che dovrebbe debuttare durante la WWDC, ma frenando l’entusiasmo per la disponibilità immediata o in in volumi, in quanto la politica zero-Covid del governo cinese ha imposto la chiusura alle fabbriche che producono MacBook.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: 9to5Mac
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 6 giu 2022
Link copiato negli appunti