Apple: il visore AR/VR non ci sarà alla WWDC 2022

Apple: il visore AR/VR non ci sarà alla WWDC 2022

Ming-Chi Kuo ritiene che Apple non fornirà anticipazioni sul suo visore AR/VR durante la WWDC 2022 in quanto potrebbe favorire la concorrenza.
Ming-Chi Kuo ritiene che Apple non fornirà anticipazioni sul suo visore AR/VR durante la WWDC 2022 in quanto potrebbe favorire la concorrenza.

Nei giorni scorsi si era ipotizzato che in occasione della WWDC 2022 che si terrà dal 6 al 10 giugno, Apple potesse finalmente fornire qualche anticipazione riguardo il suo tanto chiacchierato quanto atteso visore AR/VR. A quanto pare, però, le cose no andranno in questo modo, almeno non stando alle previsioni di Ming-Chi Kuo.

Apple: alla WWDC 2022 niente anticipazioni sul visore AR/VR

Il noto analista ha infatti espresso le sue perplessità riguardo il fatto che l’azienda di Cupertino possa fare degli spoiler in merito al suo visore AR/VR e a realityOS (il sistema operativo che dovrebbe andare a governare il dispositivo) a stretto giro, arriverà tutto nel 2023 e non prima, in quanto rendere di dominio pubblico dei dettagli su un progetto così lontano dal debutto e al contempo così rilevante significherebbe inevitabilmente concedere alla concorrenza un gran bel vantaggio, specie quella più sfrontata che potrebbe appropriarsi indebitamente di soluzioni altrui.

Riportiamo di seguito, in forma tradotta, quanto scritto esattamente da Ming-Chi Kuo al riguardo su Twitter.

I concorrenti di Apple non vedono l’ora di conoscere specifiche e design del sistema operativo per il visore di realtà mista. Sono sicuro che se Apple annunciasse il visore e il suo sistema operativo alla WWDC, i competitor saranno ben lieti di copiare le eccellenti idee di Apple, per arrivare sul mercato in anticipo rispetto al lancio del 2023 della Mela.

La notizia lascia senz’altro l’amaro in bocca a tutti gli appassionati al mondo Apple che attendevano speranzosi la nuova edizione della Worldwide Developers Conference per saperne di più riguardo questo nuovo dispositivo dell’azienda, ma con ogni probabilità toccherà farsene una ragione e pazientare ancora.

Fonte: MacWorld
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 giu 2022
Link copiato negli appunti