Apple: multitouch, molte cause

Elan farà appello contro la decisione che le ha dato torto nella vicenda che la vede contrapposta a Apple, accusata di violare brevetti relativi alle tecnologie touch
Elan farà appello contro la decisione che le ha dato torto nella vicenda che la vede contrapposta a Apple, accusata di violare brevetti relativi alle tecnologie touch

L’azienda taiwanese legata ai sistemi di multitouch Elan Microelectronics, farà ricorso contro la decisione del giudice statunitense che ha riconosciuto il primo round legale a Apple , da essa portata in tribunale per violazione di proprietà intellettuale.

Elan , l’azienda produttrice, tra l’altro, dei touchpad impiegati negli Eee PC, aveva aperto le ostilità brevettuali nei confronti di Apple nel 2009: al centro le tecnologie relative al multi touch da essa rivendicate con i brevetti numero 5.825.352 e 7.274.353 .

Con quest’ultimo brevetto Elan si era peraltro già aggiudicata una vittoria legale che ha portato ad un accordo di licenza con Synaptics.

L’azienda taiwanese aveva depositato la denuncia contro Cupertino prima presso una corte californiana, poi presso l’ International Trade Commission che ha il potere di sospendere l’importazione di determinati prodotti negli Stati Uniti se trovati in violazione di proprietà intellettuale o di altre normative commerciali. E ad essa, infatti, Elan aveva chiesto il bando di iPad, iPhone, iPod Touch, MacBook e Magic Mouse.

La prima ad essersi espressa sulla vicenda, con un giudizio preliminare, è stata proprio la commissione federale che nei comportamenti di Apple non ha riscontrato alcuna violazione delle normative commerciali .
Elan, tuttavia, ha già reso noto di voler ricorrere in appello

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti