Mac e servizi spingono il business di Apple

Si è concluso un trimestre d'oro per la linea Mac: i computer della mela morsicata hanno fatto registrare vendite e introiti da record.
Si è concluso un trimestre d'oro per la linea Mac: i computer della mela morsicata hanno fatto registrare vendite e introiti da record.
Guarda 9 foto Guarda 9 foto

Mai bene come in questo Q3 2020: le vendite di Mac hanno portato oltre 9 miliardi di dollari nelle casse di Cupertino tra luglio e settembre (un anno fa meno di 7 miliardi). Ottime performance anche della linea iPad, da 4,7 a 6,8 miliardi. È conseguenza diretta delle dinamiche innescate dalla crisi sanitaria globale e della corsa all’adozione di strumenti per lavorare da casa in modalità smart working, per seguire le lezioni della didattica a distanza e più semplicemente per comunicare da remoto.

Apple, Q3 2020: vendite Mac da record

Complessivamente le entrate si sono attestate a 64,7 miliardi di dollari, suddivise tra i 50,2 miliardi generati dai prodotti (-1,3 miliardi rispetto al 2019) e i 14,6 miliardi dei servizi (+2,1 miliardi). L’utile netto si è assestato a 12,7 miliardi, in calo rispetto ai 13,7 miliardi di dodici mesi fa. È bene precisare che non è stato tenuto conto dell’ultima generazione di iPhone, la 12, non ancora sul mercato a fine settembre. Le vendite verranno conteggiate con il Q4 2020.

Tornando ai Mac, sarà interessante capire come la transizione verso i chip Apple Silicon che inizierà a breve potrà influire sui numeri. Riordiamo infine che alle porte c’è anche l’esordio di Big Sur, nuova iterazione del sistema operativo macOS.

Per il futuro il gruppo di Cupertino sembra guardare nella direzione di una ulteriore differenziazione della propria offerta: nei giorni scorsi si è tornati a parlare della possibilità che Apple sia al lavoro su un suo motore di ricerca alternativo a Google. Una mossa che inevitabilmente sposterebbe alcuni equilibri di mercato con ripercussioni anche sul business dell’advertising, ancora oggi principale fonte di reddito per bigG e la sua parent company Alphabet.

Fonte: Apple
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti