Apple rimuoverà le app non aggiornate dallo store

Apple rimuoverà le app non aggiornate dallo store

Apple rimuoverà dal suo store le app più vecchie (anche se perfettamente funzionanti) che non verranno aggiornate entro i successivi 30 giorni.
Apple rimuoverà dal suo store le app più vecchie (anche se perfettamente funzionanti) che non verranno aggiornate entro i successivi 30 giorni.

Apple ha comunicato a diversi sviluppatori che le loro app verranno rimosse dallo store perché non aggiornate da troppo tempo. L’operazione di “pulizia” verrà effettuata entro i successivi 30 giorni. Nell’email inviata dall’azienda di Cupertino viene citata una pagina di supporto che indica i motivi e i passi da seguire per evitare la cancellazione. Una simile decisione era stata annunciata anche da Google all’inizio del mese.

Apple rimuoverà le app non aggiornate

L’eliminazione delle app obsolete è una pratica che Apple ha seguito fin dal 2016. La nuova comunicazione è stata inviata principalmente agli sviluppatori indipendenti che non hanno le risorse delle grandi software house. Il noto Kosta Eleftheriou, sempre critico nei confronti dell’azienda di Cupertino, ha confermato che la versione per ipovedenti della sua app FlickType Keyboard è stata rimossa perché non aggiornata da due anni, evidenziando però che il gioco Pocket God è ancora online, nonostante l’ultimo update risalga a sette anni fa.

Non sono chiari quindi i criteri utilizzati da Apple per scegliere le app da rimuovere dallo store. La pagina di supporto indica tre motivi principali: funzionamento differente da quello previsto, mancato rispetto dell’attuali linee guida e app obsoleta. Gli sviluppatori contattati da Apple affermano però che le loro app sono perfettamente funzionanti. Forse è necessaria la compatibilità con le versioni più recenti di iOS.

Per evitare l’eliminazione è necessario effettuare l’aggiornamento entro 30 giorni. In caso contrario, l’app non potrà essere trovata e scaricata dai nuovi utenti, ma rimarrà funzionante per i vecchi utenti. Quanto successo dimostra che gli sviluppatori devono sottostare alle condizioni di Apple. Fortunatamente il Digital Markets Act porrà fine a questo monopolio perché sarà obbligatorio consentire l’uso di store alternativi (sideloading) e sistemi di pagamento esterni.

Aggiornamento (30/04/2022): Apple ha comunicato che gli sviluppatori possono aggiornare le app entro 90 giorni.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 apr 2022
Link copiato negli appunti